Libro 8 – Il peccato e la restaurazione tramite indennizzo

CAPITOLO I – L’indennizzo: la base del principio della restaurazione

Sezione 1. Le dimensioni del dominio indiretto e del dominio diretto

1.1. La dimensione del dominio indiretto

Se esaminiamo il Principio della Chiesa dell’Unificazione troviamo menzionate le dimensioni del dominio indiretto e del dominio diretto. A causa della caduta, tutta l’umanità è rimasta nella dimensione del dominio indiretto, separata da quella del dominio diretto. Questo è stato il risultato del fallimento di Adamo ed Eva nel realizzare la loro parte di responsabilità, e di conseguenza la provvidenza di restaurazione è stata prolungata. Non l’abbiamo mai capito. Cosa dobbiamo fare nella dimensione del dominio indiretto per raggiungere la dimensione del dominio diretto dove ci possiamo collegare al dominio dell’amore di Dio? Dobbiamo realizzare la nostra parte di responsabilità. (139-231, 31.1.1986)

Dobbiamo poter chiarire in modo logico che Dio, poiché desiderava che gli esseri umani raggiungessero la perfezione, doveva inevitabilmente creare la dimensione del dominio indiretto in cui essi avrebbero potuto crescere e maturare. (135-314, 15.12.1985)

Perché fu creata la dimensione del dominio indiretto? Senza creare questa dimensione, non sarebbe stato possibile delimitare chiaramente il confine fra l’immaturità e la maturità spirituale. In che modo definiamo il periodo di vita conosciuto come adolescenza? Dio aspetta che passiamo attraverso l’adolescenza, la sfera del dominio basato sui risultati conseguiti in accordo al Principio. Dio non può interferire nella dimensione dell’amore immaturo. Ciò di cui hanno bisogno gli esseri umani è l’amore assoluto. (148-150, 8.10.1986)

Qual è il significato delle parole «Principio della Chiesa dell’Unificazione»? Perché è chiamato il Principio? Lo scopo del Principio è di mostrare chiaramente la linea di confine fra la dimensione del domino basato sui risultati conseguiti in accordo al Principio e la dimensione del dominio diretto.

Adamo ed Eva, come figli primogeniti, dovevano crescere attraverso gli stadi di formazione, crescita e completezza. Questa è la strada del Principio. Persino nella dimensione del dominio indiretto gli esseri umani devono realizzare la loro parte di responsabilità, se vogliono raggiungere la perfezione. Vuol dire che, finché non si raggiunge la maturità, non si deve mai avere un rapporto d’amore. Prima di raggiungere l’età adulta, Adamo ed Eva non si sarebbero dovuti impegnare in questo tipo di rapporto. Per questo motivo fu stabilita una linea di confine, e Dio disse loro: «Aspettate, non cogliete e non mangiate!» (137-252, 3.1.1986)

Se Adamo ed Eva non fossero caduti, ma avessero attraversato la dimensione del dominio indiretto e raggiunto lo stadio di giovani adulti – che si collega alla dimensione del dominio diretto – tutte le forze dell’universo sarebbero state convogliate in quel punto, si sarebbero armonizzate e sarebbero entrate in azione. In quel punto focale, l’uomo e la donna si sarebbero uniti insieme come una cosa sola, e Dio, il mondo spirituale e il mondo fisico si sarebbero incontrati. Questa unità non avviene nel mondo spirituale. Nessuno è riuscito ad entrare nel Regno dei Cieli. Ciò significa che nessuno ha colpito il centro, questo punto focale, morendo dopo aver creato l’immagine di un rapporto ideale. Ciò è dovuto al fatto che le persone sono sempre state fuori fuoco, come una fotografia sfocata. Il fuoco orizzontale e il fuoco verticale devono incontrarsi nel centro quando si scatta una foto, ma non è stato possibile scattare foto del genere. Dobbiamo sapere che non è stata mai scattata una foto d’amore perfetta. Capite, non è vero? Tra tutti voi, chi ha messo in pratica questo tipo di amore? Siete diventati questo tipo di coppia? (136-37, 20.12.1985)

La dimensione del dominio diretto è un posto dove Adamo ed Eva possono partecipare insieme, uniti nell’amore. Quindi, la dimensione del dominio indiretto è un luogo in cui la loro parte di responsabilità deve essere ancora completata. Quando la parte di responsabilità è realizzata, e Adamo ed Eva diventano marito e moglie centrati sull’amore, Dio diventa il Padre interiore e Adamo ed Eva diventano i genitori esteriori. Quando essi si uniscono come aspetto interiore ed esteriore, la dimensione del dominio diretto è stabilita per la prima volta. In questo processo, il matrimonio è perciò assolutamente necessario. Non si può entrare in questa dimensione come persone singole. (139-262, 31.1.1986)

Da dove si espande il Regno dei Cieli? Non si espande solo dal punto di separazione da Satana. Si espande dalla sfera di realizzazione della responsabilità umana. Cioè, attraverso Adamo ed Eva che hanno realizzato la loro parte di responsabilità, le dimensioni del dominio diretto e indiretto, così come l’amore della sfera celeste e l’amore della sfera terrena, si collegano per la prima volta. Questo è in accordo al Principio. Finora questo non è stato stabilito perché Satana lo impedisce. È Satana che blocca la strada dell’amore di Dio. (148-204, 9.10.1986)

Non importa quanto la sfera culturale cristiana si espanda, un Adamo perfetto che può manifestare il vero amore di Dio deve apparire insieme alla sposa. Per questo dovete realizzare la vostra parte di responsabilità ed entrare nella dimensione del domino diretto. Dovete preparare nella vostra famiglia una base di vero amore, capace di unire il sopra e il sotto, il davanti e il dietro, la sinistra e la destra con al centro l’amore. È una cosa facile da fare? (220-93, 15.10.1991)

Dopo aver realizzato pienamente la loro parte di responsabilità, i Veri Genitori devono armonizzare i regni del cuore nelle dimensioni del dominio indiretto e del dominio diretto. Per costruire il Regno dei Cieli, deve apparire una base che può unificare il mondo celeste e il mondo terreno. Questo è l’ideale di creazione. Altrimenti il regno non può venire. (148-212, 9.10.1986)

Se i primi antenati non fossero caduti, avrebbero realizzato insieme la loro parte di responsabilità. Tuttavia, poiché in seguito alla caduta è apparso Satana, i Veri Genitori devono stabilire un modello di indennizzo di fronte ai discendenti caduti, in modo tale da poter oltrepassare tutti insieme il livello globale. Il lavoro della mia vita fino ad ora è stato stabilire un modello di indennizzo, creare un modello attraverso il quale dalla dimensione del dominio indiretto potevamo saltare alla dimensione del dominio diretto, realizzando quella parte di responsabilità. (131-97, 16.4.1984)

1.2. La dimensione del dominio diretto

Realizzando la vostra parte di responsabilità, le dimensioni del dominio indiretto e diretto sono collegate e si crea un legame fra il Regno dei Cieli sulla terra e nel mondo spirituale; senza questo, tutto è separato. Perciò, dobbiamo tutti diventare la sostanza e l’incarnazione dell’amore avendo realizzato la nostra parte di responsabilità, e dobbiamo amare Dio, l’intero universo e la nostra famiglia. Solo questo tipo di persone entreranno nel Regno dei Cieli. Questa è la formula per entrare nel Regno. (149-318, 21.12.1986)

La sfera della parte di responsabilità è dove ci uniamo sulla base dell’amore di Dio. Quando siete collegati all’amore verticale di Dio e siete diretti verso la perfezione, le dimensioni del dominio indiretto e diretto si collegano. Satana lì non c’è. Se le dimensioni del dominio indiretto e del dominio diretto sono collegate, anche i regni del cuore vengono collegati, e così Satana non può essere presente. Il problema è che la caduta è avvenuta prima che succedesse questo. (172-198, 21.1.1988)

Quando l’amore perfetto di Dio si manifesta, Satana non può apparire. Questa è la realizzazione della parte di responsabilità. Mentre realizzano la loro parte di responsabilità, l’amore di Dio e di Adamo ed Eva si incontrano in entrambe le dimensioni del dominio indiretto e diretto. Lì l’amore verticale di Dio e l’amore orizzontale di Adamo ed Eva si collegano. (173-286, 21.2.1988)

Se Adamo ed Eva non fossero caduti sin dall’inizio, ma avessero realizzato la loro parte di responsabilità, e se il cielo e la terra avessero formato un dominio unificato con Dio e il Suo amore, e fosse stata costruita una fondazione vittoriosa, Adamo ed Eva avrebbero portato l’arcangelo nel dominio unificato dell’amore di Dio e di Adamo, ed essi sarebbero andati in cielo. Questo è vero. Questo è il principio. (197-286, 20.1.1990)

La parte di responsabilità è necessaria finché non raggiungete la maturità. Dopo che avete raggiunto la maturità e siete diventati dei giovani adulti, finisce tutto. Una volta che entrate nel regno dell’amore, questa è la dimensione del dominio diretto. (198-371, 11.2.1990)

Cosa significano le parole “parte di responsabilità” nel Principio? Realizzare la propria parte di responsabilità significa che Dio e l’umanità diventano una cosa sola nell’amore. Poiché l’amore di Dio è eterno, gli esseri umani come Suoi partner diventano eternamente un tutt’uno con Lui nel Suo amore. Non c’è nessuna separazione. (212-14, 1.1.1991)

Quando Dio creò gli esseri umani, creò sia la dimensione del dominio diretto che quella del dominio indiretto. Ma perché creò una dimensione del dominio indiretto? In quale momento le dimensioni del dominio diretto e indiretto si sarebbero collegate? Quando Adamo ed Eva, gli antenati originali dell’umanità, avessero raggiunto la maturità e fossero stati pronti ad unirsi nell’amore sulla base orizzontale, Dio sarebbe sceso e avrebbe dimorato in loro. Il loro matrimonio li avrebbe messi in condizione di unirsi insieme nell’amore orizzontale sulla base dell’amore verticale di Dio e in questo modo il cielo e la terra si sarebbero uniti. (135-306, 15.12.1985)

Perché è necessaria la dimensione del dominio diretto? Perché, senza entrare nella dimensione del dominio diretto, non ci possiamo unire a Dio nell’amore. Se questo amore non è collegato a noi, non possiamo ereditare l’universo da Dio. L’eredità è possibile solo sulla base dell’amore. Per questo, tutte le nazioni e tutte le famiglie cercano di lasciare le cose in eredità ai loro figli sulla base di un rapporto d’amore. Questo è il Principio. (135-324, 15.12.1985)

Le parole “parte di responsabilità” sono apparse per la prima volta nell’era del Padre. Qualcuno potrebbe dire: «Le parole “dimensione del dominio indiretto” e “dimensione del dominio diretto” sono state inventate dal Reverendo Moon per andare d’accordo con i suoi insegnamenti, perché lui è intelligente». Se fosse così, allora perché passerei attraverso tante sofferenze? Se l’avessi inventato di testa mia, perché soffrirei come ho fatto tutta la mia vita, entrando e uscendo di prigione? Non pensate neanche a dirlo. Se l’avessi inventato io, perché non potrei prendermela comoda? Avrei potuto seguire una strada molto più facile; allora perché avrei sacrificato la mia gioventù, un periodo paragonabile a un fiore in boccio, indossando abiti dimessi e vivendo in quel modo? Non ha senso che io mi sia inventato tutte queste cose. Prima di creare questi termini, sapevo che c’era qualcosa al di là, ed è per questo che ho percorso volontariamente la via della persecuzione e della morte. Chi mai al mondo ama la via della persecuzione? Solo Dio può capire queste circostanze. (139-247, 31.1.1986)

Rinnegare la Benedizione dopo averla ricevuta è comportarsi peggio di Satana. Satana vi accuserà. Equivale ad entrare nella dimensione del dominio diretto e poi cadere. Voi non lo sapevate, ma io vi dico che questo principio, la legge del cielo, è attivo. Perciò dovete fare bene. La cosa importante è in che modo tutti voi stabilirete la tradizione celeste. (128-110, 5.6.1983)

Il mondo del servizio non è il luogo oscuro che forse vi immaginate. Dovete sentire il Padre e la Madre direttamente nella vostra vita quotidiana e con il vostro spirito. Se vi sentite profondamente commossi e un sentimento di gioia e di eccitazione trabocca dal vostro cuore, state già vivendo nel Regno dei Cieli. Se raggiungete quello stato, quando incontrate qualcuno potete intuire immediatamente se quella persona ha un carattere buono o cattivo. Scoprirete che siete entrati in una sfera del dominio diretto di una dimensione elevata, che va oltre l’immaginazione. Questo è il punto di vista del Principio. Dovete vivere in questo modo. (78-35, 1.5.1975)

Dovete realizzare la vostra parte di responsabilità in modo da poter collegare le dimensioni del dominio indiretto e diretto. Per realizzare la loro parte di responsabilità, sia l’uomo che la donna devono raggiungere la maturità.

Che cosa significa la perfezione dell’uomo e della donna? Vuol dire che conoscono solo il Dio perfetto nel Giardino dell’Eden. Devono amare prima di tutto Dio. Poi, l’uomo in secondo luogo può pensare alla donna, e la donna in secondo luogo può pensare all’uomo. Dovete diventare questo tipo di persona. Quando lo fate e avete completato la vostra parte di responsabilità, dalla dimensione del dominio indiretto passate a quella del dominio diretto. Entrate in una nuova dimensione. (165-105, 20.5.1987)

La parte di responsabilità umana significa passare attraverso la dimensione del dominio indiretto ed entrare nel domino diretto dell’amore di Dio. Dovete entrare nella dimensione dove il cuore di Dio e il vostro cuore diventano una cosa sola, con al centro l’amore di Dio, per comunicare liberamente fra il mondo terreno e il mondo spirituale. Una volta che avete stabilito una posizione orizzontale che può rappresentare il Genitore verticale con al centro l’amore di Dio, Satana è eliminato. Questa è la dimensione del dominio diretto. La situazione è problematica perché non avete ancora superato la sfera della parte di responsabilità umana. (185-126, 3.1.1989)

Ciò di cui il mondo caduto ha più bisogno sono i Veri Genitori, che sono andati oltre il dominio della caduta. Secondo il Principio, sono coloro che hanno completato la loro parte di responsabilità e hanno trasceso quella sfera. Sono entrati nella dimensione del dominio diretto, dopo aver lasciato la dimensione del dominio indiretto. Che cos’è la dimensione del domino diretto? È un mondo unito nell’amore. In questo stadio, l’altro padrone non può comparire. È assoluto. Se siete completamente uniti nell’amore non seguirete due padroni. Dio stesso non desidera vedere un altro padrone e neanche l’umanità lo desidera. Raggiungendo questo stadio si stabilisce una fondazione eterna. Se questo sarà esteso a una famiglia, a una tribù, a un popolo e ad una nazione, allora la fortuna celeste ruoterà attorno a quell’asse d’amore. (149-154, 21.11.1986)

Sulla base di aver realizzato la vostra parte di responsabilità centrati su Dio, potete unirvi al Suo amore e la fortuna celeste si mette in moto. Una volta che questo comincia, chi può farlo deviare dal suo corso? Satana non potrà neanche mostrare la faccia. Se sarà posto questo tipo di fondazione, il Regno dei Cieli sulla terra apparirà automaticamente. (149-172, 21.11.1986)

Passate attraverso la dimensione del dominio basato sui risultati conseguiti in accordo al Principio, e realizzando la vostra parte di responsabilità di esseri umani vi collegate nell’amore. Così entrate nella dimensione del dominio diretto. Allora la dispensazione verticale può essere realizzata orizzontalmente, e la dispensazione orizzontale può essere realizzata verticalmente. Se la spingete verso il basso, diventa orizzontale, se la tirate su, diventa verticale. Ecco perché potete avere dominio sia verticalmente che orizzontalmente. (193-217, 10.4.1989)

Quando l’amore perfetto di Dio si manifesta, Satana non può comparire. Questo viene con il completamento della parte di responsabilità individuale. Quando la vostra parte di responsabilità è realizzata, si forma un legame d’amore fra le dimensioni del dominio indiretto e del dominio diretto. È lì che l’amore verticale e l’amore orizzontale si collegano. Quando avviene questo, attraverso quell’amore verticale e orizzontale si formano dei rapporti basati sul lignaggio di Dio e la carne e il sangue. Nasce un lignaggio. Satana non può interferire in quel lignaggio, che ha avuto inizio per mezzo dell’amore di Dio, attraverso il collegamento tra l’amore verticale e orizzontale. Non c’è nessun legame con Satana. Così, per ereditare il cuore di Dio, dovete ereditare il lignaggio puro originale centrato sull’amore di Dio. Questo è il punto. (173-285, 21.2.1988)

Solo con l’amore dei genitori ideali la dimensione del dominio indiretto e la realizzazione della parte di responsabilità degli uomini convergeranno. (137-254, 3.1.1986)

Adempiere alla propria parte di responsabilità è qualcosa che concerne sia la dimensione del dominio basato sulle realizzazioni conseguite in accordo al Principio che la dimensione del dominio diretto. Su questa base diventate una sola cosa nell’amore ed entrate direttamente nella sfera del dominio di Dio. Entrare nella dimensione del dominio diretto significa appartenere al regno del cuore di Dio. (183-89, 29.10.1988)

Sezione 2. Gli esseri umani hanno una parte di responsabilità

2.1. Il motivo per cui Dio ci ha dato una parte di responsabilità

Dio ama tutte le persone e desidera che l’intero universo si sottometta al Suo amore. Dando autorità agli esseri umani, Dio desidera che l’intero universo li segua e si inchini davanti a loro. Pensando a questo grande amore e a questa autorità suprema, Dio diede agli esseri umani la loro parte di responsabilità. (20-209, 9.6.1968)

Perché Dio diede agli esseri umani una parte di responsabilità? Nella Sua onnipotenza e onniscienza, Dio conferì agli uomini le Sue stesse doti di creatività. Inoltre, poiché Dio è anche il Soggetto dell’amore eterno e immutabile, non poté fare a meno di affidare agli esseri umani una parte di responsabilità in modo da permettere loro di elevarsi ad una posizione che rappresenta quel Soggetto d’amore, Dio stesso. Questo divenne il presupposto necessario per ricevere le benedizioni di Dio, paragonabile ad una chiave che ci può condurre nel dominio dell’amore su tutte le cose. Dio non aveva altra scelta che trasmetterci questa chiave. Tuttavia, dobbiamo capire che sorsero dei problemi riguardo la realizzazione della parte di responsabilità dell’uomo e che gli esseri umani caddero. (20-209, 9.6.1968)

L’umanità deve partecipare alla grande realizzazione della creazione di Dio. Anche se gli esseri umani non fossero caduti, questa responsabilità sarebbe esistita comunque. La parte di responsabilità umana non è stata stabilita a causa della caduta. Con o senza la caduta, le persone avrebbero lo stesso la responsabilità. Anche se il 95% dell’ideale di creazione di Dio – attraverso il quale possiamo perfezionarci come esseri umani – è stato preparato, dobbiamo lo stesso realizzare la rimanente parte del 5% di responsabilità. Non è Dio che rende un individuo perfetto: per realizzare la perfezione dobbiamo aggiungere la nostra parte di responsabilità. Questo varrebbe anche se l’umanità non fosse caduta. (115-65, 4.11.1981)

Dobbiamo ricreare, non ricostruire sulle vecchie fondamenta. Dobbiamo creare daccapo, facendo in modo che la parte di responsabilità di Dio, che è il 95%, si unisca alla realizzazione del 5% della parte di responsabilità umana. (24-307, 7.9.1969)

Perché agli esseri umani è stata data una parte di responsabilità? Dio ci ha concesso l’autorità di partecipare all’opera di creazione, donandoci così il valore di diventare i Suoi partner oggetto. Questo è un fatto straordinario. (109-65, 4.10.1980)

Il Principio ha un carattere assoluto. Non c’è transigenza nel Principio. Dobbiamo essere preparati a seguire questa strada in qualunque circostanza. Dobbiamo percorrere questa strada anche se possiamo morire. Dobbiamo andare, anche se ci vuole un’eternità. Se Dio fosse stato in grado di fare come voleva, non avrebbe avuto bisogno di attraversare il corso di sofferenza della provvidenza di restaurazione. Tuttavia, poiché le cose sono stabilite in questo modo, a causa delle restrizioni dovute alla parte umana di responsabilità, per restaurare l’umanità anche Dio ha dovuto percorrere un cammino pieno di innumerevoli difficoltà. Dovete capire che la responsabilità non dipende solo da Dio. Egli porta il peso della responsabilità insieme agli uomini. Sarebbe stato così anche se non fosse avvenuta la caduta. (115-65, 4.11.1981)

Dovete sapere che il termine doloroso “restaurazione tramite indennizzo”, emerse per il fatto che gli esseri umani non furono in grado di realizzare la loro parte di responsabilità. Nel corso della restaurazione tramite indennizzo Dio non vi aiuterà e non lo farà neanche il quartiere generale della chiesa; dovete farlo da soli. Se riceveste aiuto, non sarebbe indennizzo. Perché? Dato che esiste il principio della parte di responsabilità umana, se riceveste aiuto, in base a quel principio non avverrebbe il pagamento di indennizzo. Se, quando gli uomini caddero, fosse stato possibile aiutarli, Dio sarebbe intervenuto in modo tale che la caduta non sarebbe successa. Ma Dio non poteva farlo, perché esisteva la loro parte di responsabilità. Non poté intervenire a causa della parte di responsabilità umana. (124-304, 1.3.1983)

Dio mi ama, ma non mi può aiutare quando percorro il corso di indennizzo nel processo di realizzare la parte di responsabilità umana. Devo andare avanti e superare Satana da solo. Ad Adamo originariamente fu data la dimensione dell’ideale, attraverso la quale avrebbe dovuto dominare Satana e il mondo satanico. Io devo superare quella dimensione. (124-304, 1.3.1983)

Dobbiamo renderci conto del fatto che, in definitiva, a causa della nostra parte di responsabilità, venne ad esistere anche l’indennizzo. Se non ci fosse stata la parte di responsabilità umana, Dio avrebbe potuto esercitare il Suo dominio in qualunque momento. Avrebbe potuto dire: «Ehi, non fatelo!» al tempo della caduta. Però, poiché esisteva la nostra parte di responsabilità e Dio non era nella posizione d’interferire, non poté impedire la caduta né impedire le attività di Satana. (87-120, 23.5.1976)

Se Adamo ed Eva si fossero consultati con Dio, non ci sarebbe stata nessuna caduta. Avrebbero dovuto fare questa domanda: «L’Arcangelo sta facendo così e così, allora noi cosa dobbiamo fare?»

Allora Dio avrebbe potuto dare loro una risposta. L’azione di chiedere era la loro parte di responsabilità. Erano liberi di chiedere. Tuttavia, stabilirono un rapporto orizzontale senza chiedere a Dio. Questo fu il problema. Poiché agirono senza chiedere, ecco che sorse il problema. È sempre così. Siete tutti sicuri di realizzare il vostro 5% di responsabilità? Io vi dico che ci sono tutti i generi di persone, perfino dei nostri membri, che si fanno pubblicità, anche se non sono veramente sicuri. Con questo tipo di spirito, quando raggiungerete l’unificazione? (33-241, 16.8.1970)

Gli esseri umani hanno una parte di responsabilità. Lo scopo per cui Dio diede ad ogni persona la responsabilità è per far sì che ognuno possa partecipare alla grandiosa opera della creazione. Nel creare gli esseri umani, Dio crea il 95% e gli esseri umani realizzano l’altro 5%. Questo costituisce la condizione per cui non solo Dio, ma anche noi, abbiamo partecipato alla nostra creazione. Il fatto di avere la nostra parte di responsabilità ci dà questo valore uguale. Abbiamo ricevuto una posizione grandiosa. Solo gli esseri umani hanno questa parte di responsabilità. Nonostante ciò, sin dall’alba della storia umana, non c’è stata nemmeno una persona che ha realizzato la sua responsabilità. Non sapevamo niente riguardo la nostra parte di responsabilità. (139-230, 31.1.1986)

La domanda è perché il nostro Dio che può tutto, il Dio onnisciente, onnipotente e assoluto non è stato in grado di realizzare il Regno dei Cieli che desiderava costruire qui sulla terra. Se Dio avesse potuto fare come voleva, tutto sarebbe stato risolto in un istante molto tempo fa. Tuttavia, poiché gli uomini caddero, la loro parte di responsabilità rimase irrealizzata e Dio non poté stabilire il Regno dei Cieli secondo i Suoi desideri. (82-89, 1.1.1976)

Adamo ed Eva avrebbero dovuto raggiungere la perfezione centrati sull’amore, ma fu nel dominio dell’amore che commisero un errore. Il problema era collegato alla loro parte di responsabilità. Questa responsabilità esiste in tutti i campi dell’attività umana. Se cercate di realizzare un obiettivo, dovete seguire un determinato processo. La parte di responsabilità individuale è collegata a questo processo. Dovete capirlo. Durante il periodo di tempo richiesto per questo processo dovete realizzare la vostra parte di responsabilità. Quando non la realizzate, tutto crolla. (137-175, 10.7.1984)

Adamo ed Eva caddero perché non riuscirono a realizzare la loro parte di responsabilità. Poteva essere realizzata solo da Adamo? Prima di tutto, egli doveva diventare una sola cosa con Dio. Dovete tutti sapere che la vostra parte di responsabilità non si può realizzare se non diventate uno con Dio. Poi dovete diventare uno con il Principio. Bisogna stabilire queste due condizioni. (87-122, 23.5.1976)

Dovete realizzare la vostra parte di responsabilità. L’amaro dolore dell’umanità esiste perché è stato impossibile vivere in un mondo dove non c’è indennizzo. Il fatto tragico e sbalorditivo è che siamo discendenti della caduta e abbiamo il destino triste e doloroso di dover cambiare il nostro lignaggio. Per liberarci di questo, dobbiamo impegnarci con tutto noi stessi per emergere come figli e figlie che hanno realizzato le loro responsabilità, in modo da poter chiamare Dio nostro Padre, senza nessuna esitazione. (197-115, 7.1.1990)

La strada di cui il Vero Padre ha dovuto essere il pioniere può essere paragonata a un passo di montagna estremamente pericoloso. Pensate che Dio abbia alzato in alto le mani almeno una volta, dicendo: «Ehi, questo è difficile per te!»? Pensate che mi abbia protetto giorno e notte e mi abbia accolto felicemente? Mi osservava, ma rimaneva zitto. Non mi ha mai detto dove dovevo andare. Non era in grado di guidarmi. Io ho dovuto realizzare la mia parte di responsabilità. Dio intendeva amare con l’amore che gli esseri umani originali possono ricevere. Non intendeva amare gli esseri umani che sono ancora sulla strada di cercare l’amore. (202-301, 25.5.1990)

Come sarebbero gli esseri umani che fossero nella posizione di aver realizzato la loro parte di responsabilità? Assomiglierebbero a Dio. Dio contribuisce per il 95% alla perfezione dell’umanità. Gli esseri umani sono nella posizione di raggiungere la perfezione al 100% insieme a Dio. Questo significa la realizzazione della perfezione degli esseri umani e la perfezione della creazione di Dio. Completare la grandiosa opera della creazione significa, nello stesso tempo, portare a compimento la volontà di Dio, e questo a sua volta permette la perfezione di Dio stesso. Questa è la giusta conclusione. (130-20, 11.12.1983)

A causa del peccato dei nostri primi antenati che non riuscirono a realizzare la loro parte di responsabilità, si creò l’abisso profondo della morte. Il dominio dell’amore di Satana si estese fino ai confini del cielo e portò una separazione fra la dimensione del dominio diretto e quella del dominio indiretto. (137-251, 3.1.1986)

Se realizzate la vostra parte di responsabilità, Satana, il diavolo, si ritira. Non c’è nessuno che vi accusa. Ma se non raggiungerete quel livello, ci sarà ancora una condizione per essere accusati, cosicché, anche se provaste ad entrare nel Regno dei Cieli, non vi sarebbe permesso di farlo. Se c’è una condizione di accusa, non potrete entrare. Se raggiungete il livello di collegarvi all’amore di Dio manifestando un amore assoluto, immutabile, unico ed eterno, Satana non ha nessun motivo per accusarvi. Se restate in quella posizione, Satana non può rimanere lì. Mantenendo quello stato, dovunque andrete, Satana dovrà scappare. (169-84, 25.10.1987)

Se Adamo ed Eva non fossero caduti, sarebbero stati in armonia con Dio, avrebbero raggiunto la perfezione come Sue incarnazioni sulla terra, e sarebbero diventati il re e la regina dell’amore. Avrebbero realizzato la parte di responsabilità umana, che collega le dimensioni del dominio diretto e indiretto attraverso l’amore di Dio. Così, Dio avrebbe dimorato nel cuore di Adamo e lo spirito di Adamo sarebbe diventato il corpo di Dio. Sarebbero diventati un solo corpo. Avrebbero condiviso e respirato eternamente l’amore di Dio e dell’umanità. (213-190, 20.1.1991)

Gli esseri umani sono destinati a realizzare la loro parte di responsabilità in modo da essere ad un livello di parità con Dio nel dare e ricevere il vero amore, ossia un amore uguale. Diventerebbero il centro, stando nella stessa posizione, dando e ricevendo da quella posizione. (119-125, 11.7.1982)

Se gli esseri umani non fossero caduti, realizzare la loro parte di responsabilità sarebbe stato facile. Sarebbero cresciuti, sarebbero passati in modo naturale attraverso l’adolescenza, e avrebbero realizzato facilmente la loro parte di responsabilità. Questo sarebbe successo in modo naturale e senza difficoltà. La nostra parte di responsabilità è diventata difficile a causa dell’amore falso. Allora, qual è il centro della nostra parte di responsabilità? Dio realizza il 95% di tutta la responsabilità, mentre gli esseri umani devono realizzare solo il 5% per ereditare la grande opera di creazione di Dio. Allora, qual è il centro per ereditare questo? È il vero amore. (124-94, 30.1.1983)

2.2. Le conseguenze dovute al fatto di non aver realizzato la nostra parte di responsabilità

Nella Chiesa dell’Unificazione, le parole “nostra parte di responsabilità” sono veramente grandiose. Tutti voi siete nella posizione di non aver ancora realizzato questa responsabilità, non è vero? Il luogo in cui gli antenati dell’umanità non riuscirono a realizzare la loro parte di responsabilità divenne la dimensione del dominio di Satana. Così, con quel fallimento, ebbe inizio la sfera della sovranità del male. Questo è logico. La sovranità del male inizia al di sotto della linea della realizzazione della parte di responsabilità, mentre la sovranità del bene comincia al di sopra di essa. Che cosa diede origine alla sovranità del male? Ebbe inizio con l’amore caduto, l’amore egocentrico. (139-231, 31.1.1986)

Voi sapete che il mondo satanico è venuto ad esistere perché gli esseri umani non sono riusciti a realizzare la loro parte di responsabilità, e che questo mondo è rimasto sotto il dominio di Satana. Dobbiamo sentire nel più profondo di noi stessi che Dio ha dovuto perseverare fino ad oggi lungo un cammino di sofferenza a causa di questa parte di responsabilità irrealizzata. (63-320, 22.10.1972)

Che cosa emerse dopo che la sfera della responsabilità umana fu profanata? Apparve un altro genitore, e quel genitore è Satana. Dovete saperlo con chiarezza. (137-247, 3.1.1986)

Adamo ed Eva non furono in grado di realizzare la loro parte di responsabilità. Tuttavia, il fatto che non riuscirono a realizzarla, non finì con loro. Adamo ed Eva divennero la radice, e tutti i discendenti divennero il tronco, i rami e le foglie; di conseguenza tutti gli esseri umani non sono stati in grado di realizzare la loro responsabilità. Questo deve essere capito chiaramente. (87-120, 23.5.1976)

Finora Dio ha instaurato un rapporto con noi da una posizione che era al di sopra della sfera della parte di responsabilità umana. Tuttavia, tutta l’umanità, che è caduta al di sotto di questo, deve fare il possibile per costruire un ponte ed elevarsi. Tutta l’umanità è intrappolata in quella sfera. Il mondo è intrappolato lì, come pure la storia. Le persone che sono andate nel mondo spirituale, quelle che vivono attualmente nel mondo, e tutte quelle che non sono ancora nate non potranno sfuggire a questa triste sorte. Questa è la sfera caduta dei sentimenti di amarezza. (115-67, 4.11.1981)

L’umanità caduta ha fallito in più modi, non solo nella parte di responsabilità umana. Ha violato il 97% dell’opera di creazione. Perciò, dobbiamo ricreare tutto perché l’intero corso della creazione è crollato. Ecco perché è così difficile. Quindi, se le persone non realizzano la loro responsabilità che corrisponde al 97%, la strada per realizzare la loro parte di responsabilità sarà chiusa per sempre. Dobbiamo ricreare tutto.

La dispensazione della restaurazione è la dispensazione della ricreazione, ma perché la ricreazione è assolutamente necessaria? È a causa della responsabilità umana. Per compiere questo e raggiungere quel punto di realizzazione, dobbiamo passare attraverso il processo della ricreazione. Per attraversare questo corso, dobbiamo indennizzare il nostro fallimento. Dobbiamo stabilire delle condizioni d’indennizzo. Ciò significa che dobbiamo percorrere la via della sofferenza. (115-67, 4.11.1991)

Seguendo la restaurazione tramite indennizzo e completando la liberazione, la nostra parte di responsabilità può essere realizzata. Dobbiamo capire che per il fatto che la parte di responsabilità umana non è stata ancora realizzata, il cuore di Dio è colmo di dolore e di amarezza. Poiché non abbiamo mai conosciuto neanche un momento in cui gli uomini hanno potuto realizzare questa responsabilità, la storia di dolore è continuata. Dovete tutti arrivare a capire chiaramente in che modo superare il culmine della responsabilità umana che, in seguito al fallimento dell’umanità, è un luogo di profondo dolore. (63-347, 22.10.1972)

Poiché Adamo non è stato in grado di realizzare la sua parte di responsabilità, nel mondo spirituale e nel mondo fisico si sono venuti a creare numerosi muri. Che cosa bisogna fare con questi muri? Che cosa avrebbe potuto fare Eva per questo? Nella storia umana il corso delle donne è stato un corso miserabile.

Sono state straziate e maltrattate dappertutto. Come delle zucche rotte, hanno dovuto rotolare di qua e di là, sia che fossero prese a calci o spaccate. Anche se erano prese a calci talmente forte da lasciare impressa l’impronta delle scarpe, dovevano continuare ad andare avanti rotolando. Anche se erano nuovamente prese a calci dove andavano, e avevano dieci buchi nel corpo, le donne dovevano semplicemente continuare a rotolare. Le donne sono passate attraverso un corso in cui dovevano andare avanti rotolando ricoperte di lividi. Perché? Perché dovevano restaurare la posizione di Eva. (122-40, 31.10.1982)

Quando la gente accusa o critica Adamo ed Eva, a chi è data la colpa per primo, ad Adamo o a Eva? Si parla prima di Eva. La parola “Eva” in coreano (haewa) significa “lavora per restaurare qualcosa e torna indietro”. Dovreste ricordarlo. È vero. La parola Adamo significa che è caduto ed ha creato dei muri (dam). Per il fatto che non realizzarono la loro parte di responsabilità, si formarono tanti muri. Noi dobbiamo abbattere questi muri. (227-324, 16.2.1992)

Sezione 3. Realizzare la nostra parte di responsabilità

3.1. Libertà dalla parte di responsabilità in rapporto alla restaurazione

Se Adamo ed Eva avessero realizzato la loro parte di responsabilità, i loro discendenti non sarebbero stati gravati dal peso della restaurazione. Sarebbero entrati nell’era dell’etica familiare, che sarebbe stata la legge suprema. I Veri Genitori sarebbero stati sulla terra a quel tempo, sullo stesso piano orizzontale, e avrebbero potuto insegnare subito a tutti. Fino ad oggi, tuttavia, anche se Dio si è potuto muovere di 360° su quello stesso livello orizzontale, non ha potuto istruirci in modo diretto, e noi siamo stati ad aspettare che apparisse una figura centrale. Ecco perché sono sorte delle difficoltà. Dovete capire queste cose chiaramente. (136-316, 29.12.1985)

I Veri Genitori sono dovuti passare attraverso un corso di indennizzo a livello dell’individuo, della famiglia, della tribù, del popolo, della nazione, del mondo e del cosmo. L’amore è restaurato separandosi da Satana e realizzando la parte di responsabilità dell’uomo, che fu persa a causa sua. Satana non può invadere quelli che amano i loro nemici e amano le nazioni dei loro nemici. Ma questo non funziona con un amore egocentrico. Satana iniziò ad amare centrato su sé stesso; noi non possiamo contrapporci a questo con un amore egocentrico. (137-113, 24.12.1985)

La restaurazione tramite indennizzo esiste per creare una dimensione di libertà dove potete realizzare la vostra parte di responsabilità. Esiste per restaurare l’ambiente libero, incontaminato dalla caduta, in cui realizzare la vostra parte di responsabilità originale. È logico. Anche io sono completamente avvolto in questa responsabilità. Ecco perché ricevo opposizione in tutto il mondo. Ricevo persecuzioni e attacchi a livello mondiale. Mentre subisco questa persecuzione in tutto il mondo, posso separarmi da Satana a livello mondiale. (148-199, 9.10.1986)

Non è possibile evitare la restaurazione tramite indennizzo. Perché dobbiamo seguire il corso della restaurazione tramite indennizzo? Perché abbiamo bisogno di separarci da Satana? Perché è necessario realizzare la parte di responsabilità originale e costruire un ambiente libero. Allora Satana non potrà accusarci, e ci troveremo ad occupare una base sulla quale Satana non potrà avere alcun rapporto con noi. Ecco perché la restaurazione tramite indennizzo e la realizzazione della nostra parte di responsabilità non possono essere evitate, in termini logici. Per questo ci dobbiamo separare da Satana. Quindi, dobbiamo pensare che, anche se andremo avanti senza mangiare, non avremo nessun rapporto con il mondo satanico. Questo è il punto di divisione, la linea di confine. (148-204, 9.10.1986)

Finora siete tutti vissuti senza sapere quanto è importante la vostra parte di responsabilità. Che cos’è la restaurazione tramite indennizzo? Crea un ambiente in cui possiamo realizzare liberamente la nostra parte di responsabilità.

Satana cerca di invadere, perciò dobbiamo proteggerci da lui. E cosa dobbiamo fare per proteggerci da Satana? Dobbiamo amare Dio e l’umanità più di quanto Satana li detesti. Satana odia Dio e l’umanità, ma noi dobbiamo essere in grado di dire: «Ameremo Dio di più, e ameremo l’umanità di più». Non possiamo separarci da Satana se non siamo nella posizione di esseri umani non caduti con lo standard di aver realizzato la nostra parte di responsabilità. (148-154, 8.10.1986)

Per realizzare la parte di responsabilità umana, è necessaria una condizione di indennizzo. Il Vero Padre ha posto le condizioni di indennizzo, e se tutti voi apparirete orgogliosamente come i portabandiera della nazione – come quelli che hanno ereditato la mia visione sullo scopo della vita – diventerete dei patrioti. Per la famiglia, sarete un figlio di pietà filiale. Come coppia, diventerete uomini e donne di fedeltà. Nel mondo, percorrerete la via dei santi e raggiungerete la posizione di un principe che vive secondo le leggi del palazzo celeste. C’è un solo modo per poter avanzare con sicurezza, ed è attraverso una vita che offre tutto per amore, una vita vissuta per gli altri. Questo è un fatto straordinario. (169-94, 25.10.1987)

I cinque miliardi di persone che formano l’umanità sono tutti vincolati dalla parte di responsabilità lasciata incompiuta da Adamo ed Eva e dal mare di risentimenti che ha causato a Dio una continua angoscia. Anche gli innumerevoli antenati che sono andati nel mondo spirituale sono tutti coinvolti in questo. Come può Dio, che deve stare a guardare tutte queste cose, restaurare il modello originale prima della caduta? Questo è il motivo per cui Dio è un Dio da commiserare.

Per questo, mi sono offerto subito di seguire volontariamente la via dell’indennizzo, e ho percorso la strada lungo la quale ho realizzato la mia parte di responsabilità, per aprire la via che permettesse a tutta l’umanità di essere liberata, dicendo: «Tempo, passa in fretta! Mesi e anni, volate! Giorno della liberazione, vieni presto!» (197-104, 7.1.1990)

Fino ad oggi Dio non è cambiato perché ha perseverato attraverso il processo della restaurazione tramite indennizzo. Avendo stabilito l’ideale dell’amore, Dio ha perseverato finché non ha raggiunto il punto di fare la Sua proclamazione a tutto il mondo dinanzi a tutte le persone, al suono delle campane della liberazione. Dio ha mantenuto il cuore di resistere finché il Signore del Secondo Avvento è potuto venire sulla terra a realizzare tra le lacrime la missione della restaurazione, a compiere la volontà di Dio, ereditare il diritto di proprietà di tutto il mondo satanico e restituirlo interamente a Dio, e stabilire qui sulla terra un mondo di pace e di unità. Non si tratta di un’imposizione. Il diritto di proprietà deve essere tolto a Satana e restituito a Dio. (197-96, 1.7.1990)

3.2. La perfezione è una famiglia che ha unito il cielo e la terra

Realizzare la nostra parte di responsabilità vuol dire unire il mondo terreno con il mondo spirituale, unire la mente e il corpo. Il Dio verticale e i Veri Genitori orizzontali sono una cosa sola. La meta è l’amore unificato, l’amore che collega il cielo e la terra, l’amore dove il corpo e la mente sono un tutt’uno, e dove l’uomo e la donna sono una cosa sola. Dopo aver costruito la base di un amore unificato, allora l’amore, la vita e il lignaggio di Dio per la prima volta possono essere collegati a quel punto. E quando questo si espande e si sviluppa orizzontalmente in tutte le direzioni, ecco che si crea il diritto della regalità. È una questione semplice. (218-124, 14.7.1991)

L’uomo e la donna sono il nucleo concentrato del cielo e della terra. Quando un marito e una moglie si uniscono attraverso il vero amore, tutto l’universo è coinvolto. L’uomo e la donna sono nati per amare. Sono stati creati per avere un rapporto sia verticale che orizzontale. Realizzando la loro parte di responsabilità, ecco che compare il proprietario verticale, poi può venire ad esistere il proprietario orizzontale. Questo si realizza attraverso il vero amore. (218-136, 14.7.1991)

Quando Adamo ed Eva realizzano la loro parte di responsabilità, Dio diventa l’essere verticale nei loro confronti, e Adamo ed Eva diventano gli esseri orizzontali. Si uniscono attraverso il vero amore. In questo modo, il verticale si unisce per la prima volta all’orizzontale, e il punto della loro unione diventa la base per innestare la radice dell’amore. Se questo non succede, l’asse non può stare nella posizione corretta. Se l’ideologia che onora il Messia e onora i genitori diventa l’asse, cosa pensate che succeda? Quando si uniranno a quell’asse, si moltiplicheranno automaticamente. Allora l’amore, la vita e il lignaggio di Dio si stabiliranno fermamente per l’eternità. (218-136, 14.7.1991)

La parte di responsabilità è innanzitutto diventare dei veri figli; secondo, è diventare dei veri fratelli; terzo è diventare delle vere coppie, e quarto è diventare dei veri genitori. Voi nascete come neonati, poi diventate bambini, fratelli, coppie e genitori. Come genitori, potete creare dei figli al posto di Dio. Sperimenterete in modo reale, spiritualmente e fisicamente, la felicità che Dio provò al tempo della creazione di Adamo ed Eva. Vi rendete conto di quanto è prezioso questo? (225-126, 5.1.1992)

La sfera della vittoria dei Veri Genitori viene rispettivamente a livello individuale, familiare, nazionale, mondiale e cosmico, poi a livello del vero amore di Dio. Successivamente c’è la realizzazione dell’ideale unificato dove tutte queste cose raggiungono l’unità attraverso il vero amore. Dio è il proprietario del vero amore e, per mezzo di questo amore, tutto è collegato. Attraverso la realizzazione dell’unità ideale, l’amore di Dio si collega all’ideale unificato. Nessuna famiglia o nessun individuo è separato. Avendo raggiunto l’ideale unificato, il mondo spirituale e il mondo fisico si uniscono. Quando Adamo ed Eva restaurati ottengono il diritto del primogenito, il mondo spirituale deve seguire la terra. Questo dev’essere fatto sulla base dell’amore, attraverso il vero amore. In termini del Principio, significa realizzare la parte di responsabilità umana. (212-137, 2.1.1991)

Come si eredita il regno del cuore di Dio? Gli esseri umani nella loro forma originale, non contaminati dalla caduta, dovevano realizzare la loro parte di responsabilità unendosi da sinistra a destra, con l’essenza dell’amore verticale di Dio. Questo punto di unità diventa la fonte e la radice del lignaggio dal quale vengono generati dei veri figli e delle vere figlie. Il regno del cuore di Dio avrebbe potuto apparire all’improvviso ed essere impiantato, e la base del lignaggio di Dio sarebbe stata stabilita da quel punto. Questa è una questione seria. (173-302, 21.2.1988)

Il completamento della provvidenza di restaurazione di Dio non può avvenire semplicemente mobilitando 40 o 60 milioni di cittadini coreani, ma deve essere realizzato attraverso le offerte sacrificali richieste. È come il destino di una nazione che è incerta se tagliare un piccione in due. (175-20, 6.4.1988)

Innanzitutto, dovete realizzare la vostra parte di responsabilità. Poi, tutte le cose in cielo e sulla terra risuonano attorno ad un amore unificato. I rapporti fra padre e figlio, marito e moglie, fratelli e sorelle si uniscono tutti attorno al vero amore. Se una moglie insiste su un amore centrato su Dio, il marito deve seguirla. Se una madre insiste su questo tipo di amore, il padre deve seguirla. Se i nipoti o i figli insistono su questo, anche i genitori, i nonni e i fratelli e le sorelle li devono seguire. In questo modo, la famiglia diventa la base centrale. Quando la nostra parte di responsabilità umana è realizzata, l’amore del cielo, l’amore della terra, l’amore della famiglia, l’amore dei genitori e l’amore dei fratelli e delle sorelle saranno tutti realizzati. (218-124, 14.7.1991)

L’amore del cielo è verticale e l’amore della terra è orizzontale. L’amore tra fratelli è un amore fra davanti e dietro. Tutto è a tre dimensioni. Ecco perché, quando c’è unità fra genitori e figli, si stabilisce una base che permette a Dio di risiedere sulla terra. In questo modo, Dio può occupare la posizione di antenato dell’umanità. È nella posizione di genitore. Gli esseri umani devono collegarsi a Dio come Suoi figli e questo porterà alla creazione di una famiglia unita al cielo e alla terra. Questo può avvenire solo dopo che avete realizzato la parte di responsabilità umana. L’amore del cielo e l’amore della terra si devono collegare. È così semplice. (218-124, 14.7.1991)

L’amore di Dio è collegato al Suo lignaggio. La caduta di Adamo ed Eva troncò il lignaggio di Dio. Perciò, il problema è come collegarsi alla vita, all’amore e al lignaggio di Dio per ritornare a quel punto originale. Questo è il punto di completamento della ricreazione. (217-106, 12.5.1991)

La restaurazione del lignaggio è la restaurazione a livello della radice. Le offerte condizionali non sono sufficienti per restaurarlo. L’amore condizionale non basta. Avete bisogno di un amore fondamentale, non è vero? Poiché il lignaggio è iniziato dalla radice dell’amore, l’amore condizionale non può portare una restaurazione totale. La restaurazione tramite indennizzo non si può realizzare facilmente, come se faceste semplicemente ammenda per aver rubato una mucca, un melone, una zucca o un’anguria. L’amore deve indennizzare la radice. (215-98, 6.2.1991)

Quando Adamo realizza la sua parte di responsabilità, è nella posizione del primo figlio. Poi può accedere alla posizione dei veri genitori. Questa è la restaurazione della posizione dei genitori. È la posizione del re, il re del cielo e della terra.

La difficoltà nel restaurare il diritto del primo figlio attraverso le battaglie dei Veri Genitori con il mondo satanico non può essere paragonata a nessuna cosa nella storia del mondo. La restaurazione del diritto dei genitori è come un puzzle. Anche la restaurazione del diritto del re (la regalità) è stata realizzata in questi tempi difficili nel mondo democratico. Riflettete su questo. Quando mai era possibile parlare di cose del genere? Ora l’atmosfera è tale che la gente dice: «Questo è stupendo perché lo dice il Reverendo Moon». (217-45, 16.4.1991)

Considerate la posizione del vero uomo che si trova in uno stato di perfezione, o la posizione dell’Adamo originale che è il soggetto perfetto. Quando questa persona ha realizzato la sua parte di responsabilità, eredita il seme dei figli originali dell’umanità. Questa dev’essere una posizione in cui l’amore, la vita e il lignaggio di Dio saranno ereditati. Adamo avrebbe dovuto ricevere questo tipo di seme, ma a causa della caduta, questo è stato praticamente mandato a monte. (213-303, 21.1.1991)

Adamo ed Eva dovevano essere il corpo di Dio. Dovevano essere i genitori orizzontali, mentre Dio era il genitore verticale. Alla fine, dobbiamo disfarci di questo corpo orizzontale, entrare verticalmente nella patria originale e vivere servendo il Re eterno nel regno celeste. Se Adamo ed Eva non fossero caduti, raggiungendo la perfezione, sarebbero diventati il corpo di Dio e il re e la regina dell’amore. Avrebbero realizzato la loro parte di responsabilità, collegando i regni del dominio diretto e del dominio indiretto sulla terra attraverso l’amore di Dio. (213-190, 20.1.1991)

La parte di responsabilità umana fu perduta. Ma che cos’è questa parte di responsabilità? Fu affidata agli uomini e alle donne, in modo che tutti e due potessero maturare: gli uomini avrebbero preso il lato ad oriente e le donne quello ad occidente… Gli uomini nascono per il bene delle donne, e le donne per il bene degli uomini, perciò devono maturare e sposarsi. E dove si devono incontrare? Nel punto in cui le linee perpendicolari si incontrano. Quando il polo positivo e il polo negativo si incontrano, l’amore esplode e diventa la base per l’amore, la vita e il lignaggio di Dio.

Questa diventa una radice talmente salda, che anche se uno cercasse di estirparla, non ci riuscirebbe. Come esseri umani siamo destinati a nascere centrati sull’origine dell’amore, della vita e del lignaggio assoluti. (196-222, 1.1.1991)

Ciò che deve rimanere nel vostro cuore, così come nel cuore di Dio, deve essere la vostra parte di responsabilità e la restaurazione tramite indennizzo. Non c’è nient’altro. Il punto è come trovare quel modello originale. La restaurazione tramite indennizzo, e poi il lignaggio, il lignaggio del vero amore! Dovete conoscere queste tre cose: la parte di responsabilità, la restaurazione tramite indennizzo e il lignaggio.

Pensate che la restaurazione tramite indennizzo sia facile? Il lignaggio deve cambiare tornando ad essere come avrebbe dovuto essere. Dovete essere innestati. Dovete essere delle persone completamente diverse da quelle del mondo satanico. Solo quando dimenticate il volto di vostro padre e di vostra madre potete essere restaurati. (197-100, 7.1.1990)

Sezione 4. La scoperta della parte di responsabilità e il suo significato

“Parte di responsabilità” è un termine che non si usa molto nella società comune. Tuttavia, specialmente nella Chiesa dell’Unificazione, è un termine che è più importante di qualsiasi altro. All’interno della nostra chiesa, se non conoscete questi due termini – “parte di responsabilità” e “restaurazione tramite indennizzo” – non potrete capire il contenuto del nostro corso storico o risolvere gli errori e i fatti sconosciuti della storia. Ecco come sono importanti queste parole. (169-45, 25.10.1987)

Finora le persone non hanno compreso la loro parte di responsabilità, e così non hanno capito le vicende contorte del passato. Perché le persone buone venivano sacrificate mentre le cose andavano bene per le persone malvagie? Se considerate la storia, come mai il mondo è stato governato da dittatori, mentre anche quando sorgeva un buon re non era in grado di unire il mondo? Solo i sogni di unificare il mondo promossi dai dittatori sono stati registrati nella storia. È successo perché questo è il mondo di Satana. Poiché la sfera della parte di responsabilità dell’uomo è stata invasa, anche se consideriamo tutta l’umanità, tutta la gente che vive sulla terra e persino tutti gli antenati che sono stati qui e sono andati nel mondo spirituale, non c’è stata neanche una persona che ha potuto realizzare questa parte di responsabilità. Lo si può capire attraverso il Principio. Io non ho messo insieme tutti questi concetti così a caso. Se non capiamo il problema della responsabilità umana, non possiamo risolvere tutte le situazioni complicate della storia. Perché è stata una storia di guerre? Realizzando la parte di responsabilità, le condizioni del bene possono superare le condizioni del mondo malvagio. Dobbiamo continuare a combattere, lottando con chi è diventato parte del mondo satanico caduto. Ecco perché la storia riflette il conflitto fra il bene e il male. (137-266, 3.1.1986)

Tutte le contraddizioni e le tragiche complicazioni della storia di questo mondo sono venute fuori perché non abbiamo capito la nostra parte di responsabilità storica. Dovete tutti rendervi conto di quanto questo sia importante. Avete tutti un’opinione personale a questo riguardo e pensate che la parte di responsabilità individuale sia qualcosa che viene insegnato nel Principio, ma che non vi riguardi direttamente. Dobbiamo avere una visione diversa, e renderci conto che la mia scoperta dell’esistenza della parte di responsabilità umana è veramente una grande scoperta. Secondo voi quanto è importante? L’universo è intrappolato in questo e geme nel travaglio. (124-94, 30.1.1983)

Dobbiamo ricordare che quello che la Chiesa dell’Unificazione sta rivelando oggi – che gli esseri umani hanno una parte di responsabilità – è una scoperta di portata universale. L’invenzione della bomba atomica o la teoria della relatività di Einstein non possono essere paragonate a questa scoperta. È così perché, se non conosciamo questa realtà, nulla nella storia può essere risolto. Il fatto che siate venuti tutti a conoscenza di questa verità è un fatto straordinario. Tuttavia, abbiamo provato avversione per la nostra parte di responsabilità. Dovrebbe essere la cosa che ci piace di più, ma in realtà è quella che detestiamo maggiormente. (124-303, 1.3.1983)

Poiché non capiamo la restaurazione tramite indennizzo, non possiamo risolvere la storia umana. Se potessimo passare in rassegna tutta la storia, constateremmo che chi è stato malvagio è andato inevitabilmente incontro alla rovina, in base al principio di causa ed effetto. Tuttavia, non abbiamo mai compreso perché sono successe tutte queste cose. E non abbiamo saputo perché l’ideale dell’umanità non è stato realizzato. L’amore di Dio si deve manifestare, ma non sapevamo dove e come questo sarebbe successo. Questo ideale non uscirà dalla mente di un erudito. Verrà fuori dal midollo dei genitori originali. I genitori originali! Quindi, il fatto che la storia dei Veri Genitori sia iniziata significa che è stata realizzata una base sulla quale l’origine del regno celeste può essere collegata a questa terra. Senza passare attraverso i Veri Genitori, il Regno dei Cieli non può apparire. (148-212, 9.10.1986)

L’amore di Dio è assoluto, ma nello stesso tempo questo amore non si può trovare senza essere nella posizione di aver realizzato la parte di responsabilità umana. Più che pensare a fare colazione alla mattina o pensare alla vostra vita quotidiana, dovete interessarvi a questa questione fondamentale. L’esistenza della nostra parte di responsabilità è stata una mia scoperta, ma pensate che sia arrivato a farla semplicemente standomene seduto insieme a voi? L’ho scoperta attraverso una lotta. Se questa verità fosse stata scoperta e divulgata, il mondo satanico sarebbe crollato completamente. Così Satana l’ha nascosta sotterrandola sotto un’enorme montagna. (149-318, 21.12.1986)

Nella Chiesa dell’Unificazione chi ha creato il termine “parte di responsabilità dell’uomo”? L’ho scoperto io. Non me lo sono inventato. L’ha creato Dio. L’ha fatto Dio. Quindi, prima che io lo scoprissi, questo concetto esisteva già oppure no? Esisteva sin dall’inizio dei tempi. Questa legge è una legge eterna. Dovete capirlo. (149-318, 21.12.1986)

L’espressione “parte di responsabilità dell’uomo” è importante nella Chiesa dell’Unificazione. Realizzando questa responsabilità, Adamo ed Eva avrebbero raggiunto la perfezione. Per la prima volta sarebbero apparsi degli esseri umani perfetti. In questo modo lo scopo di Dio nel creare l’umanità si sarebbe realizzato. Questo avrebbe voluto dire che l’autorità di Dio come Creatore si sarebbe fermamente stabilita. Ciò dimostra quanto è importante. Con gli esseri umani che realizzano la loro parte di responsabilità si sarebbe realizzato l’ideale di Dio per la creazione. (169-45, 25.10.1987)

Dovete sapere quanto è stato grandioso il fatto che abbia scoperto il termine “parte di responsabilità dell’uomo”. Quanto pensate sia importante? È in gioco l’universo. È a causa di questo che Dio, l’universo e l’inferno non sono stati liberati. Tutte le ingiustizie della storia e le contraddizioni della società sono imprigionate nei confini della parte di responsabilità, e tutti gemono dentro queste mura. (124-94, 30.1.1983)

L’espressione “parte di responsabilità dell’uomo” esisteva prima di me. Vi rendete conto che questa legge rimarrà eternamente sulla terra, al di là dell’era in cui viviamo, e ben oltre il tempo della mia dipartita? Alcuni membri forse si chiedono perché le parole “parte di responsabilità dell’uomo” sono necessarie e perché ce n’è bisogno. (149-318, 21.12.1986)

Se non fosse apparsa la Chiesa dell’Unificazione, non sarebbe mai stato possibile comprendere Dio. Sin dall’inizio della storia umana, non c’è stato modo di risolvere i problemi del rapporto fra il mondo spirituale e il mondo fisico. Non c’è stata nessuna spiegazione del perché l’umanità ha dovuto percorrere un cammino di grande sofferenza, e perché, se Dio esiste, è venuto ad esistere un mondo malvagio che ha ridotto l’umanità in questa situazione miserabile. Tuttavia, oggi i seguaci della Chiesa dell’Unificazione sanno chiaramente che questo è successo a causa della parte di responsabilità umana. Questo è un fatto straordinario. (138-120, 19.1.1986)

Se Dio non avesse stabilito la parte di responsabilità per l’umanità caduta, avremmo potuto pensare che la restaurazione sarebbe avvenuta automaticamente, e che le parole “restaurazione tramite indennizzo” non sarebbero comparse. Invece si deve pagare indennizzo. E perché bisogna pagare indennizzo? Perché l’umanità ha una parte di responsabilità. I primi antenati umani la distrussero, distrussero proprio la cosa che avrebbero dovuto portare a compimento. Di conseguenza, tutta l’umanità deve ancora realizzare la responsabilità che le è stata data. Per far questo, ognuno deve trionfare su tutte le cose del mondo satanico, essere nella posizione di dominare Satana e raggiungere la posizione dove può ricevere con dignità l’amore di Dio. Quando questo succederà, Satana sarà separato. (143-77, 16.3.1986)

Sezione 5. Il nostro atteggiamento nel realizzare la nostra parte di responsabilità

5.1. La nostra parte di responsabilità si trova in ogni aspetto della vita umana

La storia della restaurazione tramite indennizzo ci accompagna sempre, dall’infanzia alla vecchiaia, nella morte e nel mondo spirituale. La parte di responsabilità rimane con noi. Continua persino quando andiamo nel mondo spirituale, e più ci innalziamo verso le sfere più elevate, più le leggi assumono una dimensione elevata. La parte di responsabilità rimane con noi ad ogni livello. Dobbiamo saperlo. (133-175, 10.7.1984)

È importante capire che per me stabilire la legge durante il mio tempo, è l’estensione e l’espansione della legge della parte di responsabilità umana. Dovete sapere questo e quindi seguirlo. Le regole della chiesa sono tutti aspetti della nostra parte di responsabilità. Perciò dobbiamo osservare scrupolosamente l’ora della funzione religiosa. Dobbiamo arrivare prima che inizi, e ci dobbiamo concentrare totalmente durante il suo svolgimento. Questo è ciò che ho fatto. In passato, se stavo per arrivare a scuola in ritardo, saltavo un pasto e così arrivavo prima. Questo è quello che facevo. Dovevo imparare a gestire il mio tempo. Quindi, il mio modo di pensare era molto matematico. (133-154, 10.7.1984)

Dobbiamo sapere che nella parte di responsabilità umana si trovano tutte le regole di condotta. Dobbiamo osservare le leggi della Chiesa dell’Unificazione. Anche la puntualità al servizio della Promessa della mattina fa parte della nostra responsabilità. Se non riuscite nemmeno ad osservare questo, sappiate che questo creerà dei problemi nella vostra vita. (133-154, 10.7.1984)

La nostra parte di responsabilità si trova dappertutto. Se mangiamo, anche pulire fa parte della nostra responsabilità. Ci sono tante responsabilità. Chi riesce a realizzare una parte di responsabilità più grande è una persona in gamba. Il fondatore della Chiesa dell’Unificazione ha creato tanti programmi per aiutarvi a realizzare la vostra parte di responsabilità. In una ditta, ad esempio, dovete stabilire dei principi e delle regole per il bene di tutta l’impresa, e tutti si devono adeguare. Non possono esserci obiezioni. Se uscirete da quei confini sarete licenziati. Cosa successe ad Adamo ed Eva che cercarono di andare da un’altra parte? Furono scacciati. (133-154, 10.7.1984)

5.2. Il nostro atteggiamento nei confronti della realizzazione della parte di responsabilità

Gli esseri umani caduti non hanno violato soltanto la parte di responsabilità umana. Hanno violato il 97% di tutta la creazione. Di conseguenza l’intero processo di creazione è crollato. Ecco perché le cose sono state così difficili. Perciò, a meno che le persone non si assumano una responsabilità corrispondente a quel 97%, non avranno mai modo di realizzare la loro parte di responsabilità. La dispensazione della restaurazione è la dispensazione della ricreazione, ma perché la ricreazione è assolutamente necessaria? È necessaria a causa della responsabilità umana. Per realizzare la parte di responsabilità umana e arrivare fino a quel punto, dobbiamo sottostare al processo di ricreazione. Dobbiamo sicuramente porre delle condizioni di indennizzo per passare attraverso quel corso. Ciò significa che dobbiamo percorrere la via della sofferenza. (115-67, 4.11.1981)

Dobbiamo conoscere molto bene la parte di responsabilità umana. La storia della salvezza è la storia della restaurazione, e la storia della restaurazione è la storia della ricreazione. La ricreazione deve essere effettuata in accordo al Principio. Dobbiamo realizzare la nostra parte di responsabilità. Realizzare la nostra parte di responsabilità significa avere assoluta fede e assoluta ubbidienza. Questa è l’unica strada. Non dovete insistere sul vostro modo di fare. Eva cadde perché insistette sul suo modo di fare. Dico che, una volta entrati a far parte della chiesa non vi dovete lamentare. (143-113, 16.3.1986)

Quante volte al giorno pensate alla vostra parte di responsabilità? Dovete ricordarvela tante volte: quando mangiate, quando tenete in mano un cucchiaio, quando lavate i piatti, mentre andate al gabinetto, mentre camminate… Adamo ed Eva non pensarono alla loro parte di responsabilità e di conseguenza andarono incontro alla loro rovina. Non dobbiamo diventare delle persone che, come Adamo ed Eva, non riescono a realizzare la loro responsabilità e cadono. Per diventare una persona che può essere restaurata ed essere vittoriosa, dobbiamo rispettare e considerare la nostra parte di responsabilità ventiquattro ore al giorno. (124-103, 30.1.1983)

Il rapporto che Dio ha stabilito con noi finora era da una posizione al di sopra della sfera della parte di responsabilità umana. Tuttavia, tutta l’umanità, che è caduta al di sotto di questo, deve fare il possibile per costruire un ponte ed elevarsi. Tutta l’umanità è intrappolata in quel regno. Il mondo è intrappolato lì, come pure la storia. Le persone che sono andate nel mondo spirituale, quelle che vivono attualmente nel mondo, e tutte quelle che non sono ancora nate non potranno sfuggire a questa triste sorte. Questa è la sfera caduta dei sentimenti di amarezza.

Quindi, per essere ricreati, dobbiamo assolutamente passare attraverso un corso di lotte. Chi controlla questo corso di ricreazione? Lo controlla Satana. Satana detta legge sul 97% di questo regno; ciò che sopra il 97% è sotto il controllo di Dio. È così che dobbiamo vedere le cose. (115-67, 4.11.1981)

Poiché gli esseri umani non riuscirono a realizzare la loro parte di responsabilità, deve realizzarla un Adamo perfetto. Egli deve essere il pioniere di un mondo sconosciuto. La via del Principio si deve sviluppare in questo modo. Dobbiamo ricercarla. La via del Principio è una strada di ricerca. La via dell’indennizzo è una strada che deve essere percorsa: seguitela. Dovete passare attraverso quello che fu indennizzato da Giacobbe, attraverso l’indennizzo di Gesù e il corso di indennizzo di Mosè, percorrendo il corso di indennizzo del Reverendo Moon della Chiesa dell’Unificazione. Pur non potendo completare un corso di mille ri, lo dovete seguire, anche se fate solo tre o quattro passi. Quell’offerta condizionale è preziosa. (233-306, 2.8.1992)

Quando giunse l’angelo, Giacobbe sapeva che era venuto come un messaggero di Dio. Per questo gli chiese: «Sei venuto con la missione di distruggermi, o sei venuto per darmi una benedizione?» L’angelo rispose: «Sono venuto per benedirti». Allora Giacobbe gli chiese: «Se sei venuto per darmi una benedizione, perché me la stai negando?» La risposta che venne fu questa: «Non posso dartela così semplicemente, perché rimane la tua parte di responsabilità». In altre parole, Giacobbe dovette lottare con l’angelo e vincerlo per ricevere la benedizione. Ossia la benedizione non poteva essergli concessa se non avesse lottato a costo della vita. Quando fu sfidato dall’angelo, Giacobbe si determinò ad essere vittorioso, e si alzò dicendo: «Capisco. Va bene, anche se dovessi perdere le dita o addirittura le braccia, non sarò sconfitto!» Poi si mise a lottare col cuore che non avrebbe mollato, anche se fosse stato colpito da una spada, o gli fosse stata tagliata la testa. Per quanto tempo lottarono? Lottarono tutta la notte. Giacobbe lottò con la determinazione che non avrebbe mollato fino alla morte. (20-228, 9.6.1968)

Deve essere stabilito il corso di indennizzo per la sfera della parte di responsabilità. Questa responsabilità deve essere realizzata sulla base di cosa? Bisogna amare Dio più di chiunque altro, con una fede assoluta e un amore assoluto che superano quelli degli altri. Senza far questo, Satana non si arrenderà. (138-120, 19.1.1986)

Avete mai provato gratitudine per le parole “parte di responsabilità”? Sul cammino percorso dalle persone che non hanno realizzato la loro parte di responsabilità rimane la strada, i muri e le profonde valli di sofferenza che sono note come indennizzo e che devono essere percorsi prima di poter ottenere la liberazione. Poiché conoscete questa verità, dovete diventare dei membri della Chiesa dell’Unificazione che si sforzano di avanzare lungo questa strada. Poiché questa strada esiste, anche io mi impegno ogni giorno per renderla più facile. (138-120, 19.1.1986)

Pensate di aver realizzato la vostra parte di responsabilità? Adamo ed Eva morirono senza averla realizzata. Di conseguenza, nessuno di voi si trova nella posizione di averla realizzata. Non importa quanto siate meravigliosi, anche se siete dei presidenti, o degli studiosi di fama nazionale, non potete salire alla posizione di aver realizzato la vostra parte di responsabilità. Satana vi tiene fermamente in pugno nel regno dove la vostra responsabilità non è stata realizzata. Per separarsi da Satana, bisogna pagare indennizzo. Senza pagare indennizzo, senza diventare un’offerta, Satana non vi lascerà liberi. Finché l’indennizzo non è pagato, non vi lascerà mai andare. (134-273, 20.7.1985)

Non conoscete la strada per il Regno dei Cieli. Non conoscete la via dell’indennizzo, vero? Siccome gli esseri umani non riuscirono a realizzare la loro parte di responsabilità, sono rimasti intrappolati. Poiché questo non ha potuto essere risolto, Satana si è infiltrato. Satana ha invaso tutto, dall’individuo, alla famiglia, alla società, alla nazione, al mondo e ha invaso persino il mondo spirituale. (137-104, 24.12.1985)

Dobbiamo realizzare il nostro 5% di responsabilità. Io stesso patirò sofferenze per tutta la vita a causa della mia parte di responsabilità e della legge dell’indennizzo. Poiché capisco queste cose, Satana teme la Chiesa dell’Unificazione più di tutto. Queste sono le armi per far arrendere Satana. Quindi dobbiamo andare sulla linea del fronte di Satana. Dobbiamo andare nel mondo satanico, opporci alle attività di Satana, costruire una base e salvare Caino. Dobbiamo aiutare Caino a separarsi da Satana. Solo quando salviamo Caino, Satana è liberato. Se non riusciamo a restaurare Caino, non possiamo liberarci di Satana. (134-271, 20.7.1985)

Perché abbiamo bisogno della legge dell’indennizzo? Ne abbiamo bisogno per separarci da Satana. Se non realizzate la vostra parte di responsabilità, non potete separarvi da Satana. Lo ripeto ancora una volta: senza realizzare completamente la vostra parte di responsabilità, non sarete in grado di separarvi da Satana. Quindi, dovete tutti percorrere la via dell’indennizzo. Se non fossi venuto a conoscenza della nostra parte di responsabilità e della legge dell’indennizzo, oggi la Chiesa dell’Unificazione non esisterebbe.

Dal punto di vista della Sua volontà, Dio non è in grado di aiutarci. La Chiesa dell’Unificazione è unica perché abbiamo imparato la legge dell’indennizzo basata sulla nostra parte di responsabilità. Il motivo per cui ho sofferto tutta la mia vita è dovuto alla via dell’indennizzo. Perché dovrei fare questo per tutta la mia vita? Perché ho sempre dovuto trascorrere del tempo in prigione e continuare a lavorare in questo modo? È per la legge dell’indennizzo. (134-271, 20.7.1985)

CAPITOLO II – Il significato interiore del peccato e della caduta

Sezione 1. La caduta significò il cambiamento del padre e degli antenati

1.1. Satana, il diavolo, è nostro padre

Un mio esame approfondito del peccato originale e della caduta ha rivelato che la causa sta nel rapporto illecito con l’arcangelo intercorso nella prima famiglia umana. Secondo il Principio Divino, Satana non è un essere concettuale o immaginario, ma un essere spirituale reale. È il capo istigatore che ha distrutto l’ideale d’amore di Dio e ha trasformato la linea di sangue di Dio in un lignaggio centrato su sé stesso. Nel capitolo otto del Vangelo di Giovanni, Gesù afferma chiaramente che il padre dell’umanità è il diavolo.

L’adultero che ha privato Dio dell’ideale d’amore, che Dio intendeva realizzare attraverso Adamo ed Eva, come Suoi corpi esteriori, è davvero il diavolo, Satana. Vi può sembrare una cosa nuova, però questa è la conclusione a cui sono arrivato dopo aver ricercato in tutto il mondo spirituale indagando sui problemi fondamentali dell’universo. Questa ricerca è stata una lotta durante la quale ho versato sangue e lacrime.

Se pregate con fervore, potrete anche voi ricevere una risposta su questo punto. (135-12, 20.8.1985)

Quali sono state le reali circostanze della caduta? La Bibbia racconta che la caduta avvenne per aver mangiato il frutto dell’albero della conoscenza del bene e del male, ma questa è solo una metafora. Il fatto che gli uomini abbiano creduto letteralmente a questo fino ad oggi è un miracolo. Anche se i cristiani credono in modo irrazionale che gli esseri umani caddero mangiando il frutto dell’albero della conoscenza del bene e del male, il cristianesimo si è sviluppato a livello mondiale fino ai nostri giorni costruendo la civiltà del ventesimo secolo. Considerando questo, possiamo capire che Dio dietro le quinte l’ha aiutato in modo incredibile. Però, che tipo di risultato può venire da qualcosa che ha dei contenuti interiori incerti? La perfezione non può venire dall’ignoranza. (22-242, 4.5.1969)

Se studiate con attenzione i contenuti della Bibbia, non potete negare il fatto che a causa di un amore illecito i primi antenati dell’umanità si collegarono al diavolo, Satana, in un rapporto di padre e figli. Gli esseri umani sono delle creature preziose che avrebbero dovuto ereditare la linea di sangue di Dio e nascere come Suoi figli nel Suo amore assoluto. Invece, nacquero nella linea di sangue del diavolo, Satana, come figli e figlie di costui. Nel capitolo ottavo del libro dei Romani, è scritto: «. .ma anche noi, che possediamo le primizie dello Spirito, gemiamo interiormente aspettando l’adozione a figli, la redenzione del nostro corpo». Un figlio adottivo ha un lignaggio diverso da quello dei suoi genitori adottivi. Questa è la realtà degli esseri umani. (53-261, 1.3.1972)

Se leggete l’ottavo capitolo del libro dei Romani, dice: «. .ma anche noi, che possediamo le primizie dello Spirito, gemiamo interiormente aspettando l’adozione a figli, la redenzione del nostro corpo» (Rom. 8:23) e: «Voi non avete ricevuto uno spirito da schiavi per ricadere nella paura, ma avete ricevuto uno spirito da figli adottivi per mezzo del quale gridiamo: “Abba, Padre!”» (Rom. 8:15). Potete diventare solo dei figli adottivi. I cristiani sono dei figli adottivi. I figli adottivi hanno una linea di sangue diversa. Se leggete il Vangelo di Giovanni, Gesù disse: «Voi siete figli del diavolo, che è vostro padre, e volete fare i desideri del padre vostro». Poiché disse «padre», non significa forse che l’antenato degli uomini è il diavolo, che la loro linea di sangue proviene da lui? Perciò, che cos’è la circoncisione? È la separazione del bene e del male. È proprio così. Ma di che genere di frutto dell’albero della conoscenza del bene e del male state parlando? (154-337, 5.10.1964)

Che cos’è successo in seguito alla caduta? Siamo precipitati nel regno della morte. Proprio come Dio aveva detto ai nostri primi antenati che sarebbero definitivamente morti se avessero mangiato il frutto dell’albero della conoscenza del bene e del male, tutta l’umanità è caduta veramente nel regno della morte. Che cos’è successo in seguito della caduta? Se leggiamo nel Vangelo di Giovanni 8:44, Gesù sottolinea il fatto che Satana, il diavolo, è diventato il padre dell’umanità. Adamo ed Eva, che avrebbero dovuto servire Dio come loro padre, caddero, e di conseguenza iniziarono a servire come loro padre Satana, il diavolo. Dovete sapere che questo fatto umiliante è il pagamento per la caduta. (74-140, 28.11.1974)

A causa della caduta, gli esseri umani non poterono fare a meno di arrendersi al loro padre falso, Satana, il diavolo. Le persone cambiarono il loro padre. Abbiamo abbandonato Dio, il nostro vero Padre, e ci siamo uniti a Satana, il padre falso. In questo modo, il primo uomo e la prima donna divennero il figlio e la figlia di Satana. (La volontà di Dio – 293)

Che tipo di essere era Satana originariamente? Il diavolo in realtà era un servo di Dio. Ma questo servo disgraziato sedusse la figlia del padrone. Questa fu la caduta. La caduta raccontata nella Bibbia descrive Eva che mangiò il frutto dell’albero della conoscenza del bene e del male, ma questo frutto non era un frutto letterale. Il servo mascalzone sedusse la figlia del suo padrone. Eva avrebbe dovuto realizzare l’ideale di Dio, allevando dei figli e delle figlie che avrebbero ereditato il lignaggio di Dio, ma l’arcangelo, creato come un servo, sedusse la figlia del padrone; questa divenne l’origine della caduta. Come può succedere una cosa del genere? Il cielo e la terra finirono in questo modo. Se studiate il Principio, capirete le linee generali di queste vicende complesse. (85-308, 3.4.1976)

In mezzo al Giardino di Eden c’erano l’albero della conoscenza del bene e del male e l’albero della vita e Dio ordinò ad Adamo ed Eva di non mangiare il frutto dell’albero della conoscenza del bene e del male, anche se avrebbero potuto mangiare i frutti di qualsiasi altro albero; ma questo cosa significa? Dottor Yoon! Che tipo di alberi sono gli altri alberi, e che genere di alberi sono l’albero della vita e l’albero della conoscenza del bene e del male? Sono tutti degli alberi, ma che tipo di alberi sono gli altri alberi? Te lo sto chiedendo! Quando un fratello maggiore e una sorella minore vivono insieme, possono toccarsi le mani, accarezzarsi oppure esprimere reciprocamente affetto in vari modi, ma non devono né guardare né toccare il frutto dell’albero della conoscenza del bene e del male. Capite cosa significa? Possono toccare tutti gli altri posti, ma non quel posto. È così che dovremmo interpretarlo. Se dite soltanto che l’albero della vita che cresceva in mezzo al Giardino di Eden era un certo tipo di albero e che gli altri erano semplicemente alberi di tipo diverso, sarà un grosso problema. Capite di cosa sto parlando?

Un fratello e una sorella possono toccarsi le mani; non è un problema se lo fanno. Sono soltanto in due, un fratello e una sorella, vero? Possono persino abbracciarsi, e anche questo va bene. I bambini si toccano a vicenda, non è vero? Mentre crescono a casa, lo fanno, non è vero? Ad esempio, un fratello si rende conto forse di avere a che fare con l’altro sesso, quando stabilisce un rapporto con sua sorella? Si possono toccare l’un l’altro e va bene, ma c’è solo una cosa che non devono fare. Il frutto dell’albero della vita è l’organo sessuale maschile, e il frutto dell’albero della conoscenza del bene e del male è l’organo sessuale femminile. Non devono essere neanche toccati. Se uno mangia di questi frutti, sarà un disastro. Nella Bibbia questo è scritto in modo metaforico. Dio è così bravo a dare degli indizi! (199-93, 15.2.1990)

Se leggiamo la Bibbia, ci dice che Adamo ed Eva caddero mangiando il frutto dell’albero della conoscenza del bene e del male, ma poi cosa significa che si coprirono le parti sessuali? Se le chiese cristiane pensassero a interpretare la Bibbia un po’ più intelligentemente, potrebbero capire subito l’origine della caduta. Perché Adamo ed Eva si vergognarono delle loro parti sessuali? Perché le coprirono? Si sarebbero dovuti coprire la bocca e le mani. Non c’è niente di sbagliato negli organi sessuali. Tuttavia, poiché le persone sono cadute a causa loro, queste parti del corpo umano sono diventate un palazzo della vergogna dove l’amore celeste è stato violato. Da lì sarebbe dovuta scaturire una sorgente di vero amore, e invece sgorgò una fontana di amore falso e diabolico. Quel posto, pertanto, divenne il bastione del tipo peggiore di amore. (202-199, 24.5.1990)

Quando Adamo fu scacciato dall’Eden, fu mandato via prima o dopo aver avuto dei figli? Noi non l’abbiamo visto, ma se Adamo ed Eva avessero avuto dei figli, Dio li avrebbe potuti scacciare? Ci sarebbero state molte più lacrime. I nipoti si sarebbero aggrappati a Dio e avrebbero pianto, dicendo: «Nonno, nonna, perché ci mandate via così?»; si sarebbero aggrappati gridando… Se quelle quattro persone avessero solo afferrato le braccia di Dio e pianto, Dio avrebbe dovuto allontanarli, non è vero? Non so cosa avrebbe fatto nei confronti di Adamo ed Eva peccatori, ma i loro figli senza peccato si sarebbero resi conto del fatto che Dio non poteva scacciarli. Dio capì questo, e perciò espulse Adamo ed Eva prima che avessero dei figli. Dopo che Dio ebbe fatto questo, essi si unirono in matrimonio a propria discrezione; rimasero insieme e misero al mondo la loro prole. Quando Dio li scacciò, ordinò loro di sposarsi e di avere dei figli oppure non disse una cosa del genere? Cercate di rispondere. Ad ogni modo, essi ebbero dei figli dopo che erano stati espulsi. (218-230, 19.8.1991)

Dove potete pagare un prezzo per ascoltare delle parole come queste? Anche se vendeste la vostra casa, vendeste tutti i vostri averi e pregaste per decine di migliaia di anni, nessuno vi potrebbe insegnare queste cose. Solo il fondatore della Chiesa dell’Unificazione può farlo. Questo è il segreto dell’universo. Neanche nella Bibbia non c’è questo tipo di spiegazione. La Bibbia ci dice che Adamo ed Eva colsero e mangiarono il frutto dell’albero della conoscenza del bene e del male e in questo modo commisero la caduta. Come potete sostenere che è letteralmente un frutto? Persone che non hanno nemmeno le capacità di un bambino dell’asilo possono chiamare eretico il Reverendo Moon, che decide personalmente l’assegnazione dei dottorati ed è una persona responsabile in questo campo? I caratteri cinesi per la parola “eretico” (異端) non significano che la conclusione è diversa ma semplicemente che la conclusione non si può vedere. Le mie parole sono giuste oppure no? Sono giuste. (238-213, 22.11.1992)

Quali sono state le conseguenze della caduta? Un mondo che è l’opposto del mondo originale. Eva fu indotta da un servo a commettere la caduta mentre era ancora minorenne. Che cos’è la caduta? Non è quello che si afferma letteralmente nella Bibbia oggi, ossia che Eva colse e mangiò il frutto dell’albero della conoscenza del bene e del male. Satana sapeva che cosa Dio considerava come la cosa più preziosa. Sapeva qual era la cosa di maggior valore che avrebbe permesso agli esseri umani di diventare i figli e le figlie di Dio. Perciò non poté fare a meno di pensare: «Se anch’io potessi avere ciò che Dio ama di più, e ciò che Adamo ed Eva possono amare di più…» (214-266, 3.2.1991)

Negli Ultimi Giorni dobbiamo correggere ciò che è sbagliato e risolvere il dolore di Dio. Mentre risolviamo il dolore causato dalla trasgressione della legge celeste, dobbiamo risolvere anche il dolore dell’umanità. È proprio così, ma se non conosciamo questo fatto e parliamo solo di mangiare il frutto del bene e del male e cose del genere… Se pensate che le mie parole siano sbagliate, pregate intensamente per quaranta giorni per scoprire se il Reverendo Moon della Chiesa dell’Unificazione ha detto qualcosa di falso. Non siete nati nella linea di sangue normale. Per questo le religioni hanno messo l’accento su una vita di celibato – avere dei figli è stato visto come un problema. (156-228, 25.5.1966)

Dio detesta l’immoralità sessuale. Perché? Perché gli esseri umani sconvolsero il cielo e la terra con il loro amore illecito. Non si può fare niente per quel sangue malvagio. Per questo il mondo religioso incoraggia il celibato. Quando un uomo entra in uno stato spirituale di profonda preghiera, appare sempre una donna a tentarlo. Succede inevitabilmente una cosa del genere, per bloccare il cammino religioso. Perché avviene questo? Perché la storia si è formata attraverso l’amore illecito. Il fatto che l’insegnamento che sostiene che gli esseri umani sono caduti mangiando il frutto dell’albero della conoscenza del bene e del male è rimasto intatto per duemila anni è sorprendente. (41-292, 17.2.1971)

Non ci deve essere nessuna deviazione dall’origine dell’universo. Il diavolo, tuttavia, si intromise nella vita di Adamo ed Eva prima che fossero cresciuti, cioè mentre erano ancora minorenni, intorno ai quindici o sedici anni, durante la loro adolescenza. A quel tempo, quando Eva osservava in silenzio l’arcangelo Lucifero, si rese conto che lui conosceva tutti i principi del cielo e della terra. Era un messaggero per Dio, e così poteva parlare della creazione del cielo e della terra.

D’altro canto, Adamo era lontano. Andava in giro con una mazza per acchiappare gli uccelli, i serpenti e le rane. In futuro avrebbe dovuto dominare e controllare tutte le cose della natura, perciò cercava di conoscere tutto e di adattarsi a tutto; allora Adamo s’interessava ad Eva? Anche se lei lo voleva seguire, non riusciva a star dietro a quel maschio forte. Così, quando si riposava da qualche parte all’ombra, Lucifero le bisbigliava qualcosa, e alla fine la sedusse e la violò.

Allora, perché Dio non poté intervenire in questo? L’amore umano è governato dagli esseri umani. Non è il partner soggetto, ma la sua controparte che è il signore di tutte le forme d’amore in cielo e sulla terra; così se Dio, che vive per il bene degli altri sulla base delle suppliche dei suoi partner oggetto, avesse dominato l’amore umano, i principi fondamentali sarebbero crollati. Perciò Dio, come Sovrano, si sarebbe trovato in una posizione assurda; ecco perché, anche se vedeva quello che stava succedendo, non poté far nulla al riguardo. (191-97, 24.6.1989)

1.2. Se non fosse successa la caduta…

Chi ha provato più dolore dopo la caduta? Chi ha pianto dibattendosi nel dolore più di tutti nel corso della storia? È stato Dio. Perché? Dio conosce tutto fin troppo bene. Diceva: «Se solo Adamo ed Eva non fossero caduti, avrebbero ereditato questa grande opera – tutto il cielo e la terra; ma com’è potuto succedere?» Adamo ed Eva erano ancora minorenni, perciò non capivano. Erano solo dei ragazzi, così non sapevano niente. Non capendo, come potevano gemere o tormentarsi nel dolore? (232-114, 3.7.1992)

Se pensiamo al carattere interiore di Dio, Dio è il Padre, che rappresenta la mascolinità, e Dio è la Madre, che rappresenta la femminilità. Quindi possiamo dire che anche gli esseri umani e il mondo della creazione sono gli «dei» delle caratteristiche duali: la mascolinità e la femminilità.

Dio creò Adamo ed Eva innanzitutto per assumere una forma fisica, in secondo luogo per realizzare l’amore. Quando Adamo ed Eva raggiungono la perfezione e diventano la sostanza dell’amore in cui i due possono essere una cosa sola, Dio può dimorare in loro e diventare il Genitore dell’amore perfetto per l’umanità. Allora Adamo ed Eva diventano i genitori sostanziali a immagine di Dio e moltiplicano dei figli sostanziali, creando così il mondo ideale. Se questo fosse successo, il mondo spirituale e il mondo fisico si sarebbero collegati tra loro attraverso gli esseri umani. Quindi possiamo dire che anche collegare questi due mondi era uno degli scopi per cui siamo stati creati. Sulla base dell’amore, Dio avrebbe dimorato in Adamo ed Eva come il Vero Genitore sostanziale dell’umanità, e quando essi fossero andati nel mondo spirituale, si sarebbe manifestato anche lì, assumendo la forma sostanziale di Adamo ed Eva. Tuttavia, vi prego di capire che questo non si è mai realizzato a causa della loro caduta. (La Benedizione – 307)

Se Adamo ed Eva non fossero caduti, sarebbero apparsi i figli del lignaggio diretto di Adamo centrato su Dio. Adamo era il figlio primogenito, il Vero Padre e il re. Doveva essere il re del mondo terreno e del mondo celeste, come pure il Vero Genitore e il vero figlio maggiore. Così la famiglia di Adamo era la famiglia reale del Regno dei Cieli. Allora, chi era il nonno nella famiglia di Adamo? Il nonno era Dio. Il padre e la madre erano Adamo ed Eva. Dal punto di vista delle posizioni, rappresentando il passato, il nonno e la nonna stanno al posto di Dio e Dio è nella posizione del Genitore.

Se si considerano le cose da una prospettiva verticale, possiamo dire che Dio si stabilisce in una famiglia composta da tre generazioni. La prima generazione è rappresentata sul piano orizzontale dal nonno, la seconda generazione dal padre e la terza generazione dal figlio. Quindi la famiglia reale che dura per un’infinità di generazioni ha inizio dai figli e dalle figlie. (218-255, 19.8.1991)

Il diritto dei veri genitori, il diritto della vera regalità e il diritto della vera primogenitura sarebbero dovuti iniziare con Adamo ed Eva. Il palazzo di Dio e il Suo amore sarebbero stati in quella famiglia. L’umanità e il Creatore si sarebbero uniti completamente, formando così la base del vero amore. Quella sarebbe stata la base famigliare dell’Adamo originale perfetto, il palazzo di Dio dove Egli avrebbe potuto dimorare per sempre. (218-189, 28.7.1991)

Di che genere di Dio parla la Chiesa dell’Unificazione? Diciamo che Dio è il Genitore verticale del vero amore. Allora, chi sono Adamo ed Eva? Il Genitore verticale è uno solo. La parola “verticale” implica che Dio è uno solo. Il rapporto d’amore fra Dio e gli esseri umani è di tipo verticale. Questo amore verticale è il centro. Allora, chi sono Adamo ed Eva? In rapporto a quel modello verticale rappresentano la posizione dei genitori orizzontali. (189-115, 5.2.1989)

Perché era necessaria la dimensione orizzontale? Era necessaria per la riproduzione. Non ci può essere riproduzione su una base verticale. La riproduzione è necessaria e avviene su una base orizzontale. La riproduzione si ha su un piano orizzontale a 360 gradi, includendo un numero infinito. Per iniziare la riproduzione in tutte e quattro le direzioni – nord, sud, est e ovest – e creare così una forma sferica che si adatta all’asse verticale, Dio creò Adamo ed Eva che assunsero una forma corporea con al centro l’amore di Dio. (187-115, 5.2.1989)

Tutti i genitori provengono da Adamo ed Eva. Tutti i progenitori dell’umanità provengono da loro. I veri mariti e le vere mogli dell’umanità hanno origine da Adamo ed Eva. Attraverso Adamo ed Eva nacquero per la prima volta dei figli e delle figlie. Inoltre, anche il rapporto genitore-figlio tra Dio e i Suoi figli ebbe inizio da Adamo ed Eva. (188-214, 26.2.1989)

Sapete perché Dio creò Adamo ed Eva? Dio, come Genitore, desiderava possedere l’amore di un figlio e di una figlia. Inoltre, desiderava sperimentare il tipo di amore che una sposa e uno sposo, come Adamo ed Eva, provavano l’un per l’altro. Dio desiderava sperimentare l’amore di un nonno verso i Suoi nipoti. Voleva amare la Sua nazione e amare il mondo; desiderava possedere tutti i tipi di amore. Tutte queste cose che Dio desiderava possedere le trasmise al mondo umano per lasciarle a noi in eredità. Queste cose sono la nostra tribù, il nostro popolo, la nostra nazione, il mondo, la terra e anche il mondo spirituale. Dovete saperlo. (188-214, 26.2.1989)

Se Adamo ed Eva non fossero caduti e fossero cresciuti alla perfezione, avrebbero raggiunto la perfezione non solo a livello individuale, ma anche a livello universale. Avrebbe avuto inizio una nuova famiglia centrata sull’amore di Dio. Se questa famiglia si fosse sviluppata in una tribù, in un popolo, in una nazione e in un mondo, sarebbe stata una società simile a una grande famiglia al servizio di Dio. Il centro di quella società sarebbe stato Dio insieme ad Adamo. In un mondo del genere, la vita quotidiana e il corso di vita della famiglia di Adamo centrati su Dio sarebbero rimasti come una tradizione storica. Il modo di vita di Adamo, le sue abitudini, i suoi costumi e i retroscena della sua vita, sarebbero diventati la tradizione storica. Quella sarebbe stata sicuramente una tradizione legata all’amore di Dio. L’amore di Dio è la fonte della vita e l’origine di tutti gli ideali, perciò, anche se cerchiamo di abbandonarlo, non lo possiamo fare; e anche se lo facessimo, non potremmo fare a meno di tornare indietro. (91-240, 23.2.1977)

La caduta può sembrare un problema che riguarda solo Adamo ed Eva, ma essi erano gli antenati dell’umanità, erano l’origine, una specie di sorgente. Per questo hanno influenzato gli individui, le famiglie, i popoli, le nazioni, il mondo e tutto il futuro dell’umanità. (97-274, 26.3.1978)

La caduta di Adamo ed Eva non fu solo la loro caduta; significò la caduta di tutta la storia umana. In altre parole, il fatto che Adamo ed Eva caddero, volle dire che non riuscirono a diventare dei buoni genitori e diventarono invece dei genitori malvagi. I genitori malvagi diedero nascita a dei figli malvagi, e così si formarono delle tribù malvagie, delle nazioni malvagie e un mondo malvagio. Tre miliardi di persone continuano a vivere in questo mondo. La storia che si è sviluppata in questo dominio caduto decisamente non è una storia di gioia, ma una storia di tristezza; l’umanità non è felice, ma è senza dubbio un’umanità piena di dolore. (38-149, 3.1.1971)

Quando venite a conoscenza dell’amore, arrivate a capire tutto. Riuscite a capire non solo la realtà bidimensionale del mondo terreno, ma i vostri occhi spirituali si aprono al mondo tridimensionale. Così raggiungete lo stato in cui potete vedere Dio e comunicare direttamente con Lui. Tuttavia, gli esseri umani caddero prima che la loro percezione dell’amore si fosse sviluppata. Formarono un rapporto d’amore illecito con l’arcangelo. Questa fu la causa fondamentale che portò alla distruzione dell’universo. (137-127, 1.1.1986)

È una cosa straordinaria che io abbia chiarito il fatto che la caduta fu il risultato di un uso sbagliato dell’amore. Il mio insegnamento è organizzato in modo sistematico e logico, ed è comprovato dai fatti storici; per questo non può essere negato. (128-88, 5.6.1983)

Sezione 2. Con la caduta la nostra linea di sangue cambiò in quella di Satana

2.1. Abbiamo ereditato la linea di sangue di un nemico

La linea di sangue di Adamo ed Eva cambiò a causa della loro caduta. Attraverso l’amore di chi? Diventarono l’incarnazione di Satana, a causa dell’amore di Satana, che è un adultero e il nemico di Dio. Le vita di un uomo e la vita di una donna si unirono all’amore di Satana e divennero una cosa sola; il frutto dei due furono dei figli e delle figlie che hanno ereditato l’amore, la vita e la linea di sangue di Satana. (227-47, 10.2.1992)

Poiché le persone cadute sono diventate degli esseri falsi hanno bisogno di subire un innesto. Dal punto di vista del lignaggio, la vostra stirpe è diversa. Perché siete potuti diventare solo Suoi figli adottivi? È perché avete un padre e una madre diversi. Per questo è logico concludere che la caduta ha a che fare con il lignaggio. Che cos’è la caduta? Significa ereditare il lignaggio sbagliato. È giusto affermare che gli esseri umani caddero a causa dell’amore falso. Ecco perché l’affermazione della Chiesa dell’Unificazione che gli esseri umani caddero a causa dell’amore non può essere negata. Nella Bibbia è scritto che Adamo ed Eva caddero mangiando il frutto dell’albero della conoscenza del bene e del male, non è vero? Sapete di che frutto si trattava? Era davvero un frutto? Era un frutto che può essere fatto cadere dal vento e rotolare per terra? No.

Satana entrò nella mente di Adamo ed Eva e si unì a loro, così essi ereditarono la linea di sangue di Satana. Perché Dio, che ha tanto amore, non può perdonare Satana? Gesù disse che tutti, persino gli assassini e i ladri possono essere perdonati, se credono in lui. Allora, perché Satana non può essere perdonato? Perché rese impuro il lignaggio dell’umanità. Che cosa vuol dire? Dal punto di vista di Dio, Satana è l’adultero, colui che ha profanato il Suo amore. (156-226, 25.5.1966)

Poiché Adamo ed Eva si sposarono facendo capo a Satana, nessuno può negare che ereditarono l’amore, la vita e la linea di sangue di Satana. Se non avessero mangiato il frutto dell’albero della conoscenza del bene e del male e non fossero caduti, avrebbero celebrato una cerimonia nuziale centrata su Dio. Proprio come i Veri Genitori vi hanno benedetto nella Chiesa dell’Unificazione, Dio avrebbe chiamato Adamo ed Eva e dato loro la Sua benedizione una volta che avessero raggiunto la maturità. (228-254, 5.7.1992)

Se Adamo ed Eva non avessero mangiato il frutto dell’albero della conoscenza del bene e del male e avessero raggiunto la perfezione, sarebbero diventati il figlio e la figlia del Re che ha creato il cielo e la terra. Se loro erano i figli del Re, allora chi sarebbero i loro figli? Sarebbero dei principi e delle principesse. Questa sarebbe la base del regno sulla terra che rappresenterebbe il Regno dei Cieli. Ci sarebbe un’unica sovranità, non due. (231-27, 31.5.1992)

Adamo ed Eva erano i figli unigeniti di Dio, creati da Lui con le Sue stesse mani. Il problema sorse perché caddero. Allora, cosa successe a causa della loro caduta? Caddero mangiando il frutto dell’albero della conoscenza del bene e del male che Dio aveva proibito loro di mangiare, ma che cosa sarebbe successo se avessero seguito il comandamento di non mangiare? I cristiani non hanno saputo pensare a questo. Anche se l’avessero fatto, non avrebbero potuto capire. Per loro era come il vasto mare blu. Anche se cercavano di misurarne la profondità, non avevano gli strumenti per farlo. Hanno semplicemente messo fine alla discussione, dicendo: «Non è possibile capirlo, per cui credete incondizionatamente». Tuttavia, non c’è perfezione nell’ignoranza. (213-21, 31.5.1992)

Perché colpiamo il nostro corpo? Perché abbiamo ereditato il sangue di Satana, il sangue del nemico di Dio. Chi è il nemico di Dio? È un adultero. È un nemico dell’amore di Dio. È un adultero! Abbiamo ereditato il sangue dell’adultero. Eva, che avrebbe potuto ereditare il potere regale del regno celeste e diventare la sua regina, divenne la moglie del diavolo, la compagna del servo. Questo è stato il segreto del cielo e della terra, rivelato per la prima volta nella mia era; perciò il mondo satanico si deve ritirare. (172-277, 24.1.1988)

Non ci può essere nessuna perfezione nell’ignoranza. Chi è Satana? Per Dio, è un adultero. Io ho chiarito questa faccenda, ma potete andare in cielo se fate finta di non vedere questa realtà? Potete ricevere la salvezza facendo finta di ignorarla? Questo non ha senso. Gente arida e irragionevole! Se potessimo essere salvati ignorando questo, una persona come me sarebbe stata già salvata tante volte. Non avrei sofferto così. (188-230, 26.2.1989)

Perché il diavolo odia Dio? Perché Dio odia il diavolo? Secondo la logica cristiana bisogna amare i propri nemici. Quindi, se Satana è il nemico di Dio, perché Dio non può amarlo? Se dovesse amare il nemico dell’amore, il cielo e la terra scomparirebbero. La legge che governa tutto scomparirebbe. La legge dell’esistenza scomparirebbe. (191-43, 24.6.1989)

Satana distrusse l’amore ideale di Dio e calpestò l’ideale della vita e il lignaggio ideale. È dopo questo che le persone misero al mondo dei figli. Dio non poteva intromettersi nella vita di quei figli che erano la manifestazione dell’amore, della vita e del lignaggio di Satana. (197-286, 20.1.1990)

Perché, nel corso della storia umana, Satana è stato così abominevole da andare immancabilmente da coloro che seguivano un cammino religioso, soffocandoli, montando sulle loro spalle e facendone delle vittime? Chi è quel disgraziato di Satana? Per Dio, Satana è un adultero che Gli ha rubato la Sua famiglia, che ha sedotto i membri della Sua famiglia. La nostra madre originale avrebbe dovuto servire Dio, costruire il regno della pace e creare un cielo e una terra pieni di pace; invece, ha respinto nostro padre e noi. Satana ha invaso gli esseri umani riducendoli in uno stato miserabile. Il suo peccato non è stato altro che questo. (156-226, 25.5.1966)

Che cosa usò il diavolo per far cadere Adamo ed Eva? Il frutto dell’albero della conoscenza del bene e del male? Che cosa coprirono dopo aver mangiato quel frutto? Coprirono forse la bocca o le mani? Si coprirono le parti sessuali, non è vero? In quel modo fu seminato il seme malvagio. Adamo ed Eva caddero negli anni dell’adolescenza prima di raggiungere la maturità. Poiché quello è stato il punto d’inizio dal quale si è diffuso il lignaggio storico del mondo umano, questo fenomeno si sta diffondendo enormemente negli Ultimi Giorni. In tutto il mondo, giovani come Adamo ed Eva si nascondono nell’ombra e distruggono egoisticamente l’etica dell’amore, senza avere alcun timore del cielo e della terra. Quando arriva un’epoca del genere dovete sapere che sulla terra è giunta l’era del pieno potere di Satana. In questa era sarete testimoni del martello di ferro di Dio. (200-227, 25.2.1990)

Il nostro lignaggio deve essere cambiato. Perché? Poiché abbiamo ereditato il lignaggio di Satana, lo dobbiamo correggere. Dovete capirlo chiaramente. (183-308, 7.11.1988)

2.2. Il peccato originale si eredita attraverso la linea di sangue

La caduta ebbe inizio da una motivazione che negava la linea di sangue. Per questo gli uomini hanno ereditato le conseguenze della caduta come il peccato originale, fino ai nostri giorni. (La Benedizione – 321)

L’umanità che appartiene al dominio satanico non ha assolutamente nessun rapporto con il lignaggio di Dio. In altre parole, gli esseri umani che dovevano nascere come figli di genitori buoni, nacquero invece da genitori malvagi. Di conseguenza, si svilupparono in una famiglia, una tribù, un popolo, una nazione e un mondo fondati sul male. (55-133, 7.5.1972)

Eva si unì all’arcangelo attraverso un rapporto sessuale illecito, poi Adamo si unì ad Eva, che si era unita all’arcangelo. Di conseguenza Adamo ed Eva ebbero un rapporto coniugale e formarono una famiglia centrata sull’arcangelo invece che su Dio. Quindi tutti gli esseri umani, in quanto discendenti di Adamo ed Eva, ereditarono il lignaggio di Satana. (La Benedizione – 325)

Adamo ed Eva si sarebbero dovuti unire con Dio al centro, invece si unirono all’arcangelo, un servo di Dio; questo è ciò a cui si riferisce la caduta. Gli esseri umani, che avrebbero dovuto ereditare la linea di sangue di Dio, ereditarono invece la linea di sangue del servo. Per questo, gli uomini caduti anche se possono chiamare Dio “Padre”, in realtà non sentono che è loro Padre. Questo succede perché hanno ereditato le caratteristiche fondamentali della natura caduta, che li inducono a pensare a tutto in modo egocentrico, senza nessuna considerazione per Dio o qualsiasi altra cosa. Così, gli uomini sono diventati degli esseri contradditori, formando tribù e nazioni. Perciò queste tribù e queste nazioni si dividono molto velocemente. Ecco come si è sviluppata la sfera della cultura satanica. Tutto ciò che si divide in due, poi in tre e così via, appartiene al dominio satanico. (91-242, 23.2.1977)

A causa della caduta abbiamo perso i veri genitori, il vero marito e i veri figli. Eva e l’arcangelo furono la causa di questa perdita. Da questo punto di vista, le donne che vivono sulla terra dipendono dai loro padri, mariti e fratelli maggiori che rappresentano l’arcangelo. Per questo le donne sono esseri infelici. La figlia di una famiglia benestante è andata a vivere con un servo; questo significa che i suoi figli sono nati nella linea di sangue di un servo. Quindi le donne non hanno potuto ricevere l’amore del marito, del padre e del fratello originali. (51-182, 21.11.1971)

La restaurazione ha impiegato seimila anni biblici a causa delle complicazioni riguardanti il lignaggio; altrimenti il Dio onnipotente avrebbe restaurato tutto in un giorno. Gli esseri umani hanno contratto una malattia cronica che ha influenzato il loro lignaggio, di modo che, se Dio avesse cercato di togliere in fretta questa malattia, sarebbero morti. Per questo Gli ci sono voluti seimila anni. Potete dire che Adamo ed Eva caddero mangiando un frutto? Se fosse vero, come sarebbe stato semplice! (155-295, 1.11.1965)

Come è venuta ad esistere la base del peccato, della caduta, del male e dell’inferno? Il problema è dare una spiegazione concreta di queste cose. Ritorniamo ad Adamo ed Eva e riflettiamo su questo. Se scaviamo a fondo nei motivi fondamentali della caduta di Adamo ed Eva, possiamo dire che innanzitutto caddero perché non ebbero fede nel comandamento di Dio di non mangiare il frutto dell’albero della conoscenza del bene e del male. Il secondo motivo fu il loro egocentrismo. In terzo luogo, cercarono di amare in un modo egoistico. Poiché questa è l’essenza fondamentale della caduta, arriviamo alla conclusione che tutti quelli che hanno queste stesse caratteristiche sono dal lato di Satana. L’amore degli esseri caduti è senza fede ed egoista. Alla fin fine, quelli che affermano un amore centrato su loro stessi sono le persone di questo mondo. (79-198, 27.7.1975)

Sezione 3. Satana è l’adultero dell’amore di Dio

3.1. Satana è Lucifero, l’arcangelo caduto

Che tipo di creatura è Satana? Soprattutto quelli che credono in Gesù devono spiegare chiaramente l’identità di Satana in relazione a Dio. Chi è Satana? È un adultero, l’adultero dell’amore. Satana, quell’essere disgraziato, picchiò a morte il padre e stuprò la madre. E tutti voi siete i figli che sono nati da questo. Non vi sentite male per questo? Se non riuscite a crederci, provate a pregare Dio disperatamente, come se fosse in gioco la vostra vita, e chiedete a Lui se le mie parole sono vere oppure no. (38-175, 3.1.1971)

Se i cristiani, e altre persone che percorrono un cammino di fede, vogliono mettere fine all’amarezza causata dai nostri antenati che sono caduti sotto l’accusa di Satana, che sono stati messi sotto i piedi e sono diventati vittime di massacri, devono chiarire l’identità di Satana e capire il cuore di Dio nella storia, nell’era presente e le Sue preoccupazioni per il futuro. Questo mondo comincerà a cambiare solo quando Dio, in mezzo alle lacrime, potrà chiamare le persone: «Figli miei, figlie mie!» (8-130, 29.11.1959)

Eva doveva essere la moglie di Dio. È così perché Adamo si sarebbe dovuto unire a Dio, in modo da diventare Dio Stesso. Satana violò la moglie di Dio. Satana è il nemico di Dio e il nostro nemico. (22-207, 4.2.1969)

Chi è Satana? È l’adultero che ha violato Eva che doveva diventare la moglie di Dio. Eva era destinata ad essere la moglie di Adamo e, nello stesso tempo, la moglie di Dio. Satana è l’adultero che ha violato Eva, la futura moglie di Dio. Satana è il nemico dell’amore. Quindi, anche se Dio ama i Suoi nemici, non ci ha detto di amare Satana, l’adultero. Satana non può essere perdonato. Dio ama le persone che appartengono a Satana, ma non può perdonare Satana. Questo è il Principio; perciò dovete saperlo. (148-294, 25.10.1986)

Eva era la figlia di Dio e la moglie di Adamo, ma Satana la violò. Ecco perché Satana divenne un adultero nei confronti di Dio. I cristiani finora non lo sapevano. (19-158, 1.1.1968)

Satana, il diavolo, è il capo istigatore che scacciò il Signore originale, Gli rubò la moglie e trascinò anche i Suoi figli e le Sue figlie in un luogo di morte. Da questo punto di vista, è possibile perdonare Satana, il nemico di Dio e dell’umanità? In definitiva, agli occhi di Dio, Satana è un adultero che ha rubato il Suo amore. Perciò, può essere perdonato? Perdonare Satana significa rovinare il mondo intero. Pensate che se rimarrete così come siete potrete diventare i figli e le figlie di Dio? Quindi dovete sapere che, fino a quando non arriverà il giorno in cui questo cambierà, Dio e l’umanità non potranno evitare un cammino di lamenti e di dolore. (53-338, 6.3.1972)

Le vostre famiglie sono state create con un amore che era approvato da Dio? No. Le vostre famiglie, vostro padre e vostra madre, sono legati all’amore caduto del mondo satanico. In realtà siete nati in famiglie di questo tipo. Ecco perché la vostra linea di sangue è diversa. È come se un rapinatore scacciasse vostro padre, violentasse vostra madre, e voi nasceste da questo legame come prole imbastardita. Il genere umano alla fine è diventato una tribù e una società adultera che non si rende nemmeno conto dell’esistenza di Dio. (19-102, 31.12.1967)

Dov’è iniziata la vostra linea d’amore? Dov’era il suo punto d’inizio? È iniziata dal male. Il capo istigatore di questo male è stato Satana, il diavolo. In che modo è collegato a questo problema? È l’adultero dell’amore. Gli esseri umani nacquero ereditando il sangue e la carne di questo adultero. Allora, vogliamo ricevere l’amore dell’adultero? Volevate ricevere l’amore del lignaggio impuro ereditato dall’adultero? No. Questo è il problema. (35-90, 4.10.1970)

Originariamente, gli esseri umani avrebbero dovuto ereditare la vera vita e il vero lignaggio da Dio, per avere la supremazia sull’universo e vivere una vita gloriosa, ma a causa della caduta l’umanità ricevette la vita e il lignaggio di Satana, sulla base dell’amore di Satana. Satana è il nemico di Dio, il nemico dell’amore. È un adultero. Se scrivete tre volte il carattere cinese per donna (女), ottenete kan (姦) uno dei caratteri di kanbu (姦夫) che significa adultero. Capite che cos’è un adultero? L’adultero è qualcuno che ruba la donna che amate. (213-265, 21.1.1991)

Per Dio, Satana è un adultero e l’umanità è figlia di quell’adultero. Ecco perché Satana è il nemico. Solo una persona che desidera ardentemente sistemare i conti con questo nemico viene a trovarsi veramente dal lato di Dio. (16-142, 9.1.1966)

Dio investì tutto il Suo cuore nel creare l’universo, sognando questa impresa grandiosa e piena di speranza. Però, quando tutte le condizioni per la Sua grande opera, la Sua vita e le Sue idee all’improvviso furono distrutte, il cielo e la terra piombarono completamente nell’oscurità. L’arcangelo Lucifero divenne il Suo nemico. Dovremmo colpire e catturare Lucifero oppure no? Dio amava Suo figlio e Sua figlia più di tutto; erano le ossa delle Sue ossa e la carne della Sua carne, ma Lucifero li trasformò in suo figlio e sua figlia. Dovremmo tagliare la testa a un simile nemico o dovremmo lasciarlo andare? Dio è stato il primo a torturarsi su questo problema. (27-60, 23.11.1969)

Dovete sapere che il diavolo, Satana, è il capo istigatore del male che privò Adamo ed Eva della loro qualifica di principe e principessa, che Dio voleva avere; distrusse l’amore della famiglia di quel principe e di quella principessa, distrusse la loro futura discendenza e l’ideale di Dio della famiglia e della nazione celeste. (302-220, 14.6.1999)

Il capo istigatore del male non è solo il nemico di Dio; è il nemico dell’umanità. Immaginate se il principe e la principessa, che vivono nel palazzo reale del regno, fossero catturati dal generale nemico e iniziassero a vivere come servi, moltiplicando la prole del mondo dei servi. Noi siamo nella stessa situazione. Anche se il genere umano si sarebbe dovuto sviluppare sotto l’autorità regale di quel principe e di quella principessa, l’umanità caduta è come una massa di persone che si è moltiplicata sotto la sovranità malvagia del diavolo. (302-222, 14.6.1999)

3.2. Satana è il nemico dell’amore

Chi è l’arcangelo? È l’adultero che portò via la moglie di Dio. In altre parole, il soggetto del male, Satana, è un adultero che ha derubato Dio di sua moglie. È un adultero che ha divorato l’amore. La gente non l’ha capito. (35-71, 3.10.1970)

In origine, gli esseri umani sarebbero dovuti diventare i principi e le principesse di Dio, ma divennero la prole del servo e moltiplicarono i figli del servo. Sapete chi è Satana, non è vero? È un adultero. Chi è un adultero? È un ladro d’amore, qualcuno che ha deviato dalla giusta strada dell’amore. Ecco perché Satana è un ladro d’amore. (135-283, 15.12.1985)

Chi è Satana? Per Dio è un adultero. Un adultero! Ha ucciso nostro padre, violentato nostra madre e assunto il ruolo del nostro padrone di casa. L’umanità, che ha lasciato andare questo arcinemico, non ha potuto chiedere una punizione. (153-270, 26.3.1964)

Potete amare un adultero? Questo è il dolore di Dio. Com’è infelice Dio! Che tipo di adultero è questo? Ha messo sotto i piedi tre generazioni: la nonna e il nonno, la madre e il padre, e persino i loro figli. Che cosa significa? Satana ha occupato tutto il palazzo del regno celeste, ha violentato e ucciso la nonna, la madre e la moglie. Satana è questo tipo di nemico. (188-230, 26.2.1989)

Se il nemico dell’amore, Satana, il diavolo, fosse perdonato, il cielo e la terra sarebbero messi sottosopra. Perciò, se vogliamo trovare l’amore originale, non lo possiamo perdonare. Non possiamo trovare questo amore senza giudicare Satana. Quindi, Dio considera i rapporti d’amore adulterino come il nemico più grande. Dio non si può stabilire sulla terra a causa dell’espansione di questo amore. (53-140, 13.2.1972)

A cosa serve la conoscenza di questo mondo umano? A cosa servono il potere e la ricchezza? Cose come l’amore umanistico o la famiglia umanistica sono necessarie? Dobbiamo rinnegarle. Gli esseri umani caduti sono una tribù che ha ereditato il sangue di Satana, l’adultero. Dobbiamo rifiutare tutte queste cose. (188-234, 26.2.1989)

Vogliamo tutti diventare un figlio o una figlia di Dio. Questo è il principio originale della creazione e noi dovevamo diventare così, ma gli esseri umani, che dovevamo nascere in questa linea di sangue, sono stati portati via dal nemico e hanno ereditato il sangue di Satana, il nemico dell’amore di Dio. Dovevamo nascere con il sangue di Dio che scorre nelle nostre vene, ma la nostra attuale realtà è intollerabile. (191-244, 25.6.1989)

Quali sono le pretese di Satana? Satana dice a Dio: «Tu sei Dio, ma io sono diventato il diavolo. Lo ammetto. Sono il diavolo. Ma allora, considerando i Tuoi principi, voglio farti una domanda: quando hai creato l’arcangelo e Adamo ed Eva, hai creato l’arcangelo Lucifero in base al modello dell’amore eterno o in base al modello dell’amore momentaneo e temporaneo?» Dio che risposta dovrebbe dargli? Gli dirà: «Ti ho creato in base al modello dell’amore temporaneo»? Senza dubbio Dio gli dirà: «Ti ho creato sulla base del modello eterno». Poi, se Satana chiederà: «Anche se io sono cambiato, non è forse vero che Tu non puoi cambiare?» Dio gli risponderà: «Hai ragione». Satana allora dirà:

«Anche se io sono cambiato e ho agito in modo distruttivo, non è forse vero che Tu non puoi fare la stessa cosa?». E Dio gli risponderà: «È vero». È così. È questo il punto a cui si aggrappa Satana. (125-264, 27.3.1983)

Non potete entrare nel regno celeste senza amare il vostro nemico. Poiché vi dico questo, le persone nel mondo spirituale vi guardano e vi invidiano. Perché dovete amare il vostro nemico? Perché, anche se Adamo ed Eva sono caduti, i principi e le leggi di Dio non sono cambiati. Le leggi e i principi attraverso i quali si entra nel regno celeste non sono cambiati né prima né dopo la caduta di Adamo. In origine, se Adamo non fosse caduto ma avesse raggiunto la perfezione, al momento della sua perfezione Dio e Adamo sarebbero diventati una cosa sola… Il Principio ci dice che Dio e Adamo in unità avrebbero dovuto amare l’arcangelo Lucifero e portarlo insieme nel regno celeste. Questo principio è ancora valido. Perciò Satana lo usa quando avanza le sue pretese. (182-282, 26.10.1988)

In questo mondo, se nessuno è a conoscenza della realtà del crimine di una persona, il criminale può agire impunemente dovunque va, come se non avesse fatto niente di male. Però, se anche solo un bambino dice di essere stato testimone del reato, il criminale deve capitolare. Perciò, per far arrendere il diavolo Satana, dobbiamo chiarire la sua identità, mettere a nudo la natura del suo crimine, e iniziare un movimento per espellerlo dal cielo e dalla terra. (53-194, 21.2.1972)

Dio è la figura centrale della legge eterna, perciò dobbiamo trascinare Satana davanti a Dio e accusarlo. Dobbiamo pronunciare i capi d’accusa. Dopo aver visto Satana giustificarsi, dobbiamo fare l’arringa finale dell’accusa e metterlo alle strette in modo da immobilizzarlo. Poi, non l’arcangelo caduto ma gli arcangeli che non sono caduti devono confermare: «È giusto! È proprio quello che è successo! È esatto!» (65-201, 19.11.1972)

Sezione 4. Il frutto dell’albero della conoscenza del bene e del male era l’organo sessuale di Eva

4.1. Coprire le loro parti sessuali era un indice del peccato

Non sappiamo se Eva abbia colto e mangiato il frutto dell’albero della conoscenza del bene e del male o abbia mangiato una mela. Per farlo, avrebbe dovuto innanzitutto vederlo con gli occhi, poi avrebbe dovuto muovere le mani per coglierlo, e infine avrebbe dovuto mangiarlo con la bocca. Per prenderlo e mangiarlo, gli occhi, le mani e la bocca dovevano tutti essere coinvolti. Se l’atto di mangiarlo ebbe inizio con questi tre organi, se questi organi effettivamente compirono questa azione, allora dopo aver mangiato il frutto, Adamo ed Eva si sarebbero dovuti coprire gli occhi, nascondere le mani e coprire la bocca; ma in realtà si coprirono le loro parti sessuali. Questo è il problema. (54-62, 11.3.1972)

Tutte le persone nascono nella posizione di un figlio che è fondata sul cuore, ma da quel punto devono crescere. Per poter dominare l’universo, dopo che hanno raggiunto la maturità, devono voltarsi verso il punto centrale. Pertanto, Dio deve scendere da loro, unirsi all’asse e far girare l’universo. Secondo il Principio, il comandamento: «Non mangiate il frutto dell’albero della conoscenza del bene e del male», in realtà voleva dire: «Aspettate fino a quando sarete maturi». Ossia dovevano aspettare finché il punto centrale non fosse stato stabilito e non avessero potuto insediarsi in quel punto centrale. (171-11, 5.12.1987)

Che cosa viene prima: l’amore o la consapevolezza di sé stessi? Viene prima l’amore. Se questo fosse veramente accaduto, avremmo avuto successo in tutto. Se questo fosse accaduto, non ci sarebbero muri o precipizi sulla strada della vita. La nostra vita si sarebbe collegata all’ingranaggio del principio celeste e avrebbe ruotato tranquillamente. Il grande principio celeste avrebbe reso possibile questo. La donna, tuttavia, abbandonò questo principio e iniziò ad agire secondo la sua coscienza personale. Secondo la Bibbia che cosa voleva mangiare? Guardando il frutto, vide che era buono da mangiare e capì che le avrebbe aperto gli occhi; in quel momento Eva prese coscienza di sé stessa. Questo divenne il problema. Vi prego di capire che, non appena prendete coscienza del vostro “io” e iniziate ad affermare voi stessi, siete già in un dominio soggetto all’invasione di quello scaltro di Satana, della vostra natura caduta! Dovete capirlo chiaramente. (171-109, 13.12.1987)

Satana, in che cosa ha affondato le sue radici? Nel corpo. Dio creò Adamo ed Eva, ma essi caddero quando erano minorenni. Dio ordinò loro di non mangiare il frutto dell’albero della conoscenza del bene e del male, ma non era un comandamento che riguardava un frutto letterale. Se avessero colto il frutto con le loro mani e l’avessero mangiato con la bocca, si sarebbero nascoste le mani e avrebbero coperto la bocca. Allora, perché si coprirono le parti sessuali? Questa è una trappola mortale, la causa della distruzione della cultura umana. La parola “amore” è la parola più sacra, ma perché, nonostante questo, le parole collegate all’amore sono diventate oscene? Perché le consideriamo delle parole volgari? Perché il cattivo uso dell’amore ha distrutto il grande Principio del cielo e della terra. (198-110, 25.1.1990)

Che cosa c’è, riguardo la caduta, per cui Dio non ha potuto fare niente; cos’è che Lo ha reso impotente? Perché la caduta è così difficile da superare? Che cos’ha questo frutto dell’albero della conoscenza del bene e del male? Se Adamo ed Eva mangiarono un frutto, perché si coprirono le parti sessuali? Macchiarono il loro sangue. Il fatto che resero impuro il loro sangue significa che resero impura la loro vita. Il fatto che resero impura la vita significa che resero impuro l’amore. Gli esseri umani, che dovevano diventare il sistema nervoso all’interno dei grandi principi del cielo e della terra, caddero durante la loro gioventù. Chi violò la donna? L’arcangelo, il servo, violò la figlia di Dio, Eva, che in futuro sarebbe dovuta diventare la regina di Dio e la Sua incarnazione esteriore. La linea di sangue fu cambiata. Forse è la prima volta che sentite queste cose. (200-50, 23.2.1990)

Che cos’è il frutto dell’albero della conoscenza del bene e del male? Sapete che cos’è? Si riferisce alle parti sessuali della donna. In coreano non diciamo forse: «Ho raccolto e mangiato quella donna», intendendo dire «l’ho sedotta»? La lingua coreana è curiosa. Gli uomini usano queste parole: «Raccoglierò e mangerò quella donna». Persino degli uomini che non conoscono la Bibbia dicono cose di questo tipo. Questo dice la verità al cuore di una persona. Tutto deve essere riportato con sincerità alla nostra coscienza. Negli Ultimi Giorni, la gente deve dire la verità. (137-252, 3.1.1986)

Il peccato originale poteva apparire mangiando il frutto dell’albero della conoscenza del bene e del male? Anche se un padre avesse mangiato il frutto e commesso un peccato in quel modo, che tipo di frutto avrebbe potuto rendere peccatori migliaia di generazioni dei suoi discendenti? Si trattò di un rapporto collegato al lignaggio. Una volta impiantata nel lignaggio, la radice del peccato continua in eterno secondo la legge dell’ereditarietà. Questo diventa possibile solo attraverso un rapporto d’amore. Un amore sbagliato fu la causa della caduta. (23-167, 18.5.1969)

Se gli esseri umani caddero mangiando il frutto dell’albero della conoscenza del bene e del male come insegna il cristianesimo, allora la restaurazione potrebbe essere completata in un giorno. In tal caso Dio avrebbe potuto creare qualcosa di più delizioso e migliore di quel frutto e darlo da mangiare agli esseri umani e quella sarebbe diventata la condizione d’indennizzo, non pensate? In teoria, sarebbe esatto. (38-164, 3.1.1971)

Dove si sarebbero dovuti incontrare Adamo ed Eva? Dovevano incontrarsi su una linea verticale. Dovevano unirsi nell’amore. A che cosa si adatta l’amore? Si adatta al centro. Questo centro sono gli organi sessuali dell’uomo e della donna. Questo è il punto dove si fissa l’amore. Gli organi genitali dell’uomo e della donna sono così preziosi. Perciò, gli uomini e le donne devono trattarli con rispetto, come fanno con Dio, per tutta la loro vita. Questo organo è il luogo più sacro. (185-278, 17.1.1989)

Perché Adamo ed Eva si coprirono le loro parti sessuali dopo la caduta? I cristiani non lo sanno. Che cosa? Adamo ed Eva mangiarono un frutto? Perché Dio avrebbe dovuto scacciare il Suo amato figlio e la Sua amata figlia? Come dev’essere stato grave quel problema per indurre Dio ad espellerli! (197-263, 19.1.1990)

Eva divenne la madre di due mondi. Si venne a trovare in una posizione di mezzo fra il bene e il male. Allora, chi deve decidere se seguire la direzione del bene o del male? Ogni persona deve deciderlo da sé. Per farlo, bisogna schiacciare il male e Satana, e aggrapparsi a Dio. Ci si deve aggrappare a Dio con una forza molte volte più grande di quella che si usa per colpire Satana. Per colpire il male dovete esercitare tutte le vostre forze. Nello stesso tempo, dovete aggrapparvi a Dio con una forza ancora più grande. (31-18, 8.4.1970)

Che cos’è stata la caduta? I cristiani dicono che è stata l’aver mangiato il frutto dell’albero della conoscenza del bene e del male. Così pensano che era il frutto di un vero albero. Tuttavia, un frutto non può avere lo stesso valore di un essere umano. Tra tutte le creature, le piante originariamente furono create per stare al di sotto degli esseri umani. Dio non creò delle piante dotate di elementi in grado di causare la caduta di esseri superiori a loro. (166-42, 28.5.1987)

Nelle chiese esistenti, si dice che la caduta è stata l’aver mangiato il frutto dell’albero della conoscenza del bene e del male. Un’interpretazione del genere è materialista. Se dite che un’entità spirituale cadde perché qualcuno mangiò qualcosa di materiale, allora che differenza c’è con la teoria comunista, che afferma che lo spirito deriva dalla materia? Lo spirito umano cadde perché qualcuno mangiò qualcosa di materiale? Un essere spirituale può cadere perché una persona mangia qualcosa di fisico? Se dite che il fisico si degradò a causa dello spirito, questo è comprensibile, ma dire che un essere spirituale cadde a causa della materia non ha senso. È il materialismo che afferma che lo spirito deriva dalla materia. (41-292, 17.2.1971)

4.2. Il frutto dell’albero della conoscenza del bene e del male è il punto di intersezione fra la vita e la morte

Nella Bibbia è scritto che Dio disse ad Adamo ed Eva che potevano mangiare liberamente i frutti di tutti gli alberi nel Giardino di Eden, ma che, per quanto riguarda il frutto dell’albero della vita e il frutto dell’albero della conoscenza del bene e del male che si trovavano in mezzo a quel Giardino, non dovevano nemmeno guardarli o toccarli. Che cosa vuol dire questo? Che significato hanno tutti gli alberi? Adamo ed Eva erano fratello e sorella, perciò potevano prendersi per mano, baciarsi e fare cose del genere; potevano mangiare liberamente i frutti di tutti gli alberi. Tuttavia, Dio impose loro di non toccare il frutto dell’albero della conoscenza del bene e del male e il frutto dell’albero della vita, cioè gli organi sessuali maschili e femminili. Dio diede loro questo avvertimento. (200-50, 23.2.1990)

Sapete che cos’era il frutto dell’albero della conoscenza del bene e del male che causò la caduta dei primi antenati umani? Il frutto rappresenta gli organi sessuali dell’uomo e della donna. Se usate bene questi organi, la vostra nazione prospererà, ma se li usate male, perirà. Ecco che cos’è questo frutto. Vale anche per un re; se usa questo organo in modo appropriato la sua nazione prospererà, ma se lo usa in modo sbagliato, la sua nazione sarà distrutta. Per questo motivo, le famiglie e le società stanno andando in rovina e a causa di ciò tutto è diviso tra il cielo e l’inferno. Il frutto del male è maturato laddove avrebbe dovuto maturare il frutto del bene. Non è forse questo il frutto del bene e del male? Abbiamo tutti il frutto del bene e del male, non è vero? Gli organi sessuali dell’uomo e della donna sono il frutto del bene e del male. Sono la testa e la bocca di una vipera. Perché Gesù chiamò Satana una vipera? Perché disse che Satana era un serpente? Questa è la testa di un serpente. Dovete capirlo. È la testa di una vipera! Tutti gli uomini e le donne vanno alla sua ricerca, non è vero? Non è così sia per gli uomini che per le donne? (227-251, 14.2.1992)

Che cos’è il frutto dell’albero della conoscenza del bene e del male? Se usate male l’amore, ereditate il frutto eterno del male. Se amate in modo giusto, ereditate il frutto eterno della bontà. Il frutto del bene e del male è un frutto vero e proprio? Chi afferma che il frutto è veramente un frutto è matto! Questo frutto si riferisce agli organi sessuali maschili e femminili. (226-110, 2.2.1992)

Poiché la donna aveva una predisposizione più forte dell’uomo verso la caduta, Dio diede l’avvertimento: «Non mangiate il frutto dell’albero della conoscenza del bene e del male!» Se una donna incontra una persona buona, i suoi organi generano un frutto buono, ma se incontra un uomo malvagio, generano un frutto malvagio. Il frutto dell’albero della conoscenza del bene e del male si riferisce agli organi sessuali femminili. Questa situazione si applica anche agli uomini? No. (221-282, 26.10.1991)

Quando Dio diede ad Adamo ed Eva il comandamento di non mangiare il frutto dell’albero della conoscenza del bene e del male, in realtà a chi diede questo avvertimento? Non lo diede ad Adamo. Durante la sua adolescenza Adamo era occupato a divertirsi, ritornava a casa stanco e andava subito a dormire. La donna, invece, rimaneva seduta e diceva cose del tipo: «La luce del sole è così calda! Oh, guarda! I fiori stanno sbocciando! L’acqua è così limpida e l’aria è così fresca!» Forse diceva anche: «Voglio essere bella come un fiore!» Infatti, negli anni dell’adolescenza le donne si sviluppano più in fretta degli uomini. (221-280, 26.10.1991)

Il frutto dell’albero della conoscenza del bene e del male si riferisce agli organi sessuali. Questi organi possono dare vita o a un frutto buono o a un frutto cattivo. Se una donna si mette insieme a un uomo cattivo, riceverà da lui un seme cattivo, ma se si unisce a un uomo buono, riceverà un seme buono. Non è esatto? Quindi, il frutto si riferisce agli organi sessuali femminili. Eva cadde ricevendo così il sangue del diavolo. Il diavolo è un arcangelo. Questo arcangelo era il rappresentante dei servi. (209-285, 30.11.1990)

Su che cosa Dio dovrebbe dare un avvertimento? Dopo aver creato Adamo ed Eva, quali condizioni potevano esserci per cui Dio avrebbe dovuto avvertirli? Un padre e una madre su che cosa mettono in guardia i loro giovani figli? Di che cosa devono essere consapevoli i giovani quando vanno fuori? Dio seguì lo stesso ragionamento. A che cosa deve stare attento Dio? Dio non ha bisogno di denaro, non ha bisogno di conoscenza, non ha bisogno di potere. Può sempre possedere liberamente queste cose. Neanche Dio, però, può fare quello che vuole con l’amore. (196-41, 24.12.1989)

Nella Bibbia è scritto: «Se ne mangerete (il frutto dell’albero della conoscenza del bene e del male), i vostri occhi si apriranno». (Gen. 3:5) Cosa significano le parole “i vostri occhi si apriranno”? Per un uomo vuol dire conoscere una donna, e per una donna vuol dire conoscere un uomo; non significa altro che la conoscenza dell’altro sesso. Se nascete uomini e non vi sposate, siete degli stupidi. Qual è l’ideale più alto? L’ideale più alto che un uomo deve raggiungere è una donna. Ma che tipo di donna? Una donna che rappresenta la compagna perfetta per il suo cuore, la compagna giusta per quando è giovane, la compagna giusta per quando è vecchio, una donna che è la compagna adatta a lui per sempre. Non è vero? (178-52, 1.6.1988)

Quando Dio creò gli esseri umani, quale parte di loro fece con maggiore impegno? Gli occhi, la bocca, il naso o le mani? La gente non ci pensa neppure. Era la fortezza dell’amore. Il termine “fortezza dell’amore” si riferisce alle parti sessuali dell’uomo e della donna. Queste parti sono il palazzo principale dell’amore. È lì che l’uomo e la donna imparano l’amore reciproco, e senza quel luogo non potrebbero capire l’amore. Il proprietario dell’amore non potrebbe apparire. (302-220, 14.6.1999)

Dov’è il palazzo reale dell’amore, della vita e del lignaggio? È quell’organo importante dell’uomo e della donna. Era il luogo santo al tempo della creazione di Dio. Vi sto dicendo che era il luogo santo. Se viene violato, tutto è distrutto. (205-328, 2.10.1990)

Tre cose preziose sono collegate a questo palazzo. L’amore, la vita e il lignaggio sono collegati a questo luogo, non è vero? Gli organi sessuali sono l’origine di questi tre elementi importanti. (205-328, 2.10.1990)

Dal punto di vista dell’ideale originale di creazione di Dio, gli organi sessuali sono il luogo più santo e più prezioso. Sono il luogo santo, il santo dei santi! Il luogo più santo non è un posto dove chiunque può entrare. Nessuno, al di fuori del sommo sacerdote, della persona incaricata, può aprire la sua porta. Le parole “una fonte sigillata” nel Cantico di Salomone della Bibbia si riferiscono a questo. (205-328, 2.10.1990)

Gli organi sessuali sono così preziosi perché sono il palazzo regale della vita, dell’amore e del lignaggio. Ma se li trattate con dissolutezza, come se fossero i testicoli di un toro, come pagherete il prezzo di questo peccato? Non è un problema serio? Questo è un luogo santo. È il luogo più santo, che Dio ha creato come l’organo più prezioso. Cosa succede quando è distrutta la sua purezza? Nel corso di Mosè, quelli che profanavano l’Arca dell’Alleanza non venivano forse uccisi all’istante? È la stessa cosa. Distruggere la purezza della roccaforte dell’amore, che equivale al luogo più santo, non può essere perdonato. L’uomo e la donna si abbracciano. Amarsi reciprocamente è un atto cosmico. È il criterio per formare la sfera di unità tra Dio e l’umanità. In quel momento all’uomo e alla donna è accordato il rapporto che collega il finito all’infinito. (218-133, 14.7.1991)

Quando degli uomini santi e delle donne sante uniscono i loro organi sessuali attraverso un amore santo, una vita santa e un lignaggio santo e danno nascita a dei figli, quei figli andranno direttamente nel regno celeste. Non avranno bisogno di religione o di un’educazione morale.

Quando la mente e il corpo formano un angolo retto, quando l’amore e tutti gli altri aspetti crescono senza nessun danno, in modo che gli aspetti interiori ed esteriori della personalità di un individuo raggiungono la perfezione, allora questa persona può capire tutto senza che gli venga insegnato. Io sono così. Sono diventato il fondatore della Chiesa dell’Unificazione perché ho studiato da qualche parte? No, capivo già le cose. So come stanno le cose. Riesco a capire le cose senza che nessuno me le insegni. (211-247, 30.12.1990)

Che cos’è il frutto dell’albero della conoscenza del bene e del male? Finora è stato un segreto. Nessuno ne poteva parlare. Era la colpa dei nostri antenati. Poiché l’errore fu commesso dai nostri antenati, questa verità non ha potuto essere resa pubblica fino all’arrivo dei veri antenati. Né Dio né Satana potevano rivelarla. (191-232, 25.6.1989)

Sezione 5. Il dolore causato dalla caduta e il cuore di Dio nel processo di restaurazione

5.1. Il nemico dell’amore; l’amaro dolore causato dalla caduta

La realtà della caduta è il fatto che è collegata all’espulsione del figlio e della figlia maggiori. Il primo figlio era l’unico figlio. La prima figlia era l’unica figlia. Adamo ed Eva nacquero come l’unico figlio e l’unica figlia di miliardi di generazioni. Riflettete sul fatto che l’unico figlio e l’unica figlia di miliardi di generazioni furono espulsi quando mangiarono il frutto dell’albero della conoscenza del bene e del male.

Se avete soltanto un figlio o una figlia e quest’unico figlio muore, quanto sarà grande il vostro dolore di genitore? C’è un detto che dice che se muore il figlio unico di sette generazioni che hanno avuto solo un figlio, tutto il vicinato e i villaggi circostanti piangeranno la sua morte. È impossibile capire profondamente il dolore dei genitori che hanno perso il loro unico figlio di sette generazioni, perciò tutte le famiglie della zona, tutti i genitori, i figli, i fratelli e le sorelle li compatiranno. Alla luce di ciò, dovremmo riflettere sul fatto che Adamo ed Eva erano l’unico figlio e l’unica figlia per quante generazioni? Per miliardi di generazioni!

Quindi, il rapporto tra genitore e figlio non fu consumato. Dio perse il Suo unico figlio per miliardi di generazioni, per cui l’unico modo per ritrovare quel figlio era superare il dolore che dura miliardi di generazioni. Non sapevamo di avere un Genitore Celeste del genere. (301-100, 20.4.1999)

Chi è Satana? È un adultero dell’amore di Dio… Dio ha dovuto lasciare che il nemico Satana abbracciasse Eva. Ha dovuto ascoltare le accuse di Satana migliaia di volte e, nonostante ciò, ha dovuto amarlo. Questa è stata la posizione di Dio. Non avete idea di quanto sia difficile la situazione di Dio, vero? Dovete sapere che la posizione di Dio è ancora più difficile di quella di un uomo che ha dovuto lasciare che la sua adorata moglie fosse abbracciata dal suo nemico e, nonostante ciò ha dovuto pregare per la felicità di quel nemico. Voi sareste capaci di farlo? (182-174, 16.10.1988)

Satana è l’adultero che ha sedotto Eva. Perciò, è il nemico dell’amore di Dio. Anche se quel nemico dell’amore è sempre andato da Dio lanciando delle accuse per migliaia di anni, fino ad oggi Dio ha realizzato il Suo ruolo di vero Signore senza un segno di dispiacere sul volto.

Perciò, fino a quando Dio non stabilisce una base centrale sulla terra, non importa chi vada da Lui a lamentarsi, Dio non può mettersi contro questa persona. La ragione è che esiste l’arcangelo. (182-246, 23.10.1988)

Satana è un adultero dell’amore di Dio. È stato il Reverendo Moon ad annunciare questo al mondo per la prima volta. Ma chi è il diavolo? È un servo che ha violato la donna che sarebbe dovuta diventare la moglie di Dio. Chi sono Adamo ed Eva? Sono il corpo di Dio. Nella Bibbia, in I Corinzi è scritto: «Non sapete che siete il tempio di Dio…?» (I Cor. 3:16). Noi siamo la casa di Dio. La Bibbia afferma che in qualunque modo Adamo chiamava ciascuna creatura vivente, quello diventava il suo nome. Che cosa vuol dire? Significa che Dio era entrato nella sua anima e dimorava lì. (209-40, 25.11.1990)

Dal punto di vista di Dio Satana è un adultero. Eva è un’adultera e Satana è un adultero. Dio deve considerare questa moglie e questa figlia come una donna pura e una figlia pura. Altrimenti, non può restaurarla al suo stato originale. Questa è la dimensione di cuore in cui si trova Dio, ma nessuno conosce quanto è misero il Suo stato d’animo; nessuno tranne me. (227-47, 10.2.1992)

L’adorata moglie di un uomo è stata portata via dal suo nemico e ha avuto un figlio da quel nemico; poi, però, deve tornare dal suo marito originale che deve accogliere lei e i suoi figli con lo stesso cuore puro che aveva per lei prima del loro matrimonio. Lei è la nemica dell’amore, l’adultera dell’amore. Questa è esattamente la situazione di Adamo ed Eva caduti.

Il mondo di pace tuttavia non si realizzerà finché Dio non supererà quello scoglio nel regno del cuore. Solo quando quel modello sarà stabilito Satana si arrenderà naturalmente. (237-238, 17.11.1992)

Dio non può essere Dio se tratta i figli e le figlie del diavolo, il nemico del Suo amore, come i figli di un nemico. Dio deve stabilire il modello, amandoli con lo stesso cuore con cui avrebbe amato i Suoi figli e le Sue figlie originali senza peccato. Avete mai pensato che Dio si trova in una situazione così misera che può agire solo in questo modo? (208-291, 20.11.1990)

Il livello più alto per il cristianesimo e le altre religioni è amare il proprio nemico. Secondo il Principio anche Dio si trova in questa posizione. Perciò non può fare a meno di amare il diavolo, Satana. Anche se Satana è il nemico dell’amore, Dio deve amare questo nemico più di quanto amava Adamo ed Eva prima della caduta. Perché? Perché quando Eva ritorna da Lui lasciando il petto del Suo nemico e portando con sé dei figli e delle figlie illegittimi, il Padre deve amarli più di quanto ama i figli a cui Lui ha dato nascita. Altrimenti Eva non ha nessuna possibilità di ritornare alla sua posizione originale. Capite cosa significa? (235-84, 29.8.1992)

Arriviamo alla conclusione che non si può diventare figli di Dio senza avere la nobiltà d’animo di un uomo che riesce a pregare per la felicità del suo nemico anche dopo che la sua diletta moglie è andata tra le braccia di quel nemico. Perché? Chi era Eva? Era la moglie di Dio, ma divenne come un’adultera con la quale Satana si è trastullato per seimila anni fino ad oggi… In realtà non sono stati seimila anni, ma diverse decine di migliaia di anni. Non dicono forse che la storia dell’umanità dura da circa dieci milioni di anni? Chi conosce le valli profonde del cuore addolorato di Dio che ha dovuto affrontare le accuse di Satana per tutto questo tempo! Ecco perché dico che se uno non ha sperimentato il cuore di un uomo che ha lasciato andare la sua adorata moglie tra le braccia del nemico, e tuttavia ha pregato per la felicità di quel nemico, non può conoscere il cuore di Dio. (184-302, 1.1.1989)

Eva abbandonò Dio il giorno prima delle loro nozze e andò dal Suo nemico. Divenne un’adultera; visse con il nemico di Dio e generò i figli del nemico. Eppure, Dio doveva accettarla di nuovo come se fosse una persona originale e immacolata. Riflettendo sul cuore di Dio che ha dovuto far questo, ho pensato che dovevo fare della Madre una madre stupenda. Solo rendendo la Madre una madre più meravigliosa di Eva, avrei potuto far scomparire la cicatrice dal cuore di Dio che era stato ferito, mortificato e addolorato a causa di Eva. La famiglia dei Veri Genitori deve fare questo. Capite cosa voglio dire? (233-255, 1.8.1992)

Per percorrere questo cammino, devo avere un cuore capace di benedire quel mostro di Satana persino dopo aver lasciato andare la mia amata moglie tra le sue braccia. Capite cosa voglio dire? Dio si è trovato in quella posizione. Il diavolo è l’adultero e il nemico dell’amore, ma negli Ultimi Giorni la persona qualificata ad essere il Messia non può liberare Dio senza avere la risolutezza di sacrificare persino la propria sposa per questo scopo e consegnarla a Satana. (185-133, 3.1.1989)

5.2. Le condizioni per le accuse di Satana

Per Dio, il diavolo è l’adultero dell’amore. Finora Dio ha affrontato tutte le accuse fatte dal diavolo, l’adultero dell’amore. Dio ha dovuto perseverare nel Suo cuore fino ad oggi per riscattare la condizione che Gli permette di dire di fronte a tutta l’umanità di aver amato il diavolo. Perché? Se l’arcangelo non fosse caduto, sarebbe rimasto l’arcangelo. Anche l’arcangelo poteva entrare in cielo solo quando poteva ricevere l’amore di Dio. Dio con i Suoi figli e le Sue figlie entrano in cielo solo dopo essere riusciti ad amare l’arcangelo. Ecco perché Satana li accusa. Dice: «Io sono diventato il diavolo, ma il Tuo principio di creazione, il modello originale secondo il principio, rimane intatto. Perciò non è forse una legge che Tu e i Tuoi figli non potete andare in cielo se non mi amate?» Quando Satana dice questo, Dio deve rispondere di sì. Finora Satana ha preso Dio per il collo e Lo ha accusato. (185-56, 1.1.1989)

Chi è Satana? È l’adultero dell’amore di Dio. Questo mascalzone maligno ha distrutto i principi morali del cielo e, senza alcuna vergogna, tiene ancora stretta l’umanità che vive sulla terra; tormenta le persone, spogliandole di tutto e ingannandole. Dice: «Ammucchierò questi farabutti all’inferno in un bidone della spazzatura. Se li lascerò stare, ritorneranno subito da Dio, perché hanno una mente originale che li conduce a Lui». Quando arriva la primavera, anche i rami appassiti iniziano a germogliare alla luce mattutina del sole primaverile. Allo stesso modo, se al cuore di una per-sona è data la libertà, la sua mente originale si rivolgerà naturalmente verso Dio. Per questo Satana è così spietato e cerca di gettare le persone all’inferno. Però loro non lo sanno. Vi invito a liberare e a unire l’umanità che non è consapevole del suo misero destino. Unifichiamola. (142-281, 13.3.1986)

A qualsiasi costo e a prezzo di qualunque sacrificio dobbiamo fare i conti con l’adultero che ha offeso nostro Padre. Tuttavia, non possiamo farlo coi fucili e con le spade. Se non possediamo un amore più grande, non è possibile esigere un pagamento da lui; io la vedo in questo modo. Perciò Dio può prendere la Sua posizione secondo il principio di creazione originale solo dopo che è in grado di amare il Suo nemico. Perché? Perché originariamente, al tempo della creazione, il diavolo Satana, che è l’arcangelo, avrebbe dovuto essere amato da Dio. Poiché era destinato a ricevere amore eternamente, Satana tiene Dio ancora fermamente in pugno e dice: «Se Tu vuoi essere Dio, devi stabilire il principio che Ti darà la possibilità di amarmi, anche se sono caduto; altrimenti non puoi metterti nella posizione di Sovrano dell’universo!» Il problema sta qui. Questa è davvero una verità strabiliante. (120-266, 17.10.1982)

Secondo il Principio originale della creazione, gli esseri umani dovevano essere i figli e le figlie di Dio, ma a causa della caduta divennero figli di Satana. Così, Dio ha lottato faccia a faccia con l’adultero Satana. Finora Dio ha impiegato una strategia per prevenire l’insorgere delle condizioni che portano all’accusa di Satana e per riportare a Sé l’umanità. I cristiani non hanno idea della situazione terribile in cui si trova Dio. Pensano solo a un Dio glorioso, e dicono: «Oh, grande Dio, che dimori nella gloria del cielo e della terra!» (41-301, 17.2.1971)

Chi è Satana? Per Dio è l’adultero. Poiché perdonare l’adultero andrebbe contro il principio celeste, Dio non può perdonarlo. Perciò, anche se Dio può perdonare gli uomini del mondo satanico cento o mille volte, non può assolutamente perdonare Satana. Ecco perché arriverà il grande giudizio. Chi sarà giudicato nel grande giudizio? Non saranno gli esseri umani, ma Satana, che dimora come un padrone nelle loro anime, ad essere giudicato. (22-282, 4.5.1969)

Satana è il nemico che ha violato l’amore. È un ladro farabutto che è entrato in casa mentre i genitori dormivano; ha ucciso il padre e stuprato la madre. Chi è Satana? È il nemico dell’amore che ha stuprato Eva, la beneamata di Dio, e la partner di Dio in forma sostanziale.

Dobbiamo avere un cuore capace di dare la persona che amiamo di più a un simile adultero e benedirlo lo stesso. Non si può amare il nemico semplicemente perdonandolo. Satana vi dirà grazie solo perché l’avete perdonato? Dobbiamo avere un cuore tale da poter benedire il nostro nemico anche dopo avergli dato la nostra unica adorata. Questo è l’ultimo ostacolo che dobbiamo superare. Tuttavia, la gente dice che andrà in cielo solo grazie alla sua fede, non è vero? (34-278, 13.9.1970)

I cristiani credono che Adamo ed Eva caddero mangiando un frutto, dopo che il serpente li ebbe istigati a farlo sussurrandoglielo. Non hanno alcuna idea di come operano i principi fondamentali. Non potete immaginare quanto Dio sia triste, infelice e frustrato per questo. Dio è più triste, frustrato e infelice di chiunque altro nella storia. Nel momento in cui Adamo ed Eva mangiarono il frutto dell’albero della conoscenza del bene e del male il Suo cuore scoppiò quasi dall’angoscia. Eppure, Dio non poteva fare a meno di amarli. Dovete capire questo. (21-141, 17.11.1968)

Quando Adamo ed Eva erano sul punto di mangiare il frutto dell’albero della conoscenza del bene e del male, pensate che Dio abbia detto: «È proprio quello che mi aspettavo. Fate pure!» Sicuramente no! Il Suo cuore si raggelò e tutti i Suoi sensi si concentrarono in quel luogo. Dio tremava e sanguinava. Gli veniva voglia di gridare: «Non dovete mangiare il frutto!» A causa di quel dolore e di quella frustrazione indescrivibili Dio non poteva pensare ad altro. Questa deve essere stata la Sua situazione. Pensate che Dio si sia messo semplicemente a guardare Adamo ed Eva che mangiavano il frutto del bene e del male? Se avesse avuto una spada avrebbe voluto tagliar via quella storia, eliminare il mondo intero, ma la Sua posizione non Gli permetteva di farlo. Tutto quello che poteva fare era essere sopraffatto dal dolore. (21-141, 17.11.1968)

Se Adamo ed Eva fossero stati in grado di capire il cuore profondo di Dio, non avrebbero avuto la possibilità di cadere. Dio amava i Suoi figli come Genitore, ma essi non capivano la profondità del Suo cuore di genitore. Certo Adamo ed Eva caddero mentre erano ancora giovani, ma la loro tenera età non fu di per sé la causa della caduta. Piuttosto, caddero perché mancavano di cuore. Se avessero potuto sentire: «Dio vive per me. Mai e poi mai potrà essere separato da me. È coinvolto in tutto quello che mi riguarda», non avrebbero commesso la caduta. In definitiva Adamo ed Eva caddero perché non riuscirono a raggiungere un’unità di cuore con Dio. Questo problema terribile venne fuori perché i loro desideri deviarono dai desideri di Dio e i loro pensieri presero una direzione diversa da quella dei pensieri di Dio. (65-173, 19.11.1972)

Un ladro uccise il padre originale e stuprò la madre. Gli uomini caduti oggi sono nella posizione di figli nati da quel rapporto. Chi è Satana? È il nemico dell’amore di Dio. Satana è l’adultero che ha violato i figli di Dio, tanto che nemmeno il Dio di amore lo può perdonare. Non c’è modo di perdonare l’adultero dell’amore. Gli altri possono essere perdonati, ma Satana no. Se sarà perdonato, la legge celeste crollerà. (41-197, 15.2.1971)

Siamo discendenti caduti che hanno tradito il cuore di Dio. Sapete che cosa hanno tradito i nostri antenati? Pensate che abbiano mangiato semplicemente il frutto del bene e del male che Dio aveva loro proibito di mangiare? No. Hanno tradito il cuore di Dio. Questo è il problema. Che tipo di cuore hanno tradito? Il cuore dell’ideale di creazione, un cuore pieno di speranza. (9-112, 24.4.1960)

Perché non possiamo eliminare di colpo Satana? Perché il Dio onnipotente non può farlo immediatamente? Perché questo problema ha a che fare con la linea di sangue. Se Dio avesse provato a rimuovere questo lignaggio tutto di un colpo, avrebbe dovuto sterminare l’intero genere umano. Se si dovesse estrarre il sangue che abbiamo ereditato da Satana, gli esseri umani scomparirebbero. Scomparirebbero anche Adamo ed Eva.

L’umanità dovrebbe essere schiacciata completamente. Perché Dio non poteva eliminare Adamo ed Eva e crearne dei nuovi? Dio non può creare le persone daccapo. L’amore è l’alfa e l’omega, l’inizio e la fine. Questo è diventato il modello ideale. Perciò Dio non può colpire gli esseri umani che sono i partner oggetto di quell’amore. Dovete capire questo punto. (188-225, 26.2.1989)

In che modo Satana è riuscito ad opporsi a Dio per seimila anni? Finora Satana ha messo il Principio davanti a Dio. Satana dice: «Dio, Tu mi puoi punire? Se mi vuoi punire, prima devi distruggere il cielo e la terra. Quando mi hai creato, non avevi forse intenzione di amarmi con l’amore che appartiene allo stadio di perfezione, anche se è solo un amore destinato ad un arcangelo?» Persino l’arcangelo deve ricevere l’amore che appartiene al livello di perfezione, quantunque sia il tipo di amore adatto a lui. Così l’arcangelo chiederà a Dio: «Quando mi hai amato allo stadio di perfezione?» Anche Dio rimane intrappolato in questo punto.

Dio ha amato l’arcangelo allo stadio di perfezione? No, non ha potuto farlo. Solo dopo che Dio ha amato l’arcangelo nel Giardino di Eden, il cielo e la terra liberi, con l’amore che appartiene al livello della perfezione, la responsabilità di Dio è completata. Altrimenti, Dio rimane intrappolato e non si può muovere. (37-254, 27.12.1970)

Il motivo per cui Dio non può infierire su Satana per aver ucciso milioni dei Suoi adorati figli e figlie nel corso degli ultimi seimila anni è perché Dio è responsabile di non aver amato completamente l’arcangelo. Per questa ragione, ogni volta che qualcuno fa qualcosa di sbagliato, c’è una continua serie di accuse da parte di Satana: «Dio, il tal dei tali sta facendo questo e quest’altro». Poiché è sorta la Chiesa della Unificazione possiamo sapere queste cose che nessuno finora aveva mai capito. (35-95, 4.10.1970)

Non c’è mai stato un luogo dove Dio poteva stare, perché non aveva un figlio di pietà filiale o un sistema d’amore che poteva sostenere il regno celeste con persone che realizzavano la via dei patrioti, dei santi e dei figli divini. Fino ad oggi, Dio è stato prigioniero e recluso. Il regno celeste è diventato una rovina vuota. Dio ha portato questa pena nel Suo cuore. (302-226, 14.6.1999)

Sezione 6. La Benedizione dei Veri Genitori e la restaurazione del lignaggio

6.1. La necessità dei Veri Genitori come Messia

Siete nati nel lignaggio dei genitori falsi, allontanati dalla presenza di Dio, in una posizione che non ha niente a che fare con i Veri Genitori. Per liberarvi di questo lignaggio, dovete calpestarlo ripetutamente e sradicarlo. Senza cambiare fondamentalmente il vostro lignaggio, non potrete entrare nel Regno di Dio. (22-271, 4.5.1969)

Nel trasformare il lignaggio, se non si realizza la condizione per la vittoria nel midollo osseo di Adamo e nel profondo del suo sangue e della sua carne, legando l’amore di Dio al seme che in futuro diventerà un bambino, il figlio di Dio non può nascere. Questa è una teoria logica. Non è forse riportata nella Bibbia? Se è così, la Bibbia è sicuramente la parola di Dio. (35-162, 13.10.1970)

Chi è il Messia? I Veri Genitori. E perché sono necessari? Perché gli esseri umani devono ricevere un nuovo innesto attraverso l’amore dei Veri Genitori. Quindi, se non appaiono i Veri Genitori – il Messia – gli uomini caduti non potranno eliminare il loro peccato originale o essere liberati dal peccato e ricevere la Benedizione allo stadio di completezza. (35-215, 19.10.1970)

Il Messia deve venire su questa terra nella posizione dei Veri Genitori. Allora, chi sono i Veri Genitori? Sono i Genitori orizzontali che possiedono il vero amore orizzontale e rappresentano il Vero Genitore verticale. I cristiani dicono che il Messia è Dio, e che Dio è il Messia, ma questo è sbagliato. Dio è il Vero Genitore verticale. È l’unico. Il Messia è il Vero Genitore orizzontale. (186-40, 24.1.1989)

Che tipo di Salvatore cercano le persone cadute? La sua posizione non deve essere quella di un genitore caduto. Il Salvatore deve essere qualcuno simile ad Adamo ed Eva che non sono caduti; deve unirsi alla volontà di Dio, ricevere l’amore e la Benedizione di Dio e dar nascita all’umanità nella posizione del Vero Genitore. Altrimenti, l’umanità non può salire ad una posizione che non ha rapporti con il peccato originale. (22-269, 4.5.1969)

Dovete ereditare un nuovo lignaggio. Per poterlo fare, il Messia deve venire come Padre, dare il benvenuto ad Eva e realizzare la restaurazione tramite indennizzo sulla base della sua vittoria sul mondo satanico, su una base che abbraccia il mondo intero e nella quale Satana non può interferire. Poi il Messia deve consumare un’unione coniugale, creare una famiglia, dar nascita a dei figli e iniziare il processo di innesto a livello orizzontale. Per questo nella Chiesa dell’Unificazione io do la Benedizione. La Chiesa dell’Unificazione è unica. Da dove ha origine il lignaggio della Chiesa della Unificazione? Ha origine da Dio. Perciò, lasciate pure che il mondo satanico si opponga a noi. Dopo che l’avrà fatto, dovrà risarcire i danni. (169-37, 4.10.1987)

Poiché gli esseri umani hanno ricevuto il sangue satanico, non possono tornare a Dio da soli. Così il Messia deve realizzare la restaurazione assoluta del lignaggio, rinnovando la linea di sangue che è stata profanata da Satana. Questo cambiamento deve essere fatto. È per questo che il Messia deve sicuramente venire. Senza la sua venuta non ci sarà nessuna restaurazione del lignaggio. Dobbiamo restaurare la linea di sangue. (172-53, 7.1.1988)

Avere un lignaggio diverso vuol dire avere un padre diverso. Perciò, chi è nato da un padre diverso e da una linea di sangue diversa non può indennizzare i suoi peccati se non attraverso dei genitori originali, non macchiati dalla caduta. Per questo, la storia è stata intessuta di ideali religiosi fino all’arrivo dell’unica persona che non ha nessun legame con la caduta e che ha il diritto di essere il primo antenato. (20-115, 1.5.1968)

Perché abbiamo bisogno dei Veri Genitori? Perché dobbiamo mettere radice nel regno del cuore. Ora la radice è diversa. Attraverso la caduta, tutti i tronchi e i rami sono diventati diversi. Qui con i Veri Genitori è cominciata una nuova radice e che cosa è emerso? Sono cresciuti un tronco e dei rami. Dovete innestarli in voi stessi. Dovete abbattervi e fare in modo che i nuovi rami siano innestati in voi. Dopo l’innesto, vi unirete alla grande corrente principale dell’universo. Dovete eliminare tutto ciò che proviene dal mondo satanico, tagliandolo alla radice. (164-155, 10.5.1987)

Attraverso la caduta, gli esseri umani sono diventati le incarnazioni di Satana, senza nessun rapporto con Dio. Sono dal lato completamente opposto all’amore di Dio, per questo devono pagare indennizzo. (35-159, 13.10.1970)

Lo scopo dell’indennizzo è eliminare il peccato originale, ma per eliminare il peccato deve essere risolto il problema fondamentale del lignaggio. L’umanità caduta non ha alcuna possibilità di riuscire a risolvere il problema del lignaggio da sola. Ecco perché è necessario il Messia. (35-159, 13.10.1970)

Che cosa devono fare i Veri Genitori? Devono purificare il lignaggio falso che è la radice del mondo satanico; devono porre rimedio alla vita falsa e correggere i modi di fare dell’amore falso. La Bibbia afferma: «Perché chiunque vuole salvare la propria vita la perderà, e chiunque perde la sua vita per amore mio la troverà». Questa logica paradossale appare perché il mondo satanico deve morire. (169-37, 4.10.1987)

La caduta fu un matrimonio illecito che ebbe luogo nel Giardino di Eden. Questo è stato invertito attraverso i Veri Genitori che hanno permesso la celebrazione di matrimoni legittimi. L’inferno è stato abolito dai Veri Genitori che hanno spazzato via il male perpetrato dai falsi genitori e ora i Veri Genitori stanno benedicendo in matrimonio centinaia di miliardi di antenati nel mondo spirituale. Attraverso la base delle famiglie dei discendenti sulla terra, centrate sul vero amore, non solo essi possono essere uniti verticalmente ai loro antenati nel mondo spirituale, ma è anche possibile collegare insieme l’oriente e l’occidente. (300-222, 14.3.1999)

Dovete desiderare ardentemente e sinceramente i Genitori. Non potete ricevere la salvezza senza servire i Genitori, sulla base del fatto che essi sono la motivazione della vostra vita, tutta la vostra speranza, la radice di tutti i vostri ideali e della vostra felicità. Avete mai provato ad offrire un tale servizio? Dovete capirlo chiaramente. Perciò dovete avere la convinzione di essere un figlio che si può unire eternamente ai Veri Genitori, ed essere così fermamente convinti da riuscire a trascendere la consapevolezza di voi stessi. Altrimenti, non funzionerà. (30-237, 23.3.1970)

Fino a che punto mi dovete amare? Ritorniamo alla domanda fondamentale. Non dovete amare mentre avete ancora dentro di voi tracce dell’amore del mondo satanico, mentre siete ancora macchiati da quell’amore. Dovete trascendere quell’amore. Che cosa vuol dire? Dovete amare me più di quanto amate vostra madre, padre, moglie e figli che sono nati nel mondo satanico, più di quanto amate chiunque altro.

Per questo nella Bibbia è scritto: «Chi ama il padre e la madre più di me non è degno di me; chi ama il figlio o la figlia più di me non è degno di me». (Mt. 10:37) Gesù arrivò a questa conclusione. In seguito, disse: «Se qualcuno vuole seguirmi, rinneghi sé stesso, prenda la sua croce e mi segua». (Mt. 16:24) Continuò a dire che dobbiamo prendere la croce e seguirlo. Ci disse di prendere la croce. Poiché dobbiamo superare la forza che ci tira nella direzione opposta, viene chiamata croce. Dobbiamo versare lacrime amare. (178-97, 1.6.1988)

Anche se il Messia può cambiare la vostra linea di sangue, siete voi che dovete agire per cambiarla. Senza stabilire questo modello, non possiamo raggiungere la via della salvezza. Non è possibile raggiungerla facilmente, ma solo attraverso una situazione dove è in gioco la nostra vita. Il cambiamento del lignaggio è possibile solo quando completate un periodo di digiuno e di preghiera di quaranta giorni oppure sperimentate uno stato di morte in cui vomitate sangue. (35-160, 13.10.1970)

Dovete imparare da me a porre le condizioni di indennizzo. Se in passato in Giappone ci fosse stato qualcuno che voleva sapere queste cose e avesse comperato questa conoscenza a costo di tutto il Giappone, il Giappone avrebbe potuto già unire il mondo. Nel mondo non si può fare un affare migliore di questo. La Bibbia afferma: «Quale vantaggio avrà l’uomo se guadagnerà il mondo intero e poi perderà la sua vita?» (Mt. 16:26) Ecco quanto è preziosa la vita. Dobbiamo capire in che modo porre delle condizioni di indennizzo e far rivivere la nostra vita preziosa. (22-207, 4.2.1969)

6.2. La restaurazione del lignaggio è l’essenza dell’ideologia centrata sul Signore che ritorna

Chi cambia il lignaggio? Non è qualcosa che può essere fatto da chiunque. Dovete capire che per realizzare questo, ho dovuto percorrere il cammino della croce, pieno di lacrime. Poiché questo modello è stato stabilito, tutti voi che non avete nessun merito personale ora potete ereditare la nuova tradizione per mezzo della Benedizione. Per stabilire il regno vittorioso di questo cambiamento del lignaggio, Dio ha dovuto faticare per migliaia di anni, e io ho dovuto soffrire per tutta la mia vita sulla terra. Voi vi trovate su questa fondazione. La Benedizione è un innesto; il vostro lignaggio viene cambiato attraverso quell’innesto. (35-178, 13.10.1970)

Affinché il nostro lignaggio sia uguale a quello di Dio dobbiamo seguire il regno del cuore di Dio. Perché? Perché la nostra radice e il nostro tronco sono diversi. Perciò, la nostra radice e i nostri germogli devono essere uguali. Mentre cerchiamo di realizzare questo, sicuramente ci troveremo di fronte al tremendo problema del cambiamento del lignaggio. Non potete affrontare questo problema da soli. Avete bisogno dei Veri Genitori. (172-55, 7.1.1988)

Dio acchiappa le persone che vivono nel dominio dell’amore falso di Satana e le fa rinascere con il Suo amore più grande. Gli uomini nascono da genitori con un amore falso; nascono da antenati con un amore falso in un lignaggio di amore falso. Perciò possono diventare i figli di Dio e il popolo di Dio solo dopo essere rinati da dei genitori, da degli antenati e da un lignaggio di amore vero. Il valore del sangue prezioso di Gesù e la cerimonia dell’eucaristia sono espressioni simboliche e metaforiche della dispensazione che mira a trasformare gli uomini in figli di Dio attraverso il cambiamento della linea di sangue. (135-12, 20.8.1985)

Quando ricevete la Benedizione nella Chiesa dell’Unificazione, ci sono delle cerimonie per il cambiamento del lignaggio. Le avete fatte, non è vero? Il bastone dell’indennizzo, la cerimonia dei tre giorni… Come sono complicate! Satana non si può intromettere in queste cerimonie. Secondo la legge di Dio e dei Veri Genitori queste cerimonie aprono le porte del Regno dei Cieli e dichiarano la liberazione. Quindi Satana che ha iniziato ad esercitare il suo potere al livello di completezza dello stadio di crescita, non ha niente a che fare con esse. Voi, coppie benedette, capite che siete passate attraverso le cerimonie per il cambiamento della linea di sangue? Le persone devono assolutamente passare attraverso queste cerimonie. (235-215, 20.9.1992)

Il cambiamento del lignaggio è un concetto assoluto, necessario nel processo della restaurazione. Quando avete ricevuto la Benedizione, avete fatto la cerimonia del cambiamento del lignaggio, non è vero? Per cambiare la vostra linea di sangue avete bisogno del vino benedetto. Per la preparazione del vino benedetto sono necessari ventun processi di santificazione. Non lo sapevate, vero? La preparazione del vino benedetto richiede elementi che portano frutto nell’aria, sulla terra e nel sottosuolo, insieme alle cose più preziose del mondo minerale, vegetale e animale. In tutto sono necessari ventun elementi santificati per passare attraverso questo processo. Tutte queste cose non devono avere nessuna condizione di accusa. Devono essere lasciate, senza essere toccate, per sette mesi e senza che durante quel periodo di tempo accada loro qualcosa di brutto. Voi avete bevuto questo vino benedetto, ma prepararlo non è stato facile. (215-109, 6.2.1991)

Non percepite il cambiamento del lignaggio in modo così reale, non è vero? Quando l’avete realizzato? Quando io sono in posizione Abele, voi, in posizione Caino, dovete unirvi a me completamente. Potete unirvi totalmente a me grazie a questo rapporto. Senza questo rapporto vi troverete in grande difficoltà. (161-153, 18.1.1987)

Quale accordo speciale è contenuto nel Principio dell’Unificazione? Voi e i Veri Genitori avete messo la firma sull’accordo che vi concede il diritto speciale di essere figli e figlie di Dio. Dopodiché avete fatto la cerimonia del cambiamento della linea di sangue, condotta dai Veri Genitori. Una volta che vi trovate in quella posizione e ricevete il titolo di chi è stato liberato, potete andare persino nel regno celeste. Ma quando entrate in quel luogo dovete indossare degli abiti da cerimonia. Non potete andare nudi nel regno celeste. Per entrare in cielo, dovete avere addosso degli abiti da cerimonia. E che cosa sono questi abiti? Li indossate quando vi armate del Principio dell’Unificazione e lo mettete in pratica nella vostra vita. Avete ricevuto tutti i privilegi. Nel mondo secolare non esiste nulla del genere. (214-71, 1.2.1991)

Come potete collegarvi al cuore di Dio? Non potete farlo su una base teorica. Potete collegarvi solo attraverso il lignaggio. Avete ereditato la linea di sangue del cuore di Dio? Finora non l’avete capito. Ecco perché prima di ricevere la Benedizione c’è una cerimonia per il cambiamento della linea di sangue. In quel momento dovete entrare in uno stato di abnegazione dove non possedete niente. Dovete mettervi nella posizione di chi è senza il proprio corpo e avere la convinzione che vi permette di dire: «Sono il punto di inizio dal quale tutti i miei discendenti erediteranno il sangue e la carne dei Veri Genitori». (180-159, 22.8.1988)

Quando avete ricevuto la Benedizione avete anche partecipato alla cerimonia del cambiamento della linea di sangue, non è vero? Senza capire niente avete soltanto seguito le mie istruzioni, ma in realtà non è così semplice. La storia è stata nel caos perché Gesù non ha potuto consumare un rapporto coniugale. Se consideriamo dal punto di vista del cuore l’istituzione di una coppia che deve servire a questo scopo, possiamo capire che se la linea di sangue dopo la Benedizione è contaminata, il problema che ne deriva è grave. Non si tratta semplicemente di che tipo di punizione infliggere. Adamo ed Eva caddero quando erano ancora immaturi, ma Dio li espulse comunque dal Giardino di Eden. Se una persona commette quel peccato dopo essere stata messa sul livello di perfezione del cuore, non ci possono essere scuse. Dio non vuole vedere nemmeno la schiena di queste persone. Anche io sento la stessa cosa. (198-220, 3.2.1990)

Siete tutti passati attraverso la cerimonia del cambiamento della linea di sangue quando avete ricevuto la Benedizione, non è vero? Quindi, dovete diventare completamente diversi. Questo sarebbe stato possibile se non fossero apparsi i Veri Genitori? Che corso difficile si è sviluppato dal tempo della creazione del mondo! Dovete essere grati per il solo fatto che sono apparsi i Veri Genitori, ma è ancora più straordinario che abbiate ricevuto la Benedizione da loro. La loro tradizione è la tradizione della linea di sangue. Comprende il vero amore, la vera vita e il vero lignaggio. Dovete tenerlo sempre a mente. (216-36, 3.3.1991)

Qual è il significato delle Famiglie Benedette? Satana non può dominare le Famiglie Benedette. Se credete completamente in me e mantenete salda la convinzione di appartenere ai Veri Genitori, allora, non importa in quale nazione vi troviate, Satana non vi potrà invadere. Perché? Perché siete collegati alla dimensione di cuore dei Veri Genitori in cui il vostro lignaggio è stato cambiato. Per questo motivo Satana da questo punto in poi non vi può toccare. (149-53, 2.11.1986)

Satana dice: «Io sono caduto e ho distrutto completamente il Tuo lignaggio, perciò, affinché Tu e Tuo figlio possiate entrare nel regno celeste, devi cambiare il suo lignaggio, non è vero?

Le sue radici devono essere collegate al Tuo lignaggio… Se Tu sei il Soggetto della vita, allora Adamo deve ricevere il seme della vita da Te e collegarlo ad Eva, in modo da poter diventare la radice. Devono realizzare questo modello originale per essere nella posizione di membri della Tua famiglia. Per far questo, devi cambiare e ricostruire la linea di sangue di persone che hanno un legame di sangue con me, altrimenti esse non possono entrare in cielo. Le persone che hanno la loro radice in Adamo sono destinate ad entrare nel regno celeste. Ma qualcuno che ha le sue radici nell’arcangelo può entrarci? No, non può!» Capite cosa significa questo? (197-286, 20.1.1990)

Il fatto doloroso e sorprendente è che gli esseri umani discendono dalla caduta. Hanno cambiato il loro lignaggio, ereditando così un destino tragico e umiliante. Per liberarsi da questo destino che hanno ereditato, devono fare tutto il possibile per diventare dei figli e delle figlie liberati, che possono chiamare Dio “Padre” senza esitazione. Siete sicuri di poterlo fare? Pensate che io abbia la fiducia di chiamare Dio “Padre”? Sì, ce l’ho. (197-115, 7.1.1990)

Lungo il corso della restaurazione dobbiamo risalire dall’era del servo dei servi, passando attraverso l’era del servo e quella del figlio adottivo fino a raggiungere l’era della linea di sangue diretta. Ma siete in grado di completare il corso dall’era del servo dei servi, passando attraverso l’era del servo e del figlio adottivo e arrivare a collegarvi all’era della linea di sangue diretta? Non ci si può collegare all’era del lignaggio diretto tanto facilmente. Secondo il Principio, vi viene chiesto di passare attraverso la fondazione di fede e la fondazione di sostanza per accogliere il Messia. Il Messia è il vero figlio di Dio. Il lignaggio di un figlio adottivo e quello di un vero figlio sono diversi. Ecco perché abbiamo bisogno di un cambiamento della linea di sangue. (55-192, 9.5.1972)

Le persone cadute devono cambiare la loro linea di sangue. Questo è il punto fondamentale. Il rapporto fra Dio e l’umanità è quello fra genitore e figlio, ma questo fatto non è mai stato conosciuto. Ecco perché la storia non ha potuto essere sbrogliata e la provvidenza di Dio finora non è mai stata capita. Il cambiamento del lignaggio deve avvenire ad ogni livello – l’individuo, la famiglia, il popolo, la nazione e il mondo. Per questo deve venire il Messia. Il vero lignaggio appare con la venuta dei Veri Genitori. Se i Genitori non compaiono, il lignaggio caduto rimane invariato. Ogni persona deve assumersi la responsabilità per questi problemi. Ognuno deve fare questo lavoro e superarlo, ma poiché non eravate consapevoli di queste cose, il Messia, che invece le capisce, viene e le realizza per voi. (161-147, 18.1.1987)

L’umanità caduta ha avuto un inizio sbagliato. Per questo deve ritornare a Dio. Dove deve ritornare? Al punto di partenza. Poiché gli esseri umani hanno avuto origine da genitori falsi, devono tornare indietro e avere una nuova origine dai Veri Genitori. Com’è seria questa faccenda! Dovete ereditare l’amore, la vita e il lignaggio di Dio. Così, quando avete ricevuto la Benedizione siete passato attraverso la cerimonia per cambiare la linea di sangue, non è vero? Dovete credere in questo più di quanto credete nella vostra stessa vita. Non consideratelo solo come un altro rito della Chiesa dell’Unificazione o una qualsiasi altra cerimonia religiosa. Questa cerimonia è come l’iniezione di una medicina che riporta in vita una persona morta. È un’iniezione disintossicante. (216-107, 9.3.1991)

Se guardiamo la storia biblica, vediamo che Giacobbe, unito nel cuore a sua madre, ingannò suo padre per ricevere la sua benedizione. Inoltre, se consideriamo la storia di Tamara, vediamo che, nonostante le azioni immorali di questa donna, Gesù nacque dalla tribù di Giuda. Che cosa vuol dire? Queste cose avvennero perché il punto in questione era il cambiamento della linea di sangue. Il lignaggio caduto deve essere purificato.

Solo il cristianesimo ha riconosciuto l’importanza del lignaggio considerando la purificazione della linea di sangue come parte essenziale del suo insegnamento. Perciò possiamo concludere che, dal momento che le altre religioni non hanno una simile storia, devono seguire il cristianesimo. Per questo io non ho potuto ignorare il cristianesimo pensando alla questione del cambiamento della linea di sangue. Non ho potuto ignorare il cristianesimo, perché ha ereditato l’ideologia del popolo scelto. Se avessi sostenuto che tutte le religioni sono uguali, perché sarei stato perseguitato? Capite di cosa sto parlando? Questo insegnamento è l’ideologia fondamentale. Dovete capirlo chiaramente. (227-349, 16.2.1992)

CAPITOLO III – La formula dell’indennizzo e della restaurazione

Sezione 1. Le opere di Rebecca, di Tamara e di Maria dal punto di vista della restaurazione della maternità

1.1. La caduta di Eva e i raggiri di Rebecca e di Tamara

La caduta ebbe inizio dal ventre della madre, perciò la restaurazione deve aver luogo nel ventre materno. Poiché questo divenne il punto d’inizio e l’origine del male, dobbiamo ritornare a quel punto originale anche nella restaurazione. Per questo, Dio scelse due fratelli attraverso i quali portare avanti la provvidenza per restaurare il diritto del figlio maggiore. In altre parole, Caino, il primogenito, doveva scendere alla posizione di Abele, e Abele doveva salire alla posizione di Caino, che è il figlio maggiore. Alla fine, tuttavia, Caino uccise Abele. Questo gesto fu una ripetizione dell’atto della caduta al tempo di Adamo ed Eva. Adamo, rappresentato da Abele, fu dominato ancora una volta dall’arcangelo, e così la posizione di Adamo non venne restaurata. (55-109, 1.4.1972)

Quando Eva cadde, chi ingannò? Ingannò Dio. Senza rendere conto a Dio, senza consultarLo, Eva cadde negando Dio consapevolmente. Adamo era suo marito nonché il figlio di Dio. Poiché Eva cadde rinnegando il padre e il figlio, Adamo fu perduto. Per indennizzare e restaurare quello che era successo, Dio istruì Rebecca. Rebecca doveva prendere la benedizione di Dio dal padre Isacco, che rappresentava Dio, e dal loro figlio Esaù, che era nella posizione di Adamo, senza che lo sapessero. In altre parole, per invertire le posizioni che erano state scambiate, Rebecca, attraverso Giacobbe, pose la condizione di riprendere la primogenitura perduta del figlio maggiore che doveva essere benedetto. Quella, tuttavia, fu un’offerta solo condizionale. Rebecca e Giacobbe la realizzarono in modo condizionale, senza effettuare la restaurazione sostanziale. (114-17, 15.4.1981)

Poiché fu un arcangelo a tentare Eva, ora, nel processo di restaurazione, è la figura Eva che deve indurre in tentazione. La restaurazione tramite indennizzo deve essere effettuata in questo modo. Per questo Tamara ebbe un rapporto con suo suocero. Questi le promise di darle un capretto come pagamento per avere un rapporto sessuale con lui, ma Tamara gli chiese e ricevette in cambio il suo sigillo, il suo cordone e il suo bastone, tre cose che lo avrebbero identificato chiaramente. Conservò queste cose e le tenne strette per questo scopo: «Per dimostrare chi è il padre del figlio che porterò in grembo, conserverò queste cose anche a costo di morire». (55-305, 9.5.1972)

Non è forse vero che Maria ed Eva si assomigliano? Allo stesso modo in cui Eva ingannò Adamo – suo fratello maggiore e futuro marito – e Dio, suo Padre, anche Tamara seguì lo stesso schema. L’inganno dei loro mariti futuri, suoceri, sposi e tutti i fratelli, è stato in ciascuno dei casi l’indennizzo che corrispondeva alle azioni di Eva. Le azioni di Eva, di Tamara e di Maria hanno tra loro una forte rassomiglianza. (213-309, 21.1.1991)

Eva ingannò tre uomini. Anche Rebecca ingannò tre uomini. Ingannò Dio, il marito e il figlio. Sono sempre ingannati tre uomini. Anche Tamara ingannò tre uomini: il suocero, e il primo e secondo figlio. E Maria chi ingannò? Ingannò Dio, suo padre e il suo futuro marito. È lo stesso schema. Eva ingannò suo padre, suo fratello e il suo futuro marito. Adamo era suo fratello maggiore e nello stesso tempo il suo futuro marito. È lo stesso modello. (215-98, 6.2.1991)

Nel primo capitolo del Vangelo di Matteo, sono nominate quattro grandi donne. È menzionata Betsabea, non è vero? Poi Tamara. Dopodiché appare la prostituta Raab, non è vero? E poi c’è Rut. Quattro grandi donne che ebbero dei rapporti illegittimi. Sembravano tutte delle donne di facili costumi. Avevano un marito, ma ebbero anche delle relazioni con altri uomini. Non erano dunque delle donne scostumate? Dovreste leggere molto attentamente la Bibbia almeno una volta. Gesù non poteva nascere da una moglie legittima. Nacque da una seconda moglie. (139-311, 31.1.1986)

La Bibbia è una sacra scrittura, ma contiene molte cose che sono difficili da accettare. Non è così? Com’è possibile che Giacobbe si sia unito a Rebecca per ingannare il fratello Esaù e il padre Isacco, e ricevere la benedizione? Perché Tamara ebbe un rapporto con il suocero, e generò Perez e Zerach? Perché la benedizione poté arrivare alla tribù di Giuda attraverso Perez e Zerach? La domanda è: come mai ci sono dei contenuti che non possono essere accettati dal punto di vista della morale umana?

Nel primo capitolo del Vangelo di Matteo, quattro grandi donne che ebbero dei rapporti illeciti – Tamara, Betsabea, Raab e Rut – sono menzionate nella genealogia di Gesù. Questo vangelo è paragonabile alla Genesi, ma la domanda è perché le prime pagine del Nuovo Testamento si concentrano su queste donne, che sono contaminate e impure? È assolutamente impossibile capirlo, se non si comprendere il punto di vista del Principio riguardo la caduta. È stato un mistero. Tuttavia, con la ricerca svolta nel corso della mia vita, per la prima volta sono stato in grado di trovare la risposta a queste domande. (211-137, 30.12.1990)

1.2. La restaurazione fondamentale nel grembo attraverso Tamara

Nel caso sia di Caino e Abele, che di Esaù e Giacobbe, dopo essere nati, i fratelli si sarebbero dovuti scambiare le loro posizioni. Per realizzare questo, era sempre necessaria la collaborazione fra madre e figlio. Una persona in posizione di Eva proteggeva una persona in posizione di Abele. Nel caso di Esaù e di Giacobbe, Rebecca era dal lato di Giacobbe e lo aiutò con i suoi raggiri. Nonostante ciò, nessuno sa perché, Dio li benedì lo stesso. Giacobbe nacque come un gemello e in seguito restaurò la posizione del diritto del primogenito. Questo, però, non restaurava ancora la linea di sangue. In seguito, al tempo della nascita di Perez e Zerach, quando i due fratelli stavano per uscire dal ventre di Tamara, si misero a lottare tra loro e scambiarono le loro posizioni. Il secondo figlio spinse da parte il primo per nascere come primogenito. Dovete capire il profondo significato di queste azioni che indicano l’avvicinarsi al modello del lignaggio dei genitori originali. (120-167, 13.10.1982)

Dio disse a Rebecca: «Due nazioni sono nel tuo seno e due popoli si disperderanno dal tuo grembo». (Gen. 25:23) Ciò significa che i suoi due figli avrebbero formato le radici di due nazioni separate, una come nazione celeste e l’altra come nazione di Satana. Dio lottò in quel punto per restaurare il Suo lignaggio nel corso di tre generazioni. Attraverso la lotta e il rovesciamento delle posizioni all’interno del grembo, sarebbe stata posta una condizione per ereditare la linea di sangue. Giacobbe, nel corso di tre generazioni, ottenne una vittoria esteriore, ma la base per la vittoria interiore fu realizzata da Perez, che nacque da Tamara. Questo è il principio della restaurazione. (36-251, 6.12.1970)

Se pensiamo alle azioni di Tamara, questa donna rischiò la vita per realizzare la provvidenza di Dio. Anche il Padre ha rischiato la sua vita allo stesso modo. Giacobbe lottò con l’angelo, mettendo a repentaglio la sua vita. Anche se si ruppe un’anca, non lasciò andare l’angelo per tutta la notte. Che cosa significa? L’anca deve essere colpita. L’adulterio fu commesso usando questa parte del corpo nel modo sbagliato, non è vero? Quindi, nella Chiesa della Unificazione c’è la cerimonia del bastone dell’indennizzo dopo la Benedizione. A che cosa serve questa cerimonia? Dove colpite? Viene colpita la parte bassa del corpo. Non è forse questa la parte che è stata usata male? Perché dovrei suggerire una cosa del genere? Su questo punto non abbiamo scelta. (214-225, 2.2.1991)

A differenza del passato, dove l’arcangelo tentò la donna, Tamara tentò il suocero per realizzare il mandato celeste ed ereditare l’ideale di Abramo. Era pronta a sacrificare sé stessa, anche se avesse dovuto diventare concime per i campi o morire lapidata. A quei tempi la legge dei giudei stabiliva che se una vedova concepiva un figlio doveva essere lapidata a morte, ma lei era pronta a questo. Capite cosa significa? Aveva preso una determinazione assoluta: «È mio desiderio mantenere il lignaggio di Giuda e questo è l’unico modo per farlo. Se mi uccidi, così sia». Andò avanti, pronta a morire. Questo lavoro provvidenziale di Tamara, in cui era pronta a morire come un’offerta, fu una realizzazione provvidenziale straordinaria intrapresa da una donna. (110-35, 8.11.1980)

Gli antenati di Gesù venivano dalla discendenza di Tamara. Questo è un fatto straordinario. Considerando questo, possiamo capire la caduta dal punto di vista del Principio Divino. Perché Dio dovette portare avanti questa strategia provvidenziale? Poiché l’umanità si era contaminata nel grembo, Tamara agì per stabilire un punto per cambiare la linea di sangue, partendo dal grembo. Tamara decise di agire in una situazione così fatale. (110-35, 8.11.1980)

Attraverso la loro madre Tamara, per la prima volta nella storia il fratello maggiore e il fratello minore scambiarono le loro posizioni nel ventre materno. Possiamo capire che Tamara, che fu costretta ad agire contro la legge giudaica, corresse per la prima volta la storia del diritto della primogenitura, al tempo di Giuda. Da quel punto, Satana non può invadere chi eredita questa tradizione della vittoria di Tamara; non può neanche invadere chi eredita la tradizione storica di Tamara, basata sul cuore, e vive in accordo ad essa, né chi eredita e crede nella tradizione della tribù di Giuda. Sulla base di questo rovesciamento delle posizioni, la tradizione celeste poté essere tramandata. (72-139, 2.6.1974)

Tamara fu una persona che riconobbe l’importanza del lignaggio di Dio, cioè la benedizione. Fu una donna storica e rappresentativa, pronta a rischiare qualsiasi cosa per tramandare quel lignaggio. La sua posizione era uguale a quella di Eva. Anche se Eva avrebbe dovuto ereditare il lignaggio di Dio direttamente da Lui come madre dell’umanità, in effetti trascurò e distrusse questa eredità. Per restaurare questa situazione, doveva comparire una donna che avrebbe superato Eva. Doveva comparire una donna che avrebbe potuto pensare ad una cosa sola, cioè che continuare il lignaggio benedetto da Dio era più prezioso della sua stessa vita. Questa donna fu Tamara. (58-53, 6.6.1972)

Giuda era il suocero di Tamara, e rappresentava il padre. Tamara concepì un figlio attraverso il suocero come risultato dell’unione fra “padre” e figlia, mentre nello stesso tempo i due rappresentavano anche le posizioni di Dio e di Eva. Secondo il capitolo 38 della Genesi, Giuda aveva tre figli, e Tamara era la moglie del primo. Suo marito morì e, secondo l’usanza ebraica, lei avrebbe dovuto mettere al mondo un figlio attraverso il secondo fratello; ma anche lui morì, e il terzo figlio di Giuda era ancora troppo giovane. Poiché Tamara era convinta che mantenere il lignaggio restaurato di Dio era la cosa più importante, dovette ricorrere al metodo estremo di concepire un figlio attraverso Giuda, suo suocero. In quel momento dovette mettere da parte il suo orgoglio ed essere pronta a sacrificare persino la vita. Si vestì da prostituta, si mise a sedere sul ciglio della strada dove sarebbe passato il suocero, tentò Giuda che stava andando nel suo podere, ed ebbe un rapporto con lui. (55-114, 1.4.1972)

Avendo un rapporto con il suocero, Tamara mise a repentaglio la sua vita. Avrebbe potuto essere lapidata a morte subito dopo quell’atto, o forse le due famiglie sarebbero potute perire. In quelle circostanze, abbandonò la sua dignità e il suo onore. Suo marito era morto, così ricevette il fratello più giovane del marito, ma anche lui morì. Il terzo figlio era troppo giovane e la discendenza benedetta da Dio non poteva essere tramandata attraverso di lui. Allora Tamara promise solennemente di continuare la linea di sangue benedetta, mettendo da parte la sua dignità e il suo onore, anche se questo avesse voluto dire sacrificare la sua vita. Il cuore di Tamara è così prezioso. (47-124, 22.8.1971)

Se esaminiamo le circostanze della nascita di Esaù e di Giacobbe, vediamo che lottarono dentro il ventre di Rebecca, ma Esaù, che nacque per primo, era dal lato di Satana. Giacobbe rubò la benedizione della primogenitura da adulto. Tuttavia, quando Perez e Zerach lottarono nel grembo di Tamara, Perez invertì la posizione del primogenito. Il ventre della madre è il luogo dal quale nascono un figlio o una figlia, per cui questo scambio delle posizioni fu effettuato proprio all’origine della vita. Le posizioni furono scambiate non dopo la nascita, ma dentro il grembo materno. (43-199, 30.4.1971)

In queste circostanze provvidenziali, Satana non poteva dire a un figlio la cui posizione era stata scambiata nel grembo e poi era nato per primo: «Tu sei mio figlio!» Se fosse nato per primo senza scambiare la sua posizione nel ventre, sarebbe stato dal lato di Satana, ma essendo nato per primo dopo che le posizioni erano state invertite nel ventre, nacque dal lato di Dio. Lottando dentro il ventre di Tamara, Perez spinse da parte Zerach e nacque per primo, in modo da poter reclamare il diritto della primogenitura. Così divenne il primogenito fin dalla nascita. Anche se Perez avrebbe dovuto essere il secondo figlio, nacque nella posizione del primogenito. Possiamo affermare che colui che era dal lato del bene nacque per primo. (43-199, 30.4.1971)

Poiché la benedizione di Dio è così preziosa, è estremamente importante tramandare la tradizione del popolo scelto di Dio. Per questo motivo è necessario mantenere la linea di sangue. Tuttavia, il secondo marito di Tamara era morto e non gli erano rimasti altri fratelli adatti. Nella tradizione ebraica, se il fratello maggiore moriva, il fratello più giovane prendeva in sposa la moglie del fratello maggiore, ma anche il secondo figlio era morto. Così, per continuare il lignaggio, Tamara fu costretta a vestirsi da prostituta in modo da ingannare il suocero e concepire un figlio. Capite che cosa vuol dire? Quello che è stato rubato deve essere ripreso dal mondo satanico. Quindi il suocero rappresentava il marito – il fratello maggiore. Per stare in quella posizione, il diritto del figlio maggiore… Tamara mise a repentaglio la sua vita per tramandare le benedizioni di Abramo, di Isacco, di Giacobbe e di Giuda, queste quattro generazioni. (227-347, 16.2.1992)

Satana seminò i suoi semi nel ventre di una donna. Quindi, Perez e Zerach nacquero come gemelli. Due semi furono seminati in un unico grembo. Ecco perché erano gemelli. Perez e Zerach erano i due figli che dovevano nascere dal ventre di Tamara, ma quando il primo figlio cercò di uscire e mise fuori una mano, gli fu legato intorno un filo rosso. Questo vuol dire che, al tempo del Secondo Avvento del Signore, un dittatore che rappresenta tutto il potere del mondo comunista, apparirà per primo. Così, durante la Seconda guerra mondiale, apparve un dittatore come Hitler e nell’Unione Sovietica apparve Stalin. Stalin morì nel 1953. La Cina e l’Unione Sovietica da quel momento si separarono. Stalin morì tre anni dopo che ero stato liberato dalla prigione nella Corea del Nord. Nulla in questa storia è una coincidenza. (227-349, 16.2.1992)

1.3. La missione di Maria nel corso di Gesù

Tamara concepì un figlio dopo che aveva avuto delle relazioni con diversi uomini. Questo non era l’ideale. Così, quel figlio rappresentava un figlio adottivo. Perciò, c’era bisogno di una donna che avesse ereditato la fede e la determinazione di Tamara, ma che potesse ricevere con devozione la chiamata di Dio da vergine. C’era bisogno di una vergine con queste caratteristiche. Questa donna era Maria. (43-201, 30.4.1971)

Ai suoi tempi Maria fu una donna che cercò di realizzare la volontà di Dio con più fervore di chiunque altro, mettendo a repentaglio la propria vita. Era una donna che aveva l’integrità e la lealtà di Tamara e affrontò con coraggio ogni tipo di pericolo per continuare il prezioso lignaggio di Dio. Quando l’arcangelo Gabriele le apparve e le annunciò che presto avrebbe concepito un figlio, Maria rispose: «Com’è possibile? Non conosco uomo». E quando l’angelo di nuovo le disse: «Nulla è impossibile a Dio», lei rispose: «Eccomi, sono la serva del Signore! Sia fatto di me secondo la tua parola». (Lc. 1:34-38) (35-222, 19.10.1970)

Come avvenne la nascita di Gesù? La linea di sangue fu purificata, poi poté apparire Gesù.

Esaù e Giacobbe nacquero come gemelli, vissero un periodo come fratelli, e alla fine restaurarono il diritto della primogenitura. In seguito, ci fu l’incredibile e misteriosa lotta di Perez e Zerach nel ventre di Tamara, per invertire le posizioni, ed essi cambiarono la linea di sangue nel grembo materno. Quando il fratello minore spinse da parte il fratello maggiore, che doveva nascere per primo, e venne fuori come il primogenito, gli fu dato il nome di Perez. Quando la mano di Zerach, “il maggiore”, spuntò fuori dal ventre di Tamara, la levatrice le legò attorno un filo rosso. Questo doveva diventare un segno che in futuro, prima dell’apparizione del Signore vittorioso di questo mondo, sarebbe sorto il comunismo. Se non possiamo restaurare il diritto del primogenito, è impossibile creare un mondo unificato. (140-149, 9.2.1986)

Maria, la fidanzata di Giuseppe, era in una posizione simile a quella di Tamara. Maria non ingannò forse sua madre e suo padre? Ingannò il suo futuro marito Giuseppe per concepire un figlio. Adamo ed Eva caddero nella stessa maniera, con l’inganno. Il principio della restaurazione tramite indennizzo lavora in questo modo. Poiché Adamo ed Eva trasgredirono la legge celeste durante il loro periodo di fidanzamento, in modo simile Maria, seguendo la strada di Tamara, doveva ereditare il lavoro originale di Dio nel suo ventre. Comprendendo il valore prezioso del lignaggio benedetto di Dio, Maria dovette percorrere questa strada rischiando la vita. Secondo la legge ebraica, una donna non sposata che concepiva un figlio doveva essere lapidata a morte. Tutte le donne dovrebbero essere pronte a rischiare la loro vita per la provvidenza. (211-101, 29.12.1990)

Maria, che era fidanzata a Giuseppe, si trovava in una posizione simile a quella di Eva. Quando Adamo ed Eva caddero, erano nella posizione di una coppia fidanzata che si sarebbe dovuta sposare. Poiché Eva cadde mentre era fidanzata, per indennizzare e restaurare questa situazione, Maria doveva ereditare le tradizioni di Rebecca e di Tamara. Maria riuscì a tramandare il lignaggio di Dio; il suo rappresentava il modello di una donna che aveva purificato il lignaggio. (139-303, 31.1.1986)

Maria, che dovette ingannare Giuseppe e la sua famiglia in questo modo, in base al principio della restaurazione tramite indennizzo, secondo la legge di quel tempo avrebbe dovuto essere lapidata a morte. Anche se avrebbe dovuto essere lapidata così, Gesù, che era già stato concepito, doveva essere protetto; perciò Dio mandò un messaggio a Giuseppe: «Giuseppe! Non temere di prendere con te Maria, tua sposa, perché quel che è generato in lei viene dallo Spirito Santo». (Mt. 1:20) Giuseppe non ebbe altra scelta che portare Maria a casa sua. (139-305, 31.1.1986)

Poiché gli esseri umani ereditarono il sangue dell’arcangelo, Gesù fu concepito attraverso una persona che era nella posizione dell’arcangelo. Cosa? Concepito per mezzo dello Spirito Santo? Una spiegazione così inadeguata non dovrebbe prevalere. I principi della restaurazione lavorano in un determinato modo. Se una persona nella posizione dell’arcangelo può essere educata e può diventare un soggetto leale, assolutamente immutabile dal lato di Dio, amato particolarmente da Lui, allora Satana dovrà lasciare immediatamente la sua posizione di arcangelo. Così, Gesù nacque per mezzo di una persona nella posizione di arcangelo dal lato di Dio. In questo modo, Gesù nacque come figlio primogenito. Il diritto del figlio maggiore caduto fu restaurato e purificato nel nuovo lignaggio, e Gesù nacque con il diritto del figlio maggiore dal lato di Dio. Perciò, quelli che credono in Gesù rinascono attraverso l’amore di Dio, con Dio come loro centro. In questo modo il loro lignaggio è diverso da quello di Satana. (143-104, 16.3.1986)

Quando Giuseppe e Maria erano fidanzati, erano nella stessa posizione di Adamo ed Eva durante il loro periodo di fidanzamento. Così, Dio dovette sottrarre Maria dal suo rapporto di fidanzata con Giuseppe. Questo serviva a restaurare la perdita di Eva. Allora, in che posizione era Giuseppe? Era nella posizione dell’arcangelo. Originariamente Giuseppe avrebbe dovuto essere nella posizione di Adamo. Come mai, allora, era nella posizione dell’arcangelo? Poiché discendeva dalla caduta, il suo seme – la radice – era diverso da quello di Adamo. Giuseppe portava il seme caduto. Questo doveva essere cambiato e riportato dal lato di Dio. Da dove deve venire questo seme? Deve venire da Dio. (36-245, 6.12.1970)

I figli di discendenza diretta di Dio compariranno solo se, nel mondo caduto, una persona in una posizione simile a quella di Adamo può maturare e diventare un rappresentante della posizione dell’arcangelo dal lato di Dio, ereditando il seme dell’arcangelo dal lato di Dio ed elevandosi all’ideale del seme originale. Perciò, possiamo chiedere chi era il padre di Gesù. Suo padre non era Giuseppe. Era qualcuno nel dominio dell’arcangelo dal lato di Dio, non nel dominio dell’arcangelo caduto. Tuttavia, Dio stesso non avrebbe potuto scendere per creare un bambino. Satana è l’arcangelo, non è vero? Dev’essere stato qualcuno a livello dell’arcangelo, ma superiore all’arcangelo caduto, qualcuno che poteva essere un suddito leale dal lato del cielo. Satana non poteva accusare una persona in quella posizione. Colui che viene con l’autorità del figlio di Dio nel regno del cuore, e che non può essere accusato da Satana, è il Messia. È molto complicato. Questo è il modo in cui un figlio primogenito, che poteva ricevere il primo amore di Dio, nacque per la prima volta sulla terra. (169-194, 31.10.1987)

Per intraprendere il corso con cui avrebbe potuto indennizzare tutti gli eventi confusi della storia provvidenziale, Gesù aveva assolutamente bisogno del sostegno di sua madre. Alle nozze di Cana di Galilea, quando Maria disse a suo figlio che non c’era più vino, Gesù rispose: «Che ho da fare con te o donna?» (Gv. 2:4) Era di buon umore quando disse così? Si rivolse a lei in tono brusco, e voleva dire: «Di che stupidaggini parli al matrimonio di parenti? Non hai nemmeno assolto il tuo dovere di madre!» Riuscite a capire questo, vero? (139-307, 31.1.1986)

Poiché Gesù era in una posizione pubblica e ufficiale, se si fosse sposato l’avrebbe fatto secondo tutti i principi e le leggi celesti. Non si sarebbe comportato come un uomo che incontra una donna e vive insieme a lei. Doveva mantenersi focalizzato sulla direzione in cui si muoveva la storia e sull’era provvidenziale. Ai fini della restaurazione tramite indennizzo, questo era assolutamente necessario, ma poiché quelle condizioni non furono soddisfatte Gesù non poté sposarsi. (139-307, 31.1.1986)

In che modo Gesù, che aveva il diritto dell’autorità regale su tutti i re, venne in questo mondo? Venne ereditando la tradizione vittoriosa per mezzo della quale era stato cambiato il lignaggio. Ecco perché, quando Gesù fu concepito nel seno di Maria, Satana non poté dire: «Questo è mio figlio». Maria concepì Gesù sulla fondazione a livello nazionale che era stata ereditata dalla tradizione storica del cuore lasciata da Tamara. In questo modo Maria poté restaurare tramite indennizzo lo sbaglio di Eva ed essere nella posizione di aver generato un frutto, che era stata la speranza delle donne nel corso della storia. Poiché il concepimento di Gesù avvenne sulla base della completa restaurazione del diritto del figlio maggiore, Satana non poté reclamarne il possesso sin dal tempo del suo concepimento. Al tempo di Tamara, Perez non poté affermare di essere il figlio primogenito dal lato di Dio mentre era nel ventre materno, poté farlo solo dopo la sua nascita. (139-309, 31.1.1986)

Qual è la differenza tra Gesù e persone come Shakyamuni del buddismo, Confucio del confucianesimo o Maometto dell’Islam? Nel corso della storia, Gesù è stata l’unica persona nata sulla base di una linea di sangue purificata. Questa è la differenza. In che cosa è diverso Gesù da Shakyamuni? In che cosa differisce da Confucio e da Maometto? Gesù è diverso da Buddha e da Maometto per il fatto che è nato da una linea di sangue purificata. Questa è la qualità speciale del Messia. Questa è la differenza. Man mano che nella storia si sviluppava la provvidenza della purificazione del lignaggio, Israele divenne il punto d’inizio del cristianesimo, con al centro Gesù. È così che egli si trovò nella posizione del Vero Padre. (169-194, 31.10.1987)

Gesù proclamò a tutte le genti: «Amate me più di chiunque altro!» “Chiunque altro” si riferisce all’amore del mondo caduto. Il mondo caduto segue le leggi dell’amore caduto. Noi dobbiamo trascendere queste regole. Sulla base della famiglia, dobbiamo amare Dio più di nostra madre e nostro padre; dobbiamo vivere per amore del Messia, il genitore originale, e amare Gesù più di nostra moglie o di nostro marito. Che cosa significa? Secondo il principio della restaurazione tramite indennizzo, fu stabilita questa regola attraverso la quale l’amore di Dio, che supera l’amore satanico, poteva manifestarsi per la prima volta. Questa fu la proclamazione di Gesù. (144-58, 8.4.1986)

La Benedizione in matrimonio non è semplicemente l’unione di due persone, un uomo e una donna. Gesù doveva stare sulla base di unità fra le famiglie e le tribù di Zaccaria e di Giuseppe che erano nel rapporto Caino-Abele. Questa era la base necessaria per il suo matrimonio. Tuttavia, Gesù morì e non poté realizzare questo. La Benedizione serve a indennizzare e restaurare queste cose. Gesù e la famiglia di Giuseppe rappresentavano la posizione di Abele, mentre la famiglia di Zaccaria rappresentava la posizione di Caino. (146-342, 10.8.1986)

Il rapporto fra Gesù e Giovanni Battista era simile a quello fra Caino e Abele. Gesù e Giovanni Battista erano fratelli. Questo non è mai stato rivelato prima, ma erano fratelli. Giovanni Battista nacque dalla prima moglie e Gesù nacque dalla seconda moglie. Non avrebbe potuto nascere dalla prima moglie. Ecco perché negli Ultimi Giorni, l’immoralità sessuale è diventata predominante. Sta dilagando la tendenza delle donne a vendere il proprio corpo. Le donne devono essere liberate. Questo non si può fare attraverso il primo marito. Negli Ultimi Giorni, possono nascere delle persone eccezionali da delle donne adultere, da delle prostitute. Capite?

Nel mondo caduto, la concubina porta via l’amore. Questa è l’era in cui la concubina può avere persino più potere della moglie legittima. Perché? Il primo rapporto rappresenta l’amore di Caino e il secondo rappresenta l’amore dal lato di Dio, così Dio opera attraverso la seconda figura. Ecco perché, ad esempio, Giuseppe [il figlio di Giacobbe] e Gesù nacquero da seconde mogli. Capite? (169-194, 31.10.1987)

Sezione 2. Il corso storico di indennizzo del Vero Padre

2.1. Il nostro atteggiamento nel seguire il corso di indennizzo

Quaranta anni fa, dissi che nel giro di quaranta anni sarebbe arrivato un tempo del genere. A quell’epoca io ero il re dei mendicanti. Non avevo vestiti, così indossavo un paio di pantaloni tradizionali coreani fatti con un doppio strato di tessuto. Per farne buon uso, tinsi di blu, separatamente, sia la parte interna che quella esterna. Non avevo una giacca, così indossavo l’uniforme verde dell’esercito statunitense e delle scarpe da ginnastica che mi erano state date da un giapponese. Andavo in giro indossando quei vestiti provenienti da tre nazioni. Anche se andavo in giro in quel modo, dicevo: «È tutto per la restaurazione tramite indennizzo. Per realizzarla andrò in giro indossando stracci americani, stracci coreani e stracci giapponesi». Non è meraviglioso tutto ciò? (164-61, 3.5.1987)

La nostra chiesa ha seguito la via della restaurazione tramite indennizzo. Per indennizzare e restaurare ogni cosa ho affrontato delle situazioni indescrivibili, per poter creare la fondazione che abbiamo adesso. Ho resistito e ce l’ho fatta senza essere distrutto, senza rimanere accalappiato dagli uncini di Satana. Per chi è stata creata questa base? Non per me, ma per il bene dell’umanità. Questa fondazione non deve rimanere proprietà della Chiesa dell’Unificazione. È per il bene dell’umanità. In futuro, la Chiesa dell’Unificazione dovrà scomparire. Tutta la gente deve appartenere a un’unica sovranità. Questo è il desiderio di tutte le religioni. (161-86, 2.1.1987)

Quello che ebbe inizio con Giacobbe, il pioniere della sfera vittoriosa di Israele, e proseguì attraverso la storia della cultura cristiana, creò una base per costruire la quale ci sono voluti quattromila anni; eppure, si concluse in un fallimento. Poiché io dovevo restaurare tutte queste cose nel corso della mia vita, e dal momento che farlo non potevo impiegare 400 anni, dovevo invertire e restaurare tutto tramite indennizzo nel giro di 40 anni, indipendentemente da quante umiliazioni avrei dovuto sopportare. Questo è stato il corso di 40 anni del deserto. (149-59, 2.11.1986)

La storia di Israele è la storia di quattromila anni da Giacobbe a Gesù che continua fino ad oggi. Se questa storia di quattromila anni non può essere restaurata tramite indennizzo in 40 anni, sarà spazzata via. Sarà distrutto tutto. I quattromila anni di storia devono essere condensati in 40 anni, e tutto deve essere indennizzato. Il mondo intero verrà contro di me. Non mi sosterrà nemmeno una nazione. A cominciare dal giudaismo, dal cristianesimo, dall’America, dai comunisti, tutti mi sono venuti contro. (148-288, 25.10.1986)

Il corso di Israele è stato un corso di restaurazione tramite indennizzo. Tutto ciò che gli israeliti dovevano fare era seguire Mosè. Ma Mosè dovette lottare per assumersi la responsabilità della vita e della morte di seicentomila persone, mentre abbracciava il cielo e la terra. Che tristezza il fatto che Mosè dovette digiunare e pregare per 40 giorni e 40 notti sul Monte Sinai per ricevere le tavole di pietra! Mosè era in una posizione comoda? E voi? Finora siete andati in giro come dei briganti… Siete venuti a vivere in una famiglia importante, ma non conoscete la sua storia, né quello che sta facendo; non sapete nulla! Mangiate semplicemente i vostri pasti, sempre preoccupati di come gli altri vi considerano. Dovreste vergognarvi. (140-197, 9.2.1986)

Se guardate una persona che ha avuto una vita dura, vedete che i suoi piedi e le sue mani sono grandi, ma se guardate le mie mani e i miei piedi, direste che non ero fatto per soffrire. Direste che una persona nata con un corpo così prezioso non dovrebbe soffrire. Vi sembrerà assurdo che una persona che non avrebbe dovuto soffrire, in realtà abbia sofferto così tanto. Questo perché non conoscete la restaurazione tramite indennizzo. (140-186, 9.2.1986)

Siete tutti degli impostori. Pensate che sia facile diventare veramente autentici? Sappiate che dovete entrare e uscire da una fornace ardente centinaia di volte. Quando diventate un padre che deve mandare i suoi figli sul luogo dell’esecuzione per la restaurazione tramite indennizzo per restaurare il regno del cuore, non potete farlo senza lacrime.

Per Abramo fu proprio così. Per essere i pionieri della strada del cielo, per liberare Dio ed entrare nel Suo regno d’amore, non potete rimanere così come siete. La base su cui vi trovate ora non è venuta fuori per una coincidenza. La Chiesa dell’Unificazione è stata costruita attraverso un corso che ha richiesto lacrime di amarezza, un corso cosparso di sangue e di lacrime. Se cercherete di conoscere questo corso, capirete che non potete starvene seduti qui senza piangere; non potete starvene seduti qui senza pentirvi profondamente. (169-131, 29.10.1987)

Io ho sopportato privazioni per tutta la mia vita, ma non ho mai voluto indennizzare la storia in modo da poter ottenere una posizione elevata con tanti lussi. Ho rinunciato alle benedizioni di cui avrei potuto godere. Voglio soffrire insieme a voi e salire alla posizione elevata dove posso essere rispettato da tutta la nazione insieme a voi. Dovete sapere che la mia speranza è quella di vedere il giorno gioioso in cui questa nazione sarà liberata. (181-66, 28.8.1998)

Chi va in prigione prova un senso di disperazione e di scoraggiamento dal momento del suo ingresso, ma io ero molto interessato ai risultati che sarebbero venuti fuori dopo la mia vita in prigione. Avete tutti studiato la restaurazione tramite indennizzo, perciò credo che capiate. Cosa sarebbe successo una volta superati tutti gli ostacoli? Il dolore che provavo in quel momento non era un problema, ma pensavo sempre a quale nuovo dono storico sarebbe potuto arrivare dopo quella sofferenza. Quel ricordo è ancora vivo nella mia memoria. (133-300, 1.1.1985)

Attraverso il peccato dei nostri primi antenati, che non riuscirono a realizzare la loro parte di responsabilità, il dominio dell’amore di Satana si è espanso fino alle soglie del cielo, creando un profondo abisso di morte. Per questo motivo io sto andando al di là del livello nazionale nel corso di restaurazione tramite indennizzo, anche se tutto il mondo è contro di me. Caino e Abele devono realizzare la restaurazione tramite indennizzo sulla base delle condizioni di indennizzo a livello mondiale. Questo è il punto in cui gli Stati Uniti, che gravitano attorno alla sfera culturale cristiana del mondo democratico, devono unirsi completamente alla linea originale di equilibrio, che è la dimensione del dominio diretto. (137-249, 3.1.1986)

La via della restaurazione tramite indennizzo è seria. Quello che è stato perduto sarà sicuramente restaurato in quaranta anni. Se i cristiani e l’America si fossero uniti quaranta anni fa, se avessero abbracciato la Corea e sostenuto la Chiesa dell’Unificazione, la restaurazione del mondo si sarebbe realizzata nel giro di sette anni. Ora mi ci sono voluti quaranta anni per risolvere questo problema. Per quaranta anni mi sono trascinato dietro le famiglie per restaurare tramite indennizzo i quattromila anni di storia da Giacobbe al tempo del Secondo Avvento.

Io ho una missione, una chiamata che mi obbliga a unire tutte le persone e a risolvere tutti i problemi anche a costo di tremende difficoltà o dell’incarcerazione. Perciò, ho messo in gioco la mia vita e ho lottato per aprirmi la strada mentre voi, furfanti, che essendo su un cammino così storico, avete pensato solo a voi stessi, gingillandovi come volevate e facendo ogni genere di cose. Vi dovete pentire. Da ora in poi non incontrerò queste persone. Da ora in poi governerà la legge. (137-38, 1.1.1986)

Se mi fossi lamentato del fatto di percorrere la via dell’indennizzo, sarei scomparso tanto tempo fa. Il motivo per cui non sono scomparso è perché so bene com’è fatta la via della restaurazione tramite indennizzo. Lungo la via dell’indennizzo, devo subire persecuzioni da parte di tutto il mondo. Ogni singola persona, ognuno dei cinque miliardi di persone del mondo, può opporsi a me individualmente, uno per uno; tuttavia, devo avere il coraggio di fare più di ognuno di loro in modo da non essere sconfitto. Altrimenti non riuscirò a farcela. (138-134, 19.1.1986)

Subito dopo la Seconda guerra mondiale, il mondo avrebbe potuto restaurare il diritto della primogenitura del figlio maggiore. Se i cristiani si fossero uniti al fondatore della Chiesa dell’Unificazione, non ci sarebbe stato questo corso di quaranta anni che è appena passato. Il comunismo sarebbe già scomparso. Se solo mi avessero dato ascolto, la Corea non sarebbe stata divisa. Se i gruppi spirituali centrati sul cristianesimo avessero tutti ascoltato quello che dicevo…

Tuttavia, tutti i gruppi che erano stati preparati per restaurare il Giardino di Eden, attraverso il loro modo di pensare secolare furono trascinati verso un destino simile a quello di Giovanni Battista. Dopo la liberazione della Corea, la Chiesa dell’Unificazione ha incontrato opposizione. Perciò, per assumerci la responsabilità di questa situazione, abbiamo portato avanti la restaurazione tramite indennizzo per un periodo di quaranta anni, una ripetizione dei duemila anni di storia del cristianesimo e dei quattromila anni di storia dal tempo di Giacobbe. (138-214, 21.1.1986)

Sto realizzando la restaurazione tramite indennizzo da solo. Il mondo non lo sa. Con questo metodo, restaurando l’individuo, restaurando la famiglia… sono andato avanti. Il mondo satanico porta frutto secondo i semi che ha seminato. Se non arriva il Messia a salvarlo, questo mondo non ha nessuna possibilità di essere salvato. Se solo le persone si fossero unite a me subito dopo la liberazione della Corea, tutti i Caino a livello individuale, familiare, tribale, etnico, nazionale e mondiale avrebbero potuto essere restaurati tramite indennizzo in un corso di sette anni. Ma in seguito alla loro mancanza di fede, questo corso è stato prolungato a quaranta anni. (138-216, 21.1.1986)

Affrontando l’opposizione dei cristiani, in America e in Corea, mi trovavo nella posizione di una persona senza una nazione. Non avevo nessun paese. Poiché non avevo un paese, non avevo neanche un popolo, una tribù e una famiglia. Quindi ero come un orfano. Da quel punto tutto doveva essere restaurato nell’arco di quaranta anni, per poter stare sulla base di un territorio spirituale a livello nazionale e mondiale. Tuttavia, avere solo un territorio spirituale non era sufficiente. Dovevo ereditare la base del territorio spirituale dalla sfera della cultura cristiana e restaurare la sfera culturale sostanziale a livello nazionale. Su quella base, dovevo restaurare tramite indennizzo la sfera sostanziale della cultura cristiana a livello mondiale. (143-176, 18.3.1986)

La storia di Israele ebbe inizio al tempo di Giacobbe. La tradizione vittoriosa e la storia nota come Israele hanno portato ad una sfera unificata costruita attraverso la cultura cristiana come una fondazione vittoriosa a livello mondiale. Questa sfera, tuttavia, fu divisa a causa della sua opposizione al Secondo Avvento, e di conseguenza quattromila anni devono essere di nuovo restaurati tramite indennizzo in quaranta anni. Se questo non potrà essere realizzato in quaranta anni, il problema si aggraverà. La storia recente di questi quaranta anni rappresenta un periodo di grande transizione. Satana si sarebbe dovuto ritirare completamente subito dopo la Seconda guerra mondiale, avvertendo la minaccia più grande; tuttavia, poiché tutto si trovava nella posizione di appartenere al lato di Satana, il cielo si ritirò completamente. In questo modo Satana ha governato tutto il mondo iniziando a diffamare la Chiesa dell’Unificazione che era dal lato di Dio. (161-220, 15.2.1987)

Il corso di indennizzo interiore per separarsi da Satana inizia dalla posizione di servo dei servi. Una volta che sono state poste tutte le condizioni di indennizzo verticali nel mondo satanico, a Satana non rimane più nessuna condizione per attaccarvi, per quanto desideri farlo. Per questo ho portato avanti la restaurazione tramite indennizzo, partendo dalla posizione di essere trattato come un servo dei servi, poi come un servo, un figlio adottivo e un figlio illegittimo. Dopodiché deve essere restaurato il figlio di discendenza diretta, poi la madre, seguita da Adamo. Solo dopo che sono state poste le condizioni che permettono all’uomo e alla donna di affermare di aver raggiunto la posizione più alta come uomo e donna, si può salire alla posizione di genitori. Non è possibile accedere a quella posizione automaticamente. È necessario porre delle concrete condizioni di indennizzo interiori. (161-208, 2.4.1987)

Per realizzare la restaurazione, dobbiamo andare avanti con una ferma determinazione, non importa quanto gli altri possano interferire. Qualunque strada gli altri possano prendere, noi dobbiamo essere intenti a percorrere la nostra. Qualsiasi cosa gli altri possano dire alle nostre spalle, non abbiamo il tempo di preoccuparcene. Non abbiamo tempo per dormire la notte. Non abbiamo tempo per sederci a mangiare comodamente. Se non abbiamo questo tipo di cuore disperato, non possiamo percorrere la via della restaurazione. (22-211, 4.2.1969)

Io ho affrontato Satana in centinaia e addirittura migliaia di situazioni tra la vita e la morte. Non sono mai sceso a compromessi con lo standard che mi sono prefisso, anche quando si sono sollevate contro di me delle situazioni incredibilmente difficili, che si sono susseguite come delle onde. Anche se le gambe mi si spezzano, o mi esce fuori un occhio, o mi cade la testa, io non mi allontanerò dal livello di cuore che mi sono ripromesso di mantenere all’inizio. Perciò, a meno che non muoia, vincerò. (22-184, 2.2.1968)

Per tutta la vita, ho combattuto mettendo a repentaglio la mia esistenza. Nel mondo comune possiamo evitare il dolore e la sofferenza, ma non possiamo evitare questo lavoro provvidenziale. Non è qualcosa che posso superare solo con la forza fisica o col potere delle armi. Se non seguo i principi e le leggi celesti, non posso evitare le frecce che provengono da tutte le direzioni. Una lotta del genere può essere addirittura più difficile di quando Dio creò il cielo e la terra. Non potete immaginare, nemmeno in sogno, come ho pagato indennizzo in questo modo e costruito una base interiore. Il fatto che ho raggiunto un punto di transizione basato su questo fondamento può essere considerato una vittoria cosmica. (35-166, 13.10.1970)

Se dovessi morire in questo momento, la mia preoccupazione sarebbe sapere chi sulla terra potrebbe amare Dio e l’umanità come ho fatto io. In questo senso, devo vivere a lungo. Dovete sapere che vi sto osservando tutti, sperando disperatamente che appaia in mezzo a voi una persona del genere. Se Dio dovesse benedire il Reverendo Moon, il dono più grande che mi potrebbe fare sarebbe una persona del genere. Se ora apparisse una persona capace di amare Dio, che è stato tradito e ha sofferto fino ad oggi, più di quanto ho fatto io, e di lavorare più duramente di quanto ho fatto io per liberare l’umanità, oggi sarebbe un giorno di gloria. (92-293, 18.4.1977)

Uno spiritualista pianse a non finire dopo aver pregato per sapere se ero una persona genuina o falsa. Iniziò a piangere amaramente senza sapere perché. Pianse per un giorno, due giorni, poi tutti i giorni. Perché? Per conoscermi dovete sperimentare questo tipo di cuore che scoppia in lacrime, altrimenti non mi potete capire. Se qualcuno dicesse una parola su di me, scoppierei a piangere col dolore di duemila anni di storia nel petto; ma chi sa che la mia storia è così? Se non avessi conosciuto Dio, non sarei stato oltraggiato in questo modo. A causa del mio “crimine” di conoscere Dio troppo bene… Come dev’essere triste Dio che può riporre la Sua fiducia solo in me. In venti anni ho dovuto restaurare tramite indennizzo la storia ingarbugliata di duemila anni. È una cosa semplice? Se ne può parlare facilmente? (137-183, 1.1.1986)

Attraverso il principio dell’indennizzo, dobbiamo liberare Dio da tutte le situazioni dolorose, dalla pena e dalla sofferenza che ha sopportato nel corso della storia. In questo modo possiamo capire quali figli ingrati siamo stati e quanto abbiamo fatto soffrire Dio con le nostre azioni malvagie. È così che diventiamo dei veri figli devoti, che possono servire il loro Genitore con una pietà filiale che supera la nostra mancanza di devozione del passato. Perciò, servendo Dio, dobbiamo capire le fatiche del nostro Genitore che ha sacrificato tutto e ha compiuto questi sforzi nel corso della storia. Passo dopo passo, a poco a poco siamo entrati nell’era in cui possiamo cancellare gli errori del passato. Perciò dobbiamo servire Dio e, almeno a partire da oggi, prendere sulle nostre spalle le Sue difficoltà, in modo che possa essere completamente liberato. (144-274, 25.4.1986)

Che cosa viene a fare il Salvatore? Non viene per fare della politica. Alcuni cristiani affermano che quando il Signore ritornerà, i cristiani saranno rapiti nell’aria, e tutti quelli che rimarranno sulla terra periranno. Ma non è così. Non è questo il modo. Dicono che il Signore verrà per giudicare, ma il Salvatore non è qualcuno che viene a giudicare. È il figlio di Dio e, nello stesso tempo, viene come il genitore dell’umanità. Qualcuno che viene come il genitore dell’umanità, col cuore dei genitori, può forse guardare un figlio o una figlia malati, che gemono in punto di morte, e abbandonarli dicendo: «Vai all’inferno!»? Persino i genitori di questo mondo caduto, vedendo la scena pietosa del loro figlio che sta per morire, si metterebbero a gridare fino a perdere la voce e vorrebbero fare qualunque cosa per salvare la vita del figlio, anche a costo della propria. Se i genitori sono così, quanto più sarà determinato a fare il Salvatore, che ha il cuore del genitore originale? Non può pensare a giudicare le persone. Non credete che sia così? (222-150, 3.11.1991)

Secondo voi, se io e Dio ci dovessimo incontrare, ci incontreremmo tra le risate o tra le lacrime? Provate a pensarci. Io credo che sverrei. Vorrei poter versare lacrime, ma non avrei la faccia tosta per farlo. Vorrei poter morire, ma non avrei il coraggio neanche per questo; perciò sverrei semplicemente. Mi sento in imbarazzo. Anche se ho fatto del mio meglio per quaranta anni, non c’è nulla di cui possa essere fiero. Mi vergogno soltanto. Ecco che cosa sento. (193-77, 20.8.1989)

È una fortuna che il Reverendo Moon della Chiesa dell’Unificazione sia venuto in questo mondo. Voi non avete idea di quanto sia stato difficile districare tutte le cose complicate e i dolori della storia umana che dura da un milione e mezzo di anni. Questa storia miserabile è andata avanti senza fermarsi, perciò dobbiamo chiederci chi aprirà la strada per riportarla in cielo. Dietro i pochi anni di storia della Chiesa dell’Unificazione c’è la storia umana di migliaia di anni. La storia, che abbraccia milioni di anni, si sta risolvendo insieme alla storia della nostra chiesa. Non dovete dimenticare che la Chiesa dell’Unificazione ha preso tra le sue braccia l’amarezza dell’indennizzo per risolvere la storia di dolore. (143-36, 15.3.1986)

Essendo nato sulla terra come un essere umano, ho amato tutta la creazione originale di questo mondo come l’ama Dio. Ho amato gli animali e ho amato l’umanità come li ha amati Dio. In questo modo sono potuto diventare il Suo partner d’amore. Noi veniamo da Dio e ritorniamo a Lui. Dio desidera che tutti voi diventiate infinitamente migliori di Lui nel corso della vostra vita. Così la verità è che Dio desidera che torniate da Lui come dei figli che sono più meravigliosi di Lui. (268-291, 3.4.1995)

C’è qualcosa di interessante riguardo il mio nome. Se scrivete in fretta il carattere cinese per “Moon” (文), assomiglia al carattere che significa padre. Il carattere per la parola Sun (鮮) è costituito dai caratteri che significano pesce (魚) e agnello (羊). In questo modo il mare e la terra sono uniti attorno al padre. Inoltre, il carattere per Myung (明日) è formato dagli elementi Sole (日) e Luna (月). Colui che unisce la terra e il mare, che insegna la verità unificata portando Caino e Abele ad unirsi, e che porta il sole e la luna ad unirsi è Dio. Dio è il re della saggezza e, nello stesso tempo, è il Genitore. (268-289, 3.4.1995)

2.2. La scelta della Vera Madre

Attraverso i duemila anni del cristianesimo Dio ha reso possibile il Secondo Avvento del Signore. Se, subito dopo la Seconda guerra mondiale, mi fossi potuto appoggiare alla fondazione vittoriosa del cristianesimo e degli Stati Uniti, sulla base della sfera culturale cristiana, pensate che avrei dovuto attraversare delle difficoltà? Se fossi stato accettato in quel periodo, allora chi sarebbe stata la Madre? Se la madre di Sung-jin non fosse stata in grado di prendere quella posizione chi l’avrebbe sostituita? Sarebbe stata una donna inglese. Dal punto di vista della volontà di Dio, sarebbe stata una donna della Gran Bretagna. La famiglia reale britannica si sarebbe collegata a me. Non appartiene forse alla sfera della cultura cristiana? La Gran Bretagna ha dato nascita all’America. C’era un significato simbolico nel fatto che il presidente coreano Rhee Sung-man (Syng-man Rhee) sposò una donna occidentale. Alla fine, a causa dell’opposizione dei cristiani, la Vera Madre si conquistò questa benedizione. (181-217, 3.10.1988)

Per restaurare Eva deve essere restaurato tramite indennizzo il numero 7. La Madre fu designata alla sua posizione nel 1960 e dovette passare attraverso un corso di sette anni fino al 1968, quando fu stabilito il Giorno di Dio. Per lei fu un periodo di persecuzioni. In quel periodo, le donne della Chiesa dell’Unificazione si diedero da fare contro di lei con ogni sorta di intrighi e di calunnie. La Madre non ne capiva la ragione, perciò poteva superare tutto solo obbedendo in modo assoluto alle mie parole. Per questo le dissi: «Fai così e così, esattamente come ti dico io!» Perciò, dopo il Santo Matrimonio la mandai via dalla mia casa per tre anni, e solo dopo tre anni poté stare nella stessa stanza con me. Questa è la verità. Voi unificazionisti riuscite a capire la situazione, non è vero? Era per l’indennizzo. Noi stiamo attraversando il corso di indennizzo individuale e il corso di indennizzo familiare. (139-296, 31.1.1986)

Ho stabilito il Giorno dei Genitori, il Giorno dei Figli, il Giorno di Tutte le Cose e il Giorno di Dio. Dopo aver attraversato il corso di sette anni negli anni ’60, ho potuto stabilire il Giorno di Dio nel 1968, sulla base del regno del cuore unificato. Anche la Madre ha dovuto attraversare un corso di sette anni dal livello di completezza dello stadio di crescita al livello di completezza dello stadio di perfezione. Se non l’avesse fatto, non avrebbe potuto condividere la mia stessa dimensione di cuore. Perciò, anche se mi sono sposato nel 1960, ho stabilito il Giorno di Dio solo dopo sette anni, il 1° gennaio 1968. Questo è in accordo al Principio.

Tutti, comprese le coppie benedette, devono passare attraverso un corso di sette anni. Non ci sono eccezioni; lo devono fare tutti. Se le famiglie benedette non sono in grado di attraversare questo corso, non possono entrare in cielo. Nel mondo spirituale sta apparendo la sfera del paradiso per le famiglie benedette della Chiesa dell’Unificazione. Tutto ciò è logico. (139-311, 31.1.1986)

Ho ricevuto la Madre quattordici anni dopo la liberazione della Corea. Era il 1960. Perché quattordici anni? Perché i nostri primi antenati caddero al livello di completezza dello stadio di crescita mentre stavano ancora attraversando il loro secondo corso di sette anni; caddero proprio alla fine di questo corso di sette anni, prima dell’inizio del terzo corso di sette anni. Perciò, secondo il principio della restaurazione tramite indennizzo, mi sono stabilito in Corea attraverso un corso di quattordici anni di persecuzioni, ho costruito l’altare chiamato Chiesa dell’Unificazione, e ho scelto la Madre educandola fino a raggiungere questa posizione, mentre battagliavo con le chiese stabilite e la nazione della Corea del Sud. Da quel punto in poi, quando la Madre fu scelta e messa nella sua posizione, la provvidenza di Dio si poté stabilire sulla terra per la prima volta. (143-178, 18.3.1986)

La Madre doveva avere meno di 20 anni. Perché? Perché Adamo ed Eva caddero quando erano adolescenti; avevano meno di 20 anni. Poiché caddero a quell’età, la Madre doveva avere un’età simile. Com’era difficile! Muovere la Chiesa dell’Unificazione era già di per sé un compito arduo, ma oltre a questo, quando dovevo scegliere la Madre, nella nostra chiesa c’erano diverse giovani donne che si erano laureate all’università e alcune di loro avevano persino il dottorato. Con i loro occhi di fuoco facevano ogni sorta di manovre per diventare la mia sposa. Mentre tenevo d’occhio questa situazione, in realtà dovevo cercare una ragazza adolescente, ingenua e innocente. Non era un destino allettante, ma non avevo altra scelta. A causa del principio della restaurazione tramite indennizzo, non potevo fare come volevo. (145-161, 1.5.1986)

Conoscendo il principio della restaurazione tramite indennizzo, dovevo invecchiare da solo fino a raggiungere l’età di quarant’anni. Inoltre, non potevo prendere una moglie più anziana, ma dovevo sposare qualcuno che aveva diciotto anni. La mia sposa non doveva avere più di diciotto anni. Nella Chiesa dell’Unificazione c’erano molte donne con la laurea o addirittura il dottorato, che mi fissavano spalancando gli occhi come se avessero voluto inghiottirmi. Ululavano come un branco di lupi, ma io le ignorai accogliendo la Madre che era completamente ingenua. Com’era complicato! (164-61, 3.5.1987)

Dopo il Santo Matrimonio, dissi a mia suocera: «Per tre anni non ti è permesso di entrare o uscire dalla porta principale. Non venire a trovare tua figlia solo perché sei sua madre. Nel Giardino di Eden, Eva non aveva una madre. Non usare la porta d’ingresso principale». È mai possibile che qualcuno dica una cosa del genere? Non è normale che un genero dica alla suocera: «Quando vieni a visitare la casa di tua figlia, entra sempre dalla porta sul retro. Non devi entrare dalla porta principale per tre anni». Per questo motivo divenni la persona più temuta da mia suocera; lei aveva molta paura di me. (184-262, 1.1.1989)

Poiché Eva fu creata attraverso Adamo, la Madre doveva venire da una posizione in cui non sapeva niente. Non doveva avere tanti parenti. Non avrebbe funzionato se avesse avuto tre generazioni che le erano sempre accanto. Non poteva avere nessun rapporto verticale all’interno della sua famiglia. Non poteva venire da una famiglia qualunque. In realtà, la Vera Madre, risponde a questi criteri, non è vero? Non aveva un fratello maggiore né un padre. Erano solo in due, madre e figlia. Sua madre era una figura rappresentativa tra i coreani per quel che riguarda offrire una grande devozione per il Signore del Secondo Avvento. Era stata una dei fedeli della “Chiesa del ventre”, che credevano che il Signore sarebbe venuto nella carne. Dopo che conobbi la Madre, lei ricevette la benedizione delle donne anziane che rappresentavano la storia della Corea nella provvidenza e che avevano realizzato tutte le responsabilità collegate a Eva. (184-293, 1.1.1989)

Sezione 3. Il corso di indennizzo degli otto stadi e la Cerimonia del Paljeongsik (Cerimonia per la realizzazione degli otto stadi)

3.1. Gli otto stadi verticali e orizzontali nel corso della restaurazione tramite indennizzo

La storia di seimila anni si è sviluppata partendo dal livello individuale al livello familiare, tribale, etnico, nazionale e mondiale. La Chiesa dell’Unificazione passa attraverso otto stadi per restaurare l’individuo, la famiglia, la tribù, il popolo, la nazione, il mondo, l’universo e infine l’amore di Dio. Quando preghiamo, lo facciamo focalizzandoci su questi otto livelli, non è vero? «Padre Celeste, ho realizzato la restaurazione dell’individuo, ho realizzato la restaurazione della famiglia…» Questo significa che la restaurazione di un individuo si completa all’interno di una famiglia, la restaurazione di una famiglia si completa nell’ambito di una tribù, la restaurazione di una tribù si completa all’interno di un popolo, la restaurazione di un popolo si completa all’interno di una nazione, la restaurazione di una nazione si completa dentro il mondo, la restaurazione del mondo si completa dentro il cielo e la terra, e la restaurazione del cielo e della terra si completa nell’amore di Dio. Questo vuol dire che tutte le cose in cielo e sulla terra devono unirsi con al centro l’amore di Dio. (61-75, 27.8.1972)

I vostri corpi sono separati dal dominio di Satana? Sono diventati una sola cosa con Dio? Se non rinnegate completamente voi stessi, non potete superare Satana. Ecco perché vi insegno ad attraversare tre anni e mezzo di difficoltà. Dobbiamo progredire dal livello di mendicante e di servo dei servi. Dobbiamo progredire verticalmente, da servo dei servi, a servo, figlio adottivo, figlio illegittimo, figlio di discendenza diretta, poi madre, padre e Dio; in questo modo sono otto stadi. Anche l’individuo, la famiglia, la tribù, il popolo, la nazione, il mondo, il cielo e la terra e Dio sono otto livelli. In questo modo, sono otto stadi in senso verticale e otto stadi in senso orizzontale. Questo è il punto di vista del Principio Divino. Non sono parole mie. (189-141, 1.4.1989)

3.2. Le attività di Satana e la vittoria negli otto stadi

Qual è la cosa a cui Satana si è storicamente aggrappato fino ad ora, sulla base degli otto stadi dell’individuo, della famiglia, della tribù, del popolo, della nazione, del mondo, del cielo e della terra e di Dio? Ha continuato a dire: «Dio, Tu sei il Maestro che segue i principi celesti, e Tuo figlio e Tua figlia, Adamo ed Eva ideali ossia i Veri Genitori, sono un figlio e una figlia che seguono questi principi. Poiché Tu, il Padre che segue il Principio, mi hai creato come l’arcangelo, è una legge fondamentale che prima di cadere avrei potuto ricevere il Tuo amore e l’amore di Tuo figlio. Se Tu non puoi amare e lavorare in questo modo, non potrai amare il figlio che segue il Principio come un Padre del Principio». Questo è il problema.

In altre parole, Satana dice che, anche se lui è caduto, se Dio non lo può amare, non può far ritornare tutta la creazione, che è in mano a Satana, sotto il dominio dell’amore di Dio e dell’amore di Adamo nell’Eden originale. Satana vuol dire che se Dio e Abele si uniscono e lo amano, possono restaurare ogni cosa sulla base della condizione dell’amore individuale, altrimenti non potranno farlo. Poi la stessa cosa si applica alla famiglia, alla tribù, al popolo, alla nazione e al mondo, che sono nella stessa posizione; Satana sostiene che anche il cielo e la terra sono in quella posizione. Questo è il modo in cui Satana ci afferra per la gola o, come si potrebbe anche dire, ci mette un cappio al collo. (132-29, 19.5.1984)

Il Principio della Chiesa dell’Unificazione è un corso fondamentale, ma non possiamo semplicemente seguire la strada del Principio senza far nulla. È la strada del destino attraverso la quale dobbiamo passare superando otto stadi. Questi otto stadi sono quelli dell’individuo, della famiglia, della tribù, del popolo, della nazione, del mondo, del cielo e della terra, e di Dio. Il numero otto è il numero per fare un nuovo inizio. Una volta arrivati là, non ci sarà un altro nuovo inizio. (135-304, 15.12.1985)

Lungo la storia, ci sono stati numerosi corsi di sofferenze e di difficoltà, ma dovete capire che il cammino di tribolazioni degli otto stadi che io ho attraversato non è mai esistito nella storia passata. Dovete capire che era la via dell’indennizzo lungo la quale, a causa delle difficoltà, non mi era consentito di versare lacrime gridando: «Dio, non ce la faccio a sopportare questa posizione!» Quelli che vogliono costruire il Regno non devono versare lacrime per loro stessi mentre percorrono questa strada. Il principio celeste è che, se non attraversiamo con gioia il luogo di lacrime, il punto d’appoggio del Regno dei Cieli non rimarrà su questa terra. (161-194, 3.2.1987)

La restaurazione tramite indennizzo non si realizzerà se rimane anche un solo elemento di auto-affermazione. Le condizioni di indennizzo sono poste da una posizione di negazione assoluta. Questo tipo di modello di negazione assoluta deve essere stabilito a livello individuale, familiare, tribale, etnico, nazionale, mondiale, del cielo e della terra, fino a raggiungere Dio. Allora, se gli otto stadi sono realizzati, questo si collegherà all’utopia della storia umana. Se non passiamo attraverso un corso di negazione assoluta ad ogni stadio, non possiamo collegarci all’utopia dove è possibile avere un rapporto diretto con Dio. (La volontà di Dio – 697)

Forse penserete: «Questi otto stadi sono stati semplicemente inventati dal Reverendo Moon. Io non ho bisogno dell’indennizzo», ma questo è assolutamente sbagliato. La parte di responsabilità dell’uomo è un dato di fatto, ed esiste un corso modello che ha origine dalla nostra parte di responsabilità. Se non ci fosse stata la caduta, avremmo potuto attraversare questo corso in modo naturale in ventun anni, ma ora, poiché ci sono dei muri che bloccano la nostra strada, dobbiamo affrontarli ad uno ad uno. A causa di Satana non possiamo passare attraverso tutti gli stadi in una sola volta. Dobbiamo affrontarli uno per uno e restaurarli. A causa della caduta, è apparso Satana e sono apparse le condizioni di indennizzo. Poiché dobbiamo realizzare la nostra parte di responsabilità umana, le condizioni di indennizzo sono un processo inevitabile. (124-306, 1.3.1983)

Il corso della restaurazione deve passare attraverso otto stadi, restaurando l’individuo, la famiglia, la tribù, il popolo, la nazione, il mondo e il cielo e la terra, e restaurando l’amore di Dio. Ma questo non può essere realizzato tutto in una volta. Se Adamo ed Eva non fossero caduti, avrebbero raggiunto la perfezione in modo naturale, ma poiché caddero a livello di servo dei servi all’inizio della storia, non possiamo risalire questi stadi tutti in una volta. Perciò, nel processo di aprire la strada per ogni stadio, ad ogni corso era assolutamente necessario porre continuamente delle condizioni di indennizzo. Ponendo queste condizioni, ci possiamo separare da Satana. Le condizioni di indennizzo sono necessarie a causa di Satana; se Satana non esistesse, non ci sarebbe bisogno delle condizioni di indennizzo. (161-204, 4.2.1987)

In che modo dobbiamo salire lungo gli otto stadi che vanno dall’individuo, alla famiglia, alla tribù, al popolo, alla nazione, al mondo, al cielo e alla terra e a Dio? Per risalire lungo questo tronco, dovete uscire lateralmente e riportare una vittoria individuale. Basandovi sul vostro cuore d’amore, dovete risalire lungo i lati, combattere con Caino e vincere. In questo modo, dovete risalire gli otto stadi, lottando con Caino e sottomettendolo. Perché? Perché Satana è attaccato a voi. Dovete capirlo. (181-211, 3.10.1988)

Dopo aver conosciuto la legge dell’indennizzo in questo mondo, in cielo e sulla terra, mi sono focalizzato sull’amore per l’individuo, poi sull’amore per la famiglia, dopodiché sull’amore per la tribù, per il popolo e per la nazione. Ad ogni stadio, Satana ha fatto tutto il possibile per distruggere questo amore. Ecco perché la religione segue la via della persecuzione e ha dovuto versare lacrime e sangue. Noi non possiamo salire in posti alti e confortevoli, dobbiamo restare in luoghi di difficoltà. Questa è la nostra zona di sicurezza. Poiché Satana è arrogante, detesta i posti difficili. Ecco perché la zona di sicurezza il posto più miserabile. (181-213, 3.10.1988)

Anche se Adamo cadde come individuo, era il centro di tutto; perciò la restaurazione deve avvenire a livello mondiale. La restaurazione non può essere fatta tutta di colpo. Deve essere realizzata un passo alla volta. Prima deve essere restaurata la posizione di un individuo, poi deve essere fornito un ambiente a tutti i livelli, da quello di una famiglia a quello di una tribù, di un popolo, di una nazione, del mondo, del cielo e della terra. Questo processo deve passare attraverso gli otto stadi. Gli esseri umani che cercano il mondo ideale devono risolvere questi problemi per poter incontrare Dio, il soggetto dell’amore. Se da qualche parte c’è un blocco, le persone possono stabilire un rapporto solo con la sfera al di sotto di quel livello, non al di sopra di esso. La strada per raggiungere l’unità con il Dio assoluto non si aprirà. Se salite fino a un certo livello, potete ricevere solo l’aiuto degli spiriti fino a quel livello negli stadi di formazione e crescita del mondo spirituale, quindi sarà difficile stabilire un rapporto con Dio. (La volontà di Dio – 679)

Ci sono otto stadi: servo dei servi, servo, figlio adottivo, figlio illegittimo, figlio di discendenza diretta, madre, padre e Dio. Ci sono otto stadi da attraversare. Dovete saperlo chiaramente. Prima di poter diventare un leader della Chiesa dell’Unificazione, dovete diventare un servo del vostro paese di missione, altrimenti non è assolutamente possibile ottenere la liberazione. Dovete diventare un servo dei servi ed essere trattati come un figlio adottivo. Dovete essere trattati come un figlio illegittimo, poi come un figlio di discendenza diretta… Dovete salire in questo modo. Quando passate attraverso questi stadi, ci deve sempre essere un indennizzo. Dovete lottare con Satana in modo che Dio possa riconoscere la vostra vittoria, altrimenti non potete superare la via dell’indennizzo.

Potete attraversare con successo il corso dell’indennizzo a livello tribale senza aver riportato la vittoria a livello familiare? Non è assolutamente possibile. In modo simile, potete pensare di salire al livello del popolo senza aver affrontato la vostra tribù? Questo si applica anche al livello della nazione, del mondo, del cielo e della terra. Dovete averlo ben chiaro nella mente. (181-213, 3.10.1988)

Per quanto riguarda la mia situazione, io sono l’Adamo individuale, ma nello stesso tempo ho dovuto anche percorrere la storia di Adamo a livello della famiglia, della tribù, del popolo, della nazione, del mondo e del cielo e della terra. Sono dovuto risalire lungo gli otto stadi verticali partendo dalla posizione di servo dei servi. Su questa base, non solo sono passato attraverso questi otto stadi, ma ho anche dovuto abbracciare tutti gli stadi orizzontali dell’individuo, della famiglia, della tribù, del popolo fino a raggiungere il mondo. Perciò ho dovuto attraversare il corso di indennizzo verticale e orizzontale fino a livello mondiale che abbraccia i cinque miliardi di persone del mondo. Così facendo ho creato una sfera di liberazione svincolata dall’accusa di Satana. Pensate che questo corso sia stato facile? (194-110, 17.10.1989)

Si pensa che la storia umana fino ai nostri giorni sia durata approssimativamente 850.000 anni. Durante questo periodo, sin dai tempi più antichi, i movimenti religiosi sono stati perseguitati. Allora chi fa in modo che la storia si svolga in questa maniera? È Dio; così, dalla posizione di servo dei servi, la storia si è sviluppata in stadi. Allora, per il servo dei servi (l’umanità), il servo (l’arcangelo) diventa il padrone. Non è il padrone che controlla il servo, ma il servo che assume il controllo del padrone. Per diventare il padrone dei servi nel Regno dei Cieli, dovete essere perseguitati da tutti i servi del mondo satanico e uscire vittoriosi. Perciò dovete essere pronti a morire. Questa è l’origine delle parole: «Quelli che cercano di morire vivranno».

Per salire dalla posizione di servo dei servi a quella di servo, o dalla posizione di servo a quella di figlio adottivo, dovrete sicuramente affrontare la persecuzione. Lo stesso principio si applica in tutti gli otto stadi, fino a Dio. Allora, chi deve prendere la responsabilità di seguire questa strada? Le persone cambiano, ma Dio non cambierà mai. Così, le diverse religioni del mondo sono nella posizione di servo dei servi, servo, figlio adottivo, figlio illegittimo, figlio di discendenza diretta, madre, padre e veri genitori. Nel livello più alto di tutti, apparirà la religione che è nella posizione dei genitori. Negli Ultimi Giorni apparirà la religione dei Veri Genitori che ha come centro i Veri Genitori. Da quando è emersa, la Chiesa dell’Unificazione ha cominciato a insegnare l’unificazione delle religioni. Questa unificazione è possibile solo attraverso la dottrina di una religione che insegna i Veri Genitori. (124-69, 23.1.1983)

3.3. Il Paljeongsik (La Cerimonia per la realizzazione degli otto stadi)

Poiché l’indennizzo verticale e orizzontale – l’indennizzo degli otto stadi – è stato completato, l’anno scorso il 31 agosto 1989 sono andato in Alaska, la zona più a nord del mondo occidentale e ho condotto la “Cerimonia per la realizzazione degli otto stadi” (Paljeongsik). Si è tenuta nel luogo più a settentrione. Poi il primo settembre ho annunciato la “ideologia centrata sul Padre Celeste”. È l’ideologia della salvezza attraverso l’amore, che noi conosciamo come l’ideologia centrata sui genitori. Questa ideologia ci spinge ad amare tutti. Satana non si può opporre all’amore. Se lungo la strada Satana non si oppone alla Chiesa dell’Unificazione, essa si espanderà come un lampo in tutto il mondo. (199-157, 16.2.1990)

Sapete che cos’è la Cerimonia del Paljeongsik? Che cos’è? Rappresenta il completamento dell’indennizzo verticale e orizzontale. Per passare attraverso gli stadi verticali, sono partito dal livello di servo dei servi. Sul piano orizzontale questo doveva espandersi dall’individuo alla famiglia, alla tribù, al popolo, alla nazione, al mondo. Se non è stabilito lo standard verticale, non potete tracciare un cerchio sul piano orizzontale. Se non è stabilito l’asse centrale, non si può tracciare un cerchio. Tutti i cerchi devono corrispondere perfettamente agli otto stadi verticali. Questo è stato completato in Alaska il primo settembre 1989. La parola Alaska è simile alla parola coreana arassumnika che significa: «Capite?» (215-124, 6.2.1991)

Io ho già fatto la dichiarazione della Cerimonia del Paljeongsik a livello nazionale, mondiale e cosmico, inaugurando così l’era in cui Dio può andare e venire in senso verticale quando vuole e può muoversi liberamente sul piano orizzontale verso qualunque posto della terra. Ecco perché è apparso il termine “villaggio globale”. La Chiesa dell’Unificazione insegna non soltanto il villaggio globale ma anche la famiglia globale. È giunta l’era in cui la storia della famiglia globale si può sviluppare sulla terra. Il mondo intero, che è diviso tra la notte e il giorno, ora può essere raggiunto nel giro di ventiquattrore. È giunta l’era in cui tutto può essere comunicato all’istante in ogni parte del mondo. (198-277, 4.2.1990)

Cosa ho detto che si è potuto realizzare stabilendo la Cerimonia del Paljeongsik? Il diritto dei genitori può essere liberato e stabilito. Poiché sta arrivando questo tempo, dalla posizione dei Genitori, io vi elevo tutti alla posizione in cui potete essere dei messia tribali. Questo è per liberare Gesù e la famiglia di Adamo dal loro dolore. Attraverso le vostre tribù potete eliminare la base creata dall’errore dei genitori falsi; in questo modo, per la prima volta, i paesi dove le persone sono nate possono essere trasformati nei paesi natali del regno celeste. (193-214, 4.10.1989)

Il 31 agosto 1989 in Alaska ho dichiarato la Cerimonia del Paljeongsik che ha permesso all’umanità di entrare nell’era in cui l’indennizzo non è più necessario. Questo significa che dovunque io o i fedeli della Chiesa dell’Unificazione andiamo, l’era della persecuzione è finita. Da ora in poi, se costruiamo il Regno dei Cieli o qualsiasi cosa possiamo intraprendere, nessuno ci può accusare. Questo tipo di fondazione è stata posta dalla Cerimonia del Paljeongsik.

Sulla base di questa cerimonia, il primo settembre 1989 ho dichiarato “l’ideologia centrata sul Padre Celeste”. Finché la Cerimonia del Paljeongsik non era stata completata, eravamo ancora nell’era della restaurazione del diritto della primogenitura. “Restaurare il diritto del figlio maggiore!” Finalmente il diritto della primogenitura è stato completamente restaurato. Ora che la primogenitura è stata completamente restaurata dal lato di Dio, noi saliamo e ci troviamo nella sfera mondiale più elevata, dove Satana non può più contrastarci. Ora è giunto il tempo in cui, se ci spingiamo avanti con forza e con coraggio, l’America, il mondo comunista, la Corea e il Giappone si arrenderanno tutti. Ecco perché dobbiamo essere forti e coraggiosi. (193-204, 4.10.1989)

La Cerimonia del Paljeongsik significa che il corso storico dell’indennizzo verticale e il corso orizzontale d’indennizzo che sono passati attraverso gli stadi dell’individuo, della famiglia, della tribù, del popolo, della nazione e del mondo, ossia il corso verticale e il corso orizzontale costituiti da otto stadi, sono stati completati. Grazie a questo, il diritto della primogenitura è stato restaurato e il corso di indennizzo per tutta l’umanità è abolito. Ecco che cosa ho fatto celebrando questa cerimonia. Il diritto del figlio maggiore è restaurato e i Genitori abbracciano tutta l’umanità. Così si è conclusa la storia di guerre e di lotte che era necessaria perché il diritto del figlio maggiore potesse essere restaurato nella sfera d’amore dei genitori. È giunto il tempo in cui l’indennizzo non è necessario e possiamo raggiungere l’armonia nell’amore. Per realizzare questo, ho dovuto tenere la Cerimonia del Paljeongsik. Con questa cerimonia i Genitori hanno perdonato sia il figlio maggiore che il figlio minore, in modo che possiamo entrare nell’era della sfera del perdono per i genitori caduti. (193-173, 3.10.1989)

L’Alaska, dove si è svolta la Cerimonia del Paljeongsik, sta diventando famosa. L’ultima volta che sono venuto qui ho detto che avrei costruito una chiesa al polo nord. Se il partito comunista sovietico si oppone, mi assumerò io la responsabilità. Costruirò la Chiesa dell’Unificazione al polo nord. Voi dovete passare la vostra vita a costruire la base della benedizione per tutte le persone del mondo, ma prima di morire, venite nella nostra chiesa al polo nord ad offrire la vostra devozione per quaranta giorni e poi potete morire. Pensateci. Verrà creata una città ideale nel mondo degli iceberg! Allora, anche se sarà distante mille miglia, tutto potrà essere rifornito per via aerea. Dovreste provare a vivere così. Sarebbe una cosa meravigliosa. Oggi, con il potere della scienza, sarebbe molto semplice. Possiamo usare dei sistemi prefabbricati. Così costruiremo un aerodromo e proveremo a vivere lì; che problema potrebbe sorgere? Creeremo una base nell’area turistica di Kodiak… pensateci. Diventerà una porta d’ingresso che non ha precedenti nella storia. (193-217, 4.10.1989)

Sezione 4. La restaurazione del diritto della primogenitura, del diritto dei genitori e del diritto della regalità

4.1. La restaurazione del diritto della primogenitura

Secondo l’ideale originale di creazione di Dio, il figlio primogenito deve venire dal lato di Dio, e naturalmente anche il secondogenito deve venire dal lato di Dio. Ma a causa della caduta, la posizione del primo figlio fu presa da Satana e la posizione del secondo figlio andò dalla parte di Dio. Questo deve essere corretto. Così, quando pensiamo alla storia di Esaù e di Giacobbe nella Bibbia, vediamo che Giacobbe si unì a sua madre e ricevette il suo aiuto. Diede a Esaù il pane e la minestra di lenticchie in cambio del diritto della primogenitura. Fino ad oggi non siamo riusciti a capire il perché di questo racconto biblico. Con la comparsa della Chiesa dell’Unificazione, il suo significato è stato chiarito per la prima volta. (134-304, 16.8.1985)

Solo dopo aver superato il dominio della caduta e restaurato dal lato di Dio i diritti sia del primo che del secondo figlio, possiamo per la prima volta stare nel mondo originale non caduto. Questo è l’ideale originale della creazione. Poiché Dio è assoluto, anche il Suo ideale è rimasto assoluto. Per riconquistare l’ideale originale, dobbiamo seguire un corso storico di restaurazione tramite indennizzo per superare il dominio caduto. (134-304, 16.8.1985)

Com’è difficile restaurare i diritti del figlio primogenito! A causa di questo, tutti hanno sofferto delle difficoltà incredibili. Un’infinità di persone religiose sono state sacrificate, per quattrocento anni il cristianesimo ha subito una persecuzione terribile sotto l’Impero Romano, ed è stato sparso tanto sangue per uscire dal dominio del mondo satanico. Siete mai stati a Roma a visitare le catacombe? I primi cristiani costruivano degli altari, seppellivano i corpi dei loro antenati sotto questi altari e continuavano a vivere lì respirando quegli odori. Facevano così perché Dio aveva detto loro di farlo, altrimenti chi avrebbe fatto una cosa del genere? Normalmente gli esseri umani non lo farebbero. Immaginate quanto ha sofferto Dio! Non avete idea degli sforzi che sono stati compiuti nella storia. Dovete essere al corrente di queste cose. (140-203, 9.2.1986)

Se pensate a Caino e Abele nel Principio, secondo voi chi è più prezioso, Caino o Abele? Chi è prezioso? Tutti pensano che sia più prezioso Abele, ma si sbagliano. Abele è nella posizione del fratello minore e Caino in quella del figlio maggiore. Dovete capire questa situazione nel modo corretto. La posizione del primogenito è più preziosa di quella del secondo figlio Abele. C’è un solo primogenito, ma di fratelli minori ce ne possono essere tanti. Possono esserci tanti primogeniti? Ce n’è soltanto uno. La ragione per cui il primo figlio è prezioso è perché ce n’è uno solo. I figli che seguono possono essere in gran numero. Dovete capirlo. (136-126, 22.12.1985)

Mentre Dio portava avanti la provvidenza per la restaurazione, il Suo dolore stava nel fatto che il primogenito era dal lato di Satana. Ecco perché la storia umana è malata. Di che tipo di malattia soffre? Ha una malattia collegata all’amore. Il primo figlio nacque dopo che l’umanità si era smarrita a causa della malattia dell’amore. Se non siamo consapevoli di questo, non arriveremo al tempo in cui potremo salire alla posizione individuale dove possiamo di nuovo realizzare l’armonia, neanche se spendiamo miliardi di anni a cercare lo standard del Principio. (136-126, 22.12.1985)

A quale scopo Dio designa Abele? Lo fa per stabilire i diritti del primogenito e correggere la tradizione nella famiglia, non per salvare i figli di Abele. I membri della Chiesa dell’Unificazione non lo capiscono. Dite: «Ah! Io sono Abele», ma voi leader dovete ricordarvi che non potete dire: «Poiché siamo in posizione Abele, niente problemi!» La ragione per cui tutti siete messi nella vostra posizione è per stabilire un clan che ha il diritto del figlio maggiore. Se volete ricevere benedizioni, conquistatevi il diritto della primogenitura e condividete le benedizioni, poi ne potrete ricevere qualcuna. Il diritto del primogenito non è per voi. Focalizzandovi sul Signore del Secondo Avvento, dovete sviluppare un legame con il mondo verticale celeste. Il mondo fisico orizzontale da solo non basterà. Volevo spiegare più dettagliatamente quest’ultimo punto nell’ottica del Principio, ma poiché credo che capiate, lo esprimerò in parole semplici. Dal momento che io, il fondatore della Chiesa dell’Unificazione, sono venuto a conoscenza di questa strada, non ho potuto fare a meno di stabilire il principio di “vivere per gli altri”. Noi nasciamo per gli altri. Dovete anche capire che l’uomo nasce per la donna e la donna per l’uomo. L’“io” non esiste! (136-130, 22.12.1985)

Caino rappresenta il lato di Satana ed è nella posizione del fratello maggiore. Abele rappresenta il lato di Dio. Questo è il conflitto. Originariamente Dio avrebbe amato il primogenito e poi il figlio minore; ma a causa della caduta, il primo figlio, Caino, si trova dalla parte di Satana, appartiene al suo lato. Per salvarlo Dio ha designato Abele. Dio designa Abele per restaurare il diritto del primogenito. Non è una cosa che si può realizzare con la forza; dovete ispirare le persone con l’amore. Dovete realizzare la restaurazione sciogliendole con l’amore. Se non siete capaci di essere nella posizione di averle amate, se non riuscite a conquistare il loro cuore offrendo il vostro amore, non sarete nella posizione di amare veramente i vostri figli. Dal punto di vista dell’ideale di creazione di Dio, originariamente era il primo figlio che doveva essere amato per primo, non il secondo. (140-38, 1.2.1986)

Il grosso problema è se ho amato il mondo satanico più di quanto amo mia moglie e i miei figli. Io non posso amare di più mia moglie e i miei figli. Dio deve amare il mondo Caino prima di amare il mondo Abele. Non può amare Abele prima di questo. (140-38, 1.2.1986)

Se volete essere vittoriosi, dovete andare nel mondo. Dovete andare fuori a restaurare i diritti del primo figlio. Il figlio primogenito alla fine deve servire il secondo figlio, che è il fratello minore, come se fosse un fratello maggiore e arrivare al punto di poter dire: «Riceverò tutte le benedizioni attraverso di te». In questo modo il primo figlio scende nella posizione del secondo figlio, mentre il secondo figlio deve salire e prendere la posizione del primo figlio. Così, solo dopo che il primogenito dirà: «Vai su tu, al posto mio», e spingerà avanti il secondo figlio, sarà possibile passare dalla tribù con il diritto del primo figlio al popolo etnico con il diritto del primo figlio, e così via. In questo modo potete salire uno stadio dopo l’altro. Solo quando il primo figlio vi spinge, potete salire. Non potete salire così come siete. È a causa di questo principio che dovete realizzare lo standard di aver restaurato il diritto della primogenitura in questo modo. Senza fare così – e questo è il segreto della storia – la provvidenza di Dio non può avere buon esito. Ecco perché, per seguire la via di una vera religione, dovete lasciare la vostra casa. È da qui che vengono le parole: «Devi lasciare la tua casa e il tuo paese, rinunciare al mondo e farti monaco». (138-204, 21.1.1986)

Le persone non hanno mai capito perché la storia della religione è una storia di tribolazione e perché le religioni si sono sviluppate soprattutto quando erano perseguitate. In tutta la storia, solo il Reverendo Moon è riuscito a rivelare chiaramente i complicati segreti del mondo spirituale, il mondo religioso e mistico che solo Dio e Satana conoscevano. Queste non sono parole vuote. È così che si muovono le cose. Si muovono in accordo a questo principio. Provate solo a testimoniare. Quando una persona decide di venire nella Chiesa dell’Unificazione, Satana cerca sempre di bloccare la sua strada. Tutto va secondo una certa formula. (138-204, 21.1.1986)

Ci sono sette stadi orizzontali che dovete superare dall’individuo alla famiglia, alla tribù, al popolo, alla nazione, al mondo, al cielo e alla terra, prima di raggiungere la posizione finale di Dio. Ci sono anche otto livelli verticali, partendo dalla posizione di servo dei servi. Sulla base di aver restaurato i diritti del primogenito nel corso di sette di questi otto livelli, dovete raggiungere la posizione del figlio primogenito originale, non caduto. Adamo ed Eva erano il primo figlio e la prima figlia. Il primo figlio e la prima figlia devono passare attraverso la dimensione del dominio basato sui risultati conseguiti in accordo al Principio. Poi devono collegarsi alla dimensione del dominio diretto basato sull’amore e possedere il diritto del figlio primogenito. Questo collegamento non è possibile con l’amore del figlio più piccolo. Non ci si collega con l’amore del secondo figlio. Perciò dovete tornare a questa posizione e restaurare il diritto del primo figlio risalendo uno stadio dopo l’altro. Questa è la battaglia da combattere. (138-134, 19.1.1986)

Qual è il metodo segreto per restaurare il diritto del figlio maggiore? Satana dice: «Dio è un Dio perfetto e anche l’Adamo e l’Eva che Egli sta cercando devono essere perfetti. Se non fossero caduti, il criterio del Principio sarebbe che Adamo ed Eva mi devono amare come l’arcangelo originale. Così, anche se io sono caduto e sono finito nella posizione di un essere malvagio, se tutti voi siete nella posizione di essere chiamati buoni e veri, dovete stabilire la condizione di avermi amato. Altrimenti Tu, Dio, davanti a me non puoi stare nella posizione di Dio». Questo è il problema. Satana blocca tutto dicendo: «Se esiste un metodo segreto per unirmi a Te, qual è? La persona che Tu mandi mi deve amare. Se non sta insieme a Te nella posizione di amarmi, e non fa la condizione che gli permette di dire di avermi amato, non potrà riconquistare il diritto della primogenitura che è in mano mia». Ecco perché Gesù ci ha esortato ad amare i nostri nemici. (131-182, 1.5.1984)

Amare un nemico non significa solo amare un nemico individuale. Se non amate la famiglia nemica, la tribù nemica, il popolo nemico, la nazione nemica e il mondo nemico, non potete riconquistare il diritto del figlio maggiore che il mondo nemico possiede. Dovete sapere che Satana ha insistito su questo punto, perché sa molto bene che questo è il corso storico della provvidenza di restaurazione di Dio. (131-182, 1.5.1984)

Per restaurare il diritto del figlio maggiore, dovete andare sulla prima linea dove Satana vi perseguita e cerca di uccidervi. Dovete andare là per combattere e sottomettere le persone con l’amore e insegnare loro tutto ciò che sappiamo. Quando capiranno che la nostra tradizione è buona, si sentiranno ispirati in modo naturale, si pentiranno tra le lacrime e giureranno di dare loro vita offrendola a voi. Dovete sapere che non c’è un altro modo per ottenere il diritto della benedizione dal mondo Caino. (131-182, 1.5.1984)

Senza l’amore non potete sottomettere Satana. Perciò persino Dio deve stare nella posizione in cui può dire di aver amato l’arcangelo caduto; così, per diventare una famiglia che può entrare nel Regno dei Cieli, anche voi, come famiglia dei figli e delle figlie di Dio, dovete porre la condizione che vi permette di dire di aver amato Satana. Quindi, uscite fuori a combattere e a sottomettere il mondo satanico con l’amore. Dovete stare sul fondamento posto da questa condizione. Dovete poter dire: «Io non ho distrutto tutti i miei nemici, ma li ho indotti ad arrendersi con l’amore e ho restaurato il diritto del figlio maggiore». (141-202, 22.2.1986)

Invece di colpire a morte il Suo nemico, Dio deve porre la condizione di averlo amato. Allo stesso modo la persona che è in posizione di Adamo deve stabilire la condizione di aver amato il nemico Satana. Se continuate a perseverare mentre siete perseguitati, e prevalete su tutte le lacrime, il sudore e il sangue finché il nemico non si arrende davanti a voi volontariamente, e ritornate abbracciando l’amore di Dio, allora potete ricevere la benedizione. È in quel momento che Satana vi lascerà andare. Dovete ricevere questa approvazione pubblica: «Ora puoi diventare un figlio qualificato ad andare nel Regno dei Cieli». Chi deve firmare questa approvazione? Deve farlo Satana. Dopo che Satana l’ha firmata, la firmerete voi, poi devono firmarla i Veri Genitori. Potete presentarvi a Dio solo dopo aver ottenuto questa firma dai Veri Genitori. Questo è il Regno dei Cieli. (141-202, 22.2.1986)

Una volta che ho posto la condizione di aver amato Satana a livello mondiale, lui non può portare via quelli che mi seguono. Allora cosa succederà? Caino e Abele cambieranno le loro posizioni. Fino ad oggi la sfera Abele era nella posizione di essere perseguitata, ma da ora in poi possiederà il diritto del figlio maggiore del Regno di Dio. Il mondo satanico crollerà. Si ritirerà soltanto, incapace di generare qualsiasi opposizione. Se solo cercherà di opporsi, sarà fatto a pezzi. Questa è la visione del Principio. (139-278, 31.1.1986)

Nel corso d’indennizzo, la dimensione del dominio basato sulle realizzazioni conseguite in accordo al Principio e la dimensione del dominio diretto per la prima volta saranno collegate alla terra dal nome dei Veri Genitori. Questo avverrà realizzando il criterio della restaurazione dei diritti della primogenitura a livello mondiale. Satana non potrà rimanere in questa dimensione unita, che è collegata a quello standard. (139-285, 31.1.1986)

4.2. La restaurazione del diritto dei genitori

Perché cose come l’indennizzo o la restaurazione del diritto dei genitori, del diritto della primogenitura e del diritto della regalità sono necessarie? L’amore, la vita e il lignaggio di Satana sono i problemi fondamentali. Quello che originariamente doveva iniziare da Dio in realtà è cominciato dal diavolo. Il diavolo ha fatto il suo debutto sulla base di quella cosa straordinaria che è l’amore. L’universo è stato creato a causa dell’amore. Il processo di creazione è avvenuto gravitando attorno all’amore, che è la fonte di tutti gli esseri. Satana ha ribaltato questa origine. Ecco perché la fonte originale che è stata distorta ora deve essere raddrizzata. (206-236, 14.10.1990)

Qual era l’ideale originale di Dio per la creazione? Era costruire il Regno sulla terra e in cielo nel nome dei Veri Genitori. Senza il nome dei Veri Genitori, il Regno di Dio non può apparire né sulla terra né in cielo. Se oggi chiediamo ai cristiani: «Gesù è l’adorato figlio primogenito di Dio, allora come mai è in paradiso e non nel Regno dei Cieli?», non sanno rispondere. Il Regno di Dio, sia sulla terra che in cielo, può essere costruito solo sulla base dell’amore dei Veri Genitori e della loro perfezione. Costruire il Regno unificato nel mondo spirituale è la missione dei Veri Genitori, non di qualcun altro. (131-182, 1.5.1984)

Se avrete una chiara comprensione di Dio e dei Veri Genitori, tutti saranno liberati. Tutti rivivranno. Ecco perché dovete mostrare Dio e i Veri Genitori agli altri. Se solo diventate la manifestazione sostanziale di Dio e dei Veri Genitori, tutti saranno liberati. Così, quando le persone si stringono a un individuo del genere, si stringono a Dio e ai Veri Genitori. Siccome la loro mente originale lo sa, lo faranno immediatamente. Perché dico queste cose oggi? Ve le dico perché oggi è un giorno di dichiarazione in cui passiamo attraverso questo periodo di transizione. (131-51, 1.4.1984)

È stato un compito così difficile, ed è per questo che Dio ha sofferto nel corso della storia e il Suo lavoro è stato prolungato fino ad oggi. Altrimenti, perché il Dio onnipotente avrebbe dovuto faticare così tanto? Se Dio ci avesse potuto educare, l’avrebbe già fatto tanto tempo fa. Poiché è Adamo che non è riuscito a capire, è Adamo che deve assumersi la responsabilità e scoprire tutto. Deve percorrere il cielo e la terra e scoprire ogni cosa. Allora, quante lacrime dovrà spargere per questo! Poiché Adamo fu scacciato tra le lacrime, quante lacrime dovrà versare il nuovo Adamo nel corso della restaurazione? In questo senso io sono il re delle lacrime.

Dovete sapere che, rappresentando la storia, io ho cercato la via della verità e per questo ho sparso tante lacrime superando delle prove tremende, riducendo a brandelli la mia carne e versando il mio sangue. Dovete capire che servite questo tipo di genitori incredibili. Questa è l’ultima cima da superare. Così, assieme al modello di restaurare il diritto dei genitori, non si deve forse creare una sfera dei figli minori? Io ho restaurato il diritto del figlio maggiore e il diritto dei genitori, non è vero? Ho conquistato il diritto della regalità, perciò, se solo siete uniti a me, se solo la Madre e i figli più piccoli costruiscono la base di una cooperazione tra madre e figlio, questo è l’ultimo compito da realizzare. (222-241, 3.11.1991)

Dovete ricordarvi che solo quelli che realizzano la restaurazione del diritto della primogenitura, del diritto dei genitori e del diritto del re fanno parte della stessa famiglia. Allora il mondo si unirà naturalmente anche senza di me. Ora io ho benedetto più di 24.000 coppie. Il numero 24 equivale a 3 moltiplicato 8. Ho restaurato il numero otto centrato sui tre stadi di formazione, crescita e completezza. In questo modo ho stabilito completamente i diritti dei messia tribali a livello mondiale. Ora, anche se io non sono qui, se lavorerete giorno e notte seguendo la volontà di Dio per salvare il vostro paese, questo mondo si unirà. Inoltre, in tutta la storia, non c’è mai stata un’altra fondazione culturale che comprendeva organizzazioni accademiche, politiche e culturali a livello mondiale con un contenuto filosofico superiore a quello del Reverendo Moon. Da qualsiasi punto di vista, ora tutto è concluso. (206-272, 14.10.1990)

4.3. La restaurazione del diritto della regalità

Originariamente la perfezione di Adamo significa la perfezione del Padre del regno celeste, e la perfezione di Eva significa la perfezione della Madre del regno celeste. Una volta che essi diventano i padroni della loro famiglia, apparirà il diritto della regalità del regno celeste a livello familiare. Così Adamo ed Eva diventeranno il re e la regina a livello dell’individuo, della famiglia, della tribù, del popolo, della nazione e del mondo. Poiché è giunto il tempo in cui possiamo trascendere il livello nazionale, possiamo mettere sotto i piedi il potere regale del mondo satanico e stabilire il diritto del re del mondo celeste. Questo giorno è il 27 marzo 1990. Attraverso questo, ora tutto il mondo si volgerà in direzione del vento che io sto sollevando. (201-130, 27.3.1990)

Qual è l’ideologia centrata sul Genitore Celeste? Innanzitutto, con Dio come punto centrale, è la restaurazione del diritto della fratellanza. In secondo luogo, è la restaurazione del diritto del genitore. In terzo luogo, è la restaurazione del diritto della regalità. Nel mondo democratico non esiste un vero concetto di re, giusto? Il mondo democratico si basa sul concetto della fratellanza. Ognuno è considerato allo stesso livello. Questa è la dottrina della fratellanza, ma le persone nel mondo governato da questa dottrina lottano tra loro. Si combattono dicendo che questo è mio e quello è tuo. La democrazia non implica forse un concetto di lotta? Il partito al potere e il partito all’opposizione sono in conflitto. A che scopo? Ognuno cerca di conquistare il diritto della regalità. Qual è la posizione del presidente? Non è forse il diritto del re? Poiché i presidenti vanno e vengono, sfruttano semplicemente la loro posizione, e così le cose non vanno bene. Ma se apparisse un re assoluto, non ci sarebbero problemi e si formerebbe un mondo di pace assoluta. (205-172, 1.9.1990)

Il sistema politico democratico è un sistema di lotta. È per questo che dobbiamo salire alla posizione di genitori. Solo allora la lotta potrà essere fermata. Tutti i fratelli e le sorelle si possono unire facendo capo ai genitori. Il mondo di pace inizia da questa unità. Non esiste un altro metodo. Prima le persone hanno bisogno di trovare i Veri Genitori, poi si può trovare tutto il resto, inclusi i veri figli, la vera nazione e la vera pace. Non c’è altra strada. (205-190, 1.9.1990)

Il Dioismo è un sistema di pensiero centrato sui Veri Genitori. Il Dioismo appartiene alla sfera verticale, ma una volta che uniamo tutte le linee parallele a questa perpendicolare, e una volta che uniamo tutti i fratelli, si manifesta come un ideale sferico. L’amore ha una forma sferica. Ogni parte di questa sfera è collegata alla linea perpendicolare. La sua superficie diventa la sfera dell’ideale. Così, in questo mondo che rappresenta quella superficie, non ci può essere nessuna insoddisfazione. Quando un pallone da calcio rotola e poi si ferma, tutti punti della sua superficie sono eguali in termini del loro rapporto con l’asse perpendicolare; allo stesso modo arriveremo a un mondo di eguaglianza, un mondo di equilibrio basato sul nostro sistema di valori. Dovete capirlo chiaramente. (218-347, 22.8.1991)

Raggiungeremo l’unità sulla base dell’ideologia centrata sul Padre Celeste e sul Dioismo. I Veri Genitori sono il re e la regina della famiglia. La famiglia si unirà ad altre famiglie per formare automaticamente una tribù. Poi apparirà un re della tribù. Poi la tribù si unirà ad altre tribù per formare un popolo e apparirà un re di questo popolo. Succederà la stessa cosa a livello della nazione, del mondo, del cielo e della terra. Tutti questi re sono collegati fino a Dio. Così Dio diventa il Re dei re. (205-189, 1.9.1990)

Non c’è nessun palazzo reale, né in cielo né sulla terra. Né c’è nessun palazzo celeste su questa terra. Non c’è nessun palazzo centrato sull’amore di Dio. Il diritto della regalità stabilito sulla terra fino ad oggi è stato stabilito da persone che possedevano solo il diritto dei fratelli invece che il diritto dei Genitori del regno celeste. Queste persone sfruttavano tutti. Ora siamo nell’era del diritto della regalità e dei diritti della fratellanza, ma non abbiamo ancora visto, nemmeno una volta, un’era del vero diritto della regalità e del diritto dei Genitori verticali qui sulla terra. (206-219, 7.10.1990)

Anche se la CIA americana era in ascolto, io ho dichiarato il “Giorno di fondazione della nazione unificata del mondo” affermando apertamente che «dobbiamo restaurare il diritto della regalità centrata su Dio» e che «l’ideologia centrata sul genitore è migliore della filosofia della fratellanza del mondo democratico». La democrazia è un’ideologia basata sui rapporti tra fratelli. Con questo concetto, i conflitti non avranno mai fine. Devono apparire i genitori che diranno: «Ehi, ragazzi! I figli maggiori e i figli minori devono comportarsi in questo modo. Se vostro padre e vostra madre si comportano tutti e due in questo modo, non pensate che dovete seguire il loro esempio?» I figli risponderanno: «Sì!» Questo è il concetto dell’ideologia centrata sul genitore. (193-159, 3.10.1989)

Ora la Chiesa dell’Unificazione parla della restaurazione della regalità, non è vero? È qualcosa che non si può fare al di fuori di una famiglia unificata. Che cosa s’intende per famiglia unificata? Sono le persone che possono diventare dei genitori. Proprio come Dio ha un cuore di genitore verso tutto il mondo, se noi sappiamo mantenere un cuore di genitore verso una nazione e verso il mondo, da una famiglia così nasceranno gli eredi della famiglia reale e attraverso di loro sarà restaurata la regalità. Ecco perché gli uomini e le donne devono seguire questa strada. Non è forse così per tutti voi? Potete sempre essere in questa posizione se seguite la via di amare e vivere per gli altri. (194-291, 29.10.1989)

Per restaurare il diritto della regalità, dovete essere in grado di passare senza incontrare nessun ostacolo in nessuna direzione: nord, sud, est e ovest. Se il re venisse a visitare la vostra casa, dovreste essere in grado di accoglierlo in qualunque momento, 24 ore al giorno e 365 giorni l’anno. Anche se doveste far roteare attorno a voi una lunga asta, dovreste fare in modo che non vada a sbattere da nessuna parte. Dovete sempre essere in grado di accogliere il re. Dovete sapere queste cose. (206-268, 14.10.1990)

Se un capo di stato imparasse il Principio, cosa succederebbe? Basterebbe poco tempo per salvare la nazione. Ora stiamo entrando nell’era della restaurazione del diritto della regalità. In futuro, non sarà necessario che tutti i cittadini di un paese abbiano fede. Se il presidente di un paese stabilisce la sua costituzione in base al Principio, la restaurazione di quella nazione diventa immediatamente possibile. (198-242, 3.2.1990)

Sezione 5. Lo sviluppo della provvidenza di restaurazione e la missione delle nazioni provvidenziali

5.1. Il corso della cultura cristiana dopo la Seconda guerra mondiale

Poiché ero nella posizione di capire il principio della restaurazione tramite indennizzo, se solo la chiesa cristiana avesse creduto in me subito dopo la Seconda guerra mondiale, alla fine il Dott. Rhee (Syngman Rhee) si sarebbe inchinato davanti a me. Dopo che il Dott. Rhee diventò il presidente della Corea del Sud, io avrei dovuto benedirlo. Se il governo avesse avuto inizio come nel passato, quando i Papi di Roma benedicevano i re, la Corea non sarebbe stata divisa. Se questo si fosse potuto realizzare in tre anni e mezzo… ma poiché non successe, la Corea fu divisa. (138-286, 24.1.1986)

La mia nascita in Corea era come quella di Gesù in Israele. In quanto colonia di Roma, la nazione di Israele era in una posizione simile a quella della Corea, poiché Roma era dal lato di Satana. Le circostanze della morte di Gesù indicavano che negli Ultimi Giorni, quando il Signore sarebbe ritornato, avrebbe dovuto indennizzare e restaurare quella stessa situazione. Ora il fatto che Satana colpisce il cielo deve essere eliminato in tutto il mondo. Senza far questo, senza sistemare i conti, non è possibile superare questa situazione. La Corea è stata messa in questa posizione.

La Corea ottenne la sua indipendenza attraverso gli Stati Uniti, e fu posta entro la sfera di protezione dell’America. In questo modo, la Corea era in posizione del territorio della tribù di Dio, un paese indipendente che apparteneva alla sfera Abele di Dio. In questa sfera di protezione, il cristianesimo e il Reverendo Moon si sarebbero dovuti unire come Caino e Abele. Se a questo punto si fosse realizzata l’unità, il modello nazionale della Repubblica di Corea sarebbe stato subito stabilito. Se il cristianesimo si fosse unito a me, unendo la Corea e poi collegandosi agli Stati Uniti, il mondo sarebbe stato restaurato in sette anni. Questa era la volontà di Dio. (137-180, 1.1.1986)

Se avessi realizzato la base nazionale dopo la Seconda guerra mondiale, la Gran Bretagna, l’America e la Francia si sarebbero unite, e la Corea sarebbe diventata la nazione Adamo. Come nazione Adamo dal lato di Dio e possedendo la sovranità della nazione celeste, la nazione verticale, la Corea, avrebbe guidato la Gran Bretagna come nazione rappresentante Eva e l’America come nazione rappresentante il figlio maggiore. L’America avrebbe guidato le nazioni principali del mondo stabilendo un territorio nella sfera Abele. Avrebbe avuto la supremazia come nazione mondiale, stando per la prima volta in posizione Abele. Gli altri paesi in posizione Caino avrebbero dovuto seguire gli Stati Uniti. Così, se il Signore fosse venuto sulla base di un’era della cultura cristiana unificata, corrispondente all’era della restaurazione del diritto della primogenitura a livello mondiale, e si fosse collegato alla base della cooperazione tra madre e figlio, tutti i problemi sarebbero stati risolti. (184-252, 1.1.1989)

Proprio come avvenne al tempo della caduta, quando Eva tentò Adamo, la nazione Eva dal lato di Satana avrebbe dovuto occupare con la forza la nazione Adamo e farle attraversare un corso d’indennizzo di quaranta anni, basato sul numero quattro. Questo si manifestò nei quarant’anni di dominazione della Corea da parte del Giappone, un periodo che serviva a indennizzare la storia di quattromila anni.

Di conseguenza, Satana fu sconfitto in questa lotta. Allora, chi fu liberato? Fu liberata la nazione Adamo. Attraverso questo, la Gran Bretagna, gli Stati Uniti e la Francia, rappresentando la sfera della cultura cristiana dal lato di Dio, si sarebbero dovuti unire. In questo modo il lato di Dio avrebbe potuto eliminare i semi che erano stati seminati da Satana, riconquistare le nazioni Adamo, Eva e Abele e poi riconquistare la nazione Caino. Il lato di Dio avrebbe assunto il controllo. In questo modo sarebbe stato possibile a quel tempo aprire le porte del Regno dei Cieli restaurato.

Tuttavia, il numero sette non poté essere realizzato nei sette anni dopo la Seconda guerra mondiale, il periodo che va dal 1945 al 1952. Se questo fosse successo, il mondo, a partire dal governo di Rhee Sung-man (Syngman Rhee), sarebbe stato completamente… Se gli Stati Uniti, la Gran Bretagna e la Francia si fossero uniti, oggi il Giappone non sarebbe la nazione Abele e la Germania non sarebbe la nazione Caino. Se le nazioni dal lato di Dio – la Gran Bretagna come nazione Eva, gli Stati Uniti come nazione Abele, e la Francia come nazione arcangelo – si fossero unite attorno alla Corea stabilendosi fermamente in quelle posizioni, allora il mondo unificato della sfera culturale cristiana si sarebbe realizzato. Per la prima volta sarebbe emerso un mondo unificato attorno alla sfera culturale cristiana. Questo sarebbe avvenuto perché è in linea con la comparsa della nazione nella posizione del padre, la nazione Adamo. (188-53, 16.2.1989)

Che tipo di nazione è la Corea? Gli ebrei divennero la prima Israele, che alla fine fu distrutta. La Corea avrebbe dovuto succedere ad Israele e, con un inizio glorioso nel mondo satanico, avrebbe dovuto stabilire il diritto della regalità centrata su Dio. Tuttavia, poiché questo fu perduto, la Corea doveva passare attraverso una storia di sofferenze e di spargimento di sangue sotto il dominio di Satana e, dopo aver seguito un corso circolare, ritornare passando per l’America. Ma dove doveva ritornare? Doveva ritornare in Asia. Il Giappone deve indennizzare l’errore della Gran Bretagna. Sapete che la civiltà giapponese è simile a quella della Gran Bretagna? Per questo anche i giapponesi guidano sulla sinistra. Il Giappone ha ereditato tutto dalla Gran Bretagna. (139-116, 28.1.1986)

Poiché la dimensione del dominio basato sui risultati conseguiti in accordo al Principio è il dominio indiretto, Satana può sempre invaderlo. Ecco perché gli israeliti divennero un sacrificio a livello individuale, familiare, etnico e nazionale, pagando il prezzo del sacrificio anche a livello mondiale. Dobbiamo sapere che il sacrificio non è qualcosa di brutto, e che se paghiamo quel prezzo si apriranno le porte di una nuova era.

Il popolo ebreo sembrava essere stato quasi completamente distrutto durante la guerra in Europa. Erano stati massacrati sei milioni di ebrei. Attraverso quel massacro, tuttavia, si aprirono le porte di una nuova era. In seguito a questo, nel 1948 Israele divenne indipendente. Con la conquista dell’indipendenza da parte della Corea, anche Israele divenne indipendente. Nel giro di tre anni quel collegamento si sviluppò in modo naturale. (68-20, 23.7.1973)

La sfera Caino, che è stata restaurata tramite indennizzo a livello mondiale facendo capo al mondo occidentale, deve essere impiantata in Corea. La Corea è il cuore dell’Asia. Poiché questo è stato piantato, si è creato un collegamento che porta all’avvento di un’era in cui la civiltà occidentale si dirige verso l’Asia. (139-285, 31.1.1986)

5.2. La missione del Giappone come nazione Eva

La nazione insulare del Giappone ha ereditato completamente la cultura della Gran Bretagna. Ecco perché, ad esempio, i giapponesi guidano sulla sinistra proprio come in Inghilterra. Il carattere cinese “sinistra” simboleggia la nazione del Giappone.

La civiltà materiale occidentale è ereditata in oriente. E dove va? Per realizzare la restaurazione tramite indennizzo sulla base dello stesso modello della Gran Bretagna, il Giappone sta andando sulla penisola coreana che è simile all’Italia. La Corea è simile a un organo sessuale maschile. È una penisola. La ragione per cui l’Italia ha dato un contributo storico alla creazione della cultura mondiale è perché è una penisola. La penisola rappresenta l’organo sessuale maschile, mentre la nazione insulare rappresenta le parti sessuali femminili. (138-308, 24.1.1986)

Una volta che Caino e Abele sono restaurati, attraverso chi viene restituito tutto ciò che è stato accumulato dalla civiltà occidentale in posizione dell’arcangelo? È restituito attraverso la madre. Questa nazione madre è il Giappone. Nel 1978 il Giappone iniziò a emergere come una potenza economica a livello mondiale perché era stata scelta come la nazione Eva.

Negli Ultimi Giorni deve restaurare tutto e restituirlo al marito, Adamo. Perché? Eva deve indennizzare tutte le cose date a Satana, che divenne suo marito al tempo della caduta. Perciò il Giappone deve restaurare tutte le cose materiali e offrirle alla Corea, la nazione Adamo, il suo marito originale. (139-285, 31.1.1986)

Il Giappone ha ereditato tutto dal mondo occidentale: il suo sistema politico dall’Inghilterra, il suo sistema legale dall’Italia e il suo sistema militare dalla Germania. Ha imitato ogni cosa del mondo occidentale e ha costruito la sua fondazione.

Dal lato di Satana c’erano il Giappone, la Germania e l’Italia. Dal lato di Dio c’erano la Gran Bretagna e suo figlio. Il figlio della Gran Bretagna è l’America, non è vero? Il figlio del Giappone è la Germania. La Germania pensava: «Wow! Guarda com’è questo piccolo paese del Giappone! Spazzerà via il mondo occidentale in un istante». È per questo motivo che scoppiò la guerra. Tra l’Inghilterra e suo figlio, gli Stati Uniti, c’è lo stesso rapporto che intercorre tra la nazione Eva – il Giappone – e la Germania. La nazione di tipo arcangelo, in una posizione simile all’Italia, era la Francia. La Francia ha oscillato avanti e indietro; non è così? (188-147, 19.2.1989)

Se non l’avessi scelto come nazione Eva, il Giappone sarebbe stato un paese miserabile. Se la cultura cristiana mi avesse accettato, l’Inghilterra sarebbe stata la nazione Eva. La nazione Adamo è la Corea. L’Inghilterra come nazione Eva, la Francia come nazione arcangelo, la Germania come nazione Adamo dal lato Caino, si sarebbero dovute tutte unire automaticamente, ma questi paesi andarono contro la volontà di Dio opponendosi ad essa. Ecco perché il nemico si prese quello che amava di più: la nazione Eva e la Germania, la nazione maschile. Non dimenticate che le nazioni che rappresentano Adamo, Eva e l’arcangelo, facendo capo alla Chiesa dell’Unificazione sono state stabilite nel piano della volontà di Dio. Perciò io non ho benedetto il Giappone per il bene del Giappone stesso. È stato per il bene del mondo, della Chiesa dell’Unificazione e della Corea. Il Giappone perirà se non usa questa benedizione per l’unificazione della Corea. (186-116, 29.1.1989)

In Asia, c’è la nazione Adamo, la Corea, la nazione Eva, il Giappone, e poi le tre nazioni che rappresentano l’arcangelo. Prima di cadere Adamo ed Eva erano circondati da Dio e da tre arcangeli. Dal punto di vista di Adamo, Eva e i tre arcangeli lo avrebbero dovuto seguire. Eva e i tre arcangeli, con al centro Adamo, dovevano unirsi a Dio ed entrare nel Regno dei Cieli. Questo era l’ideale. Perciò, rappresentando Adamo, ora io sto muovendo il Giappone – la nazione Eva – l’America, la Cina e l’Unione Sovietica. Così la situazione è ritornata nella posizione in cui posso occuparmi dei tre arcangeli e della sfera di Eva. (199-84, 15.2.1990)

La sfera culturale del Giappone è uguale a quella della Gran Bretagna. L’intera civiltà e il sistema della Gran Bretagna sono stati portati in Giappone. Il Giappone, la nazione che è come la Gran Bretagna dell’Asia, ha restaurato tramite indennizzo l’era in cui l’Inghilterra dominava il mondo. Il Giappone è la forma che riproduce quel modello. Ecco perché persino le sue automobili guidano sul lato sinistro della strada e il volante delle macchine è sul lato destro. È esattamente come in Gran Bretagna. La Gran Bretagna è una nazione insulare, così il Giappone è il paese dell’Asia che le corrisponde. (166-294, 14.6.1987)

La civiltà umana ha fatto il giro del mondo e ora, nell’era del Secondo Avvento, si sta spostando verso la regione asiatica. Ma mentre fa questo, nella storia dello sviluppo della civiltà l’unità non sarà raggiunta se, in accordo al principio della restaurazione tramite indennizzo, non verrà fatta l’offerta condizionale che porta dal lato del cielo tutte le cose del mondo satanico. È quello che stanno facendo gli Stati Uniti adesso. L’America è la nazione di tipo arcangelo, nata dalla Gran Bretagna. È come il figlio che è nella posizione dell’arcangelo. L’America sta arrivando ad avere la stessa forma. La civiltà è alla ricerca di una nazione dell’Asia che corrisponde alla Gran Bretagna. Poiché il Giappone è nella posizione di aver ereditato la cultura britannica, la civiltà ritorna in Corea attraverso il Giappone. La civiltà si deve muovere in senso circolare per raggiungere la Corea, e si deve realizzare l’unità.

Tuttavia, questa unità non può avvenire automaticamente. Qualcuno in questa unificazione deve prendere l’iniziativa. (166-294, 14.6.1987)

5.3. La missione dell’America come Roma a livello mondiale

L’America è una nazione nella stessa posizione di Roma. Allora, in un tempo come questo, perché io porto in America i membri della Chiesa dell’Unificazione dal Giappone e da tutto il mondo? Dopo che Gesù morì sulla croce, tutti i discepoli si concentrarono su Roma. Allo stesso modo, dobbiamo restaurare tramite indennizzo questa situazione. Ma non dobbiamo essere scacciati via o uccisi. Dobbiamo essere accolti e lanciare un movimento che stabilirà qui la nazione celeste e l’offrirà a Dio. (134-206, 20.7.1985)

La ragione per cui ho creato un giornale era per riunire insieme le minoranze. I paesi dove vivono i popoli indigeni americani sono cugini del paese del Reverendo Moon. L’Asia è il fratello maggiore. Il fratello minore si separò da lì e si trasferì sul continente americano. Questo deve essere indennizzato. Come con gli anglosassoni, il Reverendo Moon deve restaurare questo tramite indennizzo, senza spargere sangue. Sia la CIA che l’FBI dicono: «Il Reverendo Moon, è veramente un grosso problema!» Ma per quanto possa essere allarmante, è la volontà di Dio. Dio fa succedere le cose in questo modo. Io instauro dei rapporti con le persone sulla base della volontà di Dio. I popoli di tutte le razze sono fratelli e sorelle. Dio non fa distinzione di colori. È daltonico.

Concentrandomi su questa missione, non posso fare a meno di seguire questa strada. Mentre ero in Corea, ho creato tutte le organizzazioni possibili e immaginabili. Anche se dovessi vivere in cima alle Alpi, per me non sarebbe alcun problema. Il mondo è il mio campo d’azione. È il mio teatro operativo. (134-297, 20.7.1985)

Al tempo della crocifissione, i due ladroni alla sinistra e alla destra di Gesù lottavano, ma di fronte a me si sono uniti. Questa divisione doveva essere restaurata tramite indennizzo. È diventata una condizione di indennizzo storica. Allora, dove andranno queste persone? Quando il Signore dice: «Dovete andare tutti e due nel Regno dei Cieli sulla terra» ed essi rispondono: «Sì», allora è tutto fatto. Questo è successo oppure no? Gesù morì mentre i due ladroni alla sua destra e alla sua sinistra lottavano e si accusavano l’un l’altro, ma dal punto di vista del Principio, avrebbero dovuto fare pace e accogliere Gesù, in modo da poter risorgere e fare un nuovo inizio ad un nuovo livello. Questo è in accordo al Principio oppure no? (135-68, 22.8.1985)

Qui in America la restaurazione fu persino collegata ad una battaglia legale. Tutte le battaglie legali in America terminarono nel 1977, ma io sono andato in prigione per il bene dell’America, perché non posso abbandonare questa nazione. Dovete sapere che questo era un corso di sofferenza che serviva a riconquistare il cristianesimo e il mondo democratico. Per questo mi ci sono voluti quattro periodi di tempo. Dovevo completare la restaurazione tramite indennizzo durante i quattro mandati di Nixon, Ford, Carter e Reagan. Se non fossi riuscito in questo, avrei dovuto abbandonare il cristianesimo e il mondo libero. Così, capite com’è difficile la provvidenza di restaurazione. La Chiesa dell’Unificazione è in grado di gestire tutto ciò? (135-178, 13.11.1985)

Che tipo di civiltà c’è qui in America? È la civiltà più arretrata. Ci sono delle persone che vivono come dei barbari. Se andate sulle montagne, ci sono delle persone che sono peggio degli uomini primitivi. Alcuni fanno amicizia con gli orsi selvatici e vivono con loro. È questo tipo di paese. Io devo restaurare tramite indennizzo a livello mondiale tutti gli errori commessi da queste persone e tutta l’opposizione che hanno suscitato. Tutto quello che è successo nel corso della storia deve essere restaurato tramite indennizzo. In questa era, alle soglie del ventunesimo secolo, questa nazione si è stabilita a livello orizzontale in modo che io possa portare avanti questa dispensazione. È un paese rappresentativo che deve indennizzare tutte le opposizioni della storia. (136-279, 29.12.1985)

La Corea e l’America hanno tra loro un rapporto simile a quello che esisteva fra Israele e Roma. Certo, a quei tempi Roma adorava il dio sole, mentre l’America ha delle radici diverse. Oggi la Corea è nella posizione di aver conquistato l’indipendenza sotto la protezione dell’America. Questa è la posizione dell’America. Roma cercò di distruggere Israele, ma l’America non era nella posizione di distruggere un paese simile ad Israele come al tempo dell’Impero Romano. Invece gli Stati Uniti crearono un genere diverso di era che permise ad una nazione simile ad Israele di sopravvivere come una nazione dal lato di Dio. Così, questo creò le circostanze naturali che permisero di restaurare tramite indennizzo tutto ciò che Roma e Israele non erano riuscite a realizzare al tempo di Gesù, e la Corea si collegò a questo. (137-19, 1.1.1986)

Quello che ho fatto in America fino ad oggi riguarda la restaurazione della nazione Adamo, della nazione Eva, e poi delle nazioni Caino e Abele. Poiché Adamo cadde, questo deve essere restaurato tramite indennizzo a livello mondiale e nazionale. La Corea è la nazione in posizione Adamo, il Giappone è la nazione in posizione Eva e l’America è in posizione Abele. La nazione Abele è apparsa per restaurare il diritto della primogenitura e la sovranità. Invece la Germania, che era la nazione Caino dal lato di Satana, dal momento che il Giappone si è venuto a trovare nella posizione di Eva, è diventata la nazione Caino dal lato di Dio. Questi quattro paesi devono stabilire la tradizione di un’unica nazione sullo scenario mondiale. E questo scenario è rappresentato dall’America. (141-224, 22.2.1986)

L’epoca in cui Gesù non fu accolto dalla fede giudaica tradizionale deve essere restaurata tramite indennizzo. Perciò deve avvenire un fenomeno opposto a quello del tempo in cui Israele e Roma si unirono contro Gesù. Il governo coreano era unito all’America, mentre il cristianesimo si opponeva a me con ostinazione attraverso questi governi che mi erano ostili. Io dovevo stare in quella posizione e restaurare questa situazione attraverso l’indennizzo. Nel corso della mia generazione ho sviluppato una fondazione a livello nazionale riportando una grande vittoria. Perciò dal 1974 la mia strategia in America era di collegare la fondazione di questa vittoria spirituale al grande scenario mondiale attraverso la generazione dei giovani del mondo. In un corso di tre anni, fino al 1976 come limite massimo, ho combattuto con impegno una grande battaglia a livello nazionale in America. (138-216, 21.1.1986)

Se i cittadini americani avessero offerto il loro aiuto, e se Nixon avesse dato il suo appoggio, la Chiesa dell’Unificazione avrebbe creato immediatamente una base a livello mondiale a quel tempo. Ma poiché Nixon non realizzò la sua responsabilità e non riuscì a mantenere la sua posizione, mi ci sono voluti dodici anni e le quattro amministrazioni di Nixon, Ford, Carter e attualmente Reagan, per realizzare la restaurazione tramite indennizzo. La nostra missione è riportare il mondo ad una posizione più alta di quella che il comunismo aveva quaranta anni fa a livello mondiale, con l’anno 1988 come limite. Capite cosa voglio dire? (128-216, 21.1.1986)

Tutta la prima generazione degli israeliti perì nel corso di quaranta anni nel deserto, ma lasciò un ponte su cui la seconda generazione poté passare ed entrare in Canaan. Oggi, in modo simile, durante i quarant’anni dell’era del deserto a livello mondiale dopo la Seconda guerra mondiale, noi della Chiesa dell’Unificazione stiamo guidando la generazione dei giovani in modo da stabilire il modello della terra benedetta di Canaan.

Negli Ultimi Giorni, i figli dei membri più attivi del partito comunista sovietico diventeranno i seguaci più devoti della Chiesa dell’Unificazione e in America i figli e le figlie dei ministri e dei funzionari che si sono opposti più tenacemente alla nostra chiesa si schiereranno dalla parte del Reverendo Moon. Poiché so che indennizzeranno dieci volte l’opposizione attiva dei loro genitori, devo costruire un ponte. Che tipo di ponte? Il ponte dell’amore. Un giorno, quando il ponte dell’amore sarà completato, anche se diremo alle persone di andarsene e le scacceremo, si aggrapperanno a noi con tutte le loro forze. (138-275, 24.1.1986)

Quando sono uscito dalla prigione di Danbury, ho preparato una situazione in cui i neri e i bianchi si sono uniti attorno me attraverso Jerry Falwell. Il ladro alla destra e il ladro alla sinistra lottavano tra loro, ma io li ho uniti. Tutta questa è restaurazione tramite indennizzo. Ecco perché durante i 120 giorni (tre per quattro fa dodici) successivi al mio rilascio dalla prigione di Danbury, tutti i media del mondo hanno dovuto decidere la loro direzione. Durante questo periodo, ho dovuto dare uno schiaffo in faccia ai media americani usando il Washington Times. Ecco perché ho fondato la rivista Insight e un’altra rivista mensile [The world & I]. Quest’ultima rivista è stata creata per coinvolgere i professori di tutto il mondo. Io penso che la gente dei circoli intellettuali si sia già fatta un’opinione sul Washington Post e il Washington Times. (138-305, 24.1.1986)

L’America è nata dalla Gran Bretagna e perciò è nella posizione del figlio. Prima di diventare un arcangelo, il figlio è nella posizione di Abele. Quando nasce, il primo figlio ha il diritto del figlio maggiore. Poiché ha questo diritto, deve diventare il primo figlio dal lato di Dio e come tale deve servire una madre dal lato di Dio, ma quella posizione fu perduta. Quando la nazione insulare della Gran Bretagna si separò da Roma, era nella posizione dell’arcangelo prima di ricevere la posizione di Eva. Era nella posizione dell’arcangelo restaurato, non dell’arcangelo caduto e perciò era in posizione Abele. L’America diventa la nazione che eredita il diritto del figlio maggiore e questo ritorna qui in modo da poter realizzare la restaurazione tramite indennizzo. (138-308, 24.1.1986)

Come ci fu una moltitudine di settemila persone che fecero di Dio il loro centro dopo che Elia ebbe soggiogato Baal, così ci deve essere una fondazione tribale di settemila persone centrata sul cristianesimo. Per restaurare questo tramite indennizzo, mentre ero in prigione, ho guidato settemila ministri cristiani. Ho educato settemila persone. Dovevo indennizzare la situazione di Elia e di Gesù, quindi quel tipo di fondazione a livello nazionale serviva a questo scopo.

Inoltre, dovete sapere che appena uscito di prigione ho ordinato che entro 120 giorni una fondazione di indennizzo rappresentante una fondazione globale di 70.000 persone, che è dieci volte più grande, venisse collegata alla fondazione nazionale. Altrimenti la restaurazione tramite indennizzo non si sarebbe potuta realizzare. Questo è il motivo per cui venne Elia e la ragione per cui Giovanni Battista venne come l’Elia. Lavorava a livello mondiale e rappresentava il mondo. (147-66, 30.8.1986)

Ora la Chiesa dell’Unificazione sta indennizzando il fatto che quaranta anni fa il Reverendo Moon, il cristianesimo e il mondo democratico si sarebbero dovuti unire. La Chiesa dell’Unificazione ha restaurato tramite indennizzo il fallimento del cristianesimo e si è unita a me. È andata nel mondo libero, che è l’apice del mondo, per collegare il cristianesimo e gli Stati Uniti a me, e stabilire il modello di restaurare tramite indennizzo il fatto di non essere riuscita in passato a realizzare la sua responsabilità. Dopodiché, ho dato l’ordine di partire per la nuova Canaan. Dovete sapere che questo ha avuto inizio quando ho lasciato la prigione. (135-134, 4.10.1985)

Poiché l’America rappresenta il mondo democratico e l’intera umanità, se deve rispondere al criterio celeste della restaurazione tramite indennizzo centrata sulla sfera culturale storica del cristianesimo, che pensiero deve coltivare? Deve essere determinata a liberare Dio. Deve avere un cuore zelante che cerca di liberare Dio. Poiché i Veri Genitori vengono come l’incarnazione di Dio, l’America li deve servire e deve amare l’umanità più del suo popolo. Gli americani devono amare l’umanità più del loro popolo e della loro nazione. Ecco perché in America ci sono tante nazionalità, gruppi etnici, tribù e famiglie. (148-166, 8.10.1986)

La Chiesa dell’Unificazione sta facendo l’opposto di quello che è stato fatto in passato. Il giudaismo, la nazione d’Israele e Roma si unirono insieme per colpire Gesù, ma la Chiesa dell’Unificazione sta facendo il contrario. Oggi, la Chiesa dell’Unificazione, sulla base della fondazione della vittoria realizzata in America, ha fatto pressione sul governo coreano e il cristianesimo. Così la Chiesa dell’Unificazione ha restaurato tramite indennizzo la situazione di Gesù che fu ucciso dall’opposizione congiunta di Israele, del Giudaismo e di Roma. Dopo essere stato accolto e aver riportato la vittoria negli Stati Uniti, io ritorno in Corea con quella autorità e con la cooperazione di tutta l’America e del cristianesimo americano. Così la Chiesa dell’Unificazione e il governo coreano si uniscono insieme per esercitare pressione sul cristianesimo in Corea. In questo modo la morte di Gesù è stata restaurata tramite indennizzo. (161-77, 2.1.1987)

Seppure con un piccolo gruppo di persone, ho esercitato una grande influenza sulla Corea fino ad oggi. Conoscendo la restaurazione tramite indennizzo, non abbiamo bisogno di tante persone. Porterò la croce dell’indennizzo da solo, in modo che i figli che mi seguono non debbano soffrire. Ecco perché vado avanti con tenacia. Conoscendo il prezzo di questo sacrificio, tutte le cose vengono da me e aiutano il mio lavoro. Non è vero? Giovani puri e famiglie benedette pure mi seguono. Questa è la tendenza del Giappone e anche dell’America. (166-85, 28.5.1987)

5.4. La provvidenza di restaurazione tramite indennizzo è la strada che riconduce all’ideale originale

Sin dall’inizio della storia basata sul principio della restaurazione tramite indennizzo, i coreani sono stati un popolo omogeneo con una storia di cinquemila anni. Non hanno potuto conquistare il potere come nazione indipendente e hanno versato tanto sangue. Tanti patrioti leali sono diventati vittime dei traditori. Il motivo è che questa è una nazione verticale, che simboleggia e rappresenta tanti patrioti leali del Regno di Dio che furono sacrificati a causa di Satana nel corso della storia umana. Così questo popolo ha percorso la via dell’indennizzo, una storia di sofferenza, per indennizzare verticalmente tutte le situazioni tristi che si sono verificate nel passato a livello orizzontale. (166-249, 7.6.1987)

Affinché la civiltà occidentale possa venire in Asia, dev’essere creato un ponte. Quando l’arcangelo fa un’offerta, non può diventare proprietà di Dio così semplicemente. Poiché tutte le cose furono perse attraverso Eva, l’arcangelo deve fare un’offerta dopo essersi unito ad Eva. Poiché quello che apparteneva al cielo è stato portato via e appartiene a Satana, per il principio della restaurazione tramite indennizzo, la nazione arcangelo dal lato di Dio deve raccogliere e prendere tutte le cose materiali ed unirsi ad Eva. Deve innestarsi al Giappone che è la nazione Eva. Come mai il Giappone è diventato un impero economico nell’era moderna? In questo tempo della provvidenza si devono costruire dei ponti. Il Giappone erediterà tutto ciò che appartiene all’America. Questo è avvenuto nel periodo di 120 anni che va dalla Riforma Meiji fino al 1988. Provate a fare il calcolo. Si arriva al 1988.

Durante questo periodo di 120 anni che si concluderà l’anno prossimo, il Giappone deve ereditare tutto dall’America. (166-292, 14.6.1987)

La provvidenza di Dio era centrata sul Vaticano a Roma, poi si spostò in Gran Bretagna e in America. Ora, dopo duemila anni, sta ritornando in Asia. Questo ritorno non avviene facilmente. Secondo il principio della restaurazione tramite indennizzo, la storia deve passare attraverso situazioni contrarie a quelle che si erano verificate nel passato. Il Giappone corrisponde all’Inghilterra e la Corea è simile a Roma nella penisola italiana prima che la provvidenza si spostasse in Gran Bretagna. A quell’epoca, la responsabilità non fu realizzata e quello fu un errore a livello mondiale. Ora queste cose devono essere indennizzate e risolte in situazioni simili. Senza passare per la base che ci permette di far questo, non possiamo impedire a Satana di seguirci. Ecco perché abbiamo attraversato questo corso seguendo il principio dell’indennizzo. (168-310, 1.10.1987)

CAPITOLO IV – Il corso dell’indennizzo e la nostra vita

Sezione 1. La via della restaurazione è il corso inevitabile dell’umanità

1.1. La restaurazione tramite indennizzo è la via della ricreazione

Quando si parla di “restaurazione tramite indennizzo”, significa indennizzo ai fini della restaurazione. La restaurazione tramite indennizzo è la via per raggiungere la perfezione. Solo dopo l’indennizzo, può avvenire la restaurazione; poi possiamo percorrere la via della perfezione. Quindi si può pensare che l’indennizzo e la restaurazione sono una cosa sola. La perfezione non si può raggiungere automaticamente; ci si arriva attraverso l’indennizzo. Perciò gli esseri umani che vivono nel mondo caduto non possono raggiungere la perfezione se non stabiliscono delle condizioni di indennizzo. (La volontà di Dio – 697)

Che cos’è la via della restaurazione di cui si parla nella Chiesa dell’Unificazione? Le religioni di solito affermano che le persone hanno bisogno di essere salvate e per questo cercano un cammino religioso, ma noi cerchiamo la via della restaurazione, e diciamo che abbiamo bisogno della restaurazione. Allora, che cos’è la restaurazione? Come viene fatta? La restaurazione si realizza attraverso il processo di ricreazione. (168-324, 1.10.1987)

La via della restaurazione è la strada attraverso la quale le persone ritornano al loro stato originale, perciò non è possibile seguire questo cammino senza stabilire delle condizioni di indennizzo. Le condizioni di indennizzo devono essere stabilite dall’uomo, non da Dio. Se una persona è malata, per guarire deve prendere dei medicinali anche se la medicina ha un sapore amaro e non gli piace. Le medicine buone sono amare. Stabilire delle condizioni di indennizzo è difficile come prendere una medicina amara. Tuttavia, se le condizioni di indennizzo non sono stabilite, la restaurazione non potrà mai essere effettuata. La via della salvezza è la via dell’indennizzo e della restaurazione. Indennizzo significa seguire il percorso opposto a quello della caduta. Vuol dire andare in senso inverso. (92-254, 18.4.1977)

Se tutti arriveranno a capire il significato dell’indennizzo, questa diventerà la loro parola preferita. Senza l’indennizzo, non c’è nessuna benedizione. Nella Chiesa dell’Unificazione è l’indennizzo che ha il valore dell’oro. L’indennizzo è una parola straordinaria che ci rende capaci addirittura di rischiare la nostra vita, di sacrificare tutto e superare ogni difficoltà. (97-71, 26.2.1978)

La storia della restaurazione non è qualcosa che si realizza sulla base di spiegazioni. Prima voi fate le cose, riportate la vittoria, e in questo modo assumete il controllo della situazione. Se ci fosse un modo per ricevere delle spiegazioni da qualcuno, i sessantasei libri dell’Antico e del Nuovo Testamento non sarebbero stati necessari. Sarebbero bastate dieci pagine per annotare tutto. Perché avremmo bisogno di sessantasei libri? Sarebbero inutili. Non avremmo bisogno neanche di dieci pagine. Tre pagine dovrebbero essere sufficienti per trascrivere tutto. (62-126, 17.9.1972)

Il concetto dell’indennizzo è necessario ai fini della ricreazione. Ecco perché abbiamo bisogno dell’indennizzo per la ricreazione. L’indennizzo è essenziale per essere ricreati come esseri umani originali. Solo quando appare un uomo originale appariranno altre persone che possono seguire la via originale della volontà di Dio. Allora, siete delle persone originali? No. Venite dal sangue caduto. Perciò dovete essere ricreati attraverso l’indennizzo. (133-69, 8.7.1984)

In che modo cadde Adamo? Cadde a causa della sua mancanza di fede. La mancanza di fede fu il motivo principale. Poi Adamo cadde perché mise avanti sé stesso; mise sé stesso, il suo ego, al centro di tutto. Adamo cadde perché assunse una posizione egocentrica. Poi Adamo reclamò una sfera di amore egocentrico. Questi sono i tre elementi principali della caduta: la mancanza di fede, l’autoaffermazione, l’individualismo e infine sognare un amore egocentrico. Questi sono gli appigli di Satana. Gli angeli caduti erano così. (126-34, 10.4.1983)

Perché vi faccio passare attraverso un corso di sofferenza? Perché dovete seguire la via dell’indennizzo. Anche io per tutta la mia vita intendo percorrere la via dell’indennizzo. Non sono restio a farlo. Bisogna percorrere questa strada volentieri. Dovete capirlo. Anche quando vado in prigione, lo faccio di buon grado. Ci devo andare per indennizzo. Se mi lamento, le mie azioni non possono essere considerate un indennizzo valido. (133-69, 8.7.1984)

La via dell’indennizzo per noi è necessaria. Per salvare questo mondo, percorrete la via dell’indennizzo. Anche se Gesù era nato come il figlio originale di Dio, per salvare il mondo aveva ugualmente bisogno di seguire la via dell’indennizzo. Poiché il mondo non poteva far questo, e poiché le persone che avrebbero dovuto seguire la via dell’indennizzo gli erano ostili, Gesù stesso dovette percorrere questa strada e non ebbe altra scelta che assumersi la responsabilità. (133-69, 8.7.1984)

Per seguire la via della restaurazione bisogna farsi strada nella direzione opposta a quella della caduta. Percorrere la via dell’indennizzo è un principio fondamentale per gli uomini caduti. Se non superate questo corso, non potete restaurare il vostro stato originale. Vi dovete purificare. Dovete possedere un giusto sistema teorico che spiega come restaurare l’individuo, la famiglia, la tribù, il popolo, la nazione e il mondo. (La volontà di Dio – 354)

1.2. La ragione per cui dobbiamo seguire la via dell’indennizzo

Ricreare significa investire più di quello che è stato investito nella creazione originale. Poiché per riparare qualcosa è necessario uno sforzo maggiore della creazione, quella quantità in più deve essere pagata attraverso una condizione che si chiama indennizzo. Capite? Riuscite a capire il concetto dell’indennizzo? (133-69, 8.7.1984)

Più capite profondamente la volontà di Dio, più sentite il desiderio di bruciare il vostro corpo che è stato profanato da Satana e nel quale scorre il suo sangue contaminato. Vi viene voglia di gettare via le vostre mani, i vostri piedi e tutto il vostro corpo che è stato usato da Satana. È assurdo che cerchiate di mantenervi nella vostra forma attuale, contaminati dal male. Avete mai sperimentato un sentimento del genere? Tuttavia, poiché non possiamo uccidere noi stessi, abbiamo bisogno di determinate condizioni per purificarci del passato collegato a Satana. (22-207, 4.2.1969)

Non potete percorrere la via della restaurazione da soli. Secondo il principio di ricreazione, dovete percorrere questa strada in collaborazione con Dio e il mondo spirituale. Poiché la provvidenza di salvezza si sviluppa solo in questo modo, Dio e il mondo spirituale si mobilitano per portare avanti il lavoro della ricreazione. La ragione è che Dio creò il mondo degli angeli prima di creare l’umanità. Poi, creò tutte le cose con l’aiuto degli angeli e infine, usando tutte le cose come materiale, creò gli esseri umani. (100-264, 22.10.1978)

La perfezione si realizza completando l’indennizzo. Senza superare la cima dell’indennizzo, non avete modo di raggiungere la perfezione. Interiormente questo si riferisce alla perfezione individuale, ma dal punto di vista di Dio, può essere considerato come restaurazione. Si può dire che il criterio del completamento dell’indennizzo è il compimento della restaurazione. La restaurazione si realizza attraverso l’indennizzo. Ecco perché la chiamiamo restaurazione tramite indennizzo. Così, indennizzo e restaurazione non si possono separare. (La volontà di Dio – 697)

Adamo ed Eva, che erano gli antenati dell’umanità, caddero a causa di un amore illecito ed egocentrico. Commisero la caduta insieme all’arcangelo, e questo portò al fatto che Dio fu esiliato e il vero carattere originale di Adamo ed Eva andò perduto. (35-215, 19.10.1970)

Dio appare ad Adamo ed Eva che non sono caduti. In questa posizione potete trovare Dio. Dobbiamo tutti ritornare alla posizione di Adamo ed Eva senza peccato, com’erano prima della caduta. In quella posizione dobbiamo incontrare i Veri Genitori e creare una vera tribù, una vera nazione e un vero mondo. Non esiste nessun’altra teologia che sostiene queste cose, solo il Principio dell’Unificazione. (La volontà di Dio – 354)

Il Regno dei Cieli è un luogo dove serviamo Dio come il centro assoluto e sviluppiamo dei rapporti d’amore attraverso di Lui. Dio porta avanti la provvidenza di salvezza per stabilire questa fondazione, così affermare la propria autorità è assolutamente inammissibile. (92-255, 18.4.1977)

Sezione 2. La fondazione di fede e la fondazione di sostanza

2.1. La fondazione per il Messia

Creare una fondazione per il Messia, restaurando la fondazione di fede e la fondazione di sostanza, è necessario per eliminare il peccato originale. Una volta che eliminiamo il peccato originale, possiamo entrare nuovamente nella sfera della vita e dell’amore di Dio. Per far questo dobbiamo subire un innesto.

Per trasformare un olivo selvatico in un olivo vero dobbiamo tagliare l’albero di olivo selvatico e innestarlo nel pollone dell’albero di olivo vero. In modo simile, per diventare degli olivi veri, le persone che sono come degli olivi selvatici devono passare attraverso il processo dove prima negano sé stessi e poi affermano totalmente qualcosa di nuovo. In questo modo, una persona cambia la sua natura intrinseca da quella di un albero di olivo selvatico a quella di un albero di olivo vero, in modo da poter emergere come una persona che è guidata solo dal bene. Poi questo tipo di persone formano una famiglia, una tribù, un’etnia, una nazione e il mondo. Questo è ciò che la Chiesa dell’Unificazione intende fare. Dovete capire che questo è ciò che i membri della Chiesa dell’Unificazione attualmente sperano di realizzare. (41-62, 13.2.1971)

Come si può restaurare la fondazione di fede? Si deve stabilire una condizione attraverso il sacrificio di un’offerta. La fondazione di sostanza significa eliminare la natura caduta, ma questo si fa unendo Caino e Abele. Se desiderate restaurare voi stessi, la vostra natura caduta deve essere completamente eliminata, e dovete mettere da parte i sentimenti di affetto verso i vostri parenti. Se vi viene detto: «Vai ad est», dovete dire di sì e farlo. E anche se vi ordinano: «Vai a ovest» dovete dire di sì e obbedire. Se vi opporrete, non potrete essere restaurati. Se protestate, la restaurazione si può realizzare? Dovete seguire in modo assoluto. (46-233, 15.8.1971)

Per ricevere il Messia ci devono essere la fondazione di fede e la fondazione di sostanza. Dopo che la fondazione di sostanza è completata, è assolutamente necessaria la fondazione per il Messia. Se è così, una volta stabilita la fondazione di sostanza, chi si troverà su questa fondazione? Noi nasciamo come discendenti di persone cadute, ereditando il lignaggio di Satana, e non siamo ancora in grado di trascendere questo lignaggio. Per poterlo trascendere, dobbiamo cambiare la nostra linea di sangue, ma non lo possiamo fare da soli. Ecco perché abbiamo bisogno del Messia. (47-12, 19.8.1971)

A causa della caduta, per prima cosa sono stati persi i genitori, in secondo luogo abbiamo ereditato il lignaggio di Satana e infine siamo caduti sotto il dominio di Satana. Così, per restaurare tutte queste cose, dobbiamo percorrere la strada opposta. Fin dove potete arrivare studiando il Principio? Dovete stabilire la fondazione di fede e la fondazione di sostanza; solo allora potete sperare di incontrare il Messia. Questo è il Principio. Perciò, io dico di creare esteriormente la fondazione di fede e la fondazione di sostanza. (54-186, 24.3.1972)

Anche se una persona ha raggiunto il livello della perfezione, il suo lignaggio non è ancora completamente puro. Poiché l’umanità ha ereditato il lignaggio di Satana, il nostro lignaggio non è ancora puro. Per purificarlo, l’umanità ha senz’altro bisogno del Messia. Perciò per le persone cadute la fondazione di fede, la fondazione di sostanza e la fondazione per il Messia sono assolutamente necessarie. Il problema cruciale è come creare la fondazione per il Messia e cambiare la linea di sangue attraverso di lui. (55-135, 7.5.1972)

Le persone devono completare la fondazione di fede e la fondazione di sostanza ereditando in questo modo la fondazione per il Messia, e devono ricevere un innesto da lui. Subendo questo innesto, potete diventare un olivo vero anche se in passato eravate un olivo falso. In altre parole, quando e solo quando vi liberate del lignaggio di Satana e ritornate al lignaggio di bontà di Dio, potete essere nella posizione dello sposo e della sposa. Questa è la via del Principio. (64-16, 22.10.1972)

Nessuno al mondo può dire di aver completato il corso della restaurazione. È per questo che gli esseri umani sono destinati a perire. La persona responsabile che viene a salvare l’umanità dalla distruzione e la mette in grado di possedere queste qualità interiori e completare questo corso è il Messia. Se innestate in voi stessi il germoglio del Messia, potrete seguire questo corso. Nella Chiesa dell’Unificazione non diciamo forse che una volta che avete stabilito la fondazione di fede e la fondazione di sostanza potete realizzare la fondazione per il Messia? Si riferisce proprio a questo. (63-340, 22.10.1972)

Nel corso della restaurazione bisogna salire partendo dall’era del servo dei servi e passando attraverso le ere del servo, del figlio adottivo e del figlio di discendenza diretta. Se è così, è possibile collegarsi all’era del figlio di discendenza diretta dopo essere passati attraverso l’era del servo dei servi, l’era del servo e l’era del figlio adottivo? Non vi potete collegare all’era del figlio di discendenza diretta senza far nulla. Dovete passare attraverso il processo di stabilire la fondazione di fede, la fondazione di sostanza e la fondazione per il Messia in accordo al Principio. In breve, dovete ricevere il Messia. Il Messia è il vero figlio di Dio. Un figlio adottivo e un vero figlio appartengono a linee di sangue diverse. Da qui la necessità del cambiamento del lignaggio. (55-192, 9.5.1972)

Allora cosa dovete fare? Dovete passare attraverso la sofferenza quasi al punto di morire. Per indennizzare la storia verticale a livello orizzontale, dovete diventare un servo. I coreani amati da Dio devono diventare dei servi come gli angeli. Da quella posizione, se potete diventare un padrone diventerete un figlio adottivo. Diventare un figlio adottivo si riferisce a restaurare la fondazione di fede e la fondazione di sostanza. Poiché la fondazione per il Messia si può stabilire solo restaurando la fondazione di sostanza, lo dovete fare. (62-259, 5.9.1972)

Potete diventare una persona di bontà solo conquistando il male e lasciando dietro di voi il bene, in modo che il male si arrenda automaticamente a voi. Nella terminologia del Principio questo si chiama completare la fondazione di sostanza. Per realizzare questo dovete lottare contro Satana e vincerlo. (58-18, 6.6.1972)

Anche se Israele fosse diventata una nazione capace di restaurare il mondo, quella nazione da sola non sarebbe bastata. Dal Principio probabilmente conoscete l’era della restaurazione sostanziale di Caino e Abele, in altre parole la fondazione di sostanza. In modo simile, la nazione di tipo Caino, o in altri termini la nazione di tipo arcangelo, deve essere soggiogata dalla nazione restaurata di Israele. Questo non si può fare con la forza delle armi. Poiché Abele fu ucciso dal fratello maggiore Caino, dovete tutti capire che, se non siete nella posizione di morire, ossia nella posizione di essere colpiti, e riuscite lo stesso a sopravvivere e a sottomettere quelli che vi colpiscono, la restaurazione non avrà inizio. (30-46, 15.3.1970)

Per seguire la via della restaurazione, dovete prima stabilire una fondazione di fede. La fondazione di fede è necessaria per creare una base solida sulla quale potete assicurare il vostro posto ed essere nella posizione di soggetto. Dopodiché, anche se siete diventati una persona capace di perseguire i propri scopi da sola, questo non è sufficiente; perciò dovete ritornare e stabilire la fondazione di sostanza.

Che cos’è la fondazione di sostanza? È una fondazione creata attraverso Abele che riesce a sottomettere Caino. E chi è Caino? È il figlio di un nemico. È a causa di Caino che sono successe le lotte della storia. Attraverso Caino la fonte originale del male ha messo le sue radici. Attraverso Caino, le onde di morte sono avanzate impetuose nel corso della storia. Da questi fatti possiamo vedere che, per impedire la comparsa di condizioni per il male e l’espansione del lato malvagio, qualcuno in posizione Abele – ossia una persona dal lato di Dio – deve portare la persona in posizione di Caino ad arrendersi. (30-289, 5.4.1970)

Ci sono due strade che dobbiamo seguire. Sono le strade per il bene di Caino e per voi stessi. Dobbiamo seguire questo corso per amore del nostro nemico. Che cosa significa? Significa che dobbiamo trattare bene Caino. Che cos’è la fondazione di sostanza? Anche se Abele si è aperta la strada, non può stare al cospetto di Dio se non sottomette Caino. Abele deve guidare il suo nemico. Non deve lottare contro di lui lungo la strada, ma lo deve guidare. (30-338, 6.4.1970)

L’espressione “la fondazione di fede è stata stabilita” si riferisce a una posizione condizionale in cui una persona è in grado di indennizzare la caduta, avvenuta a causa della mancanza di fede in Dio, ed essere di nuovo nella posizione di speranza di Adamo, che può meritare la fiducia del cielo. Poi questa persona deve combattere contro Satana e stabilire la fondazione di sostanza. Stando nella posizione di Abele, deve far arrendere Caino. (40-243, 6.2.1971)

Studiando il Principio conoscete la fondazione di fede e la fondazione di sostanza. Anche se avete stabilito la fondazione di sostanza, questa sostanza non deve essere offerta a Dio; serve da fondazione per il Messia, ossia è una sostanza che può accogliere il Messia. (43-187, 30.4.1971)

2.2. Il problema finale è la restaurazione del lignaggio

Poiché Adamo perse la fede e la sostanza, può trovare l’amore solo dopo aver restaurato la fondazione di fede e la fondazione di sostanza. Allora che cosa perse Adamo? Innanzitutto, perse la fede, poi la sostanza e infine l’amore. Furono perse queste tre cose. Noi le dobbiamo ritrovare. (65-34, 4.3.1973)

Il termine “fondazione di fede” si riferisce a una persona di principio inflessibile, che stabilisce una fondazione di fede che le consente di unirsi al Principio di Dio, senza cambiare posizione, che sia notte o giorno, a prescindere dal cambiamento delle stagioni, e nel corso della gioventù, dell’età adulta e della vecchiaia. Solo dopo questo, sarà stabilita una fondazione di sostanza basata sul Principio. Sulla fondazione di fede, attraverso il Principio emerge la fondazione di sostanza, e se siete su questa fondazione di sostanza unita al Principio erediterete il mondo del cuore come una persona che ha il valore di un partner oggetto di Dio. Questo è il corso che le persone cadute devono seguire. (68-189, 29.7.1973)

Il grande contributo che io ho dato, sta nel fatto che ho chiarito il rapporto fra Dio e l’umanità basato sull’amore, ho spiegato la parte di responsabilità e il corso dell’indennizzo, e ho fatto luce sul problema di Caino e Abele e la questione del lignaggio. Se Caino e Abele non si uniscono, il Messia non può venire. Solo quando Caino e Abele si uniscono, si stabilisce la fondazione di sostanza, e solo allora il Messia può venire. Solo quando le persone sono unite al Messia può aver luogo la restaurazione del lignaggio. Questa è l’essenza del Principio. Dovete capire completamente questo contenuto e pregarci sopra. Questo è il modo in cui dovete pensare. (161-149, 18.1.1987)

Prima c’è la fondazione di fede, poi viene la fondazione di sostanza, e poi la fondazione per il Messia. Il problema è il lignaggio. Appoggiandoci alla sfera vittoriosa di Abele, dobbiamo superare l’opposizione degli Stati Uniti e l’opposizione di qualsiasi paese del mondo libero. Anche se il mondo intero è contro di me, io non mi lascerò frenare da questa opposizione. Voi avete il Principio, perciò come potete agire in modo arbitrario? Il Principio è come una fortezza inespugnabile. Poiché Dio ha approvato questa teoria, voi non potete farci nulla. Se non avete fatto la condizione di amare persino la nazione del vostro nemico, addirittura lo stesso diavolo, non avete nessuna qualifica per entrare nel Regno dei Cieli. Sapete perché Gesù chiese a Dio di perdonare i soldati romani che lo avevano trafitto con una lancia mentre stava morendo sulla croce? Non era qualcosa di personale. Roma stava sconvolgendo il mondo. Oggi, però, il cristianesimo cerca la salvezza a livello individuale, non è vero? (182-285, 26.10.1988)

Sezione 3. Perché è necessaria la restaurazione tramite indennizzo

3.1. Due cose che devono essere restaurate tramite indennizzo

Perché dobbiamo dare importanza alla legge dell’indennizzo quando seguiamo il corso della restaurazione? Dal punto di vista della provvidenza di Dio, poiché gli esseri umani hanno distrutto tutto ciò che Dio aveva creato, ciascuna persona deve ricreare ogni cosa. Poiché Dio impegnò tutta la Sua devozione più sincera nel creare, nel processo di ricreazione anche voi dovete ricreare questa condizione di devozione sincera. Quando Dio creò l’universo, non prese le cose alla leggera o si mise a ballare. Investì la Sua devozione più sincera, al 100 per cento. La via della restaurazione significa ricreare; è un tempo simile a quello in cui Dio creò; allora, potete prendere le cose alla leggera mentre seguite questa strada? (96-114, 2.1.1978)

Originariamente, per poter completare ogni stadio di crescita, ad Adamo ed Eva fu assegnata una parte di responsabilità individuale. Per ogni stadio del periodo di crescita, avevano una parte di responsabilità corrispondente. Perciò, per i tre stadi di crescita, dovevano realizzare tre stadi di responsabilità. Non ci sono eccezioni. Tutte le persone sono nella stessa situazione: possono crescere realizzando la loro responsabilità. Se Dio chiedesse agli uomini caduti di realizzare la stessa parte di responsabilità di Adamo ed Eva, non avremmo nessuna speranza di restaurare noi stessi alla posizione originale prima della caduta. Abbiamo perso l’occasione di realizzare la nostra parte di responsabilità. Perciò adesso, per compensare questa mancanza, dobbiamo stabilire delle condizioni di indennizzo. (La via del leader della chiesa – 711)

La parte di responsabilità e l’indennizzo sono rispettivamente nella posizione del lato destro e del lato sinistro. La prima è come la gamba destra e il secondo è come la gamba sinistra, ma noi ce ne siamo dimenticati. Non conosciamo la nostra parte di responsabilità e l’indennizzo. Allora, come possiamo andare avanti? Non possiamo progredire in questo modo. Dovete capire che se non colleghiamo la nostra parte di responsabilità alla restaurazione tramite indennizzo, non è possibile andare avanti. Ci avete mai pensato? Non detestate forse tutti l’indennizzo?

Non detestate forse Dio e la Sua provvidenza? Da oggi dovete fare un nuovo inizio e non dovete scordare queste cose, anche se vi dimenticate di mangiare e di dormire, o di pensare alle persone a cui volete bene. Ecco com’è serio. Persino Dio deve passare attraverso questo corso. Anche il Reverendo Moon lo deve attraversare durante la sua vita. Tutti i membri della Chiesa dell’Unificazione e il mondo intero devono seguire questo corso, altrimenti non c’è altra strada. Volete tutti attraversare questo corso facilmente, non è vero? È facile conseguire un dottorato o diventare un professore? Per ottenere un dottorato dovete seguire un determinato corso. Potete farlo facilmente? Se non passate attraverso quel corso, siete un dottore fasullo. Capite adesso? (124-105, 30.1.1983)

Per separarsi da Satana verticalmente e orizzontalmente, ci sono delle condizioni di indennizzo interiori e delle condizioni di indennizzo esteriori. Le condizioni di indennizzo esteriori sono quelle di Caino e Abele, mentre le condizioni di indennizzo interiori sono quelle di Adamo. Quando superate completamente tutte queste cose sulla base della vostra parte di responsabilità ed eliminate la sfera del dominio di Satana, allora il lato del cielo può cominciare il suo lavoro. Questa è una regola fondamentale. (161-207, 4.2.1987)

Perché Adamo cadde? La caduta di Adamo fu il fatto che non riuscì a completare la sua parte di responsabilità, e il suo rapporto con Dio, un rapporto d’amore, fu interrotto. Adamo non fu in grado di realizzare la sua parte di responsabilità. Poi non riuscì a collegarsi all’amore di Dio. A causa della caduta, le persone hanno perso la loro parte di responsabilità e il regno dell’amore di Dio. (161-205, 4.2.1987)

Come ci possiamo separare da Satana? Dobbiamo essere nella posizione di rappresentanti di Adamo, potendo stabilire delle condizioni di indennizzo. Perciò la separazione da Satana avviene quando una persona in posizione di Adamo soddisfa la qualifica di aver realizzato la sua parte di responsabilità secondo il modello originale, e quando questa persona affronta Satana con l’amore e stabilisce la condizione di essere più vicina al lato del cielo di quelli che appartengono al lato di Satana – cioè la condizione di amare con l’amore celeste più che con l’amore satanico.

Dovete capire che le condizioni di indennizzo si stabiliscono in questo modo. Poiché Satana controlla l’ambiente, userà intrighi e calunnie e ricorrerà a qualsiasi mezzo per separarvi da Dio. Tuttavia, se supererete quell’ambiente e come rappresentanti di Dio restaurerete la parte di responsabilità perduta da Adamo qualunque cosa succeda, non fallirete. Sarà una conquista eterna. Inoltre, non è possibile realizzare nessun indennizzo se amando Dio non stabilite un modello di fede assoluta, indipendentemente da quello che dicono gli altri. (161-205, 4.2.1987)

Da che cosa vi separa una condizione di indennizzo? Prima completate la vostra parte di responsabilità e poi amate Dio. Non importa quanto Satana vi perseguiti e vi attacchi, se lo scacciate senza esitazione, se vi colpisce ripetutamente ma voi non indietreggiate, allora sarà lui a doversi ritirare. Questo è il modo per separarsi da Satana. Se non fate così, non c’è assolutamente modo di indennizzare Caino e Abele. (161-205, 4.2.1987)

Come si può stabilire una condizione di indennizzo verticale? Attraverso due condizioni: realizzando la propria parte di responsabilità e completando la restaurazione dell’amore assoluto verso Dio. Poiché esiste questo criterio, Gesù disse: «Chi ama il padre e la madre più di me non è degno di me; e chi ama il figlio o la figlia più di me non è degno di me». (Mt. 10:37) Le parole di Gesù vengono da questa legge fondamentale. È così che le domande della Bibbia trovano una risposta. E voi, mi amate in questo stesso modo? (161-213, 4.2.1987)

La via della restaurazione tramite indennizzo è la strada che dobbiamo seguire inevitabilmente. Dobbiamo separarci da Satana. Se non vi separate da Satana non potete realizzare la vostra parte di responsabilità, e senza realizzare la vostra parte di responsabilità non avete nessuna possibilità di entrare nel Regno dei Cieli. La legge di Dio espulse Adamo ed Eva, ma voi siete migliori di Adamo ed Eva? Rispondetemi. Siete migliori di loro oppure no? Se siete peggiori di loro, allora sbarazzarsi di voi non è un grosso problema. Se le persone vanno e vengono dalla chiesa dandosi delle arie, questo non fa di loro dei membri della Chiesa dell’Unificazione. Dovete capire chiaramente il Principio. (148-156, 8.10.1986)

Il nostro concetto di vita è vivere per il mondo. Noi viviamo per il mondo, per Dio e inoltre per la liberazione di Dio, dei Genitori e del mondo. Queste cose non sono forse la ragion d’essere degli unificazionisti? Per realizzare la liberazione non basta semplicemente conoscere la restaurazione tramite indennizzo. Grazie alla parte di responsabilità, possiamo mettere in ordine ogni cosa. (148-166, 8.10.1986)

Caino e Abele non sono completamente responsabili di tutto. Allora chi lo è? Adamo ed Eva, i Genitori. Poiché io ho questa responsabilità, sono responsabile di tutto quello che voi non siete stati capaci di realizzare e per tutto quello che il cristianesimo non è riuscito a fare, così in quarant’anni ho sistemato tutto a livello individuale, familiare, tribale, etnico, nazionale e mondiale. Ho restaurato tramite indennizzo la parte di responsabilità dell’individuo e ho creato un muro per bandire Satana… Poiché ho creato la sfera del completamento della parte di responsabilità, da quel punto ha inizio un nuovo mondo. Poiché ho realizzato questo da un livello più alto di quello del mondo, da ora in poi il Regno dei Cieli è diventato raggiungibile. Ecco perché oggi nasce il termine “creazione del Regno dei Cieli” e “creazione della patria”. Tutto questo è in accordo al Principio. (148-163, 8.10.1986)

Fino ad ora chi ha diretto la storia? Satana. Perciò, dobbiamo separarci da lui. Se non eliminiamo Satana, Dio non ha nessuna possibilità di entrare. Non è il Suo territorio. Poiché siamo ancora nel territorio di Satana, se non stabiliamo delle condizioni di indennizzo in questo dominio caduto e non ci separiamo da lui, se non poniamo le condizioni di indennizzo per espellere Satana, il dominio di Dio non si espanderà e la base che permette a Dio di svolgere le Sue attività non potrà essere costruita. Quindi dobbiamo separarci da Satana e scacciarlo completamente. (161-204, 4.2.1987)

Lasciate che il mondo satanico mi perseguiti quanto vuole! Che mi colpisca pure! Lo conquisterò completamente! Con che cosa? Con la forza dell’amore, con il potere creativo di Dio! Se farò questo, Dio sarà con me. In quella posizione Dio agisce insieme a me. Provate a vedere se Dio sarà con voi oppure no. Io ho lottato senza dimenticarmi mai di questo, persino quando ero in prigione o ero sottoposto alla tortura. Non è in questo modo che vi separate da Satana? (161-213, 4.2.1987)

Oggigiorno i membri della Chiesa dell’Unificazione non amano la via dell’indennizzo. Questo significa che non amano la restaurazione. Non potete dire: «Mi piace la restaurazione ma non mi piace l’indennizzo!» Allora, cosa viene prima: la restaurazione o l’indennizzo? A voi piace la restaurazione ma non l’indennizzo, però dal punto di vista di Dio dovrebbe essere il contrario. Da che parte state? Dalla parte di Dio o dalla parte di Satana? Dovete capire chiaramente questo punto. A voi piace la restaurazione, ma dal punto di vista di Dio non potete preferire la restaurazione. La restaurazione si realizza solo dopo che avete pagato l’indennizzo, dopo che l’avete completato. (116-127, 2.12.1981)

Perché abbiamo bisogno dell’indennizzo, della restaurazione tramite indennizzo? Senza l’indennizzo non è possibile indurre Satana ad arrendersi. Se il punto di concentrazione dell’amore originale di Dio era un individuo, Satana sarà lì oppure no? Dal punto di vista del Principio, Satana esisterà lì oppure no? (181-214, 3.10.1988)

Per realizzare la restaurazione tramite indennizzo, dovete fare le cose opposte. È da qui che è venuto il termine “fede assoluta”. Poiché i primi antenati dell’umanità caddero a causa della loro mancanza di fede, noi dobbiamo superare questa situazione e andare oltre. Dobbiamo superare la linea da cui sono caduti i nostri antenati. Dobbiamo avere una fede assoluta. La fede assoluta va avanti finché moriamo, o addirittura al di là della morte. Vuole andare avanti persino quando una persona sta morendo.

Voi non capite che cos’è la fede assoluta, vero? Dov’è il limite della fede assoluta? Se volessimo paragonarla ad una persona viva, è una persona che è disposta ad andare avanti persino se sta morendo. Anche quando questa persona muore, non cade da un lato, cade in avanti. In questo senso, se io nego la mia fede, scelgo la via della morte. (126-34, 10.4.1983)

In secondo luogo, viene l’abnegazione. Dovete negare voi stessi al cento per cento. Dovete negare tutto: gli occhi che vogliono vedere, la bocca che vuole mangiare. Finché non ho raggiunto l’età di trenta anni non c’è stato un giorno in cui non abbia patito la fame. Era per negare me stesso. (126-39, 10.4.1983)

In terzo luogo, c’è l’amore assoluto. Amore assoluto vuol dire digerire il proprio nemico… Perdono non significa vendetta. Il nemico deve consegnarvi volontariamente la sua nazione, tutti i suoi diritti e persino il diritto della primogenitura. Dovete ricevere queste cose da lui. (126-46, 10.4.1983)

Ora che avete capito che il lato che detesta l’indennizzo è quello di Satana, e il lato a cui piace l’indennizzo è quello di Dio, fatevi tranquillamente un esame di coscienza: «Sono dal lato di Dio o dal lato di Satana?» Voi conoscete la risposta, perciò ponetevi questa domanda. Finora avete seguito la via della volontà di Dio, ma ora che sapete chiaramente che il lato di Satana ama la restaurazione, e il lato di Dio ama l’indennizzo, che strada volete prendere? (116-127, 27.12.1981)

Seguendo me avete fatto l’esperienza della raccolta fondi, vero? Probabilmente avete detto: «Mamma mia, io detesto raccogliere fondi, allora cosa sto facendo?» Ma questo è solo l’inizio. Ora posso anche dirvi di camminare all’indietro. Il mondo è alla rovescia e perciò vi posso dire: «Dal momento che il mondo è malvagio, dovete camminare all’indietro!» Se camminiamo come le persone malvagie possiamo diventare malvagi. Così dobbiamo andare in senso inverso. Solo allora possiamo diventare delle persone buone. È logico. (133-69, 8.7.1984)

Sezione 4. Dovete stabilire le condizioni di indennizzo da voi stessi

4.1. Nessuno può stabilire le condizioni di indennizzo per voi

Dovete stabilire voi stessi le condizioni di indennizzo. Non è una cosa che qualcun altro può fare al vostro posto. La caduta si riferisce alla perdita del diritto al dominio. Per realizzare la restaurazione dobbiamo andare avanti con fermezza, con la nostra natura soggettiva, non importa quanto gli altri possano interferire. Qualunque corso scelgano le altre persone, noi dobbiamo essere intenti a seguire la nostra strada. Qualunque cosa possano dire gli altri, non abbiamo il tempo di preoccuparci per questo. Non abbiamo il tempo per dormire di notte. Non abbiamo nemmeno il tempo per sederci comodamente a mangiare. Senza avere questo tipo di cuore disperato, non possiamo seguire la via della restaurazione. (22-211, 4.2.1969)

Poiché la caduta fu un errore commesso dagli esseri umani, anche la restaurazione tramite indennizzo deve essere realizzata dagli esseri umani. La regola fondamentale è che chi ha commesso il peccato lo deve indennizzare. Poiché i primi genitori divennero dei genitori falsi, se non arrivano i Veri Genitori e non indennizzano ogni cosa, non esiste una strada per ritornare a Dio. I Veri Genitori sono coloro che risolveranno tutte queste cose. I Veri Genitori sono persone dal valore così grande che non può essere scambiato nemmeno se offrite la vostra vita milioni o miliardi di volte. Perciò dovete trovare i Veri Genitori ed essere in grado di dire: «Io vi seguirò a costo della mia vita». (55-161, 7.5.1972)

Quali furono le conseguenze della caduta? Dio e il mondo angelico furono espulsi dal mondo umano; il mondo della creazione fu interamente perduto. Poi furono perduti tutti i livelli, dall’individuo, alla famiglia, alla tribù, al popolo, alla nazione e al mondo. Chi è responsabile di questo? Questa responsabilità non appartiene né a Dio, né al mondo angelico, né a tutte le cose del creato. È l’umanità che è responsabile. Le persone sono responsabili di queste conseguenze. Perciò gli uomini sono destinati ad assumersi la responsabilità e a percorrere la via della restaurazione. (100-264, 22.10.1978)

Per seguire la via della restaurazione bisogna farsi strada nella direzione opposta a quella della caduta. Percorrere la via dell’indennizzo è un principio fondamentale per gli uomini caduti. Se non superate questo corso, non potete restaurare il vostro stato originale. Vi dovete purificare. Dovete possedere un giusto sistema teorico che spiega come restaurare l’individuo, la famiglia, la tribù, il popolo, la nazione e il mondo. (La volontà di Dio – 354)

Mentre fate testimonianza o raccolta fondi come un membro della Chiesa dell’Unificazione, sapete cosa succede se incominciate a dire: «Oh, questo è troppo difficile per me, non posso farlo!» Diventa qualcosa centrato su voi stessi, non su Dio. Quando pensate a questi principi fondamentali, dovete capire chiaramente che se una persona che è diventato un membro della Chiesa dell’Unificazione dice di non poter andare avanti, o si lamenta mentre svolge il suo compito, questo le fa perdere la sua qualifica. Quelli che lavorano nella Chiesa dell’Unificazione per i propri interessi, è probabile che presto comincino a lamentarsi del Reverendo Moon e della chiesa quando si trovano ad affrontare delle difficoltà, e dicano che il lavoro che hanno fatto nella Chiesa dell’Unificazione appartiene a loro. (92-256, 18.4.1977)

Il Regno dei Cieli è un luogo dove serviamo Dio come il centro assoluto e sviluppiamo dei rapporti d’amore attraverso di Lui. Dio porta avanti la provvidenza di salvezza per stabilire questa fondazione, così affermare la propria autorità è assolutamente inammissibile. (92-255, 18.4.1977)

Poiché Adamo non fu in grado di realizzare la sua parte di responsabilità, noi siamo nella posizione in cui non possiamo ricevere aiuto da nessuno per realizzare la nostra responsabilità e completare la nostra missione. Saremo noi a prendere la decisione finale. In altre parole, Dio non decide se saremo delle persone buone o delle persone cattive; dobbiamo deciderlo da noi stessi. (29-333, 14.3.1970)

Dovete essere in una posizione più seria della vostra vita. Ecco perché anche quando avete fame, dovete lo stesso pregare. Persino mentre digiunate, dovete donare totalmente voi stessi. Dovete investire l’amore di Dio e l’energia della vostra vita in tutte le nazioni. Mentre farete questo, Dio non risponderà mai alle vostre domande e farà finta di non vedere cosa state facendo. Dio non può intervenire. Non interverrà finché il vostro investimento non è completo. Che cos’è la parte di responsabilità umana? Significa realizzare la perfezione da voi stessi, non è vero? In modo simile, quando andate avanti pregando, Dio non interviene. È davvero strano, ma a volte Dio vi fa addirittura opposizione. (180-195, 22.8.1988)

Dove dev’essere stabilito il punto cardinale che determina la vittoria o la sconfitta? Non dovete collocarlo in me. Anche se io ho questo punto cardinale, non ha niente a che fare con voi. Ognuno di voi ha il suo cinque percento di parte di responsabilità. (31-208, 31.5.1970)

Ogni volta che le condizioni di vita di un individuo e l’era in cui vive cambiano, c’è sempre il suo cinque percento di responsabilità che deve sforzarsi di realizzare per determinare la sua posizione come partner oggetto di Dio rispondendo alla Sua chiamata. Questo vale per gli individui così come per le chiese, le nazioni e il mondo. (40-66, 24.1.1971)

Che tipo di essere è Dio? Pensate che sia un Dio di gloria, seduto sul Suo trono? Non è così. Finora che cosa ha fatto Dio per l’umanità caduta? Ha pianto ogni giorno a gran voce lavorando per salvare l’umanità. Questa è stata la Sua situazione mentre guida l’umanità.

Dio è un essere così pietoso. Per salvare l’umanità che è caduta nell’abisso della miseria, Dio scuote le persone dal sonno gridando: «Venite! Venite da me!» Ma Dio non può far venire le persone da Lui così semplicemente. Devono realizzare la loro parte di responsabilità. Perciò, dal momento che Dio non può fare la nostra parte per noi, com’è difficile per Lui svolgere il Suo lavoro! (220-220, 9.6.1968)

4.2. La disposizione di cuore necessaria per realizzare la propria responsabilità

Gli esseri umani sono in una posizione di mezzo dove devono decidere se appartengono al lato del bene o al lato del male. Una persona non può ricevere l’aiuto di qualcun altro per decidere se andare verso il bene o verso il male; deve deciderlo da sola. Inoltre, dobbiamo capire che dal momento che siamo i discendenti di persone cadute che non sono state in grado di realizzare la loro parte di responsabilità, ci troviamo di fronte a un bivio cruciale dove dobbiamo prendere questa decisione. (29-333, 14.3.1970)

Sezione 5. Senza la legge dell’indennizzo non c’è nessuna separazione da Satana

5.1. “Io” mi trovo sulla linea di divisione

Io sono entrato e uscito di prigione diverse volte, sia nella Corea del Nord che nella Corea del Sud. Dovete saperlo. Perché dobbiamo realizzare la restaurazione tramite indennizzo? Perché ci dobbiamo separare da Satana? Il motivo per cui ci dobbiamo separare da Satana è per liberare la sfera della parte di responsabilità. Satana non ha forse interferito nella vita di Adamo ed Eva prima della caduta? Non potete entrare nel Regno dei Cieli se Satana si è intromesso nella vostra vita.

Dove vi trovate adesso? La vostra coscienza sa dove siete. Non la potete ingannare. Sa dove state andando. (148-199, 9.10.1986)

La restaurazione tramite indennizzo è inevitabile. Perché dobbiamo realizzare la restaurazione tramite indennizzo? Perché ci dobbiamo separare da Satana? Perché abbiamo bisogno della base di un ambiente libero in cui possiamo realizzare naturalmente la nostra parte di responsabilità originale. È perché abbiamo bisogno di stabilire un posto dove Satana non ci può accusare e non si può collegare a noi in nessun modo. Così è logico che dobbiamo soddisfare assolutamente il criterio della restaurazione tramite indennizzo e realizzare la nostra parte di responsabilità. Ecco perché vi dovete separare da Satana e pensare di non avere nessun rapporto con il mondo satanico, anche se dovete morire di fame. Questa è la linea di divisione, la linea di confine. (148-204, 9.10.1986)

La via della restaurazione tramite indennizzo è la strada della separazione da Satana. Perché ci dobbiamo separare da Satana? Per trovare la sfera della parte di responsabilità. Originariamente, nell’area della parte di responsabilità umana, Satana non esiste. Questa è l’area della parte di responsabilità di Adamo. Il criterio originale è che l’area della parte di responsabilità di Adamo non può essere invasa da Satana. Dobbiamo inculcare chiaramente questo concetto nella mente delle persone. Dobbiamo percorrere questa strada in ogni caso. Dobbiamo completare la nostra parte di responsabilità e innestarci nell’amore di Dio. Se vogliamo innestarci nell’amore di Dio, ci dobbiamo separare da Satana. Ci dobbiamo separare completamente da tutto ciò che ha un rapporto con lui. (148-197, 9.10.1986)

Perché è venuta fuori la restaurazione tramite indennizzo? A quale scopo è apparsa dopo la caduta? Se non ci fosse nessuna parte di responsabilità, non ci sarebbe bisogno di parlare di “restaurazione tramite indennizzo”. In che posizione erano gli esseri umani quando caddero? Caddero nel corso della realizzazione della loro parte di responsabilità. A quel tempo gli esseri umani consegnarono la sfera della parte di responsabilità nelle mani di Satana. Fu presa da Satana. Per questo dobbiamo riconquistare il dominio della parte di responsabilità. (143-77, 16.3.1986)

Se Dio non avesse dato agli uomini caduti una parte di responsabilità, il termine “restaurazione tramite indennizzo”, su cui oggi la Chiesa dell’Unificazione mette l’accento, non sarebbe comparso. La semplice restaurazione sarebbe stata sufficiente.

Dovete pagare indennizzo! Perché? Perché gli esseri umani hanno veramente una parte di responsabilità. Poiché gli uomini hanno violato la parte di responsabilità che era stata loro affidata, devono realizzarla. Per far questo dovete trionfare su tutto ciò che appartiene al mondo satanico e liberarvi in modo dignitoso del suo clima di opposizione. Dovete entrare in un luogo dove potete ricevere l’amore di Dio. Se realizzerete questo, Satana si allontanerà da voi. (143-77, 16.3.1986)

Siete ancora nella sfera della parte di responsabilità, persino come discendenti di persone cadute. Avete raggiunto la perfezione individuale nella dimensione del dominio basato sui risultati conseguiti attraverso il Principio? Vi siete collegati all’amore di Dio? Avete posto una base che vi permette di collegarvi direttamente a Dio con un legame d’amore? Se considerate queste domande dal punto di vista della vostra parte di responsabilità, dovrete ammettere che non siete stati capaci di realizzare queste cose. La restaurazione tramite indennizzo è necessaria per separarci da Satana. La vostra parte di responsabilità non può essere realizzata se non vi separate da Satana. (148-148, 8.10.1986)

Siete tutti vissuti senza capire quanto è importante la parte di responsabilità. È il criterio per la liberazione. Che cos’è la restaurazione tramite indennizzo? È necessaria per creare un ambiente libero dove possiamo realizzare la nostra parte di responsabilità. Poiché Satana ci soggioga, che cosa dobbiamo fare per proteggerci? Dobbiamo amare Dio e amare il prossimo più di quanto amiamo Satana. Satana detesta Dio e detesta l’umanità, ma noi, al contrario, dobbiamo poter dire: «Io amo Dio e l’umanità più di quanto amo te, Satana!» Se non siamo in questa posizione, in grado di creare una strada a senso unico basata sul modello di una persona che non è caduta, non potremo mai separarci da Satana. (148-154, 8.10.1986)

La via della restaurazione tramite indennizzo è la strada che dobbiamo seguire inevitabilmente. Ci dobbiamo separare da Satana. Se non vi separate da Satana non potete realizzare la vostra parte di responsabilità, e senza realizzare la vostra parte di responsabilità non avete nessuna possibilità di entrare nel Regno dei Cieli. La legge di Dio espulse Adamo ed Eva, ma voi siete migliori di Adamo ed Eva? Rispondetemi. Siete migliori di loro oppure no? Se siete peggiori di loro, allora sbarazzarsi di voi non è un grosso problema. Se le persone vanno e vengono dalla chiesa dandosi delle arie, questo non fa di loro dei membri della Chiesa dell’Unificazione. Dovete capire chiaramente il Principio. (148-156, 8.10.1986)

Abbiamo bisogno della restaurazione tramite indennizzo per separarci da Satana. Se non ci separiamo da Satana non saremo in grado di realizzare la nostra parte di responsabilità. (148-148, 8.10.1986)

Satana si è infiltrato sulla base del fatto che le persone non hanno realizzato la loro parte di responsabilità. Perciò, una volta che la parte di responsabilità sarà realizzata, Satana sarà messo al bando. Satana non può rimanere quando la parte di responsabilità è stata realizzata. (137-254, 3.1.1986)

Avete completato la vostra parte di responsabilità, oppure non l’avete ancora realizzata? Non l’avete completata, allora avete qualche rapporto con me? Dovete capire questo.

Perché dobbiamo realizzare la restaurazione tramite indennizzo? Originariamente, prima della caduta, Satana non poteva introdurre nessuna accusa nella sfera della parte di responsabilità. Se siete in un luogo dove Satana si può infiltrare, allora non siete nella sfera della parte di responsabilità. Satana non può invadere il luogo dove si paga indennizzo. Quel tipo di luogo è una prigione. (148-156, 8.10.1986)

Con la forza del mio amore per Dio io vado volontariamente in prigione nel mondo di Satana. Accolgo con grandissima gioia il luogo che Satana detesta di più. Le persone di questo mondo non amano soffrire, vero? Ma ai membri della Chiesa dell’Unificazione piacciono le difficoltà. Perché? Perché vogliono realizzare la restaurazione tramite indennizzo… Il comportamento arrogante è la caratteristica di Satana. Satana non può andare in un luogo umile. (148-156, 8.10.1986)

Per proteggervi da Satana, dovete amare Dio più di quanto amate chiunque altro. Dovete amarLo più di quanto amate qualunque persona del mondo e dell’universo. Dovete amare Dio più di quanto amate voi stessi. Poiché siete una persona caduta, dovete amare Dio più di voi stessi. Satana ama sé stesso più di Dio e del mondo. Ecco com’è Satana. Perciò, se basate la vostra vita sull’individualismo, siete i principi di Satana. (148-161, 8.10.1986)

Se non ci fosse la legge della parte di responsabilità, sarebbe impossibile mettere le cose in ordine. Grazie alla parte di responsabilità possiamo sbarazzarci di Satana e distinguere chiaramente nel regno celeste due nazioni con dei confini precisi, entrando così nell’era del dominio universale centrato sull’amore di Dio. Queste nazioni sono il Regno dei Cieli in cielo e sulla terra – il mondo spirituale e il mondo fisico – sotto il diretto dominio di Dio. Lo capite chiaramente? Il problema siete voi. Dove siete adesso? Siete sempre sulla linea di confine. Quando siete sulla linea di confine della restaurazione tramite indennizzo centrati su un individuo, Satana non vi può seguire. (148-166, 8.10.1986)

I membri della Chiesa dell’Unificazione che concetto hanno della vita? Vivere per il mondo, per Dio e, inoltre, per liberare Dio, i Veri Genitori e il mondo. Questo deve diventare il centro della vita quotidiana dei membri della Chiesa dell’Unificazione. (148-166, 8.10.1986)

5.2. Come uscire dal dominio di Satana (il dominio della caduta)

Per essere salvati completamente, dovete purificare i vostri peccati. Dovete purificare tutti i peccati che avete commesso nel passato e quelli che commettete nel presente. Per purificare i vostri peccati, dovete fare delle cose che non si allontanano dal Principio. (55-158, 7.5.1972)

Poiché gli esseri umani si sono rovinati a causa della caduta, per riparare il danno dobbiamo seguire le regole e i principi fondamentali che esistevano prima che avvenisse quel danno. Per essere in armonia con le leggi della creazione, dobbiamo seguire il corso della storia di ricreazione. La caduta ha avuto inizio quando un partner d’amore ha investito per il proprio bene anziché per quello del partner. Perciò dobbiamo passare attraverso un processo inverso donando noi stessi. Ecco perché la religione ci insegna a sacrificarci. (69-84, 20.10.1973)

Qual è la malattia che l’umanità ha sviluppato dopo la caduta di Adamo ed Eva? Gli esseri umani hanno contratto la malattia dell’amore centrato su Satana, e a causa di questa malattia dell’amore falso, da quel momento in poi hanno moltiplicato il lignaggio di Satana. (La volontà di Dio – 437)

Abbiamo ereditato il lignaggio di Satana e siamo nati come suoi figli; questa è la nostra malattia. Ma come ha avuto inizio questa malattia dell’amore? La malattia della caduta è iniziata quando Adamo ed Eva hanno negato il giusto ordine, hanno negato i principi del cielo e della terra e l’ambiente stabilito da Dio, e si sono abbandonati ad un amore egocentrico. Così, per curarvi da questa malattia, dovete negare voi stessi e fare del Dio assoluto il centro della vostra vita. Se l’Arcangelo e Adamo ed Eva avessero desiderato un amore centrato su Dio, non sarebbero caduti e avrebbero costruito un mondo ideale. (92-255, 18.4.1977)

Per uscire dal dominio satanico, dobbiamo avere una visione centrata su Dio. Questo è l’unico modo in cui possiamo uscirne. Poiché non c’è altro modo per poterlo fare dobbiamo inevitabilmente scegliere questa strada. (La volontà di Dio – 437)

La via che dovete percorrere è difficile, ma dovete pensare a Dio che percorre questa strada davanti a voi, e ai vostri amici, fratelli e sorelle che la percorrono al vostro fianco. Dovete anche ricordare che la via del destino verso il quale l’umanità si deve dirigere è ancora davanti a noi. Dovete decidere di seguire questa strada fino alla fine della vostra vita. Pensando a questo, potete trascendere il punto della caduta di Satana, perpetrata attraverso il suo egocentrismo. Quando il vostro pensiero è centrato su Dio anziché su voi stessi potete superare il dominio della caduta. Perciò, il periodo più arduo per la Chiesa dell’Unificazione indica che si sta avvicinando il giorno in cui espelleremo il dominio più difficile della caduta di Satana e saremo liberati. (92-256, 18.4.1977)

La caduta significa essenzialmente cadere in uno stato di morte. Perciò, per essere salvati, vi dovete tuffare con coraggio in quello stato di morte. Se questo è un corso che siete destinati ad attraversare inevitabilmente, allora lo dovete affrontare da uomini – con un cuore gioioso. Quando il numero dei membri della chiesa che percorrono la via della volontà di Dio con questa determinazione aumenterà, il mondo si muoverà in una nuova direzione. Il nostro cuore arde dal desiderio di creare questo tipo di fondazione. Avete la convinzione che vi permette di trascendere la linea di confine fra la vita e la morte?

Io ho affrontato Satana in centinaia e addirittura migliaia di situazioni tra la vita e la morte. Non sono mai sceso a compromessi con lo standard che mi sono prefisso, anche quando mi si sono presentate delle situazioni incredibilmente difficili, che si susseguivano come delle onde. Anche se mi si spezzano le gambe, gli occhi mi escono dalle orbite o mi cade la testa, non mi allontanerò dal livello di cuore che avevo all’inizio. Perciò, fintanto che non muoio, vincerò. (22-184, 2.2.1969)

Come potete liberarvi dell’amore e del lignaggio che appartengono al dominio satanico? Se amate voi stessi e pensate solo a voi stessi, Satana vi trascinerà con sé in qualunque momento. Al contrario, se negate voi stessi e mettete Dio al centro dei vostri pensieri e della vostra vita, Satana non vi controllerà più; invece Dio verrà da voi e si prenderà cura di voi. Così facendo, potete essere liberati dal dominio dell’arcangelo del mondo satanico. Vi eleverete dalla posizione dell’arcangelo caduto a quella dell’arcangelo che non è caduto. Perciò dovete morire! Agite come se foste morti. Dovete essere messi sotto i piedi costantemente. (92-264, 18.4.1977)

Per quanto ne so io, è impossibile unire la mente e il corpo quando si sale ad una posizione importante. Se salite in cima con una mente presuntuosa, non c’è nessuna possibilità di unirsi. Dovete essere calpestati. Anche nel mio caso, Dio mi ha messo sotto i piedi per quarant’anni, per impedire che mi elevassi. Ma siccome faceva questo, tutte le mie aspirazioni ad elevarmi erano stimolate, e così mi sono potuto unire a Lui. Dovete essere insultati, calpestati e maltrattati ovunque andate, come il poeta Kim Sat-gat che vagò lungo tutta la penisola coreana. Ma persino in quelle circostanze dovete scoprire voi stessi e saper digerire ogni cosa con gioia. (144-255, 25.4.1986)

Dovete vivere nel contesto dell’amore essendo determinati nel vostro cuore ad amare più di Satana, col desiderio di amare Dio e l’universo; dovete essere capaci di dire: «Per la volontà di Dio e la liberazione dell’umanità, io scenderò in fondo all’abisso». Come potete scendere? Cercate di farvi calpestare. Lasciate che tutti i quattro miliardi di persone del mondo camminino sopra di voi. Io non mi lamento nemmeno quando sono calpestato. Digerisco tutto con amore e gratitudine. Questo è quello che dovete fare. (138-288, 24.1.1986)

Sezione 6. Avere fede significa rispettare la legge dell’indennizzo

La Chiesa dell’Unificazione ha a che fare per il 95-98 per cento con la vita di fede. Poiché gli esseri umani persero il 95 percento di quello che Dio aveva creato, la nostra ricreazione avviene solo dopo che è stato completato il 95 per cento. Una volta fatto questo, dobbiamo realizzare il restante 5 percento. Com’è difficile! Se non ci fosse stata la caduta, il cielo avrebbe fatto il 95 percento e noi dovremmo fare solo il 5 per cento, ma a causa della caduta, Dio non può rifare questo per noi. Siamo noi che dobbiamo realizzare la ricreazione. Ciò significa che dobbiamo fare il 95 percento più il 5 percento. Perciò dobbiamo essere pronti a sacrificarci. Non pensate alle comodità finché non abbiamo completato il corso della restaurazione a livello mondiale… (142-84, 1.3.1986)

Venendo su questa terra ho portato quattro straordinarie verità al mondo dei credenti. Ho chiarito il rapporto fra Dio e l’umanità; ho dato una chiara spiegazione sulla parte di responsabilità e l’indennizzo – cose che nessuno nella storia aveva mai conosciuto. L’altra domanda è perché per le persone di coscienza la vita è difficile, mentre le persone malvagie vivono bene. Ho chiarito la legge dell’indennizzo e il problema di Caino e Abele, che nessuno aveva mai conosciuto. (161-153, 18.1.1987)

Gli esseri umani hanno ereditato la natura caduta e sono diventati schiavi delle loro abitudini. Al giorno d’oggi persino le persone religiose tendono a vivere una vita di fede molto abitudinaria. Una vita di fede di routine è pericolosa; diventa un fattore fondamentale che offre a Satana la condizione per accusarci. Quando le persone seguono la via della restaurazione, Satana usa tutti i metodi possibili per trovare costantemente l’opportunità di infiltrarsi, cercando di non perdere nemmeno una persona. Satana deve separarsi dagli individui a causa delle condizioni di indennizzo che essi stabiliscono, ma può soggiogarli di nuovo a livello familiare o nazionale. (167-98, 30.6.1987)

Dobbiamo passare attraverso un certo corso modello, ma voi non capite chiaramente questa formula. «Noi non abbiamo bisogno dell’indennizzo. Perché dobbiamo percorrere questo difficile corso dell’indennizzo?» Le persone che dicono così moriranno inevitabilmente sotto il dominio di Satana. Egli reclamerà che appartengono al suo regno. Dovete conquistare il territorio di Satana e respingere Satana. Dovete conquistare il suo regno. Siate intrepidi. Liquidate le cose del vostro passato. Avete questa responsabilità nella vostra vita di fede. Lo dovete capire chiaramente. (167-319, 20.8.1987)

La restaurazione tramite indennizzo non è una restaurazione condizionale. Dovete capire che l’indennizzo è reale. Questo non è scritto nel Principio Divino. Probabilmente è la prima volta che sentite che la condizione di indennizzo è effettivamente un indennizzo reale. Perciò, quando pensate al corso della restaurazione fino ad oggi, Dio ha elevato dal mondo satanico la persona che era più coscienziosa. Noè era esattamente questo tipo di persona. Dio chiamò Noè sulla fondazione della sua fede assoluta, della vita di fede di quest’unica persona. La provvidenza di Dio fu stabilita attraverso la famiglia di Noè. Sono necessari un uomo di fede assoluta, una donna di fede assoluta e una base delle quattro posizioni di fede assoluta. (183-164, 31.10.1988)

Dio stabilì la religione per restaurare tramite indennizzo l’uomo caduto. Attraverso la religione, Dio insegna il metodo per rafforzare uno spirito centrato su di Lui e il metodo per invertire il dominio del corpo fisico sulla vita e la personalità dell’uomo. Ecco perché la religione richiede la pratica del digiuno, lo spirito di servizio e di sacrificio, una disposizione d’animo umile e mite e altre cose del genere. Questi sono i metodi per ridurre la forza del corpo fisico e far sì che il corpo obbedisca allo spirito. Di solito ci vogliono dai tre ai cinque anni per liberarsi delle abitudini di vita legate al corpo fisico e creare un nuovo modo di vita fondato sullo spirito. (201-208, 9.4.1990)

Su che cosa si basa l’indennizzo? Qual è il suo contenuto? È una questione d’amore: se amate di più Satana o Dio. Tutto ruota attorno al problema dell’amore. Per pagare indennizzo dovete avere assoluta fede in Dio. Satana, tuttavia, non ebbe fede in Dio in modo assoluto e Lo tradì. Satana tradì Dio mentre stava svolgendo la sua missione. Perciò, quando seguite la via dell’indennizzo, è necessario innanzitutto che la vostra fede e le vostre azioni siano assolute. (206-238, 14.10.1990)

Nel corso dell’indennizzo, dovete realizzare la vostra parte di responsabilità. Qual è il punto centrale nel realizzare la parte di responsabilità? Senza amare di più il cielo, senza avere una fede assoluta e un amore assoluto, non potete sottomettere Satana. (139-279, 31.1.1986)

L’era della restaurazione tramite indennizzo, che è durata fino ad ora, sta per concludersi. Poiché è alla fine, sta arrivando il tempo in cui se le persone agiscono violando la legge saranno scoperte immediatamente. Nell’era della restaurazione tramite indennizzo le persone si sono mosse in senso circolare: se il primo tentativo falliva, potevano farne un secondo. In questo modo hanno potuto progredire. Ora, tuttavia, abbiamo superato l’era della restaurazione tramite indennizzo e siamo entrati nell’era della restaurazione. Nell’era della restaurazione non possiamo prendere del tempo per risolvere gli errori. Le cose succederanno immediatamente. Dovete capire chiaramente questo punto, e se in passato avevate solo un concetto vago della fede, dovete sbarazzarvene e vi dovete determinare a prendere responsabilità. (144-128, 12.4.1986)

Io ho percorso la via della volontà di Dio. Osservando la mia vita, nessuno può capire la strada che sto seguendo. Tuttavia, la mia vita ha un retroscena vasto e profondo che è compreso dal cielo. Se pensate a questo, sono una persona fortunata o sfortunata? Sono fortunato. Quelli che si oppongono a me, non lo fanno perché lo vogliono. Senza opposizione, la restaurazione tramite indennizzo non si può realizzare.

Sapendo che tutto ciò che facciamo lo facciamo per direttiva del cielo, dovete essere grati. Se continuerete ad essere riconoscenti, alla fine arriverete in un mondo a cui non avevate mai pensato, e il mondo che si è opposto a voi andrà incontro a delle conseguenze che non avete mai immaginato. Ecco perché la vita di coloro che servono il cielo deve essere piena di gratitudine. (138-129, 19.1.1986)

Quello che conta è avvicinarsi al cielo un passo dopo l’altro, considerando preziosi i risultati realizzati attraverso la vostra lealtà. Anche se pregate intensamente esprimendo una grande ambizione, questo non vuol dire che la volontà di Dio si realizzerà. Sulla via della restaurazione tramite indennizzo tutte le persone che affermano di essere le migliori finiranno per perdersi. Anche io non dico forse di essere il migliore? Ma fra tutto quello che finora vi ho insegnato, non c’è nulla che non ho messo in pratica prima di insegnarvelo. L’ho messo in pratica, l’ho portato a termine e poi ve l’ho insegnato; non è vero? (142-89, 1.3.1986)

La liberazione di Dio non si realizzerà se le persone non si uniscono ai Veri Genitori e non eliminano tutte le condizioni di accusa da parte di Satana, in modo da poter offrire a Dio tutte le cose di questa terra. Come potete entrare nel dominio della proprietà del cuore di Dio? I vostri genitori, voi stessi e tutte le cose del creato non sono potute stare su una base di parità, appartenendo a Dio. Dobbiamo restaurare questo tramite indennizzo. (137-268, 3.1.1986)

Quanta gratitudine provate per il fatto che accettate di seguire la via della restaurazione tramite indennizzo, la via predestinata della parte di responsabilità? Dovete riflettere su questo. Non potete dire: «Oh, le parole del Principio della Chiesa dell’Unificazione mi piacciono, ma non mi piace la restaurazione tramite indennizzo!» Per essere ammessi a una università, per varcare le sue porte, dovete superare un esame. La strada opposta ai vostri desideri sta davanti a voi. Non potete essere ammessi a scuola senza assolvere questo compito. Per noi è la stessa cosa. La via della Chiesa dell’Unificazione non è facile. (138-120, 19.1.1986)

Voi capite meglio di chiunque altro perché dovete seguire questa strada, perché la vostra anima è sottoposta a pressione in questo modo, e perché la vostra coscienza vi spinge in modo da rendervi la vita difficile. Perché il vostro cuore è così? Perché la strada giusta è davanti ai vostri occhi, perché bisogna seguire la storia, e perché la via predestinata e cruciale della restaurazione tramite indennizzo che le persone devono seguire deve ancora essere percorsa. Se ve ne andate via, non potete percorrere questa strada.

Non potete seguire questa strada se non montate a cavallo dei Veri Genitori. Non importa quanto una mosca possa essere schifosa, se si aggrappa alla pancia di un cavallo lanciato al galoppo e resiste senza cadere, può viaggiare mille miglia. Voi siete nella stessa posizione. Dovete aggrapparvi ai Veri Genitori e muovervi insieme a loro, persino se siete a testa in giù; non dovete cadere. (138-120, 19.1.1986)

Oggigiorno i credenti dimenticano che stanno percorrendo la via della restaurazione tramite indennizzo. Perché Adamo ed Eva caddero? Perché dimenticarono il corso della loro parte di responsabilità. Caddero perché dimenticarono la realtà. Mentre la sfera della parte di responsabilità rimane incompleta, gli esseri umani si trovano in una posizione in cui non possono far altro che lamentarsi; inoltre, non sono nella posizione di entrare liberamente in quella sfera. Poiché gli uomini sono caduti, per raggiungere la posizione in cui possono realizzare liberamente la loro parte di responsabilità, devono svincolarsi dal dominio storico della caduta. Altrimenti non possono seguire il corso della restaurazione. (142-82, 1.3.1986)

Quelli che hanno completato la restaurazione tramite indennizzo, alzino la mano. Buoni a nulla! Mascalzoni incostanti! Dovreste essere colpiti con una mazza; dovreste essere maledetti! Dovreste essere colpiti da un fulmine! Se non l’avete fatto, nemmeno io vi posso aiutare. Vi ho insegnato tutto chiaramente. Il mondo spirituale si trasforma secondo quello che dico io. Se andrete là senza aver fatto questo, rimarrete intrappolati. Non importa quanto un marito e una moglie dicano di aver amato i loro figli, quando andranno nel mondo spirituale tutto questo finirà.

Proprio come nel mondo spirituale è emerso il paradiso, per le famiglie della Chiesa dell’Unificazione ci sarà un paradiso dove resteranno prima di entrare nel Regno dei Cieli. Là non potrete neppure amare. Come potete amarvi l’un l’altro? Non potrete amare vostro figlio, per quanto desideriate farlo. Cosa farete? Anche se le mogli possono dire ai loro mariti: «Tu mi amavi, come mai ti comporti diversamente dopo che sei venuto qui?», i mariti non potranno amare le loro mogli. Non potrete amare. Nella posizione in cui siete, non vi è possibile amare. (148-168, 8.10.1986)

Voglio farvi una domanda: avete percorso la via della restaurazione tramite indennizzo? Siete vissuti in questo modo? Il nostro destino è restaurare il primo figlio e anche se la strada per questa restaurazione, che sta davanti a noi, è bloccata, avete fatto uno sforzo disperato, avete lottato con la determinazione di superare quello scoglio ad ogni costo? No. Non ci avete provato. Mi avete semplicemente seguito. E per quale ragione mi avete seguito? Perché vi piacevo. Perché mi avete seguito? Mi avete seguito non perché eravate motivati dal Principio, ma semplicemente perché io vi piacevo. (138-134, 19.1.1986)

Non pensate che se entrate a far parte della Chiesa dell’Unificazione e ve ne state seduti senza far niente andrete nel Regno dei Cieli! Dovete ereditare il regno del cuore. Quando realizzerete la restaurazione tramite indennizzo? Io vi ho detto di andare a farlo, ma quando siete andati? (140-197, 9.2.1986)

Qual è la cosa più difficile per gli esseri umani? Satana ha tre porte principali, e la prima è il mangiare. Questa bocca miserabile mangia, mangia, mangia e domanda sempre del cibo più buono. Continua a fare così. La seconda porta è il riposo. Se dormite soltanto, volete riposare sempre. Non è così? Non volete lavorare. E qual è la terza porta? Il desiderio sessuale. Le persone hanno la tendenza a non essere fedeli al proprio coniuge. Se nella Chiesa dell’Unificazione ci sono delle persone che tradiscono il loro sposo e hanno delle relazioni amorose con altri, meritano il giudizio del fuoco. È possibile che arrivi un tempo del genere. Non è ancora successo perché non ho dato l’ordine. Dio non espulse forse Adamo ed Eva dal giardino di Eden? Non c’era modo di occuparsi di quegli sciagurati. Erano solo in due e quindi non c’era nessun modo di risolvere la situazione. Ora, però, è diverso. Ci sono tante persone così. Io non voglio veder succedere queste cose nel mio tempo. Ecco perché dico che è una cosa grave. (199-107, 16.2.1990)

Sezione 7. La via dell’indennizzo è la via dell’obbedienza assoluta e della sottomissione assoluta

Perché le persone religiose devono obbedire in modo assoluto? È necessario per poter diventare dei partner oggetto assoluti in relazione al partner Soggetto assoluto. E quando vi trovate di fronte al male, non diventate mai suoi complici, neanche se dovete morire. Vi dico di non diventare mai complici del male! Il comandamento di amare significa che dovete amare le persone, non il peccato a cui le persone sono unite. Dovete capirlo. (57-57, 28.5.1972)

Se Dio è assoluto, anche io devo desiderare una posizione assoluta. Se Dio è immutabile, anche io devo diventare immutabile. Se Dio è unico, anche io devo diventare unico. Se Dio è eterno, anche io devo essere eterno.

Da questo punto di vista, è inevitabile che gli esseri umani abbiano la vita eterna. Tutto va verso questo risultato. Penso che sia una conclusione giusta. Anche se Dio ha l’amore, la vita e l’ideale, ma io non ho tutte queste cose, è tutto invano. (69-74, 20.10.1973)

Non dovete avere delle ambizioni egoistiche. Dovete unirvi completamente e assolutamente a me. C’è una sola radice. Se si tira la radice si tira tutto l’albero. Un tronco o un ramo non possono avere coscienza della propria esistenza, non possono affermare sé stessi. Non possono esserci due direzioni. Ce n’è soltanto una. Saremo liberi di muoverci in tutte e quattro le direzioni solo dopo che avremo costruito una base vittoriosa e avremo assicurato la nostra posizione. Senza realizzare questo, non c’è nessuna libertà. Capite cosa voglio dire? Quindi non potete agire liberamente. (169-199, 31.10.1987)

Finora qual è stato il centro della vita delle persone religiose? Gesù fu un uomo degno di compassione. Dal punto di vista umanistico, Gesù non poteva insistere a fare ciò che voleva. Notte e giorno, serviva solo la volontà di Dio senza avere una sua volontà personale. Obbediva assolutamente alla volontà di Dio. Obbedienza assoluta! Perché obbediva in modo assoluto? Esiste solo un Soggetto originale assoluto, ma Satana formò un’altra sfera del soggetto, creando una forma triangolare. Per questo Gesù fece tutto quello che fece per eliminare Satana.

Oggi gli uomini sono sotto il controllo della sfera d’influenza di Satana. Per sfuggire a questa situazione nel dominio satanico, devono seguire la strada che Satana detesta di più. Per questo la religione ci ordina di essere assolutamente obbedienti alla nostra coscienza. Poiché Dio è assoluto, alle persone del mondo religioso viene chiesto di negare sé stesse, per far sì che si uniscano in modo assoluto a Dio. (57-114, 29.5.1972)

Siate assolutamente obbedienti! L’obbedienza assoluta non vi porta alla morte. Che cosa succede quando obbedite? Vi unite alla persona a cui obbedite. E cosa succede quando vi unite? Respingete il male. Poiché diventate completamente uniti, il male viene respinto. Perciò il male può essere eliminato. Questo è un principio. (57-114, 29.5.1972)

Nella volontà di Dio c’è una volontà collegata al Suo ideale, e una volontà per restaurare le persone tramite indennizzo perché sono cadute. Dovete capire che ci sono questi due tipi di volontà. Se è così, quale tipo di volontà dobbiamo seguire? Il secondo. Allora, ci può essere un briciolo di libertà nella vita religiosa delle persone che seguono il cielo lungo la strada di questo secondo tipo di volontà di Dio? Non può esserci nemmeno un briciolo di libertà. (134-117, 25.2.1985)

Dobbiamo avere fede assoluta. Quando vi chiedono se credete nella Chiesa dell’Unificazione, dovete rispondere: «Io seguo questa strada con fede assoluta». (46-99, 25.7.1971)

Che cos’è la fede assoluta? Se c’è un leader di una religione in cui credete, tra voi e lui ci può essere una differenza storica di migliaia di anni, ma grazie alla fede del vostro cuore, potete entrare insieme lui nella dimensione della stessa epoca su un piano orizzontale. Ecco perché vi dico di credere in modo assoluto. Quando credete in modo assoluto, vi rendete conto di essere insieme a quella persona. Inoltre, capite che vivete insieme a lei. Dovete sapere che la fede ha lo scopo di stimolare le persone e dare loro una nuova consapevolezza di questa realtà. (32-162, 12.7.1970)

La fede assoluta passerà, e passerà anche l’obbedienza assoluta; quello che rimane fino alla fine è l’amore assoluto. La fede, l’amore e la speranza, sono tre cose che esistono sempre, ma delle tre quale si dice che è la più importante? L’amore! La fede passa e passa anche la speranza, ma l’amore rimane fino alla fine. Io vi dico la stessa cosa. Persino la fede assoluta passerà. (169-130, 29.10.1987)

Dovete essere coraggiosi persino nel momento della morte. Quando chiuderete gli occhi e penserete: «Ora sono morto», sarete già nell’altro mondo. Avverrà un simile balzo. La Chiesa dell’Unificazione si è sviluppata così. Se siete in una situazione scioccante e sconcertante dove tutte le direzioni sono bloccate e non potete né rimanere sulla terra né salire in cielo, e tuttavia superate quella situazione essendo pronti a morire, allora il Dio vivente senz’altro si manifesterà. Ecco perché per me il problema dell’esistenza o della non esistenza di Dio non si pone neanche. (126-38, 10.4.1983)

Quindi dovete assorbire il vostro nemico. Dovete amare il vostro nemico. Non è una strada facile. Non solo dovete negare voi stessi centinaia di volte, dovete anche raggiungere la posizione in cui siete capaci di amare il vostro nemico. Se non lo fate, non potete stare dalla parte di Dio. (126-44, 10.4.1983)

Una religione non può partire da un concetto di affermazione, perché i nostri antenati sono caduti. La prima condizione necessaria per negare questo è la fede assoluta. Capite? Allora, avete una fede assoluta? Ecco perché dobbiamo scoprire la ragione per cui le persone seguono la via dell’ascetismo. Non desiderate che oggi questo Signor Moon venga a rivelare tutto il mondo segreto della religione? Perché dobbiamo seguire la via dell’ascetismo? Perché ci dobbiamo sacrificare? Perché bisogna credere in modo assoluto? Se chiamiamo i pastori delle chiese e facciamo a loro queste tre domande, non sapranno rispondere. Diranno semplicemente: «Beh, attraverso la fede otteniamo la salvezza». Non lasciatevi raggirare dalle tattiche ingannevoli di Satana. (126-36, 10.4.1983)

I membri della Chiesa dell’Unificazione devono seguire il corso opposto per realizzare la restaurazione tramite indennizzo. Per questo la loro strada non inizia dal riconoscimento del proprio valore e dall’autoaffermazione. Inizia dalla negazione completa. Una religione perfetta inizia con l’abnegazione, con la completa negazione del mondo caduto. Questo è il motivo per cui dovete negare il mondo, negare la vostra nazione, tribù, famiglia, marito o moglie, negare persino di essere un uomo o una donna, e negare la vostra stessa mente e il vostro stesso corpo. Dovete capire quanto è enorme la portata di questa negazione. Seguendo la vostra mente, dovete negare persino il vostro corpo. (126-34, 10.4.1983)

Non pensate che riceverete delle benedizioni solo perché credete nella Chiesa dell’Unificazione. Dovete pensare a dare le benedizioni agli altri. Dovete sforzarvi di offrire le benedizioni che esistono nella Chiesa dell’Unificazione per il bene della vostra nazione e del mondo, per qualcosa di più grande. Se percorrerete la vostra strada in questo modo, io prenderò responsabilità per il vostro corso e non vi tratterrò. Dovete diventare questo tipo di persone. (130-61, 11.12.1983)

Alcune persone esteriormente dicono di essere d’accordo, ma interiormente scuotono la testa. Vedendo questo, vorrei che fossero nate con un carattere migliore. Lungo la via della fede, combattere e riportare la vittoria su sé stessi è più difficile che conquistare il mondo. Da questo punto di vista, la prima croce da portare è dominare noi stessi. (46-954, 25.7.1971)

Finora, chi ha completato il pagamento dell’indennizzo per la parte di responsabilità? Potete pagare quell’indennizzo con del denaro? Potete pagarlo vendendo la vostra casa e il vostro paese? Allora cosa dovete fare? Non c’è nulla che potete fare. Potete solo essere assolutamente obbedienti. Finché avete vent’anni dovete obbedire in modo assoluto. Adamo ed Eva insistettero sul proprio punto di vista. Ebbero un rapporto sessuale, cadendo prima di aver raggiunto i vent’anni. Finché non raggiungete i vent’anni, dovete essere assolutamente obbedienti. Prima dei vent’anni dovete obbedire. Per questo i bambini sono assolutamente obbedienti. Obbediscono, anche se non gli insegnate che devono fare così. Sanno che se non si uniscono ai loro genitori, andranno a finir male. Andrete in rovina se non vi unite a Dio. (133-136, 10.7.1984)

Poiché l’umanità perse i quattro grandi regni del cuore e le tre grandi sovranità, noi li dobbiamo ritrovare. Per realizzare questo, dovete sottomettervi con un’obbedienza assoluta, una docilità assoluta e un sacrificio assoluto ed essere disposti a fare qualunque cosa vi venga chiesto. Solo dopo che avrete fatto così, i genitori usciranno dal mondo satanico per venire qui. Gli uomini del mondo satanico sono come arcangeli, quindi dovete separarvi da loro. Poi da quel punto potete salire. (235-293, 25.10.1992)

Nel corso della restaurazione di Canaan, mi dovete seguire. Quando le oche selvatiche volano attraversando l’oceano, seguono in modo assoluto la loro guida. Non fanno nessuna obiezione. Quando la loro guida dice: «Volate!» tutte le oche volano. Devono seguire il loro leader, non importa quanto sia difficile, persino fino alla morte. Fino a questo momento voi avete fatto qualcosa di simile. Ora, però, che siete giunti a destinazione e avete cominciato a mettere al mondo dei figli, dovete prendervi cura gli uni degli altri e amarvi vicendevolmente; dovete creare una tribù ed esserne fieri. Questo tempo deve venire. Vi ho già detto che questo è ciò che dobbiamo fare adesso. Finora è stato il tempo di avanzare verso la terra benedetta di Canaan, ma ora siamo giunti in un’era in cui dobbiamo stabilirci. (115-107, 4.11.1981)

Un vero figlio di pietà filiale è un figlio che obbedisce. Un vero suddito leale, persino quando è scacciato e messo a morte dai traditori, non dice mai che il re è un incapace. Un vero suddito leale è una persona di integrità e di lealtà, che versa lacrime con un cuore addolorato, e augura lunga vita al suo re persino quando è perseguitato dai cortigiani traditori, fino al momento della morte. Questa è obbedienza assoluta. L’unica strada per avere successo attraverso l’obbedienza assoluta è quella del vero amore. (164-48, 3.5.1987)

Finora non vi ho mai detto: «Dovete obbedire assolutamente alle mie parole!» Dobbiamo adeguarci al corso della storia. Il corso della storia è il cammino della storia provvidenziale percorso per amore di Dio. È per questa ragione che vi ho insegnato il corso della provvidenza di restaurazione. Non ve l’ho insegnato per il bene del Reverendo Moon della Chiesa dell’Unificazione. Ecco perché anche io seguo questa strada. Siamo diretti verso lo scopo di Dio, il Soggetto, e lo scopo dell’umanità, che è il partner oggetto. Poiché questi due obiettivi non sono stati raggiunti, il Principio dell’Unificazione e il Pensiero dell’Unificazione promossi oggi, in questa epoca, dalla Chiesa dell’Unificazione, si appellano alle persone perché li realizzino. (71-66, 29.4.1974)

« Indietro Avanti »
^