Libro 6 – La nostra vita e la dimensione spirituale

CAPITOLO I – Il corso della vita

Sezione 1. Il corso della nostra vita

1.1. Il futuro immediato della nostra vita è imprevedibile

Si dice comunemente che gli esseri umani vanno e vengono. Questo vale anche per le persone più illustri della storia. Dovete rendervi conto che la costante influenza dei principi celesti sul corso della storia si applica a noi persino in questo momento. Anche noi verremo e ce ne andremo. Noi non sappiamo per quali affinità interiori o attraverso quali rapporti ci siamo trovati ad essere qui, ma sappiamo che la realtà è che siamo venuti in questo mondo, abbiamo lottato con tutti i generi di fenomeni e di concetti ideologici e alla fine lasceremo questa terra.

Se è così, per quale ragione siamo venuti qui e a quale scopo moriamo? Numerosi filosofi e uomini religiosi hanno dedicato tutta la loro vita alla risoluzione di questi problemi ma non ci sono riusciti. La storia umana è continuata fino ad oggi, afflitta dal dolore di questi continui fallimenti, e ancora adesso continua su questa strada. (7-178, 6.9.1959)

Perché sono stato messo al mondo? Perché devo vivere? Dove sono diretto?

Non dovreste mai permettervi di pensare che siete nati per vostra volontà. Siete nati in questo mondo, ma non conoscete l’origine e lo scopo dietro la vostra nascita. Ignorate la motivazione e lo scopo della vostra esistenza. In altre parole, nasciamo a dispetto dei nostri desideri. Viviamo a prescindere dai nostri desideri e moriamo nonostante i nostri desideri. Quindi, di che cosa dobbiamo essere orgogliosi? Non abbiamo nessun controllo sulla nostra nascita, siamo solo dei custodi in questa vita e non possiamo evitare la via della morte. Così, qualsiasi tentativo di essere orgogliosi di noi stessi fa pietà. Una volta nati, siamo destinati a vivere e a morire. (7-178, 6.9.1959)

Che lo sappiamo o no, stiamo andando in qualche posto. Siamo diretti verso quel luogo sia che lavoriamo, sia che riposiamo. E non solo noi, ma anche questa nazione, questo mondo e inoltre il cielo e la terra stanno andando in un certo posto. È un fatto innegabile. In che genere di posto andremo alla fine della nostra vita? Questa è una domanda molto importante che l’umanità deve risolvere. Attraverso la religione, la filosofia e gli studi storici, le persone si sono date da fare per risolvere questo problema. Perciò, non potete negare che siete tutti intrappolati e travolti da questo destino. (8-194, 20.12.1959)

Numerosi saggi, sapienti e fondatori di religioni si sono fermati nel corso della loro vita, hanno interrotto le preoccupazioni della loro mente e le inclinazioni del loro cuore e si sono chiesti: «Dove sto andando?» Hanno lottato per rispondere a questa domanda. Queste persone si sono prefisse di risolvere questa domanda, ma nessuno finora ha potuto dichiarare con fiducia: «Il mio corpo, la mia mente, il mio cuore, la mia vita e i miei ideali si dirigono velocemente verso la destinazione ideale; perciò tutte le persone e tutti gli esseri che esistono in cielo e sulla terra devono seguirmi in quel luogo». (8-194, 20.12.1959)

Oggi, le persone vivono solo fino a 70 o 80 anni. Il nostro cuore sa che la nostra vita dura troppo poco per permetterci di restaurare tutti i domini del bene che si sono aggrovigliati nella storia. Neanche un miliardo di anni sarebbero sufficienti. Tuttavia, durante questo breve periodo di settanta o ottanta anni, dobbiamo stabilire un legame duraturo con il dominio del bene. La nostra mente e la nostra coscienza si disperano, conoscendo l’enormità di questo compito. Non dobbiamo morire! Se moriamo non possiamo realizzarlo. Durante la nostra vita dobbiamo stabilire questo legame di cuore e restaurare la sovranità della terra natale su questa terra. Dobbiamo trovare la patria originale, servire il sovrano celeste e vivere col suo popolo nella sua nazione. Solo allora potremo andare in cielo nel mondo spirituale. Come sarebbe disperato il nostro cuore se sapessimo che non possiamo andare a vivere in quel mondo! (155-27, 6.10.1964)

Anche se ho un destino, dove cerca di andare il mio corpo? Dove cerca di andare la mia mente? Verso cosa è orientata la mia vita? Dove cerca di andare il mio cuore? I miei desideri, le mie speranze e i miei ideali dove cercano di andare? Anche se non possiamo rispondere a queste domande, dobbiamo lo stesso seguire il corso del nostro destino. Quando moriremo, il nostro corpo sarà sepolto nella terra. Il giorno in cui il mio corpo sarà sepolto, saranno sepolti con lui anche la mia mente, la mia vita, il mio cuore, il mio ideale e persino la mia speranza? Scompariranno? Se non avete integrità, un chiaro senso dello scopo e delle risposte precise, diventerete inevitabilmente una persona infelice. (8-194, 20.12.1959)

Per quale ragione nasciamo? Quale deve essere il fulcro della nostra vita e a che scopo moriamo? Non potremo mai rispondere a queste domande senza Dio. Senza Dio, non possiamo trovare il vero motivo della nostra vita. Chi non ha una motivazione non può né raccogliere il frutto del suo lavoro, né veder riconosciuto il proprio valore. Un edificio è costruito secondo il progetto dell’architetto. Un edificio che è costruito senza far riferimento al progetto originale non può essere ciò che l’architetto intendeva originariamente. (21-100, 17.11.1968)

Se fate una partenza sbagliata, finirete nel posto sbagliato. Ecco perché quando una nave salpa verso il grande oceano, deve tracciare la rotta e seguire attentamente la bussola dal momento in cui parte dal porto. Allora, qual è il porto di partenza per la vita umana? Le persone non lo sanno. Dove possiamo trovare la direzione, la bussola che ci guida a raggiungere la nostra destinazione nel mondo dell’aldilà? Gli esseri umani non sono stati in grado di trovarla, e così hanno vagato avanti e indietro. Per quanti tentativi abbiano fatto, non sono riusciti a superare le loro limitazioni umane. (172-28, 3.1.1988)

1.2. Dov’è diretta la nostra vita?

Qual è lo scopo della vita? Abbiamo bisogno di pensare di nuovo a questo argomento. La fonte della nostra vita non viene da noi. Quindi, lo scopo della vita certamente non appartiene soltanto a noi. Nessuno rifiuterebbe l’idea di essere felice nella vita. Nessuno rifiuterebbe una vita splendida. Tuttavia, la realtà è che nessuno di noi è libero di vivere in questo modo. Inoltre, ognuno di noi desidera essere orgoglioso di sé stesso, vivere liberamente secondo la propria volontà ed essere ricordato di conseguenza. Tutti questi elementi che si intrecciano si possono trovare dentro il nostro cuore. (7-178, 6.9.1959)

L’arrivo della stagione autunnale preannuncia la venuta dell’inverno. Solo quelli che hanno vitalità possono superare l’inverno. Le cose senza vitalità non possono far altro che ritirarsi. Ecco perché deve essere infusa una nuova vita prima che giunga l’inverno. La nuova vita deve avere un nuovo principio e un nuovo pensiero basati su un nuovo amore, deve essere armata di una nuova visione della vita, del mondo e dell’universo. Senza questi elementi non può sopravvivere alla stagione invernale. Anche se il corso può essere duro, una volta che vi procurate la vitalità per superare l’inverno, la primavera si avvicinerà sempre di più ad ogni giorno che passa. I giorni della primavera verranno da voi. La Chiesa dell’Unificazione sta percorrendo questo cammino. (35-68, 3.10.1970)

Noi viviamo in questo mondo, ma sappiamo che non finisce tutto qui e che esiste anche il mondo spirituale. Il mondo fisico e il mondo spirituale non sono separati, ma sono collegati come una cosa sola. Allora, dov’è il luogo in cui siamo destinati ad andare e alla fine stabilirci? Ora viviamo nel corpo fisico qui sulla terra, ma stiamo dirigendoci verso il mondo dell’eternità. Passiamo attraverso gli anni dell’adolescenza, i vent’anni, i trent’anni e una volta che abbiamo superato la nostra gioventù, entriamo nel fiore della vita, poi a poco a poco superiamo il culmine e alla fine arriviamo alla vecchiaia. Come il sole che tramonta, la nostra vita giunge a termine in questo modo. (140-121, 9.2.1986)

Quelli che conoscono l’esistenza del mondo spirituale capiscono che la nostra vita in questo mondo è breve, mentre il mondo in cui entriamo dopo la morte è eterno. Perciò, la vita fisica è un tempo per prepararsi al mondo dell’eternità. Non è così? (140-121, 9.2.1986)

Dove vanno le persone? Vanno verso il mondo spirituale. Il mondo spirituale è come l’oceano. Siamo destinati ad andare là. Come nell’oceano ci sono varie correnti, così nel mondo dello spirito si sviluppano dei cambiamenti infiniti. Nelle correnti principali dell’oceano ci sono molte cose che vivono in armonia e che non si trovano nell’acqua dolce. Come nel mare ci sono molte famiglie di pesci, ci sono molte nuove famiglie che sono in armonia col cielo e con la terra. Dobbiamo diventare così quando andiamo nel mondo spirituale. (141-306, 2.3.1986)

Allora, dove vanno le persone? Vanno in cielo. E gli angeli? Anche loro vanno in cielo. E vostra madre e vostro padre? Vanno in cielo anche loro. E il vostro cane? Non va all’inferno. Al tempo della guerra di Corea, una famiglia ricca cercava di scappare verso sud. Avevano un cane, di cui si erano vantati perché era costato tanto, ma non lo portarono con loro, lo legarono alla porta e gli dissero: «Addio, noi ce ne andiamo». I nostri membri dell’Unificazione non devono fare queste cose. Ora i cani e tutte le creature possono seguire i loro padroni in cielo o dovunque essi vadano. (78-336, 10.6.1975)

Dobbiamo trovare un modo per superare tutte le situazioni complicate del mondo fisico e del mondo spirituale e i complessi sistemi del pensiero umano. Dobbiamo essere consapevoli del fatto straordinario che possiamo avanzare con una chiara serie di valori, seguendo un’unica e semplice direzione. Passeremo inevitabilmente attraverso certi stadi di sviluppo e di preparazione nella nostra vita. Una certa forza ci accompagnerà ad ogni tappa del nostro cammino. La forza motrice dell’amore può essere attiva in tutti gli aspetti della nostra vita. Così, nasciamo nell’amore, riceviamo amore, diamo amore e andiamo nel mondo dell’amore. Ritorniamo a Dio. L’essere di risultato ritorna all’essere di causa. Quindi dobbiamo pensare nello stesso modo in cui pensa Dio. (126-144, 12.4.1983)

Allora, dove dobbiamo andare? Dov’è il luogo in cui dobbiamo andare, anche se è necessario mettere a repentaglio la nostra vita? Deve venire il giorno in cui cerchiamo Dio, Lo serviamo e gioiamo nei nostri cuori, un giorno in cui i nostri cuori dicono che non c’è una speranza più grande. Per questo sopportiamo il dolore, i maltrattamenti, il risentimento e perseveriamo in questa vita terrena. Se non riusciremo a passare con successo attraverso questo mondo, moriremo insieme ad esso. (8-202, 20.12.1959)

Perché le persone non desiderano morire, anche quando vivono una vita mediocre? Perché vivere? Qual è l’origine della vita? Sono sicuro che avete molte domande del genere. Tuttavia, le vostre domande non trovano una risposta nei libri di filosofia scritti dagli uomini.

Finora, in effetti, la filosofia ha soltanto cercato una strada verso Dio. Allora che cos’è la religione? Una vita religiosa inizia quando conoscete Dio e vivete insieme a Lui. (186-12, 24.1.1989)

Non dobbiamo ignorare il mondo spirituale. Siamo creati per andare là un giorno. Così, anche le persone benestanti devono vivere su questa terra in modo conforme al Principio e realizzare l’ideale dell’unità e dell’equilibrio tra il mondo fisico e il mondo spirituale. È possibile formare un piano di relazioni reciproche equilibrate tra i due mondi. Questo si equilibra da sé stesso e deve ruotare con un dolce movimento perpendicolare attorno all’asse verticale. Anche quando ruota di 360° non si deve inceppare. Se Satana può lanciare anche solo la più piccola accusa si incepperà. Deve apparire una persona la cui vita ruota attorno a un asse verticale senza vacillare mai. Verrà il tempo in cui la famiglia sarà sottoposta a un serio riesame. Sarà il tempo del riesame della Chiesa dell’Unificazione. La chiesa non sarà più necessaria. Sarà l’era originale dove possiamo vivere al servizio di Dio. (271-277, 28.8.1995)

Tutto il mondo si trova di fronte alle stesse condizioni e modelli di corruzione nel dominio della vita, dell’amore e del lignaggio. Tutto è immerso nella stessa degradazione. Perciò, potete restare entro i confini del Regno dei Cieli sulla terra se sapete rinunciare a tutto ciò che il vostro corpo desidera nel dominio satanico ed entrare completamente nel dominio della vostra coscienza. Così, potete ottenere i diritti e la libertà che portano alla nazione di Dio, senza limiti e frontiere, il mondo del Regno dei Cieli sulla terra e nel mondo spirituale. Dovete capire che avete bisogno di entrare in quel luogo. Le persone vivono ignorando queste difficili questioni. Finiscono all’inferno perché vanno nel mondo spirituale senza sapere cosa succede dietro le quinte. (258-343, 20.3.1994)

Una volta che nasciamo, siamo destinati a morire. Dove andiamo dopo la nostra morte? Non scompariamo come il fumo. Siamo destinati ad andare nel mondo spirituale. In quel mondo vedremo una nazione celeste Allora, chi è il padrone del mondo spirituale? È Dio. Quindi, dobbiamo diventare i figli e le figlie di Dio. Se non diventiamo i figli di Dio, non possiamo entrare in cielo. (208-109, 17.11.1990)

Se esiste un mondo spirituale, pensate che sia in continuo cambiamento? C’è il detto: «La mente di una persona cambia mattina e sera, ma un paesaggio di montagna non cambia mai». Anche il mondo spirituale è immutabile. Supponendo che Dio esista, pensate che cambi? Dio è immutabile. Se nel mondo spirituale ci fosse una nazione sotto il regno di Dio, questa nazione sarebbe immutabile. Vivrebbe sotto la legge stabilita per l’eternità, senza nessuna insoddisfazione o malcontento. Vivrebbe nella dignità e nell’armonia e si manterrebbe adattandosi e perfezionandosi. Quel luogo non avrebbe bisogno di nessuna rivoluzione.

Chiunque provasse a fare una rivoluzione perirebbe. (203-326, 28.6.1990)

Dovete tutti entrare nella terra benedetta di Canaan. È giunta l’era del villaggio globale perché la terra è stata creata per diventare la terra benedetta di Canaan e perché il mondo fisico si è avvicinato al cielo. Con l’invenzione dei satelliti siamo entrati nell’era in cui possiamo vedere l’universo restando seduti. Sta arrivando il tempo in cui i satelliti ci collegheranno alla dimensione spirituale.

Poi verrà l’era del computer. Nel mondo spirituale ci sono dei computer che mostrano tutti i dati della vita di una persona sulla terra. Stiamo entrando in un’era in cui la storia e qualsiasi cosa della vita di una persona sarà rivelata in un istante. Allo stesso modo, l’era in cui l’inferno si espande sulla terra è stata sostituita dall’era in cui, attraverso il movimento dell’Unificazione, appare il cielo sulla terra. (266-296, 28.6.1990)

Adamo ed Eva pagavano forse il cibo che mangiavano nel Giardino dell’Eden? Era tutto gratuito. In questo senso, Dio, che ha creato l’ambiente per gli esseri umani, ha dato loro gratuitamente un valore infinito. Di conseguenza, quando andiamo a vivere nel mondo spirituale, lì ogni cosa di valore infinito ci viene fornita in modo naturale. Dio vive nel mondo spirituale, la Sua patria originale. Là il cibo non si acquista con il denaro. È un luogo dove tutto può essere rifornito al di là della nostra immaginazione.

Voi siete così come siete perché non conoscete il mondo spirituale. Se discendeste dal lignaggio originale, senza alcun rapporto con la caduta, conoscereste sicuramente il mondo spirituale. (263-78, 21.8.1994)

Perché desideriamo ardentemente la patria originale? È come l’amore per i nostri genitori, i nostri fratelli, i nostri consorti; è come l’amore per la terra, le montagne e i ruscelli del nostro paese natale. Il mondo dopo la morte segue la stessa formula del vero amore. Nella nostra patria originale possiamo trovare i nostri genitori, il nostro coniuge e i nostri fratelli. Tutto è lì, perfino del cibo squisito. Il cibo può diventare genuino solo quando il nutrimento fisico e il nutrimento spirituale si combinano. Perché dobbiamo soffrire in questo modo? È per andare nella nostra patria originale. Lo facciamo per ereditare un mondo spirituale pieno di speranza. (225-135, 5.1.1992)

Il vostro paese natale non è confinato in uno spazio ristretto. Dovete essere in grado di vivere in qualunque luogo, come se fosse la vostra terra natale. Dovunque andate, vivete in quel luogo pensando che è la vostra amata terra natale. Chiunque è capace di portare tutti i 40 milioni di persone della Repubblica della Corea a vivere in armonia, vedrà crescere il valore della sua personalità spirituale nel mondo spirituale. Quando pensate al vostro paese natale, assicuratevi di pensare al mondo spirituale mentre cercate di realizzare una personalità d’amore e di vivere per gli altri come se fossero i vostri genitori, o i vostri fratelli e sorelle maggiori. Nello stesso tempo, siate determinati a investire il vostro amore e la vostra vita nell’educazione dei vostri figli in modo da poter lasciare dei discendenti meravigliosi nel vostro paese natale. Se vivete con questo modo di pensare, allora, quando andrete nel mondo spirituale, il mondo intero diventerà la vostra terra natale. (209-17, 24.11.1990)

Che genere di corso devono seguire i membri della Chiesa dell’Unificazione? Devono seguire il corso che Dio desidera. Devono seguire la via della volontà di Dio. Che cos’è la volontà del cielo? È la via per l’individuo, la famiglia, la società, la nazione, il mondo e perfino il mondo spirituale. Voi non sapete tante cose sul mondo spirituale, non è vero? Lo specialista in questo campo è la persona che è qui davanti a voi. Il mondo spirituale è una certezza. (121-146, 24.10.1982)

1.3. La nostra vita è la preparazione per andare nel mondo spirituale

Qualunque cosa possiate pensare a questo proposito, non c’è niente che potete fare riguardo le leggi della natura. Nessuno di voi vuole morire, vero? Siete sicuri di poter evitare la morte? È la natura che lo decide. Per la stessa logica, dovete seguire anche le leggi del mondo spirituale. (247-95, 25.4.1993)

Il mondo spirituale è la nostra patria, la patria originale. Questa terra è la patria del nostro corpo originale e il mondo spirituale è la patria della nostra mente originale. L’aldilà dove dovremo andare è il mondo del cuore, il mondo spirituale. Perciò, se ci prepariamo per il nostro futuro ingresso nel mondo spirituale, non avremo alcun problema una volta che arriveremo là. Gli americani devono mangiare hamburger e formaggio, non è vero? E i coreani devono mangiare kimchi e kochujang. Se nel mondo spirituale ci sono hamburger e kimchi, allora… Così se viviamo la nostra vita sulla terra allo stesso ritmo del mondo spirituale, non avremo alcun dolore quando andremo là. (207-72, 1.11.1990)

Fino ad oggi la gente ha pensato che tutto scompare con la morte, ma non è così. La vita continua nel mondo spirituale. Dobbiamo fare i preparativi sulla terra per entrare nell’altro mondo. Nel mondo spirituale respirate l’amore. Perciò, per poter respirare liberamente nel mondo spirituale, dovete vivere con l’amore nella vostra vita sulla terra. Se non vivete centrati sull’amore durante la vostra vita fisica, non potrete respirare liberamente nel mondo spirituale. Il mondo spirituale è un mondo dove si respira l’amore. Potete immaginarlo come un mondo in cui l’aria è costituita dall’amore. La morte fisica è l’inizio della seconda fase della vita. Quindi, non c’è niente di cui avere paura. La morte apre le porte di un nuovo inizio. (249-280, 11.10.1993)

Il mondo spirituale è la nostra patria originale. Durante la vostra vita sulla terra dovete mantenere un livello che vi permette di ritornare nella vostra patria originale e vivere là per l’eternità. Non potete vivere come volete su questa terra. Non potete vivere come la gente del mondo che ignora queste cose. Dovete conoscere il mondo spirituale e vivere di conseguenza. Allora, quando lascerete questo mondo, potrete andare davanti a Dio e collegarvi al cielo. Senza conoscere il mondo spirituale, non è possibile stabilire quel legame. Perciò dovete essere chiaramente consapevoli della realtà del mondo spirituale. (295-120, 19.8.1998)

Il mondo spirituale è immerso in un’atmosfera d’amore. Se il vostro essere spirituale non è preparato, non sarà in grado di respirare in cielo. Questo mondo è un mondo di aria, ma l’altro mondo è il mondo spirituale dell’amore. Dovete preparare il vostro essere spirituale in modo che possa sentire l’amore. Senza far questo, non potete creare delle relazioni nel mondo spirituale. Questo è il problema e sarà complicato. Possono essere necessari milioni di anni per risolverlo. (265-327, 1.12.1994)

Dovete tutti impegnarvi nell’amore originale. Nel mondo spirituale l’amore ha la funzione dell’aria. Solo quando le vostre cellule sperimentano la pienezza dell’amore tutto può diventare naturale. Tutte le cellule respirano, non è vero? Potete nutrire le cellule d’amore diventando una vera coppia e facendo crescere le vostre cellule con l’amore di Dio. Poi potete entrare nel mondo di Dio e respirare l’aria dell’amore per l’eternità. In questo modo non morirete. Dal momento che l’amore è la radice, il mondo spirituale è un luogo dove, con l’amore, qualunque cosa diventa possibile. Potete creare qualsiasi cosa per le persone che amate. Questo mondo spirituale è una realtà. La nostra patria originale esiste. (283-267, 13.4.1997)

Qual è la differenza fra l’acqua di mare e l’acqua dolce? Hanno un sapore diverso. L’acqua di mare è salata, mentre l’acqua dolce non ha nessun gusto. Allo stesso modo, su questa terra non c’è un “sapore”, ma nel mondo spirituale il sapore c’è. L’acqua ha il potere di sostenere la vita, ma per generare la vita è necessario il sale. (229-90, 11.4.1992)

L’acqua del fiume deve fluire nei livelli più profondi del mare. Anche l’acqua dolce di un grande fiume diventa acqua salata quando entra nel mare. Persino l’acqua di un fiume che è famoso per le sue chiare correnti non tarderà a trasformarsi una volta che entra nel mare. Cambia assumendo un colore e un gusto completamente diversi. Allo stesso modo, tutti alla fine vanno nel mondo spirituale. L’acqua dolce non può mantenere le sue caratteristiche una volta che entra nel mare, ma diventa inevitabilmente acqua di mare.

In modo analogo, durante la loro vita, le persone religiose devono acquisire la capacità di aggiungere acqua salata. Allora, non ci sarà nessun conflitto nel mondo spirituale. Se l’acqua dolce entra nel mare e mantiene le sue caratteristiche originali, sorgeranno dei problemi.

Analogamente, se le persone entrano nel mondo spirituale così come sono, si troveranno in grande difficoltà. (244-178, 7.2.1993)

Dove scorre il fiume? Va verso il mare. L’acqua di mare è diversa dall’acqua di fiume. La terra è simile all’acqua del fiume, e il mondo spirituale è come l’acqua del mare. Tutti quelli che vivono sulla terra andranno a finire nel mondo spirituale. Quando l’acqua dolce e l’acqua salata si mescolano, cosa succede? Che cosa succede ai pesci di acqua dolce quando sono messi nell’acqua salata? I pesci di acqua dolce non possono sopravvivere nell’acqua salata, soffocano.

Perciò, si devono abituare all’acqua salata. Se il colore e la temperatura dell’acqua sono gli stessi, sarete a posto, non importa dove berrete l’acqua. Se il mondo fisico e il mondo spirituale si congiungono all’improvviso, morirete come un pesce d’acqua dolce in mezzo all’acqua salata. Come respirerete in quella situazione? Al salmone ci vogliono due settimane per abituarsi gradatamente all’acqua, mentre nuota spostandosi dall’acqua salata nell’acqua dolce. Il salmone procede a tappe per minimizzare il dolore della transizione. (256-61, 12.3.1994)

Cosa prova l’acqua dolce quando si riversa nel mare? Resisterà dicendo: «Non voglio andare»? Tutti i fiumi penseranno così? Se vi chiedo dove andate dopo la morte, sono sicuro che risponderete che andate nel mondo spirituale. Allora come andate nel mondo spirituale? Ci andate morendo. Pur essendo così, nessuno vuole morire. Allora, cosa succede quando alla fine il fiume si riversa nel mare? Cosa succederebbe se l’acqua dolce fosse completamente inghiottita dall’acqua del mare? L’acqua dolce l’apprezzerebbe? Sarebbe scioccata come se tutto si fosse contratto, o meglio dire ristretto… Subirebbe un grande shock, come se quella che originariamente era stata la cosa più grande fosse diventata la cosa più piccola. (229-209, 12.4.1992)

Anche se le persone possono non voler andare nel mondo spirituale, tutti comunque ci devono andare. Tutti voi che siete qui, alzate la mano se pensate che non morirete mai. Anche se piantate un coltello nel tavolo e giurate il contrario, la morte è inevitabile. Dove andate dopo la morte? Andate nel mondo spirituale. La vita sulla terra è come un grande fiume; ma non importa quanto il fiume sia grande, tutto fluisce verso il mare. Quelli che dicono: «Non posso andare nel mare; non voglio andare nel mare», possono anche essere vivi ma sono come morti. È come non comprendere il valore della propria esistenza. (229-88, 11.4.1992)

Se esaminiamo l’effetto di quello che facciamo nella nostra vita prima di andare nel mondo spirituale, possiamo vedere che è una questione molto seria. Il mondo spirituale è un mondo sconosciuto. Siamo destinati ad andare nel mondo spirituale, il mondo sconosciuto. È un mondo che si estende all’infinito. Quando andrete là potrete incontrare tutti i vostri antenati. È un luogo dove potete incontrare migliaia e decine di migliaia di vostri antenati tutti insieme. Quando vi incontreranno, i vostri antenati vi valuteranno. (142-160, 9.3.1986)

Non esiste un modo facile per prepararsi. Pensiamo alla nostra vita nel suo insieme. Quelli che sanno che la loro gioventù è il tempo per prepararsi all’età adulta prospereranno. La maturità è il tempo per prepararsi alla vecchiaia. La vecchiaia è il tempo per prepararsi per il mondo spirituale. So molto bene che la vita è simile a un corso di formazione, un periodo di preparazione in cui formare una personalità grande e universale. (147-188, 21.9.1986)

Attualmente, i visti e i confini nazionali creano dei problemi, ma una volta che la lingua sarà unificata, potremo vivere in qualsiasi luogo come se fosse il nostro paese natale e la nostra nazione. Alla fine, le cose si muoveranno in questa direzione. I popoli dell’Unione Sovietica e dell’America vivranno dunque insieme come una famiglia.

In futuro, saranno costruite delle televisioni piccole come un portafoglio. Non è così anche adesso? Non esistono forse delle micro-televisioni che possono stare dentro una tasca? Siamo entrati in un’era in cui potete vedere tutto dovunque siete con l’aiuto delle comunicazioni via satellite. Il mondo viene da noi in forma condensata. La vita umana diventerà più conveniente; spostarsi in qualunque luogo sarà facile. Deve venire il tempo in cui potremo viaggiare trasportando tutte quelle piccole cose nella nostra automobile. Potrete lasciare la Corea e viaggiare intorno al mondo fino a settanta o ottanta anni. Un’era del genere verrà sicuramente. Sto facendo i preparativi per quel tempo. (238-361, 22.11.1992)

1.4. La vita è troppo breve

La nostra vita è troppo breve. Possono passare dieci anni e ce ne rendiamo conto a malapena. Tutto sarà deciso entro trent’anni dopo il vostro matrimonio. In questo senso, il corso della vita non vi aspetta. È occupato a seguire la sua strada. Tutti dobbiamo morire un giorno. Pensate che non morirete? Potete essere sicuri che non morirete? Dovete morire. E dove andrete dopo la morte? Sapete che esiste un mondo spirituale? Io metto in gioco tutta la mia vita per questo lavoro a causa del mondo spirituale – perché conosco il mondo spirituale – anche se abbraccio il mondo intero. La vita su questa terra non è che un attimo. È simile ai nove mesi che trascorrete nell’utero di vostra madre. (143-333, 21.3.1986)

La Chiesa dell’Unificazione è il luogo dove vi preparate per andare nel mondo spirituale. Per questo motivo è un posto per prepararsi a qualificarsi per il mondo spirituale. Così, la domanda è se superate gli esami perfettamente o in modo imperfetto. C’è anche la possibilità di non riuscire ed essere dichiarati non idonei.

Alla luce di ciò, mentre siete sulla terra dovreste prepararvi per quando andrete nel mondo spirituale. La vita sulla terra è come il viaggio di un viandante. Dovete attraversare tanti corsi. Come donna nascete dai vostri genitori, vivete con loro e raggiungete una certa età. Anche se potete ignorare lo scopo per cui siete nate, incontrate un uomo e camminate insieme a lui, dando nascita a un figlio attraverso l’amore. Faticate nella vita in questo modo come se faticaste per tirare un vagone. Ma non si sa quando quel vagone si romperà. A volte percorrerete delle strade ripide e pietrose. Un errore e può andare in panne. Cosa farete se si romperà? Non sarete più in grado di andare avanti. Dovrete ripararlo e se non siete capaci di farlo, sarete in grossi guai.

Ecco perché, se non avete forza o capacità, vi ci vorranno uno, due o addirittura dieci anni per percorrere questo tragitto. Se non riuscirete a superarlo, perirete. Questa è la natura del vostro viaggio. A volte potete fermarvi da qualche parte e incontrare molta gente. Potete fermarvi in tutti i tipi di posti. La vita è come un viaggio. Alla fine, comunque, questo cammino vi porta nel mondo spirituale. (229-209, 12.4.1992)

La vita passa molto in fretta. Nel momento in cui cominciate ad avere un po’ di saggezza e iniziate a capire gli affari del mondo, avete già quaranta o cinquanta anni. Un decennio passa in un batter d’occhio. Ancora dieci anni e ne avete sessanta – ma solo per un momento. Dopo i sessanta, in un attimo ne avete settanta. Ora che ci penso, mi posso veramente riconoscere nel detto: «La vita non è che un sogno fugace». (139-153, 31.1.1986)

La nostra vita non è che un momento. La nostra vita va su e giù rispetto allo standard eterno. Come una bilancia, sale e scende. Ecco com’è. (46-155, 13.8.1971)

Supponiamo che la vostra vita duri circa ottanta anni. Se togliete il tempo per dormire, si riduce alla metà, quaranta anni. Dormire è vivere? Dormire è come essere morti. Dormire significa morire. Per questo motivo, voi trascorrete soltanto la metà delle ventiquattro ore del vostro tempo a lottare per vivere. E se eliminiamo un’ora per ogni pasto? Avete bisogno di un’ora per ciascuno dei vostri pasti.

Inoltre, se togliamo il tempo trascorso per le feste con gli amici, la celebrazione del sessantesimo compleanno del vicino, i funerali, i giorni di malattia e così via, pensate di vivere veramente anche solo metà della vostra vita? L’ultima volta che ho fatto il calcolo, ho scoperto che passiamo soltanto sette anni a vivere realmente la nostra vita. Di questi sette anni, quanti giorni si possono contare come giorni che avete vissuto veramente? Quanti giorni in tutto? (49-336, 24.10.1971)

La vita in questo mondo fisico è breve. Non viviamo per molto tempo. Sapendo questo, il tempo che spendete a dormire e a mangiare vi costa caro. Mangerete camminando. Dormirete lungo la strada e farete la ricreazione lungo il cammino… Che desolazione! Ma mentre fate queste cose, riceverete delle benedizioni straordinarie. Sappiate bene che tutto questo sarà ricordato nella storia. (80-226, 23.10.1975)

La fortuna di una persona si allunga e si ristringe come un elastico. Se una persona che è nata con una fortuna che ha un valore di 100, nel corso della sua vita spende per un valore di 120, i suoi discendenti periranno. Se invece ne spende soltanto 80, può trasmettere il 20 che resta ai suoi discendenti come benedizione. Ecco come dovrebbe essere. (78-333, 10.6.1975)

Sezione 2. La giusta comprensione della morte

2.1. La morte è la conclusione inevitabile della vita terrena

Ci sono molte persone che sono vissute fino ad oggi pensando che la morte sia la fine della vita, dicendo: «Se vivo settanta o ottanta anni, sono contento. E se muoio, così sia!» Nel corso della storia, ci sono state molte persone che hanno pensato profondamente a come vivere per sempre. Si sono chieste se esisteva un modo per vivere al di là della morte. Più si aggrappavano a questo ideale, più pensavano e si chiedevano: «Qual è il significato della vita? Perché nasciamo e perché percorriamo il nostro cammino come dei vagabondi?» C’è chi ha detto: «La vita è un oceano di amarezza» o «La vita è fugace come la rugiada sull’erba». Tuttavia, se fosse possibile vivere per sempre, non ci sarebbe alcuna ragione di preoccuparsi di queste cose. (39-229, 15.1.1971)

Numerosi saggi, sapienti e fondatori di religioni si sono fermati nel corso della loro vita, hanno interrotto le preoccupazioni della loro mente e le inclinazioni del loro cuore e si sono chiesti: «Dove sto andando?» Hanno lottato per rispondere a questa domanda. Queste persone si sono prefisse di risolvere questa domanda, ma nessuno finora ha potuto dichiarare con fiducia: «Il mio corpo, la mia mente, il mio cuore, la mia vita e i miei ideali si dirigono velocemente verso la destinazione ideale; perciò tutte le persone e tutti gli esseri che esistono in cielo e sulla terra devono seguirmi in quel luogo». (8-194, 20.12.1959)

Vorreste vivere per sempre qui sulla terra, o preferireste vivere eternamente in un luogo dove potete essere un’incarnazione d’amore senza un corpo fisico? Quando Dio vi vuole mostrare il mondo infinito della Sua creazione, potete seguirLo con il vostro corpo? Per questo, avete bisogno del vostro essere spirituale. È una realtà, non una fantasia. Se Dio fosse al centro della spiritualità e avesse bisogno di un essere con cui stabilire un rapporto, vorrebbe portare con Sé gli esseri umani, mostrare loro il dominio eterno e ideale della Sua creazione nella sua totalità e donarlo a loro. (111-112, 1.2.1981)

Supponete di avere un solo vestito da indossare. Se qualcuno cercasse di prendervelo con la forza, resistereste disperatamente. Diciamo che avete degli abiti per ciascuna delle quattro stagioni – primavera, estate, autunno e inverno. Supponiamo che fosse primavera e qualcuno indossasse degli abiti invernali. Potreste andare da questa persona e dirle: «Questi sono abiti invernali. Perché non te li togli?» Dovreste portarle degli abiti primaverili. Dovreste portare degli abiti estivi a una persona che in estate indossa abiti primaverili, e dirle di cambiarsi. È possibile che questa persona non si sia resa conto della necessità di cambiarsi. Il problema della morte è lo stesso. La gente non sa che esiste una vita futura. Le persone non sanno che c’è qualcosa di più prezioso di questa vita fisica. (200-91, 24.2.1990)

Dio ha fatto un’infinità di sforzi per guidare quelli che vivono sulla terra con delle speranze secolari e umanistiche a vivere con una nuova speranza, che può superare la valle della morte desiderando ardentemente il mondo eterno. Perciò, coloro che hanno vissuto una vita di fede hanno insegnato che non dobbiamo vivere con una speranza limitata a questa terra, ma piuttosto abbracciare una speranza che supera la morte e sogna un mondo di speranza eterna. (6-44, 22.3.1959)

Un giorno andrete tutti nel mondo spirituale. È un solo regno o due? È un solo mondo. Allora, come sarà la vita in quel mondo? Ci avete mai pensato? I pesci non possono sopravvivere fuori dal mondo dell’acqua in cui vivono. L’acqua è assolutamente vitale per la loro esistenza. I pesci che vivono nel fiume non dovrebbero vivere solo nelle acque di fiume, ma anche entrare e uscire dal mare. Perché dovrebbero vivere in quel modo? Alcuni pesci d’acqua dolce non possono procreare senza assaggiare l’acqua che si collega all’acqua del mare. Dovete saperlo. Alcuni pesci del mare devono andare nell’acqua dolce e assaggiarla per potersi riprodurre. Devono sperimentare i due mondi. Allo stesso modo, voi dovete sperimentare sia il mondo fisico che il mondo spirituale, che corrispondono alla mente e al corpo. (210-128, 17.12.1990)

Non ci sono amici sulla via della morte. È una strada che imboccate da soli senza i vostri genitori, senza i vostri amati fratelli, senza il vostro amato coniuge e senza i vostri amati figli. È una strada che dovete percorrere da soli. È una strada sulla quale non si può ripassare e dalla quale non si può ritornare. Una volta che prendete questo cammino non potete tornare indietro. Che tipo di cuore avrete quando prenderete questa strada? Se non avete una speranza che vi permette di superare la morte nel momento che ve la troverete di fronte, sarà la vostra fine. (6-53, 22.1.1959)

Se uno muore di vecchiaia, in coreano diciamo che questa persona “è ritornata”. Quando qualcuno ci domanda dei nostri nonni che sono morti, diciamo: «Sono ritornati». Dove sono ritornati? Sono ritornati nel mondo spirituale. Poiché originariamente veniamo dal Dio immateriale, il mondo immateriale è la nostra patria originale. Dal mondo immateriale veniamo nel mondo materiale, prosperiamo su questa terra e poi ritorniamo nel mondo immateriale. Ritorniamo nel mondo spirituale in questo modo. Abbiamo origine dal Padre incorporeo e poi nasciamo attraverso il nostro padre naturale che presta il suo corpo e viviamo nel mondo fisico. In seguito, abbandoniamo il nostro corpo fisico e ritorniamo nel mondo spirituale nella nostra forma originale. (242-166, 1.1.1993)

Gli esseri umani, uomini e donne allo stesso modo, hanno cinque organi di senso. Tra i cinque sensi, quattro si trovano nella nostra testa. Gli occhi, il naso, la bocca, le orecchie e le mani costituiscono i nostri cinque sensi. I più importanti si possono trovare nella testa. I quattro organi di senso della testa simboleggiano il mondo spirituale centrato su Dio. È un mondo separato dal corpo. La testa si può muovere liberamente. La ragione per cui si muove è per vedere, sentire, annusare e parlare in tutte e quattro le direzioni. Cosa succederebbe se la nostra testa non si potesse muovere? Sarebbe un grosso inconveniente. (228-125, 27.3.1992)

Le persone sulla terra devono ritornare nel mondo originale, il terzo stadio, dopo la loro vita fisica. Per diventare una persona che può andare a vivere nel mondo dell’amore, dobbiamo prepararci con gli organi per respirare in quel mondo d’amore. Andiamo in quel mondo quando il nostro corpo fisico cessa di funzionare, come un neonato rompe e distrugge il sacco amniotico per poter nascere. Ecco perché la madre prova i dolori del parto. Allo stesso modo, la morte è come una seconda serie di dolori del parto.

Per che cosa ci dobbiamo preparare durante la nostra vita in questo corpo fisico? Durante il periodo nel ventre materno i nostri polmoni si formano per prepararci a respirare l’aria. Allo stesso modo, durante la nostra vita fisica dobbiamo prepararci a respirare con l’organo che respira l’amore nel mondo spirituale. Così, dopo aver lasciato il vostro corpo fisico, dovete respirare con il vostro organo che respira l’amore, superare l’ambiente limitato della vostra vita passata e vivere come una persona con una libertà illimitata. (274-104, 29.10.1995)

Gli esseri umani vogliono assomigliare a Dio e se sono i Suoi figli o le Sue figlie, Dio dovrà inevitabilmente avere l’idea di permettere che assomiglino a Lui. Io voglio somigliare a Dio e Dio vuole prendermi con Sé. Quindi, Dio cercherà il modo per rendere questo possibile. Perciò giungiamo alla conclusione che gli esseri umani devono nascere in una forma attraverso la quale possono assomigliare a Dio. Dio aspetta il giorno di quella nascita. Anche gli uomini attendono quel giorno. Abbiamo bisogno di un giorno in cui nasceremo con quel corpo oppure no? Quel giorno sarà il giorno della nostra morte fisica.

Allora, gli esseri umani devono dare il benvenuto alla morte oppure no? Quando ci chiedono qual è lo scopo della morte, dovremmo dire: «Moriamo per il vero amore di Dio». La ragione per cui lasciamo il nostro corpo fisico è per partecipare attivamente all’opera d’amore infinito di Dio e per il mondo d’amore di Dio. (116-172, 1.1.1982)

Morire significa nascere nell’amore di Dio, ma nel mondo umano la gente fa tante storie, dicendo: “Oh, muoio”! Vedendo questo, Dio riderà allegramente o esclamerà: «Oh, no!»? Quando Dio guarda le persone che piangono in questo modo nel mondo umano, prova dispiacere o gioia? Lasciando il regno dell’amore limitato, entriamo nel regno gioioso dell’amore infinito. La morte non è forse il momento di accogliere questa gioia? Passare attraverso il corso della morte, in effetti, non è il momento di una seconda nascita?

Se è così, Dio sarà contento il giorno in cui il vostro corpo fisico se ne andrà? Sarà gioioso quando qualcuno nasce come un figlio o una figlia che può agire per amore nel secondo mondo, che si estende all’infinito? Perché parlo di queste cose? Non potete stabilire un rapporto con Dio senza liberarvi della paura della morte. Parlo di questo perché dovete capire questa realtà. (116-172, 1.1.1982)

Tra il numero infinito di stelle, pensate che ci sia un mondo di stelle di diamanti oppure no? Pensateci. Volete avere dei diamanti, vero? Non potete dire che non c’è una stella fatta soltanto d’oro. È possibile. Quanto è ricco Dio, nostro Padre! Ci avete mai pensato? Possiamo percorrere questo universo infinito in un attimo. Vi interessa? Vi interessa veramente? Se è così, quello che dobbiamo fare è osservare le leggi conformi ai comandi di Dio: «Non fare questo» o «Fai questo»! Questo è possibile solo quando osservate quello che Dio dice di fare o di non fare. È logico che ciò diventa impossibile se vivete secondo i vostri desideri egoistici.

Potete rispettare quello che dice Dio di fare o di non fare? Poiché gli esseri umani sono esseri di dualità, sono costituiti dalla mente e dal corpo. Poiché la mente è in posizione soggettiva e il corpo in posizione oggettiva, la mente e il corpo devono essere uniti. È giusto o sbagliato? (116-174, 1.1.1982)

Qual è stata la profonda angoscia di Dio? Ha avuto origine dal fatto che Dio non ha potuto educare i Suoi veri figli a diventare delle persone dal cuore perfetto, non ha potuto educarli sul cuore fraterno e sul cuore di marito e moglie. Dio non li ha potuti educare nel livello di cuore che dice come deve essere una coppia sulla terra. Non li ha potuti educare a diventare una coppia e ad essere dei genitori. Questa educazione avrebbe dovuto costituire il manuale per la vita umana. Tuttavia, l’umanità ha perso questo manuale e si è trovata a condurre una vita egocentrica. Perciò, quando una persona così va nel mondo spirituale, va all’inferno. Ma anche quando vanno all’inferno, le persone non vanno in un solo posto. Nell’inferno ci sono tanti tipi di gruppi che vagano. Adamo ed Eva avrebbero dovuto assumere la responsabilità di questa educazione del cuore, ma a causa della loro ignoranza caddero senza poter realizzare la loro perfezione.

Di conseguenza, il Dio onnisciente dovette assumersi la responsabilità di questo. Chi ha iniziato la provvidenza di salvezza? Dio. Dio ha dato inizio alla provvidenza di restaurazione e ha anche iniziato la provvidenza di ricreazione. (228-268, 5.7.1992)

2.2. La vita e la morte sono un processo che collega tre mondi

La nostra vita è costituita da un periodo di nove mesi nel grembo materno, un periodo di cento anni nel mondo fisico e l’eternità nel mondo spirituale. Nel nostro volto ci sono tre stadi: la bocca, il naso e gli occhi, che rappresentano i tre periodi della vita umana. La bocca simboleggia il periodo nell’utero nel mondo materiale. Il naso rappresenta il periodo terrestre nel mondo umano e gli occhi rappresentano il periodo del cielo nel mondo spirituale. (298-304, 17.1.1999)

Quando una persona nasce, nasce dal luogo più profondo, l’acqua. Il periodo nel grembo materno è l’età dell’acqua. Il bambino dentro il grembo della madre galleggia nell’acqua. Vedendo questo, possiamo pensare che il bambino faccia fatica a respirare nel grembo materno, ma per il bambino l’utero è l’universo. Anche se vive nell’acqua, quel mondo è il suo l’universo dove lui è libero. Non è naturale per il bambino assorbire ed espellere l’acqua durante la sua vita nell’acqua? Per far questo i feti nell’utero vivono grazie al cordone ombelicale collegato alla loro pancia. (299-69, 4.2.1999)

La vita di una persona passa attraverso tre mondi: il mondo dello stadio di formazione, il mondo dello stadio di crescita e il mondo dello stadio di completezza. Viviamo in un mondo di acqua nel grembo di nostra madre, poi in questo mondo terreno e infine nel mondo etereo nel regno spirituale. Passiamo cioè attraverso tre fasi: il mondo acqueo nell’utero, seguito da cento anni sulla terra dopo la nostra nascita e dal mondo etereo dove possiamo volare.

Mentre un bambino è nell’utero, cerca forse di scappare nel mondo esterno o vuole rimanere lì? Quando deve passare attraverso un buco così piccolo dice: «Oh, no»! oppure: «Oh, è meraviglioso!»? Supponete che al bambino sia stato detto: «Se vuoi uscire, questa casa in cui vivi sarà distrutta e la fonte e il valore del nutrimento dove sei saranno tutti distrutti. La tua testa e il tuo corpo si dovranno gonfiare». Pensate che il bambino avrebbe ancora voglia di uscire? Direbbe di sì o di no? Appena prima del momento del parto, la madre spinge disperatamente e il bimbo dice: «Oh, no»! fino al momento della nascita; ma alla fine la madre spinge fuori il bambino. A quel punto, un mondo scompare completamente e il neonato inizia a respirare in un altro mondo. (116-174, 1.1.1982)

La terra è come l’utero della madre. Dovete esserne sicuri. Attraverso cosa mangiate e respirate durante il periodo in cui siete nel grembo materno? Respirate con la bocca? Respirate con il naso? Con che cosa respirate? Mangiate e respirate attraverso il cordone ombelicale, non è vero? Poiché fate tutto questo per mezzo del cordone ombelicale, non avete bisogno di una bocca per mangiare e di un naso per respirare. Avete bisogno di un organo di senso per vedere, oppure no? Perché avere degli organi di senso quando nell’utero non ce n’è bisogno? Si sviluppano in modo che li possiate usare dopo che sarete usciti dall’utero. (295-321, 24.9.1998)

Usate i vostri cinque organi di senso durante il periodo che trascorrete nell’utero? Non avete bisogno di utilizzarli. Non urinate, non defecate. Tutti gli organi sono assopiti. Non è misterioso come passate nove mesi in quel modo? Anche l’urina e gli escrementi non possono precedere il vero amore. L’urina e gli escrementi non possono emergere prima della persona. Solo dopo che è nato, Adamo inizia queste funzioni, non prima. Tutto è fatto in questo modo. (297-12, 15.11.1998)

Gli esseri umani devono assorbire acqua durante il loro periodo nel ventre materno. Il corpo umano è costituito per tre quarti di acqua. Questo mondo terreno è il mondo dell’aria. Perciò, non avete alcuna necessità degli occhi, delle orecchie, del naso e degli altri organi di senso quando siete nell’acqua del ventre materno. Siete ancora con gli occhi chiusi perché non avete bisogno di utilizzare i vostri cinque organi di senso. Avete mai visto un neonato respirare con il naso durante i nove mesi che trascorre crescendo nell’utero? Il neonato morirebbe se provasse a respirare con il naso. Sarebbe la sua fine. (302-166, 13.6.1999)

Allora perché un feto nell’utero ha bisogno di un naso? È stato fatto in preparazione per il mondo successivo. Quando questo a poco a poco si sviluppa per diventare un organo di respirazione il neonato deve uscire, distruggendo tutto ciò che lo circonda. Deve separarsi dalla madre e distruggere il sacco amniotico per uscire fuori. Questo significa che l’ambiente del bambino – il sacco amniotico e la placenta – sono completamente distrutti. Significa la morte. È come annunciare la distruzione e la fine del mondo dell’acqua e l’inizio di una nuova vita. (122-327, 27.3.1982)

Il cordone ombelicale va usato di nuovo oppure bisogna reciderlo? Lo dobbiamo tagliare. Potete dire: «Quel cordone è la linea della vita di un individuo. Come potete staccare la linea della vita che collega una persona a un’altra? Perché dovremmo tagliarlo?». Quando il neonato capisce che sta uscendo, piange, pensando che sta per morire, ma nel vedere questo Dio ride o piange? La situazione è esattamente la stessa nel mondo dell’aria. Il sé spirituale è collegato al sé fisico come l’embrione nell’utero. Quando il corpo fisico invecchia e il sé spirituale prova a liberarsene espellendolo, il corpo fisico può dire: «Oh no, non voglio morire! Non morirò!» Vedendo questo, Dio sorride, prova simpatia, oppure dice: «Che stupido!»?

Quando un bambino nasce nel mondo fisico, può diventare il partner oggetto dell’amore di sua madre e di suo padre, e alla fine diventare l’amico affettuoso dei suoi genitori. I bambini nascono in questo mondo terreno, dove possono condividere l’amore con i loro genitori. Allo stesso modo dovete rinascere nel mondo spirituale dove potete condividere l’amore con Dio, che è il Genitore eterno collegato al mondo spirituale infinito. (116-174, 1.1.1982)

Quelli che respirano l’amore sulla terra non sono morti, sono vivi. Quando un bambino respira nell’utero, vive attraverso un cordone che lo collega al mondo futuro dell’aria. Il bambino vive per mezzo di questo cordone ombelicale, ma quando distrugge la placenta ed esce nel nuovo mondo di una dimensione più alta, quanto cambia la sua situazione? Le sue necessità sono soddisfatte a un livello più alto. Il bambino esce fuori ed è rifornito di aria. Dopo aver lasciato il grembo, come si svilupperà? Attraverso l’amore. Riceverà elementi d’amore. Non deve mangiare solo cibo. La parte fisica del sé, che mangia, è in cammino verso la morte. Questo corpo che assorbe acqua per vivere è già incamminato verso la morte. Con che cosa e a quale scopo dovete alimentare voi stessi durante il periodo sulla terra? Durante questo periodo, dovete coltivare una personalità d’amore. (139-214, 31.1.1986)

Quando uscite dall’utero per entrare nel mondo dell’aria, distruggete le cose della vostra vita nel grembo, come il cordone ombelicale e il sacco amniotico. Il cordone ombelicale e la placenta sono distrutti e muoiono. Cosa appare nello stesso momento della morte di questi organi? Un neonato fa la sua apparizione nell’universo, sulla madre terra. Da quel momento, il neonato vive rifornendosi degli elementi che ingerisce attraverso la bocca. (139-212, 31.1.1986)

Prima di trasformarsi in una cicala, la larva dirà: «Voglio rimanere una larva. Non voglio sbarazzarmi del mio bozzolo». Ma una volta che si libera del bozzolo, usa le ali e vola. Pensate che la larva abbia voglia di abbandonare la sua pelle quando diventa una cicala? Dirà forse: «Oh, detesto tutto, la terra, l’aria, ogni cosa»? Oppure pensate che dirà: «Bene, via da me questa pelle»? Non penserà di volare. Le libellule nuotano nell’acqua durante la loro fase larvale, poi escono sulla terra e strisciano per un po’ di tempo. Poi volano liberamente di qua e di là. Molti insetti si sviluppano attraverso tre stadi di vita. La maggior parte degli insetti ha le ali, non è vero? Come abbiamo visto, gli insetti vivono nell’acqua, sulla terra e nell’aria. E noi esseri umani, quali signori della creazione, dovremmo vivere solo sulla terra? (116-176, 1.1.1982)

Forse non date il benvenuto alla morte, ma tutti, una volta che morite e vi liberate della carne, potete volare liberamente. Siete contrari a questo? È la realtà. Dovete sapere che questa è la pura verità, non è una bugia. Dovete capire che gli esseri umani passano attraverso gli stessi tre stadi della vita e che la morte per noi è la porta benedetta verso la nostra seconda nascita. (49-286, 17.10.1971)

Gli insetti e gli uccelli sanno volare. Anche una persona non dovrebbe saper volare? Persino i semi volano quando soffia il vento. Parlo dei semi del dente di leone. Sono fatti per volare naturalmente. Sono fatti per volare. In questo modo, gli uccelli, gli insetti e i semi delle piante volano. Non dovrebbero volare anche gli esseri umani, che sono i signori di tutta la creazione? Dovremmo solo stare seduti ad aspettare Dio? Non avreste voglia di protestare e di dire: «Oh, Dio, tutte le altre cose possono volare; perché a me non hai dato la capacità di volare»? E Dio dirà: «Aspetta un po’. Fra qualche decennio, anche tu diventerai in quel modo, aspetta solo un po’». Allora potete dire: «Ah! Capisco. È così». Che cosa farete fino a quel momento? Dovete allenarvi mentre siete sulla terra in modo da potervi adattare all’altro mondo, quando andrete là. Solo quando potete apprezzare vostra madre e vostro padre potete trovare gioia in Dio. Solo quando vi piace il vostro coniuge potrete apprezzare Dio, quando andrete nell’altro mondo. Il mondo fisico è il terreno di addestramento per il mondo spirituale. Potete ricevere quello che desiderate senza morire? È possibile senza la morte? È possibile senza liberarsi di questo corpo fisico? Avete o non avete bisogno di abbandonare questo corpo fisico? (116-176, 1.1.1982)

Avete vissuto nel mondo dell’acqua e nel mondo della terra, non è vero? Allora, vorreste fare l’esperienza di vivere nel mondo dell’aria oppure no? Quando eravate sul punto di nascere uscendo dall’utero, avevate dei pensieri del genere: «Andrò nel mondo della terra e mangerò il miele, i dolci di riso, il riso, il manzo e ogni altra cosa con questa bocca»? Pensate che vi siano venute in mente queste cose? Respiravate attraverso il cordone ombelicale e pensavate che sareste morti, se foste usciti dall’utero. Se riflettiamo sulla vita nell’utero, come sembrerà limitata! Se ci pensiamo adesso ci sembra opprimente. Malgrado ciò, quando un bambino sta per uscire dal grembo materno, inevitabilmente dice: «Oh, non voglio uscire». Anche se dice di non voler uscire, quando arriva il momento, tutto viene espulso con violenza. Viene fuori naturalmente con la fuoriuscita del liquido amniotico. In questo modo, il bambino nasce attraverso un processo sicuro e naturale. (49-286, 17.10.1971)

Durante il nostro periodo sulla terra, abbiamo “la madre universo” o “la madre creazione”. Questa è la terra. Il pianeta terra è la madre. Vi fornisce gli elementi, non è vero? La terra è la madre che vi fornisce elementi ad un livello diverso da quello di vostra madre. Quando vi sviluppate nel grembo materno, come respirate nell’utero? Respirate attraverso il cordone ombelicale, non è vero? Questo è il vostro legame col corpo di vostra madre. Dovete ricordarlo.

Quando lasciate il grembo di vostra madre, sapete che siete collegati al secondo regno, il mondo dell’aria. Quando uscite dall’utero dopo aver concluso la vostra vita lì, il vostro vecchio ambiente è distrutto. A cosa vi collegate nel momento del vostro primo pianto? Vi collegate al mondo dell’aria, dove respirate l’aria attraverso il vostro apparato respiratorio. Quando siete collegati al mondo dell’aria, le vostre narici diventano la linea di approvvigionamento assoluta. (139-212, 3.1.1986)

L’acqua simboleggia il periodo dell’utero. Il vostro naso simboleggia il periodo dell’aria e dopo essere usciti dal grembo di vostra madre vivete nel periodo dell’aria. Poi diventa il periodo degli occhi, il periodo del sole e il periodo della luce. L’amore è anche chiamato luce. Si dice che l’amore illumina ogni cosa, non è vero? È il mondo della luce.

La vita passa attraverso tre stadi. Persino una libellula passa del tempo nell’acqua, poi sulla terra e poi, dopo essersi liberata del suo involucro, vola di qua e di là nutrendosi di altri insetti. Passa attraverso tre stadi. È la stessa cosa per gli esseri umani, i signori della creazione. Dopo il periodo nell’utero, quando uscite dal grembo di vostra madre, venite fuori con le braccia piene di articoli casalinghi, oppure venite fuori distruggendo e tagliando via tutto? Sorgerebbero dei grossi problemi se usciste fuori anche solo con un oggetto.

Eravate abituati a mangiare e a respirare attraverso il cordone ombelicale. Non vi aspettereste di morire se lo tagliate? Eppure, avete bisogno di tagliarlo per uscire dal grembo materno. Dovete tagliarlo senza pietà. Dovete distruggere tutto mentre venite fuori. (299-37, 1.2.1999)

Qual è il significato della morte? Vivere sulla terra, nell’ambiente dell’aria, è come nuotare nel grembo materno. Viviamo all’interno di un involucro d’aria. Non è così? Allora che cos’è la morte? La morte di per sé non è niente di speciale, è solo la rinascita nel terzo stadio della vita. È quel momento di transizione che chiamiamo morte. Se vedete le cose in questo modo, vi sentite meglio, non è vero? (49-286, 17.10.1971)

Adesso, cosa dovrebbe fare il nostro corpo? Mentre “respiravate” attraverso il cordone ombelicale nell’utero, preparavate anche le narici attraverso le quali respirare più tardi. Allora, nel momento in cui uscite dal ventre, cambiate l’organo che usate e cominciate a respirare. Allo stesso modo, ciò di cui avete bisogno una volta nati è sperimentare l’amore nel più profondo del vostro essere. Dovete respirare l’atmosfera dell’amore che viene da vostra madre e vostro padre. Dovete passare attraverso ogni aspetto della vita alimentati dall’aria dell’amore.

Una volta che siete nati come bambino in una famiglia, salite lungo una curva di sviluppo, invecchiate e alla fine sparite fisicamente. Dopo essere nati come un bambino, vi sviluppate e alla fine vi disintegrate. Nascete come un bambino e tornate ad essere un bambino nel mondo spirituale. Quando questo avviene, dovete staccarvi dal mondo del secondo grembo e collegarvi alla sfera dove potete respirare gli elementi dell’amore nel terzo stadio. Lasciate l’amore dei genitori e l’amore dei fratelli sulla terra ed entrate nel mondo dell’amore che è in totale armonia con l’Essere Originale del grande cosmo, Dio.

Il mondo spirituale è costituito dall’aria dell’amore. È pieno dell’aria dell’amore. Perciò, mentre vivete nel mondo terreno, dovete preparare un dispositivo per respirare l’amore. Perciò dovete avere delle esperienze del mondo spirituale. Potete essere immortali solo quando diventate una persona che può percepire l’amore spirituale e respirare l’aria dell’amore. (139-212, 31.1.1986)

Un giorno dovremo tutti sbarazzarci del nostro corpo fisico e andare nel mondo spirituale. Così, come esseri umani che vivono sulla terra, dobbiamo essere preparati per la morte. Dobbiamo lavorare duramente per formare il nostro io buono, il nostro secondo io che sarà quello che vivrà nel mondo eterno.

Possiamo nascere come un bambino buono e in buona salute solo se riceviamo una buona influenza prenatale nel grembo di nostra madre. La nostra vita sulla terra è simile alla nostra vita nell’utero. Perciò, dobbiamo crescere riflettendo l’immagine Dio, il Suo cuore e la Sua natura divina. Una volta cresciuti, dobbiamo mettere in gioco la nostra vita e superare tutti gli ostacoli col nostro amore. (14-17, 19.4.1964)

2.3. La morte è la transizione verso un mondo migliore

Quando le persone vedono le cose dal loro punto di vista, sembra che abbiano speranza, ma non hanno lo stesso la speranza necessaria per attraversare la valle della morte. Le persone muoiono senza avere questo tipo di speranza. Il nostro è un modello di vita in cui dobbiamo morire senza avere speranza? Oppure cercheremo una speranza particolare con cui possiamo disprezzare la morte e conquistarla, e vivere ancora nutrendo questa speranza? Questa è una questione molto importante a cui le persone che oggi vivono sulla terra devono pensare. (6-45, 22.3.1959)

Alla fine, dove siamo destinati ad andare? Andremo nel mondo spirituale. Che cosa vuol dire? Di solito si intende il mondo dopo la morte, ma questo non è esatto. Perché non dovrebbe essere considerato come il mondo dopo la morte? Perché il mondo spirituale è direttamente collegato all’amore. Poiché quel mondo è collegato all’amore, non è realmente il mondo dopo la morte. Il mondo spirituale comincia sulla base del vero amore. Così, quando siamo dentro il dominio del vero amore, quel luogo è proprio il mondo spirituale. Il mondo spirituale e il mondo fisico – questi due mondi – si uniscono nell’amore. Ecco perché l’amore è così stupendo. (144-199, 24.4.1986)

I vostri primi genitori sono i genitori che vi hanno messo al mondo. Il vostro secondo genitore è il nostro pianeta terra. Il suo suolo vi fornisce tutti gli elementi essenziali per il vostro sviluppo fisico. La terra è il secondo genitore del vostro corpo fisico. Dopo aver vissuto con il vostro secondo genitore, la vostra morte fisica vi permette di entrare nel regno eterno del terzo genitore. Tuttavia, non potete andare dal terzo genitore così come siete. Per ritornare al terzo genitore dovete assomigliare a Dio, che è il Genitore originale. (138-98, 19.1.1986)

Avete mai pensato almeno una volta: «Seguirò questa strada anche quando raggiungerò l’età di settanta anni»? Avete mai pensato: «Continuerò questo modo di vita anche quando avrò ottanta anni e starò per morire»? Anche quando morite, dovete essere in grado di dimostrare che potete fare queste cose nel futuro, dicendo: «Ho illuminato la storia in questo modo e ho fatto queste cose nella mia vita». Non dovete dire questo solo a parole. Non dovrebbero essere solo delle parole. Dopo che una persona del genere muore, la gente dovrebbe aggrapparsi a lei per questa ragione, dicendo tra le lacrime: «Hai vissuto nel modo giusto!» (73-114, 16.8.1974)

Dobbiamo dedicare il corso della nostra vita alla ricerca del Dio d’amore infinito. Anche se dobbiamo attraversare la valle della morte dieci o cento volte, dobbiamo cercare il Suo amore. La strada più bella che possiamo prendere nella nostra vita è quella di cercare costantemente questo amore, persino nella morte. (39-210, 10.1.1971)

C’è una meta che le persone devono realizzare durante la loro vita. Devono vivere focalizzandosi su quell’obiettivo per 10, 20, 30, 70 anni, e per tutta la loro vita. Più grande è la meta, più forte dev’essere il loro impegno interiore. Se non lo fanno, non possono raggiungere quell’obiettivo. Le persone non possono realizzare le loro mete se non mantengono una determinazione interiore ancora più grande per il periodo di tempo necessario. (31-149, 24.5.1971)

Qual è la destinazione finale della mente? In altre parole, qual è la destinazione finale dei nostri desideri? È dove possiamo impadronirci dell’amore di Dio. Anche se possedete Dio, senza conquistare il Suo amore, che è la cosa più preziosa, Dio non può essere vostro. Perciò, dovete impadronirvi dell’amore di Dio. Se vi impossessate del Suo amore, tutto va bene anche se Dio non c’è.

Quando le cose che appartengono a Dio diventano mie e le cose che sono mie diventano di Dio, l’interiore e l’esteriore possono unirsi per la prima volta. Questo tipo di nazione diventerà la patria ideale dove non ci sono classi basse e classi alte.

Quando siete in quello stato, tutti gli esseri che esistono nell’universo sembreranno buoni e sentirete che esistono per voi. Se quello è il regno dell’amore di Dio, che genere di luogo è il mondo spirituale, o il cielo, dove tutte le persone che vivono oggi devono andare? È un luogo pieno d’amore. (39-210, 10.1.1971)

Anche io, il maestro della Chiesa dell’Unificazione, morirò, ma in che tipo di contesto morirò? Abbraccerò il popolo e la nazione della Corea e morirò per il mondo. Se i coreani si uniscono e sacrificano la loro vita per il bene del mondo, questo aprirà la strada che permette di vivere insieme al mondo. Ecco perché io cerco quella strada. (34-192, 6.9.1970)

Il corso modello per la vita eterna è universale. Si applica ai nonni e alle nonne, così come ai discendenti migliaia di anni dopo, e persino a quelli che ora sono nel mondo spirituale. C’è una porta che solo coloro che hanno vissuto con altruismo possono attraversare, e dovete sapere che là ci sono dei guardiani. Per favore capite bene, che qualunque cosa vi chiedo è per aiutarvi ad essere abilitati a superare quella porta. (203-193, 24.6.1990)

2.4. La morte è un’ascensione (seunghwa) verso una dimensione più alta

Se gli esseri umani non fossero caduti, la morte di una persona sarebbe stata un’occasione di gioia. Ecco perché ho insegnato alla Chiesa dell’Unificazione a non accogliere la morte con dolore. Per questo noi chiamiamo la morte seunghwa (ascensione). (199-353, 21.2.1990)

Forse a nessuno di voi piace l’idea di sbarazzarsi della propria carne e di morire, ma una volta che morite e vi liberate del corpo, diventate una persona in spirito che può volare velocemente per varcare le porte benedette della seconda nascita. (297-261, 19.12.1998)

All’inizio, siamo collegati alla placenta e al cordone ombelicale nel ventre di nostra madre. Siamo allevati in questa placenta che ci avvolge come un panno. Nasciamo eliminando e respingendo ogni cosa mentre usciamo da quell’involucro. Allo stesso modo, il nostro corpo fisico è come un panno che avvolge il nostro essere spirituale. Così, ce ne liberiamo e voliamo via. Perciò attraversiamo il mondo dell’acqua, il mondo della terra e il mondo etereo della luce per vivere alla fine nel mondo eterno del vero amore. (298-311, 17.1.1999)

Nella Chiesa dell’Unificazione, quando una persona muore, non celebriamo i funerali nella maniera consueta. Al posto di questo, abbiamo la cerimonia seunghwa. C’è qualcosa da temere in questo mondo? C’è qualcosa da temere nell’universo?

Da questo mondo di peccato e di caos dobbiamo prendere la forma di un centro autonomo, che risponde ai criteri del cielo e della terra, e così assumere una posizione verticale nel regno dell’amore di Dio. Perché è necessario presentarci in posizione verticale? Perché non si crea nessuna ombra. Si può trovare un’ombra nella posizione verticale? Tutto è perfetto. Di conseguenza, quando avviene la rotazione, tutto l’ambiente si allinea verticalmente. (198-124, 25.1.1990)

Nel giorno in cui morirete, la vostra sfida sarà come ascendere e salire in cielo con un angolo di 90 gradi. Non potete raggiungere il cielo se rimanete ad un angolo di 45 gradi. Solo salendo con un angolo di 90 gradi potete diventare il partner oggetto dell’amore di Dio. L’amore di Dio prende la via più breve. Quindi, non c’è altra strada che l’angolo di 90 gradi. C’è solo la via verticale. (215-109, 6.2.1991)

Nella Chiesa dell’Unificazione il funerale è chiamato cerimonia seunghwa. Lo spirito di una persona morta si lamenterà se vede che la gente si aggrappa al suo cadavere e piange. Penserà: «L’ignoranza di queste persone è una corda che mi lega e mi impedisce di andare per la mia strada». Poiché conosce queste cose, la Chiesa dell’Unificazione dà alla morte il nome di seunghwa. Seunghwa significa elevarsi gloriosamente verso il cielo. Con la forza dell’amore dovete spingere la persona. Non trattenetela, anzi spingetela. (199-130, 16.2.1990)

Cos’è la cerimonia seunghwa? Significa trasformarsi e ascendere ad un altro stadio. (196-55, 24.12.1989)

Oggi la gente non sa cosa significa morire. Non è un evento doloroso. Non è un’occasione triste. Dovete vederla come il passaggio da un mondo di dimensione inferiore a un mondo di dimensione superiore, attraverso il ponte dell’amore. Ecco perché la Chiesa dell’Unificazione si riferisce alla morte come ad una seunghwa. Morire è ascendere ad una dimensione più elevata. Questo è possibile soltanto attraverso l’amore. (137-316, 5.1.1986)

Per chi esiste Dio? Dio, il soggetto dell’amore, esiste allo scopo di cercare ed educare un partner d’amore. Con che cosa lo farà? Lo farà basandosi sul vero amore. L’amore vero è vivere e investire sé stessi per gli altri dimenticando di avere investito. La vita eterna si può trovare qui. Il mondo intero è fatto in questo modo. Io stesso sono così. Poiché conosco il valore della vita eterna, affrontare il patibolo non è un problema.

Non c’è nulla da temere. Ecco perché la Chiesa dell’Unificazione si riferisce alla morte come alla seunghwa e ai funerali come alla cerimonia seunghwa.

I membri della Chiesa dell’Unificazione vivono in comunicazione con i loro coniugi nel mondo spirituale. Il fatto che oggi il mondo ignori il mondo spirituale mi lascia senza parole. Pensate che la vita spirituale si possa comperare con il denaro? (209-160, 28.11.1990)

La cerimonia seunghwa è iniziata con la morte di mio figlio, Heung-jin. È stata istituita a quel tempo. All’ospedale ho dovuto autorizzare la rimozione della maschera dell’ossigeno. Ho dovuto preparargli la strada per andare nel mondo spirituale. In questo modo, è stato liberato dal dominio caduto. Ecco perché, quando Heung-jin è ritornato nello spirito, ha detto che non sapeva come ripagarmi. Era il primo nella famiglia dei Veri Genitori ad andare nel mondo spirituale nel pieno della giovinezza. Heung-jin è andato nel mondo spirituale come Messia nella stessa posizione del Secondo Avvento. Unendovi a lui potete andare in un luogo elevato del mondo spirituale. (225-136, 5.1.1992)

La nostra partenza per il mondo spirituale non è un evento triste. Innalzate la bandiera del cielo al suono della tromba della liberazione. Andate con coraggio, senza lasciarvi abbattere. Innalzate la bandiera annunciando il vostro glorioso ritorno a casa. Questa è la strada che vi permette di entrare con orgoglio nella vostra terra natale originale, dove la nazione e tutta l’umanità vi accoglieranno con acclamazioni di gioia. Non è un momento triste. Noi non versiamo lacrime nella Chiesa dell’Unificazione in questa occasione. Come la chiamiamo? La chiamiamo cerimonia seunghwa. L’ascensione di Heung-jin ha abbattuto i muri della morte. Ecco perché è chiamata cerimonia seunghwa. (227-260, 17.2.1992)

La morte non deve suscitare abbattimento o disperazione. Non è un inabissamento ma un balzo. È un’ascensione. Per questo motivo i membri della Chiesa dell’Unificazione non devono avere nessuna paura della morte. La morte viene seguendo l’ordine naturale delle cose. È semplicemente il processo di transizione verso un mondo migliore. (196-270, 2.1.1990)

L’amore ha conquistato tutti i regni della morte. Il vero amore vince il regno della morte! Questo è il principio della creazione. Ecco perché ho dichiarato il Giorno della Vittoria dell’Amore. Con l’ascensione di Heung-jin nel mondo spirituale, Satana non ha nessuna base per accusare nessuno dei figli delle famiglie della Chiesa dell’Unificazione, quando fanno la cerimonia seunghwa. Perfino quando salirete a bordo della barca che vi porta sull’altra riva, tutte le persone giuste del mondo spirituale verranno a darvi il benvenuto. È tempo di collegarsi a quella grande dimensione rivoluzionaria che crea la storia. (242-278, 2.1.1993)

Qual è il significato del Giorno della Vittoria dell’Amore? È qualcosa che dovete sapere. Dal momento del decesso di Heung-jin fino a quando l’ho mandato nel mondo spirituale non ho versato neanche una lacrima. Il regno della morte doveva essere conquistato. Senza la dichiarazione che l’amore aveva vinto la morte, la cerimonia seunghwa non avrebbe potuto essere stabilita.

La cerimonia seunghwa è iniziata con Heung-jin, non è vero? Qual è il significato della “vittoria dell’amore” nel Giorno della Vittoria dell’Amore? Significa la vittoria sulla morte. Se fosse stata un’altra persona, la madre sarebbe stata straziata dal dolore, piangendo e lamentandosi dal profondo del suo cuore. La Madre, tuttavia, non poteva versare neanche una lacrima. Dovevamo fare questa cerimonia entro tre giorni. Dovevo proclamare che la morte era stata vinta.

È così che abbiamo incominciato a celebrare la cerimonia seunghwa nella Chiesa dell’Unificazione. È una cerimonia che va oltre la morte e va verso la gioia. Coloro che passano attraverso la cerimonia seunghwa possono facilmente superare tutte le valli del mondo spirituale. Naturalmente, ci sarà qualcuno che non riesce a farlo e rimane nel mezzo. Dovete capire questo. La cerimonia seunghwa è cominciata con Heung-jin. (212-96, 2.1.1991)

Nella Chiesa dell’Unificazione quando una persona muore facciamo la cerimonia seunghwa, non è vero? È il momento di fare un salto e passare in un mondo separato. Perciò dovete esultare di gioia. Il mondo spirituale si rivela agli occhi della persona che muore quando arriva là. Non andrete in un luogo di pianto, ma vi trasferirete in un luogo di gioia. Noi ignoravamo questo fatto perché i nostri occhi erano completamene ciechi a causa della caduta. (255-294, 11.3.1994)

L’infermità mentale inizia quando la coscienza di una persona diventa insensibile a questo mondo e si focalizza sul corpo. Si sviluppa quando la sua coscienza diventa paralizzata e comunica con lo spirito delle persone nell’inferno. Attraverso gli spiriti buoni dovete far sì che questa persona ricordi l’ideale del cielo, in modo che gradualmente potete permetterle di purificarsi e salire in cielo. (258-136, 17.3.1994)

La nascita, il matrimonio e la morte di ciascuna persona sono registrati nel registro di famiglia, non è vero? Anche noi dobbiamo fare la stessa cosa, ma non abbiamo la nazione di Dio. Se abbiamo una nazione, dobbiamo registrare la nostra nascita, il nostro matrimonio e la nostra ascensione. Quando morirete, entrerete tutti nel mondo spirituale come americani. Là il custode vi domanderà da dove venite. Risponderete: «Vengo dall’America». Vi chiederà anche: «Vuoi entrare in cielo»? Quando vi chiederà: «Da dove vieni?» non ci sarà nessun problema ad entrare in cielo se potete rispondere: «Vengo dal Regno dei Cieli sulla terra dove servivo i Veri Genitori». Questo è un dato di fatto, non una semplice teoria. (278-36, 28.4.1996)

2.5. Il nostro atteggiamento di fronte alla morte

Quando le persone muoiono chi invocano per primo? Invocano Dio. La realtà ultima è che la gente cercherà Dio quando si trova nella posizione più difficile. La via del perdono si può aprire per coloro che invocano sinceramente Dio nel momento della morte. Come mai? Perché la via della morte è così. Se sapete morire aderendo a questo principio, allora la via della resurrezione si aprirà.

Ecco perché quando arriva la morte tutti cercano Dio dicendo: «Oh Dio mio!» Questa è la lezione più vera. Quando una persona muore, di solito muore almeno dicendo la cosa giusta. Osservando questo, possiamo vedere che la persona è stata educata nel modo giusto, anche se non sappiamo chi le ha dato questi insegnamenti. Non si può dire nulla di più vero. (26-297, 10.11.1969)

Dobbiamo formare una base delle quattro posizioni prima di morire. Quelli che muoiono senza stabilire una base delle quattro posizioni non potranno percorrere la via della morte nel modo giusto. Perciò gli spiriti vagabondano persino dopo la morte. Poiché conoscete tutti questo principio, a chi vi aggrapperete quando morirete? Prima vi aggrapperete a Dio, poi ai Veri Genitori. Dato che nasciamo tutti attraverso Dio, dobbiamo anche morire attraverso di Lui per vivere eternamente con Dio nel mondo spirituale. Nasciamo attraverso Dio, perciò dobbiamo portare a conclusione la nostra vita attraverso di Lui. Vivere secondo questo principio è la via della pietà filiale e della lealtà.

Giungiamo alla conclusione che una persona che compie il suo dovere di pietà filiale e di lealtà ha completato le responsabilità che deve realizzare nel corso della sua vita. Dovete vivere la vita in questo modo. (26-297, 10.11.1969)

Su cosa vi concentrerete al momento della vostra morte? Morirete dimenticando tutto sull’amore o morirete abbracciandolo? Quale amore abbraccerete quando morirete? Dovete prima aggrapparvi all’amore dei genitori. Poi dovete aggrapparvi all’amore tra marito e moglie, e infine all’amore dei figli. La morte deve anche conformarsi al principio della base delle quattro posizioni. (26-297, 10.11.1969)

La domanda è: quale saranno le ultime parole che direte ai vostri figli? Quali saranno le vostre ultime parole? Come genitore potete dire ai vostri figli di fare qualcosa che voi stessi non avete mai messo in pratica? L’intenzione di quei genitori sarebbe solo di sfruttare i loro figli. Perciò, se tutti voi per primi potete mettere in pratica ciò in cui credete e dire ai vostri figli prima di morire: «Sono vissuto in questo modo senza vergogna. Anche voi dovete vivere in questo modo», allora Dio proteggerà le vostre ultime parole per l’eternità. Siete sicuri di poter lasciare queste parole ai vostri discendenti quando morirete? Questo è un problema serio. (26-300, 10.11.1969)

Generalmente, nel corso della storia, quando le persone pensavano alla natura eterna della vita, tendevano a pensare non solo in termini di una decina o di un centinaio d’anni, ma di migliaia, decine di migliaia o centinaia di miliardi di anni. Tuttavia, quando una persona muore è la stessa cosa di quando muore un animale; a cosa servono le sue spoglie? Oggigiorno, persino le persone che non credono in Dio dicono: «Ah, devo lasciare un’eredità onorabile», ma a che serve lasciare queste cose dietro di sé?

Anche se uno è diventato un patriota per l’America ed è stato onorato con un monumento, se l’America perisse, quel monumento sarebbe completamente distrutto. Vi conoscerebbero soltanto gli americani. Non significherebbe molto lasciare il vostro nome. Anche se l’aveste fatto, con l’ascesa e il declino delle ere storiche, un nome buono potrebbe essere considerato cattivo. Tutti i governanti muoiono in meno di cento anni e le nazioni periscono nel giro di poche centinaia o migliaia di anni. Cosa fareste se ci fosse qualcuno che non morisse o andasse distrutto per l’eternità? Se ci fosse una persona del genere, vorreste portarle il vostro nome e la vostra eredità e lasciare tutto a lei. Avete mai pensato a questo? (103-16, 28.1.1979)

Dovete morire dentro il dominio del Regno dei Cieli. Il regno celeste è più grande di qualsiasi nazione sulla terra, non è vero? Dovete morire nel Regno dei Cieli, che è un’unica realtà in cielo e sulla terra. Se così, dove morirete? C’è un luogo in cui morire. Non dovete morire nel modo comune dei coreani. Nella maniera coreana, non importa quante volte morite, non ha nessun significato. Dovete morire nella posizione più alta, centrata sulla nazione del cuore di Dio, che si estende in cielo e sulla terra. Dovete morire in mezzo al Regno dei Cieli. Il Regno dei Cieli è il posto migliore per morire. Quando il mondo intero si opporrà a voi, che cosa farete? Dovete scappare via? No. Dovete perseverare e morire in circostanze che conducono tutti nel cielo e sulla terra a innalzare una bandiera e a darvi il benvenuto. (34-185, 6.9.1970)

Tante persone di fede che hanno sostenuto e seguito la volontà di Dio, non hanno indietreggiato davanti alla morte. Al contrario, hanno irriso la morte e l’hanno superata con dignità. Sappiamo molto bene che nel corso della storia queste persone hanno esaltato la via del cielo.

Ognuno di voi deve mantenere la speranza di vincere la morte quando ve la troverete faccia a faccia. Dovete avere la speranza e il desiderio di stare al cospetto del cielo in modo dignitoso quando arriverete al termine di questo cammino. Dovete essere in grado di correre con gioia verso il mondo originale al quale il vostro cuore anela. Dovete rendervi conto che potete superare la morte solo quando il vostro cuore è disperato, colmo della speranza di vedere il mondo ideale di Dio. (6-53, 22.3.1959)

Che genere di persone vivono con la speranza di Dio? Sono quelle che possono attraversare con gioia la valle della morte che rattrista l’umanità. Sono le persone che si aggrappano alla speranza di Dio. Perciò non dovete diventare qualcuno che, di fronte alla morte, è pieno di risentimento e si lamenta di tutte le vicende di questo mondo. Invece, dovete diventare qualcuno che può stare davanti al cielo con gioia ed essere orgoglioso del valore della sua morte. Dobbiamo sapere che Dio è alla ricerca di questi figli di speranza. Dio non può fare a meno di amare una persona che prova la gioia del cielo in una situazione del genere. Non può fare a meno di rispondere alla chiamata del gruppo di persone che Lo invocano da quella posizione. (6-54, 22.3.1959)

Chiunque perde la propria vita per la volontà di Dio la preserverà, e chiunque cerca di preservare la propria vita la perderà. Che significato hanno queste parole? Dovete morire nella posizione che vi chiede di morire per la volontà di Dio. Perciò, cosa succederà quando morirete? Prima della morte appartenete a voi stessi; dopo la morte appartenete solo a Dio. È così perché abbiamo ereditato la linea di sangue caduta.

Di conseguenza, finché non moriamo, la nostra vita, nel suo insieme, non può essere libera dai legami con il lato satanico. I nostri legami con Dio, tuttavia, sono stabiliti dopo la morte. Che cos’è più forte, la vita o la morte? La vita è più forte della morte? La morte è più forte della vita? Nel mondo satanico la morte è più forte della vita. Perciò, una volta che venite a conoscenza della volontà di Dio, quando vi trovate di fronte alla morte, non dovete disprezzarla. (34-47, 29.8.1970)

Quando Eu Hyo-won, il presidente della Chiesa dell’Unificazione, stava per lasciare questo mondo, gli chiesi: «Hai seguito questa strada da quando mi hai incontrato, ma come la concluderai?» Prima di morire, il Reverendo Eu disse che non sarebbe mai cambiato per tutta l’eternità. Deve essere così. Il mondo satanico deve comunque scomparire. Senza morire, non può risorgere. Se non superiamo un’epoca, non possiamo accoglierne un’altra. (34-47, 29.8.1970)

Qual è il significato della morte nella Bibbia? Non significa la distruzione della vita eterna in Dio. Significa distruggere la vita che ha ereditato il lignaggio caduto del mondo satanico. Perciò, chiunque è disposto a morire per la volontà di Dio vivrà. Queste parole sembrano paradossali, ma non si può realizzare la resurrezione se non viviamo così dal punto di vista della caduta e della restaurazione.

Questa è la logica normale della restaurazione. Il problema più grande, perciò, è se possiamo offrire la nostra vita. Com’era quando mi sono incamminato su questa strada? Riflettevo se sarei stato pronto ad offrire la mia vita. (34-47, 29.8.1970)

Cosa farete della vostra vita? Quando morite dovete lasciare dietro di voi una tomba fatta d’amore. Questa è la conclusione. Lasciamo dietro di noi un mausoleo d’amore! Se vivete in un mausoleo d’amore, non avrete nessuna amarezza o rimpianto. Anche se vi siete stancati di vivere in un luogo come una tomba, non proverete nessun risentimento se vivete nell’amore. Viviamo e lasciamo dietro di noi un sepolcro d’amore! Allora, la vostra vita sarà considerata un successo per tutta eternità.

Se morirete dopo aver vissuto così, Dio vi benedirà e porterà i Suoi figli a darvi il benvenuto nel mondo spirituale. Se la vostra mano non ha mai portato un anello, Dio infilerà al vostro dito un diamante del Regno dei Cieli. Se non avete mai indossato dei bei vestiti, Dio vi rivestirà con gli abiti migliori della famiglia reale del Regno dei Cieli.

Cosa lascerete dietro di voi della vostra vita? Un mausoleo d’amore. Per favore, capite questo e non dimenticatelo mai. Quelli che sono determinati a vivere in questo modo, alzino la mano. Vedo che tutte le mani sono alzate. Che le benedizioni di Dio possano essere su tutti voi. (97-169, 12.3.1978)

2.6. La Benedizione apre la via della vita eterna

2.6.1. L’importanza della vita eterna

Ognuno vuole vivere la propria vita a modo suo. Per “vivere” s’intende la vita di ogni giorno. Per “durata della vita” s’intende tutta la vostra esistenza. Inoltre, le persone religiose usano le parole “vita eterna.” La vita eterna non è solo il tempo di una vita, ma una vita che continua per l’eternità. Il modo in cui collegate il corso della vostra vita alla realtà eterna è importante per la vostra vita eterna. Questa diventa la responsabilità di tutta la vostra vita. (186-197, 14.1.1990)

Per quanto tempo pensate di vivere? Per quanto? Tutti pensano: «Potremmo vivere fino a settanta o ottanta anni». Non pensate che potete morire prima? Siete avidi. Anche se credete assolutamente di vivere fino a ottanta o cento anni, potreste morire domani o persino oggi stesso. Potreste morire mentre state mangiando. Capite? O stasera potreste arrivare a casa, togliervi le scarpe, andare a letto e morire durante il sonno.

Pensate tutti: «Poiché sono giovane, posso vivere altri quaranta o cinquanta anni». Non avete tutti questo genere di desiderio? Dio vi ha dato questa garanzia? Dovete pensare che potreste morire presto, forse entro un anno. Dovete prepararvi come se rimanesse solo quel periodo di tempo. Dovete tenere presente questo per tutta la vostra vita. Più breve è il tempo che pensate di avere, più felici sarete. Più breve è il tempo che pensate di avere, meno avete da perdere. La preparazione durante questo periodo rappresenta la costruzione della vostra casa per la vostra vita eterna. (102-122, 27.11.1978)

Quando la sera andate a letto dopo esservi tolti le scarpe, siete sicuri che sarete ancora lì a rimettervele la mattina dopo? Non importa quanto dite di essere occupati, non c’è nulla di più importante a questo mondo della vita eterna.

Il motivo per cui le persone lasciano la nostra chiesa è che non sentono quanto è importante per loro risolvere il problema della vita eterna mentre sono in questo mondo. (10-249, 21.10.1960)

Se qualcuno è sicuro che la vita di fede non è una preparazione per questa vita presente, la vita fisica, ma una preparazione per la vita nel mondo eterno, manterrà la sua vita di fede anche se è abbandonato a sé stesso. Più passano i giorni e gli anni – quaranta, cinquanta anni – e più si avvicina il giorno della morte, più seria diventa l’idea della vita eterna. Più le persone invecchiano, più diventano serie. I processi del pensiero si indeboliscono quando uno invecchia. Comunque, quando è in gioco l’idea della vita eterna, le persone si fanno più serie.

Così, in futuro, solo il pensiero religioso potrà guidare questo mondo. Quante volte sperimentiamo delle circostanze negative e il caos! Se sapete superare e vincere le situazioni caotiche e, non importa dove siete, riuscite a mantenere un concetto assoluto della vita eterna pur affrontando ogni genere di situazioni che vi disturbano, allora per voi non ci sarà nulla di insormontabile. (230-22, 15.4.1992)

Quando Dio ci ha creato, che tipo di esseri aveva in mente? Dio ha fatto di noi l’oggetto del Suo amore, in modo che potessimo possedere il Suo valore unico e assoluto. Questo è un fatto straordinario. Quanto valore ha la vita di una persona al giorno d’oggi? Che valore ha in denaro? Il valore di un essere umano non può essere espresso in termini di soldi. Il fatto straordinario è che Dio ha creato l’uomo e la donna come partner d’amore con un valore talmente prezioso che non potrebbe essere scambiato per l’intero universo! Questo è strabiliante! (142-143, 8.3.1986)

Noi esseri umani assomigliamo a Dio come il capolavoro della Sua creazione. Poiché Dio è un essere eterno, dobbiamo necessariamente avere una natura eterna, e così la nostra mente non deve invecchiare. Perciò, dobbiamo vivere eternamente. È solo perché viviamo eternamente che abbiamo il valore di questo capolavoro. (159-281, 19.5.1968)

Le persone, chiunque esse siano, cercano di diventare le migliori. Quando qualcuno è nella posizione più alta, Dio appartiene a lui, e questa persona appartiene a Dio. Così, egli diventa figlio di Dio e diventa come Dio stesso. Allora, a chi appartiene l’universo? Se Dio ha una cosa che ama più di tutto e che considera più preziosa, l’avrà creata in modo tale da gettarla via dopo aver trascorso un giorno, dieci anni, o cento anni con lei, oppure l’avrà creata perché rimanga con Lui per l’eternità? L’avrà creata perché stia con Lui per l’eternità. La stessa cosa vale per il genere umano. Quando qualcuno muore, sarebbe meglio che restasse morto o che vivesse eternamente? Deve vivere eternamente. Perché? Gli esseri umani sono i partner oggetto del Dio assoluto, che ci ha creato con un amore assoluto in modo da poter provare gioia. (39-342, 16.1.1971)

Se Dio è un essere eterno e assoluto, anche l’oggetto del Suo amore deve vivere eternamente. Di conseguenza gli esseri umani hanno aspirato alla vita eterna da tempo immemorabile. Dio, l’Essere assoluto, non può non cercare un figlio e una figlia amorevoli che hanno il valore di possedere la vita eterna. Bisogna capire questo chiaramente. (39-343, 16.1.1971)

Più le persone si amano, più vogliono restare insieme. C’era una volta un uomo la cui moglie morì giovane, e che rimase da solo per il resto della vita, portando con sé il fazzoletto della moglie. Nehru era questo tipo di persona; avendo perso la moglie quando era giovane, portò delle rose sugli abiti per il resto della vita, perché sua moglie amava le rose. Quando Dio creò il Suo figlio e la Sua figlia così preziosi, li creò perché perissero dopo 100 anni? Perciò, possiamo capire il principio fondamentale che gli esseri umani vivono eternamente. (39-342, 16.1.1971)

Gli esseri umani nascono dall’amore, crescono nell’amore, vivono con l’amore e muoiono con l’amore. Tuttavia, non spariscono. Dio, che è il Soggetto, è eterno, immutabile ed unico. Quindi, anche gli esseri umani possono vivere eternamente quando possono stare nella posizione di un oggetto d’amore davanti a Dio. È da qui che ha origine la vita eterna. Non ha origine dalla vita. (142-143, 8.3.1986)

Dal momento che Dio è eterno, assoluto e vive per sempre, quando diciamo che gli esseri umani sono stati creati per amore, è semplicemente logico che chiunque è unito al vero amore possa avere la vita eterna. Perciò, per avere la vita eterna, dobbiamo vivere nel regno del vero amore. (211-272, 30.12.1990)

Possiamo vivere per sempre! Vogliamo ottenere la vita eterna! Desideriamo la vita eterna; che cos’è immutabile? La risposta è l’amore. È così. Tutte le altre cose cambiano secondo il loro ambiente, ma l’amore perché non cambia? L’amore non cambia perché esiste come il centro del potere per tutta la vita. Perché l’amore non cambia? Perché l’amore occupa la posizione centrale dell’ambiente ideale. Il centro non sparisce finché non scompaiono tutti gli elementi circostanti. L’amore è il centro dell’universo. Poiché quell’amore è unito all’amore di Dio, qualunque cosa si unisce a quell’amore può rimanere fintanto che esiste Dio. (157-267, 10.4.1967)

La vita eterna! Noi siamo persone che vivono eternamente. Inoltre, siamo persone che praticano il vero amore. Pratichiamo la via della vita eterna e del vero amore qui sulla terra. Qualunque cosa facciamo qui, ad esempio lavorare in una fabbrica, può fornire il materiale che può per migliorare la nostra vita eterna.

Per favore, pensate che lo scopo del vostro lavoro è prepararvi per la vita eterna e produrre il materiale di addestramento che può arricchire la vostra vita eterna. Avete tutti bisogno della vita eterna e del vero amore in ogni momento. Ne avrete bisogno per l’eternità. (216-127, 9.2.1991)

La perfezione del corpo e della mente diventa possibile essenzialmente attraverso ciò che appartiene al vero amore. La Causa Originale infinita ha creato il processo di crescita in modo che il frutto ideale si potesse produrre solo attraverso l’amore. Dio esiste per sempre solo grazie al vero amore e sulla base del vero amore.

In base a cosa, Dio può esistere per sempre? La vita eterna è collegata all’amore. Perciò, avete bisogno di vivere in un ambiente d’amore per creare un ambiente di vita eterna. Per raggiungere il regno sostanziale dell’amore, dobbiamo avere un’esperienza concreta dell’amore. (218-134, 14.7.1991)

Se qualcuno vi chiede come si può ottenere la vita eterna, cosa rispondete? Si può ottenere la vita eterna solo credendo in Gesù? Siete salvati solo per mezzo della vostra fede? Non ha senso. Si può essere salvati solo attraverso l’amore.

Dal punto di vista dell’essenza dei principi di creazione di Dio, solo una persona vera è il partner d’amore di Dio. Perciò, se qualcuno ha il vero amore, può vivere per l’eternità. Una volta che entrate nel regno di quell’amore, che siate nel mondo spirituale o sulla terra, potrete vedere dove andrete a vivere nel mondo spirituale. (215-53, 6.2.1991)

2.6.2. Il concetto della vita eterna ha origine dall’amore

Come possiamo descrivere gli attributi di Dio? Sono misteriosi. Dio è assoluto, unico, eterno e immutabile. È impossibile negarlo. Una persona con queste qualità d’amore è una persona di una felicità assoluta, unica, eterna e immutabile. La libertà eterna, assoluta, immutabile e unica e, alla fine, un tipo di felicità assoluta, unica, immutabile ed eterna si trovano in queste circostanze. Ereditando questi attributi, la vita eterna ha origine automaticamente. Ecco come stanno le cose. (279-73, 24.7.1996)

Se avete l’amore non vi importa se mangiate oppure no. Le persone innamorate non si stancano quando non dormono, e non hanno fame quando non mangiano. Le persone innamorate possono superare il tempo e lo spazio. Se il partner d’amore di Dio andasse da Lui, pensate che Dio dormirebbe quando cala la notte? Dio può trascendere la notte quando appare il Suo amato partner. È da qui che ha origine il concetto della vita eterna. Finché il potere dell’amore eterno continua, potete vivere per l’eternità. La vita eterna di gioia è possibile perché l’amore può superare e assorbire ogni cosa. (277-22, 17.3.1996)

Se Dio è amore assoluto, possiamo concludere logicamente che se diventiamo un partner assoluto in rapporto a quell’amore, diventando in tal modo un essere unificato, vivremo per sempre – fintanto che Dio esiste eternamente. L’umanità non sapeva queste cose. La gente non era cosciente del fatto che noi esseri umani siamo stati creati come i partner oggetto dei quali Dio ha assolutamente bisogno. Se così non fosse, sarebbe logico che Dio vivesse da solo. Ma non è così. (262-137, 23.7.1994)

Dio è il criterio del valore assoluto. Centrata sull’amore assoluto, la persona che cerca Dio e l’amore assoluto non può negare mai la sovranità celeste come partner. Nemmeno Dio, in quanto Essere Assoluto, lo può negare. La posizione che abbiamo raggiunto con assolutezza non può essere negata. È qualcosa di fermamente stabilito. Ecco perché l’amore di Dio è eterno. Poiché Dio è un essere eterno, formando un rapporto con questo tipo di amore, la vita eterna è stabilita come una sfera di relazioni che sono naturalmente in accordo a questo. Il modo di vita di una persona di vero amore rimarrà per sempre sulla terra, nel mondo fisico e nel mondo spirituale. Non si può negarlo. Poiché nel mondo caduto non ci sono rapporti di vero amore, le persone vanno a finire all’inferno. (272-63, 30.8.1995)

L’amore ha in sé una qualità eterna. I partner d’amore non sono disposti a separarsi. Il vero amore è eterno. I partner si rifiutano continuamente di separarsi. Per questa ragione, la vita eterna si può trovare nel vero amore. La vita eterna non si può trovare là dove c’è separazione. Ecco perché l’amore è grande. L’amore è immutabile ed eterno. Quando stabiliamo una relazione di sangue centrata sul vero amore, vivremo naturalmente per sempre.

Dio è il soggetto dell’amore immutabile. L’amore è unito a Dio, il partner soggetto. Poiché Dio è immutabile ed eterno, è logico concludere che anche il partner oggetto di Dio, che si unisce al Suo amore, è immutabile ed eterno. (289-133, 1.1.1998)

Se i genitori investono infinitamente e si sacrificano per il bene dei loro figli, purché dietro questo ci sia il vero amore, il figlio sarà molto grato di questo vero amore e i genitori saranno compensati del loro sacrificio sperimentando una grande gioia. Quando l’azione di dare e ricevere il vero amore disposto al sacrificio è sviluppata in questo modo, stabiliamo un rapporto di pace e di gioia eterna nella vera famiglia e nel vero mondo. Il mondo ideale della vita eterna si manifesta in queste circostanze. (288-199, 28.11.1997)

Partendo da un piccolo punto l’universo è cresciuto di dimensioni in questo modo: con la comparsa dei partner reciproci, si è sviluppato un movimento perpetuo ed è nato l’universo. L’universo è stato impegnato in un movimento perpetuo grazie alla forza d’inerzia che emerge nella dimensione dello spazio. In altre parole, sulla base del modello delle relazioni reciproche – prendendo ad esempio il sistema solare – il sistema solare è stato creato, poi ha raggiunto il suo pieno sviluppo ed è impegnato in un movimento perpetuo. Allo stesso modo, quando Adamo ed Eva si uniscono attraverso l’azione dell’amore che vive completamente per il bene dell’altro, possono stabilire un movimento perpetuo.

Questo è il punto di partenza dell’eternità e della vita eterna. L’eternità non si può trovare su una linea retta. Il regno della vita eterna non si trova lì. L’eternità viene dalla rotazione e dalla rivoluzione. Per questo motivo, il fenomeno dello sviluppo storico si è gradualmente espanso grazie alla rotazione. Questa rotazione ha solo un centro. (261-151, 9.6.1994)

Quello che è in armonia con l’origine dei grandi principi dell’universo può esistere per l’eternità. Tutto il resto perirà. Poiché Dio esiste eternamente, il Suo oggetto partner, che vive per gli altri, esiste eternamente. In modo logico giungiamo a questa conclusione riguardo i principi della vita eterna. È chiaro? (260-254, 19.5.1994)

L’entità che chiamiamo “me stesso” è stata creata per essere un oggetto dell’amore di Dio. Siamo nella posizione di partner oggetto del Dio assoluto, che è nella posizione di partner soggetto. Siamo partner di Dio nell’amore. Dio esalta il concetto del vero amore più di Sé stesso. Dio è il centro della vita assoluta ed eterna. Per questo il Suo ideale è ancora più eterno, e il centro di questo ideale è la realtà del vero amore. Noi siamo i partner in questo amore. Come entriamo in quel regno eterno? Com’è preziosa la posizione di partner eterno di Dio! È dove il partner soggetto e il partner oggetto diventano una cosa sola. Quando questo succede possiamo essere messi da qualunque parte e seguire Dio dovunque va. Possiamo ereditare tutta la fortuna di Dio. Possiamo ereditare il regno della vita eterna e di Dio e persino il Suo cuore.

Il cuore d’amore di Dio, il cuore di Dio che fa parte della creazione, il cuore di Dio che vuole risiedere nel cuore di ogni singola persona – possiamo ereditare tutte queste cose. Che cosa preziosa! Che gioia scoprire questo grande valore! È la posizione più sublime e nobile, che non conosce rivali. È una grazia straordinaria. (216-115, 9.3.1991)

Quando la pressione atmosferica si abbassa al livello minimo assoluto, si crea immediatamente un’area di alta pressione e questo porta automaticamente alla formazione di un movimento circolare. Dio è il re della vera saggezza. Perché bisogna investire tutto e poi non pensarci più? Perché il principio della circolazione garantisce uno scambio eterno. Il principio della vita eterna è perciò stabilito logicamente.

Quando investite, continuate a investire e investite sempre di più, il principio della vita eterna entrerà in azione. Quando vivete per gli altri non perirete. Le cose piccole vanno verso le cose più grandi e le cose più grandi ritornano nel centro. (204-107, 1.7.1990)

Quando Dio cerca un partner d’amore assoluto, questo partner oggetto sarà sicuramente l’umanità; per questo abbiamo l’antico adagio: «Di tutta la creazione, gli esseri umani sono le creature più preziose». Arriviamo alla conclusione logica che il partner d’amore che si unisce all’amore eterno del Creatore vive per sempre.

La vita eterna è una conseguenza naturale di questa logica. La vita eterna inizia da qui. Il problema di come stabilire una teoria della vita eterna sulla base del rapporto d’amore dà luogo a un dibattito estremamente prezioso nella religione. La vita eterna non si può trovare né nell’uomo né nella donna; non si trova in Dio, ma nel Suo amore. (218-211, 29.7.1991)

Ora potete essere nella stessa posizione di Dio, al punto che potete persino partecipare al regno del vero amore eterno. Dovunque cerchiate, non troverete da nessun’altra parte questo concetto della vita eterna. Poiché nascete come degli esseri eterni, dopo questa vita andrete nel mondo spirituale. In un secondo farete un balzo incredibile. Il mondo spirituale è in una dimensione diversa da questo mondo terreno limitato. Non potete spostarvi liberamente entro dei confini limitati. Il mondo spirituale è un luogo di dimensione più elevata, perciò lì potete fare qualsiasi cosa. Potete saltare al di là del tempo. Se desiderate qualcosa, centrandovi sul vero amore, la potete ottenere in qualunque momento e in qualunque luogo. Si è su una dimensione infinita. (216-115, 9.3.1991)

Io vivo per l’eternità; sono collegato al vero amore centrato su Dio; sono collegato alla vera vita centrata su Dio; sono collegato al vero lignaggio centrato su Dio. La conclusione è chiara. Io vivo per l’eternità con al centro il vero amore, come Dio. Dio mi ha creato in questo modo. Se realizzerete questa parte di responsabilità, avrete veramente successo. (216-115, 9.3.1991)

Anche Dio respira, respira con l’amore. Dal momento che anche Dio va al passo con l’universo, l’universo può continuare per l’eternità centrandosi sull’amore. La vita eterna si può trovare nell’amore. Di conseguenza, dovete tutti ottenerla. Solo allora potrete entrare nel dominio del respiro di Dio e realizzare rapidamente l’armonia. (201-191, 1.4.1990)

Partendo dal ragionamento che la provvidenza di Dio vive e si muove nella storia sulla terra e che il suo scopo è aprire la strada per l’eternità, potete capire che questo processo è facilitato dalla fede religiosa. Altrimenti, il fondamento per fare di questo concetto una realtà, e la base per espandere la fede sulla terra, andranno perduti. Mettendo chiaramente in evidenza i limiti dell’era, si può generare una solida esplosione di fede.

Mentre coopero al lavoro di Dio sulla terra, il mondo spirituale, che ha realizzato la volontà di Dio, può collegarsi alla nostra vita attuale, permettendoci di apprendere il concetto di vivere eternamente insieme a Dio. Pertanto, lo scopo di questa vita terrena è di prepararci per la vita eterna alla quale è direttamente collegata. Non è possibile condurre una vera vita di fede senza comprendere questa realtà. (198-7, 20.1.1990)

2.6.3. La Benedizione e la vita eterna

Le persone cadute devono cambiare il loro lignaggio. Questo è un problema fondamentale. Il rapporto tra Dio e l’umanità è un rapporto tra genitore e figli. Poiché tutti questi fatti erano rimasti sconosciuti, i problemi della storia non hanno potuto essere risolti, e fino ad oggi le persone sono rimaste ignoranti della provvidenza di Dio. Il cambiamento della linea di sangue deve essere realizzato a tutti i livelli: individuale, familiare, tribale, nazionale e mondiale. Il Messia deve venire a fare questo. Senza il Genitore, il lignaggio non può essere cambiato.

Un individuo deve assumersi la responsabilità per tutti questi problemi, e deve andare avanti per risolvere queste cose. Poiché le persone ignorano tutto ciò, il Messia, che conosce queste cose, viene a fare tutto questo per loro. (161-147, 18.1.1987)

Dovete tutti ereditare un nuovo lignaggio. Perché possiate farlo, il Messia viene come il Padre. Insieme ad Eva, egli deve restaurare tramite indennizzo questo nuovo lignaggio su una base vittoriosa individuale che va oltre il livello mondiale, dove Satana non può interferire. Egli stabilirà dei figli e delle figlie attraverso delle famiglie centrate sul legame tra marito e moglie e orizzontalmente realizzerà il compito dell’innesto.

Questo è il motivo per cui nella Chiesa dell’Unificazione abbiamo la cerimonia della Benedizione. La Chiesa dell’Unificazione è unica. Da dove ha avuto origine la linea di sangue della Chiesa dell’Unificazione? Ha avuto origine da Dio. Ecco perché sfidiamo il mondo satanico ad opporsi a noi. Quando si oppone a noi deve risarcire i danni che procura. (169-37, 4.10.1987)

Poiché l’umanità ha ricevuto la linea di sangue di Satana, non può tornare a Dio da sola. Il Messia deve assolutamente restaurare e purificare la linea di sangue che Satana ha contaminato. Deve cambiare questo lignaggio. Questa è la ragione per cui deve venire il Messia. Se il Messia non viene, la linea di sangue non può essere restaurata. La linea di sangue deve essere restaurata. (172-53, 7.1.1988)

Che cosa vedremo nell’era degli Ultimi Giorni? La gente avrà rapporti sessuali con persone della stessa famiglia. Si diffonderà l’incesto. Appartenere alla stessa famiglia e parentela non farà nessuna differenza. Perché succederà questo? Chi era il padre di Gesù? Era Zaccaria. Il Cristianesimo parla del concepimento di Gesù per mezzo dello Spirito Santo, ma è una comprensione incompleta. Sapete che cos’è un ovulo non fecondato? Che cos’è un ovulo non fecondato? Come nell’uovo di una gallina, lo sperma non è entrato nell’uovo. Oggi le persone cadute si possono paragonare a un uovo non fecondato. Non hanno niente a che fare con Dio. Ecco perché non hanno la vita eterna. (274-256, 3.11.1995)

Qual è la missione dei Veri Genitori? Devono correggere la linea di sangue falsa che è la radice del mondo satanico, restaurare la vita falsa in una vita vera, e correggere il corso falso dell’amore. La Bibbia ci dice che chiunque perde la propria vita la preserverà, e chiunque cerca di preservare la propria vita la perderà. Perché è dovuta apparire un’affermazione così paradossale? Perché il mondo satanico deve morire. (169-37, 4.10.1987)

Chi cambierà la linea di sangue? Non può farlo chiunque. Dovete sapere che per fare questo lavoro io ho percorso la via della croce cosparsa di lacrime. È a causa di questo modello di cuore che voi, senza avere alcun merito, potete ereditare la nuova tradizione della Benedizione.

Dio ha dovuto lavorare per migliaia di anni e, come manifestazione sostanziale di Dio, io ho dovuto affrontare una vita di sofferenza per stabilire l’autorità vittoriosa basata sul cambiamento della linea di sangue. Ora tutti voi vi trovate sulla fondazione di questi sforzi. La Benedizione significa innestarsi nel lignaggio di Dio. Attraverso il processo dell’innesto il lignaggio è cambiato. (35-178, 13.10.1970)

Così, solo quando il Genitore verticale e i Genitori orizzontali si uniscono in armonia con al centro il vero amore, questo luogo di convergenza dell’amore, fermamente stabilito, può diventare l’origine della vita e il legame con il lignaggio. Le persone nate da lì sono figli e figlie nati nell’amore di Dio ed esseri che possono vivere eternamente con il lignaggio di Dio. In questo modo, diventano una famiglia regale che può mantenere il lignaggio per le generazioni future nel Regno dei Cieli eterno. (245-94, 28.2.1993)

Quando vivete insieme nell’amore vi potete collegare alla vita eterna. Il vero amore è l’amore che Dio desidera. Poiché Dio è assoluto, immutabile ed eterno, arriviamo alla conclusione che anche gli esseri umani, che sono l’oggetto dell’amore di Dio, vivono per sempre. Questa è una conclusione logica. Non lascia assolutamente spazio a dubbi. (247-223, 9.5.1993)

Avete tutti partecipato alla cerimonia del cambiamento della linea di sangue quando avete ricevuto la Benedizione, non è vero? Dovete credere in questo più che nella vostra stessa vita. Anche se questa è una cerimonia della Chiesa dell’Unificazione, non dovete considerarla un rito religioso. È un’iniezione per resuscitarvi dai morti. È l’antidoto. (216-109, 9.3.1991)

Il Messia può essere colui che cambia il lignaggio, ma è ciascun individuo che deve agire in modo che il suo lignaggio possa essere cambiato. Senza stabilire un modello del genere non potete raggiungere la via della salvezza. Non è una cosa facile da realizzare. Dovete andare oltre il punto di sapere se vivrete o morirete. Cambiare il lignaggio è possibile solo quando, ad esempio, fate un digiuno di 40 giorni o affrontate la situazione di essere vicini alla morte vomitando sangue. (35-160, 13.10.1970)

Per prima cosa dovete desiderare ardentemente i Genitori con tutto il vostro cuore. Non riceverete la salvezza se non servite i Genitori sentendo che essi sono la fonte della vostra vita, sono tutte le vostre speranze e l’origine di tutti i vostri ideali e della vostra felicità.

Li avete mai serviti in questo modo? Dovete capirlo chiaramente. Perciò dovete avere la ferma convinzione che siete i figli e le figlie che possono unirsi eternamente ai Veri Genitori, al punto da trascendere la consapevolezza della vostra stessa esistenza. Dovete avere questo tipo di convinzione. (30-237, 23.3.1970)

La caduta in effetti fu un matrimonio sbagliato nel giardino di Eden. Ora questo può essere invertito dai Veri Genitori celebrando un matrimonio giusto. Eliminando gli errori commessi dal falso genitore, il Vero Genitore può abolire l’inferno e dare la Benedizione in matrimonio addirittura a centinaia di miliardi di antenati nel mondo spirituale. Attraverso la base familiare dei loro discendenti qui sulla terra centrata sul vero amore, gli antenati nel mondo spirituale e i loro discendenti sulla terra possono unirsi verticalmente; inoltre, con questa base familiare come punto di partenza, l’est e l’ovest si possono collegare. (300-222, 14.3.1999)

Fino a che punto mi dovete amare? Questo ci riporta al problema fondamentale. Non dovete amare da una posizione che ha tracce del mondo satanico ed è contaminata dall’amore di quel mondo. Dovete essere in una posizione più alta. Di che posizione si tratta? Dovete amarmi più di quanto amate i vostri genitori, il vostro coniuge e i vostri figli nati nel mondo satanico.

Ecco perché nella Bibbia Gesù dice: «Chiunque ama il padre o la madre più di me non è degno di me». È giunto a questa chiara conclusione per tutti. In seguito, Gesù dice anche: «Prendi la tua croce e seguimi». Vi chiede di prendere la vostra croce. Prendere la propria croce significa superare la forza che vi trascina nella direzione opposta. Dovreste versare amare lacrime per questo. (178-97, 1.6.1988)

Quando andrete al mondo spirituale sarà così: sarà un posto senza ombre, un posto inondato dalla luce del mattino eterno. La luce bianca diventa talmente luminosa che si trasforma in una luce purpurea. Le tonalità cambiano dall’argento all’oro. La luce dell’elettricità è la luce dell’amore. Il fulmine scoppia quando l’elettricità positiva incontra l’elettricità negativa. Allo stesso modo, la natura interiore e la forma esteriore di Dio si uniscono e si manifestano come un fulmine. Il fulmine è la luce del vero amore eterno. Questa è l’essenza della vita eterna. Dovete arrivare a quella destinazione finale. (292-265, 26.4.1998)

Sezione 3. Il valore della nostra vita terrena

3.1. La terra è il luogo dove si raccolgono i frutti dell’amore

La vita terrena è assolutamente importante. Dovete sapere com’è importante la terra. I cristiani pensano che possono andare tutti in cielo rinunciando a questo mondo, non è vero? Ma questa credenza è un’illusione. Dovete realizzare la vostra perfezione mentre siete sulla terra. Dovete conoscere il valore della vita terrena. Aprite gli occhi all’importanza della vita terrena e non dimenticatela mai. La vostra vita sulla terra sarà sempre riflessa nel mondo spirituale eterno. Ogni cosa che fate è come un seme. I semi che piantate qui daranno frutto nel mondo spirituale. Perciò dovete seminare dei semi perfetti. Ancora una volta: dovete capire l’importanza della vita terrena. (232-322, 10.7.1992)

Le persone sulla terra hanno un corpo e tutto nella loro vita è limitato. Gli spiriti non hanno un corpo fisico e vivono nel mondo infinito. Le persone qui sulla terra hanno un corpo, ma questa non è la loro dimora eterna. Gli spiriti non hanno un corpo fisico, ma si trovano nella loro dimora eterna. In questo modo, si può trovare un’infinità di differenze confrontando le persone sulla terra con gli spiriti. Se si osservano gli aspetti corrispondenti tra le persone sulla terra e gli spiriti, vediamo che la vita sulla terra e la vita di coloro che sono nel mondo spirituale rappresenta metà della realtà completa. Così, ogni lato può solo realizzare quella metà. Allora, il corpo e lo spirito come possono produrre dei frutti completamente maturi? Il frutto maturo può essere prodotto concludendo con successo la vita sulla terra prima che la persona fisica e la persona spirituale si separino. I problemi vengono fuori quando lo spirito di una persona va nel mondo spirituale senza essere completamente maturo. (293-256, 1.6.1998)

I semi di un frutto devono assorbire e condensare tutti gli aspetti del tempo e dello spazio collegati alla sua crescita. I semi, la radice, il ramo e i frutti si possono trovare tutti nel seme. Anche il fiore e il frutto sono inclusi. Così, dobbiamo diventare delle persone che possono iniziare la vita in questo modo. Solo allora possiamo dire che Dio ci appartiene avendo come centro l’amore. Nessuno può mettere in dubbio questo. (137-330, 5.1.1986)

Qual è lo scopo della vita? È produrre il frutto dell’amore. Quando i frutti dell’amore di una persona entrano nel magazzino del Regno dei Cieli, Dio dirà: «No, questo non mi piace!»? Dovunque va, il frutto dell’amore dice: «Mi va bene essere messo in qualunque parte dell’universo». Com’è prezioso sapere che questo frutto dell’amore può stare al centro di tutto ciò che lo circonda, anche se è messo nel magazzino segreto del Regno dei Cieli! Dal momento che è stato seminato nell’amore, non pensate che debba essere raccolto nell’amore? (139-219, 31.1.1986)

Perché siete preziosi? Siete preziosi perché avete ereditato la tradizione dell’amore. L’amore è prezioso e voi siete preziosi perché siete nel centro dell’universo, nella posizione di ereditare la tradizione dell’essenza di tutte le forze ideali di questo universo. Siete preziosi perché siete nati attraverso quell’amore e siete collegati ad esso, e perché potete produrre il frutto che viene dall’espansione di quell’amore. Sapete perché dovete rispettare i vostri genitori ed essere a loro devoti? Le vostre radici devono essere profonde. Parlo delle radici verticali. (166-217, 7.6.1987)

La mente e il corpo di un uomo e di una donna, centrati sull’amore di Dio, devono formare un angolo di 90 gradi, in modo equilibrato. Quando un uomo e una donna emergono e si polarizzano ad est e ad ovest come esseri viventi che hanno le radici nell’amore di Dio, stimolano la natura originale dell’universo a prendere fuoco, generando tuoni e fulmini. Quando succede questo, Dio, l’uomo e la donna si uniscono completamente. Chi li separerà? Li può separare l’uomo? Li può separare la donna? Nemmeno Dio si può togliere da lì.

Questo amore, che diventa la radice della mente dell’uomo e della donna, è il modello della natura originale dell’umanità. I fiori fioriscono e producono frutti attraverso l’amore. Attraverso l’ideale delle leggi della circolazione sferica, l’amore si sviluppa nella forma di una spirale e si espande nel mondo. Amen! Cercate di studiare per scoprire che cosa significa tutto questo. (173-109, 7.2.1988)

Come si trasmette la vita? Attraverso un corpo vivente o attraverso il sangue? Conosciamo la parola “lignaggio”, ma non si parla di un “lignaggio della vita” o di un “lignaggio dell’amore”. Esiste solo il “lignaggio”. Combinando il sangue, appare la vita. Unendo il sangue di un uomo e di una donna, due vite si uniscono. Quando ogni vita è investita, porta i frutti come sostanza dell’amore. E poi cosa succede? Il sangue e la vita di vostra madre e il sangue e la vita di vostro padre attraverso l’amore producono un frutto che si manifesta in voi. Ora vi chiedo, il sangue dei vostri genitori è dentro di voi o no? La vita di vostra madre e di vostro padre è dentro di voi. L’amore dei vostri genitori è dentro di voi. Perciò, non potete vantarvi di niente escludendo vostra madre o vostro padre. (225-52, 2.1.1992)

Voi siete il frutto dell’amore. Tutti gli elementi caratteristici della radice, del tronco, del ramo, del fiore e del germoglio centrali che si sono sviluppati durante mille anni di storia sono incorporati dentro di voi, che siete il loro frutto. Quando voi, in qualità di frutto, andate avanti, è come se steste portando con voi la storia. Dovunque piantate quel frutto, la storia può continuare a svilupparsi. Com’è possibile? È possibile attraverso l’amore. È collegato all’amore tra l’uomo e la donna, l’amore tra il partner soggetto e il partner oggetto. Di conseguenza, chi viola questo amore deve andare all’inferno, perché è la persona più licenziosa, la persona che distrugge l’ordine dell’universo. (226-53, 1.2.1992)

Il legame d’amore nel rapporto tra genitore e figlio fa maturare il frutto dell’amore della madre verso il figlio e del figlio verso la madre. Quando questi due tipi di amore maturano, Dio vorrà raccogliere quel frutto. Dio è il proprietario dell’amore e perciò lavora per vedere maturare completamente il frutto dell’amore della madre verso il figlio e del figlio verso la madre.

Dio raccoglie quel frutto perfetto solo per mangiarlo, oppure lo raccoglie per rendere l’amore ancora più perfetto? Dopo aver creato Adamo e Eva, Dio, in quanto Genitore, voleva ottenere il frutto dell’amore che sono i figli e nello stesso tempo permettere ai Suoi figli di ottenere il frutto dell’amore che è il Genitore. Dio voleva rendere perfetti entrambi i frutti. Perciò possiamo dire che attraverso questo processo Dio voleva raccogliere tutti e due i frutti e goderne. (222-309, 6.11.1991)

Noi nasciamo e viviamo nell’amore di Dio, mettiamo al mondo dei figli, arrivando così alla destinazione dell’amore e poi ritorniamo a Dio per vivere con Lui eternamente. In altre parole, la nostra vita inizia nell’amore, matura nell’amore ed è raccolta come il frutto dell’amore. Il nostro trapasso significa raccogliere questo frutto d’amore.

Poiché riceviamo l’amore dei genitori, condividiamo l’amore di marito e moglie e amiamo i nostri figli, tutto ciò che l’amore di Dio ha seminato nella sfera interiore del cuore può portare frutto durante la nostra vita ed essere raccolto quando andiamo nel mondo spirituale.

Quindi, quando le persone si uniscono completamente nell’amore arrivano ad assomigliare a Dio. Quando una coppia si unisce, realizza completamente questi tre stadi e va nel mondo spirituale, diventa un oggetto eterno di fronte a Dio, che è il Soggetto eterno. Questo si realizza quando una coppia va nel mondo spirituale dopo aver praticato il vero amore. Così, iniziamo la nostra vita con Dio e la terminiamo con Dio. (298-311, 17.1.1999)

Se il frutto dell’amore fosse stato raccolto e messo in un magazzino, il cielo sarebbe stato stabilito. Sarebbero apparsi una famiglia, una nazione e un popolo del cielo. Invece, a metà strada, questo frutto fu invaso, cadde per terra e divenne completamente cattivo; così si creò una famiglia dell’inferno e un popolo dell’inferno. Questo incidente si chiama la caduta. Gli esseri umani sono caduti e ora vivono nell’inferno. Anche se detestano ammetterlo, devono riconoscere questi due fatti. Gli uomini avrebbero dovuto produrre il frutto dell’amore e andare nel magazzino del Regno dei Cieli. Invece, a causa della caduta, marciscono nel magazzino dell’inferno. (282-15, 16.2.1997)

I figli, i fratelli e le sorelle, le coppie e i genitori a un certo punto si uniscono tutti insieme e portano frutto. Questa realizzazione è dovuta al vero amore. Il cuore di un figlio, di un fratello e di una sorella, di un marito e di una moglie e di un genitore si collegano attraverso il vero amore. Il vero amore è il punto centrale. Lo spirito e il corpo possono raggiungere la perfezione unendosi a Dio nell’amore. A partire da lì appaiono i genitori e danno nascita ai figli. Dio ci ha dato i figli in modo che possiamo provare quello che Lui ha provato al tempo della creazione. (244-310, 1.3.1993)

Il mondo spirituale è un magazzino in cui sono conservati i frutti del vero amore. Questi frutti non sono mai stati prodotti fino ad oggi. Parlo del termine vero amore e del suo frutto per la prima volta, perciò non possiamo ancora trovarli nel mondo spirituale. Com’è importante ognuno di voi! (245-172, 7.3.1993)

La donna, non l’uomo, tocca ogni angolo della casa. Gli uomini se ne stanno nel mezzo senza toccare niente, ma le donne toccano tutto. Che cosa significa? Significa amare la terra e amare l’universo. Più la donna mette le mani sulle cose, più queste cose si impregnano d’amore e diventano il punto centrale dell’essenza dell’universo. Il marito riempie la donna di forza mostrandole un amore assoluto. Solo una famiglia del genere può entrare nel magazzino di Dio in cielo. Cos’è il magazzino del cielo? Il cielo è il granaio dove Dio conserva i frutti completamente maturi. (244-120, 1.2.1993)

Esiste un ciclo stagionale nell’amore. Ci può essere un giusto equilibrio solo se ci sono quattro stagioni. Se il calore si espande, si espande anche il freddo. Di conseguenza, quando si vive insieme nell’amore come coppia, ci sono l’autunno, l’estate, la primavera e cos’altro? Ci sarà una stagione invernale. Solo quando digerite tutte queste cose potrete alzare la testa quando andrete nel mondo spirituale. (223-180, 10.11.1991)

Il padre non deve vergognarsi di chiamare il nonno “padre”. Il padre non deve vergognarsi di chiamare suo figlio: «Ehi, tal dei tali!» E il figlio non deve vergognarsi di chiamare suo padre e suo nonno. Su che cosa si devono concentrare per superare la vergogna? Solo perché un padre non è in grado di fare soldi e dipende dal nonno, non vuol dire che ha fallito la sua responsabilità.

Non potete rimproverare il padre che non fa soldi o non ha tanta conoscenza. Perché? Perché il rapporto di sangue, l’amore e la vita non si trasmettono attraverso la conoscenza, il denaro o il potere. Allora attraverso cosa si trasmettono? Attraverso l’amore! Il frutto della vita è prodotto attraverso l’amore. Il frutto della vita è prodotto attraverso quell’amore e il lignaggio è collegato attraverso quell’amore, non attraverso il denaro. (213-190, 20.1.1991)

Perché Dio ha creato il cielo e la terra? Quando pensiamo al punto centrale del rapporto tra Dio, l’umanità e il creato, possiamo vedere che la motivazione non era ottenere la conoscenza, il potere o il denaro. Questi rapporti sono stati stabiliti per l’amore.

Di conseguenza, nascete tutti per realizzare l’amore. Nascete a causa dell’amore, l’amore è il centro della vostra vita e andate nel mondo in cui l’amore porta frutto – il mondo dei frutti dell’amore. Che tipo di posto è il mondo dei frutti dell’amore? È il mondo spirituale. È il luogo dove siamo tutti destinati a dimorare, il luogo dove si raccolgono i frutti dell’amore. Il mondo spirituale è un luogo dove siete valutati in base ai risultati dell’amore nella vostra vita. Allora, chi è il proprietario che fa questa valutazione? Quel proprietario è Dio. (214-8, 1.2.1991)

Dovete diventare i semi dell’amore. Questa è la conclusione. Quando diventate i semi del vero amore, attraverso la religione potete entrare nel regno di unità dell’era storica futura. Capite? Dei semi. I semi hanno una radice oppure no? Hanno un tronco? Hanno un ramo? Hanno un fiore? Hanno un profumo? Hanno il nettare? Hanno dei frutti? Hanno la vita? Hanno tutto.

Allora, siete tutti diventati dei semi? Guardate la nostra epoca. Dal punto di vista del clima, i tempi antichi appartenevano alle zone tropicali e i tempi medioevali alla civiltà della zona temperata. Un tempo il vento settentrionale dalla Siberia… La civiltà si muove seguendo il ciclo delle quattro stagioni, così questo periodo dura dai sessanta ai settanta anni. Il periodo attuale si sta preparando per arricchire il mondo. (182-90, 14.10.1988)

Quanto sono meravigliosi gli esseri umani? Dirigono un’orchestra d’amore. Il fatto che gli uomini si nutrono di animali e vegetali, dove l’amore sostiene l’intero universo attraverso tutti i cicli della vita significa che vivono del frutto dell’amore. Vivono del frutto. Anche se quando mangiate in un ristorante rimane solo un pezzo di pane, dovete pensare: «Questo pane è passato attraverso un’infinità di mani in tutto il mondo, ha viaggiato su tanti mezzi di trasporto e ha superato grandi difficoltà per arrivare fin qui. Questo pane è stato fatto e mi è stato dato come frutto degli sforzi di tante persone, come frutto del loro amore. Quale proprietario dell’amore, lo mangerò pensando che sia il mio partner».

Quelli che non sono d’accordo con questo sono destinati ad ammalarsi, mentre quelli che sono d’accordo resisteranno sicuramente a qualsiasi malattia. Quei maestri spirituali che mangiano il frutto del mondo che è pieno d’amore sono dei semplici esseri umani! Che ne dite? Quelli che sono capaci di amare con l’idea di digerire e mangiare il frutto dell’amore e lo fanno con gratitudine, uniti all’amore essenziale di Dio, non si ammaleranno. Questa è la nostra logica conclusione. (217-307, 12.6.1991)

3.2. Gli abitanti del cielo sono creati sulla terra

La terra è la catena di produzione per creare le persone del Regno dei Cieli. Le persone non sono prodotte nel mondo spirituale. Vengono dalla terra. La terra in cui viviamo è stata creata da Dio come la fabbrica per produrre la Sua gente. Allora, perché Dio ha diviso Adamo ed Eva nella forma maschile e femminile solo per vedere la Sua creazione andare incontro alla caduta che ha causato una degenerazione nella nostra forma e situazione attuale? La base per la riproduzione non si può trovare solo in Dio, perché Dio è nella posizione verticale e non ha una forma fisica. (201-44, 28.2.1990)

Per quale motivo Dio creò gli esseri umani? Dio aveva bisogno di una base orizzontale in una dimensione spaziale. Le cellule si possono dividere all’infinito ed emergere da questa dimensione spaziale e sferica. Perciò, Dio aveva bisogno di spazio perché voleva produrre le persone del Regno dei Cieli attraverso il corpo di Adamo ed Eva nel mondo umano. La nostra vita coniugale diventa la fabbrica per produrre queste persone. La gente ha fatto un gran parlare senza conoscere queste cose. Che genere di commedia è questa? Sono completamente ciechi, ma si vantano di loro stessi. Nel mondo spirituale, queste cose saranno rivelate immediatamente. Gli insegnamenti che ho impartito si manifesteranno nel mondo spirituale come una realtà. (233-89, 30.7.1992)

Perché Dio creò Adamo ed Eva come degli esseri fisici? Il mondo spirituale è un mondo di rapporti verticali. Non ha una dimensione spaziale orizzontale. Nel mondo spirituale non c’è nessuna riproduzione.

Il cielo è un luogo senza confini. Dopo aver creato il cielo, Dio voleva che la famiglia di Adamo ed Eva e le famiglie dei loro discendenti facessero da base per moltiplicare le persone del cielo. Il motivo per cui Dio aveva bisogno che Adamo ed Eva avessero un corpo fisico è perché i figli e le figlie diretti di Dio occupano solo un punto sull’asse verticale e perciò non hanno nessuna dimensione nello spazio. Non c’è nessuna base per riprodursi. Ma quando tutta la creazione è divisa e ruota attorno all’asse verticale in relazione all’est e all’ovest, e a davanti e dietro, allora assume una forma sferica e diventa l’universo infinito con uno spazio infinito.

Dio creò Adamo ed Eva come la fabbrica per creare le persone per riempire il Regno dei Cieli sulla base delle famiglie che discendono da loro Le vostre famiglie sono le succursali per creare le persone del Regno dei Cieli. Adamo ed Eva sono la fabbrica principale. Il prodotto è sempre lo stesso, sia che provenga dalla fabbrica principale o dalla succursale. Il suo valore è lo stesso. (262-229, 23.7.1994)

Il mondo spirituale è l’immenso Regno dei Cieli. È la patria originale e il palazzo originale in cui vivremo. Dio ha creato un mondo vasto, ma non dà nascita ai Suoi figli là.

La rotazione da davanti e dietro e da destra a sinistra, attorno all’asse verticale genera una forma sferica infinitamente grande. Lo spazio dell’universo è stato creato in questo modo. Poiché questo spazio è enorme, un’infinità di persone possono essere prodotte e andare nel mondo spirituale. Le filiali delle fabbriche, che producono le persone del Regno dei Cieli, sono le vostre famiglie. (261-220, 19.6.1994)

Non si possono produrre persone nel mondo spirituale. La terra è il centro di produzione per le persone del cielo, perché Dio non può riprodurre da una posizione verticale. Ecco perché Dio deve avere una dimensione spaziale. Dio ha creato Adamo ed Eva come entità fisiche per moltiplicare il popolo della Sua nazione. Sono i figli e le figlie del Regno dei Cieli. Quando il terzo e il quarto figlio, che appartengono al lignaggio collaterale del secondo figlio lo seguono, diventano il popolo del Regno dei Cieli. I discendenti del primo figlio in ogni generazione, la linea diretta, erediteranno l’autorità regale del mondo terreno e del mondo celeste. (229-349, 13.4.1992)

Quest’universo è un museo d’amore e gli esseri umani ne devono diventare i proprietari. Il mondo minerale e il mondo vegetale si moltiplicano attraverso i rapporti d’amore. Senza l’amore, la storia finirebbe. La storia può continuare perché c’è la riproduzione. Quindi, l’uomo e donna devono sposarsi e mettere al mondo dei figli. Se non lo fanno non possono trovare il loro posto nel mondo spirituale. Quando un bambino nasce, dovete presentarvi a Dio e offrirGlielo in dono. Senza quel dono non potete tenere alta la testa con orgoglio.

Quando tornerete al vostro paese natale, di che cosa sarete più orgogliosi e cosa vorrete mostrare ai vostri genitori? Sarete orgogliosi di come avete allevato bene i vostri figli. Nel mondo spirituale è la stessa cosa. Quando andate davanti a Dio, non c’è regalo più grande che portare i figli di Dio, le persone del cielo, che avete allevato su questa terra. Il denaro, il potere e la conoscenza non sono importanti. (229-15, 9.4.1992)

La terra è un centro di produzione dove sono creati i discendenti regali, le persone del Regno dei Cieli. Il regno celeste è un mondo infinito. Quelli che mettono al mondo tanti figli sulla terra, che si allenano ad amare in un ambiente pieno di diversità e che hanno assorbito e unito attraverso l’amore persone di tutti i tipi di carattere – simboleggiando il nord, il sud, l’est, l’ovest, il davanti e il dietro, la sinistra e la destra, il sopra e il sotto – nel mondo spirituale avranno un campo d’azione più vasto. (209-99, 27.11.1990)

Perché Dio ha creato gli esseri umani? Non troverete un centro di produzione nel mondo spirituale. Dio ha creato gli esseri umani perché la riproduzione della Sua immagine soltanto dalla dimensione verticale non è possibile. La posizione verticale si riduce a un solo punto. Poiché Dio ama da un punto, da una posizione verticale, non può moltiplicare. Non c’è nessuna moltiplicazione nel mondo spirituale. Per questo Dio ha bisogno di avere i 360° gradi forniti da una posizione nel mondo orizzontale. Nel mondo orizzontale ci sono tanti posti per riprodursi, a nord, a sud, a est e a ovest.

Perciò, quando le donne e gli uomini vanno nel mondo spirituale, diventano un corpo solo e arrivano ad assomigliare a Dio. In seguito, diventano come Dio. Dovete assomigliare a Dio. Noi diciamo che Dio ha delle caratteristiche duali. Le caratteristiche duali di Dio hanno avuto inizio dall’amore. Quando l’amore giunge a buon frutto, assomigliamo al Dio originale e ritorniamo a Lui. Ecco perché persino Dio è triste quando è solo. (206-137, 3.10.1990)

Possiamo dar nascita a dei figli nel mondo spirituale? La risposta è no. Perché là non possiamo mettere al mondo dei figli? Il mondo spirituale è un mondo verticale. È un mondo a forma di cerchio, con Dio al centro. Quindi là non c’è bisogno di far nascere dei figli. Dio ha creato il corpo fisico degli esseri umani perché aveva bisogno di una base orizzontale.

Allora perché le persone praticano il controllo delle nascite? Lo fanno sulla base di un ordine del cielo che stabilisce che il lignaggio del male non deve più essere moltiplicato. Pensateci. Sono sicuro che al giorno d’oggi ci sono molte persone che non sanno chi è il padre del loro figlio. Ogni giorno, ogni settimana, le donne incontrano uomini diversi. Quando penso a questo, non posso nemmeno cominciare a descrivere tutta questa confusione. Pensate a quali sarebbero le conseguenze se queste persone avessero dei figli. È per questa ragione che praticano il controllo delle nascite. (205-97, 7.7.1990)

Qual è il valore singolare di questa terra? Non c’è moltiplicazione nel mondo spirituale. Andate a vedere da voi stessi. Non troverete nessuna moltiplicazione. Se andate nel mondo spirituale senza figli, non potete avere dei figli neanche là. Dovete prima fare dei figli sulla terra e poi andare nel mondo spirituale. Solo allora potrete entrare nel regno del cuore che rappresenta l’ideale di creazione basato sul cuore di Dio e vivere sperimentando lo stimolo dell’amore. Ecco perché dovete avere dei figli prima di andare nel mondo spirituale. Dovete anche amare il vostro coniuge prima di andare nel mondo spirituale. Il matrimonio è assoluto e generare dei figli è una regola assoluta. (264-150, 9.10.1994)

Cos’è importante sapere sul mondo spirituale? Nel mondo spirituale non potete riprodurvi. La terra genera le persone che vivranno nel mondo spirituale. Perché? Dio esiste come un essere verticale. Tutto ciò che è verticale si concentra in un solo punto, non crea un piano. Per manifestare il valore della sua esistenza verticale, deve collegarsi all’orizzontale. Il verticale ha bisogno dell’orizzontale e l’orizzontale ha bisogno del verticale. Questo si basa anche sul principio di vivere per gli altri.

Perché esiste il verticale? Esiste per l’orizzontale. Questo era l’ideale di creazione sin dall’inizio. Il verticale è stato creato per il partner orizzontale. Solo stabilendo questa logica possiamo evitare delle contraddizioni all’interno del sistema dei rapporti. (252-114, 14.11.1993)

Gli esseri umani non si possono riprodurre nel mondo spirituale. La riproduzione può avvenire solo su una base orizzontale. Quindi, le numerose basi fisiche orizzontali si espandono per formare diverse tribù, razze e nazioni, per riempire il vasto e infinito mondo spirituale. Questo mondo non può essere considerato pieno solo con una persona o due. Perciò le innumerevoli persone generate dall’espansione della base orizzontale delle famiglie a livello mondiale devono realizzare la loro perfezione sulla terra. Il cielo è la patria a cui ritorniamo dopo essere vissuti sulla terra. Quelli che hanno raggiunto la perfezione come individui e hanno stabilito una famiglia, una tribù, una nazione perfetta e il mondo desiderato da Dio – quelli che sono vissuti come parenti di Dio in tutto il mondo – creano il cielo. Dal momento che sono venuti da Dio tornano dal Suo lato. Ecco com’è il mondo spirituale. (245-188, 7.3.1993)

3.3. La proprietà nel mondo spirituale è decisa sulla terra

Perché Dio ha creato? Il suo scopo di creazione era donare la vita ai Suoi figli sulla terra. Quindi, se lasciate dietro di voi questi figli sulla terra, potrete essere nella stessa posizione di Dio quando andrete davanti a Lui nel mondo spirituale. Questo infatti è il significato del passo biblico: «Crescete e moltiplicatevi e riempite la terra». Cosa cercate di lasciare dietro di voi? Non rimane nient’altro, a parte vivere felici con vostra moglie e avere dei figli. (146-223, 1.7.1986)

Cosa avete fatto da quando siete entrati a far parte della Chiesa dell’Unificazione? Questa è una domanda seria. Ora che avete superato i cinquant’anni, quanti anni avete lavorato per la Chiesa dell’Unificazione? A quante persone avete testimoniato? A quante persone avete testimoniato in un anno? Questa è una domanda seria. Quando andrete nel mondo spirituale, i vostri diritti di proprietà saranno determinati in base al numero di persone che avete portato nel Regno dei Cieli. Saranno il vostro patrimonio, il vostro patrimonio eterno. È giunto il tempo di riflettere su queste cose. Sicuramente verrà il tempo in cui sarà possibile testimoniare a milioni di persone in un giorno.

La Chiesa dell’Unificazione ha un potenziale straordinario. Guardate il mondo. Quante persone vagano irrequiete, come dei pazzi, tormentandosi se vivere o morire, mettendo in discussione la vita e commettendo suicidio? (218-227, 19.8.1991)

Più grande è il vostro cuore d’amore quando entrerete nel mondo spirituale, più persone faranno la fila per stare con voi. Una persona così sarà rispettata nel mondo spirituale. Se miriadi di persone si affollassero intorno a lei, desiderose di poter vivere con lei, questa persona diventerebbe incredibilmente ricca, con un dominio molto vasto. Perciò, mentre siete sulla terra, quando passate davanti alla porta di qualcuno, non dovete passare di là senza fargli una visita. Una persona che ha nutrito molti cuori con l’amore non può semplicemente proseguire il suo cammino, ma è costretta a fermarsi. Questa persona diventa il modello per il carattere umano nel mondo spirituale. La sfera di relazioni instaurate da questa persona sulla base dell’amore diventerà il suo terreno di proprietà nell’altro mondo. (205-347, 2.10.1990)

Non c’è niente di particolare sulle persone ricche nel mondo dell’aldilà. Quelli che hanno investito molto per amore sono ricchi. A Seul, ci sono dodici milioni di persone che aspettano di ricevere benedizioni da voi. Che cosa vi impedisce di instaurare dei rapporti con loro? Dovete visitarli, dicendo che pregherete per loro perché ricevano benedizioni. Quando i cani abbaiano contro di voi, dovete pensare: «Siete dei cani che non sanno ricevere benedizioni. Porto un sacco di benedizioni per la vostra casa. Sono una calamita, un più perfetto che attira tutte le benedizioni. Porterò via tutti gli elementi meno e lascerò solo gli elementi più di Satana – quelli che sono veramente dal lato di Satana». Poiché questi elementi più appartengono solo alla sfera satanica, se ne andranno all’inferno. Ecco come dovete vedere le cose. Andate in giro a raccogliere benedizioni. (205-347, 2.10.1990)

Per poter varcare le dodici porte del mondo spirituale, vi sarà chiesto quante persone su questa terra avete restaurato e salvato dal dominio satanico per trasformarle in cittadini del Regno dei Cieli. Per farlo dovete versare lacrime, sudore e sangue. Sulla base di un cuore di vero amore per la ricreazione, dovete investire voi stessi più dei genitori del mondo satanico – più del marito, della moglie e dei figli – e attraversare il corso dove le vostre lacrime, sudore e sangue si mescolano. Senza far questo, non potete reclamare la vostra gente nel Regno dei Cieli. Dovete essere consapevoli che la vostra posizione di gloria nel mondo spirituale e la vostra vicinanza a Dio saranno determinati sulla base di questi risultati. (211-352, 1.1.1991)

Quando in futuro andrete nel mondo spirituale, non ci andrete con i soldi. Non ci andrete neanche nel nome della Chiesa dell’Unificazione. Neppure la vostra posizione come direttore regionale conterà. Ciò che dovete fare da ora in poi è vedere quanti figli e figlie, che Dio ama, potete creare prima di andare là.

Le persone possono dare alla luce un numero limitato di figli. Chiunque può farlo. Cosa dovete realizzare nel processo di restaurazione in questo tempo? Se generate molti figli che Dio può amare nel mondo satanico, questa realizzazione vi collega ai vostri antenati e apre la via per liberarli. Questo è il dono più grande che potete ricevere nel corso della restaurazione. Capite cosa vi sto dicendo? È un dono. (230-25, 15.4.1992)

Mangiare, vivere, allevare i figli non sono cose che contano molto nel mondo spirituale. Perciò dobbiamo recuperare i cittadini del cielo. Lì essi diventano la vostra ricchezza. Dobbiamo assorbire velocemente tutta l’umanità e il mondo. Se lo faremo, tutti gli spiriti dell’altro mondo godranno della resurrezione tramite il ritorno. Se il diritto della primogenitura che ora appartiene alla base satanica ritornerà alla fondazione di Dio – nelle mani di Adamo – l’arcangelo ascolterà Adamo e lo seguirà. Stando in una posizione di obbedienza assoluta, l’arcangelo entra nel regno dell’amore di Adamo assieme all’amore di Dio e quindi entra naturalmente in cielo seguendo Adamo. Questo è il principio. (230-25, 15.4.1992)

Non dovete essere orgogliosi di quanti anni siete stati membri della chiesa. Ciò che importa è quanti direttori regionali avete educato, quante persone avete benedetto, quante persone avete collegato alla tribù e al lignaggio del Padre. Questo è un problema serio. Bo-hi Pak, Chung-hwan Kwak e Jung-ok Yu sono diventati miei parenti, ma ciò non significa che hanno realizzato questo criterio. Come una fondazione per tutto il resto, devono espandere la sfera del messia tribale migliaia di volte, ed educare velocemente delle persone del Regno dei Cieli che non proveranno vergogna nell’era storica a venire. (230-27, 15.4.1992)

Non passate i vostri mesi e i vostri anni senza uno scopo. Potete lasciare dietro di voi una base di cui essere orgogliosi davanti ai vostri discendenti solo dopo aver messo al mondo e allevato dei figli di Dio durante gli anni della vostra giovinezza. Allo stesso modo, solo quando questi figli diventano delle persone importanti potete essere orgogliosi di fronte alla storia. Se non avete dei risultati di cui potete essere fieri, potete unirvi al gruppo della vostra famiglia e della vostra città, ma non della nazione. Per raggiungere il livello nazionale, dovete avere dei risultati che possono rimanere nei documenti della storia e nella tradizione. Ecco perché tutti desiderano lasciare qualcosa che è riconosciuto dalla nazione, dal mondo, e dal cielo e dalla terra. È lo stesso principio per ogni livello.

Dovete avere chiaramente il concetto che lo scopo di tutta la vostra vita è stabilire il territorio della vostra proprietà. Ecco perché, sulla strada della volontà di Dio, non vi potete arrendere, anche se non vi piace. (230-27, 15.4.1992)

Che cosa fa Dio? Salva il mondo. Le opere che hanno permesso alle persone di entrare in una dimensione più elevata nel mondo spirituale sono state realizzate sulla terra. Che tipo di luogo è la terra? È una fabbrica dove si producono i cittadini del cielo – il Regno dei Cieli immenso e sconfinato. Le persone si sono succedute per centinaia di milioni di anni, ma il mondo spirituale è talmente vasto che non sapete dove sono tutti. Anche se ogni persona dovesse mettere al mondo cento figli, il Regno dei Cieli è talmente immenso che non potrebbe mai essere sovrappopolato. Il mondo dell’aldilà può ospitare qualsiasi numero di persone. Perciò, dovete esercitare il controllo delle nascite oppure no? Una volta che andrete nel mondo spirituale, la domanda sarà quanti cittadini del Regno dei Cieli avete creato e portato là.

Cercate di capire che allevare e portare tanti veri figli nel Regno dei Cieli stabilisce i vostri diritti e i vostri beni, nonché il livello con cui sarete onorati nel mondo celeste. (202-40, 1.5.1990)

È più importante raccogliere le persone per il Regno di Dio che mangiare. I membri non hanno questo concetto chiaro nella mente. Rifletteteci. Questa è la nostra professione originale. È l’occupazione principale dei membri che vivono sulla terra. Tra le cose che dovete fare nella vostra vita, non ve ce n’è una più importante di questa. Tutte le cose che avete realizzato, dopo essere entrati in una azienda, aver ottenuto una promozione o aver accumulato dei soldi in questo mondo, passeranno. Non importa quanto denaro accumulate, nell’altro mondo non vi servirà. Nell’altro mondo le cose materiali non sono necessarie. Non c’è bisogno di conoscenza. Anche se non siete colti, capirete tutto immediatamente nel vostro cuore. Potrete conoscere ogni cosa importante nel giro di una settimana. (230-28, 15.4.1992)

Più tardi, quando andrete nel mondo spirituale, cosa direte a Dio, che ha guidato la storia di restaurazione e ha lavorato duramente fino ad oggi in cerca di un solo Adamo? Non ha forse cercato la persona perfetta di Adamo dal tempo della creazione fino ad oggi? Ora conoscete tutti il Principio. Questa è la vostra arma per salvare migliaia e decine di migliaia di persone.

Fino ad ora, Dio non ha potuto insegnare all’umanità. Per alleviare l’angoscia di Dio che deve guidare la provvidenza nell’oscurità, dobbiamo fare cose più grandi di quelle che Lui può fare qui sulla terra. Abbiamo la strada per illuminare e portare centinaia e migliaia di Adamo attraverso il Principio. Pensateci. Dove possiamo trovare un compito più grande di questo? (230-28, 15.4.1992)

Quanti figli e figlie avete creato, che potete portare nel Regno dei Cieli? Non dovreste fare nient’altro. Anche se avete centinaia di milioni di dollari e vivete nella ricchezza, tutto questo passerà. Dovete investire tutti i vostri beni materiali, la conoscenza e la vostra stessa vita – sì, persino la vita della vostra persona caduta – in questo compito. Dovete investire tutto in una volta. Man mano che il vostro investimento aumenta, il suo valore crescerà in proporzione. (230-28, 15.4.1992)

Poiché il cielo è un mondo infinito, ci devono essere dei ponti che possono collegare le persone attraverso un cuore d’amore. Di conseguenza, se le persone a cui avete testimoniato sono sparse in tutto il mondo, avrete più strade sui cui potete andare e venire, abbracciando una zona più vasta del mondo spirituale. Tutti vorranno collegarsi a voi e formare dei legami con voi. Si collegheranno imparando i nostri insegnamenti mentre sono sulla terra, e voi sarete il centro di questa sfera di rapporti. (230-25, 15.4.1992)

L’essenza interiore dell’amore in una persona si espanderà quanti più sono i figli che alleva. Quando questa persona andrà in cielo, ci andrà con quell’amore. Non ci andrà con nient’altro. Il denaro, la fama e la ricchezza di questo mondo non sono una benedizione. Quando allevate dei figli, se create un mondo basato sulle quattro stagioni e le quattro direzioni delle caratteristiche umane, la sua terra si adatterà a voi e troverà il suo equilibrio. Più saprete dare liberamente in tutte le direzioni, a nord, a sud, ad est e a ovest, più vi sentirete realizzati. Ma se non riuscirete a stare in quella posizione, sarete sempre bloccati in una sola direzione. (233-247, 1.8.1992)

La terra è il centro di produzione infinito delle persone del cielo. Nessuno lo sapeva. Il corso di vita di un marito e una moglie originali che vivono sulla terra è un corso dove danno nascita a dei figli come persone del Regno dei Cieli, e li allevano per farli diventare delle persone perfette. Quando un bambino nasce, dovete presentarvi a Dio e offrirGlielo in dono. Senza quel dono non potete tenere alta la testa con orgoglio.

Quando tornerete al vostro paese natale, di cosa sarete più orgogliosi e che cosa vorrete mostrare ai vostri genitori? Sarete orgogliosi di come avete allevato bene i vostri figli. Nel mondo spirituale è la stessa cosa. Quando andate davanti a Dio, non c’è regalo più grande che portare i figli di Dio, le persone del cielo, che avete allevato su questa terra. Il denaro, il potere e la conoscenza non sono importanti. (229-15, 9.4.1992)

I genitori che hanno tanti figli hanno una grande esperienza nelle relazioni d’amore. Perciò, quando vanno nel mondo spirituale, possono incontrare liberamente chiunque in tutte le direzioni. Tra le donne che mettono al mondo tanti figli, non ce n’è mai stata una che era cattiva. Perché? Perché ognuna ha il cuore di una madre che ama i suoi figli e sempre paragona e considera gli altri figli come se fossero i suoi. Quindi, il grado d’amore di ognuna si eleva naturalmente nella sfera della vita quotidiana. Per questo le persone che hanno allevato tanti figli risiedono nelle sfere più alte del mondo spirituale. (239-156, 24.11.1992)

Come messia tribali, dovete tutti creare molti cittadini del cielo prima di morire. Questa è la cosa più preziosa, il desiderio più importante che potete avere nella vostra vita. Quella proprietà è il vostro tesoro. Non c’è mai stata una persona così nel mondo spirituale. Perciò, dovete portare più di cento, addirittura mille persone nel regno, in modo che in seguito, nel mondo spirituale, molti dei vostri amici potranno apparire attorno voi non appena li chiamate. (227-208, 11.2.1992)

Dovete tutti allevare bene i vostri figli su questa terra prima di lasciarli quando andrete nel mondo spirituale. In futuro, anche i vostri figli andranno tutti nel mondo spirituale. Una volta là, diventeranno i cittadini del cielo. Quando pensate a quante persone avete offerto come cittadini del cielo, vi rendete conto che anche se può essere stato un compito faticoso, nel mondo eterno diventerà un corso nobile e glorioso. (218-319, 22.8.1991)

3.4. La nostra vita sulla terra è registrata in modo dettagliato

Sia la vostra persona spirituale che la vostra persona fisica devono essere limpide come il cristallo durante la vostra vita. Allora non avrete problemi nel mondo spirituale. Non potete andare in cielo se c’è qualche tipo di imperfezione. Il modo in cui vivete la vostra vita sulla terra è tanto importante. Vivete nel mondo spirituale come avete vissuto qui sulla terra. Nessuno fa eccezione a questa regola. Tutto il vostro essere si può vedere in trasparenza. (294-26, 5.6.1998)

Supponete che nel mondo spirituale ci sia un uomo di nome Kim. Se si digita il codice di questo Kim, la storia della sua vita apparirà in un istante. La vostra intuizione percepirà subito questo fenomeno perché il mondo spirituale trascende il tempo e lo spazio. Non c’è alcun modo di evitarlo. Di conseguenza, la vostra coscienza è uno strumento per registrare la vostra vita terrena per quando andrete nel mondo eterno. Come su un computer, tutto è registrato in modo ordinato. Tutto è inserito senza errori. (275-36, 30.10.1995)

Ogni azione, ogni vostra espressione è registrata, come su una video cassetta. Potete nascondere queste cose nel mondo spirituale? Non potete nascondere queste registrazioni, come non potete nascondere quello che è nella vostra mente. Il mondo spirituale appare più chiaro della mente ed è un luogo dove tutto è messo in mostra. Le scuse non servono. Non vi potete giustificare. Più aprite la bocca, più la vostra vergogna davanti all’universo si avvicinerà a voi. Non potete progredire in quel mondo. Non potrete che battere in ritirata. Sta arrivando un’era spaventosa. (208-37, 15.11.1990)

La vostra coscienza sa tutto. Dal momento che la coscienza conosce, tutto è registrato nel computer del mondo spirituale, nel palazzo originale del mondo della coscienza. Quando qualcuno è chiamato, appariranno i dati degli antenati di questa persona. Tutte le cose che la madre o il padre di questa persona hanno fatto, di buono o di cattivo, saranno rivelate. Tutto ciò che avete fatto nella vostra vita è svelato in un attimo; non ci vuole molto. È rivelato in un istante. Lo saprete in un batter d’occhio. State entrando in un mondo umano che si è sviluppato fino a questo punto. (263-127, 21.8.1994)

Quando andrete nel mondo spirituale scoprirete che la vostra vita è stata completamente registrata su un computer. Tutto sarà rivelato. La coscienza è come il file di un computer che è esposto nel mondo eterno. In quel file c’è tutto. Premendo un bottone, tutte le cose che avete fatto durante la vostra vita, da quando eravate neonati, tenuti in braccio e allattati da vostra madre, saranno conosciute attraverso le immagini della vostra mente. Ogni giorno quel mondo registra la vostra vita per effettuare una valutazione completa del vostro essere. Quel giorno arriva quando morite. Nessuno può dire una bugia in presenza di questo potente computer che valuta le persone. Le immagini nel mondo spirituale appaiono come in uno specchio. È stato registrato tutto. (246-188, 16.4.1993)

La vostra coscienza sa tutto quello che avete fatto nel corso della vostra vita. Sa tutto di voi. Questa conoscenza è trasferita integralmente nel computer del mondo spirituale. Va lì senza errori. Lo saprete quando andrete nel mondo spirituale. (258-63, 16.3.1994)

Le persone arroganti commettono adulterio e fanno ogni genere di cose. Non possono andare in cielo. Mentre cercavo nel mondo spirituale, ho scoperto delle cose e sono arrivato a conoscere i fatti. Tante volte ho pensato: «Oh! Sarebbe stato meglio che non avessi saputo queste cose!» Ci sono interminabili catene di montagne. Dio sta soffrendo come se fosse in una prigione perpetuamente assediata a causa dell’amore finito in mano a Satana. (290-17, 2.2.1998)

Non pensate che la vostra mente – persino la vostra mente caduta – sappia che cosa avete fatto nella vostra vita? Sapete o non sapete che tipo di persona siete? Non potete ingannare voi stessi. Ognuno di voi sa come siete realmente. Non dovete avere un concetto troppo alto di voi stessi.

Tutto sarà completamente rivelato nel mondo spirituale. Innanzitutto, saranno rivelate le vostre cattive azioni. Prima di entrare nel mondo spirituale dovete cancellare i vostri misfatti. Senza far questo, non potete entrare nel mondo spirituale celeste. Anche se chiudete gli occhi, le vostre colpe saranno rivelate e sarà necessaria una punizione. Di conseguenza, dovete essere educati finché non vi sbarazzate di quel comportamento sbagliato. Dovete ricevere un’educazione. Dovete subire un addestramento intenso. Il mondo spirituale nel suo insieme ora si sta addestrando e sta creando un sistema educativo, sotto la guida di Heung-jin. (287-203, 30.10.1997)

La coscienza non mente. Registra ogni cosa che vi riguarda come su una videocassetta. Nel mondo spirituale, il modo in cui avete vissuto la vostra vita sarà visto secondo il numero che vi verrà assegnato. Qualcuno che conosce già il livello di luminosità del vostro spirito vi porterà in un posto dove riceverete un numero. Se il vostro numero è 18, allora, quando qualcuno premerà il numero 18, in un istante tutto ciò che vi riguarda sarà conosciuto. Dalla vostra nascita fino a quel momento, tutto sarà rivelato. Non è possibile evitarlo. La vostra coscienza piangerà amaramente. Voi non siete consapevoli che il bene e il male che avete fatto determinano da quale lato del confine fra il cielo e l’inferno finirete. Il mondo spirituale non si muove in modo arbitrario. È un mondo matematico. Si muove secondo la logica. Dio è il re degli scienziati. Il cielo non si muove così come gli pare. (284-23, 15.4.1997)

Le abitudini possono durare per l’eternità, sono così difficili da cambiare. Tuttavia, possono essere corrette mentre vivete sulla terra. Potete sbarazzarvi delle vostre vecchie abitudini sostituendole con delle nuove. Dovete farlo adesso. Se non lo farete, quando entrerete nel mondo spirituale avrete dei problemi. Una volta che sarete lì, resterete intrappolati. (289-208, 2.1.1998)

Quando cambia la pelle, il serpente va in giro finché non trova una fessura dove la sua coda rimane impigliata. Userà tutta la sua forza per attorcigliarsi attorno a un albero e sanguinerà addirittura nello sforzo di liberarsi della pelle. Solo dopo esser passati attraverso un corso irrazionale al di fuori del Principio, potete passare attraverso il corso logico conforme al Principio. Anche se riconoscono di essere caduti, tutti gli esseri umani devono attraversare questo corso modello inevitabile, che è contrario al Principio. Gli individui che uniscono la mente e il corpo, formano una coppia e poi diventano dei genitori secondo la logica del Principio, non dovranno passare attraverso un corso contrario al Principio.

Nel mondo spirituale, potete essere trascinati in senso inverso sulla base delle vostre azioni sbagliate e delle accuse degli altri. Considerate un albero che deve essere trapiantato. Se è maneggiato nel modo giusto, il trapianto andrà bene, ma se è tirato per i rami e trascinato con violenza, sarà danneggiato. Allora sarà più difficile ripiantarlo con successo. Questo è esattamente ciò che avviene nel corso della restaurazione. (285-74, 21.4.1997)

Non c’è perdono nel mondo spirituale. Le bugie non funzionano. Avete tutti visto delle video cassette. Se ridete, quella risata appare proprio com’era. Un comune video non può superare i limiti del tempo e dello spazio, ma il video spirituale trascende il tempo e lo spazio.

Con un solo click, tutta la vostra vita, tutti i vostri anni passati sono proiettati. Quando è acceso, nessuno vi dirà dove andare. Ognuno trova da solo il posto dove deve andare, e sarà così anche per voi. Siete spinti senza sapere come. Qualcosa vi spinge. Magari vi aspettate di finire in un posto buono, ma siete spinti costantemente avanti al di là della vostra volontà. Alla fine, finirete in una zona limitata che non potete abbandonare. Pensate che tirerete un profondo sospiro? Vi sto insegnando e sto facendo queste cose perché conosco il mondo spirituale. Quando si entra nel mondo spirituale succedono questi fenomeni. Vi rendete conto di quanto siete fortunati? (163-308, 1.5.1987)

Quando arrivate a capire come la vita dopo la morte è strettamente collegata alla vita in questo mondo, farete molta più attenzione al modo in cui vivete, perché la vostra vita attuale vi dice cosa dovete aspettarvi nell’altra vita. (294-9, 5.6.1998)

Dovete essere consapevoli di come sono spaventose le conseguenze della vita sulla terra. Le persone vivono come vogliono perché non sanno che la loro vita sulla terra influisce direttamente sulla situazione della loro vita eterna. (295-127, 19.8.1998)

Dovete fare bene durante la vostra vita sulla terra. Dovete dedicare voi stessi e riflettere molte volte al giorno confrontando la vostra vita con la norma del Principio. Per far questo, vi chiedo sinceramente di vivere dalla mattina fino a mezzogiorno e poi fino alla sera, ventiquattro ore al giorno, in modo da non trasgredire la legge celeste. (294-26, 5.6.1998)

Quando andate davanti a Dio, dopo aver purificato tutto ciò che avete fatto sulla terra, non dovete riferire solo quello che avete fatto di buono. Prima dovete riportare quello che avete fatto di sbagliato, poi riferire quello che avete fatto di giusto. In questo mondo succede il contrario. Quando qualcuno chiede: «Che cosa avete fatto?» le persone di solito dicono: «Ho fatto questo» e nascondono i loro errori. Ma il mondo spirituale non è così. Nel mondo spirituale, prima dovete riferire i vostri sbagli. Questo è l’ordine delle cose. Quando vi domandano cosa avete fatto, appare tutto come su un televisore. Prima dovete riportare quello che avete fatto di sbagliato. Perché? Caino deve venire prima. Le cose cattive accadono prima e sono riportate prima. Allora perché il bene viene dopo? Le cose di tipo Abele vengono in secondo luogo. Se, rispetto al lato Caino, una certa persona ha più cose dal lato Abele, questa persona può essere educata. Da quel momento gli sarà insegnato il mondo spirituale. (196-283, 2.1.1990)

3.5. I peccati commessi nella carne devono essere indennizzati sulla terra

Tutto ciò che legate sulla terra deve essere sciolto sulla terra. Se andrete nel mondo spirituale senza far questo, andrete incontro a gravi conseguenze.

Immergendovi nell’azione dovete evitare quella situazione. Se non farete questo sulla terra, finirete all’inferno per l’eternità. (229-27, 9.4.1992)

Come discendenti caduti, gli esseri umani, che lo vogliano o meno, sono destinati a superare il ripido colle dell’indennizzo, persino a rischio della morte. Nessuno lo può negare. Dovete percorrere questo cammino. Se andate nel mondo spirituale senza superare questo durante la vostra vita, chissà quanti milioni di anni vi ci vorranno nel mondo spirituale.

Non c’è nessun pagamento di indennizzo nel mondo spirituale. È un regno libero di perfezione, pieno delle onde dell’amore, perciò l’idea dell’indennizzo o della ricreazione non esiste. Non c’è neanche la riproduzione. Poiché non esiste nessun meccanismo per stimolare questi processi, una volta che vi siete fissati in una posizione, è permanente. Questo è un problema serio. Sapendo queste cose, Dio ha mandato il Messia sulla terra. (229-243, 12.4.1992)

Quando muta la pelle, il serpente si dilata o si restringe? Se potete liberarvi del vostro peccato dieci volte al giorno, fatelo. Questo eliminerà gradualmente il peso dei vostri peccati passati. Nel mondo spirituale non c’è niente per stimolare questo processo. Non esiste nessun meccanismo del genere. Non importa quanto desideriate ritornare sulla terra per liberarvi delle vostre trasgressioni, non è possibile. Una volta morti, non potete tornare liberamente. (242-305, 2.1.1993)

Nel mondo spirituale, potete trovare degli elementi d’amore stimolanti, ma non potete fare delle condizioni d’indennizzo per eliminare i vostri peccati. Quindi, nel mondo spirituale occorre moltissimo tempo per indennizzare i vostri peccati. Sapendo queste cose, ho posto tutte le basi in quarant’anni. Ho vissuto ignorando il giorno e la notte. Di solito facevo solo un pasto al giorno, la mattina o la sera. È così che sono vissuto. (243-177, 3.1.1993)

Anche se è difficile, durante la vostra vita fisica ci sono molti modi per abbracciare le persone, piangendo insieme a loro e toccando il loro cuore. Dal mondo spirituale, invece, è molto più difficile toccare il cuore delle persone sulla terra. (250-112, 12.10.1993)

Qual è l’importanza della vita su questa terra? Vivete solo una volta. Non è che un istante e avviene solo una volta. La vita terrena non è che un punto in confronto alla vita eterna. È troppo breve. Tuttavia, questa non è la cosa importante. Ciò che importa è che usiate il breve tempo che avete a disposizione nella vostra vita fisica per prepararvi per il mondo spirituale. Con questo tipo di pensiero fondamentale dovete essere in grado di rimanere nel centro e controllare e dominare ogni cosa. Se non lo fate, non potete realizzare la vostra perfezione. (207-99, 1.11.1990)

Le cose detestate di più nel mondo spirituale sono i costumi e le abitudini del mondo caduto. Le abitudini derivano dai costumi. Qual è il piatto preferito di un giapponese nato in Giappone? La zuppa e il riso. Agli Americani piacciono gli hamburger e ai coreani il kochujang e il kimchi. Ma se vivete limitati dalle vostre tradizioni, non potrete mai liberarvi delle vostre abitudini.

Allora, come le eliminerete? Se è così difficile sbarazzarsi delle abitudini quotidiane sulla terra, la vostra situazione nel mondo spirituale sarà ancora più difficile, se andrete là con una natura caduta incallita e delle abitudini ostinate. Dovete risolvere queste cose sulla terra. È una cosa molto difficile da fare quando andrete nel mondo spirituale. Così, il nostro sposo non è la preoccupazione principale. I figli non sono la preoccupazione principale. È solo dopo aver corretto tutte le vostre abitudini sbagliate, che dovete pensare a trovare un marito o una moglie e ad avere dei figli. (228-114, 26.3.1992)

Ciò che è legato sulla terra deve essere sciolto sulla terra. Se vi aspettate di sciogliere le cose nel mondo spirituale, rimarrete delusi quando scoprirete che lì è difficile risolvere i vostri problemi. Là non troverete nessun malfattore che si oppone a voi, né nessun mondo che si oppone alla vostra bontà. In modo simile, se una cosa è sbagliata, invece di andare contro di essa, cercherete di farla deviare dal suo corso. Dovete cercare di dissociarvene completamente. (256-28, 12.3.1994)

Nel mondo spirituale dovrete vivere in un ambiente ristretto. Dovrete aspettare là per migliaia di anni. In futuro, persino le persone benedette saranno in questa situazione. I vostri figli e le vostre figlie saranno sconvolti e grideranno: «Madre, perché mi hai ridotto in questo modo? Perché mi hai trascinato qui?» Pensate che i vostri figli staranno zitti? I livelli delle vostre famiglie sono diversi. Andrete nel luogo che corrisponde al vostro livello e rimarrete lì per tanto tempo. Allora, i vostri antenati e i vostri figli vi accuseranno dicendo: «Perché hai fatto questo? Perché non hai saputo fare di meglio? Che cos’è questo?» Dovrete stare in quel posto per un periodo di tempo corrispondente al grado delle loro accuse. Non è una cosa facile. Ecco perché dovete fare bene mentre siete sulla terra. Dovete fare tutto ciò che vi dico di fare. (207-99, 1.11.1990)

Non siete ancora diventati delle vere famiglie, vero? Quando andrete nel mondo spirituale sarete tutti divisi. Le persone che non sono mai cadute e hanno creato delle famiglie celesti sono destinate ad andare nel Regno dei Cieli. Alla fine, siete tutti destinati a restare nel mondo spirituale per l’eternità. I problemi che sorgono sulla terra possono essere risolti in settanta o ottanta anni, ma nel mondo spirituale, dove dimorerete per l’eternità, è una strada difficile che prende milioni di anni. Dovete sistemare tutte le vostre malefatte mentre siete sulla terra. La Bibbia dice che quello che è sciolto sulla terra è sciolto nel cielo e quello che è legato sulla terra è legato nel cielo. Se perdete qualcosa su questa terra, dovete ritrovarla su questa terra. (283-184, 12.4.1997)

Se controllate il vostro corpo, colpendolo per tre anni o più, entrerete nella sfera di realizzazione dello stadio di completezza del periodo di crescita. Non è così? Se fate di più dal lato fisico, il lato spirituale diminuisce. Se vi liberate del lato fisico, il lato spirituale si eleverà. Quindi, per lo stesso motivo, quando ignorate le cose superficiali e date importanza agli aspetti più profondi della vita, il mondo spirituale si avvicinerà di più a voi. Poi, quando sarete innestati ai criteri originali della coscienza, ci sarà una grande esplosione come quella di una centrale elettrica quando il positivo e il negativo interagiscono. Di conseguenza, i cambiamenti avvengono in cielo e sulla terra. Dovete capire che avete bisogno di questo genere di esperienze spirituali. (282-308, 7.4.1997)

Nella Bibbia è scritto: «Quello che è legato sulla terra sarà legato in cielo e quello che è sciolto sulla terra sarà sciolto in cielo». Questa logica si può capire comprendendo l’unità della struttura duale. Oggi le persone devono capire il valore della loro vita fisica. La conclusione è che il periodo della loro vita sulla terra è l’unico tempo in cui possono liberare Dio, risvegliare questo universo e unire tutto il cielo e la terra. Dio e la creazione insieme, non potrebbero eguagliare il valore del mondo fisico. Perché? Dio e questo universo uniti insieme, senza gli esseri umani con il corpo, non possono raggiungere la perfezione. Quindi, le persone devono capire quanto è importante il corpo umano, mentre sono vive sulla terra. Com’è straordinario! (91-191, 13.2.1977)

Se ci sono due strade, una che va in cielo e l’altra che va all’inferno, su quale delle due strade ci saranno più persone? Ci saranno più persone che vanno all’inferno. Cosa proverà il cuore di Dio vedendo questo? Come deve sentirsi amareggiato! Come è inorridito Dio nel vedere i Suoi figli e le Sue figlie, che dovevano andare in cielo, andare all’inferno! Dovevano diventare il popolo di una grande nazione vivendo insieme a Lui nell’amore senza nessun legame con l’inferno. Pensate a cosa provereste se i vostri figli dovessero andare nel luogo della morte. Alla fine, conoscerete tutti queste cose quando andrete nel mondo spirituale. (244-25, 29.1.1993)

Nel mondo spirituale vi sarà chiesto cosa avete fatto rispetto agli insegnamenti dei Veri Genitori. Avete superato l’esame o siete un fallimento rispetto a questo standard? Avete cercato di conformarvi a questo standard unendo i vostri cinque sensi fisici e spirituali? Cosa pensate? Il cielo non è un luogo dove siete liberi di fare quello che vi pare. Non è un posto per quelli che hanno ricevuto la Benedizione e poi hanno vissuto una vita sbandata. È un posto dove si radunano le persone che hanno preso seriamente la volontà di Dio. Dovete tutti essere più seri del Vero Padre. (246-191, 16.4.1993)

Quando andrete nel mondo spirituale, qual è la prima persona che vi piacerebbe incontrare? Chi vorreste incontrare? Ci avete mai pensato? Non potete incontrare vostra madre, non importa quanto desideriate farlo. Non la potete incontrare finché i Veri Genitori non la liberano. Non importa quanto amate una persona, non la potrete incontrare. La potrete vedere soltanto da lontano, ma non incontrarla da vicino. (285-125, 21.4.1997)

Quando le persone si registrano nel mondo spirituale, devono portare con loro un certificato che attesta i particolari della loro vita sulla terra. Parlo di un certificato di tutta la vostra vita col quale potete dire: «Ecco come sono vissuto. Questo è ciò che ho fatto». Non siete voi quelli che scriveranno questo tipo di certificato. Satana deve scriverlo per voi. Dovete prima ricevere il certificato di Satana, poi ricevere il certificato di Gesù. Infine, dovete ricevere il certificato di Dio. (299-77, 4.2.1999)

In futuro, dovrete tutti scrivere la vostra biografia. Dovrete raccontare onestamente la vostra vita dopo che siete entrati nella Chiesa dell’Unificazione. Quando andrete nel mondo spirituale, dovreste poter piangere sulla vostra autobiografia, dicendo: «Sono stato veramente in grado di fare queste cose?» Dovete scrivere questo sulla terra, poi, quando starete per entrare nel regno celeste, dovete mettervi in fila e passare davanti a 160, 240 e 360 guardie spirituali. Se mentirete, sarete colpiti da un fulmine all’istante. Non le potete ingannare. (297-120, 19.11.1998)

Quando andate nel mondo spirituale, è possibile accedere ad una registrazione di tutta la vostra vita premendo un bottone. Non è terribile?

Se il Vero Padre perdonerà tutto il male che avete fatto, la registrazione di quel male sarà completamente cancellata. Lo sapevate? (165-90, 20.5.1987)

3.6. Vivere in armonia con la natura è prezioso

Di solito una persona che lavora con la natura di solito è più religiosa. Il mondo della religione è un mondo senza ostentazioni. La terra e la natura non mentono. Se investite con tutto il vostro sforzo, i risultati di quello sforzo vi torneranno indietro. Non c’è nessuna speculazione. Non farete fortuna senza sforzi. Non si tratta di giocare d’azzardo. Quando avrete cinquanta anni, tornerete alla natura. Non c’è modo migliore di prepararsi per andare nel mondo spirituale che vivere una vita di fede immersi nella natura. (244-322, 1.3.1993)

In futuro, costruirò qui una fattoria e porterò tutti i membri da tutto il mondo. Quando raggiungerete l’età di sessanta o settanta anni, coltiverete le cose nella natura, sperimentando profondamente lo stesso cuore di quando allevavate i vostri figli e la sfera del cuore di Dio al tempo della creazione. Poi, quando andrete nel mondo spirituale, potrete salire a un livello più alto. Perciò, per quelli che attraversano delle difficoltà nella Chiesa dell’Unificazione, ho il progetto di portarli in una fattoria nei loro ultimi anni e farli vivere in modo autonomo in una casa di campagna. Questa è la patria ideale. Questo è il mio piano. (246-216, 16.4.1993)

Quando superate i sessanta anni, dovreste ritirarvi dalla vita pubblica, tornare alla fattoria del villaggio nel vostro paese natale, coltivare la terra e prepararvi ad andare nel mondo spirituale. Sarete occupati a prepararvi per il mondo spirituale. Per questa ragione, dovete dedicarvi con sincerità e impegnarvi profondamente in un villaggio agricolo, prendendo la responsabilità di guidare i suoi abitanti come farei io.

Non dovreste andare nel mondo spirituale finché non avete realizzato qualcosa nell’industria del tempo libero e coltivato i vostri hobby. Solo allora potrete andare a un livello più alto del mondo spirituale, diventare una persona con emozioni profonde ed essere capaci di fare buon uso della grande arena del mondo spirituale. Cosa ne pensate? (289-193, 2.1.1998)

Voi lavorate fino a sessant’anni. Dopo aver lavorato fino a quell’età, siete liberati dal vostro periodo di missione pubblica. Poi lavorate pubblicamente per altri tre anni senza essere pagati. Per prepararvi ad andare nel mondo spirituale non dovreste volere niente in cambio. Questo è un periodo di preparazione. Se avete dei buoni risultati, il periodo può essere prolungato a sette anni. Quanti anni avrete allora? Per stabilire la base per andare nel mondo spirituale potete lavorare fino all’età di sessantasette anni; lavorate fino a sessant’anni e poi altri sette anni. Una volta fatto questo, potrete essere orgogliosi di voi stessi dovunque andate.

Quando andate nel mondo spirituale sulla fondazione della Chiesa dell’Unificazione, la gente potrà ricevervi come un mio rappresentante dicendo: «Benvenuto, soggetto meritevole». Se pensate di andare nel mondo spirituale sulla base di una vita vissuta per gli altri, sapete che avrete la maturità richiesta. Amen! (289-195, 2.1.1998)

È meglio andare nel mondo spirituale dopo aver viaggiato sulla terra, nell’acqua e nello spazio. Ecco perché sto preparando un progetto che permetterà alle persone di vivere sotto il mare. Sto conducendo una ricerca su un sottomarino che permetterà a cinque persone di vivere liberamente sott’acqua.

Cominciate i vostri viaggi dopo aver stabilito la vostra vita sulla terra. Idealmente, dovreste andare nel mondo spirituale dopo aver viaggiato sulla terra, sotto il mare e nello spazio. (279-200, 4.8.1996)

Potete allevare degli animali, come i cervi, e poi rimetterli in libertà, o allevare dei pesci e rilasciarli. Potete applicare nuove tecnologie per sviluppare le culture e altre risorse naturali e qualsiasi altra cosa è necessaria per migliorare l’ambiente. Come sarà meraviglioso! Potete riprodurre qualunque cosa Dio ha creato all’origine. Potete pensare a Dio mentre contemplate la vostra creazione e ed entrare in armonia con la natura. Tutte le persone vivranno cooperando tra loro, mentre si godono i loro passatempi. Quando diventeranno vecchie, alla fine andranno nel mondo spirituale. In questo modo è possibile decongestionare il mondo urbanizzato. Capite? (252-210, 30.10.1993)

Avete pensato al desiderio di Dio per il sistema futuro della famiglia? A tal fine, il Vero Padre ha pensato all’industria dell’hobby e al mondo dello svago. In futuro, che tipo di sistema comune dovete creare in ogni nazione? Dovete costruire un “sistema condominiale,” ed educare le persone all’interno di questo sistema dove quattro famiglie vivono insieme in unità. Devono guadagnare i soldi insieme, mangiare insieme, istruire insieme i loro figli e vivere come una famiglia. Se non riusciranno a vivere insieme in armonia, queste famiglie saranno spinte in un ambiente limitato del mondo spirituale. Là, non potranno vivere con gli altri in armonia. (278-327, 23.6.1996)

La cultura del tempo libero o dell’hobby si trova dappertutto. Dal tempo della creazione al tempo della restaurazione e della perfezione, la vita sulla terra e nel mondo spirituale è stata fatta per essere interessante. Non ha senso che gli americani debbano essere gli unici a vivere nell’abbondanza. Gli africani non vogliono forse una vita migliore? Cosa ne pensate di permettere alla persona più povera dell’Africa di vivere nella casa della persona più ricca dell’America per un mese? Se non potete farlo voi, lo farò io. (278-123, 1.5.1996)

Quando vi stabilite nella vostra patria originale, tutto il cielo e la terra diventano la vostra terra natale. Poiché ogni cosa è fornita dal cielo e dalla terra, quando andrete là non ci sarà bisogno di portare niente. Dovete lasciare tutto dietro di voi. Potete ugualmente formare un legame spirituale con quelle cose. Potete ricreare le cose del mondo terreno nel mondo spirituale. Là potete ricreare la stessa casa in cui avete vissuto sulla terra e diventarne i proprietari. Avete bisogno di portarla con voi quando andate o no? (289-144, 1.1.1998)

Se avete una barca, potete usarla per andare a meditare da soli. Potete anche piantare una piccola tenda e dormirci dentro. Potete andare a fare del turismo. È come il cielo! Per essere immersi nella natura e fare del turismo in questo modo, avete bisogno di una barca. Avete assolutamente bisogno di una barca. Pensate che sia così o no? Sennò, dovete rendervi conto che è così. (262-270, 1.8.1994)

Il mondo spirituale è un mondo dove potete avere un sacco di energia senza dormire o mangiare. Potete percorrere distanze enormi in un istante. Potete abbracciare l’intero universo nel vostro raggio d’azione. Se siete interessati ad esplorare la natura, dovreste considerare gli alberi e gli uccelli speciali e unici del Sud America. Li trovereste molto interessanti ed avvincenti. Poco tempo fa ho catturato un grosso serpente dalla pelle bruno-giallastra, lungo circa 8 metri. Non sareste entusiasti di catturare un serpente come quello? Sarebbe meraviglioso acchiapparne uno perfino più lungo. (276-77, 4.2.1996)

Nel corso della vostra esistenza, la vostra vita quotidiana e i vostri divertimenti devono armonizzarsi con la storia e con lo stile di vita ideale dell’uomo, mettendolo così in relazione con il mondo spirituale. Devono essere collegati a un mondo di felicità attraverso la natura. (278-123, 1.5.1996)

Le qualità artistiche della natura si manifestano più vividamente attraverso una varietà di condizioni atmosferiche, che una successione di belle giornate. Quando vi sentite amati in quell’ambiente, potete far apparire le nuvole o la nebbia nel cielo sereno del mondo spirituale con un semplice desiderio. Potete diventare una persona con la capacità speciale di creare tutta una gamma di manifestazioni della mente attraverso l’amore. Per questa ragione, tutto il mondo spirituale si interesserà a voi. Tutti diranno: «Ehi, stare con questa persona è divertente». (201-102, 11.3.1990)

Quando vado in montagna e vedo un prato, conosco ciò che è commestibile. Quando i germogli si schiudono, la maggior parte sono buoni da mangiare. I vitelli e gli agnelli brucano i germogli. Anche le erbe velenose sono commestibili, perché in quella fase non contengono veleno. Ho imparato queste cose da solo. Ci sono molte cose da mangiare sulle montagne.

È stupendo fare un sonnellino in un posto pieno di vegetazione. Com’è meraviglioso scoprirsi la pancia e sdraiarsi in un posto fresco durante l’estate calda e umida! Anche se piove, ci si sente freschi e rinfrescati.

Se una suora buddista, passando di là, vedesse un uomo sdraiato beatamente in quel modo, con le gambe e le braccia divaricate sotto un glicine, che lancia peti e russa mentre dorme, direbbe: «Che tenerezza!» Perché? Perché il suo modo di essere è meraviglioso. Lei non è una statua di pietra di Buddha. Capite cosa voglio dire? Una donna che non prova niente davanti a una scena del genere non ha emozioni umane. Non potrebbe dare alla luce dei bambini e neppure sposarsi. Invece, quando questa suora buddista fissa quell’uomo ed esclama: «Che bello!» i suoi seni e i suoi fianchi saranno stimolati, e lei sarà elevata ad una dimensione più alta. È la verità. Nel mondo spirituale è così. Un monaco o una suora buddista che non conoscono l’amore coniugale sono tristemente esclusi dal regno.

Non serve a nulla dire che andrete in cielo credendo in Gesù. Io ho cercato in ogni angolo del mondo spirituale. Sapete dove si trova adesso Kim Hwal-lan nel mondo spirituale? È in un mondo di tormenti. (202-231, 24.5.1990)

Sezione 4. Il segreto per andare in cielo

4.1. Il cielo è un luogo in cui si entra con gli onori di una famiglia reale

Non potete entrare in cielo senza conformarvi ai criteri richiesti. Non potete entrare in cielo liberamente. Esiste una formula. Il campione del metro si trova nel Museo del Louvre. Non cambia con il clima e la temperatura. Ci sono tante misure di metri, e se ognuna dovesse seguire il proprio modello, discutere quale particolare misura è giusta o sbagliata sarebbe assurdo. L’unico modo è decidere dopo aver confrontato la vostra misura con il metro campione. Dovete essere consapevoli che in cielo esiste un modello del genere. Non tutti possono andare in cielo. (248-299, 3.10.1993)

Volete tutti andare in cielo? Se volete andare in cielo, dovete avere le qualità necessarie che vi permettono di entrare. Avete bisogno di un biglietto per entrare in cielo? Passerete con un lasciapassare o sarete esaminati sulla base di qualche requisito? Non esiste un lasciapassare. Si saprà immediatamente. Pensate che troverete dei computer nel mondo spirituale o no? I computer sono straordinari, ma i computer del mondo spirituale possono mostrare tutta la vostra vita in un minuto, premendo semplicemente un bottone. Non potete mentire. Tutto sarà rivelato – la vostra nascita come figlio o figlia di qualcuno e come avete vissuto la vostra vita. Apparirà ogni cosa su una donna cattiva, o su una donna con molte esperienze spiacevoli accumulate in seguito alle sue cattive azioni. (250-110, 12.10.1993)

Se gli esseri umani non fossero caduti, sarebbero andati in cielo come figli diretti di Dio nati dal Suo lignaggio. Queste famiglie originali sarebbero entrate in cielo. Tuttavia, la prima famiglia cadde ed ereditò la linea di sangue del nemico. Il criterio per entrare nella nazione originale di Dio non può essere stabilito finché una famiglia non raggiunge la posizione di figli diretti di Dio, che non sono caduti. Quando esiste questa famiglia, Dio può dimenticare che l’umanità ha ereditato il lignaggio del nemico ed è diventata nemica del Suo amore. La persona che ama direttamente i figli di Dio, i suoi propri figli che appartengono alla linea di sangue di Dio, può entrare in cielo. Tuttavia, senza realizzare la condizione di amare ancora di più i figli del nemico nel mondo satanico, non può entrare veramente in cielo. Non potete ottenere la qualifica per andare in cielo senza amare i figli del nemico più dei vostri figli. (262-304, 1.8.1994)

Il problema principale sta nel fatto che gli esseri umani hanno ereditato il lignaggio del nemico, Satana. L’umanità deve ereditare il lignaggio di Dio e collegarsi direttamente al cielo nel mondo spirituale. Le persone devono unire la mente e il corpo nell’amore di Dio, diventare delle coppie unite e creare unità con i loro figli. Devono vivere una vita celeste nel Regno dei Cieli sulla terra e poi entrare nel Regno di Dio in cielo. Questi sono i principi fondamentali della creazione. Come lignaggio diretto di Dio, gli esseri umani avrebbero dovuto stabilire dei legami assoluti di vero amore, vivere sulla terra sulla base della struttura di un individuo, di una coppia e di una famiglia uniti e poi entrare in cielo. Questo risponde al criterio del Principio e della legge. (264-168, 9.10.1994)

L’inferno fu creato dopo la caduta, non è vero? Il cielo è una dimensione nella quale le persone sia del mondo spirituale che del mondo fisico entrano attraverso la porta dell’amore dei Veri Genitori. Se Adamo ed Eva non fossero caduti e fossero entrati in cielo attraverso l’amore dei Veri Genitori, sarebbero diventati il modello per tutte le famiglie. Un modello originale della famiglia sarebbe entrato in cielo. In questo modo tutte le famiglie si sarebbero collegate al regno dell’amore attraverso questa famiglia regale che ha ereditato la tradizione originale, e sarebbero diventate come dei rami estendendosi a nord, a sud, a est e ad ovest, collegate a un unico tronco centrale. Tutte le famiglie sarebbero entrate in cielo in accordo al principio che integra tutte queste sfere e un mondo unificato si sarebbe sviluppato naturalmente. Dovete capire chiaramente questo punto. (231-76, 31.5.1992)

Ci sono dei nonni nella vostra famiglia? Nella vostra famiglia i Veri Genitori sono nella posizione dei nonni. Se nella vostra famiglia ci sono dei veri genitori, la vostra coppia benedetta sarà in una posizione più elevata di quella dei genitori. Non siete tutti nati come dei veri figli? Avete messo al mondo tanti figli? In futuro i vostri figli creeranno delle famiglie regali.

Dio creerà delle famiglie regali per la prima volta nella storia, le farà diventare perfette e le porterà nel mondo spirituale. Diventeranno le famiglie ideali dell’Altissimo. Queste sono le famiglie regali del cielo. In questo modo Adamo ed Eva originali sono resi perfetti. Sono le famiglie regali basate sul vero amore. Il cielo è il luogo dove possono entrare dopo aver raggiunto la perfezione. Sarebbe meraviglioso se il Vero Padre andasse a vivere nelle vostre famiglie. Perché? Se vivete servendo i Veri Genitori durante la vostra vita, andrete automaticamente in cielo. Questa è la tradizione celeste.

I Veri Genitori hanno vissuto una vita del genere. Perciò sono collegati naturalmente al cielo. Di conseguenza, anche tutti voi siete collegati. Com’è meraviglioso, gioioso e prezioso tutto questo! Non dovreste scambiarlo per nulla al mondo. (230-110, 26.4.1992)

Permettetemi di dire un’altra cosa sul principio della restaurazione tramite indennizzo. Questo principio è la verità immutabile. La restaurazione non si può realizzare se il crimine commesso da Eva nell’Eden non è indennizzato nel mondo di Eva nelle generazioni successive. Sono sicuro che sapete bene tutte queste cose. Restaurando questo, il mondo satanico comincerà a scomparire. Quando lo standard originale del rapporto tra Adamo ed Eva sarà stabilito in tutto il mondo sulla base dei Veri Genitori, allora si creerà il cielo originale, che non ha niente a che fare con la caduta. L’umanità può sperare di entrare in questo mondo di pace solo attraverso una direzione unica e unificata. (262-214, 23.7.1994)

Quando vi unite ai Veri Genitori ed ereditate la loro tradizione, avete la base su cui la vostra famiglia può governare tutte le nazioni attraverso quella tradizione soggettiva. Quando la vostra famiglia riuscirà a mantenere questa soggettività, potrete essere registrati nel dominio della famiglia reale del Regno dei Cieli. In questo modo entrate in cielo. Non tutti entrano in cielo. Tre generazioni devono determinarsi a seguire questo cammino. La nonna e il nonno, la madre e il padre, il marito e la moglie, insieme ai figli formano quattro stadi. Questa unità è costituita da tre generazioni di coppie. (228-295, 5.7.1992)

Se non fosse stato per la caduta, i nostri primi antenati sarebbero diventati il figlio e la figlia di Dio e il principe e la principessa del Regno dei Cieli sulla terra e nel mondo spirituale. Questo avrebbe avuto un’importanza a livello mondiale. Sarebbero stati l’inizio e la fine, l’Alfa e l’Omega. Tuttavia, poiché all’inizio sono apparsi dei genitori malvagi anziché dei genitori buoni, tutto questo deve essere eliminato. Quindi devono apparire i Veri Genitori, che possono digerire tutto ciò che è cominciato a partire dai genitori falsi. (226-319, 9.2.1992)

Originariamente, Adamo ed Eva erano il figlio e la figlia di Dio, non è vero? Come figlio e figlia di Dio erano il principe e la principessa del Regno dei Cieli sia in cielo che sulla terra. Erano il principe e la principessa del regno nel mondo spirituale, ma nello stesso tempo dovevano crescere per diventare il re e la regina su questa terra. Appartenevano al lignaggio regale. Rispettando e praticando le leggi del palazzo nel Regno dei Cieli, sarebbero diventati un modello ideale basato sull’amore di Dio in tutte le direzioni – sopra e sotto, davanti e dietro, sinistra e destra. Dovunque fossero andati, ad est, ad ovest, a nord, a sud, davanti o dietro, sarebbero stati il modello ideale, perché erano stati messi sulla terra per essere al centro di tutta la creazione. Quella posizione centrale è il nucleo di tutte le relazioni – est, ovest, nord, sud, sopra e sotto. Da questo punto di vista, dovete essere tutti un modello dovunque andate. (226-258, 9.2.1992)

Sulla base del possesso dell’amore, il mio paese natale e la mia famiglia possono diventare mia proprietà. Lì i figli raggiungono la perfezione, i fratelli raggiungono la perfezione, la coppia realizza la perfezione e i genitori diventano perfetti. Oggi, attraverso i Veri Genitori, tutte le cose presentate nel manuale della creazione di Dio che sono rimaste irrealizzate possono apparire di nuovo. Quando questo si realizza, Dio può superare completamente i Suoi profondi sentimenti di angoscia ed educare l’umanità che è nella posizione originale prima della caduta. Attraverso questo, potete qualificarvi come persone del cielo e diventare una famiglia qualificata. Il mondo spirituale è collegato all’oceano dell’amore qui sulla terra. È il Regno dei Cieli spirituale. Di conseguenza, non potete sopravvivere in quel regno del mondo spirituale senza avere un cuore che incarna l’amore sulla terra. (226-173, 2.2.1992)

I cinque miliardi di esseri umani sono tutti destinati a far parte della famiglia regale ereditando l’autorità regale del lignaggio diretto della sfera del figlio primogenito di Dio. Quelli che fanno l’esperienza del regno del cuore della famiglia regale celeste andranno in cielo. Perciò dovete vivere nel dominio della famiglia regale che si è espansa in tutto il mondo; dovete incarnare la sua sostanza, il regno del cuore basato sull’unità mondiale. A partire da lì, noi siamo al di sopra del figlio maggiore come i Veri Genitori. Questa è l’autorità regale dei Veri Genitori, che guidano le famiglie reali attorno a loro sulla base di questa regalità.

Potete entrare in cielo servendo l’autorità regale che è a capo della vostra famiglia reale, che comprende i vostri fratelli e sorelle così come i vostri genitori. Entrate in cielo dopo aver vissuto con questo tipo di cuore. Che tipo di luogo è il cielo? Adamo ed Eva nacquero come gemelli e avrebbero dovuto raggiungere la maturità, sposarsi e diventare dei genitori. In modo simile, quelli che possono entrare in cielo hanno sperimentato questa dimensione di cuore, hanno stabilito questa sovranità e sono a capo delle loro famiglie regali con questa autorità. Potete entrare in cielo con la vostra famiglia reale solo dopo che è entrato in cielo il re originale. In questo modo, a livello orizzontale, si formano quattro grandi regalità. (247-265, 9.5.1993)

Ora, mentre entriamo nell’era del Regno dei Cieli sulla terra, le nostre famiglie diventano delle famiglie regali. È in questo che dovete diventare esemplari! Un re può vivere come gli pare? Una regina può vivere come le pare? I loro figli possono vivere come vogliono? Il re, la regina, il principe e la principessa devono tutti seguire le leggi di quella nazione. Inoltre, nel codice delle leggi ci sono le leggi del palazzo. Non c’erano forse delle leggi per i nobili che vivevano nei palazzi? La vita è difficile o facile per i discendenti regali in paesi come la Gran Bretagna e la Corea? (232-326, 10.7.1992)

Il Vero Padre ha percorso l’intero corso, il corso della restaurazione. Senza seguirlo, non potete percepire il cielo. Non potete elevarvi alla posizione del re che regna sul cielo. Come potete diventare il re degli uomini senza saper servire la regina? Non è così? (232-331, 10.7.1992)

Ognuno di voi deve diventare una famiglia regale fondata sul vero amore. Se Adamo, che viene dal lignaggio reale, è l’erede diretto, allora i suoi fratelli e le sue sorelle vorranno diventare naturalmente il suo popolo. Così, per entrare in cielo, dovete ricevere l’amore come il principe e la principessa del Regno dei Cieli ed entrare con questa autorità e dignità. Sia ben chiaro che il cielo è la nazione della patria originale e che possiamo entrarci in questo modo! (220-219, 19.10.1991)

4.2. Quelli che incarnano l’amore dei quattro grandi regni del cuore possono entrare in cielo

Che genere di persone entreranno in cielo? Quelli che incarnano l’amore che realizza la perfezione dei quattro grandi regni del cuore possono entrare in cielo. Dio desidera ardentemente che il Suo partner oggetto sia migliaia di volte migliore di Lui. Come partner oggetto dell’amore di Dio, dovete essere consapevoli che la vostra famiglia è una famiglia centrale che rappresenta le tre sovranità del Regno dei Cieli, del regno sulla terra e del regno del futuro. Poiché tutto ciò è stato perduto, dobbiamo praticare questi ideali e questi valori e portarli a compimento nella famiglia restaurata. Avete la responsabilità di tramandare questo attraverso i vostri figli e le vostre figlie.

Poiché il corso originale è stato perduto, dovete perfezionare la strada e ritornare all’origine. Dovete sapere che questo è il corso della restaurazione e il corso della ricreazione. Amen! Queste non sono parole mie. Sono le parole di Dio. (238-254, 22.11.1992)

Questa è la prima volta che tanti di voi ascoltano queste parole? Il cielo è la patria a cui dovete ascendere con l’amore della famiglia reale, restaurando i quattro grandi regni del cuore e le tre grandi sovranità. Non importa quanto possiate essere grandi qui sulla terra, nel mondo spirituale sarete intrappolati. Anziché provare rammarico una volta che sarete là e dire: «Avrei dovuto dare retta al Reverendo Moon!», dovete prendere rapidamente la vostra decisione di ricevere la Benedizione. È il modo più veloce per risolvere questi problemi. Attraverso la Benedizione potete imparare.

L’uomo e la donna devono unirsi in armonia, trovare la famiglia perduta del Regno dei Cieli e servire Dio come Re. Ecco perché i nonni sono i rappresentanti di Dio. Dovete servire i vostri nonni come rappresentanti di Dio. Vostro padre e vostra madre sono il re e la regina che rappresentano le famiglie dei cinque miliardi di esseri umani. I loro figli devono essere serviti come i futuri re. Dovete ereditare la via dei genitori, servendo i genitori che sono come Dio, i genitori che sono come dei re che rappresentano le famiglie di oggi. Il mondo a cui avete lasciato in eredità questa via dei genitori che prevarrà in tutte le ere future diventerà il Regno dei Cieli sulla terra. Amen! (239-76, 23.11.1992)

La famiglia che porta a compimento i quattro grandi regni del cuore e le tre grandi sovranità è la famiglia ideale. I nonni rappresentano Dio, i genitori rappresentano il re delle famiglie di questo mondo e voi, come figli, siete i futuri re e regine, che erediteranno la sovranità nel mondo spirituale e nel mondo fisico. Voi diventate i re e le regine che ereditano tutte queste cose. La famiglia ideale è il luogo dove le tre grandi sovranità devono portare i loro frutti. (239-185, 24.11.1992)

Lo scopo della restaurazione del diritto dei genitori è la restaurazione della regalità. Lo scopo della restaurazione della regalità è la restaurazione del diritto della famiglia reale. Questo comprende i quattro grandi regni di cuore. I nonni, i genitori e la vostra coppia simboleggiano le tre grandi sovranità. I nonni simboleggiano il passato, i vostri genitori simboleggiano il presente e la vostra coppia, come figli, simboleggia il futuro. I nonni sono stati mandati nella vostra casa come inviati speciali del mondo spirituale. Quindi, la famiglia che obbedisce alle parole dei nonni prospererà. (249-306, 11.10.1993)

Il nostro modo di vivere sulla terra è trasferito nel mondo spirituale così com’è. In questo caso, quando andrete là, come stabilirete i vostri rapporti orizzontali? I vostri rapporti famigliari sulla terra saranno trasferiti nel mondo spirituale e si espanderanno abbracciando tutti gli esseri per ridar vita all’universo come una famiglia estesa. In questo mondo terreno vivete con la vostra famiglia centrata sui vostri Genitori orizzontali e il Genitore verticale, ossia centrati sul dominio di Dio. Dopo essere vissuti sulla terra, entrate nel mondo eterno e verticale, che è il mondo dei genitori. Poiché questo è il mondo spirituale, non comprende solo una generazione. Migliaia di generazioni entreranno nel Regno dei Cieli.

Il mondo spirituale è un mondo che espande la vostra vita sulla terra, la vita che avete trascorso con i vostri nonni, genitori e figli centrati su Dio. Perciò, se desiderate andare a vivere liberamente in quel mondo, dovete essere in grado di armonizzarvi con gli altri con gli stessi rapporti affettuosi e responsabili che avete sperimentato nella vostra famiglia sulla terra, come sorella maggiore, sorella minore, moglie e madre, o come fratello maggiore, fratello minore, marito e padre. (247-308, 1.6.1993)

Nel matrimonio, l’uomo si deve assolutamente unire a sua moglie e la donna si deve assolutamente unire a suo marito. I genitori con i loro figli e figlie e Dio con i Suoi figli e le Sue figlie, si devono assolutamente unire. Anche i fratelli si devono assolutamente unire. Il cielo è il luogo dove andate dopo aver vissuto una vita famigliare che mette al centro Dio e il Suo amore. (279-114, 1.8.1996)

Adamo è Dio Stesso. È il capo della famiglia, ma anche il corpo di Dio. Anche il centro della nazione e il centro del cosmo sono Dio. Perciò, dopo che una persona è nata, deve passare attraverso tre stadi per realizzare l’unità con la sua famiglia, la sua nazione e il mondo spirituale. (278-169, 5.5.1996)

Adamo poteva ricevere solo l’amore di Dio, ma i figli e le figlie di Adamo potevano ricevere due tipi di amori: l’amore di Dio e l’amore di Adamo. Potevano ereditare la sovranità del mondo spirituale e la sovranità della terra. Solo allora, dopo essere vissuti nel regno sulla terra, sarebbero potuti entrare nel Regno dei Cieli nel mondo spirituale. Perciò queste sovranità non possono essere separate. (278-161, 5.5.1996)

Dovete amare la vostra nazione più della vostra famiglia, mantenendo ugualmente un cuore che sa che avete assolutamente bisogno di vostro nonno e di vostra nonna, di vostro padre e di vostra madre, di vostro marito o di vostra moglie e dei vostri figli. Amate il mondo più della vostra nazione, sapendo che l’umanità è formata da questi quattro stadi. Se desiderate andare a vivere in armonia nel mondo spirituale, lo dovete amare più di questo mondo, perché è il luogo dove risiedono i vostri cari, che sono passati attraverso questi quattro stadi rappresentanti il passato, il presente e il futuro. Il Regno dei Cieli sulla terra è questo tipo di mondo stabilito qui sulla terra. Il Regno dei Cieli nel mondo spirituale si crea automaticamente attraverso il regno sulla terra. (277-192, 15.4.1996)

I quattro grandi regni del cuore portano frutto quando una coppia si unisce nell’amore. Le tre grandi sovranità si realizzano solo quando Adamo ed Eva mettono al mondo dei figli e delle figlie. Solo con la nascita dei figli si realizzano le tre grandi sovranità. Il nonno che rappresenta Dio rappresenta il mondo spirituale. Adamo ed Eva in quanto genitori rappresentano il presente. I figli e le figlie che rappresentano il futuro vengono ad esistere avendo come punto centrale Adamo ed Eva. Questo significa che il passato, il presente e il futuro sono tutti rappresentati. L’origine (jung: 正) che è stata divisa (bun: 分) si deve unire (hab: 合) di nuovo. (270-258, 16.7.1995)

Attraverso i loro sentimenti nel momento della loro unione in matrimonio, Adamo ed Eva si uniscono verticalmente a Dio e orizzontalmente tra di loro, manifestando tutto ciò che Dio aveva sentito nel passato ma che non aveva potuto manifestare nel mondo spirituale. A partire da lì, si creano i fratelli e le sorelle ed emerge una sfera originale di rapporti. Questa sfera originale crea il regno della famiglia reale, all’interno della quale la coppia stabilisce la regalità. Si crea la sfera di unità di tre generazioni. Tre generazioni si uniscono. (270-268, 16.7.1995)

Il nonno è il re del passato. Poiché è nella posizione di Dio, è l’inviato speciale mandato dal cielo come rappresentante del mondo spirituale. Il dominio della madre e del padre, Adamo ed Eva, si riferisce al re e alla regina delle nazioni di questo mondo. Il nonno e la nonna sono nella posizione di re e di regina del cielo, il padre e la madre sono il re e la regina che rappresentano le famiglie di questo mondo e i loro discendenti sono quelli che ereditano l’unione di queste due regalità: la regalità del nonno che rappresenta il mondo spirituale e la regalità attuale che rappresenta il Regno dei Cieli sulla terra.

Quindi, i figli e le figlie devono sempre essere uniti ai loro genitori e ai loro nonni. I nonni devono sempre essere uniti ai loro nipoti facendo capo ai genitori. I genitori, allo stesso modo, devono essere uniti ai nonni. La fondazione del cielo andrà di traverso se deviate da questa strada. (246-74, 23.3.1993)

Per quanto la differenza di dimensione tra il cielo e la terra sia grande, tutto ciò che risiede in quei mondi è formato da quattro stadi. Ci sono il nonno e la nonna anche nel mondo spirituale. Ci sono persone che hanno l’età di vostra madre e di vostro padre, l’età dei giovani adulti, e l’età degli adolescenti. Se comprimiamo questo un po’ di più, diventano due persone. Due persone! (253-132, 23.1.1994)

Conoscete i quattro grandi regni del cuore e le tre grandi sovranità. Come coppie dovete realizzare queste cose. Se potete farlo, potete discendere liberamente sulla terra dal mondo spirituale in qualsiasi momento. (253-71, 7.1.1994)

La perfezione dei quattro grandi regni del cuore diventa possibile quando una coppia si unisce nell’amore attraverso il matrimonio. Se questa unità si spezza, allora i regni del cuore dei figli, del cuore dei fratelli, del cuore delle coppie e del cuore dei genitori rimarranno incompleti. Bisogna portare alla perfezione queste dimensioni di cuore per poter andare nel mondo spirituale senza difficoltà. Tuttavia, a causa della caduta, nessuno ha mai raggiunto la perfezione in queste dimensioni di cuore. Ecco perché bisogna realizzare la restaurazione tramite indennizzo. (249-289, 11.10.1993)

4.3. Il corpo deve armonizzarsi con la mente

Voi non sapevate che la coscienza era il vostro secondo Dio, l’aspetto fondamentale della vostra esistenza. Dovete prendervene cura più di Dio. Seguite la vostra coscienza più dei fondatori delle religioni, persino di Gesù. Allora potrete raggiungere una posizione più alta che credere in Gesù. Non credete in me, il fondatore della Chiesa dell’Unificazione. Se accettate i miei insegnamenti e vi unite completamente alla vostra coscienza, potete andare in cielo anche senza seguirmi. Dovete comprare tutti i materiali e studiarli. Una persona che non riesce ad aprire la sua coscienza, a stabilirsi come una persona libera e a raggiungere l’unità tra il suo corpo e la sua coscienza, non può andare in cielo. Io ho cercato bene in cielo, ma non sono riuscito a trovare una persona che è entrata in quel modo. Perfino ora nel mondo spirituale, le persone si lamentano e gemono in mezzo al loro corso per sviluppare la loro personalità. Fra i pastori, gli anziani della chiesa e quelli che erano pieni di orgoglio, ce ne sono molti che sono incatenati a testa in giù. (253-45, 1.1.1994)

Dovete liberare la vostra coscienza. La vostra mente è la sentinella del cielo e il vostro corpo è la sentinella dell’inferno. È il vostro corpo a trascinare la vostra mente di qua e di là, o è la vostra mente a trascinare in giro il vostro corpo? Per quelli che credono nella religione, sarà la mente a trascinare il corpo; per quelli che non credono nella religione, sarà il corpo a trascinare sempre la mente di qua e di là. Vivono centrati su loro stessi. Questa è la differenza.

Perciò, ognuno di voi è il punto di partenza dell’inferno, ma è anche il punto di partenza del cielo. Se vivete secondo la vostra coscienza, andrete in cielo, ma se vivete secondo il vostro corpo, andrete all’inferno. Se vivete per il bene degli altri, andrete in cielo, ma se insistete a vivere per voi stessi, andrete all’inferno. Oggi, quando tornate a casa, dovete dichiarare la liberazione della vostra coscienza. (252-257, 1.1.1994)

Qual è la relazione tra la mente e il corpo? È un rapporto soggetto e oggetto. Entrambi devono esistere per il bene del loro partner. La mente vive per il corpo e il corpo vive per la mente. Quando si uniranno, non avrete cinque, ma dieci organi di senso. Vedrete e conoscerete il mondo spirituale. Tutti sentiranno la musica che viene dal cielo. (283-253, 13.4.1997)

In futuro, quando le persone entreranno nel Regno dei Cieli, gli spiritualisti si faranno avanti. Quelli che hanno commesso del male, saranno trafitti da un bastone, come Gesù fu trafitto con una lancia da un soldato romano. Siate coscienti che arriverà un’era senza pietà. Ci sono stati giudizi di tribunali illegali, non è vero? Anche se non sarà fino a quel punto, li vorrete evitare, ma non ci riuscirete e non potrete mai mentire. Comprendendo che arriverà un’era del genere, la vostra mente e il vostro corpo si devono unire. (252-140, 14.11.1993)

Se Dio esiste nell’unità, qualsiasi essere caduto che ha un conflitto interiore non può che andare in un luogo opposto a Dio. Chiamiamo quel luogo inferno sia nel mondo spirituale che nel mondo fisico. Le cose malvagie devono andare all’inferno. Tutto deve essere messo in ordine secondo dei principi. Lo capite chiaramente? Se la vostra coscienza e il vostro corpo continuano a lottare senza arrivare ad unirsi, sarete messi nell’inferno o in cielo? Sarete nell’inferno! Dovete unire la vostra coscienza e il vostro corpo, un giorno o altro, prima di morire. Quelli che credono di poter andare in cielo senza realizzare questa unità credono in un’assurdità. Questa è la conclusione. (258-309, 20.3.1994)

Satana non è da ricercarsi lontano. È collegato al nostro io. Ciascuno di voi è una linea di divisione fra il cielo e l’inferno. L’inferno e il cielo si possono trovare dentro di voi. La vostra coscienza è il cielo, e il vostro corpo fisico è l’inferno. Anche se la vostra coscienza è il partner soggetto, l’umanità è caduta. Attraverso l’esercizio dell’amore, la vostra coscienza deve unirsi all’amore ed essere completamente nella posizione di soggetto spirituale, intellettuale ed eterno del Regno dei Cieli in terra e in cielo. (256-51, 12.3.1994)

Che cos’è il corpo umano? È il nucleo centrale dell’inferno. È la parte centrale di quel nucleo. E che cos’è la coscienza? È il nucleo centrale del cielo. I due sono in continuo conflitto. Questo è il problema. Il compito più grande della vostra vita è risolverete questo conflitto. Quindi, dovete pensare a colpire e controllare il vostro corpo come uno dei vostri hobby. La vostra coscienza deve costantemente occupare il territorio dell’avversario e impadronirsene sempre di più. Allora il dominio del corpo fisico a poco a poco diminuirà.

State espandendo un territorio limitato in un mondo infinito. Vivete per il mondo eterno. Perciò, continuate a dominare il vostro corpo fisico e fate tutta la strada fino al mondo spirituale. Dovete andare avanti finché il corpo riesce a seguire naturalmente la coscienza. Il Regno dei Cieli sulla terra non può venire senza aver realizzato questo. Altrimenti, non potrete restaurare lo stato originale in cui il corpo e la mente si possono unire sulla base del vero amore originale che non ha niente a che fare con la caduta. (254-221, 13.2.1994)

Il cielo è dove regna il Dio di bontà e l’inferno è il luogo dove regna il diavolo. Che cos’è il cielo? È un luogo dove si costruiscono le cose, mentre l’inferno è un luogo dove le cose sono distrutte. Questa è la differenza. Lo scontro tra questa costruzione e distruzione dentro di voi è il conflitto tra la vostra mente e il vostro corpo. (261-196, 19.6.1994)

Poiché in Dio la mente e il corpo sono uniti, quelli che nascono come figli e figlie ideali avranno un’unità naturale tra la mente e il corpo. Vivranno in armonia sulla terra e poi passeranno nel mondo spirituale celeste. Le persone la cui mente e il cui corpo sono in conflitto non potranno andare là. A Dio non piace vedere queste forme di esistenza.

Perciò, qual è la speranza dell’umanità? È che venga un padrone e un genitore che può porre fine a questa lotta. Poiché la divisione umana ha avuto origine da dei genitori falsi, i veri genitori devono venire e insegnare la verità in modo chiaro e logico. Poiché l’umanità da qualche parte è andata in panne, il cielo rimarrà eternamente lontano dalla terra a meno che sulla terra non inizi un movimento che può riparare il punto essenziale di rottura. (261-300, 24.7.1994)

Quanto gli uomini hanno sacrificato la coscienza per il corpo? Conoscete la storia della coscienza che avete calpestato per tutta la vostra vita? La vostra coscienza è esausta a forza di occuparsi di voi giorno e notte. Tuttavia, instancabilmente, blocca il desiderio del corpo di abbandonarsi ad una cattiva condotta. Dice: «Ne hai fatte abbastanza. È tempo di smetterla. Ora è tempo di ascoltarmi». L’essere più vicino a voi e che rappresenta l’insegnante ideale, il genitore ideale e Dio, è la vostra coscienza. La mente di per sé non ha bisogno di essere educata, ma il corpo deve assolutamente essere educato. (214-282, 3.2.1991)

Per tutta la vita ognuno ha nel suo cuore l’insegnante più prezioso. Tuttavia, lo maltratta, lo schiaccia e lo offende. Questo insegnante è la vostra coscienza. La vostra coscienza vi dice sempre delle cose per aiutarvi e si sforza di collegarvi al vero amore. Come un genitore, la vostra coscienza vi sprona a diventare una persona buona e altruista, guidandovi secondo la volontà di Dio. Ma c’è un ribelle dentro la vostra mente che va sempre contro la vostra coscienza. Quel ribelle sono i vostri desideri fisici. (201-208, 9.4.1990)

L’unità della mente e del corpo non si può realizzare senza il vero amore. Così, la mente si sacrifica per il corpo e dimentica, continuamente. La mente è nella posizione di rappresentare Dio e perciò è il vostro insegnante più grande. La mente è il vostro centro mandato da Dio come Sua manifestazione. È il vostro io verticale. (226-60, 1.2.1992)

Quando ero giovane, ho fatto tutto il possibile per controllare il mio corpo. Ho dormito con gli occhi aperti per sette notti consecutive. Voi uomini dovreste imparare alla stessa maniera a disciplinare il vostro corpo, in modo che se, anche dormireste in mezzo a tante belle donne e toccaste la loro area triangolare, il vostro organo dovrebbe rimanere fermo. Quelli che non sanno controllare il loro corpo non possono andare in cielo. (263-100, 21.8.1994)

Dov’è la radice del cielo e la radice dell’inferno? Non è nel mondo. Il mondo degli Ultimi Giorni non è né il cielo né l’inferno. Dov’è la radice del cielo e dell’inferno? Dovete rendervi conto che sarà sempre nella vostra mente e nel vostro corpo. La gente non l’ha capito. Tanti santi sono venuti, hanno dato i loro insegnamenti e hanno cercato di applicarli al mondo delle relazioni umane, ma non sono riusciti a distruggere la radice dei conflitti interiori. L’unità deve cominciare da lì, deve cominciare dalla radice. (263-199, 4.10.1994)

Il mondo satanico va all’inferno. Il mondo di Dio va in cielo. Un mondo che vive per sé stesso andrà all’inferno, mentre chi vive per lo scopo pubblico andrà in cielo. Il punto di intersezione tra il bene e il male è dentro di noi.

Quando la mente e il corpo si uniscono, la prima cerca di vivere per il bene più grande, mentre il secondo cerca di vivere per l’individuo. La mente e il corpo sono sempre in lotta; uno adotta una posizione orientata verso il pubblico, l’altro una posizione egocentrica. Dovete rinnegare la vostra nascita dall’amore falso, dalla vita falsa e dal lignaggio falso. Dovete separarvi da queste cose ed essere restaurati alla vita innestandovi al vero amore, alla vera vita e al vero lignaggio. L’individuo e l’umanità devono seguire questo cammino. Questa è la conclusione.

La religione è apparsa allo scopo di sottomettere il corpo e unirlo alla mente. Avendo realizzato questo, dovete unirvi al vero amore e dare alla luce dei figli e delle figlie che possono andare in cielo dopo essere vissuti sulla terra. Senza credere alla parola di Dio e metterla in pratica, non potete dar nascita a dei veri figli che possono andare in cielo. Pertanto, deve apparire una religione che può sottomettere il corpo, unendolo alla coscienza. Quando le persone si uniranno ai Veri Genitori e si innesteranno in loro, gli olivi selvatici diventeranno degli olivi veri e daranno nascita a dei figli e a delle figlie vere. Dopo essere vissuti sulla terra, ascenderanno nel mondo spirituale ed entreranno in cielo per l’eternità. Questo è l’ideale della creazione. (263-281, 15.10.1994)

Dovete risolvere la guerra che è dentro di voi al più presto possibile. Non si può entrare in cielo senza porre fine a questa guerra mentre siete ancora vivi sulla terra. Altrimenti, sarete intrappolati per sempre in un posto ripugnante del mondo spirituale. I vostri genitori non sono il problema, le vostre famiglie non sono il problema e la vostra tribù non è il problema. Sarete voi stessi ad essere catturati in un istante. (264-121, 9.10.1994)

Quelli che non riescono a unire la mente e il corpo non possono andare in cielo. Non sono dei veri individui. Anche se è stabilita una nazione celeste, dovete sapere che ognuno di voi avrà ancora da realizzare un corso di sette anni basato sulla famiglia. Dovete passare attraverso questo difficile corso.

Un serpente passa attraverso una fenditura stretta tra le rocce per liberarsi della pelle. Più il serpente è grosso, più fatica fa. Per i serpenti piccoli è facile, ma per quelli più grandi è doloroso. C’è una fessura che permette a un grosso serpente di liberarsi della pelle passandoci attraverso? Il serpente deve sbarazzarsi di tutta la sua pelle mantenendosi raso al suolo. Perciò, più è grosso, più è difficile. Pensate che l’unificazione del mondo sia difficile? Allora pensate a quanto sarà difficile l’unificazione del mondo spirituale. (303-264, 9.9.1999)

Dobbiamo essere costantemente consapevoli del fatto che nelle nostre vene scorre il sangue di Satana. La missione di porre fine a questo eliminando la radice di questo problema è il corso di tutta la nostra vita. Inizia nella nostra vita di ogni giorno. Senza eliminare il sangue di Satana, sarete intrappolati nel mondo eterno.

Mentre cercate la strada per entrare in cielo, dovete trovare un corso modello attraverso il quale potete applicare la formula stabilita da Dio. Non pensate che debba essere così? Esiste una formula. Se volete diplomarvi in una scuola, dovete frequentare tutti i suoi corsi, ottenere dei bei voti e ricevere il diploma. Allo stesso modo, c’è un corso per andare in cielo e al suo completamento potrete dire: «Con questo, mi sono diplomato». Ci dev’essere una formula per entrare in cielo. (263-81, 21.8.1994)

Nel mondo spirituale, la vostra coscienza diventa il vostro corpo e Dio appare come la coscienza di quel corpo. La vostra coscienza diventa il corpo di Dio. Quando entrerete nel mondo mistico e chiederete: «Dio, dove sei?», Egli risponderà da dentro di voi: «Eccomi, sono qui!» Certe persone hanno avuto numerose esperienze del genere. Per questo motivo, si sente dire che gli uomini sono Dio. (250-156, 14.10.1993)

Quando entrerete nel mondo spirituale misterioso e pregherete: «Dov’è Dio?» la risposta «Perché lo chiedi?» verrà dal profondo di voi stessi. Avrete questo genere di esperienze. Anche a vostra insaputa, Dio vi parlerà dicendo: «Non andare là». Se farete il contrario, incontrerete dei problemi. Chi è che parla? È Dio che parla. Se pregate con fervore, entrerete in uno stato nel quale avrete questo genere di esperienze mistiche. (249-223, 10.10.1993)

4.4. La sacralità delle relazioni coniugali

Il primo rapporto d’amore tra un uomo e una donna è il momento in cui incontrano Dio. Il momento del loro primo rapporto d’amore dopo il matrimonio è il punto nel quale il marito raggiunge la perfezione come un uomo. Regna sull’intero mondo dell’aspetto “più” di Dio come un’antenna, rappresentando tutti i tipi maschili e corrispondenti al lato destro. La carica elettrica negativa e la carica elettrica positiva s’incontrano esattamente nello stesso punto in cima all’antenna. Il punto dove il marito e la moglie fanno l’amore è dove entrambi raggiungono la perfezione.

Il palazzo reale dell’amore può cominciare da quel punto e stabilirsi sulla terra come il centro del cielo e della terra. È l’origine dell’amore perfetto e la vita si può collegare da lì. Non è così? Il lignaggio si collega a quel luogo. Nello stesso tempo, a partire da lì si crea una nazione celeste. Il Regno dei Cieli sulla terra e nel mondo spirituale inizia dalla prima relazione d’amore perfetto, da quel luogo dove si apre la porta del primo amore perfetto. L’umanità non l’ave-va capito. (261-16, 15.5.1994)

Conoscete il palazzo originale dell’amore? Il primo rapporto d’amore è il punto d’inizio del Regno dei Cieli sia sulla terra che nel mondo spirituale. È dove l’uomo e la donna sono assolutamente uniti. Nella condizione di assoluta unità della mascolinità e femminilità in Dio, la natura interiore invisibile e la forma esteriore di Dio si sono potute dividere dando inizio al processo di creazione degli esseri umani. In modo simile, l’uomo e la donna danno nascita a dei figli e delle figlie unendosi nell’amore. Gli esseri umani creano nella dimensione sostanziale visibile, quello che è stato creato dal Dio invisibile.

L’amore è la forza che può unire i lignaggi. Qual è l’asse centrale che può unire insieme lignaggi diversi? Cos’è la centrale elettrica? È il primo amore fra le parti convesse e concave dell’uomo e della donna. Da quell’amore, per la prima volta, l’elettricità comincia ad essere generata attraverso il rapporto d’amore. Quel luogo è l’epicentro per generare il vero amore, la vera vita e una vera famiglia sulla terra, così come il Regno dei Cieli sulla terra e nel mondo spirituale. Quelli che lo ignorano non possono veramente esistere. Possono solo andare all’inferno. Non c’è modo di sfuggire a questo. (259-229, 10.4.1994)

Dovete capire l’importanza degli organi dell’amore dell’uomo e della donna. Dio discende attraverso di loro. La liberazione di Dio inizia da loro. Dio può mettersi a cantare e a ballare intorno loro. Sono collegati al palazzo reale dell’amore, al palazzo reale eterno. La porta del primo rapporto d’amore del Regno dei Cieli sulla terra e nel mondo spirituale si apre in quel luogo. Vi sembra vero o falso?

Eravate tutti coscienti del loro valore quando non eravate sposati? Il vostro primo amore è importante. Se il vostro primo amore se ne va, tutto l’universo va all’inferno. Questo è dove tutto è andato perduto: il palazzo reale dell’amore, il palazzo reale della vita, la storia futura del vero lignaggio e l’origine del Regno dei Cieli sulla terra e nel mondo spirituale. Quale sarà il destino di quelli il cui primo amore è finito male? Esiste un insieme di principi e di leggi, ma qual è il destino di questa persona? Non avrà un posto per continuare ad esistere. Sarà rifiutato. Le persone sono state create per vivere per sempre, ma stanno andando nella spazzatura. Vanno nella terra dei rifiuti. Finiscono per vivere nel caos. (261-27, 15.4.1994)

Dov’è il luogo originale dove si realizza la perfezione dell’uomo, della donna e perfino di Dio? Dov’è che l’amore di Dio può raggiungere la perfezione? Dov’è che l’uomo e la donna possono realizzare la loro perfezione? Dove è il luogo centrale per stabilirsi? Questo è il punto. Il cielo che emerge dall’ideale dell’amore non può espandersi sulla terra senza sapere dove si trova quel posto. Quel posto sono i vostri occhi, il vostro naso, le vostre mani o i vostri piedi? Dov’è? (261-167, 9.6.1994)

Il luogo dove l’uomo e la donna, il convesso e il concavo si uniscono è il luogo dove Dio raggiunge la perfezione. Lì è dove la donna, che è una metà, e l’uomo, che è l’altra metà, realizzano la loro perfezione. La terra d’insediamento, dove l’ideale d’amore di Dio si può realizzare, inizia dal luogo dove il concavo e il convesso si uniscono e viene stabilito il primo rapporto d’amore dopo il matrimonio. Il primo rapporto d’amore dell’uomo e della donna rappresenta il luogo dove il partner oggetto di Dio realizza la perfezione. Questo è il nucleo dell’universo. Quando si muove, tutto l’universo ondeggia avanti e indietro in armonia. È la base per il Regno dei Cieli sulla terra e nel mondo spirituale.

Poiché questa è l’origine dell’amore, si chiama il palazzo originale dell’amore. Tra i tanti palazzi reali, il palazzo centrale è chiamato palazzo originale. È il palazzo originale dell’amore, della vita e del lignaggio e l’origine del Regno dei Cieli sulla terra e nel mondo spirituale. È il luogo dove hanno inizio la libertà, la felicità e la pace desiderate ardentemente dall’umanità. Questo luogo è il palazzo reale per l’amore, la vita, il lignaggio e tutta la creazione. L’individuo, la famiglia, la tribù e la razza si collegano a partire da lì. Dovete capire che questa è la fonte originale e il punto d’inizio del Regno dei Cieli sulla terra e nel mondo spirituale. Inoltre, è l’origine della libertà, della felicità e della pace. Se una donna non ha un uomo, è nel buio assoluto, e se un uomo non ha una donna, è nel buio assoluto. (261-173, 9.6.1994)

Qual è il luogo più importante che un uomo può venerare? È il volto di una donna? È il suo seno? È il suo corpo? Dov’è? C’è solo un posto dove il concavo e il convesso si possono congiungere. L’ambiente naturale, la società, la nazione, il mondo, l’universo e il Regno dei Cieli sulla terra e nel mondo spirituale entrano in contatto da questo posto. Questa è la legge assoluta e la formula per il mondo esistente. (262-55, 23.7.1994)

La base della pace e di tutto quello che costituisce il Regno dei Cieli sulla terra e nel mondo spirituale nasce dall’amore. Che genere di amore? È l’amore dell’uomo, l’amore della donna o l’amore dei due unito insieme? È il loro amore unito insieme. Dov’è che l’amore di un uomo e di una donna si uniscono? Nel volto? Sulla punta delle dita? Si uniscono a livello degli organi concavo e convesso. (263-52, 16.8.1994)

Il matrimonio di Dio è il matrimonio di Adamo ed Eva. Di conseguenza, il Regno dei Cieli sulla terra e il Regno dei Cieli nel mondo spirituale sono creati nello stesso tempo. Iniziano dal nido d’amore. Il momento in cui l’uomo e la donna si uniscono attraverso i loro organi sessuali, senza commettere la caduta, è l’origine del Regno dei Cieli sulla terra e nel mondo spirituale. Quel luogo è la base sulla quale devono essere stabilite le tre grandi sovranità. Il nido d’amore non si può costruire in nessun altro luogo. (263-57, 16.8.1994)

Poiché il primo rapporto d’amore è il punto d’inizio per stabilire il cielo ideale, è il luogo regale dell’amore. È il palazzo reale. Gli organi sessuali sono il luogo regale dell’amore. Perché possa diventare un palazzo reale, dovete sposarvi con Dio al centro. Attraverso la vita coniugale, si crea il palazzo reale dell’amore. Come si unisce la coppia? Si unisce attraverso le labbra quando l’uomo bacia la donna? Si unisce attraverso gli organi concavo e convesso. Questa è una scoperta straordinaria. Attraverso questa relazione d’amore, tutto l’essere di un uomo e tutto l’essere di una donna si uniscono completamente. Da lì, il lignaggio dell’uomo e della donna si uniscono e, per la prima volta, in mezzo ad un vortice, una nuova storia è collegata e stabilita attorno ad una nuova vita. Non si conclude con una generazione; si collega alla storia eterna. Il Regno dei Cieli sulla terra e nel mondo spirituale comincia da lì. (263-122, 21.8.1994)

La moglie vive per l’organo d’amore del marito. Vive per l’amore, la vita e i suoi figli. Tutte le donne amano i bambini. Le donne hanno i seni grossi e i fianchi larghi per i loro bambini. I loro attributi dovrebbero essere chiusi a chiave. Dove possiamo trovare il luogo originale dei tre grandi palazzi del vero amore, della vera vita e del vero lignaggio? Questo è il problema fondamentale per gli esseri umani. È la radice della famiglia, della società e della nazione, nonché la radice e l’origine della terra, del mondo spirituale e del Regno dei Cieli. (252-104, 14.11.1993)

Il palazzo originale dell’amore è il palazzo reale che rende Dio perfetto e Gli porta consolazione. Come si realizza questo? Il palazzo reale appare nel punto d’incontro degli organi sessuali convesso e concavo di Adamo ed Eva. È un posto veramente eccezionale. Così gli organi sessuali sono chiamati il palazzo originale dell’amore. Sono delle parole stupende. Il palazzo originale dell’amore è il palazzo reale che rende perfetta l’intera creazione del cielo e della terra e offre anche un luogo dove tutti si possono stabilire, persino per Dio. Il Regno dei Cieli nel mondo spirituale e sulla terra non viene per primo. Il cielo comincia dalla famiglia. Questo è il palazzo originale. Sono delle parole straordinarie.

Il luogo dell’unione coniugale è il palazzo originale basato sul vero amore, la vera vita e il vero lignaggio. È l’origine del Regno dei Cieli sulla terra e nel mondo spirituale. Senza questa unità, il mondo originale del Regno dei Cieli, il dominio spirituale e il dominio terrestre degli esseri umani, non possono essere stabiliti.

Questo meraviglioso luogo del vero amore è stato degradato. Essendo diventato la causa della rovina delle nazioni e avendo distrutto il cielo e la terra, è stato trattato come la cosa più spregevole fino ad oggi. Ma in origine era qualcosa di sacro. Voi professori, capite? Quando vi alzate la mattina, dovreste salutare il vostro organo dell’amore dicendo: «Buon giorno!» Dovete sapere che proprio quello è il luogo che vi permette di servire l’amore dei vostri antenati più grandi, più che gli antenati stessi. (263-347, 27.10.1994)

Se usate il vostro organo dell’amore in modo avventato, sarete puniti. È il palazzo reale dell’amore, il giardino ancestrale dell’amore. L’amore, la vita e persino la storia hanno avuto inizio da lì. È l’origine del Regno dei Cieli sulla terra e nel mondo spirituale. L’origine della felicità di Dio inizia da lì. La base per il sorriso di Dio inizia da lì. È veramente il luogo dove Dio può trovare l’amore e danzare di gioia. Dovete cercare quel luogo e trovarlo. È giusto o no? Ecco quanto è prezioso. (256-199, 13.3.1994)

Il fatto che il fiore di Dio e il fiore degli esseri umani sbocciano dall’amore permette al Regno dei Cieli sulla terra e nel mondo spirituale di apparire. Perciò l’espressione: «il vero amore è il fiore della perfezione assoluta», ha senso. A questo proposito, ognuno di voi ha ereditato da Dio la capacità di creare una nuova vita attraverso il rapporto coniugale. Che posizione meravigliosa e gloriosa poter provare la gioia che Dio ha provato e sperimentare l’esistenza eterna di Dio in modo profondo e concreto! (256-235, 13.3.1994)

Se desiderate diventare una persona bella in cielo, dovete armonizzarvi con il fiore dell’amore che fiorisce in tutta la sua gloria, dovete esprimere la bellezza e la fragranza di quel fiore nel mondo delle relazioni, e vivere su questa terra in modo da poter ospitare i nuovi semi di quel fiore. Quando andrete nel mondo spirituale dopo aver vissuto in questo modo, apparirete in maniera simile nel mondo eterno. (256-170, 13.3.1994)

Gli organi sessuali della donna sono la sorgente dell’universo. Il luogo dove avete un rapporto d’amore diventa il palazzo originale dell’amore. È il palazzo originale. L’amore inizia da lì. Il primo rapporto d’amore in un matrimonio benedetto è l’inizio del palazzo originale dell’amore. La vita della donna e la vita dell’uomo si uniscono per la prima volta. Perciò quel luogo è il palazzo originale della vita ideale, e il lignaggio originale comincia da lì. Così quel posto diventa il palazzo originale del lignaggio.

Anche il cielo inizia da lì, in modo che quel luogo diventa anche il palazzo originale per il Regno dei Cieli sulla terra e nel mondo spirituale, e il palazzo originale della perfezione umana e della perfezione di Dio. (257-324, 16.3.1994)

Quando gli esseri umani caddero, fu a causa dell’amore. Per questo gli organi sessuali sono la cosa più terribile. La religione considera l’adulterio come il peccato più tremendo. Allora, la libertà sessuale in America fa parte della dottrina del diavolo per espandere l’inferno, o è una dottrina per espandere il cielo? Fa parte della dottrina del diavolo. È il regno dell’inferno sulla terra e il regno dell’inferno nel mondo spirituale. Tutto questo sarà distrutto. (261-302, 24.7.1994)

Io ho ricercato tutti i tipi la verità. Ho esplorato il mondo spirituale e il mondo fisico e ho investigato in tutte le sacre scritture. Tuttavia, non ho trovato nessuna risposta alle mie domande. Dio esiste o no? Se Dio avesse fatto il mondo nel modo in cui è adesso, io non Lo lascerei.

Ho lottato per arrivare a una conclusione su questi argomenti.

Quali sono i principi fondamentali riguardo la nascita dell’umanità? Perché è nata? L’uomo è nato per la donna. Questa è la più grande di tutte le verità. L’uomo ideale è la verità più grande per una donna. Questa è l’essenza della verità dell’ideale che rende perfetto tutto l’universo. Anche per l’uomo, una donna ideale è l’essenza della verità dell’universo. È un’incarnazione assoluta della verità. (267-230, 8.1.1995)

Non avevo mai immaginato che i problemi fondamentali nei quali l’umanità si è dibattuta fino ad oggi, avessero una soluzione così chiara e semplice. Ho affrontato delle prove terribili. Non sapendo com’erano semplici le soluzioni, sono entrato nel mondo spirituale e ho ricercato in mezzo a estremamente ripugnanti passando attraverso ogni genere di difficoltà. Alla fine, ho scoperto che le soluzioni esistevano dentro ognuno di noi. Ho esclamato: «Ah! Ecco cosa non sapevo!» Le risposte sono dentro di noi. Questo è ispirante! L’intero universo è dentro di voi. È dentro ognuno di noi. (199-314, 21.2.1990)

La verità non si trova al di fuori di noi stessi. Ognuno di noi è fornito della verità. Non è una cosa che si può imparare da qualche altra parte. Io stesso ho cercato la verità dappertutto, ma non sono riuscito a trovarla in nessuna parte dell’universo. Ho esaminato ogni luogo del mondo spirituale, tutto il mondo fisico, soffrendo nel tentativo di scoprirla, ma alla fine mi sono reso conto che Dio ci ha dato tutto. È stata una grande sorpresa. Fino a quel momento non me ne ero reso conto, ma tutte le risposte si trovano dentro di noi. (263-97, 21.8.1994)

4.5. L’amore coniugale è il fiore centrale dell’ideale dell’amore

Dio ha gli attributi delle caratteristiche duali verticali e gli esseri umani sono delle entità sostanziali che hanno come attributi le caratteristiche duali orizzontali. L’ideale del marito e della moglie è l’unità tra Dio e gli esseri umani in una sfera perfetta, a forma di mela. Sono il corpo principale costituito da quattro forme di natura interiore che collegano gli ideali dell’amore a nord, sud, est e ovest. (127-99, 5.5.1983)

Se siete sposati, non esistete più solo su una dimensione orizzontale. Anche se come individui avete soltanto una base bidimensionale, il concetto verticale entra in scena quando l’alto si collega al basso. Una storia bidimensionale non porterà ordine né nell’universo, né nel cielo e sulla terra. Quando il verticale incontra l’orizzontale formando un angolo di 90 gradi, tutto si adatta insieme, sia che sostituiate il cielo con la terra o la terra con il cielo, o che scambiate il dietro col davanti, o il davanti col dietro, oppure gli aspetti correlativi – sinistra e destra, sopra e sotto, davanti e dietro. Lo standard per la perfezione del mondo fisico porta alla perfezione totale del mondo spirituale. (230-259, 8.5.1992)

Mentre siete sulla terra, dovete dipingere l’ideale assoluto di marito e moglie e stabilire una coppia artistica disegnando un’immagine d’amore mai creata prima. Il passaggio nel mondo spirituale con questo dipinto è l’inizio di un viaggio in un mondo infinito, eterno e celeste. Là non avete bisogno di soldi, non avete bisogno di cibo, non avete bisogno di vestiti. Se c’è qualcosa che volete donare al vostro amato partner, sarà vostro privilegio donargliela. Se volete rivestire il vostro partner con degli abiti d’oro o con qualsiasi cosa che si possa immaginare sulla terra, allora, mantenendo un cuore d’amore sincero e generoso, quell’oggetto apparirà. Sarete in grado di viaggiare dovunque volete. Sarete liberi da qualsiasi parte andate. (271-281, 28.8.1995)

Dovete trasformare la vostra vita familiare in un’opera d’arte. Dovete diventare un marito artistico e interessante. Se trovate qualche cosa di buono in una rivista, dovete portarla a casa e leggerla con una voce rasserenante a vostra moglie mentre si addormenta. Se sognerete vostra moglie quando vi addormentate dopo che lei è stata profondamente toccata da questo, quel sogno si realizzerà. Questo modo di vita continuerà nel mondo spirituale. Com’è meraviglioso! Vorreste vivere in questo modo, oppure come una coppia molto squallida? Se desiderate vivere una vita del genere, dovete prendere una nuova direzione con una mente fresca che vi permetta di avere una buona vitalità. Questo è il requisito fondamentale. (271-282, 28.8.1995)

Quando andrete nel mondo spirituale, non avrete bisogno di coltivare la terra ma piuttosto mangerete e avrete del tempo libero. Allora, come vi divertirete? Dovete pensarci. Pensate che vi annoierete? Come godrete la vostra vita se non siete coinvolti in nessuna disputa? Come potete apprezzare la vita senza qualcosa di cui non vi stanchereste mai, neanche dopo migliaia di anni, qualcosa che sareste felici di toccare ed ascoltare per migliaia, addirittura per milioni di anni? Il cibo, lo potete mangiare ogni giorno. Il mondo spirituale è un luogo dove potete trovare facilmente tutto ciò che desiderate mangiare e fare qualsiasi cosa vi piace. (279-21, 9.6.1996)

Là, vivrete una vita in continuo movimento. (203-57, 14.6.1990)

Se guardate la TV per un mese, finite per sapere tutto sul modo di vivere della gente in questo mondo. Ogni cosa diventa molto prevedibile e ve ne stancate. Ecco perché dovete capire il mondo spirituale. Dovete conoscere il mondo spirituale.

Quando offrite la vostra preghiera con sincerità, l’immagine del mondo spirituale si aprirà. Come sarà meraviglioso! Gli angeli scenderanno a danzare. Persino le persone famose di centinaia di anni fa si riuniranno a ballare. Che meraviglia! Queste non sono delle idee fantasiose. (203-57, 14.6.1990)

Nel mondo originale, tutti gli elementi sono collegati, come le parti di una pianta sono collegate alla radice.

La linfa, le foglie e i fiori che crescono dalle stesse radici apparterranno tutti alla stessa famiglia. Se riuscirete ad armonizzarvi con gli elementi essenziali che vengono dalle vostre radici, allora, quando ci sarà unità, non avrete nient’altro da imparare.

C’è qualcuno che può ritrarre la propria faccia con precisione assoluta? Perché avete bisogno di un disegno quando ognuno di voi ha qualcosa di ancora più grande? A che serve un disegno quando potete avere una bella coppia con l’ideale dell’amore, una coppia che fiorisce attraverso il rapporto tra un uomo e una donna? Ecco quanto è prezioso l’amore. Tra i dipinti, persino i più grandi capolavori desiderano lodare l’amore della coppia ideale. Non vi rendete conto di quanto valore ha.

Quando la gente indossa degli abiti colorati, lo fa in modo da armonizzarsi e accordarsi all’ambiente secondo le stagioni. Tutte le arti e tutti i tipi di culture si sono sviluppati in sintonia e come espressione dell’amore dell’ambiente. (202-92, 6.5.1990)

Se il vostro io spirituale vive per l’eternità una volta che entra nel mondo spirituale, chi andrete a cercare? Vostra madre o vostro padre? Vostro fratello maggiore o vostra sorella maggiore? I vostri figli? Non saranno i vostri figli. Non sarà vostro fratello maggiore o vostra sorella, né vostra madre o vostro padre. Sarà il vostro coniuge. Perché?

Provate una gioia e una soddisfazione immensa nell’aver messo al mondo e allevato dei figli. La gioia di dar nascita a un bambino per la prima volta, dopo aver vissuto come coppia, è la più stimolante. In mezzo a quella gioia, il vostro cuore va soprattutto verso il primo figlio. Uniti nello spirito, il marito e la moglie donano tutti e due il loro cuore per il bambino. Ecco perché il primo figlio spesso è il più amato. La differenza tra il primo e il secondo figlio è che il primo figlio ha ricevuto più amore. Si può dire la stessa cosa della prima figlia. Il primo figlio e la prima figlia sono, indubbiamente, l’estensione del padre e l’estensione della madre. (258-242, 20.3.1994)

Quando gli esseri umani raggiungono la perfezione, la natura interiore di Dio entra nella mente dell’uomo e la forma esteriore di Dio entra nella mente della donna. La cerimonia sostanziale del matrimonio di Adamo ed Eva diventa la cerimonia nuziale di Dio. Lo capirete chiaramente quando andrete nel mondo spirituale. Questa teoria sconosciuta è corretta. Allora, dov’è Dio? Dove Lo si può trovare in rapporto alla coppia? È nell’utero. Ecco dove si trova Dio. Ecco dove si trova la radice dell’amore. Per la prima volta nella storia, ho rivelato la configurazione sistematica del mondo spirituale e la sua composizione. (252-119, 14.11.1993)

Pensate che Dio non guardi la vostra coppia quando fate l’amore? È tutto pubblico. È apertamente sotto gli occhi di tutto il mondo spirituale. È un grosso errore dire che Dio non vi vede. Tutti i vostri antenati sono lì a guardarvi. Nel mondo spirituale, potete vedere l’atto d’amore proprio sotto i vostri occhi. Siete osservati come se lo faceste sul palmo della loro mano. Perciò è un grosso errore cercare di nasconderlo. (250-244, 15.10.1993)

Tutti i fenomeni armoniosi di questo mondo che nascono dall’amore sono come un profumo per Dio. Dio desidera vivere in mezzo a quel bel profumo e perciò lo cerca. L’amore di Dio scende nel luogo dove avviene il rapporto sessuale tra marito e moglie. È lì che tutta la creazione e l’universo si armonizzano. (La famiglia benedetta – 889)

Se pensate a un palazzo reale d’amore, c’è un palazzo reale nel mondo spirituale e un palazzo reale sulla terra. Dov’è che questi palazzi entrano in contatto? Questo è il punto. In altre parole, dove si incontrano Dio e gli esseri umani? Gli organi sessuali che portano l’unità del vero amore sono la terra originale. Poiché questa è la terra originale, se si parla di palazzi, questo diventa il palazzo originale. È il palazzo a cui Dio dà inizio, ed è la prima cosa che inizia. È il palazzo originale. (265-215, 21.11.1994)

A cosa penserete quando andrete nel mondo spirituale, dopo aver vissuto felicemente insieme al vostro coniuge? Penserete sempre all’organo dell’amore. Ricorderete il volto del vostro consorte e il suo bacio. Gli unici ricordi che rimangono dopo essere andati nel mondo spirituale sono quelli che riguardano l’unione degli organi sessuali, quando marito e moglie si sono baciati e hanno fatto l’amore. Vorreste morire tenendo e baciando l’organo sessuale? (269-57, 7.4.1995)

Attraverso l’amore, nascete come l’incarnazione di Dio e vivete nell’amore. Date alla luce dei figli e delle figlie per raggiungere la destinazione dell’amore e ritornate a Dio per vivere con Lui per l’eternità. Perciò, quando vi unite completamente nell’amore, arrivate ad assomigliare a Dio. Quando una coppia si unisce, realizza completamente questi tre stadi della vita e va nel mondo spirituale, diventa un partner oggetto rispetto a Dio, che è il partner soggetto eterno. Questo succede quando una coppia vive e muore centrata sul vero amore. Quindi, gli esseri umani cominciano la loro vita con Dio e terminano la loro vita con Dio. (207-36, 21.10.1990)

Gli uomini e le donne devono vivere inebriati dall’amore coniugale. Questa è la loro aspirazione. Se servono i loro genitori, devono desiderare di vivere in mezzo all’amore dei loro genitori e all’amore della famiglia. Questo è l’ideale e la fonte della felicità. La felicità non esiste da un’altra parte. Non importa quanto vi piaccia il mondo spirituale, dopo che sarete andati là, cosa farete? Io cercherò la Madre. Cercherò la Madre.

Ci sono due madri. Una che vi ha messo al mondo da bambini, e l’altra che ha dato nascita ai vostri figli e alle vostre figlie. Due madri vivono sotto lo stesso tetto: vostra madre che vi ha messo al mondo e la madre dei vostri figli e delle vostre figlie. C’è anche la madre di vostro padre, vostra nonna. Ecco perché amate vostra madre. Non è così? (174-250, 1.3.1988)

Ognuno di voi assomiglia a Dio. Assomigliate anche ad Adamo ed Eva perfetti. Assomigliate a entrambi questi genitori. Poiché i due sono uniti, la vostra mente e il vostro corpo non saranno in lotta tra loro. L’uomo e la donna non lottano tra loro, sono completamente uniti. Una nuova sorgente scaturisce nel luogo perfetto dove il mondo spirituale e il mondo fisico sono uniti, dove Dio il creatore e la creazione sono uniti e completi. Questo è il punto d’inizio della pace. È l’inizio della felicità. È l’inizio dell’ideale e della speranza. Poiché tutte queste cose sono state perdute, devono essere restaurate. (254-281, 15.2.1994)

Nel mondo spirituale, troverete che quelli nati uomini, che sono vissuti da soli e sono morti celibi, non si trovano in un posto buono. Non possono andare in un bel posto. In queste circostanze, abbassano il capo quando sono di fronte a Dio e abbassano lo sguardo davanti a Lui. Dio chiede: «Ehi voi, perché guardate in basso?» Se la punta dell’organo maschile è volta verso il basso, l’uomo può guardare soltanto in basso. Cosa significa? Come può un monaco, nato uomo, senza conoscere l’armonia del cielo e della terra, l’unione dello yin e dello yang e l’amore coniugale, capire la via dell’amore, che è il centro del grande principio del cielo e della terra? (197-24, 7.1.1990)

Se andrete nel mondo spirituale senza aver messo al mondo e allevato dei figli, dovrete rimanere in disparte. Non avrete libertà di movimento. Proverete vergogna. Così, quelli che mettono l’accento su una vita di celibato sono sotto la linea diretta del diavolo. Negli Ultimi Giorni il diavolo, Satana, sarà scacciato e quelle persone lo seguiranno. Un tempo il diavolo era l’arcangelo. Egli non vive con l’ideale di amare un coniuge. Di conseguenza, quando quel tempo arriverà, i giovani andranno in rovina, gli uomini e le donne più anziani si stancheranno dell’amore e sprofonderanno nell’amore del demonio, conducendo una vita di celibato. Quelli che vivono una vita di celibato finiranno tutti all’inferno. (228-263, 5.7.1992)

Quelli che vivono una vita di celibato sono nella posizione di criminali davanti alla volontà originale di Dio. Quelli che praticano il controllo delle nascite e dichiarano che non avranno figli andranno nell’altro mondo e affronteranno le parole del giudizio: «Attraverso i vostri figli e le vostre figlie, intendevo inviare il principe e la principessa che avrebbero governato l’universo! Vergognatevi!» Una volta che andrete nel mondo spirituale, queste cose si sapranno in un istante. Verrete a sapere queste cose in un attimo. Dio cercava di portare delle benedizioni alla vostra generazione e alla vostra tribù grazie ai meriti dei vostri antenati che hanno lavorato duramente nel corso di migliaia e decine di migliaia di anni di storia doloro sa e amara, ma voi avete troncato quel canale. (264-150, 9.10.1994)

I vedovi avranno delle difficoltà nell’altro mondo. Non intendo dire i vedovi, ma le persone che vivono da sole. Come le chiamate? Voglio dire le donne nubili che non si sono mai sposate, e quegli uomini che muoiono celibi. Dopo che sono morti, la gente li chiama fantasmi dei celibi. Ma come li chiamate quando sono ancora vivi? Un fantasma celibe è una persona morta. Qual è il termine? Come li chiamiamo? Una donna single? Le persone non sposate hanno la vita dura nel mondo spirituale. Non sono in grado di armonizzarsi con nessuno, dovunque vanno. Quando una donna singola va nei gruppi di donne o un uomo singolo va nei gruppi di uomini, non hanno un posto dove stare. Non possono andare da nessuna parte. Così si dirigono verso un luogo tenebroso, un mondo di ombra. Non possono voltarsi. Con al centro l’amore l’armonia è possibile in tutte le direzioni: est, ovest, sud e nord, ma poiché essi sono bloccati in una direzione, non possono tornare indietro. Lo constaterete da voi stessi quando andrete nel mondo spirituale. (194-42, 15.10.1989)

Non dovete macchiare il lignaggio della vostra Benedizione. Dovete tutti essere pienamente consapevoli di questo. Il vostro lignaggio è il patrimonio che vi permetterà di ereditare il cielo. È come un documento della vostra parentela di sangue o degli atti che attestano il vostro lignaggio. Equivale alla vostra genealogia. Il problema è come proteggete la vostra purezza. (263-62, 16.8.1994)

4.6. Entrare in cielo come nucleo familiare

Le nostre famiglie e il Regno dei Cieli hanno caratteristiche simili. In una famiglia ci sono i genitori, il marito e la moglie, i figli e i fratelli e le sorelle. La famiglia si può unire attraverso l’amore. In una famiglia si può stabilire l’unità, si può collegare la vita e si può realizzare l’ideale. Perciò, potete ottenere la qualifica per entrare nel Regno dei Cieli quando rispettate l’amore coniugale e l’amore dei genitori. I nonni hanno trasmesso l’amore ai genitori, i quali hanno trasmesso l’amore al marito e alla moglie, che a loro volta l’hanno trasmesso ai figli.

Se negate uno di questi rapporti d’amore, il Regno dei Cieli non può essere stabilito. Dovete amare i vostri genitori più del vostro coniuge, e i vostri nonni più dei vostri genitori. Questa è l’essenza del cielo e la regola di vita ideale. (La famiglia benedetta – 946)

Poiché Dio è la sostanza originale del vero amore, quando tutti si collegano al vero amore, diventano parte di un solo corpo. I genitori sono degli dei viventi che fanno le veci di Dio sulla terra, il marito e la moglie sono un dio l’uno per l’altro e i figli e le figlie sono dei piccoli dio. Una struttura familiare che comprende tre generazioni centrate sull’amore in questo modo, è la base del Regno dei Cieli. Senza realizzare questa base, il regno non può essere stabilito. La famiglia è il centro dell’universo. La perfezione della famiglia è la base per la perfezione dell’universo; così, se c’è amore nella famiglia e amore per l’universo, potete andare liberamente dappertutto. In questo caso, Dio è nella posizione centrale dell’amore come Genitore di tutto l’universo. (298-306, 17.1.1999)

La base delle quattro posizioni del Principio dell’Unificazione è la sfera d’amore di tre generazioni. Quando tre generazioni vivono insieme in una famiglia nell’amore e nella felicità, l’ideale della creazione del cielo e della terra è stabilito. Naturalmente, il marito e la moglie si devono amare reciprocamente e pregare con amore per i loro figli prendendosi sinceramente cura di loro per creare una famiglia felice e armoniosa. Quando questo si realizza verticalmente attraverso tre generazioni ed è collegato sul piano orizzontale ai parenti, si stabilisce l’amore perfetto. Anche i cugini e i cugini di secondo grado devono unirsi nell’amore per stabilire una forma d’amore perfetta. (La famiglia benedetta – 947)

La famiglia è l’unità fondamentale del Regno dei Cieli. Una volta che entrate nel Regno dei Cieli, non vorrete lasciarlo mai perché “l’Essere” che desiderate incontrare dieci volte o addirittura centinaia di volte, abita lì. Se tutta l’umanità avesse in comune il desiderio di andare là e volesse incontrare quell’Essere e vivere con Lui, il mondo potrebbe essere unificato all’istante. La Chiesa dell’Unificazione è diretta verso quella meta. Ma questo non può avvenire tutto di un colpo. Prima di tutto occorre stabilire una fondazione individuale, seguita da una fondazione familiare, che poi viene estesa al popolo, alla nazione e al mondo. (12-180, 1.4.1963)

Da dove inizia la vita del Regno dei Cieli? Comincia in una famiglia. Non inizia da nessun’altra parte. Il Regno dei Cieli è la forma sferica estesa di una famiglia. Non è qualcosa che è totalmente al di fuori del dominio della famiglia. Perciò, dovete pensare che abbracciate il vostro coniuge in modo che gli uomini e le donne del mondo si possano unire. La famiglia è il luogo dove potete erigere la fondazione per amare tutta l’umanità. (30-82, 17.3.1970)

Qual è il mondo dell’ideale di creazione di Dio? È un mondo dove il Regno dei Cieli sulla terra e nel mondo spirituale è stabilito attraverso l’autorità dei Veri Genitori. Il Regno dei Cieli può essere stabilito solo sulla base dell’amore. Nel mondo caduto, nessuno ha ricevuto l’amore dei veri genitori; non c’è nessuna traccia di questo amore. Poiché questa è stata la situazione sulla terra, la stessa situazione vale per le persone che sono andate nel mondo spirituale. L’amore dell’uomo, l’amore della donna, l’amore del figlio, l’amore della figlia, l’amore dei genitori e l’amore di Dio fanno tutti parte della fondazione originale del livello familiare centrata su Dio. Chiunque ama i suoi genitori, il suo coniuge e i suoi figli in questo modo armonioso vive la vita del Regno dei Cieli. (La famiglia benedetta – 946)

Qual è la missione della Chiesa dell’Unificazione? È diversa dalle religioni del passato, che mettevano l’accento sulla salvezza individuale. È una religione che vuole costruire il mondo ideale originale come sarebbe stato senza la caduta. Il mondo originale è dove le persone raggiungono la perfezione del cuore, si sposano con l’amore di Dio al centro del loro rapporto, mettono al mondo dei figli e vanno in cielo.

Che tipo di cielo sarebbe se il padre andasse all’inferno e la madre in cielo o se i genitori andassero in cielo e i figli all’inferno? Il Regno dei Cieli è il luogo dove entrano tutti: i genitori, i figli, le tribù, i popoli e le nazioni. (42-286, 27.3.1971)

L’ideale di Dio per il Regno dei Cieli sulla terra può essere stabilito per la prima volta là dove il cielo è stabilito a livello famigliare. Questa deve diventare una base delle quattro posizioni. Nel Principio dell’Unificazione, la perfezione dell’ideale di creazione è la perfezione della base delle quattro posizioni. Perché? Perché la fondazione delle quattro posizioni è stabilita quando il mondo delle relazioni verticali e il mondo delle relazioni orizzontali sono creati attraverso tre stadi, con al centro Dio, Adamo ed Eva. Il mondo orizzontale si può aprire solo attraverso i figli e le figlie di Adamo ed Eva. Quando questo avviene, il mondo verticale si forma naturalmente. Se si considera il corpo, i figli sono l’estensione o la moltiplicazione orizzontale del corpo e il mondo spirituale è l’estensione orizzontale della mente. Dio è in grado di discendere per la prima volta. Così, il Regno dei Cieli si manifesta sulla terra. (96-29, 1.1.1978)

Nella visione della salvezza secondo la Chiesa dell’Unificazione non è possibile che il marito vada in cielo mentre la moglie va all’inferno. Devono essere tutti e due insieme. Non potete permettere che vostro padre e vostra madre vadano all’inferno. Dovete portarli nel Regno dei Cieli, così come dovete portarci i vostri figli e le vostre figlie.

La Chiesa dell’Unificazione è a un livello d’insegnamento diverso rispetto a quello di qualsiasi altra religione, perché mostra il modo per entrare nel Regno dei Cieli insieme alla famiglia e alla tribù che amiamo. Ecco perché la Chiesa dell’Unificazione mette l’accento sulla famiglia, mentre le altre religioni insistono su una vita di celibato. La via che mette al centro la famiglia è quella da seguire. Questo genere di famiglia vive per Dio e per il mondo. Questa è la strada che i membri della Chiesa dell’Unificazione devono seguire. (34-359, 20.9.1970)

La Chiesa dell’Unificazione insegna che non è assolutamente possibile ottenere la salvezza da soli, come individui. Non potete entrare nel Regno dei Cieli come individui. Non potete entrare da soli. Questo è il principio. Nel Giardino di Eden, Adamo ed Eva sarebbero potuti entrare nel Regno dei Cieli insieme. Il marito, Adamo, o la moglie, Eva, sarebbero potuti entrare nel Regno dei Cieli da soli? Non potete entrare nel regno senza l’unità tra marito e moglie e l’unità della famiglia. Questo è l’ideale. Che tipo di cielo è, se il padre va all’inferno e la madre va in cielo? Dovete andare nel Regno dei Cieli come coppia, come famiglia e ancora di più, con i parenti e la tribù e alla fine tutta la nazione. (50-63, 31.10.1971)

Dovete servire vostro nonno come Dio, e vostro padre e vostra madre come i genitori che possono unire il mondo. Vostro nonno è l’inviato speciale del mondo celeste, e vostro padre è l’ambasciatore plenipotenziario di questo mondo. Dovete pensare che state crescendo per diventare l’ambasciatore plenipotenziario, il figlio e la figlia e l’erede dei due regni: il Regno dei Cieli sulla terra e il Regno dei Cieli nel mondo spirituale. Allora, sicuramente, andrete dritti nel Regno dei Cieli.

Questo tipo di persone sarebbero andate nel regno. Oggi, tuttavia, alcuni cristiani insegnano che è possibile andare in cielo solo attraverso la fede, ma dovrebbero usare la massima cautela nel fare queste affermazioni. Dovrebbero provare ad andare nel mondo spirituale e vedere cosa succede. Rimarrebbero sbalorditi e direbbero: «Non ho mai saputo che sarebbe stato così. Com’è possibile?»

Cos’è che voglio dire? Esistono dei principi celesti e se ci si allontana da loro ci sono delle conseguenze. Possono anche esserci decine di migliaia di persone che credono in un certo modo, ma se si sbagliano, andranno a finire tutte in una fossa di letame. Perciò, dovete cercare un modello di vita conforme al Principio. (249-265, 10.10.1993)

Vostro nonno è l’inviato speciale del cielo. Se la famiglia di Adamo non fosse caduta, il nonno sarebbe stato servito come Dio. Vostro nonno è l’ultimo signore che rimane tra i vostri antenati che sono andati tutti nel mondo spirituale nel corso della storia. Di conseguenza, è il rappresentante di Dio, mentre vostro padre è il re delle famiglie di questo mondo. I vostri genitori sono il re e la regina delle famiglie di tutti i 6 miliardi di persone che vivono oggi. (246-198, 16.4.1993)

Il nonno simboleggia il mondo spirituale, il mondo celeste. Perciò lo dovete servire come Dio. Egli è l’ambasciatore plenipotenziario del cielo. Poiché il padre e la madre simboleggiano il presente, sono il re e la regina che rappresentano tutte le famiglie dell’umanità di questo mondo. I genitori sono il re e la regina che rappresentano l’umanità. I figli e le figlie rappresentano il futuro. Sono i futuri principi e principesse che erediteranno la sovranità dei due mondi: il mondo spirituale e il mondo fisico. (246-256, 18.4.1993)

Il nonno simboleggia il passato. Il partner soggetto delle ere passate è il cielo, il mondo spirituale. Il nonno può essere chiamato il rappresentante che collega il mondo spirituale alla terra. È l’ambasciatore di Dio che collega Dio e tutte le cose buone del cielo alla sua famiglia sulla terra. Chi è l’ambasciatore per il regno di Dio? È il nonno. (249-304, 11.10.1993)

La famiglia è il modello per formare una nazione. La famiglia rappresenta il primo stadio. La nazione inizia dalla base famigliare. Dovete capirlo. All’interno della famiglia trovate tre stadi: il nonno e la nonna, il padre e la madre e i figli. Questi tre stadi della famiglia si espandono per formare la nazione e il mondo. Attraverso la famiglia, non solo potete collegarvi a questo mondo ma anche al mondo spirituale. Osservando il mondo, trovate un livello dei nonni, un livello dei genitori e un livello dei figli. Se riuscite ad estendere al mondo tutte le cose che sono praticate nella famiglia, potete facilmente adattarvi dovunque andate. (225-166, 12.1.1992)

Osservando una famiglia, troverete un nonno e una nonna, un padre e una madre e dei figli e delle figlie. Fanno tre generazioni. Nel corso della storia è sempre stato così. I nonni rappresentano i vostri antenati in cielo che sono morti andando nel mondo spirituale. Sono gli ambasciatori plenipotenziari inviati alla vostra famiglia. Allora, come dovete servire vostro nonno e vostra nonna? Dovete onorarli come Dio. Servendoli in questo modo, il cielo potrà cominciare. (226-56, 1.2.1992)

Perché avete bisogno di figli e di figlie? Esiste un principio che stabilisce che dovete entrare nel mondo spirituale con la vostra famiglia. Originariamente, i vostri discendenti dovevano nascere dalla combinazione dell’amore che veniva verticalmente da Dio e orizzontalmente dai genitori, cioè, dall’unione della linea di sangue verticale e orizzontale di Dio e dei genitori. Per questo quelli che non hanno dei discendenti non possono creare armonia fra il cielo e la terra quando vanno nel mondo spirituale, e non possono stare al ritmo con il nord, il sud, l’est e l’ovest. Senza avere dei discendenti, non potete avere un posto nell’altro mondo per gioire e riposarvi. (297-269, 19.12.1998)

Dovete dare nascita a dei figli e delle figlie e poterli educare secondo la tradizione della famiglia. Dovete diventare il capo della vostra tribù e alla fine andare nel mondo spirituale. Quando entrerete nel mondo spirituale, la perfezione dei figli, dei fratelli, delle coppie e dei genitori dovrà essere completata. (226-156, 4.2.1992)

Prima di tutto, dovete cercare di diventare un figlio o una figlia di pietà filiale centrati sui genitori della famiglia, poi potete andare avanti diventando un patriota per la nazione. Da lì dovete diventare un santo per il mondo. Un santo è una persona che ama il mondo.

Un figlio divino è un figlio di Dio. Perciò ama Dio, le leggi del palazzo del regno celeste e le persone che vivono in quel palazzo. Poiché queste persone vivono centrate sull’amore di Dio, rispettano la vita dell’amore e il lignaggio dell’amore. La terra ideale ricercata dall’umanità deve essere un luogo dove le persone rispettano queste cose e possono vivere in qualunque parte di quella terra come se fosse il loro paese natale. Quando le persone che vivono in questo modo entreranno nel mondo spirituale, andranno direttamente al cospetto di Dio senza condizioni. (209-16, 24.11.1990)

4.7. Il cielo è vivere per gli altri

Il Regno dei Cieli è dove quelli che si sono sacrificati per gli altri diventano i signori. La famiglia deve sacrificarsi per la tribù, la tribù per il popolo, il popolo per la nazione, la nazione per il mondo, il mondo per il cosmo e il cosmo per Dio. Lo scopo ultimo è raggiungere Dio e impadronirsene. L’ideale più nobile per tutti gli esseri viventi è appropriarsi dell’amore di Dio. Questo è il loro obiettivo più elevato. Gli esseri umani hanno questo privilegio. (249-49, 7.10.1993)

Nel mondo spirituale, quelli che hanno apprezzato le persone intorno a loro e hanno servito e si sono sacrificati per l’insieme, possono andare a un livello più alto. Questa è la caratteristica comune delle persone del cielo. Che tipo di persone vanno nelle sfere più alte del mondo spirituale? Sono quelle che investono tutto, che donano come Dio, che investono e dimenticano ciò che hanno investito. Quelli che hanno portato tante persone dal lato di Dio per la salvezza dell’umanità possono entrare nel Regno dei Cieli. La vostra posizione e la vostra situazione nel mondo spirituale sono determinate in base a quanti cittadini del Regno dei Cieli avete educato. (249-80, 8.10.1993)

Quando andrete nel mondo spirituale, saprete chiaramente come sono infelici gli uomini e le donne che non hanno saputo vivere per gli altri, che non hanno saputo vivere con amore. In cielo ci sono solo le persone che vivono per gli altri. Se potete vivere in quel modo qui sulla terra, vi eleverete velocemente fino a Dio così come siete. Sapendo questo, non ho voluto mettermi in mostra fino a questo momento. Lascio che tutti i miei discepoli vadano davanti a me e stiano in una posizione gloriosa. (202-249, 24.5.1990)

Se cercate ciò che è vero, dovete fare in modo che il vostro corpo viva assolutamente per la mente. Quando la mente e il corpo si uniscono, potrete stare in una posizione spirituale verticale, collegata direttamente al cielo e alla terra con Dio al centro, e saprete tutto ciò che riguarda ogni situazione, dovunque andate, a nord, a sud, ad est, ad ovest, sopra o sotto. Vi collegherete automaticamente al mondo spirituale. Saprete le cose senza aver bisogno di impararle. Come sono venuto a conoscenza di tutti segreti del cielo e della terra? Ho scoperto tutto dopo aver raggiunto questo tipo di stato.

Dopo essere entrato in uno stato in cui la mente e il corpo risuonavano con al centro il vero amore, tutto è diventato chiaro. Ho potuto sperimentare Dio nella Sua pienezza. Ho potuto vedere il mondo del cielo. Ho potuto vedere la storia. Ho potuto vedere ogni cosa. Perché? I principi di Dio per il Suo ideale originale di creazione forniscono l’ambiente necessario che ci permette di stabilire dei rapporti e di creare dei legami attraverso il vero amore, vivendo una vita ideale. Perciò, entrando in quello stato, ho avuto accesso a tutto. Potevo invocare i miei antenati nel mondo spirituale ed essi apparivano immediatamente; e potevo chiedere a loro qualsiasi cosa. (199-372, 21.2.1990)

Che tipo di essere è Dio che ha creato questo universo e le sue leggi? Egli è colui che è nella posizione rappresentativa di aver vissuto per gli altri più di chiunque altro. Ecco chi è Dio. Quindi, per poterLo incontrare, dovete vivere per gli altri. Anche se Dio è il grande re della conoscenza, non vi chiede di andare da Lui con la conoscenza. Dio è anche il grande re del potere, ma non vi chiede di andare con il potere. È anche il signore e il grande re dell’autorità, del denaro e delle cose materiali, ma il Suo desiderio non è che le persone accumulino queste cose. Se vivete per gli altri, tutto può venire da voi. (133-16, 1.7.1984)

La patria originale accoglie solo le persone che hanno vissuto per Dio, sono nate per gli altri e sono vissute e morte per gli altri. Questa è la natura fondamentale della patria originale. Per questo Dio ha fatto sorgere molte religioni nel corso della storia per educare le persone a cercare la patria originale.

Le religioni insegnano ad essere umili e miti e a sacrificarsi, perché questi sono i principi del mondo spirituale dove le persone sono destinate ad andare. Le religioni hanno dovuto educare le persone durante la loro vita terrena a prepararsi per l’altro mondo. Per questo, le religioni più progredite mettono l’accento su un livello più alto di sacrificio e di servizio per educare le persone ad essere in accordo al mondo celeste nella loro vita quotidiana. (75-320, 16.1.1975)

Quelli che rincorrono il denaro non possono seguire la via della vita eterna. Quelli che perseguono la conoscenza non possono seguire la via della vita eterna. Dove potete trovare la vita eterna nella conoscenza o nel sapere? Più conoscenza uno ha, o più cose sa, più diventa arrogante e l’arroganza confina con il mondo satanico. Il signore dell’arroganza, il capo banda dell’arroganza, è Satana. Mi dispiace professori, ma questa è la verità che conosco. La scoprirete una volta che morirete. Quando andrete nel mondo spirituale, scoprirete se quello che ho detto era giusto o sbagliato. Una volta là, potrete protestare contro di me. Come insegnante ho ragione, poiché vi ho insegnato la cosa giusta. Sono un insegnante qui e sono un insegnante là. Inoltre, non sono un cattivo insegnante. (200-127, 24.2.1990)

Nel mondo spirituale, la testardaggine è il nemico più grande. Quelli che sono stati dei parlamentari, nel mondo spirituale saranno veramente in difficoltà. Dovete saperlo chiaramente. I professori devono essere rieducati. Ecco perché li faccio uscire dal loro guscio e li faccio sudare di nuovo come degli operai. Devono sudare e scavare la terra. Ecco cosa devono fare. A questo scopo, ho creato dei legami tra questi professori e li ho accolti calorosamente fino ad oggi. Ma se continuerò a trattarli così bene, nel mondo spirituale mi accuseranno e diranno: «Perché hai agito così, sapendo tutte quelle cose? Perché non ci hai insegnato la strada giusta?» Questa è la verità. Provate ad andare nel mondo spirituale per vedere se le mie parole sono vere. (201-257, 28.4.1990)

Quelli che sono vissuti per gli altri vanno nel mondo celeste. Le persone che chiedono agli altri di vivere per loro non possono andare là. Per questa ragione, quelli che in questo mondo sono diventati degli studiosi, dei presidenti e dei re vanno all’inferno. Non sono vissuti per gli altri. Se osservate il cuore dei ministri di chiesa, vedrete che pensano solo a guadagnare qualcosa per loro stessi, non a dare agli altri. Non importa quante cose i genitori diano ai loro figli, cercano sempre di preparare qualcosa da dare in più. Questi sforzi, che sono basati su un cuore di donazione, prospereranno. (276-303, 10.3.1996)

Quando il mondo spirituale e gli esseri umani stabiliscono un legame, ci rendiamo conto che non si può nascondere nulla. Se osservate l’acqua, vedete che scorre sempre dall’alto verso il basso. Qualsiasi spazio vuoto sarà riempito dall’aria. Allo stesso modo, il mondo spirituale è un’entità in movimento.

Da qualunque parte uno vada nel mondo spirituale, il vuoto non esiste. Tutto è riempito. Se volete ricevere dell’acqua, il vostro recipiente deve essere vuoto. Se c’è qualcosa nella ciotola, potete ricevere solo una quantità di acqua sufficiente per riempire lo spazio che è rimasto vuoto. Allo stesso modo, l’aria entra negli spazi vuoti, ma se questi spazi sono otturati, l’aria non li può riempire. (280-11, 13.10.1996)

Se andate tranquillamente nel mondo spirituale, le persone decedute migliaia e decine di migliaia di anni fa cercheranno di radunarsi intorno a voi. Quando vi muoverete, si riuniranno insieme e affluiranno verso di voi. Volete tutti vivere vicino a me, vero? Quando siete vicini, pensate tutti: «Voglio vivere guardando il Padre in questo modo». Chi fa le cose così? Non siete voi stessi. La fortuna celeste e le leggi dell’universo cercano di far sì che tutti si raccolgano attorno a una persona del genere e si uniscano a lei. Questa è la legge. Non importa quanto cercate di stare lontano, non potete farlo. (255-170, 10.3.1994)

Diventate una persona che vive per gli altri. Questa è la radice della creazione e della formazione del cosmo. Persino Dio esiste per gli altri. In questo modo, il mondo di pace si aprirà davanti ai vostri occhi. Non c’è niente nel cosmo che va contro questo principio. Il cosmo e lo stesso Dio daranno il benvenuto a una persona che è nella posizione essenziale e centrale del soggetto e della radice della creazione. Io sono questo genere di persona. Voi non sentite che dovete vivere per gli altri perché non conoscete queste cose. Il mondo spirituale si muove focalizzandosi su di me. Siete consapevoli di un tale mondo? No! Ecco perché vi muovete senza preoccupazioni. (255-176, 10.3.1994)

Quelli che vivono per gli altri centrati sul vero amore saranno accolti, giorno e notte, in qualunque parte del cosmo andranno. Tutti voi finirete per essere esposti nella galleria del mondo spirituale. Il mondo spirituale mette in mostra gli esseri umani. Il modo in cui una persona ha vissuto la sua vita sulla terra sarà mostrato immediatamente nel mondo spirituale. Vorreste essere in fondo alla fila o vorreste essere una persona lodata da tutti? Quale dei due? Volete essere una persona che è lodata sommamente? Per diventare una persona del genere, dovete vivere nel modo in cui vi dico io. Per essere lodati come la persona più alta, dovete vivere con lo standard più alto. Una persona così diventerà sicuramente la persona centrale. (255-179, 10.3.1994)

I giovani non conoscono questo principio. Se avete venti amici, chi sarà il centro di tutti i vostri amici? Se insistete: «Dovete tutti vivere per me!» se ne scapperanno tutti via. Se una persona vive per quegli amici per dieci, venti anni, fino alla fine della sua vita e persino quando muore, allora, se esiste un mondo spirituale, tutti si riuniranno attorno a quella persona. Questa è una verità inconfutabile. La persona che vive di più per gli altri e che si sacrifica di più degli altri, diventerà la persona centrale. (257-44, 13.3.1994)

Quelli che vivono per gli altri non periranno. Inoltre, quelli che vivono per gli altri saranno costantemente educati dal mondo spirituale. Saranno costantemente incoraggiati a stabilire rapporti con delle cose nuove. Stabilendo queste relazioni, diventano in modo naturale famosi e conosciuti in tutto il mondo. (292-26, 27.3.1998)

I genitori pensano prima ai figli e alle figlie che stanno attraversando delle difficoltà. Allora, qual è la preoccupazione più profonda nel cuore delle persone? Dovete saper trovare le persone sfortunate e sforzarvi di innalzarle al vostro livello. Quando farete questo, può darsi che tutto il mondo vi venga contro e vi tratti con disprezzo, ma Dio e il cielo vi ammireranno e vi proteggeranno. Gli spiriti centrati su Dio nel mondo spirituale si mobiliteranno per proteggervi come una nuvola. Una persona del genere non perirà. Quando questo succederà, le nubi spazzeranno via tutte le circostanze e le rimetteranno in ordine. Così, potrete avere dei risultati in proporzione a quanto avete lavorato duramente e a quanto avete investito. Anche se siete perseguitati e incontrate delle difficoltà, la fortuna celeste vi segue e pone questa fondazione. I santi sono stati perseguitati durante la loro vita, ma hanno lasciato il loro nome nelle generazioni successive. Questi fenomeni avvengono perché il mondo spirituale, il cielo e la fortuna celeste operano in questo senso. (207-99, 1.11.1990)

Quelli che desiderano entrare nel Regno dei Cieli devono vivere in modo miserabile, morire in modo miserabile e andarsene in modo miserabile. Queste sono parole delle buone o cattive? Sono delle parole buone. Allora anche le parole: «Andate fuori e morite portando le persone in chiesa!» sono delle paro-e buone. Dovete morire per gli altri. Se morirete non per voi stessi, ma per gli altri, per il mondo, e per il cielo e la terra, sarete elevati come signori del grande universo. (49-303, 17.10.1971)

Quello che rimane per sempre è la sofferenza di una vita pubblica. Se, quando andrete nel mondo spirituale, dopo aver subito la sofferenza di una vita pubblica, vi ritroverete in una situazione miserabile, potrete protestare contro di me. Quelli che sono perseguitati lavorando per gli altri, per il mondo e per il cielo, sono delle persone sagge. (19-30, 10.12.1967)

Voi che iniziate a percorre il cammino religioso dovete seguire la via della morte finché morite. Affronterete delle difficoltà anche dopo la morte, ma dovete seguire questa strada per pagare indennizzo durante la vostra vita. Completando il pagamento dell’indennizzo durante la vostra vita, riducete i miliardi di anni di sofferenza che verrebbero dopo che siete morti. Di conseguenza, la via religiosa serve a indennizzare sulla terra il corso di sofferenza che altrimenti dovrebbe essere pagato eternamente. (31-320, 7.6.1970)

La Chiesa dell’Unificazione non insegna a vivere una vita ricca e confortevole sulla terra. Anche se viveste una vita povera e miserabile, e moriste per la strada al punto che nemmeno i cani toccherebbero il vostro cadavere, verrà il giorno in cui i fiori sbocceranno nel luogo dove siete morti. Tutte le persone sante si raduneranno in quel posto per creare una grande città.

Il mio credo è lasciare che i membri della Chiesa dell’Unificazione passino attraverso tremende difficoltà per la nazione e il mondo, per trasformarli in figli di pietà filiale e sudditi leali per Dio. Io punirò quelli che non sono disposti ad andare. Spingervi a superare la vostra tragica situazione attuale e le vostre difficoltà, anche se c’è bisogno di prendervi a calci, è un segno del mio amore per voi. (49-303, 17.10.1971)

CAPITOLO II – Che tipo di luogo è il mondo spirituale?

Sezione 1. La realtà del mondo spirituale e le sue leggi

1.1. Il mondo spirituale è un mondo infinito che trascende il tempo e lo spazio

Sapete com’è infinito e sconfinato il mondo spirituale? Adesso siamo diventati consapevoli della vastità dell’universo. L’universo è vasto più di 22 miliardi d’anni luce. Che estensione è questa? La luce percorre 300 milioni di metri al secondo. In un secondo, la luce può fare sette e volte e mezzo il giro della terra. La distanza percorsa dalla luce in un anno a quella velocità si chiama anno luce. La luce impiega 22 miliardi di anni per attraversare l’universo, non 200 giorni. Allora quanto è vasto l’universo? L’intero universo è il teatro delle nostre attività. (206-83, 3.10.1990)

Dio esiste trascendendo il tempo e il mondo dello spazio che conosciamo oggi. Nel mondo spirituale, non esistono cose come un anno, due anni o anche un giorno. Non è conveniente? Una volta che entrate nel mondo spirituale, non avete bisogno di dormire. Potete vivere senza dormire. Potete vivere senza mangiare. Potete mangiare e sostenervi totalmente attraverso i vostri pensieri. Se vedete una cosa e ricordate che è buona, non la dimenticherete per migliaia di anni. Non è meraviglioso? (176-294, 13.5.1988)

Nel cielo non ci sono anni di trecento sessantacinque giorni come nel sistema solare sulla terra, né giorni di ventiquattro ore. Il concetto di un anno o di due anni di cui parliamo vale per questa terra. Un anno sulla terra è calcolato usando la posizione dei pianeti nel sistema solare, e un giorno è calcolato in base alla rotazione della terra sul suo asse. Il mondo spirituale non ha nessun motivo di ruotare sul suo asse per un giorno, come la terra o di viaggiare lungo la sua orbita attorno al sole per un anno. Nel mondo spirituale il mattino può essere eterno. Non c’è nessun concetto di giorni o di anni nel mondo spirituale. (175-196, 17.4.1988)

Nel mondo spirituale potete percorrere miliardi di chilometri in un secondo perché quel mondo trascende il tempo e lo spazio. Potete guardare indietro di mille o addirittura diecimila anni e vedere le cose del passato. Ma cosa cerchereste se guardaste nel passato? Se non vedeste nient’altro, cos’è che vorreste vedere? Se siete un uomo, desiderereste incontrare una donna. Dopo averla incontrata, vi domandereste quanto è grande l’amore originale nel cuore di quella persona o quanto amore essa ha. L’amore diventa l’unità di misura. (209-17, 24.11.1990)

Qual è il centro del mondo spirituale? La struttura del mondo spirituale ha come centro il Dio assoluto. E se questo Dio assoluto esiste, sarà stata l’origine dell’universo fin all’inizio. Dio ha creato ogni cosa. Poiché tutta la creazione appartiene a Lui, ogni cosa sente come Lui sente ed esiste in rapporto a Lui. Ad esempio, nel nostro corpo ci sono trilioni di cellule e ogni volta che una cellula avverte qualcosa in una certa area, questa sensazione è comunicata direttamente al cervello. È lo stesso per tutti gli esseri esistenti che sono collegati al Creatore originale. Inoltre, coloro che sono esseri umani per nascita, che vivono cercando il bene e i valori di una dimensione più alta, hanno origine da Dio, la causa originale. Di conseguenza, l’esistenza umana è vivere nel mondo di risultato, dove possiamo collegarci alla nostra origine attraversando un determinato corso. (140-123, 9.2.1986)

Che genere di essere è Dio? Dio è come la mente dell’universo esistente. Potete vedere la vostra mente? Il mondo spirituale è come il mondo della mente. È un luogo che trascende il tempo e lo spazio. Nel mondo spirituale potete mangiare liberamente tutto ciò che desiderate. Non c’è bisogno di preoccuparsi del cibo. Non c’è bisogno di preoccuparsi dell’acqua. Non c’è bisogno di preoccuparsi dei vestiti. Trascendete tutte le preoccupazioni per il cibo, i vestiti e l’alloggio. Nel mondo spirituale potete andare avanti e indietro, percorrendo miliardi di chilometri in un istante. Con quale potere potete far questo? Lo potete fare col potere dell’amore. Se desiderate vedere una persona che amate, essa apparirà immediatamente davanti a voi. (210-225, 23.12.1990)

Poiché gli uccelli possono volare, è comprensibile che anche gli esseri umani, che sono i signori della creazione, abbiano il desiderio di volare. Le persone sono fatte per volare. Il mondo spirituale è un luogo in cui si può andare dappertutto in un istante senza l’aiuto di un aeroplano, anche se quel mondo ha un’estensione di centinaia di anni luce. Non avete voglia di visitare questo posto? (199-128, 16.2.1990)

Se chiedeste a Dio: «Perché gli insetti e perfino i piccioni possono volare, ma noi esseri umani non possiamo farlo?», cosa pensate che vi risponderebbe? Quando Dio scende a visitarvi, dal Suo luogo elevato nel mondo spirituale, pensate che scenderà a piedi o volerà giù in un istante? Il mondo spirituale è un mondo infinito. Al giorno d’oggi abbiamo i satelliti costruiti dall’uomo che viaggiano fino a Venere. È un tempo in cui i satelliti seguono degli oggetti in movimento per quattordici anni e scattano delle immagini che poi ci vengono ritrasmesse. Ma nel mondo spirituale, per far questo non occorrerebbero quattordici anni, basterebbe un solo istante. L’essere spirituale si muove più veloce di un lampo. Di conseguenza, se desiderate seguire Dio che si sposta come una persona in spirito e diventare un partner oggetto di questo Soggetto d’amore vivendo con Lui, dovete camminare o volare? Col corpo fisico potete fare solo qualche passo. (298-289, 16.1.1999)

Quando osservate questo immenso universo, non pensate che potrebbero esserci delle stelle di diamanti nel mondo spirituale? Non pensate che potrebbero esistere delle stelle fatte d’oro? Tutte quelle stelle appartengono a voi. Potete provare quella gioia. Guardate la sbalorditiva creazione di Dio e… Questo è il mondo ideale dove tutte le comunità d’amore – la famiglia d’amore di Dio – si armonizzano come un tutt’uno e fanno l’esperienza di una vita di viaggi e di esplorazioni. Vi piacerebbe essere in loro compagnia e far parte di questa famiglia? (126-145, 12.4.1983)

Quanto siete convinti che esiste il mondo spirituale? Il mondo spirituale è un mondo più certo di questo. Che genere di mondo è? È un mondo in cui tutto è possibile, sulla base delle idee approvate da Dio. (107-56, 20.1.1980)

Nel mondo spirituale ci sono così tante persone. È un mondo talmente straordinario, un mondo ideale dove, in un istante, potete servire un banchetto per tutte le persone di ogni diversa nazione e per i miliardi di persone del mondo spirituale e avere lo stesso qualcosa che vi avanza. Io sto dirigendomi verso questo tipo di mondo. Non vado avanti con lo sguardo rivolto a questo mondo, vado avanti allineandomi con quell’altro mondo. (107-56, 20.1.1980)

Una volta giunta nel mondo spirituale, ogni coppia assomiglierà ad un’unica grande persona. Che aspetto hanno le persone nel mondo spirituale? Ognuno di voi diventerà come una cellula del corpo universale. L’intero mondo spirituale assomiglierà completamente a un uomo e una donna insieme. Ecco come apparirà. Tutto sarà unito. Se camminate in un certo modo, il mondo spirituale camminerà in quel modo. Quelli che sono in quella dimensione sono come le cellule di Dio. Sono un solo corpo. (207-97, 1.11.1990)

Nel mondo spirituale non occorrono spiegazioni e giustificazioni. Saprete ogni cosa con un semplice sguardo. In un istante, potete capire se una persona è sotto di voi, al vostro stesso livello o più in alto di voi. Anche quando incontrate delle persone anziane che sono vissute milioni di anni fa, potete immediatamente distinguere il loro rango nella gerarchia dell’amore. Questo rango è assoluto. Quelli che sono a un livello alto si adattano naturalmente ad esso e occupano la loro giusta posizione. Non è una cosa che accade arbitrariamente. Il mondo spirituale è diverso da questo mondo. Quelli che nella vita sulla terra hanno successo calunniando gli altri e complottando contro di loro, nel mondo spirituale si troveranno nella posizione opposta. Sarà alla rovescia. È per questo motivo che vi dico di cercare e trovare la via giusta. (194-133, 17.10.1989)

Cosa vorranno le persone nel mondo spirituale? Il mondo spirituale è un luogo dove tutti i vostri bisogni possono essere soddisfatti, secondo il vostro livello. Se desiderate una cosa, l’avrete immediatamente. È un mondo dove nulla è impossibile per una persona che ha un cuore volenteroso e uno spirito d’iniziativa. Se desiderate fare una festa per un milione di persone, è possibile farlo molto rapidamente perché un milione di persone appariranno immediatamente e tutti i preparativi saranno conclusi nel momento in cui pensate a questo. Ecco che genere di mondo è. Che cosa permette questo? L’energia atomica produce calore quando gli atomi si dividono; allo stesso modo, quando iniziate il processo creativo di divisione dell’amore, qualsiasi cosa sarà possibile in un istante. Non pensate che sarà così? (141-278, 2.3.1986)

Nel mondo spirituale, quando decidete di andare da qualche parte, siete già in viaggio. È così. Immaginate se questo immenso universo diventasse il teatro delle vostre attività. L’amore deve avere la precedenza. Se è così, dovrete soltanto dire: «Desidero vederlo. Desidero vederlo!» Se volete vedere qualcuno come il vostro sposo o una persona che amate, potrete andare da quella persona in un istante. Se incontrate un artista nel mondo spirituale, le vostre capacità artistiche saranno immediatamente coltivate a un livello che può competere con quell’artista. Nel mondo spirituale tutto è possibile. Così quando andrete là, potrete cantare e ballare in qualsiasi luogo vi piace. Tutti gioiranno e la vostra mente e il vostro corpo si armonizzeranno, danzeranno e canteranno. È uno spettacolo stupendo.

Se Dio facesse un disegno, non vincerebbe forse il primo premio? Giusto? Dio prende un dipinto, il capolavoro di qualcun’altro, lo appende a una parete e lo guarda? Oppure guarda la Sua creazione che si comporta come un capolavoro? Cosa pensate che preferisca Dio? I capolavori non sono necessari, giusto? Poiché il mondo spirituale occupa una posizione così suprema dove il vostro cuore è inebriato d’amore, là non invecchiate. Ora mia madre è vecchia, ma nel mondo spirituale appare nell’aspetto che ai miei occhi era il migliore. (201-101, 11.3.1990)

Sarebbe noioso se tutti i giorni fossero solo delle giornate luminose, piene di sole. Ci dovrebbe essere la nebbia, e la luna dovrebbe essere circondata dalle nuvole e a volte essere nascosta alla vista. Com’è bello poter vedere tanti cambiamenti di tempo! Rifletteteci. È un mondo d’arte. È un mondo artistico. Potete diventare una persona così, che nel mondo spirituale potrebbe far diventare nuvolosa una bella giornata o far scendere la nebbia se lo desiderate; potete diventare una persona che ha la qualità particolare e la capacità di creare una sfera di tanti diversi tipi d’emozione con l’amore. Così tutti nel mondo spirituale si interesseranno a voi e diranno: «È divertente stare con quella persona». (201-101, 11.3.1990)

Il mondo spirituale trascende i tempi e le distanze. Lì non esiste il concetto del tempo. Se pensate di vedere qualcosa, appare immediatamente. Potete entrare in rapporto con l’immenso Regno dei Cieli in un istante. Anche sulla terra con il telefono la distanza non è un problema, vero? Allo stesso modo, potete comunicare così con qualsiasi luogo del mondo spirituale. Quel mondo esiste come il mondo di causa, nascosto dietro le quinte come una centrale elettrica. (283-126, 8.4.1997)

Nel mondo spirituale ci sarà la notte oppure no? Una volta che andrete nel mondo spirituale, potrete comunicare liberamente con la terra e collegarvi direttamente a questo mondo materiale. Nello spirito, potete passare attraverso l’acqua e attraversare direttamente la terra per andare in un altro continente o in un’altra regione. Nell’universo ci sono un’infinità di stelle, ma quando andate come il partner del vero amore di Dio, tutte le strade si aprono per voi. La velocità dell’amore è di gran lunga la più rapida. La luce può percorrere 300.000 chilometri o fare sette volte e mezzo il giro della terra in un secondo, ma l’amore ha una velocità migliaia di volte più grande di questa. Se il vero amore decide di percorrere milioni e miliardi di chilometri, copre immediatamente quella distanza. L’immenso mondo spirituale può essere messo in moto in un istante. (294-310, 9.8.1998)

Che genere di lavoro pensate di fare quando andrete nel mondo spirituale? Cosa c’è da fare in quel mondo? Guadagnerete dei soldi? Avrete bisogno di vestiti e di una casa? Tutto quello che desiderate vi sarà fornito immediatamente. Nel mondo spirituale, non importa quanto sbraitiate o ricorriate alle minacce per ordinare qualcosa per voi stessi, non apparirà. Dovete saperlo. D’altro canto, qualsiasi cosa apparirà all’istante se direte che ne avete bisogno perché amate Dio, amate il mondo e servite il Re in qualità di principe del Regno dei Cieli. In un attimo potrete avere tutte quelle cose che prima nel mondo terreno non avete potuto avere. Dovete sapere che tutto ciò che si può immaginare nel mondo spirituale è possibile. (129-101, 1.10.1983)

L’amore è paragonato al calore. Ne parlate come se si trattasse di un calore, vero? Dite: «Il mio cuore arde», non è vero? Nel mondo spirituale, poiché Dio è l’essenza dell’amore, appare come luce e calore. Quando guardate con i vostri occhi spirituali, dovete sapere com’è forte la luce dell’amore, di che colore è, come è radiosa e se brilla con i colori dell’arcobaleno. La famiglia deve essere unita insieme per diventare una stella scintillante. Tutte le stelle hanno altri corpi celesti attorno a loro. Ci sono addirittura delle stelle che hanno altre stelle, come il nostro sole, che orbitano attorno a loro. (303-42, 4.7.1999)

Quando Dio iniziò la creazione, pensate che cominciò creando prima il colore che Gli piaceva di più o il colore che Gli piaceva di meno? Se questa è la domanda, allora di che colore è il fiore che sboccia all’inizio della primavera? È viola. Il colore viola comprende il rosso e il rosa, e quali altri colori? Ha in sé tutti i colori. Vi piace il colore viola, vero? Le cose eleganti sono di colore viola. Nel mondo spirituale, il colore più bello è il viola. (197-49, 7.1.1990)

Nel mondo spirituale potrebbe sembrare che non ci siano colori. È talmente luminoso che pare quasi d’argento. Assomiglia all’argento, ma poiché è così intenso e radioso, appare viola. Quando l’elettricità passa attraverso il filo di una lampadina, si illumina di luce bianca. In modo simile, nel mondo spirituale, le persone risplenderanno. Lì il colore della pelle non è un problema. Le persone buone che sono vissute con una vera coscienza vanno in un luogo alto del mondo spirituale.

Là non ci sono neanche persone handicappate. Le persone disabili o con delle deformità non avranno nessuna malformazione una volta che si liberano della carne. (293-223, 26.5.1998)

Che età avete quando vivete nel mondo spirituale? Vivete con l’aspetto che avevate all’età in cui eravate più belli. È questo l’aspetto che avrete nel Regno dei Cieli. Rimarrete così per l’eternità. Più bello è il vostro modo di pensare, più belli diventano il vostro volto e il vostro aspetto. Se conoscete il mondo spirituale, tutte queste cose sono collegate così. (294-309, 9.8.1998)

Una volta che entrate nel mondo spirituale, vi dimenticate della terra. Cosa farete su questa terra opprimente che è grande solo come il palmo della vostra mano? L’immenso universo è davanti a voi. Potreste ricordarvi qualcosa che è grande come un granello di sabbia? Eppure, la terra è l’unico posto che ha una fabbrica per produrre i cittadini del mondo spirituale. Nell’universo c’è solo un posto come questo. Che cosa? Pensate che ci sono delle persone che vivono su Venere? Questo è l’unico posto dell’universo abitato dalle persone. (198-367, 11.2.1990)

1.2. L’amore regna supremo nel mondo spirituale

Il mondo spirituale è un luogo dove prevale il concetto del vero amore. Il Regno dei Cieli è il luogo dove andate dopo aver sperimentato pienamente il vero amore sulla terra con tutti i vostri cinque sensi. Quando raggiungete quello stato, nel mondo spirituale potete fare qualsiasi cosa. L’ambiente ideale per la vita comincia da lì. Voi non sapete com’è meraviglioso tutto questo. (246-44, 23.3.1993)

Che tipo di luogo è il mondo spirituale? È un mondo d’armonia dove tutto è ricolmo e trabocca d’amore. Riuscite a credere che possiamo trasmettere l’elettricità a parecchi milioni di famiglie nella città di New York in un istante schiacciando semplicemente un bottone? Allora vi sembra una bugia o la verità quando dico che questo universo può funzionare premendo semplicemente il bottone dell’amore? Il Regno dei Cieli sulla terra è il luogo dove le luci sono tutte lampadine d’amore. Allora, che cos’è il Regno dei Cieli nel mondo spirituale? È un luogo completamente illuminato dalle lampadine dell’amore.

Perciò, se mantenete un cuore d’amore e tirate la corda dell’amore, potete trascinare ogni cosa dappertutto. Quando la tirate indietro, tutto va indietro. Quando la tirate di lato, si muove di lato. Quando la tirate in questo modo, cerca di andare in questo modo. Se l’alzate così, cerca di andare in alto. Potete controllarla come volete. Non oppone resistenza, ma si muove in modo naturale. Diventa automaticamente così. Capite? (112-17, 15.3.1981)

Nel mondo spirituale non c’è nulla da invidiare. Paragonerete la vostra incarnazione d’amore a un diamante, a una pepita d’oro o a una perla? Le pietre preziose non sono veramente importanti. Voi irradiate uno splendore più luminoso di tutte loro; un’incarnazione d’amore è più bella.

Ci sono dei diamanti d’amore tra i diamanti? Ci sono dei diamanti di vita? Noi siamo esseri di un valore talmente grande che possiamo addirittura muovere i cuori di diamanti e influenzare ogni cosa. Siamo dei preziosi diamanti d’amore. Siamo dei preziosi diamanti di vita. Ecco cosa siamo. Come siamo meravigliosi! (201-101, 11.3.1990)

Il mondo spirituale è un luogo pieno dell’elettricità dell’amore. Questo è il mondo spirituale che io conosco. Oggigiorno le persone cercano di stabilire dei legami d’amore con tutte le cose. Perché cercano di stabilire dei rapporti d’amore? Per stare al passo con il mondo spirituale. Questo è conforme esattamente alla teoria. Poiché le cose stanno così, noi, come esseri esistenti, non abbiamo altra scelta che conformarci a questo. Dovete sapere che non possiamo evitare di essere in quella posizione. (112-17, 15.3.1981)

Nel mondo spirituale ci sono un’infinità di miniere straordinarie, che vanno al di là della nostra immaginazione. C’è una riserva infinita di oro, di argento e di pietre preziose. Con i bei fiori che si trovano lì, se una persona che essi amano si avvicina, quei fiori si risveglieranno dal sonno, spalancando improvvisamente gli occhi e la bocca per darle il benvenuto. Ma se questa persona se ne va, anche se i fiori le chiedono di restare ancora un momento, diranno: «Oh!» e appassiranno. (213-277, 21.1.1991)

Quando Dio ride, il mondo intero ride insieme a Lui. Ecco com’è nel mondo spirituale. Quando andrete nel mondo spirituale, scoprirete un mondo di intuizione; saprete intuitivamente se quel giorno Dio è contento o no, e se si sente felice o no. Se nel mondo fisico succede qualcosa che fa piacere a Dio, allora tutto il mondo spirituale comincia a fluttuare, pieno di gioia. (193-264, 8.10.1989)

Che cosa farete nel mondo spirituale celeste? Canterete canzoni d’amore e direte parole d’amore. Nel mondo spirituale, se qualcuno vi parla in un modo melodioso e lirico, dovete rispondere a quella persona nello stesso tono lirico. Se vi parlano attraverso la danza, dovete rispondere ballando. Gioirete eternamente e non vi stancherete mai di danzare. Quando da una parte del cielo si comincia a ballare, tutto il Regno dei Cieli si metterà a ballare. Quando da una parte del cielo si comincia a cantare, tutti si metteranno a cantare. Fratelli, voi ballerete con le vostre amate mogli. Se ballate con la moglie di un altro, le dovrete dire: «Ballo con te per amare la mia adorata moglie cento volte più di te». Dovete pensare così.

Se doveste danzare tenendo le mani della moglie di un altro, lo fareste allo scopo di fare l’amore con vostra moglie in un modo che è mille o diecimila volte più stimolante di quello. (107-331, 8.6.1980)

Quando Dio vi guarda nel mondo spirituale, se raggiungete il punto dove il vostro cuore risuona con la campana dell’amore, la luce del vostro amore a poco a poco diventa più intensa. Questa luce risplende radiosa in cinque colori. Agli occhi di Dio, sembra più splendente di un diamante. Dio non solo ama questa luce, ma ne è attratto soprattutto perché in quella luce c’è un sapore gradevole. Più la guarda, più ne è estasiato.

Ecco perché Dio parla dell’amore. Se il vostro cuore risuonerà con la campana dell’amore, il cielo e la terra si commuoveranno. Se riuscirete a toccare il cuore delle persone di tutte le razze, Dio esclamerà: «Ah!» e sarà commosso.

Dovete capire che quella campana esiste. Quante lacrime avete versato per amore? Quante volte il vostro cuore si è spezzato per amore? Questa è la vostra ricchezza. (103-28, 28.1.1979)

Una volta che andiamo nel mondo spirituale celeste, possiamo incontrare una persona in un istante grazie al potere dell’amore, anche se vive lontano. Se per amore vogliamo far visita a qualcuno che si trova lontano nella nostra città natale, possiamo ritornare là in un istante.

Poiché il mondo spirituale è un mondo infinitamente vasto, attraverso l’amore possiamo andare avanti e indietro percorrendo milioni di chilometri in un istante. La velocità dell’amore è la più grande. Se non avete in voi nessuna base di aver unito la mente e il corpo nell’amore, non avete nulla a che fare con il mondo spirituale celeste. Ecco perché dovete sapere chiaramente che il punto di partenza dell’unificazione è dentro di voi, non in un essere oggettivo. (216-192, 31.3.1991)

Per quanto Dio sia in alto, se Lo chiamate con un cuore d’amore dicendo: «Dio!» la risposta verrà dal vostro cuore: «Che cosa c’è?» Allora Gli chiederete: «Dio, dove sei?» e Lui risponderà: «Che cosa vuoi dire, dove sono? Sono al centro del tuo cuore». Dio è l’origine. È il nucleo, la radice del nostro cuore. È così. (194-42, 15.10.1989)

Ciò che è essenziale nel mondo spirituale è amare Dio – più del mondo, più del vostro paese, più di vostra moglie e perfino più di vostro figlio. Questo è il principio. Vostra madre, vostro padre e i vostri figli devono tutti amare Dio alla stessa maniera. Vostra madre deve dire al marito: «Amore mio, tu mi puoi amare, ma ama Dio più di me». Solo allora può ricevere l’amore divino di suo marito in una dimensione più elevata.

Anche i figli devono implorare in ginocchio con le mani giunte: «Vi prego, metteteci da parte, e ricevete prima l’amore dall’altro vostro Genitore. Io voglio amarvi come i genitori che hanno ricevuto l’amore del Genitore originale». (126-142, 12.4.1983)

Il mondo spirituale è un mondo dove una persona che è in posizione di partner oggetto rispetto a Dio, l’incarnazione dell’ideale d’amore, può creare in un istante tutto ciò che immagina. È un mondo dove in un istante potete preparare un banchetto per miliardi di convitati.

Se volete fare felice Dio come oggetto del Suo amore abbigliandovi magnificamente, succederà all’istante. Il mondo spirituale è un mondo dove possono esistere e accadere cose che vanno al di là della nostra immaginazione. Quelli che conoscono il mondo spirituale non hanno nessun interesse per la vita terrena. Ecco perché, perfino essere messo in prigione, non mi ha assolutamente preoccupato. La nostra breve vita sulla terra è come trattenere il respiro per un attimo, in confronto alla vita nel mondo eterno. (211-244, 30.12.1990)

Con il cuore di Dio e il cuore del Regno dei Cieli, potete unirvi e armonizzarvi con tutte le cose, ovunque siate. Quando succede questo, le persone che possono varcare quelle porte e vivere dentro quel regno diranno: «Wow! Mansei! Dio è grande!» Desidereranno seguire Dio dappertutto e tutti saranno felici. Possono mangiare tutto quello che vogliono, indossare qualsiasi cosa desiderano indossare, giocare se hanno voglia di giocare, e fare qualsiasi cosa desiderano. Possono sentire tutte le cose che non hanno potuto sentire durante i cento anni della loro vita sulla terra. Possono provare una gioia e una gratitudine profonda, che può essere sperimentata in un momento e poi rimanere per sempre. (106-229, 30.12.1979)

Che genere di mondo è il mondo spirituale? È un luogo dove tutto è possibile se avete un cuore che vi permette di stare allo stesso livello del cuore di Dio. In futuro, quando avremo decine di milioni di membri, potrete dire: «Oh! Dovete cambiare tutti i vostri vestiti con questi abiti nuovi», e tutti all’istante cambieranno i loro vestiti con quelli nuovi. E se direte: «Che nel luogo tal dei tali appaia un banchetto!», succederà all’istante.

I tavoli saranno decorati d’oro e d’argento, con stoffa tessuta di cinque colori splendenti. Anche le sedie saranno così, e tutti i convitati si metteranno a ballare in un’estasi di gioia, felicità e amore. È un luogo dove potete essere felici, anche se doveste danzare per migliaia di anni. (106-229, 30.12.1979)

Nel mondo spirituale, appena dite con un forte cuore pieno d’amore che desiderate incontrare una persona distante cento milioni di chilometri, essa apparirà subito. Se chiederete: «Perché sei venuto qui?» risponderà: «Sono venuto qui perché tu mi hai chiamato». Se gli chiederete: «Quanti chilometri hai fatto per venire qui?» vi risponderà che ha percorso cento milioni di chilometri. Il mondo spirituale trascende le distanze. Quel mondo deve diventare la base delle vostre attività, allora perché la gente si fascia la testa per delle cose che lì non esistono, come i soldi, la conoscenza e il potere? Queste cose in quel mondo non esistono assolutamente. Nulla che è collegato a quelle cose durerà.

In questo mondo la gente ha bisogno di soldi, di conoscenza e di potere, ma nel mondo spirituale queste cose non sono necessarie. Se vi concentrate su queste cose, nulla nel mondo spirituale vi accoglierà. Anche se il mondo spirituale si interessasse a voi e volesse unirsi a voi, non avreste nulla. Là tutto ciò che va contro l’essenza originale non si può unire a voi. Non potrete attirare l’interesse del mondo spirituale. (205-128, 29.7.1990)

Se pensate: «Desidero incontrare la tale persona», apparirà immediatamente davanti a voi. Potrete conversare con questa persona e le chiederete: «Sei tu il tal dei tali?» e lei risponderà: «Sì, sono vissuto nel tale posto centinaia e migliaia di anni fa. Volevi vedermi? C’è qualcosa che desideri chiedermi?» Al che risponderete: «Sì. Io ho insegnato le cose in questa maniera. Come siamo diversi tu ed io! Vedi?» Non ci vorrà del tempo. Saprete immediatamente le cose non appena ha inizio la conversazione. Com’è sconveniente vivere in questo mondo terreno! Nel mondo spirituale non ci sarà bisogno di automobili. Le emozioni dell’amore possono creare qualunque cosa. Tutto può essere creato attraverso le idee. Si può creare qualsiasi cosa focalizzandosi sull’idea del vero amore. (217-131, 12.5.1991)

Quelli che sono vissuti milioni, persino otto o dieci milioni di anni fa, verranno a salutarvi. La Bibbia dice che la storia umana è lunga quanto – seimila anni? Questo è abbastanza assurdo. Quanto sono cambiate le cose negli ultimi millenni? Le persone che vivevano tanto tempo fa potevano sentire il cielo nel loro cuore molto più di quelle che vivono oggi. Però, dal punto di vista del nostro standard di vita, è il contrario. Lo sviluppo del tenore di vita e quello dei sensi spirituali vanno di pari passo, non è vero? Se approfondite la vostra conoscenza, capirete di più e diventerete più sensibili nel giudicare le cose. Di conseguenza, la base della percezione extra-sensoriale si espanderà ancora di più. Quindi, da ora in poi, il mondo spirituale insegnerà in modo naturale a quelli che hanno questa conoscenza e questo interesse per il futuro del mondo. Attraverso le vibrazioni spirituali e l’intuizione, capiranno cosa sta per succedere. Quelli che vanno verso la posizione più alta, alla fine non vedranno che un’unica meta. (206-138, 3.10.1990)

Se desiderate incontrare qualcuno che si trova a una distanza di milioni o miliardi di chilometri, questa persona apparirà immediatamente. Anche se il Regno dei Cieli è vasto, quando preparate il vostro cuore e dite che vorreste incontrare una persona che amate, essa apparirà davanti a voi. Com’è meraviglioso! Non è vero? Quando apparirà davanti a voi, saprete immediatamente a che livello siete; saprete se siete più in alto o più in basso di lei. Anche se fosse il vostro migliore amico, se dal punto di vista del cielo il vostro livello d’amore è superiore al suo, lui si inchinerà davanti a voi non appena vi raggiunge. Perfino vostra madre o i vostri antenati, che sono vissuti sulla terra tanto tempo fa, si inchineranno davanti a voi. Il mondo spirituale è questo tipo di luogo. (206-138, 3.10.1990)

In questa vita vi preoccupate del cibo, non è così? Abbiamo bisogno di fabbriche per produrre automobili, fertilizzanti, vestiti, cibo, e così via, non è vero? Le persone sono indaffarate a preparare i cibi a casa, vero? Nel mondo spirituale, molte di queste cose non esistono. Non c’è nessun bisogno di automobili né di aeroplani. In un batter d’occhio, potrete percorrere cento milioni di chilometri. L’energia spirituale viaggia più veloce dei raggi del sole. I raggi del sole, che sono stati creati da Dio, percorrono 300 milioni di metri al secondo.

L’elettricità non ha la stessa velocità della luce? L’energia dell’amore originale e l’energia della vita originale di Dio viaggiano ad una velocità infinitamente più grande della loro. (206-138, 3.10.1990)

Nel mondo spirituale, quando visitate qualcuno che si trova ad un livello d’amore inferiore al vostro, se volete, potete possedere la casa di questa persona. Quando entrate tranquillamente in quella casa, il suo proprietario diventa consapevole di questa possibilità non appena vi vede. Lo saprà non appena vede la vostra fronte e il vostro volto. Se riconosce che siete una persona di livello spirituale superiore al suo, vi accoglierà felicemente nel suo salotto e dirà: «Benvenuto nella mia casa!» (207-95, 1.11.1990)

Se diventate il figlio o la figlia di Dio, tutto il vasto universo diventerà vostro. Quando andrete nel mondo spirituale, vi piacerebbe seguirmi dappertutto? Ora non potete farlo. Non potete seguirmi nel posto in cui vado. La porta del vostro cuore è stretta. Il vero amore vi permette di passare liberamente attraverso una porta stretta o una porta larga. Solo il vero amore permette questo. Poiché il luogo del vero amore rappresenta l’insieme, potete entrare e uscire dovunque desiderate. (207-95, 1.11.1990)

Il vostro amore per l’umanità e tutte le cose che Dio ha creato è misurato in base a quanto le amate come Dio le ama. Potrete apprendere subito qualunque cosa, più velocemente di un computer. Le donne sposate sono orgogliose di dire quanto i loro mariti le amano, non è vero? Allo stesso modo, nel mondo spirituale, centrati sull’amore di Dio, potete essere fieri di quanto ricevete l’amore di Dio. Il vero amore originale è l’amore del livello più alto. Ogni altro livello è determinato a partire da lì. (216-171, 10.3.1991)

Se esiste una scala per raggiungere il cuore di Dio nel Regno dei Cieli, come la salirete? Andando avanti e indietro su un elicottero? Oppure usando un ascensore che vi porta dritti lassù? Andrete in elicottero? Userete l’ascensore. È un ascensore che funziona tutto l’anno. Viaggia verticalmente. Per collegarvi all’amore di Dio dovete seguire la via verticale che va verso l’alto.

Nella Bibbia è scritto: «Amerai il Signore Dio tuo con tutto il tuo cuore, con tutta la tua anima e con tutta la tua mente». Questo significa che il centro di ogni cosa è l’amore. Quando concentrate tutte le vostre funzioni e la vostra coscienza sul Dio d’amore, salirete diritti con quell’ascensore. Dovete sperimentare quel mondo straordinario. (208-142, 17.11.1990)

Nel mondo spirituale, se avete un rapporto verticale con Dio, vi adattate perfettamente dovunque andate, a nord, a sud, ad est e a ovest. Qualsiasi società che comprende tante associazioni e ha tante caratteristiche diverse… Quante persone ci sono in questa stanza? Se ce ne sono cinquecento, allora ci sono cinquecento tipi di persone. Ognuno è diverso, non è vero? Nel mondo spirituale le persone che hanno una natura simile, si riuniscono in gruppi. Questo avviene con più precisione che se fosse organizzato da un computer. Passando accanto agli altri potete capire la loro disposizione. Nel giro di una settimana, sarete capaci di vedere attraverso ogni cosa, dietro ogni individuo e perfino nel più profondo del mondo segreto di una persona. Le parole non sono necessarie. Potete percepire che cosa il cuore di una persona sta cercando di dirvi. È un mondo che sa tutto, come una specie di nonno computer. (211-244, 30.12.1990)

Capite che Dio ha creato tutto per amore? Se chiedete a Dio che cosa ama di più, secondo voi quale sarà la Sua risposta? Dio non ha preferenze. Non ha bisogno di soldi, di conoscenza o di potere. E noi di che cosa abbiamo bisogno? Nell’amore sono inclusi i soldi, la conoscenza e il potere. Il potere dell’amore è un potere eterno.

Una persona che comprende l’amore autentico non avrà bisogno di imparare nient’altro in cielo. Questo genere di persona può entrare e uscire dal cuore di Dio in qualunque momento. Può muoversi liberamente ad est, ad ovest, a sud e a nord attraverso il cuore di Dio, che è come una stazione ferroviaria centrale. Quando entrate e uscite di là, si genera un potere tremendo, perché tutta l’energia proveniente da nord, da sud, da est e da ovest si concentra lì. Persino una persona piccola e di poca importanza sarà elevata alla stessa posizione di Dio, quando passa attraverso il centro dell’amore. L’amore ha un potere così grande. (202-86, 6.5.1990)

Capisco perché il mondo d’oggi si appassiona così tanto dello spazio e dell’elettricità. Perché è simile ad un olio di lubrificazione interiore per stabilire il mondo ideale dell’amore. Dovreste dire: «Amen». Perciò, si può dire che il mondo spirituale è un mondo pieno dell’elettricità dell’amore.

In questo mondo dove nulla è impossibile, l’armonia si crea quando attingiamo all’elettricità dell’amore. Non c’è nulla che non possiamo fare attraverso l’elettricità dell’amore. Così possiamo vedere che il mondo spirituale ci offre delle possibilità che ci permettono di risolvere alcuni problemi fondamentali riguardanti la nostra comprensione e consapevolezza. Allora che cos’è il mondo spirituale? È una dimensione eterna che desidera degli elementi eterni.

Quindi, un essere spirituale che ha sperimentato l’amore qui sulla terra andrà senz’altro automaticamente in questo tipo di mondo, come se fosse attratto da una calamita. Il livello del mondo spirituale dove andrete dipende da quanto avete sperimentato e sentito queste cose. (112-17, 15.3.1981)

1.3. Nel mondo spirituale l’amore è come l’aria

Di che cosa è fatto il mondo spirituale? In quel mondo l’aria è costituita dall’amore. L’amore è l’aria. La vostra mente e il vostro corpo devono sentire il tocco dell’amore qui sulla terra e sperimentarli come qualcosa che genera armonia. Poi, una volta che entrerete nella sfera di questa esperienza, potrete andare dappertutto. Sarete collegati a Dio, come la linfa di un albero collega il germoglio alla radice. Percepirete in modo naturale quando Dio gioisce. Saprete che il banchetto di Dio si terrà ad oriente. Potrete andare là automaticamente. È la terra della libertà. (162-287, 17.4.1987)

L’aria che respirate nel mondo spirituale è fatta d’amore. Ogni cosa viene dall’amore, vive per l’amore e si armonizza con il principio dell’amore per poter amare. Soltanto quando realizzate questo amore potete incarnare la speranza a cui Dio ha aspirato nel corso della storia umana ed essere accolti dovunque andate nel Regno dei Cieli. (143-72, 15.3.1986)

Il mondo spirituale è costituito dagli elementi dell’amore. La terra è coperta dall’aria, ma il mondo spirituale è avvolto nell’amore. Sulla terra inspiriamo l’ossigeno ed espiriamo l’anidride carbonica, ma nel mondo spirituale dobbiamo vivere respirando l’amore. Nel mondo spirituale non dobbiamo dare e ricevere un amore umano profano. In quel mondo dobbiamo invece dare e ricevere il vero amore. (145-267, 15.5.1986)

Io vi devo colpire per trasformarvi in oro puro. Devo fare di voi dell’oro puro. Dopodiché, vi dovete sacrificare. Dovete morire finché non scomparite. Sparite, sparite, sacrificatevi, sacrificatevi e diventate zero. Perché siamo entrati nell’era dello spazio e nell’era dell’elettricità? Perché il mondo spirituale si sta avvicinando. Il nostro insegnamento dice che prima che appaia la verità, appariranno cose esteriori o di tipo Caino. Questo mondo è un mondo di tipo Caino. Da questo punto di vista, io sono il maestro pioniere degli studi sull’elettricità dell’amore di Dio. (112-19, 15.3.1981)

Una volta che andrete nel mondo spirituale, tutto sarà collegato dall’inferno al mondo spirituale intermedio, al paradiso e al Regno dei Cieli, in base a come vi adattate e vi conformate al Principio. Non pensate che ci deve essere un principio del genere? Anche se uno è un presidente degli Stati Uniti, un Premio Nobel o uno studioso di fama mondiale, può andare nel Regno dei Cieli quando va nel mondo spirituale? Può essere ammesso? No, non è possibile. Ecco perché il mondo della religione insegna alle persone a lasciare tutto e a partire. Allora qual è la cosa più preziosa? Ciò che conta è quanto una persona ha sofferto per il cielo, quanto ha sofferto per questo mondo e quante lacrime ha versato. Questo è il biglietto di ingresso per l’altro mondo. Non ci sono errori. È qualcosa di assoluto. Corrisponde alla teoria. (97-172, 15.3.1978)

Volete diventare delle persone senza fiato che soffocano e hanno bisogno della maschera d’ossigeno per stare al passo del mondo eterno allo scopo della resurrezione, oppure vivrete liberi nella sfera dell’amore di Dio dove potete muovervi in libertà? Questo è il corso di vita di ogni persona perché la vita sulla terra deve avere questo scopo ed essere per il bene del mondo. Dovete sapere che il corso inevitabile della vita deve essere un corso che seguite in previsione del futuro. (107-56, 20.1.1980)

1.4. La vita e i rapporti delle persone nel mondo spirituale

Dio è il Creatore che ha fatto il cielo e la terra. Egli è l’origine, il genitore di tutti gli esseri di questo mondo. È l’origine del valore di tutta l’esistenza. Grazie a Lui, il mondo fenomenico di oggi ha avuto origine. Questo essere assoluto non cambia seguendo i cambiamenti delle ere. Un essere assoluto non cambia. Non è limitato dal tempo e dallo spazio. Trascende tutte le limitazioni ed è colui che governa tutte le limitazioni. Chi è questo essere? Non Lo chiamiamo solamente Dio. Egli è il nostro “Padre” e perciò lo chiamiamo “Padre Celeste”. Come chiamate Dio? Egli è vostro Padre, che vi ha messo al mondo. La parola “rinascita” esiste a causa della caduta, ma Dio è il Padre, che all’origine vi ha dato la nascita. Il vostro padre fisico forma un ponte tra voi e Dio, ma dopo che il vostro padre fisico sarà andato nel mondo spirituale, lo chiamerete fratello, non padre. Allo stesso modo, chiamerete vostra madre sorella. (21-249, 24.11.1968)

Quando andrete nel mondo spirituale scoprirete che Adamo ed Eva chiamano Dio “Padre” e anche voi, che discendete da loro dopo migliaia di generazioni, Lo chiamerete “Padre.” Quando pregate dite “Dio, mio fratello maggiore,” o “Padre Celeste”? E il vostro padre naturale, allora? Chi sarà per voi nel mondo spirituale? Sarà il vostro fratello maggiore. Chi è un fratello maggiore? È qualcuno che è nato prima di voi. Vostro fratello maggiore è qualcuno che è venuto al mondo prima di voi. Così il fratello maggiore interiore è Dio e il fratello maggiore esteriore è il vostro padre fisico. Sappiate che non può esistere una teoria superiore a questa. (302-168, 13.6.1999)

Tutte le persone come chiamano Dio? Lo chiamano tutti “Padre” come i cristiani. Nella stessa famiglia, il nonno chiama Dio “Padre” e anche il padre lo chiama “Padre”. Anche i nipoti lo chiamano “Padre”. Tutti i membri della famiglia lo chiamano “Padre”. Ecco perché Dio è il Padre di tutta l’umanità. Dunque, Egli è il Padre dell’umanità e tutte le persone sono fratelli e sorelle. A volte mi domando come sarà interessante il mondo spirituale quando tutti penseranno così. (21-249, 24.11.1968)

Idealmente, sulla terra potremmo incontrare i nostri antenati della prima generazione. Ma che ne pensate di incontrare il Dio che ha creato i nostri antenati? Dovremmo anche essere in grado di vedere Dio. Sapete cosa significa questo? La famiglia è il luogo dove il Dio invisibile esprime il Suo amore. Nel corso della storia tutti gli antenati che sono nati dall’amore sono governati da quell’amore nel mondo spirituale. È lo stesso amore. (214-268, 3.2.1991)

Se tutte le famiglie si uniscono nel vero amore e vanno nel mondo spirituale, vivranno per sempre rimpinzandosi degli elementi spirituali della carne e del sangue di Dio. Quando andrete là, non troverete attività agricole né nessun lavoro. Potrete vivere per sempre solo annusando il cibo del vero amore. Potrete assaggiarlo semplicemente guardandolo. Condividerete e mangerete il cibo del vero amore. Vivrete condividendo la carne, il sangue e l’amore di Dio. (278-286, 26.5.1996)

Chi è Dio? È il vostro amico! È il vostro migliore amico. È vostro fratello maggiore, Padre, Re e Creatore. Così, quando entrerete nel vasto Regno dei Cieli nel mondo spirituale, anche se chiederete a Dio qualcosa di più grande di tutto quello che c’è là, Lui la farà per voi. Non sarà un problema. Come sarete orgogliosi! Questa è la posizione che rappresenta Dio. Pensate che Dio detesti le persone che raggiungono quella posizione? No! Egli le accoglierà dicendo: «Figlio mio, figlio mio numero uno!» Questo è il desiderio più grande di un genitore. (293-161, 26.5.1998)

L’amore tra un padre e un figlio è considerato prezioso in questo mondo. Se mentre siete sulla terra vivrete la vostra vita con questo tipo di amore, servirete Dio come vostro genitore e vivrete in cielo come il figlio o la figlia di Dio. Questo tipo di vita nel mondo spirituale corrisponde sotto ogni aspetto al tipo di vita di una famiglia non caduta sulla terra, perché il carattere e la qualità delle persone sono identici. (214-268, 3.2.1991)

Una famiglia che non è caduta può comunicare sia col mondo fisico che col mondo spirituale. Se chiamerete il vostro bis-bisnonno, lo potrete incontrare. Potrete scoprire chi è suo nonno e in questo modo scoprirete chi sono i vostri antenati della quarta, quinta, centesima, millesima generazione e più indietro. Se vi chiederete a chi assomigliano Adamo ed Eva, essi appariranno e diranno: «Ecco come siamo». Direte: «I miei occhi assomigliano a quelli di Adamo ed Eva! Anche il mio naso! E la mia bocca!» La forma dei vostri volti sarà simile. Ci sono più di quattro cose che formano l’aspetto del vostro volto? Gli occhi, il naso, le orecchie e la bocca. Quattro cose. Inoltre, direte: «Oh, le nostre membra sono le stesse! Anche loro sbattono le palpebre! Anche loro parlano! Ci assomigliamo! Ci assomigliamo proprio!» (214-268, 3.2.1991)

Nel mondo spirituale le nonne e i nonni pieni di rughe che ricordate avranno un aspetto molto più grazioso del vostro. Sembreranno più belli. Possono rimanere in quello stato se hanno l’amore. È un mondo unificato e bello. Potete comportarvi alla stessa maniera quando incontrate i vostri nonni? Com’è meraviglioso per noi vedere dei nonni e delle nonne stupendi! Una scena meravigliosa nel mondo spirituale è vedere una nipotina che grida entusiasta andando incontro ai suoi nonni. Se voi siete come vostro nonno, allora chi è il nonno di vostro nonno? Chi sono gli antenati dei vostri nonni? Il primo nonno è Dio. Se dite: «Ah, Dio, sono così felice!», Lui dirà: «Benvenuto!» e scoppierà di gioia, «Ah, ah, ah!» dicendo: «Ah, così va bene». (216-180, 10.3.1991)

Quando andrete nel mondo spirituale, non riconoscerete vostro nonno o vostro padre come quando erano qui sulla terra. Vostro nonno e vostro padre saranno completamente trasformati e appariranno giovani e belli. Non sembreranno vecchi. Così, all’inizio, non riconoscerete vostro nonno perché ha un aspetto giovane. Però, dopo aver parlato un po’ con lui, direte: «È vero. Sei mio nonno!» e lo abbraccerete. Ecco che tipo di mondo è. (271-333, 3.9.1995)

Quando andrete nel mondo spirituale, il vostro volto tornerà nel suo stato più bello, come quando eravate nei vostri 20 anni, nel fiore della gioventù. Il principio di creazione riguarda il tempo in cui l’amore fiorisce e diffonde il suo profumo. Così, quando entrerete nel Regno dei Cieli, la patria originale, il vostro volto tornerà com’era a quel tempo. Non riconoscereste la persona più anziana del mondo dopo che è andata nel mondo spirituale, anche se la incontraste là. Il suo viso sarà quello di un giovane adulto nei suoi 20 anni. Se avete conosciuto qualcuno quando aveva ottanta anni, quella persona anziana non sarà là. Ecco perché non la riconoscerete. Nel mondo spirituale ci sono personaggi storici di fama mondiale, ma non li riconoscerete. Li conoscerete soltanto dalle foto fatte al tempo della loro morte, ma poiché il loro aspetto è tornato ad essere come all’età in cui erano più belli, non li riconoscerete. (271-124, 23.8.1995)

Chi sono i fratelli e le sorelle più vicini nel mondo spirituale? Non sono i fratelli naturali. In questo mondo, il rapporto più profondo è quello tra genitore e figlio o quello tra fratelli? Poiché il rapporto tra genitore e figlio è più profondo, sarete più vicini a vostro padre, a vostro nonno, al vostro bisnonno e così via.

Quando risalite la linea verticale fino in cima, chi è l’ultimo nonno? È Dio. Ecco perché non dovete sentirvi soli se in questo mondo non avete amici. Non dovete sentirvi tristi quando vivete da soli e morite. Quando andrete nel mondo spirituale, avrete un sacco di fratelli affettuosi sopra di voi e al vostro fianco. Ma non diventerete automaticamente loro fratello senza fare nulla.

Potete diventare loro fratello solo quando avete acquisito il privilegio di servire Dio come vostro Padre. Vi dà fastidio avere vostro padre come vostro fratello maggiore, o vostro nonno come vostro fratello maggiore? Vi sentite bene o male? In un certo senso vi sentite male, vero? Sulla terra eravate abituati a chiamarlo padre, ma nel mondo spirituale lo chiamerete fratello. Dal suo punto di vista, anche vostro padre si sentirà male. Tuttavia, è così che lo dovete chiamare. (21-249, 24.11.1968)

Cosa succederà a una persona dalla pelle scura nel mondo spirituale? La pelle di un uomo nero sarà scura? Cosa pensate? Se una persona di colore desidera apparire come una persona bianca, può scegliere di farlo ogni volta che lo desidera, e viceversa. In questo caso, che effetto avrà questo nel mondo spirituale? Una luce deve essere luminosa. Che genere di luce? La luce dell’amore.

Per poter espandere la luce dell’amore, dovete risplendere interiormente ed esteriormente. Dovete prendere fuoco nello slancio di amare. Dovete liberare questa energia in grandi quantità ad est e ad ovest. L’amore è capace di fare una cosa del genere. Quando arriviamo a capire questo, tutte le vicende di questo mondo diventano delle semplici visite di passaggio. (194-56, 15.10.1989)

Se desiderate diventare una persona bella in cielo, dovete essere in armonia con il fiore dell’amore che fiorisce in tutta la sua gloria. Dovete esprimere la bellezza e la fragranza di quel fiore nel mondo dei vostri rapporti e vivere sulla terra in modo da produrre dei nuovi semi da quel fiore. Se andrete nel mondo spirituale dopo essere vissuti in questo modo, nel mondo eterno avrete questo aspetto. (256-170, 13.3.1994)

Quando andrete nel mondo spirituale, desidererete espandere l’amore che avevate con vostro marito sulla terra e renderlo più stimolante. Nel mondo spirituale, una donna innamorata avrà un uomo dentro di sé. (255-308, 11.3.1994)

Quali vette raggiungerà l’amore coniugale? Lasciatemi descrivere cosa succede quando entrate nel mondo spirituale. Anche se siete sedute, se vostro marito va a fare una passeggiata, nella vostra mente voi andate insieme a lui. Quando ritorna, la vostra mente sta già ritornando con lui. Camminate con vostro marito nella vostra mente. Sapete da dove viene e sapete dove sta andando.

Al giorno d’oggi gli uomini vanno nei bar e in altri posti. Le loro donne li sgridano, ma sono sempre ingannate perché non sanno dove sono stati. Nel mondo spirituale, invece, sapete tutto. (238-70, 19.11.1992)

Dovete andare nell’altro mondo, il mondo spirituale, e assomigliare a Dio. Ritornate da Dio. Le caratteristiche duali di Dio, la Sua natura interiore e la Sua forma esteriore, sono completamente unite. Quando un uomo e una donna si sono completamente allo stesso modo, paiono essere avvolti assieme nello stesso bozzolo, e tornano a Dio sulla base della loro unità. (230-201, 3.5.1992)

Nel mondo spirituale, quando una coppia è veramente unita nello spirito e nel corpo, in qualunque momento l’uomo può diventare la donna e la donna può diventare l’uomo. Dicono che l’amore è essere una sola carne, vero? Se guardate dentro una donna, ci sarà in lei un uomo. Il marito sarà dentro di lei. È esattamente la stessa cosa per le caratteristiche duali di Dio. Poiché gli uomini e le donne sono nati separatamente dalla natura interiore e dalla forma esteriore di Dio, quando ritornano all’origine, devono salire la scala dell’amore. Poiché il principio della creazione ha avuto inizio dall’amore, devono ritornare lì salendo quella scala. La destinazione finale è diventare come Dio. (205-97, 7.7.1990)

Quando andrete nel mondo spirituale e guarderete un uomo che è vissuto felicemente sulla terra con sua moglie, troverete dentro di lui una donna. Se gli chiederete: «Chi è quella donna?», risponderà: «È mia moglie». Vedrete anche un uomo dentro una donna. In questo modo, quando i due si uniscono, formano il quadrato del numero quattro – le quattro direzioni di nord, sud, est e ovest. L’uomo e la donna sono due. Quando un uomo e una donna, come yang e yin, abbracciano tutte e quattro le direzioni, servono Dio. Dio diventa un recinto protettivo. Se succede questo, Dio diventa il vostro Dio e voi vivete insieme a Lui. Lo sapevate che quando i genitori invecchiano e hanno più di 100 anni, diventano amici del loro figlio che ne ha ottanta? Non dicono: «Ehi, figlio!» Dicono: «Ehi, tu!» Gli parlano come ad un amico. Devono ritornare a Dio e alle relazioni originali. (252-105, 14.11.1993)

Quando una coppia che pratica il vero amore va nel mondo spirituale, sperimenta il modello originale di Dio dove Dio esiste con una natura interiore originale e una forma esteriore originale. Anche il Dio assoluto originale obbedisce assolutamente al vero amore. Così, quando quella coppia raggiunge il modello originale, che è un unico punto, diventa come Dio. Ritorna a Dio. Dio è l’Alfa e l’Omega. Ciò che rende questo possibile è il vero amore. I figli e le figlie che nascono sulla terra vanno nel mondo spirituale come genitori, non è vero? La logica è la stessa. Così, quando andate nel mondo spirituale, guardate gli uomini che qui sulla terra sono vissuti in armonia con le loro spose. Sembrano degli uomini, ma se li osserverete più da vicino, troverete dentro ognuno di loro il volto sorridente di una donna. Sarà l’adorata moglie di quella persona. Questo è l’ideale più grande. Poi potete diventare amici di Dio. Solo allora potete vivere con Lui. Siete nati grazie all’amore. (226-141, 2.2.1992)

Nel mondo spirituale, Dio si unisce armoniosamente agli esseri umani attraverso l’amore e noi ci uniamo a Dio attraverso l’amore. Diventiamo come Lui. Nella creazione, possiamo vedere che le caratteristiche duali di Dio sono divise, ma quando l’uomo e la donna si uniscono completamente nell’amore, nel mondo spirituale saranno come una persona sola. A prima vista quella persona avrà chiaramente l’aspetto di un uomo, ma guardandola più da vicino, troverete una donna che è unita armoniosamente dentro di lui. Gli occhi dell’amore sono completamente uniti in ciò che vedono. Anche le persone brutte appaiono belle. E le persone belle sembrano brutte? Appaiono belle. (205-341, 2.10.1990)

Se volete diventare un partner di vero amore, dovete mettervi nella posizione zero. Quando succede questo, Dio dice: «Sì, sì!» e quando guarda il mondo fisico, risplende come il sole sulla terra. Nell’instante in cui due persone esplodono nell’amore, anche Dio nel mondo spirituale sarà sorpreso di ciò che vede e dirà: «Oh, sì!» Quel fenomeno d’amore è una fiammata che dà il segnale. Vedendo quella fiammata, Dio visiterà il luogo dove quella coppia si svuota mettendosi nella posizione zero, ardendo col fuoco dell’amore che risplende come il sole. Vorrà andare lì dentro e trascorrere la notte in quel luogo del primo amore. (202-34, 1.5.1990)

Nel mondo spirituale, una persona che vive a migliaia e miliardi di chilometri di distanza verrà da voi e non vi vorrà lasciare perché avete lo stesso livello di cuore. Non direte: «Vorrei che se ne andasse via presto!» In quel mondo non c’è bisogno di cibo. Tutto sarà risolto dalla vostra intuizione. Questa è l’intuizione dell’amore che si diffonde in tutte le nazioni dall’esperienza completa di questo amore. Una volta che avrete il cuore di un rappresentante di Dio, tutte le persone necessarie si riuniranno e apparirà uno spiazzo che può essere riempito all’istante da milioni di persone. (225-223, 20.1.1992)

Dio non esiste da qualche altra parte. Dove esiste? Essere onnipresente significa che Dio non esiste soltanto in un posto. Esiste dove c’è l’amore. Dovete saperlo. Dio è onnipresente attraverso l’amore. Anche ognuno di noi può essere onnipresente attraverso l’amore. È il nostro privilegio. Quindi il proprietario esiste nei luoghi dove c’è l’amore. Poiché conoscerete immediatamente il proprietario, non ci sarà nessuna possibilità che i ruoli dell’ospite e del padrone si invertano. Ecco com’è il mondo spirituale. Tutto è controllato sulla base dell’amore. (149-23, 1.11.1986)

Che cos’è un uomo? Da solo non è che una metà. E la donna? Anche lei è solo una metà. Persino Dio, l’essere supremo, non può stare senza un partner oggetto. Quindi la cima ha bisogno del fondo e il fondo ha bisogno della cima. Che cos’è il mondo spirituale? È solo una metà dell’universo. Anche il mondo fisico da solo è una metà. (161-320, 8.3.1987)

Cosa farete quando andrete nel mondo spirituale? Come vivrete in futuro quando tutte le persone della storia passata verranno a vivere insieme oltre il livello del mondo? Vivrete gli uni per gli altri. Quando andate nel mondo spirituale, continuate una vita che ruota attorno all’ideale dell’amore. Perciò investite in qualcosa che ha un valore più grande e che vi dà gioia.

Il mondo spirituale è l’estensione del mondo fisico. Se perseguirete gli aspetti profondi e gioiosi, che abbracciano tutto dell’ideale dell’amore celeste sulla terra, allora, quando andrete nel mondo spirituale, vi collegherete sia alla sfera esteriore dell’amore con tutte le sue diverse qualità, che alla sua essenza interiore. Perciò, alla fine, dovete essere in grado di investire il vostro amore in tutti i suoi aspetti – profondo e superficiale, alto e basso. Dovete vivere questa vita di ricreazione al posto di Dio. (164-326, 18.5.1987)

Volete diventare un rappresentante che può smuovere il mondo spirituale? I razzisti non ci riusciranno mai. Gli umanisti, i materialisti e i settari non ce la faranno. Soltanto gli Unificazionisti potranno riuscire in questo campo. Supponiamo che andiate nel mondo spirituale. Lì non c’è bisogno di preoccuparsi del cibo o dei vestiti. Non avete di che preoccuparvi per vivere. Quali saranno i vostri hobby là? Dovete capire che c’è nulla di più grande che partecipare a riunioni e a banchetti insieme a Dio. Fare una festa con Dio è il più grande ideale. Là troverete l’amore e la gioia. La felicità comincerà a sorgere da quel luogo. (162-110, 30.3.1987)

Nel mondo spirituale, le persone verranno da voi percorrendo centinaia e addirittura milioni di chilometri di distanza in un attimo. Quando le incontrerete, saprete da dove sono venute guardando la loro fronte. Non chiederete a qualcuno da dove viene e poi gli farete un cenno con la testa per salutarlo. Questa non è l’usanza del mondo spirituale. Quando incontrate delle persone che sono vissute centinaia di anni fa, se il livello del vostro carattere d’amore è alto, saranno loro i primi a chinare naturalmente il capo. Le persone sono mosse dall’amore. Il vostro amore per l’umanità e per tutte le cose che Dio ha creato è misurato in base a quanto le amate come Dio le ama. Potrete apprendere subito qualunque cosa, più velocemente di un computer. Le donne sposate sono orgogliose di dire quanto i loro mariti le amano, non è vero? Allo stesso modo, nel mondo spirituale, potete essere fieri di quanto ricevete l’amore di Dio. Il vero amore originale è l’amore del livello più alto. Ogni altro livello è determinato a partire da lì. (216-171, 10.3.1991)

Un fiore si schiuderà persino per una persona anziana, quando prova l’amore essenziale e originale. Ecco perché quando le persone vanno nel mondo spirituale, tutto ritorna al tempo in cui fioriva la loro gioventù. Ritrovano l’aspetto che avevano quando erano nel loro periodo più bello – durante la loro giovinezza – e rimangono così per l’eternità. Ecco perché l’amore è stupendo. Se non ci credete, potete morire oggi e scoprirlo da voi stessi. Non sarà meraviglioso diventare di nuovo giovani? (204-82, 1.7.1990)

1.5. Il cibo, i vestiti e l’alloggio non sono un problema nel mondo spirituale

Com’è la vita nel mondo dell’aldilà? Non vi dovete preoccupare di cosa mangerete, di dove vivrete o di come vi vestirete. Perché no? Perché secondo il vostro stato spirituale, tutto quello che desidererete sarà possibile. Potete mangiare anche nel mondo spirituale. Nel mondo spirituale, quando vi toccate, potete sentire il flusso del vostro sangue e le vostre pulsazioni. Anche se è un corpo spirituale, ha le stesse sensazioni. Quando desiderate mangiare, il cibo sarà creato in un attimo. Quando esprimete il desiderio di una cosa, questa apparirà all’istante. Da dove viene? Il mondo spirituale è un luogo dove potete usare il potere della vostra autonomia per mobilitare le risorse essenziali. Che cosa possiede questa autorità attiva e soggettiva da consentirle di mobilitare l’insieme? Non è il potere, la conoscenza o il denaro. È l’amore. (194-42, 15.10.1989)

L’universo che Dio ha creato è immenso! Non ci sono automobili o ristoranti nel mondo spirituale. Però, nel mondo spirituale, con l’amore possiamo esprimere le nostre capacità originali. Possiamo creare tutto come se fossimo Dio, il Creatore, che ha creato tutti i tipi di cose sulla base del concetto del vero amore. Quando, spinti dall’amore, ordinate ad una cosa di apparire, questa cosa apparirà nella sua forma perfetta Se dite: «Appaia questo tipo di strumento!», apparirà subito. Non è meraviglioso? Se pensate: «Devo preparare questo tipo di pranzo per le decine di migliaia o addirittura di milioni di persone che sono venuti nella sala del banchetto», apparirà senz’altro. Se desiderate un abito da cerimonia d’oro, apparirà all’istante. Com’è bello e meraviglioso tutto ciò! È davvero stupendo! (217-293, 2.6.1991)

Ci saranno delle fabbriche di automobili nell’altro mondo? Nel mondo spirituale, le automobili possono percorrere milioni di chilometri in un istante. Io conosco molto bene tutte queste cose su quel mondo, ed è per questo che non voglio vivere nel mondo fisico. L’immenso mondo spirituale è tutto costruito sull’amore. Tutto è perfetto se possedete la sfera del cuore di Dio che è in armonia con quell’amore. La storia della creazione continuerà per sempre. Dovete realizzare quello che vi siete prefissi armonizzandovi a quel cuore d’amore. Una volta che decidete una cosa e la ordinate, si realizzerà all’istante. (202-86, 6.5.1990)

Quando siete nel mondo spirituale, pensate che dovrete urinare oppure no? Perché non andate là a scoprirlo? Io posso dirvi che dovrete urinare anche nel mondo spirituale, ma quelli che non sono d’accordo dovrebbero andare là e scoprirlo da soli. E per quanto riguarda andare di corpo? Pensate che là lo facciamo oppure no? Là fate tutto, ma ritornerà immediatamente agli elementi. Gli scienziati dicono che ci sono 107 elementi fondamentali nell’universo, anche se il loro numero è in continuo aumento. Comunque, l’urina e le feci ritorneranno ai loro elementi. Ecco perché non dovete lavarvi nel mondo spirituale. Se muovete le mani con un cuore d’amore, ogni cosa ritornerà al suo posto originale. Se chiedete qualcosa con un cuore d’amore, quella cosa apparirà. Con un cuore d’amore è possibile mobilitare qualsiasi cosa. (212-30, 1.1.1991)

Esistono panifici nel mondo spirituale oppure no? C’è una fabbrica che produce bibite e succhi oppure no? Perché no? Non sapete perché, vero? C’è una fabbrica che costruisce le automobili nel mondo spirituale oppure no? Direte: «Desidero andare in giro con un’automobile di lusso» e poi viaggerete su quell’automobile? Sulla terra, le persone si vantano di possedere una Mercedes Benz, ma nel mondo spirituale non c’è bisogno di automobili. (207-94, 1.11.1990)

Nel mondo spirituale, potete tenere gli occhi aperti per sempre e ascoltare per sempre. Potete vivere per sempre, anche senza mangiare. Mangereste il riso perché vi è detto di farlo, quando siete già soddisfatti così come siete? Mangereste se vi dicessero di farlo? Io no. Nel mondo spirituale, potete vestirvi come volete. «Oggi indossiamo tutti un abito d’oro. Va bene, mettiamoci un diamante. La regina d’Inghilterra ha un diamante di 517 carati, perciò prendiamone uno più bello. Datemi un diamante di 17.000 carati». Se dite queste cose, le potete avere tutte in un istante. Potete creare qualsiasi cosa. Sentendo questo, forse penserete che sia una mia immaginazione, ma sappiate che quello che vi dico è nel dominio della possibilità logica. (112-17, 15.3.1981)

Il mondo spirituale celeste è un luogo pieno dell’aria dell’amore. Possiamo capire questo concetto con la struttura di percezione che esiste qui sulla terra. Se il Dio d’amore, con un cuore d’amore e nella speranza di nutrire l’umanità tutta di un colpo facendola felice, dice: «Ci sia del riso», il riso apparirà. È così, perché dobbiamo mangiare anche nel mondo spirituale. Perciò, mangiate il cibo dell’amore. Quando le persone si guardano, lo fanno con gli occhi dell’amore. Anche se siete battuti, cercate di essere colpiti di nuovo. Non ci sono parole per descrivere il mistero del mondo spirituale. Non vi stancate mai di ascoltare. Non c’è nessun concetto di sonno o di stanchezza. Non vi sentite mai stanchi e non c’è nulla che vi può entusiasmare più dell’amore di Dio. Non c’è nulla che vi annoia o vi disturba. Come potete stancarvi se tutte queste cose non esistono? (112-17, 15.3.1981)

Nel mondo spirituale siete completamente liberi dai problemi del cibo, dei vestiti e dell’alloggio. Quando siete nel dominio dell’unità dell’amore, in posizione di partner oggetto di Dio, potete fare le cose che Dio fa. Potete fare qualunque cosa. Potete trascendere miliardi di anni in un istante. La velocità dell’amore è una super velocità. Non ci vuole del tempo per visitare il luogo dove vive la persona che amate. Potete andare e venire in un istante. Così potete incontrare immediatamente la persona che amate. Non ci sono ostacoli dal momento che è un regno assoluto. È un mondo che trascende le limitazioni e va al di là del tempo e dello spazio. Nessuno sapeva che questo tipo di mondo infinito era stato preparato per gli esseri umani. Siamo venuti a conoscenza di queste cose attraverso i Veri Genitori. (259-56, 27.3.1994)

Sapete su cosa si focalizzerà la vostra vita nel mondo spirituale? Ci sono fabbriche e automobili nel mondo spirituale oppure no? Ci sono fabbriche di articoli di consumo? Nel mondo spirituale mangiate? Indossate dei vestiti? Anche se nel mondo spirituale queste cose fisiche non esistono, se la qualità del vostro carattere raggiunge lo standard di valore come partner oggetto di Dio, potete ereditare la capacità creativa di Dio. Nel mondo spirituale potete preparare un banchetto per milioni di persone in un istante. Se avete un cuore di vero amore che sente: «Devo dar da mangiare a queste persone», e se avete una mente d’amore sincero come Dio, qualunque cosa è possibile.

Perciò, nel giardino dell’amore, la persona che durante la sua vita si è allenata a stare al passo nuotando attraverso tutte le onde del mondo dell’amore, può entrare persino dentro Dio. Perché? Perché le onde del vero amore sono le stesse; non c’è nessuna discordanza. (203-340, 28.6.1990)

Quando andate nel mondo spirituale, se pensate: «Oggi vorrei mangiare questo cibo», quel cibo apparirà all’istante. Se desiderate incontrare la persona che amate, potete unirvi a quella persona in un baleno. Se lo chiedete in questo modo, lei può apparire immediatamente. Potete creare una sala da banchetto per decine o centinaia di migliaia di persone in un istante. Non è un’invenzione. La teoria stessa è così. Gli avanzi ritornano alla loro forma originale. Ritornano agli elementi nel loro stato originale. Ecco com’è conveniente il mondo spirituale. Perciò sto andando in questo posto dove ogni persona dell’universo desidera ardentemente venire con me. (227-100, 10.2.1992)

Nel mondo ideale della creazione, il Regno dei Cieli è la nostra casa. Anche se è tanto vasto, è lo scenario dove si svolge la nostra vita. È la nostra casa, non è la nostra nazione. Esistono molte istituzioni e occupazioni, ma nel mondo spirituale non è così. È semplice. Ci saranno delle fabbriche per sostenere l’economia? Ci saranno delle fabbriche che confezionano vestiti e lavorano il riso? Là nessuna delle cose indispensabili per vivere o delle contingenze di questo mondo sono necessarie. Perciò avremo bisogno di fabbriche oppure no? È una società ideale che fiorisce come un fiore. Potete mangiare ogni volta che lo volete. Tutto ciò che pensate appare immediatamente. Ci sarà bisogno dei cassonetti dei rifiuti? Non ci sono bidoni della spazzatura. È un mondo dove le cose ritornano ai loro elementi con un gesto della mano. (204-174, 8.7.1990)

Quando andrete nel mondo eterno, ci sarà un sistema politico, ma non c’è bisogno di un sistema economico. Siete riforniti di tutto ciò di cui avete bisogno in qualunque momento. (167-59, 14.6.1987)

L’economia è un problema secondario. Pensate che entrerete nel mondo spirituale con una ciotola di riso in mano? Pensate che mendicherete il cibo? Nel mondo spirituale il cibo appare nell’istante in cui desiderate mangiare. Dopo aver finito di mangiare, se dite al cibo di ritornare a zero, lo farà. Quindi, ogni cosa è solo un oggetto che può essere usato in base alla qualità del vostro carattere. L’oggetto non avrà alcuna influenza di tipo soggettivo su nessuna cosa. (167-61, 14.6.1987)

Le parole non possono esprimere quanto è meraviglioso il mondo spirituale. È un luogo dove non c’è da preoccuparsi per il cibo, i vestiti e l’alloggio. Ci sono case, vestiti e cibo da mangiare che potete usare come volete. La persona sarà rifornita gratuitamente delle condizioni ambientali appropriate in base al livello d’amore raggiunto dalla maturità del suo carattere. Anche se siete addormentati, il vostro corpo spirituale vi conduce in luoghi dove potete fare la colazione e la cena. Ecco come stanno le cose nel mondo spirituale. Siete liberi in questo modo. Potete persino mangiare mentre dormite e andare avanti per la vostra strada secondo i vostri desideri. Il vostro corpo spirituale è fatto così. (248-163, 1.8.1993)

Cosa succederà quando andrete nel mondo spirituale? Là non vi dovrete preoccupare di cosa mangerete. Non lavorerete per guadagnare il pane o il cibo. Potete mangiare ogni volta che desiderate farlo. La cosa interessante è cosa succede agli avanzi dopo che avete finito di mangiare. Direte: «Ritornate!» ed essi torneranno ai loro elementi, la forma originale. Che tipo di persona può muoversi in tutte le direzioni in quel mondo? È una persona che vive inebriata dall’amore di Dio. Poiché il mondo spirituale è un luogo dove l’ideale di Dio si realizza in tutte le direzioni, le persone che vivono rapite nell’amore di Dio sono in una posizione prominente. (198-293, 5.2.1990)

Nel mondo spirituale, bevete gli elementi. Se è acqua, bevete gli elementi dell’acqua. Sapete quali sono questi elementi? In questo modo mangiate a sazietà e, con un gesto della mano, il cibo ritorna agli elementi. Non ci sono bidoni della spazzatura. (211-244, 30.12.1990)

Nel mondo spirituale avete bisogno di lavorare? Dovete lavorare per otto ore anche lì? Esiste la notte? Non c’è la notte. I vostri occhi sono sempre aperti. I vostri organi lavorano sempre, ma cosa fanno? Di che cosa si occupano? Che genere di attività vi fa gioire, anche se potete andare avanti per l’eternità con gli occhi aperti e senza dormire? È l’amore. Una volta che avete l’ideale dell’amore e chiedete ad una cosa di apparire, apparirà all’istante. Se sono riunite lì diecimila persone, tutto sarà preparato quando date l’ordine: «Preparate una sala da pranzo e un banchetto per diecimila persone!» (107-331, 5.1.1986)

Dovrebbe esserci l’aria nel mondo spirituale? Perché avete bisogno dell’aria? Sarebbe bello se potessimo vivere senza respirare! Perché abbiamo bisogno dell’aria? Non potete crescere se vivete senza respirare. Non potreste collegare i due mondi. Dovete collegarli. Dovete unire il vostro corpo spirituale e il vostro corpo fisico. Per poter crescere, il corpo spirituale ha bisogno di avere un corpo fisico che cresce. Non può essere bloccato nel suo stato attuale. Allora cosa dobbiamo fare? Nello stesso modo in cui Dio respira l’aria invisibile dell’amore, anche le cose invisibili forniscono gli elementi che sono la fonte della vita. (197-42, 7.1.1990)

In questo mondo, sbattete le palpebre per impedire che la polvere nell’aria vi entri negli occhi. Nel mondo spirituale c’è la polvere? Se Dio avesse tenuto aperti gli occhi nel mondo spirituale per migliaia e decine di migliaia di anni, si sentirebbe bene? Poiché gli occhi hanno sbattuto per abitudine sulla terra, sbatteranno nel mondo spirituale, anche se non c’è polvere. Perché Dio sbatte gli occhi? Perché assomiglia a noi. (197-15, 7.1.1990)

Volete andare nel mondo spirituale oppure no? Potrei dirvi una bugia. Ma anche se fosse una bugia, se credete che è la Parola di Dio e poiché Dio ha l’abilità di creare, dovete sapere che queste parole sono capaci di creare delle cose che sono persino più grandi dei desideri di Dio. Quando il diavolo dice: «Ehi, Dio ti ha detto così e così», e voi credete in cose più grandi di quelle che ha detto il diavolo e agite in base ad esse, Dio ha molti modi di creare e far sì che queste cose si avverino. (212-30, 1.1.1991)

1.6. L’amore è l’origine dell’autorità nel mondo spirituale.

Nel mondo spirituale, non avete bisogno di soldi. Non avete bisogno di conoscenza. Ecco com’era quando sono andato là. Non avete bisogno di potere. Dio può creare abbastanza soldi per risparmiare. Può addirittura creare delle stelle di diamanti. Egli è l’Essere Assoluto, è il grande Re della conoscenza, è il grande Re dell’autorità. Può esercitare eternamente e liberamente la Sua autorità in ogni momento, al di là delle quattro stagioni dell’inverno, della primavera, dell’estate e dell’autunno. Di cosa potrebbe avere bisogno? (196-311, 12.1.1990)

Nel mondo spirituale infinito vivono miliardi di persone. Quando andrete là, potrete incontrare qualsiasi persona. Non c’è bisogno di studiare la storia. Tuttavia, se pensate: «Desidero incontrare il tal dei tali!» e chiamate questa persona, essa apparirà solo se la chiamate con amore. Non apparirà se siete avidi e pensate: «Poiché è un uomo erudito, lo incontrerò per avere la conoscenza». Non potrete incontrarlo. Dovete avere l’amore. Se chiamate una persona con un cuore d’amore, riconoscendo le difficoltà che ha attraversato per diventare così famosa, potrete avere a che fare con qualsiasi persona dall’est, dall’ovest e da tutte e quattro le direzioni. (233-140, 1.8.1992)

I soldi? Potete farne tanti quanti ne volete. La conoscenza? Dio è il Re della conoscenza. Il potere? Il presidente della Repubblica di Corea è forse più che un pezzo di straccio? Posso sembrare rude, ma che cos’è il presidente di un paese grande quanto la centesima parte dell’Unione Sovietica? La conoscenza, i soldi e il potere sono solo alcuni valori che le persone perseguono nel corso della loro vita. Un professore può vantarsi della sua conoscenza per mille o diecimila anni? Può andare in giro a vantarsene? Il sapere rimane con lui durante la sua vita. La conoscenza sta con voi solo durante la vostra vita fisica. La stessa cosa vale per i soldi e il potere. Mi dispiace dire queste cose. Quando parlate di una persona dicendo: «È grande» di solito non lo dite per la sua conoscenza, i suoi soldi, o il suo potere? In questo mondo può essere così, ma per Dio tutte queste cose non contano nulla. Nel mondo spirituale sono tutte senza valore. (203-291, 27.6.1990)

Su quale base l’umanità e la sua storia possono essere risolte e portate a compimento? L’umanità deve conoscere Dio. Dio è un Dio di carattere. Dio non può essere vago. Noi stessi siamo reali e sostanziali. Poiché siamo esseri di carattere – con intelletto, emozione e volontà – anche Dio, il nostro partner soggetto, ha un carattere che comprende intelletto, emozione e volontà. È così che vediamo le cose. Fra tutti i numerosi attributi di Dio, qual è quello principale? È l’emozione. È l’amore. Dio ha bisogno soprattutto dell’amore per vivere realizzandosi completamente. Nel Regno dei Cieli non si vive solo di conoscenza.

A causa della vostra ignoranza del mondo spirituale non capite queste cose, ma in quel mondo vi ci vorrà meno di una settimana per imparare tutto. È come uno specchio in cui potete vedere riflesso il vostro cuore. Il mondo spirituale è un mondo di intuizione dove potete ottenere in una settimana tutta la conoscenza che una persona molto intellettuale ha accumulato nel corso di tutta la sua vita sulla terra. Poiché vedete le cose attraverso la luce del vostro cuore, capirete automaticamente quel mondo e tutte le sue relazioni. Solo attraverso l’emozione e il cuore capirete se una persona ha con voi un rapporto di partner oggetto o di partner soggetto. È impossibile fare questo attraverso la conoscenza o qualsiasi altro attributo di Dio. (210-312, 27.12.1990)

Che cos’è la conoscenza? Col sapere e le informazioni potete controllare l’ambiente. Ma se solo avete l’amore, che è la conoscenza più grande di tutte, avete una base che permette ad ogni cosa in cielo e sulla terra di collegarsi a voi. Sono le persone con il sapere che dominano questo mondo. Non si dice forse che sapere è potere? È logico che una persona che ha il potere domini. Per questo motivo, una persona che ha l’amore non ha bisogno di conoscenza. Nel mondo spirituale saprete tutto senza nemmeno studiare. (202-86, 6.5.1990)

L’universo è il nostro grande campo d’azione, ma ci rompiamo la testa per cose come i soldi, la conoscenza, il potere, che nel mondo spirituale non esistono. Nessuna di queste cose rimane in quel mondo. Sulla terra i soldi, la conoscenza, il potere sono necessari, ma nel mondo spirituale non c’è n’è bisogno. Sono le persone del mondo satanico che aspirano a queste cose. (205-128, 29.7.1990)

Nel mondo spirituale avete bisogno di soldi? Avete bisogno di potere, di conoscenza o di cibo? Se avete bisogno di queste cose, appariranno nel momento in cui le desiderate. Nel mondo spirituale non ci sono fabbriche che producono il cibo. Non ci sono scuole. Non ci sono persone con un’autorità secolare. Solo Dio è la fonte della forza.

Il mondo spirituale è la nostra patria eterna. Il nostro luogo di riposo ci aspetta là. Che lo vogliano o no, andranno tutti in quel luogo. Lo so molto bene. (231-270, 7.6.1992)

In quel mondo il potere non è necessario. Nel mondo spirituale il potere è fondato sull’amore che genera armonia. È un potere di influenza basato sull’amore. È questo tipo di mondo. Perciò una persona che non ha acquisito la capacità di influenzare attraverso l’amore non può essenzialmente entrare in armonia con il mondo originale, che è influenzato dall’amore, e una volta che entra in quel mondo è automaticamente respinta. Andrà all’inferno. Questo è un problema serio. (230-28, 15.4.1992)

Nessuno odia l’amore. Se non avete soldi, li fate. Potete sempre studiare nel mondo spirituale se non lo fate adesso. Nel mondo spirituale, non ci vogliono neanche tre giorni per ottenere i requisiti necessari per laurearsi all’università di Tokyo.

Quando provate ad esprimere i vostri pensieri più profondi guardando il cuore di una persona, lei capterà il vostro pensiero prima ancora che lo esprimiate. Per questo motivo, in quel mondo non potete nascondere nulla. Non è conveniente? Neanche un computer con il processore più veloce e con la memoria più grande può competere con questo. (229-95, 11.4.1992)

Tutte le cose di questo universo sono collegate attraverso l’amore. Il mondo spirituale e tutta la creazione sono collegati dall’amore. Sono collegati sulla base del vero amore. Perciò, potete essere collegati a qualsiasi luogo solo se avete il vero amore. Se avete il vero amore, tutte le cose si inchineranno davanti a voi.

Non c’è bisogno di educazione nel mondo spirituale. Nel giro di una settimana, chiunque può imparare dieci volte più di una persona che si è laureata all’università di Tokyo. Non siate fieri di voi stessi perché vi siete laureati in quell’università. Una persona di coscienza capirà ogni cosa in un attimo. Non avrà bisogno di nessuna spiegazione. (229-20, 9.4.1992)

Nel mondo spirituale non c’è bisogno di studiare le lingue. Conoscerete tutto in una settimana. Conoscerete tutti i pensieri che passano per la mente. Li saprete prima ancora che vengano espressi. Perciò, le persone non possono essere ingannate. Un fascio di luce è focalizzato su di voi e voi venite osservati da quel mondo. Dovete riuscire a passare attraverso quella luce sani e salvi, senza alcun problema, e collegarvi alla vostra posizione originale – questo è il compito della vostra vita. (205-67, 7.7.1990)

Com’è scomodo questo mondo! Nel mondo spirituale avete bisogno di guadagnare dei soldi? Dovete studiare? Capirete tutto senza studiare. Prima che una cosa sia detta, il vostro cuore la saprà già.

In quel mondo, vedrete chiaramente chi è a un livello più alto o più basso attorno a voi. Appena incontrerete qualcuno lo saprete. Potrete misurare il loro livello. Saprete com’è ad est, ad ovest, a sud e a nord. In questo modo, anche mentre siete sdraiati tranquillamente, percepirete se qualcuno vi sta chiamando. In questo caso, entrerete in uno stato di annullamento e stabilirete il mondo spirituale come il vostro partner soggetto. Quello è un mondo intessuto insieme elevando il potere dell’amore. (202-86, 6.5.1990)

Il mondo spirituale è strutturato in modo tale che tutto è organizzato in un sistema che ruota attorno alla vita di una persona, perciò il potere politico non esiste. Qui la gente si serve di qualsiasi mezzo per l’espansione militare o gli scopi politici, ma nel mondo spirituale queste cose non esistono. Il problema è come tutti potranno vivere nella ricchezza sulla base di un movimento che promuove l’equalizzazione delle risorse economiche. Anche il mondo fisico deve essere così. (303-192, 25.8.1999)

Capite che Dio ha creato tutto per amore? Se chiedete a Dio che cosa ama di più, secondo voi quale sarà la Sua risposta? Dio non ha preferenze. Non ha bisogno di soldi, di conoscenza o di potere. E noi di che cosa abbiamo bisogno? Per noi è la stessa cosa. Nell’amore sono compresi i soldi, la conoscenza e il potere. Il potere dell’amore è un potere eterno.

Una persona che comprende l’amore autentico, in cielo non avrà bisogno di imparare nient’altro. Questo genere di persone possono entrare e uscire nel cuore di Dio in qualunque momento. Possono muoversi liberamente verso est, verso ovest, verso sud e verso nord attraverso il cuore di Dio, che agisce come una stazione ferroviaria centrale. Capite?

Perché abbiamo bisogno del cuore di Dio? Quando entrate e uscite di là, si genera un potere straordinario, perché tutta l’energia proveniente da nord, da sud, da est e da ovest si concentra lì. Persino una persona piccola e di poca importanza sarà elevata alla stessa posizione di Dio, quando passa attraverso il centro dell’amore. L’amore ha un potere così grande. (202-86, 6.5.1990)

1.7. Il mondo spirituale è il mondo della legge e dell’ordine di Dio

Il sole ruota sul suo asse proprio come la terra. Il sole, il cui volume è un milione e trecentomila volte più grande di quello della terra, si muove in continuazione. Nell’universo ci sono delle galassie immense la cui massa è centinaia di miliardi di volte più grande di quella del sistema solare. Queste galassie sono microcosmi dell’insieme. Nell’universo ci sono innumerevoli gruppi di stelle come queste galassie. Se le prendiamo tutte insieme le chiamiamo macrocosmo. Dobbiamo allargare la nostra mente e abbracciare il mondo di questo vasto e infinito universo.

Dio, che ha creato questo gigantesco universo il cui raggio si estende per centinaia di milioni di anni luce, ha mosso questo grande universo per milioni e miliardi di anni seguendo una legge immutabile. Dio muove tutti questi corpi celesti con un potere che supera di gran lunga la nostra immaginazione e le nostre sensazioni.

Più pensiamo a Dio, che ha creato questo universo, più ci inchiniamo, in modo naturale, davanti alla Sua magnificenza e alla Sua imponenza. Dobbiamo allargare la nostra mente per considerare il fatto che il Creatore di questo grande universo è nostro Padre, che si prende cura di noi, è il nostro Dio che ci protegge e il grande Maestro vivente. (5-342, 8.3.1959)

I treni corrono sui binari che sono stati fatti con dei calcoli meticolosi. Se la velocità di un treno supera un certo limite anche solo di un secondo, il treno deraglierà e causerà un disastro. Il grande universo obbedisce alle leggi della natura e ruota in modo naturale con facilità. Anche il sistema solare ha nove immensi pianeti che ruotano tutti in questo modo. Dovete sapere che nel vasto universo ci sono 100 miliardi di sistemi solari che anche adesso sono attivi e compiono ogni sorta di movimenti. Questo universo con 100 miliardi di sistemi solari esiste veramente. Sono tutti in movimento. Chiamiamo questo la “natura” perché si è sviluppata naturalmente e spontaneamente. (94-252, 1.10.1977)

L’origine deve essere rivelata. Se Dio esisteva sin dall’inizio, deve essere un essere assoluto. Deve essere unico, immutabile ed eterno. Ecco come deve essere. Le leggi da Lui stabilite devono essere assolute. Per questa ragione, questo universo continua a muoversi per migliaia, decine di migliaia e miliardi di anni in accordo a quelle leggi. Il mondo animale, il mondo vegetale e il mondo dei microrganismi continuano la loro esistenza sulla base di formule e di leggi scientifiche. Di conseguenza, tutto si può spiegare usando la matematica. (172-35, 3.1.1988)

Le persone devono andare nel mondo spirituale, quando muoiono. Com’è quel mondo? Il mondo spirituale è un luogo dove tutto è in ordine. Lo dovete conoscere completamente. Che tipo di mondo è? È un mondo ideale dove regna l’ordine. È un mondo permeato dall’amore. Respirate l’amore. In questo mondo respiriamo l’aria, vero? I pesci respirano l’acqua, vero? Allora cosa respiriamo nel mondo spirituale? Respiriamo l’amore. (132-270, 20.6.1984)

Con che cosa governa il cielo e la terra? Li governa con la legge, una legge del dominio attraverso l’amore. La legge universale esiste per sostenere il modo in cui si realizza il dominio. La ragione per cui Dio ha creato gli esseri umani, è perché desidera profondamente l’amore. Avrebbe potuto restare solo, allora perché ci ha creato? Perché ha bisogno di un’espressione d’amore stimolante e spontanea. (121-103, 24.10.1982)

Molte persone stanno avendo delle esperienze del mondo spirituale. È un mondo speciale. Si sono rese conto che è molto difficile comprendere la vastità di quel mondo; ad esempio, da quali principi ha avuto origine il mondo spirituale e di conseguenza come agisce? Se studiate il contenuto del Principio insegnato dalla Chiesa dell’Unificazione, capirete che il mondo spirituale è una dimensione che possiamo percepire sulla base di una formula basata sul Principio. Io credo che il fatto che questo Principio sia stato rivelato sarà considerato un evento di importanza grandiosa nella storia. (53-327, 6.3.1972)

Vi siete mai sentiti pervasi da un grande entusiasmo, e tuttavia pieni di gratitudine, per come è straordinario che Dio governi tutte le leggi che muovono l’universo mentre guida la provvidenza per ricreare gli esseri umani ed elevarli a creature di valore che possono governare l’universo al posto Suo? (5-344, 8.3.1959)

Sezione 2. Il cielo e l’inferno

2.1. Il cielo è il mondo dell’ideale dell’amore

Che tipo di luogo è il cielo? È un luogo la cui essenza è l’amore di Dio. Il cielo è il regno dove è stabilito l’ambiente dell’amore di Dio. Allora che genere di persona può andare a vivere in quel regno? Deve essere qualcuno che sa armonizzarsi con l’essenza dell’amore di Dio. Solo una persona del genere può andare là. (46-36, 18.7.1971)

Poiché il cielo è il mondo in cui le persone vivono per gli altri, dovete andare avanti sulla base del concetto di vivere per gli altri. Se pensate solo ad essere serviti, sarete distrutti. Il cielo è il mondo pieno dell’amore di Dio. L’essenza dell’amore è vivere per il bene di tutti, anziché essere serviti. Quindi il cielo è diverso dal mondo secolare. La religione ci insegna a vivere altruisticamente, ad essere assolutamente obbedienti, a sacrificarci e a servire, ma nel mondo profano non si trovano questi insegnamenti. Sono visti come qualcosa che è praticato da gruppi di mendicanti, che non sanno nulla di questo mondo. Invece, questa è stata la strategia segreta di Dio contro Satana, in modo che le persone potessero essere benedette anche se ignoravano la legge celeste. (46-40, 18.7.1971)

Andiamo in cielo sui binari dell’amore. Quando lo spiego in questo modo, non vi sembra reale? Il filo dell’amore non diventa sottile se lo tirate, come fa un elastico. Mentre un elastico più lo si tira più si assottiglia, il filo dell’amore più lo si tira più diventa spesso.

In questo senso diventare il campione della sofferenza per la volontà di Dio sarà il metodo segreto per impadronirsi del mondo. La persona che soffre di più ha il monopolio della gloria del Regno dei Cieli. (57-162, 31.5.1972)

Che genere di mondo è il cielo? Non è un mondo dove la gente si guarda con ostilità e gelosia, diventando verde d’invidia per la fortuna degli altri o provando dispiacere per la felicità altrui. Il successo di una persona rappresenta il successo dell’insieme. La gioia di una persona può essere condivisa da tutti. Quindi, il cielo è dove ognuno può essere contento della felicità di un’altra persona, e tutti si possono unire gioendo quando qualcuno è contento. (18-102, 28.5.1967)

Il cielo è il mondo dell’amore di Dio. È un mondo dove sentite l’odore dell’aria dell’amore. Quel mondo è pieno di vita. Non c’è un luogo che non palpiti di vita. Tutti sono uniti tra loro da legami di sangue. Poiché le persone discendono dall’unico lignaggio di Dio, se Dio è triste per qualcosa, allora tutto il mondo spirituale, come un’unica cellula o un unico corpo, proverà quel dolore. Se Dio prova gioia, tutti sentiranno quella gioia. Ecco che tipo di mondo è. In questo modo, l’amore di Dio anima il vasto Regno dei Cieli. Il mondo vivente risponde in armonia a questo amore e si abbellisce sul piano artistico attraverso il rapporto soggetto-oggetto tra tutti gli elementi della creazione. Sono legati tra loro dal lignaggio. Se Dio è felice, voi siete felici; se Dio è triste, voi siete tristi. È stato fatto inevitabilmente in questo modo. (226-113, 2.2.1992)

Ci saranno delle lotte in cielo? Cosa faremo in quel mondo eterno senza lotte? Quel mondo non finisce dopo un anno, ma continua per l’eternità. Non sarà noioso? Cosa farete là? Vivrete da soli o avrete dei rapporti con tutti gli esseri che esistono nel mondo spirituale? Con cosa stabilirete quei rapporti? Con il vero amore. In tal caso, qual è l’essenza di quel mondo? Quando mangiate dovete farlo sentendo amore; dovete mettervi i vestiti con un sentimento d’amore; dovete vivere sentendo amore e viaggiare incarnando l’amore di Dio. Quell’amore deve essere l’amore essenziale di Dio. Senza far questo non ci sarà armonia. Una persona con un carattere che riflette l’amore essenziale di Dio, occuperà un posto elevato nel mondo spirituale. Tutti gli esseri esistenti di quel mondo vivranno in armonia sulla base di un simile carattere. È un mondo dove queste persone possono vivere in armonia. (201-97, 11.3.1990)

Il vero amore espresso attraverso gli esseri umani è il fiore del valore assoluto. Per quale motivo esiste Dio? È venuto ad esistere attraverso il vero amore e vive sulla base del vero amore. Perché nasciamo e perché viviamo? Nasciamo a causa del vero amore e viviamo a causa del vero amore. In tal caso, sia Dio che gli esseri umani non hanno motivo di lamentarsi. L’umanità fiorisce come il fiore dell’universo e lo riempie di fragranza. Col vero amore al centro, i due lati si uniscono. Il lato destro e il lato sinistro diranno: «Mansei!» con le braccia levate al cielo. Una persona vera dirà «Mansei!» Il mondo spirituale guarderà e dirà «Mansei!» I due lati diranno «Mansei!» Tutti si uniranno emanando un profumo. Estasiati, grideranno tutti tre volte «Mansei!» (201-201, 1.4.1990)

Nel mondo spirituale i fratelli e le sorelle che hanno lo stesso spirito vivono insieme. Se non vi allenate a vivere così in questo mondo, nell’altro mondo ci saranno degli scontri. Sarà un grosso problema. Cosa significa essere in unità di spirito con un’altra persona? Mentre vi allenate a servire Dio, non c’è metodo migliore che essere in sintonia con la mente delle altre persone. Sapete com’è esigente Dio? Non c’è perdono se deviate dal Principio. Perciò, dovete essere capaci di accordarvi alla mente delle persone e armonizzarvi con gli altri. Non esiste un altro modo veloce come questo per allenarsi a servire Dio. (207-353, 11.11.1990)

Quando una persona perfetta entra nel mondo spirituale, fa amicizia ovunque va. È considerata un amico quando prende la posizione di un figlio, di un fratello, di uno sposo o di un genitore. Può essere a casa dappertutto, compreso il trono di Dio. (245-173, 7.3.1993)

Come potete andare in cielo? Dovete essere pazzi per l’amore di Dio. Dovete amare Dio più di Adamo ed Eva. Dovete amare Gesù più di Pietro, Giacomo e Giovanni. Senza far questo, la sfera di un partner di vero amore, dove Dio vi può amare, non può essere restaurata. Solo quando questo sarà restaurato, tutto si realizzerà. (142-289, 13.3.1986)

Non preoccupatevi se non avete soldi. Non preoccupatevi se non avete figli. Se seguite continuamente questa strada per dieci o venti anni, sarete in grado di scalare montagne molto alte e ripide. Avrete l’impressione di star attraversando solo delle difficoltà e di discendere a poco a poco, ma in realtà state salendo sempre più in alto. La Chiesa dell’Unificazione si ingrandisce a forza di essere perseguitata. In una famiglia di dieci persone quella che riceve l’opposizione degli altri e sopporta continuamente per il bene comune, può diventare il signore di quella famiglia. In altre parole, questa persona diventa un proprietario del Regno dei Cieli. (142-289, 13.3.1986)

Il cielo è un mondo d’amore. È il mondo che esiste per Dio, l’essere centrale. È il mondo dove si vive per Dio. (98-35, 8.4.1978)

Le prime persone ad entrare in cielo devono essere i Veri Genitori. Se dico che il cielo è vuoto, la gente penserà che sono matto. Ma Gesù non è potuto entrare in cielo. Non potete andare là da soli. I nostri antenati originali avrebbero dovuto crescere attraverso l’adolescenza, stabilire l’ideale d’amore dove dimora Dio, diventare genitori e trasmettere i semi del vero amore. Allora il primo posto dove sarebbero entrati sarebbe stato cielo. Ma finora non ci sono stati dei genitori che hanno incarnato l’amore di Dio e che hanno potuto lasciare i semi del vero amore. Non c’è stata una base su cui lasciare simili discendenti. Dunque, il cielo è vuoto. (140-45, 1.2.1986)

Vi dirigerete tutti verso un cielo mondiale o un cielo individuale? Potete dire che vi dirigerete verso un cielo mondiale. Io ho seguito questa strada, sopportando persecuzioni per quarant’anni, perché bramo troppo afferrare la corda dell’amore che porta verso il cielo mondiale. È stato così in modo che potessi afferrare la corda dell’amore che va al di là dell’individuo, della famiglia, della tribù, della società, della nazione e del mondo. Poi, con questo in pugno, dove andrò? Dopo aver trovato la corda dell’amore del mondo, dobbiamo ritornare nella nostra città natale perché abbiamo ricevuto molte benedizioni e abbiamo avuto successo nella vita. Non pensate che dobbiamo andare nella nostra città natale e salvare le persone sfortunate che sono là? (143-141, 17.3.1986)

La via del cielo si apre amando i vostri fratelli come li ama Dio. Voi cercate di seguirmi, ma mentre mantenete questo cuore dovete sforzarvi di raggiungere i vostri fratelli e portarli con voi. Possiamo concludere che chi insegna la via più alta, più veloce e migliore per andare in cielo non è né Dio né me, ma i vostri fratelli. (66-125, 18.4.1973)

Oggi le persone religiose dicono: «Andiamo in cielo!» Ma come possono aspettarsi di andare in cielo così facilmente? Devono incontrare il cielo sulla terra, prima di andare in cielo dopo la morte, e per poter entrare in cielo sulla terra dovete passare attraverso la legge dell’amore. Più figli ci sono nella vostra famiglia, più grande è la croce che portate, e più dovete amare il Regno di Dio. Il motivo per cui nella vostra famiglia sono mandati molti figli è perché la vostra famiglia deve portare molte croci. Quindi, la vostra famiglia ha molte responsabilità per il regno. Sapendo questo, dovete realizzare completamente la vostra responsabilità. In una famiglia del genere, nasceranno dei figli che possono ereditare la buona fortuna nelle generazioni future. (32-232, 19.7.1970)

Che tipo di persona può entrare in cielo? Prima di tutto, dev’essere qualcuno che è unito alla mente di Dio. Fino a che punto deve essere in accordo con la mente di Dio? Se Dio lavora in direzione dell’ideale eterno basato sul Suo scopo eterno, la mente di questa persona deve essere in armonia con la mente di Dio per l’eternità. Questa armonia non deve durare solo dieci anni. Quest’individuo deve allineare la sua mente al Dio eterno per l’eternità. E come può farlo? Deve diventare un figlio che può amare eternamente Dio ed essere amato da Lui. Per essere un figlio del genere, non deve apparire come una persona triste. (47-255, 29.8.1971)

Il concetto del cielo può essere stabilito dalla posizione di soggiogare Satana, rinnegando tutto ciò che è collegato a lui e, meglio ancora, eliminandolo. Il cielo si afferma sulla base di aver rinnegato ed eliminato il retaggio storico negativo di Satana e tutti gli aspetti di un modo di vita satanico. Senza eliminare queste cose, non potete mostrare il contenuto del cielo. (46-74, 25.7.1971)

Per entrare in cielo, una persona non deve peccare, deve ricevere direttamente l’amore di Dio, non ha bisogno di credere in Gesù e non ha bisogno di un salvatore. Deve attraversare un corso per ottenere la qualifica per diventare un figlio del genere. Solo quando una persona che è vissuta in questo modo va in cielo, il Regno dei Cieli ideale di Dio si può stabilire. (160-89, 11.8.1968)

Chi è il nonno più anziano dell’universo? È Dio. Chi sono gli ultimi discendenti di Dio che uniranno questo mondo e tutto il cielo e la terra? Sono i discendenti futuri. Bisogna collegare il primo, Dio, agli ultimi discendenti. Quello che li collega è la famiglia, non la nazione. Quando entrerete nel mondo spirituale, non sarete riconosciuti perché siete americani e non sarete respinti perché venite da un paese sottosviluppato. Nel mondo spirituale, solo la famiglia esemplare che può unire il passato, il presente e il futuro alla volontà di Dio sulla base del lignaggio principale e dell’istituzione familiare sarà riconosciuta. Dovete sapere che questa è la formula. Il magazzino dove si accumulano i frutti di queste famiglie è il Regno dei Cieli. (135-118, 4.10.1985)

Per vivere una vita di servizio, è necessaria una preparazione per servire. Dopo il processo di preparazione, bisogna praticare la vita di servizio. Dopo il processo di preparazione e vivendo una vita di servizio, si può andare nel Regno dei Cieli. Il luogo dove vanno le persone che hanno servito con tutto il loro cuore, è il Regno dei Cieli. Il luogo dove possiamo essere orgogliosi della nostra preparazione per servire e fieri della nostra vita di servizio, è il Regno dei Cieli. È nostro destino seguire il corso che porta verso il mondo dello scopo celeste. (8-290, 14.2.1960)

Non potete entrare in cielo senza essere uniti nel cuore. Il cielo è la nazione originale, la nazione della natura originale, che può avere dominio su tutto. Non potete possedere questa nazione sulla base della vostra situazione. Solo le persone che hanno un profondo legame di cuore la possono possedere. Per questo il Cristianesimo è, alla fin fine, una religione che ha a che fare non con delle situazioni, ma con il cuore. Lo scopo della provvidenza di Dio sulla terra è creare la base per poter condividere il cuore al di là delle nostre situazioni personali. (8-290, 14.2.1960)

Che tipo di luogo è il cielo? È dove potete essere orgogliosi di quello che avete preparato durante la vostra vita sulla terra e dove sarete orgogliosi della vostra vita di servizio. Allora che tipo di persona può entrare in cielo? È il luogo per quelli che credono nel Signore per poter ricevere delle benedizioni o per quelli che corrono appresso alle benedizioni? No. Quelli che si preparano a servire Dio con tutto il cuore possono andare in cielo. Il cielo è un luogo per quelli che possono lasciare dietro di sé una vita di servizio e andare avanti con gioia, anche se nel processo potrebbero morire. Questa è la resurrezione. Gli sforzi nascosti della vostra vita quotidiana non si vedono. Come dobbiamo vivere da ora in poi è la domanda importante su cui dobbiamo riflettere nella nostra vita di servizio. (8-304, 14.2.1960)

Che aspetto ha il cielo? Il cielo è luminoso ovunque andate. Il dott. Sang-hun Lee non parla forse della realtà del mondo spirituale in questo modo? È proprio così. Il cielo è dove la luce dell’amore di Dio risplende in ogni angolo dell’universo, e tutta la creazione dentro il suo cuore acclama tre volte «Mansei!» Mansei per cosa? Non è per l’eternità. Sono tre acclamazioni per la liberazione! Se siamo liberati, tutti devono gridare: «Mansei per la liberazione!» e sbarazzarsi di tutti i loro risentimenti. (300-203, 4.3.1999)

Potete andare in cielo solo quando, sulla base dell’amore di Dio, rappresentate il modello di una famiglia di vero amore e il legame con i genitori originali. Dovete essere uniti al vero amore del vero Dio e dei Veri Genitori. Quelli che hanno vissuto assieme e sono collegati ai figli nati dal lignaggio di Dio possono andare a cielo. Finora, tuttavia, nessuno ha vissuto una vita del genere prima di andare nel mondo spirituale. Per questo il cielo è vuoto. (176-210, 9.5.1988)

Anche se sono cento anni che frequentate la chiesa, se avete ancora una mente egocentrica non entrerete mai in cielo. Non potete ricevere la salvezza. Dovete sapere qual è la religione vera oggi. Dovete capire che tipo di persona è una persona vera e che tipo di nazione è una nazione vera. (78-118, 6.5.1975)

Che genere di persona è in grado di armonizzarsi all’essenza dell’amore di Dio? Una persona che è egocentrica non ha alcun valore. Solo quelli che sanno investire ogni cosa – la propria vita e tutta la loro devozione per il bene degli altri – possono vivere continuamente nel regno dell’amore di Dio. Nel corso della storia i grandi personaggi e i santi hanno seguito questa strada. (46-36, 18.7.1971)

2.2. Il cielo è il mondo del servizio e dell’altruismo

Dovete donare totalmente voi stessi e dimenticare. Se tra cento membri c’è qualcuno che è vestito più miseramente dei vostri figli, non dovreste riuscire a dormire. Dovete sentire il desiderio di dargli dei vestiti. Questo è il cuore di Dio, il cuore di un genitore. Qual è il sistema fondamentale del pensiero della Chiesa dell’Unificazione? È avere un cuore di genitore, portare i vestiti di un servo, versare sudore per la terra, lacrime per l’umanità e sangue per il cielo. Che cos’è il cielo? È il mondo dell’amore dove conducete i vostri figli. Voi ricevete l’amore e dite che lo donerete all’intero universo. Io amo Dio. Io conosco a fondo ogni cosa sul mondo spirituale e il mondo fisico. (296-120, 3.11.1998)

Finora, il mondo spirituale celeste era un mondo di mistero. È il luogo dove vanno le persone che vivono secondo i principi di vita stabiliti da Dio, ossia che vivono per gli altri. Il cielo ideale è un mondo costruito sulla base di questi principi. (298-315, 17.1.1999)

Cosa dovete fare per prosperare? Dovete essere altruisti. La Chiesa dell’Unificazione pratica l’altruismo assoluto – vivere per gli altri. Questa è la linea di divisione: un lato finirà all’inferno e l’altro andrà in cielo. Questa è la realtà del mondo spirituale. Lo saprete immediatamente. Conoscerete il posto dove andranno le persone che hanno vissuto per gli altri. Per questo motivo, dovete vivere con altruismo, accettare il modo di pensare dei santi, gli insegnamenti del Salvatore e il modo di pensare di Dio. Qual è il modo di pensare di Dio? È vivere assolutamente per gli altri. (299-217, 16.2.1999)

Le cose più piccole devono essere investite per il bene più grande. Perciò è logico che la famiglia si deve sacrificare per la tribù. La tribù si deve sacrificare per la società, la società per la nazione e la nazione per il mondo. Quelli che si appropriano dei beni nazionali e li danno alle loro famiglie si troveranno tutti all’inferno appesi a testa in giù. Periranno. Se non andranno in rovina qui sulla terra, saranno appesi a testa in giù nel mondo spirituale. (302-173, 13.6.1999)

La vita sulla terra e la vita in cielo sono agli antipodi. Qui sulla terra le persone cadute vivono per i propri interessi, ma nel mondo spirituale devono vivere per il bene dell’insieme. Diventando delle persone che sanno rinnegare la caduta e vivere per l’insieme, possono diventare il partner oggetto di Dio! Devono dire «Amen!» per l’eternità. (303-33, 4.7.1999)

Quelli che vivono per i propri interessi non possono andare in cielo. Chi è una persona cattiva? È qualcuno che cerca di unire tutto attorno a sé stesso. Una persona del genere è un dittatore e un mascalzone. Andrà dritto all’inferno senza fermarsi. Questo non è consentito nella Chiesa dell’Unificazione. L’individuo deve vivere per la famiglia, la famiglia per la tribù, la tribù per la società, la società per la nazione, la nazione per il mondo, il mondo per l’universo, l’universo per il cosmo e il cosmo per Dio. Allora per chi vive Dio? Vive per voi. (303-260, 9.9.1999)

Che cosa insegna la religione, che deve guidare le persone verso la patria originale? Dovete sapere che deve insegnare a vivere per gli altri. Più una religione è elevata, più mette l’accento sull’importanza di vivere per gli altri. Per questo dobbiamo essere gentili e miti. Perché? La religione ci insegna a metterci nella posizione di elevare molte persone e a vivere per loro. Ci insegna a sacrificarci e a servire. Perché? Perché le religioni devono educare le persone a conformarsi alle regole del Regno dei Cieli. (78-117, 6.5.1975)

Dopo essere vissute sulla terra, le persone vanno nel mondo spirituale. Quelli che vanno nelle sfere più alte sono tutte persone che hanno vissuto per gli altri. Ad esempio, quelli che vanno in quaranta paesi del mondo e vivono per gli altri col cuore di una madre di famiglia, e quelli che hanno il cuore di un santo per salvare dal male le persone del mondo, andranno in un luogo più elevato. Io penso così: «Io sono un uomo, un generale che rappresenta i figli di pietà filiale delle ere storiche, un generale dei patrioti e dei santi. Anche se tutti quelli che hanno avuto il nome di figli di Dio sono falliti, io sono nato come un figlio vittorioso». C’è solo una cosa che vi permetterà di dire questo: vivere assolutamente per gli altri. Possiamo concludere che solo quelli che si donano agli altri, li servono e poi se ne dimenticano, possono assorbire quel mondo. È semplice. (203-100, 17.6.1990)

Nessuno può evitare la morte. Non potete evitare la morte. Le persone andranno nell’aldilà dopo essere vissute qui. Quando le persone che sono vissute per sé stesse vanno nel mondo spirituale, vanno all’inferno. Al contrario, le persone che hanno vissuto per gli altri vanno in cielo. Questi due mondi si separano alla morte. (203-100, 17.6.1990)

Da ora in poi, le persone formeranno una lunga fila per offrire i loro beni al cielo. Sarà la fila più lunga del mondo. In altre parole, tutti devono diventare persone senza un soldo, che hanno offerto tutto. Allora rimarranno da offrire solo lacrime, muco e sangue. Io ero così. Non mi era rimasto nient’altro da offrire. Ho offerto tutta la mia vita e i miei beni. Se avete un libretto di risparmi per i vostri figli, dovete usarlo per loro, oppure lo dovete usare per la salvezza del mondo? Solo se pensate in questo modo e agite di conseguenza potete essere annoverati tra le file degli eletti del Messia. Dovete vivere per gli altri. Vivete per l’insieme e per il bene più grande. Vivete per il mondo, per Dio e per la liberazione dell’umanità. Attraverso i vostri sforzi dovete motivare le persone a convertirsi al nuovo lignaggio. (203-187, 24.6.1990)

Che genere di competizione ci sarà in futuro? Si competerà su chi vive di più per gli altri. Perché? Poiché quelli che vivono per gli altri vanno in una posizione più elevata nel Regno dei Cieli, se vivete per una persona del genere, potete elevarvi usandola come vostro trampolino. A Cape Canaveral c’è una rampa di lancio per i satelliti. Proprio come un satellite, siete lanciati e volate in cielo. (213-194, 20.1.1991)

Se vivete per qualcuno, dimostrate la stessa motivazione che aveva Dio nel creare il Suo partner d’amore. Sarete nella posizione di un oggetto d’amore per quella persona. Non è così? Per questa ragione, seguite qualcuno e vivete per gli altri. Voi lavorate seguendo me, vero? Non state forse provando ad impossessarvi di Dio saltando in alto per diventare l’oggetto del mio amore? È vero o no? I satelliti devono essere lanciati verso una certa destinazione, non è così? È la stessa cosa. I satelliti sono il simbolo dei credenti di oggi che cercano di saltare in alto verso il Regno dei Cieli, percorrendo migliaia e decine di migliaia di chilometri. (213-194, 20.1.1991)

Che tipo di mondo è il mondo spirituale? È dove le persone vivono per gli altri con il vero amore. Non vivono per sé stesse, ma per l’insieme. Anche in questo mondo, quelli che vivono al 100 per cento per gli altri dicono: «Passa sopra di me e vai avanti!» Non importa quanto è grande l’America, se c’è qualcuno che vive per la nazione più del suo presidente, tutti lo accoglieranno con favore, anche se per far questo calpesta il presidente. Ma se qualcuno vive solo per i propri interessi, tutti diventano suoi nemici.

Nel mondo spirituale è la stessa cosa. Se uno vive per una causa più grande, può passare liberamente. Se una cosa giova a uno scopo più alto, può passare liberamente. Così, se qualcuno vive per il mondo, non c’è bisogno che viva per l’America. L’America è inclusa nel mondo. Per la Corea è la stessa cosa. Sono incluse tutte le nazioni. Qual è l’essenza dello scopo su cui tutti concordano e che va oltre il livello familiare? Possiamo concludere che è seguire la via del vero amore vivendo per gli altri. (215-174, 17.2.1991)

Se avete cinquant’anni e avete vissuto per più di venticinque anni per l’universo e il principio celeste, potete andare in Cielo. Potete andare nell’altro mondo e vivere in un’area migliore del mondo spirituale. Ma le persone che vivono tutta la loro vita centrate su loro stesse vanno nella patria originale del male – l’inferno – anziché nella patria originale del bene, indipendentemente da quello che sentono. Dovete conoscere questi fatti e liberarvi del vostro modo di vita passato per il vostro bene. Dovete fare uno sforzo per il resto della vostra vita e vivere per l’insieme, la nazione, il mondo, il cielo e la terra e Dio. Se farete così, andrete avanti, non all’inferno, ma verso il mondo ideale del cielo. (78-119, 6.5.1975)

Persino di fronte alla morte, Gesù gridò: «Padre, se è possibile, allontana da me questo calice! Tuttavia, non sia fatta la mia, ma la Tua volontà». Persino mentre moriva, Gesù non protestò contro Dio, ma fu pronto, senza esitazione, ad offrire un sacrificio completo per la Sua volontà. L’atteggiamento di Gesù lo portò più vicino a Dio perché gli permise di andare più in profondità. Di fronte ad una persona del genere, neppure Dio può fare quello che vuole. Chi colpisce una tale persona sarà distrutto all’istante. Dio infliggerà personalmente una punizione a quell’individuo. (36-84, 15.11.1970)

Conoscete il mondo spirituale? Il Cielo è per le persone che vivono per gli altri. Chi vive una vita egocentrica non potrà mai andarci; andrà all’inferno. Non importa quanto grande sia stato un ministro, scoprirà dove si trova una volta che arriva là. La nostra Chiesa dell’Unificazione cerca di salvare i suoi nemici e perfino i comunisti, invece i comunisti cercano di tagliare la testa ai membri della Chiesa dell’Unificazione. Questa è la differenza. Allora, che tipo di amore deve regnare nel mondo? Dobbiamo essere più forti dei comunisti. Non dovete accrescere la vostra forza diventando cattivi. Se diventiamo forti sulla base dell’amore vivendo per gli altri, questo basterà a salvare il mondo. (91-173, 6.2.1977)

Il cielo è dove vivete una vita di donazione. Anche Dio deve dare. I genitori devono dare ai loro figli. Lo spirito dei genitori è quello di voler dare e dare ancora quando avete qualcosa di meglio da dare. (34-141, 30.8.1970)

Se io posso dare mille cose e dimenticare di averle date, davanti a Dio che dà cento cose e se ne dimentica, Dio diventerà sicuramente il mio partner. Lo sapete? È straordinario. All’interno del rapporto soggetto-oggetto le posizioni si scambieranno. Allora, la persona che ha cercato più di Dio di vivere per il bene andrà all’inferno o in cielo? Andrà in cielo e diventerà semplicemente un inserviente della mensa di Dio, o andrà lì e rimarrà in una posizione dove potrà mettersi a tavola con Dio e condividere con Lui i pasti dell’amore? Quale dei due? (208-208, 18.11.1990)

Io ho sperimentato la realtà del mondo spirituale più di chiunque altro. Il mondo spirituale è la mia materia di studio principale, è il mio campo di specializzazione. Qual è l’origine dell’ordine nel mondo spirituale? Il cielo è un mondo fondato sul principio di vivere per gli altri. Questa è la nostra patria originale. (74-51, 27.11.1974)

2.3. Il Regno dei Cieli nel mondo spirituale deve emergere attraverso il Regno dei Cieli sulla terra

Nel corso della storia, le persone chiamate da Dio generalmente avevano più di cinquanta o sessanta anni. La maggior parte di loro erano vecchie, già esauste e a un passo dal funerale e dalla tomba. Dietro le quinte della Sua provvidenza, Dio a quel tempo lavorava con queste persone indurite e appassite, ma sapeva che in futuro avrebbe lavorato con le generazioni giovani. Perciò, Dio si preoccupava di come sviluppare la Sua storia provvidenziale attraverso quella generazione più giovane. Abbracciando quelle circostanze, Dio ha attraversato il corso della storia. (20-95, 28.4.1968)

Persino una persona come Buddha, quando era in uno stato mistico dichiarò: «In tutto il cielo e la terra io sono il signore di me stesso». Quando qualcuno che si è allenato a raggiungere l’unità della mente, entra nel mondo spirituale ed è nella posizione di un partner oggetto assoluto di Dio, può dire di essere il signore di sé stesso in tutto il cielo e la terra. Io sento che, se tengo stretto il mondo nella mia mano, potrebbe sciogliersi nel mio pugno. Quando raggiungete questo livello, i miracoli possono succedere automaticamente. La cura delle malattie viene come un risultato naturale della vita religiosa. (76-142, 2.2.1975)

Oggi la maggior parte della gente vive una vita di routine – si sveglia alla mattina, fa i suoi pasti e poi dice: «Sono a posto agli occhi di Dio». Ci sono molte persone che hanno questa convinzione. Tuttavia, queste persone non possono possedere il cielo. Non possono essere a posto con Dio. Senza l’elemento che vi permette di essere riconosciuti come un partner di Dio, non potete avere uno standard di fede assoluta. Poiché il Regno dei Cieli può venire solo dopo che è stato stabilito uno standard di fede assoluta, se non avete questo standard il Regno dei Cieli non sarà stabilito. Non sarà mai possibile. Perché? Perché Satana rimane in quel luogo. (46-79, 25.7.1971)

Oggi, molti fedeli insegnano che il cielo sarà stabilito solo dalla loro religione. Questa è un’illusione assurda. Molte religioni dicono che il cielo sarà stabilito dall’insegnamento del loro fondatore. Guardate il Cristianesimo. È diviso in tante denominazioni. Di solito considerano eretiche le chiese al di fuori della loro confessione. In realtà, se lo facessero da una posizione autorizzata da Dio, non sarebbe un problema. Ma se lo fanno per il proprio interesse, la loro motivazione non è pura. Di conseguenza questo genere di confessione perirà. Se oggi la Chiesa dell’Unificazione farà così, declinerà anche lei. (47-250, 29.8.1971)

Persino il mondo spirituale è stato diviso da muri. Ci sono delle aree per i buddisti e delle aree per i confuciani. Sono tutti separati da muri. Tutte queste barriere devono essere superate grazie ad uno standard superiore che viene dal cuore di Dio. Dall’alto trono del cielo e dalle sfere superiori, tutti i muri devono essere abbattuti nell’ordine inverso. Le mura e le barriere che separano gli antenati, le persone di migliaia di anni fa e delle epoche passate, devono essere abbattuti. Tutti i muri sulla terra devono essere eliminati e si deve aprire una strada per collegarsi all’inferno. Altrimenti, non sarà possibile aprire le porte del cielo. (140-43, 1.2.1986)

Voi, come Unificazionisti, che livello dovete raggiungere? Dovete essere delle persone migliori di Buddha, migliori di Confucio e migliori persino di Gesù. Fino ad ora lo scopo della religione era la salvezza individuale. Tuttavia, lo scopo della Chiesa dell’Unificazione è la salvezza familiare, anziché quella individuale. Questa è la differenza tra l’Unificazionismo e le altre religioni. Per salvezza, noi intendiamo la salvezza della famiglia. Quando andiamo in cielo non ci andiamo da soli. (34-359, 20.9.1970)

Il cielo è un luogo in cui non potete andare da soli. Potete entrare in cielo solo dopo aver realizzato l’ideale coniugale. Perciò, per entrare in cielo, gli esseri umani caduti devono passare attraverso la dispensazione della restaurazione, della resurrezione e della ricreazione. Darvi la Benedizione è spalancare le porte del cielo. Attraverso la Benedizione, io apro per voi le porte del cielo che erano chiuse. (152-240, 25.5.1963)

Gesù disse che il cielo è nei nostri cuori, ma immaginate come si sentiva solo e miserabile, non potendo dire che il cielo è nella nostra famiglia. Voi, dal momento che avete una famiglia, potete addirittura cantare di felicità. Ci è stata data l’opportunità di vivere così. Invece Gesù, il Signore della verità venuto a salvare l’universo, l’unigenito figlio di Dio, non poté nemmeno sognare le circostanze necessarie per il cielo. Andò in giro per quasi tre anni cercando di far rivivere il cielo nei nostri cuori dicendo che il Regno dei Cieli era dentro di noi, ma fu crocifisso. Come fu assolutamente miserabile e triste la sua vita! (120-48, 3.10.1982)

La via del Regno dei Cieli sulla terra e la via del Regno dei Cieli nel mondo spirituale sono identiche. Quando una locomotiva attraversa il confine tra due paesi, i binari di un paese devono essere uguali a quelli dell’altro affinché il treno possa continuare a correre senza problemi. Allo stesso modo, i binari della terra e quelli del cielo devono essere collegati. La strada del vero amore – vivere per gli altri – è la via che collega i binari dalla terra in modo che la famiglia che incarna il treno dell’amore possa andare direttamente in cielo, senza fermarsi finché raggiunge il trono del cielo. Il cammino umano individuale e il cammino della famiglia devono essere collegati tra loro. Devono andare insieme nella stessa direzione. (211-288, 30.12.1990)

Siamo destinati ad andare nel mondo spirituale, che ci piaccia o no. Questa è una realtà della nostra vita. Siamo come dei viaggiatori che si avvicinano sempre di più a quella meta. Ciò che conta è se avete vissuto più per gli altri che per voi stessi. Se avete vissuto di più per gli altri, andrete in cielo, ma se è vero il contrario, andrete all’inferno. Forse non volete credere a questa formula fondamentale, nella vostra situazione attuale, ma quando morirete lo capirete. (74-51, 27.11.1974)

Nel mondo spirituale le persone si trovano a diversi livelli. Come vengono a trovarsi in quella situazione? Sono nella posizione che corrisponde al grado di pietà filiale che hanno praticato secondo la via dell’amore, alla lealtà che hanno dimostrato verso la loro nazione e a quanto hanno realizzato la via della santità in questo mondo. La strada che le persone devono seguire nella loro vita terrena è quella della rettitudine. A questo riguardo, c’è una strada per l’individuo, una strada per la famiglia, per la tribù, per il clan, per la nazione, per il mondo, per l’universo e persino per Dio. Deve essere la stessa e unica strada. E qual è questa strada? È la via dell’amore originale. (147-183, 21.9.1986)

In che tipo di mondo andrete alla fine? Andrete in cielo o all’inferno? Lungo il cammino, sarete una persona che dice: «Padre, aiutami!» o una persona che dice: «Benvenuto, Vero Padre!» Sarà una questione di vita e di morte. Dopo il matrimonio, avete promesso solennemente di vivere felici. Quando dico che dovete vivere bene, significa che dovete diventare una coppia immutabile. Per essere così, dovete andare nel mondo che è in continuo cambiamento ed allenarvi insieme. Dovete mantenere le vostre promesse anche se andate in un mondo dove le persone sono divise tra nord e sud o in tutte e quattro le direzioni. Dovete mantenere questa posizione di persona ben allenata. (129-182, 30.10.1983)

I figli nati da dei veri genitori non sono dei figli falsi ma dei figli veri. Da loro può nascere la vera famiglia. Quando apparirà una vera famiglia, si creeranno una vera tribù, un vero popolo, una vera nazione e un vero mondo. In quel mondo, le persone devono vivere una vita celeste con Dio nella famiglia, nella tribù, nel popolo e nel mondo. Solo allora questo mondo può diventare il Regno dei Cieli sulla terra. Dopo aver vissuto in questo modo, le persone lasciano il loro corpo sulla terra ed entrano nel cielo eterno. Quel luogo è chiamato Regno dei Cieli nel mondo spirituale. Questa è la realtà ultima della provvidenza di Dio. (160-44, 11.8.1968)

Non dovete pensare che non avete diritto di andare in cielo. Dovete pensare di costruire il cielo sulla terra. Ma prima dovete diventare una persona celeste. Per poter diventare una persona del genere, dovete formare un’unità di cuore col Padre Celeste al punto da poter dire con fiducia: «Il cuore del Padre è il mio cuore e il mio cuore è il cuore del Padre». Di conseguenza, in questa vita fisica, dovete essere una persona che rappresenta il cuore di Dio, il cuore del Signore e anche il cuore dei vostri antenati. Così facendo tutti i problemi storici possono essere risolti. (3-295, 19.1.1958)

Supponiamo che ci sia una persona in punto di morte che dice: «Dio, anche se finora non sono vissuto secondo la Tua volontà, nella mia mente cerco di andare in cielo. Ti prego, considerami come se avessi stabilito le giuste condizioni d’indennizzo!» Poiché Dio è giusto, porterà quella persona nella posizione di voler andare in cielo. Dio la compenserà secondo le sue azioni, ponendola nella posizione di voler andare in cielo. Quella posizione può trovarsi appena al di sotto del paradiso. Anche le persone nell’inferno cercano di andare in cielo. (57-265, 4.6.1972)

La gente può dire che la Chiesa dell’Unificazione è solo un luogo dove le persone vanno e vengono, ma non è così. Qualunque linea tracciate rimane per sempre. Se questa porta è chiusa, nessuno potrà mai aprirla di nuovo. Se è aperta, nessuno potrà mai chiuderla di nuovo. Quello che è legato sulla terra deve essere sciolto sulla terra; dovete sciogliere quello che legate. Questo è il punto. Perciò, quando andate a testimoniare, dovete testimoniare ai membri della vostra famiglia e ai vostri parenti. (34-266, 13.9.1970)

Se potete dichiarare: «Io amo i frutti dell’amore di due miliardi di persone sulla terra più di quanto amo la madre e il padre che mi hanno dato nascita. Amo quei quattro miliardi di persone più di quanto amo i miei genitori», allora potete amare l’umanità in una posizione unificata nel regno dell’amore di Dio. Così siete in una posizione che non ha nessun rapporto con il mondo satanico. (140-56, 1.2.1986)

La persona originale è qualcuno che, come un individuo non caduto che non ha nessun rapporto con Satana, stabilisce una famiglia basata sull’amore della coppia ideale e va direttamente in cielo dopo essere vissuto sulla terra. Ecco perché lo chiamiamo il Regno dei Cieli sulla terra. Il regno sulla terra eredita gli ideali del regno celeste. Perciò, il fatto che Pietro ricevette le chiavi delle porte del cielo significa che il modo per stabilire il cielo si trova sulla terra. Dovete saperlo chiaramente. (208-345, 21.11.1990)

2.4. Gesù e il paradiso

Se non fosse stato per la caduta, il cielo sarebbe stato il luogo dove solo i figli di Dio di discendenza diretta sarebbero andati dopo aver creato una famiglia di Dio ed essere vissuti nel Suo amore. In cielo si può entrare solo come famiglia. Non potete entrare in cielo da soli. Non avendo formato una famiglia, Gesù non poté entrare in cielo e così sta aspettando in paradiso, che è la sala d’attesa per il cielo. Il paradiso è come un ambiente di preparazione prima di entrare in cielo. (143-25, 15.3.1986)

Non avendo potuto stabilire un mondo ideale con la sua famiglia e i suoi parenti, Gesù deve ritornare a realizzare questo ideale, altrimenti non può entrare in cielo. Dove potete trovare i requisiti giusti e le circostanze per aprire le porte del cielo? Sono sulla terra. È per questo che Gesù lasciò le chiavi del cielo sulla terra. Poiché né lui né i suoi dodici apostoli poterono creare le loro famiglie, oggi la Chiesa dell’Unificazione deve stabilire 70 e poi 120 discepoli con le famiglie benedette. Se questo sarà realizzato, il cielo si aprirà. (160-89, 11.8.1968)

Potete andare in cielo solo credendo in Gesù come dicono i cristiani? Se Gesù stesso non ha realizzato l’ideale della coppia, neanche lui può andare in cielo. Gesù può realizzare il vero amore da solo? Neanche Dio poteva rendere sostanziale il vero amore da solo. Per questo Gesù deve ritornare. Se è così, può realizzare il vero amore venendo sulle nuvole? Ora è giunto il tempo che il popolo di questa nazione, che nel suo cuore capisce le circostanze attuali, mi segua. (176-210, 9.5.1988)

Oggi i cristiani pensano che si salveranno e andranno in cielo credendo in Gesù e che tutti vanno in cielo come individui. Solo poche persone dicono che vogliono portare in cielo con loro il padre e la madre. In futuro, la religione non deve insegnare solo la salvezza individuale. Se è una vera religione fondata da Dio, deve poter rimanere universale fino alla fine. La religione che tutta l’umanità desidera sarà quella che afferma che la volontà di Dio non è che solamente gli individui entrino in cielo. Deve insegnare che il cielo non è solo per gli individui, ma anche per le madri e i padri. Quando i capi famiglia e i capi tribù capiranno questo, tutti li seguiranno nel Regno dei Cieli. (41-341, 18.2.1971)

Perché Gesù non è potuto entrare in cielo? Dio creò il cielo per gli esseri umani che vivevano senza cadere. Le persone possono entrare in cielo quando vivono secondo lo standard originale del Principio. Gesù doveva salvare l’umanità caduta, essere insieme alla sua sposa nella posizione di Adamo ed Eva non caduti come genitori dell’umanità, ed entrare in cielo con i suoi figli. Invece Gesù venne e se ne andò via da solo; non ebbe figli e perciò non è potuto entrare in cielo ma è andato in paradiso. È in un luogo di attesa prima di entrare in cielo. (41-300, 17.2.1971)

Il cielo è vuoto. Da qui potete capire che la provvidenza di Dio per la restaurazione è stata dolorosa. Dio perse Adamo ed Eva. Ma non finì lì. La perdita di Adamo ed Eva significò la perdita della loro tribù. Quella tribù si doveva espandere per diventare una razza, una nazione e un mondo; ma tutte queste cose furono perse. In questo modo, perdendo un uomo, Adamo, Dio perse il Suo regno basato sulla sovranità del cielo. Perse il popolo del cielo, le tribù del cielo e l’uomo e la donna del cielo – il Suo figlio e la Sua figlia unigeniti. (143-25, 15.3.1986)

Originariamente, nel mondo spirituale dovevano entrare le famiglie, ma là non ci sono famiglie. Gesù era scapolo e non ebbe una vita coniugale. E i grandi saggi come Confucio, Buddha o Maometto? Oppure i re? Vivono da soli nel mondo spirituale, senza un partner ideale, poiché erano discendenti del regno dell’arcangelo. Se continuo a parlare di queste cose, qualcuno, ignorante o incosciente, potrebbe imparare molto e pensare, ma in un modo contrario al Principio, che potrebbe essere come un re. Ma non potete diventare un leader supremo senza il vero amore. Dovete vivere per gli altri. (296-191, 9.11.1998)

Dio ha portato avanti la Sua provvidenza per salvare l’umanità attraverso la religione. Perciò, più una religione è di dimensione elevata, più il suo insegnamento deve essere in accordo allo scopo e al principio della patria originale; non poteva fare a meno di insegnare l’idea del sacrificio e del servizio. In questo modo, non si può negare il fatto che Dio ha lavorato provvidenzialmente dietro la storia e la religione. Alla luce di questi principi, concludiamo che una religione che cerca di vivere per gli altri si svilupperà, mentre una religione che cerca di prendere una posizione soggettiva ed egocentrica declinerà. (74-51, 27.11.1974)

La Bibbia dice: «Ama il Signore Dio tuo con tutto il tuo cuore, con tutta la tua anima e con tutta la tua mente! Questo è il primo comandamento». Quelli che non rispettano questo comandamento non possono entrare in cielo. Qual è il secondo comandamento? «Ama il prossimo tuo come te stesso!» Chi ama prima Dio e poi il suo prossimo può essere un figlio di pietà filiale. (198-259, 4.2.1990)

I discepoli di Gesù pensavano che Gesù avrebbe dominato l’Impero Romano in un attimo, che sarebbe diventato il re di Israele e che tutti loro avrebbero ricevuto delle alte posizioni. Ma quella non era la questione essenziale. Prima di tutto dovete fare la fondazione per il cielo nella vostra mente, poi, sulla base di questa fondazione, dovete fare la base per l’unità fra il vostro corpo e Dio. Questa è la sfida più grande. Alla fine, tutto inizia da voi. Quindi, la vostra mente è la base per il cielo. (47-273, 29.8.1971)

Quando Dio è amichevole, voi non dovete essere irascibili. Se Lui è amabile, anche voi dovete essere amabili. L’interiore e l’esteriore devono corrispondere. Tutto funziona semplicemente facendo corrispondere l’interiore e l’esteriore?

Dovete allinearli alla volontà di Dio. Se è così, potete fare delle cose che non sono nella vostra mente? Potete fare delle cose che il vostro corpo detesta? Dovete fare delle cose che piacciono sia alla vostra mente che al vostro corpo. Se Dio esiste ci devono essere delle cose che Gli piacciono. E poiché Gesù è il figlio di Dio, queste cose devono piacere anche a lui. (47-257, 29.8.1971)

Non vi potete liberare del dominio satanico senza amare Dio. Perciò, dovete amare Dio più di vostra moglie o di vostro marito. Dalle insidie dell’amore nel dominio satanico, l’umanità caduta ha solo raggiunto il bordo di quel mondo, ma non è ancora riuscita ad uscirne completamente. Perciò, non dovete amare vostro padre e vostra madre più di Dio. (41-299, 17.2.1971)

Nel mondo spirituale, vedrete che i martiri che sono morti per entrare in cielo in realtà non si trovano lì. Invece, i martiri che hanno saputo pensare: «Il Padre Celeste ha percorso la via della sofferenza e ha sparso sangue per trovarmi. Io seguirò qualunque cammino per restituire la Sua grazia», e sono morti dicendo: «Sono grato per questo momento di gloria che mi permette di partecipare alla restituzione di questa grazia», sono potuti entrare nel regno. Queste persone non sono morte per sé stesse ma per il cielo e la terra. Se pensate: «Morirò così per entrare in cielo», è morire per sé stessi. Gli uomini caduti non potranno mai entrare in cielo mettendo al centro se stessi. (41-355, 18.2.1971)

2.5. L’inferno non ha nessun rapporto con l’amore di Dio

Cos’è stata la caduta? Siamo giunti alla conclusione che a causa della caduta si sono abbattute su di noi le notti più buie. Invece di prendere un biglietto per il cielo abbiamo preso un biglietto per l’inferno. Non vi pare realistico? Il nostro biglietto per il cielo si è trasformato in un biglietto per l’inferno a causa della caduta. (132-82, 20.5.1984)

Che cos’è l’inferno? L’inferno è un luogo che non ha nessun rapporto con l’amore, la vita o il lignaggio di Dio, e nemmeno con Dio stesso. (201-97, 11.3.1990)

L’inferno è dove siete soli e tutto vi è precluso. Desiderate ogni cosa ma non è possibile averla. Intuitivamente potete vedere e percepire un vasto regno di felicità in questo universo, ma non potete muovervi di un centimetro. Allora, cos’è che sto facendo? Sto iniziando un movimento per amare Dio, il cielo e la terra, sulla base di un sistema di pensiero universale: il Principio. È perché da ora in poi, dovete preparare la strada che prenderete quando andrete nel mondo spirituale. State facendo grandi cose facendo questi preparativi. (106-308, 13.1.1980)

Il mondo spirituale è infinito. La patria che ci abbraccerà è così immensa. La nostra patria eterna, il mondo spirituale, è un luogo enorme. Vi piace il mondo spirituale? Voi non sapete quanto è vasto. State facendo di quel mondo il teatro delle vostre attività. Solo quando la vostra mente è globale e universale può stare al passo con quel mondo. Se siete individualisti è impossibile. L’individualismo non è in grado di collegarvi al tutto. Dov’è un inferno più grande di questo? È come prendere un’aquila, chiuderla in un buco nero dove non si può muovere e darle soltanto da mangiare. L’aquila è l’uccello che simboleggia l’America, vero? Come sarebbe miserabile vivere soltanto mangiando quello che bisogna mangiare? Questa è felicità o infelicità? È una tragedia. (247-131, 1.5.1993)

Commettere suicidio è il peggiore di tutti i peccati. È un’atrocità che distrugge l’universo. Una persona che fa questo andrà nel livello più basso dell’inferno. (107-36, 20.1.1980)

Avete mai pensato a cosa succederebbe se inspirassimo un decimo d’aria dalle narici e un decimo dalla bocca? Sarebbe l’inferno. L’inferno non è altro che questo. L’inferno è dove non potete ricevere quando volete e non potete dare quando volete. Quando avete bisogno di inspirare o di espirare l’aria, vedete cosa succede se cercate di reprimere questo stimolo. Quanti minuti potete resistere? Per quanto tempo potete stare senza espirare o inspirare quando volete? Questo è l’inferno. (112-210, 12.4.1981)

Nel mondo spirituale non potete mangiare senza l’amore di Dio. Non avete il diritto di mangiare. Dovete capire che l’inferno è un luogo dove state a guardare ma non potete mangiare e sapete le cose ma non potete agire. Perciò, dovete sapere che solo quelli che hanno realizzato i valori fondamentali possono unire il mondo spirituale e il mondo fisico sulla base dell’amore di Dio, e quelli che hanno sperimentato la vita del cielo sulla terra con la mente e il corpo uniti, possono diventare proprietari del mondo ideale ed eterno del Regno dei Cieli. (91-173, 6.2.1977)

Cosa farete nel mondo spirituale? Vorrete mangiare del cibo? Perché mangiare del cibo lì? Mangiate sulla base dell’amore. Di conseguenza, una persona che non ha amore non potrà aprire la bocca, anche se vuole mangiare. Questo è il principio. (207-94, 1.11.1990)

Il mondo fisico è nel caos. E il mondo spirituale? Poiché le persone che vivono sulla terra e vanno nel mondo spirituale sono confuse, nel mondo spirituale non può esserci che il caos. Se rubare diventa un’abitudine, finirete sempre per rubare qualcosa. Di conseguenza, quando una persona che rubava sulla terra va nel mondo spirituale, è naturale che voglia procurarsi le cose per nulla. Poiché è difficile trattare con persone del genere, è apparso l’inferno. Dio non ha creato l’inferno. Voi non costruite una casa dopo aver comperato un bidone della spazzatura. Comperate un bidone della spazzatura dopo aver costruito la casa. È la stessa cosa per l’inferno. I cristiani non capiscono questi principi fondamentali. (148-28, 4.10.1986)

L’inferno è come un deposito per raccogliere i rifiuti. Poiché l’inferno non ha niente a che fare con l’amore di Dio, tutta l’umanità, che ha avuto inizio dall’amore falso, va inevitabilmente all’inferno. Perciò la persona che va in cielo è quella che vive con Dio e la cui mente e il cui corpo, la coppia e i figli sono uniti all’amore di Dio. Proprio come la mente e il corpo di Dio sono assolutamente uniti, se un uomo e una donna e tutti i membri della loro famiglia possono unire assolutamente la mente e il corpo e vivere insieme di fronte a Dio, il partner soggetto, come Suoi partner oggetto, lasceranno naturalmente questa terra per andare nel Regno dei Cieli nel mondo spirituale. (274-9, 25.10.1995)

Dio non manda mai le persone all’inferno. Quando le persone vanno nel mondo spirituale, vanno all’inferno da sole. Quando le persone che vivono una vita malvagia vanno in luoghi di bontà non possono respirare. Non riescono a respirare. Così, inevitabilmente, vanno in un luogo adatto a loro. Vanno all’inferno, un luogo più buio e dicono: «Ah, ah, questo sì che è il posto!» Quello è l’inferno. Persone come me non possono stare all’inferno, anche se mi dicessero di vivere lì. Non potrei respirare. Avrebbe un odore e un sapore ripugnante per me. Chi è che manda le persone all’inferno? Non è Dio. Andate all’inferno da voi stessi. (200-192, 25.2.1990)

Se andrete in cielo, sarete liberi di andare e venire, persino nell’inferno. Preferireste essere una persona limitata nel mondo spirituale o una persona libera in un cielo e una terra liberi? Dovete considerare la persona che è al vostro fianco, pensando tra voi: «Ecco, questa persona viene dall’entrata del cielo. È il guardiano della porta» e lasciatevi addestrare da lei in modo da poter passare attraverso quella porta. Dovete pensare: «Ho bisogno di superare quella porta. Io ti considero il suo custode. Io toccherò e scioglierò il tuo cuore, così quando raggiungerò quella porta tu mi guiderai». (115-58, 28.10.1981)

L’inferno è un luogo senza futuro. Il cielo è un luogo che ha un futuro. L’inferno non ha futuro, ma quando entrate in cielo c’è un futuro. Da dove ha avuto inizio la caduta? Dovete tutti sapere che la caduta è iniziata dal luogo che non ha un futuro in senso pubblico, un luogo dove l’io è l’unico centro. Vivere per voi stessi è la strada che porta all’inferno. Vivere per gli altri è la via del cielo. Questo è il concetto del cielo e dell’inferno. (111-11, 11.1.1981)

Pensiamo ai palloni. Se lo riempite d’idrogeno, il pallone lentamente si innalza. Sale su ma c’è un limite. All’inizio sembra che si alzi all’infinito, ma c’è un limite a quanto può salire. Si ferma nel punto in cui trova un equilibrio con il suo peso. Rimane allo stesso livello della pressione atmosferica. Nel mondo spirituale è la stessa cosa. Quelli che sono avidi vanno giù. Per questo motivo, l’inferno è dove le cose pesanti si raccolgono e si scontrano. Ecco com’è. (115-186, 15.11.1981)

Supponete che un uomo bianco e un uomo nero vadano nel mondo spirituale. Cosa succederebbe se il custode della porta del cielo per la persona bianca fosse nero e il custode della porta del cielo per la persona nera fosse bianco? Tornerebbero indietro da dove sono venuti? Allora cosa farebbero? Se ad una persona fosse impedito di entrare e fosse rimandata indietro, si aggrapperebbe al custode della porta gridando: «Uccidimi. A quel tempo non capivo!» e implorerebbe pietà o scapperebbe via? Sperimenterebbe un inferno vivente centinaia e migliaia di volte più grande della sofferenza che ha inflitto alle persone di colore durante la sua vita. Se fossi Dio, anch’io metterei a guardia delle porte dei custodi del genere. (116-108, 27.12.1981)

Non sarete liberi di andare da nessuna parte dell’universo. Non avrete nessun posto dove andare. Non potete correre come vi pare. Dovete sapere che non siete in grado di liberarvi dal dominio della legge e dell’ordine universale. Dovete seguire la via giusta. Dovete capire che vivete sotto la regola della legge universale basata sul modello della costituzione ufficiale. Questo influisce su tutto ciò che riguarda l’ordine dell’amore e la moralità: la famiglia, la società, la nazione, il mondo, il cosmo e Dio. La via del dare amore e di vivere per gli altri è l’unica strada per ottenere un’autonomia sostenuta e approvata da tutte le leggi, comprese le leggi della natura. I membri della Chiesa dell’Unificazione non hanno un concetto chiaro dell’inferno. Dovete tutti sapere che l’inferno esiste. Dovete sapere che esiste un inferno severo e spaventoso se non seguite la via di portare la bandiera dell’amore. Lo sapevate? Spero che potrete affrontare il tribunale e uscirne vittoriosi. (117-312, 11.4.1982)

Nell’altro mondo, quando vi manca la disciplina per perseverare in accordo all’ideale dell’amore, si sviluppa una reazione contro di voi. Nessuno vi dice di andare all’inferno. (121-173, 24.10.1982)

I termini pubblico e privato sono chiari. Essere pubblici significa vivere per il bene più grande, vero? Essere privati significa mettere sé stessi al primo posto. Vivere per sé stessi porta all’inferno, mentre lo spirito pubblico porta in cielo. (121-127, 24.10.1982)

I membri della Chiesa dell’Unificazione non sono senza valore. Non siamo un gruppo di poveri ingenui che crede di poter andare in cielo solo partecipando al servizio domenicale con la Bibbia sotto il braccio o dando pochi centesimi di offerta. Questo è per la gente semplice. Non è per persone così intense come noi. Una volta che crediamo in qualcosa, la facciamo fino in fondo. Mettendo la nostra vita in prima linea, anche se il nostro coniuge ci trattiene impedendoci di seguire, noi siamo molto decisi. Seguiamo la via della fede, anche se c’è il rischio di arrivare al divorzio. (121-70, 24.10.1982)

La ragione per cui ora soffrite è per trovare la libertà del cielo. È per creare il cielo persino nell’inferno. Anche se andate all’inferno e agite come un giudice, quelli che scontano la pena dell’inferno diranno: «Siccome sei passato attraverso tutto questo, non possiamo accusarti!» In questo mondo, se una persona si abbassasse a quella posizione o scendesse da un livello alto ad uno più basso, non farebbe forse tante storie? Direbbe: «Perché dovrei andare là? Perché ci dovrei andare?» Scendere ad una posizione più bassa è una cosa che non succederebbe mai in una società di fratelli; è possibile solo nella dimensione di cuore del genitore. Dio, l’Altissimo, può scendere fin nel fondo dell’inferno. Questo è un genitore – un vero genitore. Lo farebbe anche se dovesse essere ferito in volto o qualunque cosa potesse succedere al Suo corpo. (116-115, 27.12.1981)

Se le persone dicono con uno sguardo minaccioso: «Non devi bere alcool. Vai al diavolo!» sono solo un gruppo di buoni a nulla. Non hanno pace nella mente. Sono stufo di loro. Quando li vedo dire: «Questo va contro la Bibbia, Matteo capitolo tal dei tali. Andrete all’inferno…» davvero, quegli scellerati. Se uccidere qualcuno potesse salvare una nazione, non pensate che promulgherebbero una legge per liberare la persona che ha ucciso per poter salvare la nazione? Quei buoni a nulla! Devono riflettere su questo… Se c’è un albero di pino grande quanto un pugno con le radici incuneate in una fessura della roccia sulla cresta di una montagna, neanche un cane passando di là si fermerebbe ad urinare su quell’albero. Urinerebbe solo se c’è ombra. Il cane si vergogna di urinare, per questo va vicino a qualcosa quando urina. È migliore delle persone. Va ad urinare all’ombra. Perché? Perché si vergogna di essere visto da qualcuno. (120-240, 17.10.1982)

Qual è l’ostacolo più grande per entrare in cielo? Voi stessi siete il vostro nemico più grande. Se l’inferno e il mondo satanico sono stati creati è a causa della consapevolezza del sé. L’arcangelo pensava centrandosi su sé stesso. Pensava molto intensamente a sé stesso. Che cos’è un traditore? Chiamate traditore una persona che mette sé stessa al di sopra della sua nazione e della sovranità! Il picco che s’innalza sulle fondamenta dell’io è la via del traditore. È la strada che porta all’inferno. Per gli esseri umani è la via che porta alla rovina. Questa fondazione chiamata io e centrata su di me, porta alla morte. (122-20, 31.10.1982)

Voler ricevere amore è la via che porta all’inferno e appartiene al lato di Satana. Voler dare amore è la via che porta in cielo e appartiene al lato del cielo. Questo è chiaro. C’è solo un amore di questo tipo nel mondo. C’è solo un tipo d’amore di genitore. L’amore del genitore continua a dare anche quando il figlio si rifiuta di ricevere. Anche se tutta l’umanità è caduta, rimane ancora una strada attraverso l’amore del genitore. Poiché Dio è il genitore, questo tipo di amore rimane ancora negli esseri umani. (122-234, 14.11.1982)

Qual è la vostra destinazione? Dove andrete a vivere? Io andrò nel mondo spirituale e starò nel punto più alto di tutte le forme di amore. Proprio come ci sono un Polo Nord e un Polo Sud, c’è un Polo Amore. Per quanto proviate a cercare a metà strada, o per quanto andiate in giro, non mi troverete. Siccome non riuscite a trovarmi, potreste dire: «Il Reverendo Moon è andato all’inferno». Sarebbe facile rimanere nel punto più alto? «Io non morirò congelato al Polo Nord. Sarò come una palla di fuoco d’amore!» Questo è un grande ideale e un grande sistema di pensiero. Così, tutto si realizzerà. Persino Dio è dentro di me. Le persone del mondo sono dentro di me. Quelli che dicono che erediteranno l’amore appartengono alla mia tribù! Non vi sentite offesi? (108-182, 28.9.1980)

Se Dio visita l’inferno, i diavoli nell’inferno abbasseranno la testa. Inchinano il capo davanti a Lui. Neanche Satana si può opporre all’amore assoluto. Se Dio va all’inferno, l’inferno si deve adattare a Lui. Persino l’inferno appartiene a Dio. Se Dio va là, l’inferno deve aprire tutte le sue porte. È una questione semplice, ma dovete sapere che la regola fondamentale per i rapporti di tutti gli esseri è fatta in questo modo. (125-82, 13.3.1983)

Nella mente non ci sono frontiere. Quando pensiamo a Dio, anche Lui non ha nessuna frontiera nella Sua mente. Perciò può andare dappertutto. Se Dio vuole andare in cielo, ci può andare e se vuole andare all’inferno, ci può andare. Può andare dappertutto. Questo significa che nella mente di Dio non ci sono confini. (124-184, 15.2.1983)

Quando una persona va sul luogo dell’esecuzione detesterà i suoi vestiti, non importa quanto possano essere belli. Al contrario, per quanto brutti siano dei vestiti, se sono stati fatti dalle mani amorevoli di vostra moglie, quegli abiti risplenderanno in modo straordinario. Possiamo concludere che tutto ciò che è fatto dall’essenza dell’amore sarà accolto da Dio dovunque va. Anche se va all’inferno, se ci andasse a causa dell’amore, Dio può andare a stare lì con quell’essere. Che dite se la parola “amore” fosse attaccata all’inferno per fare “l’inferno d’amore”? Vi piacerebbe? Anche se è l’inferno, vi piacerebbe se si trattasse dell’inferno dell’amore? Quelli che sono all’inferno faranno delle smorfie, ma se diceste: «L’inferno dell’amore!» riderebbero «Ha, ha, ha». Lo sapete? Non pensate che sarebbe così? (129-284, 20.11.1983)

Quelli che vanno in prigione a causa della persona che amano non sono veramente in prigione. Sono in un luogo che permette loro di portare ancora più splendore ai loro cari e rafforzare il legame che c’è tra loro. Perciò, il vero amore può controllare sia Dio nel livello più alto, che l’inferno nel livello più basso. Allora, questo amore può essere dato solo nel mondo umano? No. È lo stesso in tutto il mondo della creazione: nella terra e nel mondo delle piante e degli animali. Tutti amano i canti d’amore. Alla mattina quando vi svegliate, vi piace sentire il rumore degli uccelli che cantano canti d’amore o quello delle loro lotte? Vorreste sentire i loro canti d’amore. Ora lo sapete. In questo universo non ci sono frontiere nei luoghi dove c’è il vero amore. Non ci sono confini e quelli che possiedono il vero amore hanno quello che è necessario per passare da qualunque parte. Hanno ciò che occorre per controllare Dio e l’inferno. Quindi sappiate che l’amore ha la forza di abbattere le barriere e di andare dappertutto. (129-284, 20.11.1983)

L’amore è diventato il pilastro che permette a questo universo di esistere. Dovete sapere che, allo stesso modo, questo amore è diventato il pilastro che sostiene l’inferno. Com’è difficile aggiustare qualcosa che si è ridotto così. Anche se lavate le sue cellule con un candeggiante veramente potente, poiché l’amore costituisce la sua radice, si macchia di nuovo. (133-319, 1.1.1985)

Solo la forza del vero amore può creare l’unità totale. Parlare di vero amore farebbe dire a Dio: «Uhm…» e persino Satana all’inferno direbbe: «Uhm…» e tutto il mondo direbbe: «Uhm…» Quello che fa unire tutte le cose è la forza del vero amore. C’è qualcuno che mi può dire: «Su questo ti sbagli!»? (133-311, 1.1.1985)

Stiamo cercando di costruire una teleferica tra la cima più alta dove si trova Dio e il mondo umano che è nel profondo dell’inferno. Di che materiale dovrebbe essere fatto il cavo? Un cavo fatto di soldi si spezzerebbe in un istante. Con un cavo fatto di soldi è impossibile. E un cavo fatto di conoscenza? Neanche un cavo fatto di autorità ce la farebbe. Per attaccare la teleferica si dovrebbe usare un cavo fatto d’amore che trascende la cima e il fondo, in modo che la teleferica ci possa scorrere sopra. (130-35, 11.12.1983)

Cos’è che fa un clown? Un clown fa divertire la gente e balla. Anche se voi in quel luogo non sapete ballare, dovreste almeno stare al ritmo. Dio non è così meschino da dire: «Caro mio, se tu, che sei il fondatore della Chiesa dell’Unificazione, sei scoperto a stare al ritmo di un clown, andrai all’inferno». Dio è veramente straordinario. La Sua mente non è più piccola di un’unghia di un cane o sgraziata come la zampa anteriore di una formica. Noi non sapevamo che è un Dio così grandioso, talmente vasto che potrebbe aprire la bocca e respirare tutta l’aria dell’universo e Gli rimarrebbe ancora dello spazio. (130-87, 26.12.1983)

Osservando la provvidenza di Dio, pensate che Dio manda le persone nel mondo spirituale all’inferno e porta avanti la provvidenza di restaurazione solo per quelli che sono sulla terra? Se Dio è amore nel senso più autentico, quale sarà il limite di quell’amore? Non pensate che Dio desideri che la Sua provvidenza di salvezza sia completata persino al di là della linea di confine dell’inferno? Questa è la risposta che otterreste. (121-297, 30.10.1982)

La mente umana non è come il cristallo ma come il ghiaccio. In essa sono combinati e congelati tutti i generi di cianfrusaglie. Noi cerchiamo di fonderle, di liberarci di tutte queste cianfrusaglie e di trasformarle in un blocco di ghiaccio puro. Dall’acqua pulita, cerchiamo di formare un blocco di ghiaccio che Dio potrebbe succhiare. Solo quando pensate: «C’è del ghiaccio che piace a Satana e del ghiaccio che piace a Dio. Diventiamo il ghiaccio che piace a Dio!» potete essere restaurati in un blocco di ghiaccio che appartiene al cielo piuttosto che in uno che appartiene all’inferno. (109-28, 26.10.1980)

2.6. Siamo noi a scegliere di andare in cielo o all’inferno

Siete voi a decidere se andare in cielo o all’inferno. Non lo decido io. Non lo decide Dio. Siete voi quelli che decidono. Se vi lamentate, è l’inferno. Se andate con un cuore grato nei luoghi dove vi sareste lamentati, è il cielo. (96-122, 2.1.1978)

Dio non ha creato l’inferno per gelosia o per invidia. Poiché sono apparse delle persone false, l’inferno è diventato il deposito per occuparsi di loro. La gente compera forse un bidone della spazzatura prima di costruire una casa? Ad esempio, se comprate un cavolo per fare del kimchi, e mentre lo state preparando vi accorgete che le foglie esterne sono state mangiate dai vermi, lo getterete nel bidone della spazzatura. La caduta è stata commessa dagli antenati dell’umanità. Perciò, per poter indennizzare ed eliminare il peccato, deve apparire qualcuno con la qualifica dei veri genitori. (20-118, 1.5.1968)

Fino ad oggi, tutte le persone nate in questo mondo erano destinate all’inferno, perché non esisteva nessuna condizione che permetteva a Dio di salvarle. È come se fossero divorate dagli insetti e dai vermi. Poiché queste persone sono buone solo come mangime per i maiali o qualcosa del genere, Dio non può far altro che metterle nell’inferno. L’inferno e il paradiso esistono veramente. Alla luce di questo, capite cosa intendo dire quando affermo che il cielo è vuoto. (135-118, 4.10.1985)

Dalla comparsa dell’umanità fino ad oggi, le persone sono nate da un lignaggio caduto e non c’è stato mai nemmeno un momento in cui tutta l’umanità ha servito Dio con tutto il suo cuore. Prima di cadere, Adamo ed Eva crescevano in accordo all’ideale di creazione, ma non hanno mai servito Dio con un rapporto di cuore. (8-290, 14.2.1960)

Che cos’è l’inferno? L’inferno è un luogo che non ha nessun rapporto con Dio o con il Suo amore, la Sua vita e il Suo lignaggio. Non importa quanti sforzi facciate o come agiate bene in questa vita sulla terra, il mondo fisico è diventato tale che non potete stabilire un rapporto con il Cielo, il regno di Dio. Questa è la situazione triste e tragica che troviamo sulla terra. (201-97, 11.3.1990)

Qual è l’amaro dolore di Dio? Consiste nel fatto che gli esseri umani, che sono stati creati per servire Dio con tutto il loro cuore, sono caduti nella posizione di non poterlo fare. In altre parole, Dio che avrebbe dovuto essere servito con amore, è stato abbandonato. La profonda angoscia di Dio non è dovuta al fatto che non c’era nessuno che credeva in Lui o che Lo conosceva. L’amarezza e il dolore del cielo e della terra è che nessuno ha servito Dio e ha avuto un rapporto di cuore con Lui. (8-290, 14.2.1960)

Dovete odiare il vostro io caduto. Dovete odiare il vostro corpo. Il sangue del nemico scorre nelle vostre vene. Dovete capire che non potete bruciarlo o tagliarlo con un coltello. Dovete comprendere la vostra situazione miserabile: siete diventati una fabbrica di rifiuti che consuma e digerisce le cose della creazione e siete in una posizione in cui non potete ricevere la protezione di Dio. (214-285, 3.2.1991)

Cos’è che determina la divisione fra il cielo e l’inferno? Non è deciso dal fatto di conoscere o predicare bene la Bibbia. È deciso dai risultati e dal cuore. Alla fine, la linea di divisione fra il cielo e l’inferno è determinata dalla linea di confine del cuore e dei risultati. (32-231, 19.7.1970)

Nell’altro mondo, se vi manca la disciplina per perseverare in accordo all’ideale dell’amore, si sviluppa una reazione contro di voi. Nessuno vi dice di andare all’inferno. Per questo la Bibbia insegna: «Ama i tuoi nemici!» L’amore autentico esercita la sua influenza sul nemico. Se quest’amore va dal nemico una, due, tre, quattro volte, il nemico sparirà sicuramente. È perché l’amore ha questo grande potere che Gesù disse: «Ama i tuoi nemici!» (121-173, 24.10.1982)

Vedendo l’umanità che muore nell’inferno, Dio si dispera per cercare di dare loro la vita eterna. Solo allora la Sua responsabilità di genitore del cielo sarà realizzata. Se dicesse: «Va bene, eliminiamo tutto!», non potrebbe stare nella posizione di genitore. Perciò, questo stabilisce la logica che Dio deve liberare persino l’inferno. Quando un figlio vede i suoi genitori che cercano disperatamente di salvarlo, dirà: «Mia madre e mio padre hanno fatto così tanto per me!» e si pentirà migliaia di volte dei suoi peccati. Se c’è una madre e un padre del genere, il figlio si pentirà finché le sue ossa si sciolgono e la sua carne cade a brandelli. Grazie al cuore dei genitori, si può aprire questa strada. (62-51, 10.9.1972)

Nemmeno Satana può accusare Dio per il Suo amore nel cercare di salvare l’umanità. Non c’è nessuna legge che impedisce il perdono per chi si pente attraverso l’amore dei suoi genitori. Anche l’inferno dev’essere liberato con questo tipo di cuore. Questa è la via di un vero figlio devoto, non è così? Perciò, la Chiesa dell’Unificazione crede che dev’essere liberato perfino l’inferno. Perché? Perché Dio ha questo cuore di genitore. (62-51, 10.9.1972)

L’inferno è un luogo da cui non potrete mai scappare una volta che siete intrappolati. Malgrado ciò, non vi rendete conto che vostra madre, vostro padre e i vostri parenti stanno andando all’inferno. Pensate soltanto: «In qualche modo tutto si sistemerà». Invece, pensate seriamente che i vostri amati genitori stanno andando davvero all’inferno. Se i vostri genitori dovessero andare in prigione, la natura umana è tale che piangereste e fareste qualunque cosa per farli rilasciare. Allora, quanto più, se sentite che i vostri figli, genitori, parenti e fratelli e sorelle – con cui avete dei legami creati in cielo – stanno andando in una prigione dalla quale non saranno mai più liberati, come potete prendere la cosa così alla leggera? (34-266, 13.9.1970)

Sezione 3. Il rapporto tra le persone nel mondo spirituale e quelle sulla terra

3.1. Il mondo spirituale è diviso in un mondo buono e in un mondo malvagio

Quelli che vanno nel mondo spirituale sono tutti divisi. In altre parole, non c’è comunicazione orizzontale tra le persone di gruppi diversi. Verticalmente, comunicano in modo limitato. (218-125, 14.7.1991)

Il mondo spirituale è diviso in due, il mondo satanico e il mondo di Dio. Se potremo tracciare una via che permetterà alle persone di passare dal mondo spirituale satanico al mondo di bontà di Dio, allora la situazione sulla terra si risolverà naturalmente. Di che tipo di via si tratta? Purché abbiamo un metodo speciale che ci permette di trasferire tutti gli individui, le famiglie, le tribù e le nazioni sataniche dal lato celeste, questo è possibile. Quando quel tempo arriverà nel mondo spirituale, si rifletterà sulla terra. Di conseguenza, avverranno rapidamente trasformazioni di tutti i generi e si ripercuoteranno nel mondo di Dio. (134-15, 1.1.1985)

Non potete capire veramente il mondo spirituale senza avere una visione del suo quadro d’insieme, di come si sviluppa, di come agisce e forma un rapporto con il mondo sulla terra. Il mondo spirituale può essere diviso in buono e cattivo – in due mondi. È un mondo che esiste veramente, anche se le persone sulla terra non se ne rendono conto. (134-9, 1.1.1985)

Nel mondo spirituale ci sono così tante correnti storiche. Tuttavia, le persone nel mondo spirituale non possono scendere sulla terra e realizzare il loro lavoro come vogliono. Sono bloccate. A meno che non si costruisca un ponte attraverso la religione, solo poche persone speciali possono tornare sulla terra. Ad esempio, all’interno del Giudaismo si sono create delle fazioni e quando scendono dal mondo spirituale, la corrente principale non può venire in linea retta. Quando i diversi rami del Giudaismo offrono ciascuno la loro devozione, la corrente principale cambia oscillando avanti e indietro di conseguenza.

Perciò, quando si tratta di scendere dal mondo spirituale, solo quelli che sono collegati da una linea retta possono scendere, altrimenti, non possono venire a cooperare attraverso il processo della resurrezione tramite il ritorno. Alla fine, anche le persone sulla terra andranno nel mondo spirituale. Una volta che sono nel mondo spirituale, se vogliono scendere dalle generazioni successive, devono seguire lo stesso principio; tuttavia solo poche persone speciali lo potranno fare. (102-29, 19.11.1978)

Ci saranno sempre più muri nel mondo spirituale e questo lo renderà sempre più complicato. La generazione successiva, alla fine, andrà tutta nel mondo spirituale. Quindi, quei muri diventeranno sempre più grandi. Ci sono muri dappertutto. Ora è un’era globale. Immaginate come deve essere complicato! Pensate a quante volte le persone devono girare e girare per trovare la strada per venire sulla terra. Così, quando il tempo verrà, i muri dovranno essere abbattuti. Stiamo creando dei passaggi che vanno su e giù dal mondo spirituale. Ecco cosa sta facendo la Chiesa dell’Unificazione. (102-29, 19.11.1978)

Avanzando verso il mondo originale degli ideali di Dio – un regno ideale di bontà, dove possono andare gli esseri umani originali – gli spiriti buoni stanno lottando per andare là, mentre gli spiriti cattivi lottano per bloccare il loro passaggio. Il mondo spirituale malvagio e gli spiriti malvagi sulla terra sono costantemente collegati. Sono in costante comunicazione. Gli spiriti buoni sono quelli che hanno subito l’opposizione e la persecuzione nel mondo malvagio. Questi spiriti sono quelli delle persone che erano i credenti delle religioni. (134-9, 1.1.1985)

Gli spiriti buoni e gli spiriti cattivi lottano tra loro nel mondo spirituale.

Lì è in corso una battaglia. La battaglia consiste nel fatto che gli spiriti buoni cercano di portare gli spiriti malvagi nei luoghi buoni, mentre gli spiriti malvagi fanno di tutto per impedire agli spiriti buoni di salire verso dei posti buoni. Dovete sapere che gli spiriti malvagi sono legati fra loro facendo capo a Satana e le persone sulla terra oggi vivono sotto il loro dominio. Perché? Nel corso della storia, i nostri antenati, buoni o malvagi che fossero, sono andati nel mondo spirituale. Gli spiriti buoni stanno dal lato del bene, non perché sono completamente buoni dal punto di vista di Dio, ma perché hanno stabilito certe condizioni di sacrificio sulla terra per separarsi dall’influenza satanica. (134-9, 1.1.1985)

Quando andrete nell’altro mondo, troverete degli assassini, le loro vittime e tutti i tipi di persone che risiedono lì. Stando così le cose, ci sono dei momenti in cui le persone brandiscono le loro spade per vendicarsi. Ma molti muri le bloccano. Per questa ragione, gli spiriti malvagi vanno dai discendenti dei loro nemici e provocano degli incidenti causando la loro morte istantanea per portarli nel mondo spirituale. Queste cose devono essere risolte. Per rimetterle a posto, bisogna prima risolvere la situazione sulla terra, e per risolverla, deve essere offerto qualcosa di migliore. Questo non si può fare senza offrire qualcosa di migliore della morte del nemico, qualcosa di migliore di quello che ha fatto nascere quel nemico. (191-205, 24.6.1989)

Fu già abbastanza tragico per Gesù morire sulla croce sulla terra, ma dopo la sua morte dovette scendere all’inferno per tre giorni. Quella fu la sua prova. La morte è la paura più grande per l’umanità, ma andare all’inferno era la paura più grande per Gesù. Allora nell’inferno, Gesù divenne il signore della paura o il signore della felicità? Gesù andò all’inferno e per tre giorni dovette passare attraverso la prova di superare la sofferenza. (34-144, 30.8.1970)

Con che cosa è liberato il mondo spirituale? Con che cosa è liberato Dio? I nostri primi antenati umani hanno creato dei rapporti complicati. Hanno creato il caos nel mondo spirituale. Perciò ora i discendenti devono indennizzare gli errori dei loro antenati. Se un figlio desidera diventare un figlio di pietà filiale, deve pagare i debiti dei suoi genitori. Alla luce di questo, dobbiamo creare un movimento per abbattere i muri che bloccano i nostri antenati nel mondo spirituale. Facendo questo, i vostri antenati scenderanno e vi insegneranno. Sembra un sogno ma è la realtà. (191-205, 24.6.1989)

3.2. La situazione delle persone nel mondo spirituale

Il mondo fisico è la base per le attività di Satana, mentre il mondo spirituale è stato il teatro delle attività di Dio. Queste due strade si sono sempre incrociate. È un fatto innegabile che questa realtà è rimasta la condizione che ha generato degli aspri risentimenti nell’era provvidenziale di restaurazione. Queste due strade non si devono incrociare. Bisogna preparare il regno della mente centrato su Dio e il regno del corpo che può essere governato da Dio. Questo modello per una base unificata può essere realizzato concretamente solo sulla terra in base al modo in cui è stato praticato nella sfera della vita quotidiana. (45-213, 1.7.1971)

Per realizzare l’unità in questo mondo la Chiesa dell’Unificazione deve prima unire il mondo spirituale. Conoscete quel mondo? I membri della Chiesa dell’Unificazione devono conoscere il mondo spirituale. Dovete unificarlo. Pensate che sarà facile? Senza l’unificazione nel mondo spirituale non ci può essere l’unificazione sulla terra.

Le lotte che avvengono oggigiorno sulla terra non sono forse intollerabili? Sono molto aspre. Tuttavia, i conflitti nel mondo spirituale sono più aspri di quelli sulla terra. Pensando a questo, i membri della Chiesa dell’Unificazione non devono lasciarsi sfuggire dalla bocca le parole: «È difficile». (153-56, 18.10.1963)

Nel processo di ricerca dell’ideale, cos’è che porta l’unità tra le cose spirituali e le cose fisiche? Il mondo spirituale ha una dimensione molto spirituale e la terra ha una dimensione molto fisica. Il mondo spirituale e il mondo fisico devono scambiarsi di posto per potersi unire. Questo non si può fare se vi aggrappate solo a quello che avete. Soltanto quando date tutto, l’altro lato verrà da voi, e solo quando l’altro lato vi dà tutto potrete andare dall’altro lato. Voi andate nella posizione che era stata perduta. (147-94, 31.8.1986)

In futuro per collegare il mondo spirituale e il mondo fisico, dovete prima munirvi di un sistema di pensiero mondiale e unificato e poi essere pronti a percorrere la via della sofferenza per sfondare a livello mondiale. Quando questo succederà, il mondo spirituale e il mondo fisico si uniranno automaticamente. L’unificazione inizierà da lì e sarà determinata la direzione che deve prendere. (29-285, 11.3.1970)

Potete portare l’unità sulla terra prima di unire il mondo spirituale? È impossibile. Questa è la regola. Per questo motivo, ho spinto i membri della Chiesa dell’Unificazione sulla terra nelle fauci della morte e li ho attaccati senza pietà. Quando succede questo, il mondo spirituale non può fare a meno di venire in vostro aiuto. Più siete in una situazione miserabile, più intensamente il mondo spirituale si unisce per far fronte a quella situazione. Quando scendete in un luogo basso, il dominio del cielo emergerà dai 30 milioni di persone di questo popolo. Questo dominio comprende anche quelli che in passato sono andati all’inferno. (49-109, 9.10.1971)

Questo mondo appartiene al diavolo. Dovete cercare il mondo del diavolo e riportarlo a Dio. Voi non sapete quando morirete, vero? Tutti muoiono. Senza porre la fondazione sulla terra per superare liberamente la valle della morte, il Regno dei Cieli sulla terra non potrà essere stabilito. E senza il regno di Dio sulla terra, il regno di Dio nel mondo spirituale non si può stabilire. Dovete fare in modo di poter tornare liberamente sulla terra, dopo che siete andati nel mondo spirituale. Solo allora potrete vivere nel Regno dei Cieli sulla terra, stabilire il Regno dei Cieli nel mondo spirituale e vivere là. (146-223, 1.7.1986)

Il mondo spirituale è un mondo che trascende il mondo materiale. Trascende il mondo della conoscenza. Poiché è un mondo che trascende il tempo e lo spazio, è un luogo dove la gioia di ieri può diventare la gioia di oggi e la gioia di oggi può diventare la gioia di domani. Sotto questo aspetto, il mondo essenziale non si muove sulla base delle cose che noi, che oggi viviamo sulla terra, desideriamo o apprezziamo. Ciò che conta nel mondo spirituale è il centro di tutto ciò che ha valore nella vita di quel mondo. (141-268, 2.3.1986)

Dobbiamo completare la nostra missione relativa alle tre ere distinte. Dobbiamo liberare le persone del mondo spirituale, le persone che vivono oggi in questo mondo di peccato e liberare anche le generazioni future. In questo modo si realizza la liberazione per le tre generazioni. Questo è un compito immenso e straordinario. Cosa succederà se queste cose che paiono un sogno si realizzeranno? Sgranerete gli occhi, resterete a bocca aperta e drizzerete le orecchie, ma poi dovrete chinare il capo. (28-201, 11.1.1970)

Il mondo spirituale è dove tutti quelli che ora vivono sulla terra, senza eccezione, e che lo vogliano o no, andranno a vivere. Dai barbari alle persone civilizzate, una grande varietà di persone di tutti i tipi, che si sono succedute nel corso della storia, si radunerà là. Finora la storia non è riuscita a diventare una storia basata sulla pace, sulla felicità e sull’ideale. Allora, cos’è successo alle persone nel mondo spirituale? Come sono state governate? Le persone che sono vissute sulla terra non possono cambiare all’improvviso nel mondo spirituale. Non esiste forse il detto: «Un’abitudine presa a tre anni continua fino ad ottanta anni»? È difficile correggere il vostro carattere interiore. (141-268, 2.3.1986)

C’è qualcosa negli spiriti che sono nel mondo spirituale di fondamentalmente diverso dalle persone che vivono sulla terra oggi? Cambieranno all’improvviso? Non è possibile. Siete raccolti esattamente nello stesso modo in cui avete vissuto su questa terra. Tutte le persone del mondo spirituale sono, dopotutto, delle persone che sono vissute sulla terra. Vedendo le cose in questo modo, il mondo spirituale non è per niente diverso dal mondo in cui vivono le persone oggi. (141-268, 2.3.1986)

Come volete che progredisca la vostra vita nel mondo spirituale? È come qui; desiderate essere in una posizione migliore domani di quella in cui siete oggi. Il desiderio comune delle persone sulla terra è che oggi sia migliore di ieri e domani migliore di oggi.

Chiunque voi siate, che veniate dall’oriente o dall’occidente, dal passato, dal presente o dal futuro, il desiderio comune è aspirare a qualcosa di migliore nella vita in confronto al presente. Questo non cambia. Tutti nel mondo spirituale sono così. Sperano che le cose migliorino rispetto al presente. Desiderano essere migliori di quello che erano durante la loro vita terrena. (141-269, 2.3.1986)

3.3. Le persone nel mondo spirituale possono realizzare la loro perfezione solo attraverso le persone sulla terra

Poiché finora il mondo è stato il mondo di Satana, le persone malvagie hanno assunto il comando nella guida delle nazioni. Le persone buone, invece, sono state all’estremo opposto; malgrado ciò, il mondo angelico va verso i discendenti che hanno degli antenati con dei buoni meriti e cerca di cooperare con loro. La persona dalla quale scendono per cooperare, non è qualcuno in una posizione alta. Poiché potrebbe essere una persona in una posizione bassa, non dobbiamo considerare solo le persone al vertice della società. (286-194, 11.8.1997)

Ecco qual è la mia situazione. Dopo essere andato instancabilmente in giro per il mondo durante la mia vita, quando ritorno a casa non mi resta niente. Se è così, ciò che ho piantato nelle persone era un cuore che arde di desiderio per me e che cresce nonostante i cambiamenti dei giorni e delle stagioni. In qualunque nazione vado, se vivo lì con un cuore di vero amore e di ardente desiderio, gli angeli scenderanno a fare il loro lavoro; gli antenati buoni scenderanno creando un terreno che non ha nessun rapporto con la caduta. Lo faranno diventare un faro di speranza.

Gli spiriti nel mondo spirituale non possono sempre venire sulla terra. In mezzo alle quattro stagioni c’è n’è una che si adatta alla porta del loro cuore. Persino i vostri amici hanno dei momenti buoni e dei momenti cattivi. Quando le porte del loro cuore saranno in armonia, gli spiriti scenderanno a cooperare sulla terra. (283-291, 13.4.1997)

La religione centrale nel mondo spirituale non lavora solo attraverso il dominio degli Israeliti. Cambia e appare attraverso ogni nuovo stadio di riforma provvidenziale. La religione centrale ha lavorato attraverso la resurrezione tramite il ritorno con la cooperazione di quegli spiriti. D’ora in poi, tuttavia, poiché tutta l’autorità del dominio della religione centrale è stata uguagliata, i vostri antenati si uniranno a quelli che credono nella Chiesa dell’Unificazione. Poiché i vostri antenati sono nati prima di voi, sono come gli angeli in cielo che, allo stesso modo, sono stati creati prima. Siccome siamo in una posizione simile a quella di Adamo, la regola fondamentale è che i vostri antenati, i quali naturalmente sono in una posizione celeste, sostengano i discendenti che sono nella posizione di Adamo ed Eva. È semplice.

Tuttavia, questo deve essere coltivato sulla terra. Non si fa nel mondo spirituale. Dovete coltivare il vostro regno del cuore sulla terra. (140-200, 9.2.1986)

In passato, l’angelo che vegliava su Adamo ed Eva commise l’atto che li fece cadere, ma i nostri antenati non faranno più queste cose. I discendenti sono tutti figli e figlie di quegli antenati arcangelici. Poiché è stata stabilita la fondazione che permette ai vostri antenati in quella posizione di scendere a sostenervi, dovete vivere in un modo che non crei nessuna base d’accusa da parte loro. Questo viene dal Principio e dalla legge. Vivete secondo il Principio e la legge. Dovete metterli in pratica nella vostra vita. Se lo farete, il mondo spirituale vi aiuterà e prospererete senz’altro. La soluzione dipende da quello che praticate nella vostra vita. (145-116, 30.4.1986)

Poiché ci incontriamo insieme, dobbiamo giungere ad una conclusione insieme. Per cosa? Per vivere in accordo alla situazione che Dio desidera, centrati sul punto di sapere se la Corea vivrà o morirà. Questo è ciò che i vostri antenati desiderano per questo popolo; è la volontà di Dio, è il desiderio dei 40 milioni di persone della nostra nazione oggi e sarà il desiderio dei nostri discendenti.

Se non realizzerete la vostra responsabilità in questo momento storico, non potrete evitare di essere rimproverati da tutti i vostri antenati, dalle persone che vivono oggi e dai vostri discendenti futuri. Siete tutti in una posizione più seria di quella di qualunque dei vostri antenati, di qualsiasi persona di questo tempo e di qualunque dei vostri discendenti futuri. Io vivo ogni giorno con questo tipo di filosofia. Poiché vivo con questa filosofia di vita e mi batto lottando, Dio mi aiuta. Siccome succede questo i miei oppositori periranno. Non c’è nessuna eccezione. Sono stati messi con le spalle al muro. Li ho portati a pensare: «O tu o io». (138-335, 24.1.1986)

Malgrado le differenze fra le varie sfere culturali, se le persone capiscono che l’origine che collega la vita e l’amore è una sola, allora è importante anche avere il concetto che: «noi siamo assolutamente uniti». L’idea che le persone sono assolutamente unite è importante. Giapponesi, coreani, cinesi e occidentali hanno la stessa origine. C’è una sola origine per le persone che vivono sulla terra oggi e per i numerosi spiriti che sono nel mondo spirituale. Alla fine, tutti quelli che sono sulla terra andranno a vivere nel mondo spirituale. (192-257, 9.7.1989)

Poiché perfino le porte dell’inferno si aprono su una strada che sale verso il mondo celeste, dovete essere educati… I vostri genitori e i vostri antenati sono gli arcangeli, vero? Ma non sono più gli angeli che portano il lato celeste alla rovina. Assumono la missione dell’angelo che porta alla rovina il mondo caduto, l’arcangelo dal lato del cielo che, secondo le leggi della restaurazione tramite indennizzo, non è più nella posizione di distruggere il cielo, ma nella posizione opposta a quella del passato. In questo modo essi coopereranno con i loro discendenti che sono figure di tipo Adamo. Avverrà un fenomeno del genere quando gli spiriti del mondo spirituale coopereranno. Così questi spiriti possono progredire insieme alle persone sulla terra. (164-276, 17.5.1987)

Per liberarsi della loro posizione attuale, le persone in spirito non possono evitare la sofferenza senza passare attraverso le persone sulla terra. Poiché non possono essere liberate dai loro peccati, cercano le loro dimore terrene. Cercano i loro conoscenti o quelli che sono imparentati con loro e continuano a mandare loro dei segnali. (293-249, 1.6.1998)

Quando andrete nel mondo spirituale dovete essere in grado di scendere sulla terra. Senza stabilire il regno celeste sulla terra, non potete scendere a sostenere i vostri discendenti. Questa non è un’idea impossibile. Succede proprio così. Dovete lavorare per questo addirittura per l’eternità. I vostri antenati sono stati tutti intrappolati a causa della loro parte di responsabilità e delle condizioni d’indennizzo. Non potendo trovare la loro strada nel mondo spirituale, sono scesi sulla terra e hanno pagato di nuovo indennizzo. Non dovete seguire lo stesso cammino. Se il Principio Divino è vero, rischiate tutti di diventare meritevoli di biasimo. (146-223, 1.7.1986)

Il motivo per cui vi faccio soffrire non è perché non mi piacete, ma perché vi voglio salvare. Dovete rendervi conto che tutto questo è per salvarvi. Dovete capire che la vostra sofferenza è per la vostra salvezza, ed essere grati. Allora, il mondo del cuore celeste, il nuovo mondo del cuore, si aprirà davanti a voi. Questo è l’ordine delle cose. Così, una volta che possedete i legami del cuore, potete volare da qualunque parte, giorno e notte, secondo il comando del cielo. Se siete determinati ad assumervi la responsabilità e a guidare il mondo come una locomotiva, il mondo spirituale vi aiuterà. Se pensate in questo modo, il mondo spirituale verrà sicuramente a darvi il suo sostegno. (96-279, 13.2.1978)

Vorreste tutti andare nel mondo spirituale? Tra il vostro desiderio di andare nel mondo spirituale e il desiderio delle persone in spirito di ritornare sulla terra, qual è il più sincero? Dal punto di vista del Principio, dovreste essere più entusiasti voi o il mondo spirituale? Il mondo spirituale è il mondo dell’arcangelo, mentre questo è il mondo di Adamo ed Eva, il mondo della creazione. I figli devono essere più entusiasti del servo, non il contrario.

Siete voi che dovete aiutare il mondo spirituale o il mondo spirituale che deve aiutare voi? Le persone nel mondo spirituale stanno aspettando di venire ad aiutarvi, ma perché stanno ancora aspettando? Vi aiuteranno a costruire il Regno dei Cieli sulla terra o a vivere comodamente? Loro vi aiutano a costruire il regno sulla terra. (161-227, 15.2.1987)

Nel mondo spirituale, ci sono degli spiriti malvagi, degli spiriti in una posizione intermedia e degli spiriti buoni. Si trovano nei tre stadi di formazione, crescita e completezza. Attraverso il loro collegamento con il terzo corso di sette anni, si creerà una strada che permetterà agli spiriti buoni di comunicare con la terra. Questo è inevitabile. Poiché gli stadi di formazione e di crescita si trovano nel dominio di Satana, gli spiriti malvagi, che sono sotto il dominio delle forze del male, hanno avuto un ruolo determinante e le persone malvagie hanno controllato tutto il mondo. Ma da ora in poi gli spiriti cominceranno a trasferirsi sulla terra. In questo tempo di trasposizione il mondo spirituale scende giù e gli spiriti malvagi sono i primi a discendere. Questo periodo di cambiamento è il tempo per superare il mondo spirituale dello stadio di crescita che è nella posizione intermedia ed entrare nella sfera del mondo spirituale buono.

In questo tempo di transizione gli spiriti buoni e le persone buone saliranno, mentre gli spiriti malvagi e le persone cattive scenderanno. Fino ad oggi, il bene e il male erano nella totale confusione e mentre salivano e scendevano uno prendeva il posto dell’altro. Da ora in poi, invece, vedo che entreremo in un’era di una nuova dimensione, dove il bene e il male potranno essere completamente separati. (75-193, 5.1.1975)

Il punto è se avete lo standard di cuore che mobiliterà gli spiriti del mondo spirituale, che sono sconosciuti all’umanità, per farli testimoniare. È il mondo spirituale che richiede questo standard. Poiché quel mondo conosce il cuore di Dio, se una persona del genere fa un appello sulla terra, le persone spirituali si mobiliteranno per dare il loro aiuto nelle questioni terrene che riguardano la realizzazione dell’ideale celeste. La ragione per cui le persone del mondo spirituale non possono scendere sulla terra è che la terra è diventata un muro di lamento e di amarezza. (4-60, 2.3.1958)

Ora dovete pregare così: «Secondo le parole del Vero Padre, voi spiriti buoni, per favore ritornate per guidare verso il cielo i vostri discendenti malvagi sulla terra col vostro abbraccio virtuoso». Sta arrivando un’era in cui tali comandi diventeranno possibili. Noi viviamo nell’era e nella sfera di Adamo, e gli spiriti vivono nella sfera degli angeli. In virtù del principio e della legge che gli angeli devono assistere Adamo, arriviamo subito alla conclusione che saranno costretti ad aiutare. (89-113, 4.10.1976)

Dovete alzarvi presto alla mattina e pregare in lacrime per i vostri vicini, per il quartiere di cui siete responsabili. Questa è la strada del cuore e la via per creare un legame spirituale con il mondo spirituale. Dovete sentire che quando Dio guarda questi vicini, non può fare a meno di versare lacrime perché sono destinati all’inferno, e avrete voi stessi voglia di versare lacrime al posto di Dio, sentendo che non potevate far altro che piangere. Quando si stabilisce una potente risonanza, che vi permette di versare lacrime ispirate dal cuore di Dio, tutto il mondo spirituale si mobiliterà. (96-282, 13.2.1978)

Dovete testimoniare anche quando non va tanto bene. È come gettare delle pietre nel mare. Dovete continuare a farlo senza fermarvi finché le pietre non riempiono il mare e formano una montagna. In questo modo il vostro cuore cresce. Anche se il corpo non cambia, il vostro cuore si sviluppa. (96-282, 13.2.1978)

Gli ultimi seimila anni sono stati la storia per cercare e ricreare un Adamo. È per questo che mi dovete seguire. Eva non può essere creata senza Adamo. Ecco perché Dio deve creare un uomo, Adamo. La carne e il sangue di un’infinità di persone che si sono susseguite nel corso della provvidenza di restaurazione devono essere usati come materiale per questo scopo.

Il risentimento di miliardi di persone nel mondo spirituale deve raggrupparsi qui. Solo quando la figura di Adamo apparirà finalmente in modo sostanziale, i martiri che hanno versato il loro sangue e sono morti sotto tremende persecuzioni, sentiranno per la prima volta il loro valore. Anche se sono nel mondo spirituale, possono ricevere la liberazione solo collegandosi alla figura dell’Adamo sostanziale sulla terra. È così che funziona. Questo non deve essere solo un concetto vago. Il problema è come possiamo veramente concretizzarlo. (29-271, 11.3.1970)

Senza preoccuparci di cosa fanno le persone accanto a noi, se mangiano o si riposano, dobbiamo percorrere questa strada. Di fronte a noi migliaia di persone vanno avanti costantemente. Se cercate di avanzare e di darvi da fare al massimo senza riposare, tirando la corda, allora anche gli altri tireranno la corda per voi. Nel frattempo, vedrete tante persone perdersi lungo la strada. È come una maratona. In una corsa c’è il primo e il secondo posto. La storia è così. Nel corso degli ultimi millenni, un’infinità di persone in spirito si sono arrampicate su questa corda. Se arriverete al primo posto e andrete nel mondo spirituale, e poi vi collegherete alla puleggia avvolgendo completamente la corda, sia il mondo fisico che il mondo spirituale saranno restaurati. (32-145, 5.7.1970)

3.4. La cooperazione del mondo spirituale

Poiché ora il mondo spirituale è diventato estremamente vicino, è giunta l’era in cui gli spiriti buoni potranno stabilirsi su questa terra. Verranno a vivere qui. Fino ad oggi Satana e gli spiriti malvagi hanno diviso la terra e se ne sono impadroniti, ma ora gli spiriti buoni si impossesseranno della terra e ne assumeranno il comando. Perché questo possa succedere, i membri della Chiesa dell’Unificazione devono versare lacrime, sudore e sangue e offrire la loro devozione. Dovete pregare con un cuore fervoroso che supera la devozione offerta dai cristiani e dai seguaci dell’islamismo, del buddismo e delle altre religioni. Dovete pregare dicendo: «Poiché la fondazione sostanziale è stata restaurata sulla terra grazie a tutti voi, la Chiesa dell’Unificazione avanzerà per tutti i regni del mondo spirituale sulla base di questa fondazione spirituale!» (169-10, 1.10.1987)

Sapevate che le persone del mondo spirituale possono essere salvate solo attraverso di noi? Perciò, se vivete per quelli che sono andati nel mondo spirituale, le benedizioni di quel mondo verranno da voi. Se diventate una persona così, che può vivere e offrire indennizzo e pentimento per il mondo spirituale, allora esso scenderà e starà con voi. Tutto il mondo spirituale si muove attorno a voi come punto centrale. Dovete sapere come sono importanti l’indennizzo e il pentimento. (125-52, 1.3.1983)

Poiché nel mondo spirituale non ci sono frontiere, il suo territorio è infinito. Tuttavia, ovunque andrete, gli spiriti verranno e diranno: «Io ti ho assistito. Quando eri il leader del posto tal dei tali, io ero lì ad aiutarti». Saranno tutti vostri amici. Saranno come i vostri compagni che si trovano nella stessa era provvidenziale. Come ho spiegato, bisogna mobilitare il mondo spirituale. Come si può creare il cielo senza mobilitare il mondo spirituale? È impossibile.

Il cielo deve iniziare dai veri genitori, non dai discendenti caduti. Proprio come il mondo angelico assistette Adamo al tempo della creazione, il mondo spirituale deve tornare sulla terra e collaborare alla ricreazione. Senza far questo non è possibile costruire il cielo sulla terra. Non è forse questo il Principio della resurrezione? Sarà riconosciuto vero da tutti quando i risultati diventeranno visibili. Allora, come sarà soddisfatto di me il mondo spirituale! (162-114, 30.3.1987)

Se andate avanti con una forte convinzione, i vostri antenati tratterranno e immobilizzeranno vostra madre o qualsiasi altro parente che si oppone a voi, e gli impediranno di aprire la bocca. Gli antenati diranno: «Ascolta me!» Perché? Perché gli spiriti malvagi caduti si sono ritirati e voi vi trovate sulla fondazione dei Veri Genitori che hanno respinto Satana a livello mondiale. I Veri Genitori sono collegati al livello nazionale e sulla base della vostra fondazione tribale originale, voi vi potete collegare alla posizione dei genitori nella sfera del bene. Quindi, gli spiriti malvagi si sono ritirati e tutti i vostri antenati del mondo spirituale di tipo arcangelo coopereranno con voi. (184-91, 19.3.1989)

Persino i vostri antenati nel mondo spirituale guardano la terra e vogliono venire col desiderio di aiutare i loro discendenti di cui sono orgogliosi. Ecco perché molti dei vostri antenati scendono giù per stare con voi. Questa è la sfera della religione basata sulle tribù che trascende le denominazioni. Capite? I vostri antenati vi vogliono seguire riponendo in voi la loro fiducia e il loro amore. Ecco perché si vogliono dedicare a darvi il loro aiuto. (189-278, 1.5.1989)

In questo tempo, sulla terra, quando le persone pregano dopo essere entrate nella Chiesa dell’Unificazione, i loro antenati appariranno in una settimana e insegneranno loro ogni cosa. Siamo arrivati a questa situazione. Ciò significa che finora le religioni hanno aperto la strada per un dominio globale e preparato il terreno per un cammino spirituale verticale per mezzo del legame di cuore. Poiché il Movimento dell’Unificazione ha ampliato il dominio orizzontale fisico a livello globale, collegandolo fino ai confini del mondo, ci troviamo in un’era in cui gli antenati nel mondo spirituale possono finalmente scendere sulla terra ad aiutare le loro tribù. La home church è la base in miniatura di questo dominio globale. Allora, cosa succede agli spiriti buoni? In passato venivano, offrivano il loro aiuto e poi se ne andavano, ma ora si possono stabilire sulla terra. Sta arrivando questo tipo di era. Si stabiliranno, capite? Quando dico: “jeong-joo” (stabilirsi), non parlo di Jeongju, la mia città natale. Dico che siamo entrati in un’era in cui gli spiriti buoni del mondo spirituale possono finalmente stabilirsi e vivere sulla terra. Voi siete entrati nella Chiesa dell’Unificazione, perciò impegnatevi nelle sue attività. I vostri antenati buoni vivranno con voi e vi aiuteranno. Ecco perché è possibile restaurare le vostre tribù. (163-301, 1.5.1987)

Anche se siamo entrati in un’era globale, avete ancora una posizione individuale, che è collegata ai santi più alti del mondo spirituale. Così, se siete una persona che ha un modo di pensare simile, che preserva un cuore del genere, erediterete la fondazione spirituale che vi permette di ricevere un appoggio illimitato, dovunque siete e ogni volta che ne avete bisogno. Ecco perché, sulla base delle attuali attività della Chiesa dell’Unificazione sulla terra, gli spiriti dei patrioti di ogni nazione hanno costruito una fondazione protetta nel mondo spirituale e ora sono scesi e si sono stabiliti sulla terra.

Se pensate alle campagne militari del passato, il numero di persone che sono morte cercando di difendere il proprio paese non è forse decine o centinaia di volte superiore alla popolazione di una nazione? Ora sono venuti sulla terra per accamparsi e sono in attesa che le operazioni si espandano. Perciò, tutti i missionari devono iniziare un movimento nazionale, una mobilitazione totale ed essere pronti a fare dei sacrifici rappresentando sia il mondo fisico che il mondo spirituale. Tutti gli spiriti verranno in loro aiuto, una volta che l’ordine di avanzare è stato dato. (162-108, 30.3.1987)

Poiché le religioni che sono esistite fino ad oggi non sono state in grado di collegare il mondo spirituale e il mondo fisico, era possibile entrare in contatto con il mondo spirituale solo armonizzandosi al suo ritmo verticale e alla sua lunghezza d’onda attraverso l’offerta della vostra devozione spirituale. Ora, però, siamo entrati proprio nella stazione emittente. La nostra posizione è come quella di un diaframma. Non è l’onda stessa ma un trasmettitore. Scegliendo una frequenza di dieci o di mille, oppure una lunghezza d’onda molto breve, potete inviare delle onde elettriche di varia lunghezza.

Con una stazione trasmittente potete dire: «Antenati nel mondo spirituale, per favore venite a lavorare con me. Antenati buoni per favore venite a lavorare con me. Ho bisogno di queste vibrazioni», e loro sono tenuti a venire. Possono essere chiamati e mobilitati degli individui e delle famiglie. Poiché il punto d’appoggio per collegarsi alla sfera della tribù, del popolo e del mondo è stato stabilito sulla terra, gli spiriti saranno mobilitati e scenderanno sulla terra.

Quando questo succederà, il vostro corpo, che cercava di andare in una certa direzione, si volterà e sarà trascinato indietro a sua insaputa. Quando gli spiriti verranno, vi prenderanno e vi guideranno, allora, poiché non sarete coscienti di essere presi, sarete trascinati senza rendervene conto. Vi sembrerà di andare di vostra volontà. Ci credete? Questa non è una semplice teoria. È logico. (162-103, 30.3.1987)

Quando la Chiesa dell’Unificazione si muoverà, Maometto verrà ad assisterla, assieme a tutti i rappresentati del Confucianesimo e del Buddismo. Perfino Dio verrà in suo aiuto. Perciò, dovete essere orgogliosi del fatto che vi muovete in mezzo alla cooperazione di tutta la sfera spirituale, perché rappresentate l’umanità, il mondo spirituale e Dio. (162-15, 15.3.1987)

La posizione dei genitori perfetti non può ricevere la cooperazione del mondo spirituale caduto. Questo è il motivo per cui finora il mondo spirituale non ha potuto sostenere i Veri Genitori e cooperare con loro. Non era così all’origine con il Principio? La posizione dei genitori perfetti deve essere sostenuta da Dio e dall’arcangelo non caduto. Per quanto siano numerosi, gli spiriti del regno satanico sono in una posizione che impedisce loro di assistere i Veri Genitori. Poiché gli spiriti che ora sono nel mondo spirituale non sono nati da dei genitori veri ma da dei genitori falsi, non possono aiutare i Veri Genitori.

Tuttavia, indennizzando tutti i fallimenti dell’arcangelo, possono dare tutto l’appoggio che desiderano nella posizione di figli, ossia la posizione di Adamo ed Eva che stanno ancora crescendo. In questo modo, con la cooperazione del mondo spirituale, il mondo caduto a poco a poco si sgretolerà e in un prossimo futuro crollerà. (146-312, 20.7.1986)

3.5. Gli atei sono come degli spiriti erranti

Ditemi, sapete quanto è immenso il mondo spirituale? Avete mai immaginato quale può essere la popolazione di quel mondo? Secondo il calcolo di uno spiritualista, per ogni persona che vive ci sono 3.320 spiriti. Se un numero simile fosse dalla nostra parte, perderemmo o vinceremmo la battaglia contro il mondo satanico? (86-193, 28.3.1976)

Se si considera che le persone non vivono più di cent’anni, su cinque miliardi di persone ogni anno ne vanno nel mondo spirituale cinquanta milioni. Cosa possiamo fare per quelli che vanno all’inferno? Dio vuole che raccogliamo dal Suo lato quello che Satana ha seminato, ma cosa succederà se continuiamo a rimandare questo? Negli ultimi quarant’anni, quante persone sono andate all’inferno? Ne sono andate dei miliardi. Questo è un problema serio. Quando andrò nel mondo spirituale se diranno: «Mentre vivevi sulla terra non hai realizzato la tua responsabilità per noi, vero?», come dovrò rispondere? Dovremmo almeno pensare a questo. Quando parlo ai membri condivido questi pensieri ed esprimo la mia determinazione a prendere responsabilità per il futuro. Essi diranno: «Tu sei una persona straordinaria. Ti sei preso cura di noi». (205-355, 2.10.1990)

Ora ogni giorno muoiono 60.000 persone. Venti milioni di persone che ogni anno muoiono di fame significa sessantamila morti al giorno. Quando i genitori, i fratelli e le sorelle, e i figli di queste persone li vedono morire, il loro cuore è straziato dal dolore e si riempie di lacrime. Se coloro che chiamiamo Veri Genitori non provano compassione per loro e fanno i preparativi per la loro salvezza, saranno accusati dai loro contemporanei sulla terra. (205-355, 2.10.1990)

Quelli che sono più miserabili delle persone che muoiono di fame sono quelli che negano Dio. È così perché a quelli che muoiono di fame sarà concesso un certo livello nell’altro mondo secondo i meriti delle loro buone intenzioni, ma gli atei non avranno un posto dove stare perché negano il mondo spirituale. Vagano nel mondo spirituale come delle nuvole. Diventano degli spiriti erranti. Come le nuvole si incontrano e producono la pioggia, così essi si incontrano e creano un’influenza cattiva. Vanno tutti all’inferno e infliggono dolore nell’inferno. Siccome so queste cose fin troppo bene, devo salvarli ed è per questo che faccio questo lavoro. (205-355, 2.10.1990)

Sezione 4. I nostri antenati e noi

4.1. Noi siamo il frutto dei nostri antenati

Voi siete tutti le reincarnazioni storiche dei vostri antenati e portate i loro volti. Quanto è lunga questa storia? Si sa che è lunga centinaia di migliaia di anni. Il lungo corso della storia era, alla fin fine, per creare una persona: voi stessi. Per creare una persona del genere, dalla famiglia Kim ad esempio, si sono succeduti innumerevoli antenati. Perciò noi siamo i frutti della storia umana. (46-155, 13.8.1971)

Quando guardo il volto di una persona, di solito posso dire se ha degli antenati buoni o cattivi. Alcune persone hanno degli antenati buoni e ricevono benedizioni, altre hanno antenati cattivi e soffrono tutto il tempo. Queste persone soffriranno terribilmente quando vanno a testimoniare nei loro luoghi di missione. (37-144, 23.12.1970)

Se state al passo con la Chiesa dell’Unificazione secondo lo standard del Principio, gli spiriti buoni e gli antenati nel mondo spirituale che erano abituati a cooperare con la fortuna nazionale lavoreranno per voi. Esteriormente, potete apparire sfortunati, con la faccia piatta e le orecchie piccole, ma il mondo spirituale vi vede come un figlio fortunato. Specialmente i vostri antenati di dieci generazioni sono ansiosi, perché la storia della restaurazione si realizza sulla base di dieci generazioni. Ma quando appare un discendente malvagio, gli antenati di dieci generazioni lo giudicano dicendo: «Ehi tu! Ci vuoi rovinare!» (14-20, 19.4.1964)

Proprio come al tempo di Gesù gli antenati buoni poterono salire dal livello di spiriti di formazione al livello di spiriti di vita nel mondo spirituale, i vostri antenati sono entrati nella sfera che conferisce loro il privilegio speciale di ritornare sulla terra attraverso di voi. Quando capite questo e diventate parte della fondazione vittoriosa, siete nella posizione di aver creato la vita. Per questo motivo i vostri antenati vi aiuteranno. Così, dovete essere la base attraverso la quale i vostri antenati di migliaia di generazioni possono ritornare. (14-22, 19.4.1964)

Quando andrete nel mondo spirituale, incontrerete innumerevoli santi e antenati, e parlerete con loro. Vi chiederanno: «Da dove vieni? Da quale parte del mondo? Da quale nazione? Da dove?» E rievocheranno il passato mentre parlano con voi. Anche gli amici non condividono forse le storie del loro passato quando si incontrano? Quando andrete nel mondo spirituale incontrerete il vostro bis-bisnonno e migliaia e decine di migliaia dei vostri antenati. Non vi offendereste se vi dicessero sgarbatamente: «Buono a nulla! Che vita hai fatto?» Rifletteteci. (148-321, 26.10.1986)

Ora i nostri antenati ci devono aiutare, per poter ricevere delle benedizioni. Più si oppongono, più sprofondano in una fossa. La fortuna celeste sta cambiando rapidamente. In futuro, chiederanno a gran voce di avere una mia foto in ognuna delle loro case. Vi ammoniranno dal mondo spirituale. Ecco perché quelli che innalzano la bandiera della chiesa, appendono la mia fotografia e la salutano ogni giorno, daranno vita all’opera della resurrezione dei loro antenati. (208-154, 17.11.1990)

Fino ad oggi, quelli che comunicavano con degli spiriti di basso livello vi dicevano di non andare alla Chiesa dell’Unificazione. Ma adesso Buddha, Gesù, Confucio e Maometto devono insegnare alle persone ad andare alla Chiesa dell’Unificazione, altrimenti saranno giudicati dalla legge celeste. Perché? Perché la religione che io insegno è la religione dei genitori. (208-154, 17.11.1990)

Dovete poter dire: «Attraverso i Veri Genitori siamo diventati degli antenati che possono trasmettere un nuovo lignaggio e diventare una tribù benedetta che porta la liberazione! La nostra tribù apparterrà alla famiglia e alla casata immutabile ed eterna di Dio». Allora vi separerete eternamente da Satana. Ecco perché la Chiesa dell’Unificazione permette di onorare gli antenati.

Il cristianesimo permette di celebrare dei riti per gli antenati? La Chiesa dell’Unificazione deve portare avanti e stabilire questa tradizione. Non è una tradizione profana. Onorando il Genitore celeste, il regno celeste e gli antenati celesti, emergerà un dominio regale, dove possiamo servire eternamente la sfera dei messia tribali come parte del lignaggio centrale e tramandando la via del servizio alle generazioni future. Sarà una nazione dove possiamo servire il re e cantare le lodi per il regno eterno di pace e di prosperità. Capite? Voi, vostra madre, vostro padre, la vostra famiglia e la vostra tribù potete andare direttamente in cielo solo dopo aver vissuto in una simile nazione. (220-221, 19.10.1991)

Se pregate e vi collegate al mondo spirituale, saprete che gli spiriti stanno lavorando molto duramente per avvicinare i loro discendenti al cielo. Ma qui sulla terra a volte le persone parlano male dei loro antenati e cercano di vivere meglio che possono per conto proprio. (22-338, 11.5.1969)

Per poter essere liberate dalla loro posizione attuale, le persone in spirito non possono evitare la sofferenza senza passare attraverso le persone sulla terra. Poiché non possono essere liberate dai loro peccati, sono sempre alla ricerca della loro dimora terrena. Cercano i loro parenti o le persone collegate a loro e continuano a mandare loro dei segnali. (293-249, 1.6.1998)

4.2. La salvezza degli antenati viene da quelli che sono sulla terra

Quando lascerete dietro di voi un amore più grande di quello dei vostri nonni e bisnonni nella casa dove voi e i vostri antenati siete nati e avete vissuto, il cielo vedrà risplendere la luce dell’amore. Brillerà una luce di cento, mille, milioni di volt. Questa luce sale verso i vostri antenati, va nel mondo spirituale, il Regno dei Cieli e Dio. Questo Regno è la nostra patria originale. Dio non è forse il nostro Padre originale? (213-190, 20.1.1991)

Tutti i vostri antenati nel mondo spirituale osservano il modo in cui vivete. Non c’è un luogo dove nascondersi. Osservano tutto. Quando andate nel mondo spirituale, potete vedere al di là dei muri e persino tutta la terra. Dobbiamo andare a vivere in quel mondo per l’eternità.

Poiché siamo stati creati come oggetti dell’amore di Dio, Dio ha bisogno di esseri che diventano gli oggetti del Suo amore eterno per sempre. Proprio come Dio è eterno, anche noi siamo eterni. Senza essere un partner d’amore, non c’è vita eterna. (213-196, 20.1.1991)

Il mondo spirituale è nelle vostre mani; i vostri parenti sono nelle vostre mani – non solo i vostri parenti, ma anche la vostra nazione è nelle vostre mani; perfino il compito di stabilire la giusta tradizione per i vostri discendenti è nelle vostre mani. Dovete sempre tenerlo presente. Se voi, come singoli individui, realizzerete questo o no, determinerà se i vostri antenati e i vostri parenti saranno liberati e se i vostri discendenti potranno essere il popolo scelto della liberazione. (66-76, 17.3.1973)

Dovete sempre pensare che rappresentate tre ere. Per questo motivo, dovete comprendere che il mondo spirituale è nelle vostre mani e che i vostri antenati sono alla vostra mercé. Se uniamo insieme il passato, il presente e il futuro e mettiamo insieme la sfera spirituale e quella fisica, e le guidiamo, essi accorreranno da noi. Dobbiamo realizzare questa missione. (66-76, 17.3.1973)

Ora il mondo è in rapido cambiamento. Molte persone malvagie muoiono in incidenti. Muoiono all’improvviso. Ora non c’è indennizzo. È arrivata un’era dove i verdetti e le punizioni sono dati all’istante. Dovete correggere le vostre azioni. Chi lo sta facendo? Non è il diavolo che porta il nostro indennizzo. Se ne occupano i vostri antenati. Il livello della Benedizione che vi ho dato è uguale per tutti. Se vi allontanate da quel livello… Quando andrete nel mondo spirituale lo standard non deve essere perso. Poiché dovete stare in una certa posizione spirituale, potete essere portati nel mondo spirituale per impedirvi di perdere quello standard. Arriverà un’era del genere. I vostri antenati vi daranno sia la malattia che la medicina. Diranno: «Onora la foto dei Veri Genitori!» (301-164, 25.4.1999)

Dovete ricevere la cooperazione dei vostri antenati con un cuore pieno di fervore più grande del cielo e della terra. Tutto va in questo senso. Sono incluse tre generazioni. I vostri antenati sono la prima generazione, voi siete la seconda e i vostri figli la terza. Dovete unire insieme queste tre generazioni con un cuore fervoroso in modo che i vostri discendenti sulla terra, la terza generazione, rinascendo possano collegarsi ai vostri genitori e persino ai vostri antenati in cielo. Non è così? (302-39, 18.5.1999)

I vostri antenati nel mondo spirituale guardano la terra e vogliono venire col desiderio di assistere i loro discendenti di cui sono orgogliosi. Ecco perché molti dei vostri antenati scendono giù per stare con voi. Questa è la sfera della religione basata sulle tribù che trascende le denominazioni. Capite? I vostri antenati vi vogliono seguire riponendo in voi la loro fiducia e il loro amore. Ecco perché si vogliono dedicare a darvi il loro aiuto. (189-278, 1.5.1989)

Per poter scendere sulla terra a dare il suo aiuto, mia madre ha potuto farlo solo dopo aver raggiunto la giusta posizione come mia madre. Ecco perché è venuta adesso. La resurrezione può avvenire grazie a voi. Perfino i vostri antenati ricevono la salvezza attraverso di voi. Ecco perché desiderano sostenervi attivamente. Quindi, nel vostro quartiere, lavorate duramente senza riposarvi. (179-25, 15.6.1986)

Una regola ferrea che dovete conoscere è che dovete fare più di quello che qualsiasi servo leale, patriota, figlio devoto o ministro della chiesa, che sono vissuti nella vostra area, abbiano fatto. Se fate degli sforzi più grandi di loro, essi vi sosteranno. Questa è la condizione. Se farete questo, sarete in un luogo che è al di sopra del dominio dell’accusa di Satana. Perciò, Satana non si opporrà a voi e, col sostegno del mondo spirituale, i vostri antenati appariranno alla vostra famiglia e ai vostri parenti e spiritualmente li spingeranno ad entrare nella Chiesa dell’Unificazione. Succederà che vostro nonno verrà ad aiutarvi e testimonierà per voi. (179-17, 15.6.1986)

Quando siete seduti sul gabinetto, il mondo spirituale vi dirà: «Ehi, oggi devi fare queste cose!» e vi insegnerà l’intero programma. Queste cose meravigliose succedono veramente. Perciò, quando siete per la strada, ci sono molti casi in cui delle persone collegate a voi vengono contattate spiritualmente in anticipo e finiscono per incontrarvi. Ecco perché dovete ottenere l’appoggio del mondo spirituale. Dovete avere il sostegno del mondo spirituale.

Ora i vostri antenati coopereranno con voi. Nel mondo del dominio non caduto, la perfezione di Adamo doveva essere realizzata con la protezione degli angeli che dovevano educarlo e portarlo alla Benedizione. Facendo sì che il mondo spirituale realizzi la sua missione originale, la sfera arcangelica del mondo spirituale sarà restaurata e attraverso questo si restaurerà la sfera terrestre. L’arcangelo ha causato la caduta, non è vero? Per questo i vostri antenati verranno e agiranno come l’arcangelo buono. In questo modo siete nella posizione originale dell’Adamo non caduto e potete entrare nel regno del cuore di Dio. Poiché potete seguire quella strada nella cerchia della cooperazione dei vostri antenati, questo non appartiene al dominio caduto, ma si trova nella sfera vittoriosa del cuore originale e avanza verso la sfera della liberazione.

In questo modo potete andare direttamente in cielo. Tutto ciò è conforme ai principi della restaurazione tramite indennizzo. Non c’è nulla di vago a questo riguardo. (178-133, 1.6.1988)

Il mondo spirituale vi sosterrà. Riunirà i vostri parenti e tutti quelli che vi sono vicini e li porterà davanti a voi. In questo modo, gli spiriti nel mondo spirituale centrati su Dio scenderanno e si metteranno intorno a voi che siete nella posizione di Adamo. Poiché i vostri antenati buoni vi circonderanno, creeranno un dominio dove il male e Satana non possono infiltrarsi. Così, sulla base di quello standard, erediterete la posizione del vero antenato originale attraverso dei legami di cuore. Poiché questa diventa come una fondazione appena impiantata, sulla base di quel livello di cuore, tutti i nonni e le nonne del vostro parentado chineranno la testa davanti a voi. (177-75, 15.5.1988)

Ora, i vostri antenati vi sosterranno. In passato, gli antenati malvagi usavano i loro discendenti, ma ora è il tempo in cui gli antenati buoni scenderanno giù ed entreranno in azione. Perciò, dovete portare la croce. Ci deve essere qualcuno che è disposto a portare la croce e a pagare indennizzo per la tribù, la società, la nazione e il mondo. La speranza della nazione e della razza deve essere incorporata nell’era provvidenziale dell’ideale mondiale, ma finora gli spiriti degli antenati non potevano essere in una posizione di grande influenza ed erano tenuti prigionieri nelle sfere più basse.

Ma se portate la croce e vi battete per il beneficio del livello mondiale, tutto può essere resuscitato rapidamente grazie a voi. Allora, da quelli che vivono sulla terra, può essere posta una fondazione per salvare egualmente tutti gli antenati attraverso le generazioni. Questo è l’unico modo in cui la vostra tribù può essere liberata. Capite cosa voglio dire? (172-253, 23.1.1988)

Dal punto di vista della terra, tutti i vostri antenati verranno a costruire un ponte. Poiché i vostri antenati sono nella posizione dell’arcangelo, cooperano alla ricreazione e si elevano secondo il loro legame con l’amore dei Veri Genitori. Poiché perfino le porte dell’inferno si aprono su una strada che sale verso il mondo celeste, dovete essere educati e…

I vostri genitori e i vostri antenati sono gli arcangeli, non è vero? Ma non sono più gli angeli che causano la rovina del lato celeste. Assumono la missione dell’angelo che distrugge il mondo caduto. Questo è l’arcangelo dal lato celeste che, secondo le leggi della restaurazione tramite indennizzo, è in una posizione opposta a quella del passato. Di conseguenza essi coopereranno con i loro discendenti e con delle figure di tipo Adamo. Questi fenomeni succederanno quando gli spiriti nel mondo spirituale coopereranno e potranno risorgere assieme alle persone sulla terra. (164-276, 17.5.1987)

Gli spiriti buoni e tutti i vostri antenati scenderanno ad aiutarvi. Non ci saranno più dei momenti in cui dovete sentirvi in ansia per le persone che si oppongono alla Chiesa dell’Unificazione. Ora, anche se il mondo intero provocasse dei disordini, la vostra mente sarà tranquilla. La vostra mente non tremerà. Quel tempo è ormai giunto. L’atmosfera spirituale malvagia non ci può toccare.

Quando guardate attentamente i discendenti di antenati buoni, il loro cuore è tale che sono contenti se andate a casa loro; e quando lo fate, vi vogliono dare qualcosa di prezioso. Anche se forse non ne siete consapevoli, quando i vostri antenati cooperano e vi fanno agire attraverso i vostri sentimenti per aiutare una persona bisognosa, ricevono un beneficio da questo. Anche voi potete svilupparvi attraverso questo. Secondo il principio della cooperazione tra il mondo angelico e la sfera di Adamo, in questa che è l’era della ricreazione, i vostri antenati del regno angelico sosterranno voi che siete i discendenti di Adamo. Cooperando al processo della ricreazione, in un certo modo possono crescere in presenza della volontà di Dio. (164-308, 17.5.1987)

Anche se i vostri nonni sono deceduti, possono ritornare in vita grazie a voi. I vostri genitori possono rivivere attraverso di voi. A causa del vero amore, e sulla base del vero amore, quando direte: «Vivi», vostra nonna apparirà e dirà: «Si?» e voi potrete incontrare i vostri nonni e i vostri genitori che sono morti. Dovete sapere che questa strada si trova nel vero amore. I vostri nonni e tutti i vostri antenati sono nel mondo spirituale. Ma quando direte: «Ho questo problema difficile. Aiutatemi», lo risolveranno per voi immediatamente. State entrando in un’era del genere. Essi vi daranno delle istruzioni.

Dio è il nostro antenato e noi siamo i Suoi nipoti. Quindi, quando dite: «Per favore, fa che sia così, come chiedo», Lui dirà di sì. Non dirà di no. Ogni cosa si realizzerà con Dio. (162-143, 5.4.1987)

Gli spiriti nel mondo spirituale si metteranno all’opera in tanti modi per ricevere l’aiuto delle persone sulla terra e scenderanno dai loro discendenti. Tuttavia, poiché i loro discendenti non sanno come risolvere la situazione, le circostanze della loro famiglia cominciano ad andare storte, il cammino diventa difficile e si ripetono altri problemi. Gli spiriti che sono elevati attraverso l’aiuto delle persone sulla terra vanno in una posizione migliore di quella attuale. In questo modo la loro vita diventa comoda e anche la vita dei loro discendenti sulla terra diventa pacifica. (292-287, 27.4.1998)

4.3. Le famiglie benedette e i riti per gli antenati

La Chiesa dell’Unificazione permette di onorare gli antenati e deve continuare questa tradizione. In futuro, tuttavia, questo sarà fatto in riferimento ai Veri Genitori e così questa tradizione sarà diversa da quella profana del mondo secolare. Onorando il Genitore celeste, il regno celeste e gli antenati celesti, emergerà un dominio regale, dove possiamo servire eternamente la sfera dei messia tribali come parte del lignaggio centrale tramandando la via del servizio alle generazioni future. Sarà una nazione dove possiamo servire il Re e cantare le lodi per il regno eterno di pace e di prosperità. Voi, vostra madre, vostro padre, la vostra famiglia e la vostra tribù potete andare direttamente in cielo solo dopo aver vissuto in una simile nazione. (220-221, 19.10.1991)

I vostri antenati vengono nell’anniversario del giorno in cui sono morti e voi preparate un tavolo delle offerte e fate un servizio in loro memoria. Se vi inchinate ai vostri antenati in una stanza in cui è appesa la fotografia dei Veri Genitori non è un peccato. Non è un peccato preparare un’offerta di cibo e tenere dei servizi in memoria dei vostri antenati. (212-100, 2.1.1991)

Dovete apprezzare il diritto del popolo scelto e del suo lignaggio. Il diritto del popolo scelto è il diritto della primogenitura. La Corea è la nazione del figlio maggiore. Se il popolo della Corea è diventato un popolo che ama la sua genealogia era allo scopo di perpetuare il lignaggio. Non è sbagliato venerare i vostri antenati e tenere dei servizi in loro memoria. In futuro, ci sarà un tempo in cui riveriremo i nostri genitori più di quello che fanno i seguaci del confucianesimo. Capite cosa sto dicendo? (226-277, 9.2.1992)

Se i vostri nonni sono morti, dovete visitare le loro tombe. Dovete visitarli ed esprimere a loro il vostro rispetto come se Dio fosse sepolto in quella tomba. Dovete fare ammenda per il triste dispiacere che avete causato non avendo servito bene i vostri nonni durante la vostra vita. (220-349, 20.10.1991)

Il primogenito del figlio maggiore deve piantare profondamente le sue radici. Nessuno le può sradicare. Non può farlo il nonno e tanto meno lo zio. Ecco perché quando fate dei riti per gli antenati, dovete mettere in prima fila il figlio maggiore persino davanti allo zio, al cugino, al terzo cugino e addirittura al prozio. Lo sapevate? Il figlio maggiore viene messo davanti, così possiamo vedere che i coreani erano un popolo che attribuiva grande importanza alla posizione del primo figlio, grazie al loro sfondo culturale tradizionale che onora gli antenati. Le persone di umili natali vivevano con la nobiltà? Si mescolavano fra loro con noncuranza? No. Si diceva che i nobili non avrebbero acceso un fuoco con le bucce del riso, neanche se avessero dovuto morire di freddo. È incredibile. (197-340, 20.1.1990)

Ci sono alcune ragioni valide nel fatto che i cristiani hanno proibito i riti per gli antenati fino ad oggi. Questi riti devono essere offerti a Dio e ai Veri Genitori di tutta l’umanità. Gli antenati idealmente devono prima essere serviti dal cielo. Tuttavia, a causa della caduta, questo fino ad oggi è stato proibito. Ma ora, nell’era della restaurazione, poiché avete ricevuto la Benedizione, d’ora in poi dovete servire i vostri antenati. (223-210, 10.11.1991)

Quando arriva il giorno di un servizio commemorativo, il primogenito del figlio maggiore decide l’ora del servizio. Ecco perché potete tenere la funzione alle 5 del mattino, anche se in passato si faceva all’una del mattino. A seconda delle circostanze, l’orario può essere cambiato dalle cinque alle sette di mattina, o addirittura durante la giornata. La persona che decide non è vostro nonno o gli antenati che sono morti, ma il figlio maggiore. Il tavolo delle offerte può essere servito ai nonni che sono morti solo quando vengono all’ora stabilita dal primogenito del figlio maggiore. Se ai nonni quell’orario non piace, non saranno serviti. La terra non è forse il centro? Per la stessa logica quello che è sciolto sulla terra è sciolto in cielo. Ecco perché i due devono diventare una cosa sola. (231-168, 2.6.1992)

Dovete amare e servire i vostri antenati. Non è un peccato farlo. Perfino nel mondo satanico, le persone servono i loro antenati. Ma il cristianesimo non vi dice di non servire i vostri antenati? In futuro, tuttavia, dovrete servire gli antenati del mondo celeste continuamente. Ecco perché la Chiesa dell’Unificazione approva i riti ancestrali. I cristiani fanno un sacco di storie dicendo: «Questa è idolatria!», non è vero? Ma le famiglie benedette che vivono nel mondo caduto hanno la responsabilità di preservare questa tradizione e tramandarla ai loro discendenti. (241-127, 20.12.1992)

La storia coreana è veramente straordinaria. Lo zio parteciperà ai servizi commemorativi servendo il figlio maggiore durante la cerimonia che si tiene a casa sua, non è vero? Dovete sapere che il contesto storico della Corea nella provvidenza di Dio aveva come scopo di stabilirla come la razza del figlio maggiore. Sapendo questo, potete vedere com’è superiore la razza coreana e com’è importante il suo popolo. Perciò, i vostri figli non devono essere timidi. Dovete conoscere chiaramente queste cose. (245-156, 28.2.1993)

Per quel che riguarda il primogenito del figlio maggiore, perfino il nonno si mette ai suoi ordini durante i riti per gli antenati. Il nonno deve mostrare il suo rispetto. Il fatto che i coreani danno valore al lignaggio del primogenito, e poi alla loro genealogia e al loro lignaggio, è qualcosa che rappresenta un valore storico insuperabile nella provvidenza di restaurazione di Dio, qualcosa che non potrà mai essere dimenticato dal più profondo della Sua mente. (290-9, 2.2.1998)

Non importa quanti figli Adamo abbia, la nazione è centrata sul suo primogenito. Allora, con il primo figlio a capo, i fratelli si espandono da entrambi i lati per diventare una tribù e una nazione. Il primo figlio succede al trono. In Corea, questo si applica al primogenito del figlio maggiore. È davvero sorprendente. La grandezza della Corea è che ha potuto ricevere le benedizioni da Dio perché ha protetto la tradizione del figlio maggiore. Quando il nipote maggiore del nonno tiene un servizio commemorativo, i pro-zii – che sono i fratelli minori del nonno – devono servire quel figlio in posizione centrale mentre svolgono i riti ancestrali. È straordinario che abbiano onorato il figlio maggiore. Devono essere assolutamente obbedienti. (301-189, 26.4.1999)

Nella tradizione coreana del figlio maggiore, persino i prozii dovevano esaltare la posizione del primogenito del figlio maggiore durante i riti ancestrali. Questa storia è straordinaria. Quando questa tradizione del primo figlio si collega a un modello più elevato del lignaggio, della vita e dell’amore, allora Dio può considerarla come lo standard più elevato del Suo desiderio. Facendo capo al cielo, questo modello influisce sulle circostanze terrene, che sono assorbite da quella sfera d’influenza. Di conseguenza il Regno dei Cieli sulla terra può svilupparsi in questo modo. Questo è del tutto logico. Non è un’idea stravagante. (301-288, 5.5.1999)

Qual è la strada del figlio divino? “Figlio divino” indica qualcosa di verticale. Si riferisce al concetto verticale di relazione con Dio. “Santo” è orizzontale rispetto alle quattro direzioni – nord, sud, est ed ovest. Non è così nel confucianesimo? Quando diciamo: “Cheon” (cielo), non abbiamo l’impressione che solo il figlio del cielo può avere un rapporto con il cielo? Ecco perché è verticale. Ciò che è straordinario nel galateo coreano è che perfino lo zio permette al figlio maggiore del capo famiglia di svolgere i riti ancestrali. Perché agisce così? È la verticalità. Il verticale viene prima. (196-320, 12.1.1990)

Sezione 5. Dobbiamo conoscere il mondo spirituale

La ragione per cui ho detto a quella equipe speciale di portare avanti una ricerca è perché ora la scienza è molto avanzata. Ho chiesto di fare una ricerca sulla frequenza che permette il contatto con il mondo spirituale. I movimenti nel mondo spirituale sono tutti fatti di vibrazioni. Li ho incaricati di fare questa ricerca perché siamo entrati in un’era dove l’esistenza del mondo spirituale può essere provata scientificamente. Lo si può fare scoprendo la frequenza delle vibrazioni usata dagli spiritualisti quando entrano in contatto con il mondo spirituale. Dopo che ho dato loro una spiegazione completa del mondo spirituale, i loro occhi erano spalancati per la sorpresa.

Ecco perché ieri ho spiegato in che modo il processo psicologico è collegato al mondo spirituale e al mondo fisico. Si dice che la psiche mette in azione una forza assoluta. Le persone conoscono solo un aspetto del motivo per cui è così. L’elettricità è creata dall’interazione tra più e meno. La gente non sa che si tratta dello stesso fenomeno, quando la forza è manifestata dal più e dal meno nell’ambito di quel rapporto. Perciò, se approfondiremo questa area, troveremo un mondo di nuove dimensioni. Quando entreremo nell’era in cui il mondo spirituale sconosciuto potrà essere capito razionalmente, l’era della religione giungerà a termine. Sarà un’era dove l’umanità crederà in Dio anche se le dicessero di non credere. Questo è un compito grandioso. (134-239, 20.7.1985)

Sezione 6. Il giudizio

6.1. Dio non ha nessun concetto di nemico

Perché Dio ha creato l’umanità? Dio sarebbe contento di essere solo? Sarebbe felice o si sentirebbe solo? Oggi la religione non può neanche rispondere a queste domande. I cristiani dicono: «Dio è il grande Signore del giudizio, il Giudice che manda i cattivi all’inferno e i buoni in cielo». Se Dio è il giudice supremo, è qualificato per essere Dio? Sarebbe un giudice severo. Nessuno vorrebbe avere a che fare con un Dio del genere. Quello che Dio voleva diventare era il Dio del vero amore per l’umanità. (278-197, 24.5.1996)

Il concetto che Dio è il Signore del giudizio in Dio non esiste. Se Dio covasse l’idea di cercare la vendetta, il Suo mondo ideale non potrebbe emergere. Ecco perché l’idea di un giudizio con un fuoco letterale, in Dio non esiste. Poiché il concetto di nemico Gli è estraneo, Dio educò Abele perché portasse Caino a sottomettersi attraverso dei mezzi naturali, non con la forza. (233-228, 1.8.1992)

Persino in questo mondo, se il giudice supremo emette una sentenza capitale più di cinque volte, durante la notte fa dei sogni terribili. Se Dio avesse giudicato milioni e miliardi di persone e le avesse mandate all’inferno, questi spiriti all’inferno se ne starebbero tranquilli? Andrebbero alla ricerca di questo Dio. E allora come sarebbero orribili i sogni di Dio? In realtà non sarà così, ma quello che ho detto ha un senso. (221-113, 23.10.1991)

L’idealismo non si può trovare là dove il Dio onnisciente e onnipotente giudica a Suo piacimento, mandando i cristiani in cielo e i non credenti all’inferno. Ciò che è l’ideale dev’essere valido universalmente. Dev’essere uguale in qualsiasi luogo e in qualunque momento, nel passato, nel presente e nel futuro. La ragione per cui possiamo dire che l’acqua di mare è ideale nei suoi attributi immutabili, è perché riempie sempre i luoghi profondi, mentre la sua superficie rimane sempre orizzontale. Non c’è nessun cambiamento. Se c’è un cambiamento, diventa dualismo o trialismo. (219-39, 25.8.1991)

Dio non può distruggere nessuno. Dio ha creato con l’ideale dell’amore. Dio, che desidera praticare l’ideale dell’amore, non può giudicare con la Sua verga di ferro. Non può farlo. Perché? Perché ha creato con l’ideale dell’amore. Perciò, anche se quell’ideale non si è realizzato, Dio non può colpire. Se colpisse e lasciasse dietro di Sé la tradizione e l’abitudine di colpire, non ci sarebbe nessun modo di risolvere questa situazione. Oggigiorno c’è il cosiddetto termine “abitudinario”, non è vero? Alla luce di ciò, il Dio assoluto deve essere in grado di portare un’illuminazione assoluta, anche senza colpire. (213-11, 13.1.1991)

Nel corso della storia, la strategia di Dio nelle Sue battaglie è stata quella di essere colpito per primo e poi di riprendere ciò che Gli appartiene. Dio non può colpire per primo. Se fosse stabilito che Dio può colpire per primo, allora verrebbe fuori la logica che Dio ha fissato delle regole che Gli permettono di giudicare. Se dicessimo che Dio ha la responsabilità di giudicare il bene e il male, allora verrebbe fuori logicamente che Dio aveva in Sé i concetti di bene e di male. Questo porterebbe al dualismo. Per questa ragione Dio non può colpire. (242-108, 1.1.1993)

Quando chiedete ai cristiani: «Come passa Dio la Sua vita?» la loro risposta sarà: «Siede sul Suo trono e manda le persone cattive all’inferno e le persone buone in cielo». È questo quello che Dio fa? Dovreste provare a fare il giudice della corte suprema per cinque anni. Potreste farlo? Immaginate di dover giudicare i vostri figli, infliggendo la pena di morte a vostra moglie o a vostra madre. Sareste capaci di dormire dopo aver condannato a morte vostra madre e vostro padre? Chi potrebbe alleviare il dolore del vostro cuore angosciato? Né una nazione né il mondo intero potrebbero togliervi questa pena. È una contraddizione in sé servire Dio come il signore della pace mondiale da questo punto di vista unilaterale che mette Dio in una posizione così miserabile. Questo tipo di cristianesimo deve declinare. (204-100, 1.7.1990)

Forse non conoscete bene il mondo spirituale ma quando andrete lì, Dio non diventa il giudice di giustizia che dice: «Via! Vattene all’inferno!» Questo non succede mai. Come può Dio essere così? Potrebbe Dio, il Padre dell’umanità e il grande sovrano della bontà, aver creato l’inferno per mandarci le persone? Quelli che parlano di predestinazione e cose del genere sono pazzi. Secondo voi, quanto conosco il mondo spirituale? Conosco ogni cosa, perfino i segreti di Gesù. Ecco perché ho decifrato i segreti della Bibbia e creato un sistema coerente di pensiero basato sulla realtà oscura della Bibbia che fino ad oggi nessuno conosceva. Chi è veramente il grande insegnante? Non è forse la persona tanto perseguitata, e che pure sta davanti a voi? (201-273, 29.4.1990)

Un genitore non può essere felice quando il suo amato figlio si ammala. Se Dio non prova dolore nel Suo cuore per la condizione degli esseri umani che sono diventati la causa della rovina nazionale e che stanno andando dritti all’inferno, e invece è contento e dice: «Bene! Avete avuto quello che vi meritate e ora perirete», allora un Dio del genere dovrebbe essere colpito da un fulmine.

Essendo un Dio ideale che rappresenta la posizione del genitore, non se ne sta seduto a guardare quella situazione. Quando pensiamo al cuore nascosto dei genitori che ignorerebbero le leggi della loro nazione pur di salvare i propri figli, sappiamo che per Dio è la stessa cosa.

Se non fosse per Satana, Dio perdonerebbe l’umanità e la salverebbe. Nonostante il Suo desiderio, poiché Dio non può evitare le accuse di Satana, è costretto, con tremendo rammarico, ad accettare quelle accuse. Chi comprende la posizione difficile ed estenuante di Dio? Noi dobbiamo liberarLo da questa situazione. Per far questo, ci devono essere dei figli e delle figlie che possono affrontare Satana e salvare quelli che sono all’inferno. Senza far questo è impossibile. (210-218, 23.12.1990)

Come se non fosse già abbastanza difficile trascinare un vagone vuoto, Dio deve trascinare l’umanità in senso inverso. Non è un percorso facile. Dio ci sta trascinando all’indietro. Poiché deve andare nella direzione opposta, ci trascina a ritroso. Oggi le persone religiose non immaginano neanche che Dio possa fare queste cose.

Nel pensiero buddista e cristiano, si dice che Dio è onnisciente e onnipotente, è libero di dare e di togliere la vita, e può giudicare dando punizioni e benedizioni. Non potrebbero sbagliarsi così tanto. Da questo punto di vista, tra tutte le religioni la Chiesa dell’Unificazione abbraccia insegnamenti di una dimensione più elevata. Senza dubbio è una religione che lavora intensamente per trovare delle soluzioni. Quindi è una religione di dimensione più alta. A parte la Chiesa dell’Unificazione, non c’è mai stata una religione che si propone di liberare Dio. (233-270, 2.8.1992)

Oggi i cristiani dicono che Dio esiste come il Signore del giudizio che giudica le ingiustizie, ma un Dio del genere potrebbe essere a Suo agio? Qualcuno di voi ha mai fatto il giudice prima? Quando un criminale condannato a morte viene giustiziato, il giudice dev’essere presente sul luogo dell’esecuzione. Non c’è una persona più miserabile del giudice. Vorreste essere il giudice supremo? Come volete guadagnarvi da vivere? Come un giudice supremo? Quanti giorni potreste vivere nell’ambiente giudiziario, anche se diventate una persona autorevole e tutto ciò di cui vi occupate fila liscio proprio come desiderate, secondo i vostri ordini? Dopo un mese di quella vita vi rifiutereste di continuare. Ne avreste la nausea.

Perfino un cibo prelibato diventa ripugnante se mangiate tutti i giorni lo stesso piatto. Anche l’odore del gas che vi lasciate sfuggire dopo aver mangiato quel cibo peggiorerebbe. Le persone sono fatte per vivere in una varietà di circostanze: alto e basso, davanti e dietro, sinistra e destra. (199-327, 21.2.1990)

Se chiedete a Dio: «Cosa vorresti fare della Tua vita?» Io sono una persona che Glie l’ha chiesto e ha ricevuto una risposta. Dio non è un giudice. Non è neanche l’avvocato difensore, né il pubblico ministero. Dio risponderà: «Ma che domanda è questa? Io voglio vivere in un’estasi d’amore». La Sua risposta sarà semplice. Dio, da che cosa vuole vivere inebriato? Dio vuole vivere inebriato dall’amore. Quando siete in un’estasi d’amore, i vostri occhi vanno verso un certo luogo, il vostro naso col senso dell’olfatto andrà verso quel luogo, le labbra che usate per parlare andranno verso quel luogo, le orecchie che usate per ascoltare andranno verso quel luogo; tutto andrà in quella direzione. Qual è l’elemento stimolante che ci permette di unire completamente i nostri cinque sensi? È l’amore. (199-266, 20.2.1990)

Oggi i cristiani dicono: «Dio è un essere santo, onnisciente e onnipotente, è il giudice che siede sul Suo trono come il giusto Signore del Giudizio e giudica tutte le persone». Ma vi piace fare il giudice? Se fate il giudice per dieci anni, vi ammalerete e morirete, o per lo meno vi ammalerete gravemente. Se non vi ammalate siete falsi. A volte i giudici emettono la sentenza capitale, eppure i loro verdetti possono non essere assolutamente giusti. Ci sono molti modi diversi di vedere la situazione, e tuttavia i loro giudizi decidono se una persona vivrà o morirà. Questo è un problema serio. Le leggi non possono essere assolute alla luce della legge universale. Per questa ragione, una persona comune si ammalerà dopo aver fatto il giudice per dieci anni. (198-285, 5.2.1990)

Alla maniera dei cristiani, diremmo: «Dio siede sul Suo trono in cielo come il Signore giusto del Giudizio. Giudica il bene e il male, e manda i buoni in cielo e i cattivi all’inferno. Questo è il passatempo della Sua vita!» Amen o no-men? Un giudice è costretto a far questo, ma dopo aver emesso la sentenza, il giudice supremo di notte non riesce a dormire. Soffre indipendentemente se la sua decisione era giusta o sbagliata. C’è soltanto un giudice. Se questo è il modo in cui siamo, e se assomigliamo a Dio, Dio sarà contento di essere il giudice o lo detesterà? (197-145, 13.1.1990)

I cristiani non sapevano che Dio è un Dio di sofferenza e un Dio di dolore. Dio esiste come il Re Santo e il Signore del Giudizio? Dio che cosa potrebbe desiderare così tanto da spingerlo a voler essere il Signore del Giudizio? A causa della caduta, Dio è costretto a fare da giudice, ma nessuno sa come mettere a posto questa situazione. Non c’è nessuno, neanche nei circoli religiosi, che lo sa. L’unico posto che lo sa è la Chiesa dell’Unificazione. (196-172, 1.1.1990)

6.2. I Veri Genitori giudicano sulla base della legge sovrana dell’amore.

Chi è mai il Salvatore? Qual è lo scopo della sua venuta? Non viene per essere un capo politico. Perché verrà un salvatore? Oggi i cristiani dicono che quando il Signore verrà tutti si alzeranno e saranno rapiti in cielo, e quelli che rimarranno sulla terra saranno giudicati, ma questo non succederà. Non è la realtà. Dicono che il salvatore porta il giudizio, ma lui non viene per giudicare, viene come il Figlio di Dio e anche come il Genitore dell’umanità.

La persona che viene come il genitore dell’umanità, con un cuore di genitore, toglierebbe di mezzo i suoi figli e le sue figlie che gemono nella malattia e sono in punto di morte dicendo: «Ehi voi, andate all’inferno!»? Persino i genitori del mondo caduto sarebbero straziati dal dolore e dal dispiacere vedendo i loro figli morire in una situazione miserabile. Il loro cuore li costringerebbe a fare qualsiasi cosa per salvare i loro figli, anche a costo di perdere la propria vita. Se i genitori del mondo caduto sono così, quanto più lo sarà il Salvatore che viene con il cuore del Genitore originale? Il giudizio sarebbe impensabile. Non è così? (222-150, 3.11.1991)

La gente recita la Bibbia dicendo: «Dio ha tanto amato il mondo, che ha dato il Suo Figlio unigenito, affinché chiunque crede in lui non perisca, ma abbia la vita eterna». Si dice che Dio ha tanto amato il mondo. Gesù è venuto per la salvezza di tutto il mondo, non per la salvezza solo dei cristiani. Porterà il giudizio negli Ultimi Giorni? Allora l’affermazione che «Dio ha tanto amato il mondo» sarebbe sbagliata. Dio ama solo i cristiani? Essi non sanno che Dio ha sempre amore. Dobbiamo insegnarglielo per farli pentire e cambiare idea. Finiamola con i settarismi! (210-110, 1.12.1990)

Oggi le chiese cristiane dicono che Dio giudica e fa altre cose. Se Dio fosse libero di fare quello che vuole, non avrebbe avuto bisogno di sospendere il giudizio in questo modo fino ad ora. Avrebbe emesso il giudizio immediatamente subito dopo la caduta. Non esiste un principio che permette a Dio di stabilire il Suo ideale d’amore sulla base della vittoria ottenuta pronunciando il giudizio. (210-61, 1.12.1990)

Qual è lo sbaglio della filosofia delle chiese cristiane oggi? È chiamare Dio il Giudice della giustizia. Se svolgete il ruolo di un giudice per cinque anni, comincerete a incurvarvi. Perché? Perché non potete stare diritti. I cristiani non lo sapevano. Hanno solo adorato Dio come il Dio potente e che può tutto. Credevano che avrebbero potuto fare qualunque cosa se si fossero uniti a Lui. È da qui che hanno ricavato la teoria che giustifica l’uccisione delle persone. Poiché oggi la cultura occidentale è basata sul cristianesimo, ha coltivato la filosofia della forza e così la civiltà occidentale è collegata a conflitti sanguinosi. (208-248, 20.11.1990)

Dio non giudica le persone direttamente. Nel giudicare e disporre delle persone malvagie sulla terra, Dio non vuole farlo Lui stesso. Lo lascia fare a Satana. (208-248, 20.11.1990)

Quando Dio è sul punto di giudicare questo mondo e qualcuno dice: «Per favore, aspetta un momento. Dio, guarda un po’ qua. C’è qualcosa di molto interessante», e Dio risponde: «Che cos’è?» e questa persona dice: «È il palmo della mia mano. Guarda come sono belle le linee del mio palmo. Io faccio quello che faccio perché le mie linee sono molto più belle delle Tue», cosa farà Dio? La Sua rabbia non si dissolverà mentre confronta le linee del palmo della Sua mano con quelle di questa persona? Se questa persona dicesse: «Dio, mi taglierai la mano? Mi giudicherai?» Dio risponderebbe ridendo: «He, he, birbante, birbante!» Anche se quella persona può essere brutta, Dio è divertito. Capite cosa voglio dire? Ci devono essere tutti e due gli aspetti, il positivo e il negativo. Per diventare un capolavoro, il vostro carattere deve sviluppare una struttura pluridimensionale. Tutto deve fare così. Solo quando qualcuno unisce insieme gli aspetti più e meno può diventare una persona dal carattere rotondo. Non importa quanto Dio possa essere arrabbiato, invece di dirGli: «Dio non farlo», è meglio dire: «Dio, guarda qui». Allora Dio dirà: «Perché?» E voi direte: «Quell’aquila sta catturando quel pulcino». Allora Dio probabilmente dirà: «Lascia che il pulcino sia catturato». E voi: «Ma allora Tu sei proprio come quell’aquila!» Così Dio rimarrà di stucco: «Ehi, brigante, cosa hai detto? Io sarei…» E Dio non potrà dire nient’altro se non: «Uhm…» (202-219, 24.5.1990)

Se Glielo chiedete, Dio non vi dirà che vuole diventare il Signore del giudizio. Dio non giudica. Queste parole sono per quelli che non conoscono il mondo spirituale. Quando leggete i sermoni dei cristiani sembrano così illogici. Non conoscono veramente il mondo spirituale. Credete che andranno in cielo pensando in questo modo? Andate a vedere da voi stessi che cosa succede. Saranno tutti portati via dai corvi e dalle aquile. Sono peggiori delle persone mondane. Io non ho nessun rapporto con gente del genere. Se un cane abbaia e voi abbaiate con lui, diventate un cane anche voi. Allora cosa? Io non ho nessun rapporto con loro. Sono da commiserare, così in seguito, quando moriranno di fame, penserei a portare loro qualcosa da mangiare. (201-286, 29.4.1990)

Tutta l’umanità si deve svegliare. L’insegnamento del fondatore della Chiesa dell’Unificazione è la verità che salverà il mondo. È la parola del vero amore e della vera vita di cui tutto il genere umano ha bisogno per l’eternità. Quando il Signore del Secondo Avvento ritorna per salvare il mondo, non deve giudicare l’umanità con la sua verga di ferro. Colpendo la gente, non potrebbe portare neanche una persona a sottomettersi completamente.

La mano di una madre è raggrinzita e ricurva come la schiena di un rospo per le fatiche sopportate per il figlio. L’amore sacrificale della madre ha il potere di trasformare il figlio disobbediente e farlo pentire. Questo non è possibile usando il bastone. Senza il vero amore, l’unificazione del cielo e della terra sarebbe impossibile persino per Dio che è il grande re del giudizio e che può guidare liberamente il cielo e la terra a Suo piacimento. Le difficoltà non sono un problema per il vero amore. Il vero amore ha la forza di andare avanti mentre buttate via persino la vostra vita. (201-139, 30.4.1990)

L’amore può sciogliere il nemico. L’amore ha il potere di far diventare perfino il figlio più disobbediente un figlio di pietà filiale. Solo l’amore ha il potere di far arrendere quelli che sono stati chiamati traditori e farli diventare dei servi leali. Questo è possibile. Perciò, dalla notte dei tempi, le persone hanno desiderato ardentemente di vivere legate dall’amore, qualunque sia l’aspetto della persona. Chi vi ha detto di dire «Amen»? Amen è il mio brevetto. (195-70, 5.11.1989)

Il presbiterianesimo insegna che Dio è diventato il giudice della giustizia, che prestabilisce il destino delle persone e poi le salva. Tutto questo ha senso? È totalmente fuorviante. Io ho scoperto che Dio non è così. Se Dio ha predestinato le persone ad andare in cielo o all’inferno sin dalla loro nascita, che tipo di Dio di bontà è? Non ha nessun senso logico. Deve seguire la logica per diventare buon senso. Non c’è nessuna verità che va contro il buon senso. State a vedere cosa succede a un giudice supremo che emette la sentenza capitale e condanna a morte cinque assassini. Ogni volta dovrà passare degli esami medici. Le leggi della Repubblica di Corea sono diverse da quelle della Corea del Nord. Quelli che qui sono condannati a morte, nel nord possono diventare dei patrioti. Se pensate ai principi del cielo e della terra e alla legge della giustizia, credete che un giudice si senta a suo agio? (200-192, 25.2.1990)

Solo con l’uso del potere, l’unificazione del cielo e della terra non sarebbe possibile, perfino per Dio, che è il grande re del giudizio e può governare il cielo e la terra liberamente come vuole. Non sarebbe possibile con i soldi, la conoscenza o l’autorità. Ci si può riuscire solo con l’amore. (200-173, 25.2.1990)

Dio non può giudicare il diavolo. Nel libro di Giobbe, perché Dio trattò con Satana nonostante il fatto che Satana era andato dietro a Dio cercando di assumere il controllo? Dio fu costretto a trattare con lui. Satana diceva: «Se Tu non mi digerisci nel Tuo amore, se Tu non stabilisci il modello originale dopo avermi digerito nell’amore, non mi puoi controllare. Non è forse questa la Tua strada? Tu mi puoi dominare dopo aver superato la via dell’amore assoluto, al di là di tutte le vie complete dell’amore fondate sul Principio. Poiché non hai raggiunto questo livello, non mi puoi dominare. Se mi vuoi dominare, se mi vuoi indurre a sottomettermi, devi farlo sulla base del modello conforme alla Via. Io mi sottometterò all’individuo a livello individuale, alla famiglia a livello familiare, alla tribù a livello tribale e al popolo a livello nazionale, ma questo non succederà se Tu non stabilisci lo standard, non è vero?» Dio non ha potuto fare una mossa ed è rimasto bloccato. Dovete conoscere queste cose. (188-228, 26.2.1989)

In questo mondo, se vi chiedessero «Cosa vorresti fare?» rispondereste: «Voglio diventare un giudice della Corte Suprema». Non è così? A tutti piacciono i giudici, vero? Oggi i cristiani dicono: «Dio è il grande Signore del cielo e della terra. È anche il Giudice che separa il bene dal male, manda le persone buone in cielo, i malvagi all’inferno e governa il cielo e la terra sulla base della legge della giustizia». Vi piacerebbe un giudice del genere? Se in tutto il corso della storia fino ad oggi, Dio avesse mandato miliardi di persone all’inferno, la Sua mente sarebbe tranquilla? Non potrebbe mai esserlo.

In questo senso, Dio non ha l’ambizione di sedersi sul Suo trono ed esercitare la Sua autorità di giudice. Dio detesta queste cose. (201-21, 28.2.1990)

Voi vi conoscete meglio di Dio. Perciò, non abbiamo bisogno del Signore del giudizio. In effetti, non abbiamo bisogno di un Dio di giudizio. La vostra coscienza conosce le cose meglio di tutti. Alla luce di questa legge fondamentale, fino a che punto vi siete impegnati per contribuire allo scopo di portare la liberazione sulla base dello standard liberato sarà valutato in proporzione. Saprete se siete autentici o falsi. Volete saperlo o no? Se non lo sapete, non c’è speranza. Se non lo sapete dovete andare nel cimitero pubblico, andare nel bidone della spazzatura o essere spinti alla deriva su una zattera nell’oceano Pacifico. È qualcosa difficile da gestire.

Voi sapete cos’è il bene e cos’è il male. Anche dicendo solo una parola, saprete cos’è sbagliato. Ad uno sguardo saprete cos’è sbagliato, il suono che udite, il vostro senso del tatto sapranno tutto.

Quando andrete nel mondo spirituale tutte queste cose saranno rivelate. Se alzate la testa, tutto ciò che vi riguarda appare. Lo specchio della vostra mente, la luce della vostra mente appariranno all’istante. Non ci sarà bisogno di nessuna spiegazione. È così perché non conoscete il mondo spirituale. Ma poiché io conosco queste cose, sono tranquillo anche quando le persone di questo mondo mi maledicono. Io ho continuato fino ad oggi a fare delle cose che le persone considerano stupide. (201-270, 29.4.1990)

In questo mondo ci sono servi dei servi, servi, figli adottivi e figli illegittimi. Il mondo è immerso nel fango. Bisogna mettere ordine. Con che cosa troveremo l’ordine? È possibile solo attraverso l’amore. Le religioni che hanno ereditato e portato avanti la via tradizionale dell’amore sarebbero dovute diventare delle religioni mondiali. Le religioni che vanno contro la via dell’amore e le persone che non seguono questo amore saranno giudicate di fronte alla storia come rappresentanti di questa era.

Che cosa giudicherà il mondo? Sarà la tradizione dell’amore, la tradizione di amare il cielo e la terra, la tradizione di amare il mondo, la tradizione di amare la nazione, la tradizione di amare la gente, la tradizione di amare la propria famiglia, la tradizione di amare i propri genitori, la propria moglie e i propri fratelli e la tradizione di amare sé stessi. (192-75, 2.7.1989)

Dio è il Giudice e Gesù è come un avvocato. Tuttavia, non c’è mai stato un pubblico accusatore dal lato del cielo. Finora, il diavolo è stato il pubblico ministero. Devono apparire un accusatore, un giudice e un avvocato dal lato del cielo. Sotto questo aspetto, poiché la Chiesa dell’Unificazione è armata di tutto, deve bandire per sempre dalla terra Satana, l’umanesimo, l’oscenità e il nichilismo distruttore. Questo è il credo della Chiesa dell’Unificazione. (192-49, 2.7.1989)

Non c’è nulla che Dio desidera più dell’amore. Chi sarà il Suo nemico più grande negli Ultimi Giorni? Quale sarà la condizione numero uno per il giudizio? Negli Ultimi Giorni, l’amore individualista sarà la condizione numero uno per il giudizio. Per gli studiosi, la coscienza del loro sapere e il loro desiderio di studiare saranno le basi del loro giudizio. Le cose che vi piacciono di più saranno le basi del vostro giudizio. Per la persona che ama più di tutto i soldi – una persona che sacrifica tutto per accumulare soldi – questa diventerà la condizione del suo giudizio. Una donna avrà qualcosa che le piace in base a tutte le sue qualità e alla sua natura specifica. Questa sarà la condizione del suo giudizio. (170-92, 8.11.1987)

Anche se sono stato criticato, non ci penso. Anche se sono stato frustato, non me ne ricordo più. Ho sperimentato un sacco di situazioni da questa storia, ma non cerco di giudicare in base a queste cose. Percorro questo cammino con l’amore per poter digerire delle cose ancora più grandi. Per questo penso di piacere a Dio. Anche io desidererei ardentemente una persona del genere. Non mi piacciono le persone che fanno qualcosa e poi cercano la ricompensa. C’è qualcuno che chiederebbe una ricompensa da me? Fatemi vedere la vostra faccia e ditemelo. (148-56, 4.10.1986)

Se non vi pentirete, dovrete subire il giudizio. Non c’è nessuno che può stare davanti alla legge dell’amore. A quel punto io sarò il vostro avvocato, la mia famiglia e la mia tribù diventeranno il vostro avvocato, tutti i leader nella Chiesa dell’Unificazione diventeranno il vostro avvocato – e perfino Dio sarà il vostro avvocato. Solo quando gli avvocati saranno in soprannumero rispetto al campo dell’accusa, potrete essere registrati come persone del regno celeste di bontà. Se saranno di meno non potrete essere registrati. (147-331, 1.10.1986)

Anche io seguo la via della legge celeste. Perciò, voi dovete seguire questa strada senza dire una parola. Il giorno in cui seguirete questa strada senza dire una parola, riceverete il beneficio di unirvi a me lungo questo corso. Se invece costruirete la vostra casa e creerete il vostro territorio su questa strada in modo egocentrico, sarete accusati e giudicati. Proprio come le persone che sono in prigione sono state mandate là perché hanno violato un certo articolo della legge, non hanno trasgredito tutte le leggi della nazione ma hanno solamente violato un certo numero di disposizioni della legge, così, allo stesso modo, se voi violerete determinate leggi, non sarete liberi di seguire questo corso. (147-317, 1.10.1986)

Anche se affrontiamo insieme la rovina, non seguite la via dei traditori. Anche se ci capiterà questo, saremo in una buona posizione nel mondo spirituale. Se non siete stati dei traditori, potete sempre prosperare nel gruppo di persone che non sono state dei traditori. D’altra parte, i traditori non possono prosperare. Ci sarà sempre qualcosa che vi blocca. Non avrete la forza di digerirla e di andare avanti. Questa è la via dei traditori della nazione. Se tradite la vostra nazione pur essendovi determinati a seguire la via del bene più grande, sarete sempre giudicati e puniti dalla vostra responsabilità per il bene più grande. Non sarà possibile evitarlo. (144-254, 25.4.1986)

Quando il mondo si dirigerà verso la creazione di una nazione, dovrete scrivere in modo dettagliato il corso della vostra vita passata e passare attraverso le corti del giudizio. Senza passare attraverso questo riesame, non potrete avanzare alla posizione delle benedizioni a livello nazionale. Rimane ancora la strada verso le benedizioni a livello mondiale. La Benedizione impartita nella Chiesa dell’Unificazione è una Benedizione a livello di chiesa. Il giudizio viene dalla famiglia Unificazionista, dai figli benedetti e dai genitori benedetti. Io penso che progredirà verso il giudizio a livello mondiale in accordo ad una dispensazione speciale. Dovete conoscere queste cose molto chiaramente.

Voi qui, buoni a nulla, che avete ricevuto la Benedizione, dovete veramente correggere le vostre azioni. Se mettete da parte il Principio e vivete a modo vostro, pensate che il mondo basato sul Principio, il mondo della volontà di Dio, vorrà avere un rapporto con voi? Assolutamente no. Se questo fosse possibile, non passerei attraverso questo genere di difficoltà. (137-259, 3.1.1986)

Sarete giudicati da una verga di ferro con l’amore di Dio, la vita di Dio e il lignaggio di Dio. Questo tempo arriverà. Il Messia viene in quel momento. Sapete che tipo di persona è il Messia e il Salvatore? Viene a cercare l’ordine dell’amore originale e il palazzo della vita eterna, dell’amore e del lignaggio del Dio originale. Dovete sapere che egli è colui che viene per stabilire la base della felicità e la sfera della leadership d’amore nella famiglia e nella tribù collegate a lui e, al di là di questo, nel popolo, nella nazione e nel mondo. (209-40, 25.11.1990)

Che cos’è la famiglia di Dio? Il vero amore, che è nella posizione di Dio, si adatterà nella famiglia quando è portato sul fondo e si adatterà dappertutto anche se è tolto e messo da qualche altra parte. Anche se un nipote si arrampica sulle spalle del nonno, non sarà giudicato dalla legge della famiglia. Anche se il nipote porta via le coperte del nonno, lasciandolo dormire rannicchiato in un angolo, non sarà giudicato come un figlio che manca di pietà filiale. Nel vero amore tutto andrà bene. (209-102, 27.11.1990)

Potete invocare il nome dei Veri Genitori, ma li avete mai serviti? Potete essere in una posizione di servizio solo se potete rimanere alzati di notte più tardi di me. Potete essere in quella posizione solo se soffrite più di me. Seguendo me, siete diventati tutti dei parassiti. La parola parassita vi calza bene. Impostori! Ci sono molti come voi nella Chiesa dell’Unificazione. Ora questa situazione dev’essere messa a posto.

Con l’amarezza che provo verso il mondo secolare, sto pensando di togliere di mezzo quelli che nella Chiesa dell’Unificazione prendono le cose alla leggera e vivono comodamente. Prima di giudicare il mondo, comincerò col giudicare queste persone. Se non si conformano alla via dei miei insegnamenti, devono essere portate via. (260-80, 11.4.1994)

Non c’è niente che questo mondo satanico può offrire per costruire il regno celeste. Dev’essere tutto bruciato. Ecco perché ho creato il sale benedetto per santificare queste cose in modo che possano essere usate di nuovo. Anche il mondo caduto deve essere bruciato. Deve essere giudicato col fuoco. Le persone devono essere ricreate dalle mie mani. Darò tutto il mio cuore per salvarle in modo da poterle portare in cielo.

Finora non ho mai sparso il sangue di un’altra vita con le mie mani. Se dovesse mai venire il giorno in cui dovessi alzare la mano, sarebbe un giorno tremendo. Dovete tenerlo a mente, in modo che queste conseguenze non si debbano verificare. Capite? Il problema sarà grande il giorno in cui vedrò il sangue. Ecco com’è la regola fondamentale. Ecco perché sto cercando di salvare perfino Kim Il-sung. (210-73, 1.12.1990)

Ho pensato a quanti rimarrebbero se bevessi dell’alcool, mi sedessi qui, urinassi, chiedessi alle persone perché sono qui e le cacciassi via. Perché ridete? Questo tipo di giudizio è qualcosa che può succedere a chiunque in cielo e sulla terra.

Per trovare una vera donna che può partecipare al vero amore… se diventassi mezzo matto, mi togliessi i vestiti e urinassi proprio qui, mi chiedo quanti rimarrebbero. Perché? Voi non sapete quanto è stato terribile il corso che ho intrapreso. Non lo sapete. Nemmeno mia madre lo sa. Nemmeno la Madre qui lo sa. Per questo molte donne spiritualiste piangono provando compassione per me. Se non parlassi di questo, chi lo saprebbe? Voi non sapete quali problemi seri ho affrontato e quanto ho dovuto lottare con lo spirito e col corpo. (210-81, 1.12.1990)

6.3. Il peccato personale sarà giudicato dal clan nel tribunale familiare

I vostri genitori sono i giudici del tribunale. Dovete saperlo. Nelle vostre famiglie, vostra madre sicuramente è l’avvocato difensore. Quando i fratelli sbagliano, svolgono tutti il ruolo del pubblico ministero. Se un fratello dice: «Veramente! È stata la sorella a cominciare, non io!», la madre ascolterebbe tranquillamente e dirà: «Giusto. Hai fatto bene», oppure «Non hai fatto bene. Ha ragione lei». Ecco perché la madre è come un avvocato. E chi è il pubblico ministero quando i fratelli e le sorelle litigano? La sorella maggiore o il fratello maggiore diventa l’accusatore. Dovete sapere che nella vostra famiglia ci sono dei giudici e dei pubblici ministeri. Voi, giovani, ci avete mai pensato? (147-303, 25.5.1986)

Non diventate un marito che fa vergognare sua moglie. Vostra moglie è l’inviato speciale di Dio. I vostri figli sono inviati speciali di Dio. Sono inviati speciali come i vostri aiutanti più vicini che vi controllano e vi educano a seguire la giusta strada. Non siate un padre che prova vergogna davanti ai propri figli. Non nutrite questi inviati speciali dal cielo con della merce rubata. Potete servire il cielo dopo aver commesso una frode? Potete servire i vostri antenati?

Allora, quando andrete nel mondo spirituale, i vostri antenati vi giudicheranno immediatamente. Non è Dio che giudica. I vostri antenati pronunciano il giudizio e alla fine vi trascinano davanti a un tribunale pubblico a livello mondiale. Se i vostri antenati non vi denunciano e non vi trascinano in un tribunale pubblico, non possono diventare buoni. È così. Nell’ambito di questa legge, il corso della nostra vita in cui dobbiamo stabilire le basi per la speranza del futuro e accogliere questi giorni, è sicuramente qualcosa di serio. (163-33, 18.4.1987)

Nei tempi ideali del futuro, non saranno necessari i palazzi di giustizia. Il corso della nostra vita in questo mondo è la base e la preparazione per la vita eterna nel mondo dell’aldilà. Perciò, se qualcuno dei vostri parenti sbaglia, l’intera tribù si occuperà di questa persona. Chi è il giudice principale? Se la moglie sbaglia, il marito diventa il giudice. Se il figlio sbaglia, il padre diventa il giudice. Ricevono delle direttive secondo la legge pubblica ed è il loro clan che si occupa di loro. (197-359, 20.1.1990)

Quando andrete nell’altro mondo, chi vi giudicherà? Vi giudicheranno i vostri antenati. In futuro nella nazione non ci saranno più tribunali. Saranno i parenti a pronunciare il giudizio. Le persone che svolgeranno il ruolo di giudice supremo saranno i vostri genitori. La persona più vicina prenderà quella posizione. Nel Giardino di Eden, chi giudicò Adamo ed Eva quando sbagliarono? Non fu forse Dio? Non fu il padre? Si fa in questo modo perché è una cosa vergognosa per i vostri parenti. Chi è il pubblico ministero? La persona che vi ama di più. Quando il marito sbaglia, la moglie l’accuserà. (198-367, 11.2.1990)

Chi pronuncia il giudizio? Vi giudicherà la persona che vi ama di più. Chi giudicò Adamo ed Eva? Adamo era il fratello maggiore di Eva. Essi diventarono nemici. Chi li condannò in quanto nemici? Adamo condannò Eva ed Eva condannò Adamo. Sta arrivando un tempo del genere. (199-119, 16.2.1990)

Dovete sapere che il compito di stabilire la legge che governa il cielo e la terra e il nostro destino ci attende sul nostro cammino. Quando quella legge sarà stabilita, non ci sarà perdono per quelli che sono vissuti come volevano.

La vostra tribù sarà il centro e si occuperà di voi. Non andrete in un tribunale. Ad esempio, se qualcuno della tribù Moon ha sbagliato, il capo delle famiglie della tribù dei Moon di tutte le otto province della Corea giudicherà questa persona secondo le leggi della tribù dei Moon. Non ci sarà nessuna misericordia. (206-140, 3.10.1990)

Da ora in poi chi giudicherà i peccati delle persone? Naturalmente il giudizio sarà emesso nel mondo spirituale, ma saranno le persone intorno a voi a giudicarvi. Se in questo mondo commettete un errore, non sono forse i vostri vicini che vi giudicano? Se è un villaggio che commette un errore, lo giudicherà la gente della contea. Se sbaglia una contea, la giudicheranno i residenti della provincia; per una provincia il giudizio sarà emesso dalla nazione, e per la nazione il giudizio sarà emesso dal mondo. Quindi questo sistema è quello che si conforma a questo modello d’ordine. (208-12, 13.11.1990)

In futuro, se commetterete un reato, non sarete portati in tribunale per essere condannati. La cosa verrà gestita nell’ambito della vostra tribù. Sta arrivando un’era del genere. Perciò, non potrete maledire nessuno. Vostra madre e vostro padre vi giudicheranno. Se la moglie sbaglia, il marito la giudicherà. In questo caso, in futuro chi punirà la seconda generazione delle famiglie benedette del Movimento dell’Unificazione se sbaglieranno? Li puniranno i loro genitori. (208-86, 17.11.1990)

Il padre di Adamo ed Eva è Dio, non è vero? Ma quando Adamo ed Eva peccarono, chi li giudicò? Chi sono i giudici dopo questo? Poi sarà il vostro partner che vi giudicherà. Il marito deve giudicare la moglie e la moglie deve giudicare il marito. E poi? Saranno i loro figli. Ogni cosa si muove in questo modo sulla base della fonte dell’amore. Se voi peccate, le persone che vi sono più vicine saranno quelle che vi detesteranno di più. Non piacerete ai vostri figli, non piacerete a vostro marito, non piacerete a vostra moglie e non piacerete ai vostri genitori.

Se, malgrado tutto, fate delle cose per ingannare i vostri genitori, ingannare il vostro partner e ingannare i vostri figli, non potrete chiamarli vostro padre, madre, coniuge e figli di fronte al cielo e alla terra. Se qui ci sono degli uomini e delle donne del genere, dovete abbattervi gli uni gli altri con un bulldozer. (215-278, 21.1.1991)

Verrà un tempo di giudizio per le famiglie della Chiesa dell’Unificazione. Tutti avranno attraversato il fiume Giordano, ma voi sarete ancora lontano da una parte e non potrete attraversare il fiume; proprio come Mosè, che non poté entrare nella terra di Israele e dovette contemplarla dal monte Pisga. Sarà la stessa cosa per le vostre famiglie. Ecco perché vi sto mettendo in guardia. (228-20, 1.3.1992)

In futuro non ci sarà bisogno della polizia. Non ci sarà bisogno delle prigioni. Le persone responsabili per la tribù si riuniranno e giudicheranno la famiglia al posto della polizia e del giudice. Non si deve violare le leggi del villaggio, altrimenti sorgeranno dei problemi. (242-148, 1.1.1993)

Dio non avrà forse un modello esemplare che stabilisce come devono essere un figlio perfetto, dei fratelli, una coppia e dei genitori perfetti? Solo quando questo modello esiste sulla terra, può diventare il criterio per il giudizio eterno. Il sistema in base al quale le persone saranno designate come persone qualificate di primo, secondo o terzo ordine nel Regno dei Cieli e verrà determinata la loro posizione potrà essere stabilito secondo questo modello. Non pensate che esisterà una cosa del genere? Deve esistere sicuramente. L’ideale della creazione si concretizza e si realizza attraverso questo modello d’amore esemplare sulla terra. Questo è il motivo per cui Dio ha creato i Suoi figli. (245-209, 7.3.1993)

In futuro, se in una certa tribù ci sarà un criminale, se ne occuperà il leader di quella tribù. Il messia tribale diventerà il giudice supremo nel nome di Dio. Se nella vostra tribù ci sarà un incidente, la colpiranno i fulmini. Il fatto che la vostra tribù ha prodotto una persona così orribile sarà una disgrazia per il nome della vostra tribù. Il villaggio stesso non deve diventare come questa nazione, che sta andando a catafascio. L’intera tribù si deve unire per proteggersi. Se dalla generazione più giovane vengono fuori dei cattivi soggetti, le persone devono prenderli dicendo: «Buoni a nulla!» e punirli severamente. Alla fine, il nonno diventa il presidente della Corte Suprema, il padre diventa il pubblico ministero e il fratello maggiore deve diventare l’avvocato.

Per rivelare il grande principio del cielo e della terra, il padre deve diventare l’accusatore e il fratello maggiore deve diventare l’avvocato. Devono giudicare pubblicamente e senza pietà il trasgressore dicendo: «Per poter rivelare il grande principio del cielo e della terra, tu non puoi far parte dei nostri parenti, anche se sei carne e sangue della nostra famiglia». Se si farà così, non ci sarà più bisogno di nessuna forza di polizia o di eserciti. (252-296, 1.1.1994)

In futuro, non ci sarà più la polizia. Se commetterete un reato, la famiglia si assumerà l’autorità assoluta per risolverlo. La madre e il padre se ne assumeranno la responsabilità. Se il marito sbaglia, la moglie lo giudicherà. La persona deve essere giudicata da quelli che le sono più vicini. Perché? Poiché i partner del vero amore devono occuparsi degli avanzi dell’amore falso, sono le persone più vicine a voi che vi devono giudicare. (264-223, 3.11.1994)

Che cos’è il peccato? Il peccato nasce dalle parti private. È anche a livello privato che uno perisce. Per il male è la stessa cosa. Quando si perseguono gli affari privati oltre un certo punto, quella situazione appare come male. Gli affari privati hanno un certo limite. Quando vanno oltre quel limite, diventano malvagi e inducono le persone a commettere dei peccati e a rovinarsi.

Allora, qual è la posizione che può essere benedetta eternamente dal bene e dalla prosperità? Dov’è la posizione che può evitare il pericolo, il peccato e il male? È la posizione pubblica. Quando mangiate, dovete mangiare in una posizione pubblica. Quando lavorate, dovete farlo in una posizione pubblica. Quando parlate, dovete digerire la situazione con parole pubbliche. Così dovete vivere la vostra vita collegando tutti i suoi aspetti alle questioni pubbliche. La persona che vive in questo modo non potrebbe andare all’inferno neanche se ci provasse. (31-164, 24.5.1970)

C’è una mente che difende e protegge dalla distruzione quelli che seguono i principi del cielo. Poiché questa mente esiste in Dio, allora anche gli esseri umani hanno questa mente originale. Non è una legge creata dall’uomo. Potete dire: «Coscienza! Io sono così come sono»? La coscienza agisce semplicemente perché le ordinate: «Ehi, coscienza! Tu devi essere in questo modo perché io la penso così?» Noi non sappiamo da dove vengono gli ordini della coscienza, ma vengono al di là di noi stessi. Osservando come un tale sentimento ci controlla, possiamo vedere che lo fa sulla base dei concetti di pubblico e privato. (31-241, 4.6.1970)

Immaginate se quelli che commettono tanti peccati fossero mandati al polo nord. Un tempo del genere potrebbe arrivare. Perché dovremmo dar da mangiare a queste persone? Potrebbero vivere cibandosi di cuccioli d’orso. Potrebbero essere confinati per qualche anno. Sopravvivrebbero mangiando quello che trovano. Dopo essere sopravvissuti per un paio di anni, potrebbero ritornare. È possibile che arrivi questo periodo di isolamento.

Se in quel mondo muoiono o riescono a sopravvivere, così sia. Se desiderano mangiare delle tigri, che lo facciano pure. Se volessero costruirsi una casa di ghiaccio per abitarci, o viceversa se scegliessero di non farlo, in qualunque modo, va bene. Questo tempo di isolamento potrebbe venire. Non mettiamo forse in quarantena i pazienti affetti da malattie infettive? In questo modo sarebbero completamente separati. È per questo che mettiamo l’accento sull’importanza di non commettere peccati come la medicina preventiva. (202-280, 25.5.1990)

CAPITOLO III – I Veri Genitori e il mondo spirituale

Sezione 1. L’autorità e la missione dei Veri Genitori

1.1. I Veri Genitori sono l’incarnazione di Dio

Poiché Dio è senza una forma fisica, è invisibile persino nel mondo spirituale. Di conseguenza Dio vuole diventare un genitore con un corpo fisico. Diventando un genitore con una forma fisica, l’incorporeo e il corporeo si uniscono. Questo simboleggia il mondo spirituale e il mondo fisico che diventano una cosa sola. Dio creò Adamo ed Eva in modo da poter assumere una forma fisica, ma questo è possibile solo con il vero amore. Solo attraverso l’amore, Dio avrà un corpo che riflette la Sua immagine.

Quando Adamo ed Eva raggiungono la maturità come il corpo fisico di Dio, Dio può dimorare nel loro cuore e dominare il mondo fisico e il mondo spirituale attraverso di loro. Ecco come si stabilisce il Regno di Dio. È un regno d’amore. Lo spirito e la carne sono fatti per unirsi solo attraverso l’amore; non possono unirsi con nessun altro mezzo. (143-93, 16.3.1986)

Dio intendeva realizzare molto più che un rapporto verticale d’amore tra Sé stesso e gli esseri umani. Voleva realizzare anche il rapporto d’amore orizzontale tra Adamo ed Eva attraverso la perfezione del loro amore verticale con Lui.

Il momento in cui l’ideale d’amore di Dio si realizza è quando Dio, come genitore interiore, raggiunge la completa unità con Adamo ed Eva come genitori esteriori. Dio, il genitore incorporeo, diventa il genitore eterno nel mondo materiale prendendo la forma di Adamo ed Eva. Poi Adamo ed Eva possono diventare i veri genitori e i veri antenati di tutta l’umanità. (135-10, 20.8.1985)

Quando un uomo e una donna, ognuno ricolmo dell’amore di Dio sia nella mente che nel corpo, si sposano, di chi diventa quel matrimonio? È il matrimonio di un uomo e di una donna, ma è anche il matrimonio di Dio. Questa è un’affermazione straordinaria. Molti cristiani rimarranno sorpresi ed esclameranno: «È veramente un eretico per dire queste cose!» Ma chi è l’eretico? Andate voi stessi nel mondo spirituale a vedere chi è il vero eretico. (248-284, 3.10.1993)

Originariamente chi erano Adamo ed Eva? Erano il figlio maggiore e la figlia maggiore di Dio. Dio è il re onnipotente che ha creato tutto il cosmo.

Adamo ed Eva sono i figli di quel re. Il figlio e la figlia del re si devono unire sulla base dell’amore di Dio, come l’Essere assoluto, ed essere ad un livello d’unità con Dio. Questa è la posizione di Adamo ed Eva. In altre parole, Adamo ed Eva dovevano diventare il re e la regina del Regno dei Cieli sulla terra e nel mondo spirituale. La forma di Dio non è visibile neanche nel mondo spirituale. Dio è invisibile. Qual era il Suo scopo di creazione? Dio desiderava avere una forma. Il Suo scopo era assumere una forma fisica. (250-37, 11.10.1993)

Poiché il Dio invisibile non ha un corpo fisico, i Veri Genitori sono la Sua incarnazione. I Veri Genitori sono i genitori per l’individuo, la famiglia, la tribù, il popolo e la nazione. In futuro Dio apparirà sotto la forma dei Veri Genitori nel mondo spirituale. (98-224, 1.8.1978)

Questa è la grandezza dell’insegnamento della Chiesa dell’Unificazione. La mia grandezza sta nel fatto che Dio vuole apparire attraverso il mio corpo fisico. Capite cosa sto dicendo? (162-232, 7.6.1987)

Quando sono andato in prigione, correvano tante voci strane. La gente pensava che sarei andato in rovina e sarei scomparso completamente. Invece sono ancora vivo e parlo con ardimento. Posso parlare a voce alta e con sicurezza, perché ho un’antenna che mi permette di vedere, di sentire e di conoscere tutto. Persino Dio vuole vedere la mia autorizzazione prima di dare il Suo assenso. Controllerà se io ho approvato qualcosa oppure no e se sì, dirà che va bene, in caso contrario dirà di no. Ora è facile per me dire queste cose, ma vi rendete conto di quanto sia stato difficile rendere possibile questo? In futuro il mondo spirituale si muoverà nelle mie mani, e il mondo fisico alla fine diventerà una valle circondata da montagne che andrà in un’unica direzione. (134-17, 1.1.1985)

Il mondo della natura è impregnato di verità. Io sono un esperto del mondo spirituale, ma voi non lo conoscete tanto. Può darsi che dobbiate aspettare fino al ventunesimo, al ventiduesimo o addirittura al trentesimo secolo, che si aprano le porte del regno nel mondo spirituale, perché non si apriranno senza di me. Le mie realizzazioni come fondatore vivranno per l’eternità come colui che ha spiegato in maniera logica e rivelato in modo sistematico i particolari del mondo spirituale e ha permesso che si aprissero le porte del regno celeste. (203-324, 28.6.1990)

Il mondo spirituale deve essere unito insieme. Una persona che non può mettere ordine nel mondo spirituale non può unire questo mondo. Il mondo spirituale è la radice della fortuna celeste. Come può una persona che non è in grado di mettere ordine nel mondo spirituale, portare questi risultati sulla terra e unire questo mondo? Per questo motivo, bisogna unire il mondo spirituale prima del mondo fisico. (191-204, 24.6.1989)

Ci sarà un palazzo reale nel Regno dei Cieli? Che tipo di re ci sarà? Il re sarà il re di una democrazia? Poiché il mondo spirituale è fondato sul vero amore, una volta che il re del mondo spirituale diventa il centro, è per l’eternità. Perciò i luoghi più alti e più bassi devono essere considerati come un tutt’uno e l’insieme dev’essere visto come una sfera non divisa. (167-123, 1.7.1987)

1.2. Il signore del cielo e della terra è l’asse dell’universo

Nel mondo spirituale, Adamo ed Eva dovevano diventare il re e la regina della famiglia e della tribù, il re e la regina del popolo e della nazione e il re e la regina del mondo e del cosmo. Nel mondo spirituale dovevano dunque essere i rappresentanti di Dio. Essendo incorporeo, Dio è invisibile e non può essere visto persino nell’altro mondo. Nonostante ciò, Dio desidera una forma fisica e così ha creato il mondo di tutte le cose in forma sostanziale. Il Dio incorporeo ha creato tutte le cose per realizzare il Suo desiderio di avere un rapporto con degli esseri che hanno una forma fisica. Così Adamo ed Eva, una volta raggiunta la perfezione, sarebbero diventati il corpo di Dio. (242-166, 1.1.1993)

Partendo dalla sua famiglia, Adamo sarebbe potuto diventare il leader del suo futuro clan, il re del regno di Adamo e il re dei re di questo mondo. Quello sarebbe stato un mondo unito al rappresentante di Dio. Perché Dio creò Adamo ed Eva? Lo scopo di Dio nel creare Adamo era di educare delle persone che appartenevano al Regno dei Cieli attraverso i discendenti di Adamo sulla terra. Senza Adamo ed Eva non possono nascere dei figli sulla terra. Nel mondo spirituale non si possono mettere al mondo dei figli. Il mondo spirituale è un mondo verticale e lì la procreazione non è possibile.

Le cose verticali si appoggiano su un punto ma non coprono nessuna area. Adamo ed Eva si sarebbero mossi di 360 gradi attorno all’asse verticale e avrebbero formato un dominio sconfinato dove un numero infinito di figli, nati da questo desiderio di uno spazio illimitato, sarebbero diventati i cittadini del Regno dei Cieli. Se questo fosse successo, Dio sarebbe potuto diventare il Re di quel regno. Dio doveva diventare il Re. Dio voleva delle persone che potessero diventare un solo corpo con Lui, permettendoGli così di assumere un corpo, e Adamo ed Eva dovevano essere quel corpo. (284-132, 16.4.1997)

Se Adamo non fosse caduto, chi sarebbe diventato? Nel mondo spirituale sarebbe diventato Dio. Sarebbe stato il Signore con una forma corporea nel mondo spirituale. Dio è invisibile persino nell’altro mondo. Perché creò gli esseri umani? Poiché questo universo ha una forma sostanziale, Dio creò gli esseri umani in modo da essere nella posizione di poterlo amministrare e guidare attraverso Adamo ed Eva come i signori della creazione sotto una forma sostanziale.

Poiché Dio è senza forma anche nel mondo spirituale non può governare il mondo fisico. Ma acquisendo un corpo, Dio poteva diventare il Re in forma fisica e governare i Suoi figli e i discendenti che nascevano nel mondo fisico. Ecco perché Dio creò gli esseri umani con una forma fisica.

A quale volto avrebbe dovuto assomigliare il volto di quel re? Al volto di Adamo. Poiché Dio creò un re, aveva bisogno di una regina. E chi avrebbe dovuto essere quella regina? Eva sarebbe diventata la regina. Adamo ed Eva sarebbero diventati gli antenati dell’umanità sia sulla terra che nel mondo spirituale. (199-144, 16.2.1990)

Quando andrete nel mondo spirituale, io governerò ogni cosa. Non sarò io, comunque, ma Dio. Io sono il corpo di Dio. La mente e il corpo sono uniti, così la mente sarà sempre dov’è il corpo, non è vero? Sarebbe bello parlare più profondamente di queste cose, ma non posso spiegare di più altrimenti alcuni di voi potrebbero rimanere scioccati. Sarebbero sbalorditi e direbbero: «Ma com’è possibile?»

Ci sono molte realtà sorprendenti in questo mondo. Dio non esiste in un luogo lontano. Forse non lo sapevate, ma Lui è vicino, in un luogo dove queste cose sono possibili. (273-243, 29.10.1995)

Nel mondo spirituale Dio è invisibile. Dio creò Adamo ed Eva così da potersi prendere cura del mondo sostanziale della creazione e in modo che in seguito avrebbero potuto farlo i loro discendenti. Dio desidera una forma fisica. Assumendo la forma di Adamo ed Eva, Dio poteva tornare nel mondo spirituale e realizzare il ruolo di Genitore e di essere centrale di tutta la creazione. Quando i Veri Genitori andranno nel mondo spirituale, Dio sarà nel loro cuore ed essi saranno un solo corpo con Lui. Tutto il mondo spirituale e la terra si uniranno.

Dio entrerà nel cuore dei Veri Genitori e i Veri Genitori saranno dentro Dio. Assomiglia al rapporto fra la nostra mente e il nostro corpo. Grazie a questo principio, la vostra famiglia sulla terra, per quanto abbia una forma più piccola, è la realizzazione dell’unità fra la famiglia dei Veri Genitori, la famiglia centrale del mondo spirituale, e Dio. (284-52, 28.4.1996)

Se Adamo ed Eva non fossero caduti ma avessero raggiunto la piena maturità e realizzato la loro parte di responsabilità, il Regno dei Cieli sarebbe stato stabilito sia nel mondo fisico che nel mondo spirituale, creando un unico mondo fondato sull’amore – il vero amore. Quale giorno in definitiva sarebbe stato sia il primo che l’ultimo giorno? Il Giorno dei Veri Genitori.

Il termine Veri Genitori significa Dio come genitore verticale e i Veri Genitori come i genitori orizzontali. Dio, il genitore verticale che rappresenta il mondo spirituale e i Veri Genitori, i genitori orizzontali che rappresentano il mondo fisico, si uniscono. Questi due mondi si uniscono attraverso il vero amore. Il nucleo centrale di questi due mondi sono i Veri Genitori. Dovete rendervi conto che nei Veri Genitori ci sono i genitori verticali e i genitori orizzontali. (248-50, 28.4.1996)

1.3. Andiamo in cielo attraverso i Veri Genitori

Il centro dell’universo è il Vero Genitore nello spirito e nella carne. Dalla fonte originale emergono il nord, il sud, l’est e l’ovest e da lì emergono la famiglia, la tribù, il popolo, la nazione e il mondo. Questa è l’origine dell’universo. Il mondo spirituale si sviluppa attorno a questo centro. Forma un angolo di 90 gradi che ruota di 360 gradi. Su questa base l’universo si espande. (147-111, 31.8.1986)

Le parole del Principio Divino sono un resoconto delle battaglie vittoriose che ho combattuto per scoprire tutto ciò che riguarda il mondo spirituale. Ho affrontato queste questioni fin dalla mia gioventù. Io non dico niente di vago o di oscuro. Perfino Sang-hun Lee non aveva una fede totale in me, mentre era sulla terra. Quando dicevo: «Il Vero Genitore ha la responsabilità di afferrare il mondo spirituale con la mano destra e la terra con la sinistra e di scambiarli», si domandava cosa volevo dire. (302-156, 13.6.1999)

Ora, se dicessi a Dio: «Dio, sono stanco di guardare questo mondo caduto e il mondo spirituale. Vorrei che Tu creassi un mondo nuovo e migliore», questo sarebbe possibile. Il problema è che Satana non è stato ancora liberato. Io voglio spingere Satana in un abisso senza fondo. Non voglio vedere la sua ombra; non voglio sentire nemmeno un sussurro da lui. Ma anche dopo averlo liberato, restano ancora delle questioni da risolvere. (302-257, 14.6.1999)

Voi non capite il mondo spirituale, vero? Io sono un esperto del mondo spirituale. Molto probabilmente il mio nome, Sun Myung Moon, rimarrà nella storia come quello del fondatore che ha insegnato logicamente e rivelato in modo sistematico i particolari del mondo spirituale per aprire le porte del regno celeste. Conoscete il significato di won-jo (fondatore)? Non è won-jo che significa aiuto o sostegno ai bisognosi. È formato dal carattere cinese won, che significa originale, e jo, che significa antenati.

Voi mi chiamate tutti il Vero Genitore, ma se c’è qualcuno a cui non piacciono le parole “Vero Genitore” sono proprio io. Sono delle parole tremende. Una volta che diventate un vero genitore dovete guidare una vera famiglia. Quando i vostri parenti o la vostra tribù si uniscono a questa famiglia, dovete guidare una vera tribù. Dovete guidare il mondo in modo ordinato. E quando questo si espande a tutta l’umanità, sia nel mondo spirituale che nel mondo fisico, dovete avere la capacità di guidare questi due mondi. È incredibile. Io conosco tutte queste cose. (203-324, 28.6.1990)

Quando viene il Vero Genitore originale, Dio che è verticale e gli esseri umani che sono orizzontali, possono formare per la prima volta un angolo di 90 gradi. Il Vero Genitore viene per educarci in modo che possiamo creare questo angolo di 90 gradi. Se andate nel mondo spirituale e scoprite che le mie parole sono sbagliate, potete venire da me e tagliarmi la testa.

Quando viene il Vero Genitore, l’orizzontale e il verticale possono essere sistemati in modo fa formare un angolo di 90 gradi. Il Vero Genitore vi mostra come creare questo angolo di 90 gradi. Dovete essere assolutamente obbedienti a questi insegnamenti. Dovete afferrare il vostro corpo e colpirlo per creare questo rapporto perpendicolare. (201-165, 30.3.1990)

Il Vero Genitore è la base fondamentale del vero amore universale. Quando questo Vero Genitore fa la sua apparizione, tutto il creato si volge a guardarlo, proprio come tutti gli alberi e le piante sui monti e nelle valli si volgono verso il sole che sorge la mattina. Tutte le cose della creazione sono come le foglie e i rami. Ogni cosa nel mondo spirituale si volge verso Dio. Allo stesso modo, quando io vado in Corea, tutti i membri della Chiesa dell’Unificazione concentrano automaticamente la loro attenzione su di me. (202-360, 27.5.1990)

Se volete ottenere un dottorato, dovete andare dal professore col quale fate la tesi e lavargli addirittura il di dietro, per ottenere la sua firma. Se vi dà un calcio nel sedere, dovete dire: «Oh, grazie mille». Solo allora avrete la sua firma. Se non lo farete può darsi che non firmi. Forse vi verrà voglia di dire: «Io ho un aspetto migliore. Ho un naso più bello, una faccia più bella, un portamento più bello. Se dovessimo fare alla lotta, vincerei io. Posso mangiare più di lui. Posso batterlo in qualunque competizione. Sono migliore di lui in dozzine o addirittura centinaia di cose. Eppure, lui pensa di potermi rifiutare il dottorato solo perché non conosco due o tre cose!» Ma nulla di tutto questo vi gioverà. E se io avessi questa autorità speciale in relazione al mondo spirituale? (134-17, 1.1.1985)

Perché gli esseri umani, con un valore nobile che supera addirittura quello del cielo e della terra, sono caduti così in basso? È stato a causa della caduta. Per liberare l’umanità da questo, dovete passare attraverso di me. Per conoscere questo principio dovete passare attraverso di me. Non importa quanto gli studiosi abbiano successo in questo mondo, quando vanno nel mondo spirituale possono essere ammessi solo ricevendo la firma del Reverendo Moon. (280-169, 24.11.1996)

Pensate che sia una cosa ordinaria che il mondo spirituale cooperi con me? Ora, tuttavia, devo affrontare con più severità il mondo spirituale e tutte le altre cose. Quando provo un sentimento di giudizio, posso incutere paura. Quando mi sento di giudicare, non ho pietà. Spazzerò via tutto l’indennizzo storico, tante e tante volte. Non c’è modo di confortare Dio che ha visto spargere sangue per tutto il corso della storia. La mia idea è di porre fine a questo con le mie lacrime. (207-175, 9.11.1990)

Nel mondo spirituale, tutta l’attenzione è concentrata sui Veri Genitori e solo sui Veri Genitori. Essi sono la fonte della vita e dell’amore, l’origine della coscienza e di tutta la creazione. Senza passare attraverso di loro non potete crescere. (256-28, 12.3.1994)

C’è bisogno di me nel mondo spirituale come in questo mondo terreno. Nel mondo spirituale le persone che sono vissute con amore sulla terra, avrebbero dovuto costruire un palazzo d’amore, ma queste persone non c’erano. Dio stesso e le persone nel mondo spirituale non possono costruire questo palazzo d’amore. Lo devono costruire i Veri Genitori. Inizia da loro. Anche se ci fosse già un palazzo nel regno spirituale, tutto il mondo spirituale potrebbe stabilirsi lì solo se i Veri Genitori entrassero e dichiarassero: «È qui che avremo un palazzo». Il mondo spirituale ha assolutamente bisogno di me perché questa responsabilità deve ancora essere realizzata. (205-255, 9.9.1990)

Io non sarò qui per sempre. Io sono colui che è nato in questo periodo di duecento anni di storia che capiterà solo una volta nell’eternità. Non ero qui cento anni fa e non sarò di nuovo qui fra cento anni. Non sono qualcuno che può nascere in qualsiasi momento. C’è un valore infinito nella vostra possibilità di imparare direttamente i segreti da me durante questo periodo. Se andrete nel mondo spirituale dopo aver messo in pratica queste cose, andrete sicuramente in cielo. Quel regno futuro vi aspetta. Il Regno dei Cieli finora è stato vuoto. Originariamente i Veri Genitori dovevano entrare in cielo, ma non sono comparsi. (249-327, 11.10.1993)

Come fondatore della Chiesa dell’Unificazione, io sono fiero di conoscere Dio. Lo conosco più profondamente di quanto Lo conoscono nel mondo spirituale. Anche se oggi sulla terra vivono molte persone, Dio ama me più di tutti perché conosco il Suo cuore. (146-333, 10.8.1986)

Le persone religiose, che pregano tutta la loro vita con gli occhi pieni di lacrime e le ginocchia inchiodate a terra, non sono sicure di poter incontrare Gesù e ricevere la sua guida. Tuttavia, venendo qui e ascoltando le mie parole, voi partecipate a questo evento storico. (146-335, 8.10.1986)

Io non ho scoperto la verità sulla restaurazione, la morte o il mondo spirituale senza sforzo. Sono arrivato a pregare in continuazione per diciassette ore, senza mangiare. Le mie preghiere di solito duravano dieci o dodici ore. Ecco perché le mie ginocchia si sono indurite. Posso stabilire immediatamente un contatto con Dio anche senza pregare per tanto tempo, perché Lui è vicino a me. Potete ancora vedere le tracce di quell’indurimento sulle mie ginocchia. (250-317, 15.10.1993)

Quando pregavo, piangevo così profondamente che i miei pantaloni di cotone si inzuppavano di lacrime, anche in pieno inverno. Ma voi come avete trattato il Principio, che ho scoperto con tanta fatica? Quando scoprirete questa realtà nel mondo spirituale, come vi avvicinerete a me? Perfino la Madre deve stare attenta nel suo rapporto con me. Ci sono molte cose che non sapete. Una volta che le conoscete, dovete unirvi a me su questo cammino. Quando attraversate il colle dell’amaro dolore e siete addirittura pronti a morire dovunque siete, con un cuore d’amore, solo allora la vostra morte può essere accettata come una morte celeste. Ecco come potete superare la morte. Lì è il regno dove la morte non si infiltra. (253-325, 30.1.1994)

Quelli che pensano di aver perso qualcosa conoscendomi, alzino la mano. Quelli che hanno questo sentimento sono dei ladri. Chi è il perdente? Io o voi? In tutta la mia vita ho subito delle perdite, eppure non ho mai pensato di aspettarmi nulla in cambio. Invece, vi dico di tramandare ai vostri discendenti quello che c’è di più prezioso. Vi incoraggio ad essere delle madri e dei padri che possono rappresentarmi, e di conseguenza essere serviti dai loro figli. Se non realizzerete questo, dovrete nuovamente stabilire delle condizioni d’indennizzo per tutto quello che vi ho trasmesso. Quando andrete nel mondo spirituale sarete subito intrappolati. Non c’è perdono. (252-263, 1.1.1994)

Le parole “Veri Genitori” sono straordinarie. Tra voi quelli che possono comunicare con il mondo spirituale devono provare a pregare: «Dio, il Reverendo Moon è a un livello spirituale alto come il Tuo?» La risposta verrà che io sono sul Suo stesso livello. Poiché dico queste cose, diranno inevitabilmente che sono un eretico. (266-249, 1.1.1995)

Nella sfera del cammino religioso, dovete ricevere il riconoscimento di Dio anche dopo che sarete andati nel mondo spirituale. Perché? Lo saprete quando studiate il Principio. È molto difficile. Qualcuno ha dovuto scavare a fondo in queste cose e creare una comprensione sistematica. Essendo una persona così profondamente scrupolosa ho creato un simile sistema. Il mondo spirituale è talmente vasto che non è possibile comprenderlo. Se fate un vestito dipanando completamente un sacco di stracci, allora dovete essere capaci di tessere un abito regale che un sovrano può indossare e col quale può andare in giro. Così facendo, dovete mettere Dio nella condizione di dire: «In tutta la storia, tu sei migliore di me». (203-296, 27.6.1990)

Se investite tutta la vostra vita nel vero amore e andate nel mondo spirituale, mi potete incontrare dovunque siete in un batter d’occhio, dicendo soltanto: «Padre!» Mi potete incontrare subito. Non c’è niente di cui preoccuparsi. Quando vi sintonizzerete col cuore dell’amore, avrete il diritto di partecipare, di essere nella stessa posizione e di vivere insieme a me. Quando mi chiamerete, vi incontrerò subito. Che meraviglia! Mostrerei tutto il mondo spirituale a queste persone. Ci sono delle stelle fatte di diamanti e delle stelle d’oro. Con la mia autorità speciale, posso semplicemente donarvene una. Io ho questa autorità speciale. (229-164, 11.4.1992)

Capite cosa sto dicendo, razza di buoni a nulla? Dicendovi delle cose offensive in questo modo, stabilisco la condizione per il vostro perdono. C’è chi dirà: «Reverendo Moon, ma come puoi imprecare in questo modo? Questa è la prima volta che ti vedo, e non posso credere a nulla di ciò che dici se mi insulti così». Ma io impreco contro di voi in modo da potervi perdonare quando verrà il tempo. In questo modo, quando la gente andrà nel mondo spirituale dirà: «Poiché hai imprecato contro di me, io non ho creduto nella Chiesa dell’Unificazione». Allora è comprensibile. Io dico delle cose offensive alle persone per stabilire una condizione di perdono per loro nel mondo spirituale. Ma quando le maledico non suscito un dolore nel loro cuore. Se ne tornano semplicemente a casa. Magari diranno: «Mamma mia, è terribile!» ma, il tempo di arrivare a casa, e se ne saranno già dimenticati. Ecco come funziona la mente. Capite o no? Quelli che dicono «Capisco» alzino la mano. Ora avete capito. (283-211, 12.4.1997)

Dio non fa debiti con nessuno. Restituisce decine di migliaia di volte altrettanto. Per questo, anche se sono andato in prigione come un individuo miserabile, ora è giunto il momento che il territorio in mio possesso si espanda al di là della nazione, del mondo, del cielo e della terra. È giunto per me il tempo di trovare una posizione di unità tra il mondo spirituale e il mondo fisico. La mia autorità è straordinaria, perché inaugura questo tempo privilegiato in cui posso donare il modello di una base familiare di Adamo a tutte le persone del cielo e della terra. È tutto trascendente e tutto immanente. Abbraccia e copre ogni cosa senza eccezione. Dopo questo, la meta finale di avanzare verso un’era di completa autorità e potere mi attende nel mondo a venire. (284-113, 16.4.1997)

Il cosmo è costituito dal mondo spirituale e dal mondo fisico. Dio può essere liberato solo dopo che tutte le porte del mondo spirituale sono state aperte e tutti gli spiriti che rimangono nell’inferno e nel regno intermedio sono stati liberati. Solo a quel punto tutta l’umanità può vivere insieme in armonia in un’era di pace e di prosperità. Questa è la via della Chiesa dell’Unificazione e continuerà fino al giorno in cui Dio sarà liberato. Questa via è una realtà straordinaria. Non è un concetto vago. (249-248, 10.10.1993)

Nel suo stato attuale, il mondo spirituale non ha forma. Sta acquisendo una forma attraverso i Veri Genitori. Quando la Benedizione sarà dichiarata per il mondo spirituale e finalmente per il mondo della sovranità dell’amore – cioè il Regno dei Cieli e della terra unificato – Dio potrà esercitare il Suo dominio sul mondo spirituale nella forma di un Genitore, anche se io non sono lì. Il mondo spirituale sta aspettando che succeda questo. Tutto ciò che era separato, ora sta aspettando di essere unito. Stanno aspettando che io arrivi presto nel mondo spirituale.

Una volta che avrò completato il mio lavoro sulla terra, inizierà il mio lavoro nel mondo spirituale. Sarò nella posizione del re del mondo spirituale. Come re della terra, diventerò automaticamente il re del mondo spirituale ed entrerò nella terra della patria originale che è conforme al principio e alla legge. (295-202, 28.8.1998)

Il mio desiderio è di diventare, tra i fondatori religiosi, il rappresentante che vive per il vero amore. Non vi fa piacere questo? Voi non conoscete il mondo spirituale. La persona che vi parla qui è un esperto del mondo spirituale. Poiché so chiaramente cosa succede dopo la morte, non importa quanto le persone coinvolte negli affari del mondo sbraitino contro di me, questo non disturba la mia visione. Perché? Perché io guardo al di là, in direzione dell’altro mondo e vivo al suo ritmo. Perciò, in futuro, gli spiritualisti e i medium di tutto il mondo, a prescindere dalla loro fede, devono venire da me per essere educati. Non c’è mai stato nessuno che ha conosciuto i segreti profondi del Cielo. Finalmente la persona che sta davanti a voi è apparsa in questa era e ha rivelato questi segreti di Dio. Questa conoscenza è diventata una biblioteca di storie che non erano neanche conservate nel museo del mondo spirituale. Quando tanti spiriti buoni scopriranno queste verità da sé stessi e le insegneranno ai loro discendenti sulla terra attraverso sogni e rivelazioni, questa conoscenza riempirà le biblioteche del mondo. Le cose che dico qui oggi non si trovano in nessuna biblioteca. (200-173, 25.2.1990)

Dovete capire che io, che ho scoperto il mondo del cuore di Dio, non sono un impostore. Tutte le cose che ascoltate da me non si trovano in nessuna parte di questo mondo. I miei insegnamenti non si trovano nei libri di nessuna biblioteca né qui sulla terra, né nel mondo spirituale. È la prima volta, è veramente la prima volta, che queste verità sono conosciute! Queste sono le nuove parole di verità. Non si possono trovare da nessuna parte, né sulla terra né nel mondo spirituale. Erano rinchiuse nella stanza del tesoro, e non potevano essere tirate fuori né da Dio né da qualsiasi persona nel mondo spirituale o sulla terra. (303-59, 4.7.1999)

Il fatto stesso di avermi visto sulla terra sarà qualcosa di cui potrete essere orgogliosi quando andrete nel mondo spirituale. Potrete dire: «Io ho servito il Padre». Se osserviamo la vita delle piante, vediamo che le gemme delle piante si volgono verso la luce del sole. Allo stesso modo, la vostra natura originale si volge verso la luce dell’amore. Dio è il sole dell’amore. Ecco com’è nel mondo spirituale. (142-312, 13.3.1986)

Qual è la conclusione finale? È la perfezione di Adamo. Che dite della perfezione di Adamo? Adamo non realizzò la sua parte di responsabilità. Qual è la sua parte di responsabilità? È stabilire la pietra angolare e lo standard tradizionale del mondo delle famiglie celesti, ossia la pietra angolare della famiglia, della tribù, del popolo, della nazione e del mondo e il Regno dei Cieli sulla terra e nel mondo spirituale. Questa pietra angolare è stata contaminata e deve essere purificata. Per questo ho bisogno di purificare il mondo spirituale e il mondo fisico e realizzare molte altre cose. (302-241, 14.6.1999)

Sezione 2. I Veri Genitori e la costruzione del Regno dei Cieli

2.1. Per diventare i Veri Genitori è necessaria l’approvazione di Dio

Che cosa bisogna fare per diventare il Signore del Secondo Avvento? Dovete andare nel mondo spirituale, rivelare i principi riguardanti i rapporti di tutte le religioni attorno a Gesù, chiarire ogni cosa che riguarda il cielo e la terra e le loro leggi, e ricevere l’approvazione del mondo spirituale. Dovete proclamare queste cose sulla terra. Questa era una cosa che non era riconosciuta neanche nel mondo spirituale. La sapevano solo Dio e Satana. Dopo che ebbi proclamato tutte queste cose nel mondo spirituale, ci fu una forte opposizione. In quel mondo ci fu un periodo di confusione per quaranta giorni. Satana resisteva stabilendo la condizione di negare Dio. Di conseguenza il mondo spirituale si divise a metà, con una metà che era contro di me. Alla fine, questa situazione caotica doveva essere risolta in base a ciò che Dio avrebbe deciso essere la verità. Ecco perché il Vero Genitore porta il mondo spirituale a sottomettersi completamente, riceve l’approvazione di Dio e scende sulla terra. (236-323, 9.11.1992)

Per creare un cielo e una terra unificati, prima bisogna unire il mondo spirituale. Gli antenati nel mondo spirituale dicevano: «Reverendo Moon, sei un eretico, sei un traditore!» Più tardi, persino Dio disse: «Sì, buttatelo fuori!» Le leggi dell’indennizzo sono così. Poiché Adamo ed Eva abbandonarono Dio, anche Dio doveva abbandonarli, come una condizione. Sopportando un tale abbandono, ho dovuto conquistarmi l’accettazione, ritrovare il sostegno di Dio nei miei confronti, riconquistare il mio cielo e ricevere l’approvazione di Dio. Durante quel periodo, Dio ha dovuto mettersi contro di me quando qualcuno mi accusava, ma in seguito tutto…

Il mio carattere è tale che una volta che inizio a fare una cosa la porto avanti fino in fondo. Non indietreggio fino alla morte. Poiché conosco chiaramente questo principio, sono sicuro di me stesso. Ecco perché ho resistito apertamente a questi attacchi spirituali. Come potevano Gesù, Confucio o altri leader conoscere questi principi? Alla fine, facevano solo delle domande negative, perché quello che io dicevo non era contenuto nelle dottrine insegnate da loro. Insistevano sul loro punto di vista.

Ho lottato contro tutto il mondo spirituale per quarantatré giorni. Nel quarantesimo giorno persino Dio disse: «Reverendo Moon, buono a nulla! Perché sei venuto qui a portare il caos in questo mondo celeste pieno di pace? Figlio di un ladro!» Tutti erano d’accordo con Dio. Eppure, io non mi sono ritirato. (282-168, 11.3.1997)

Per diventare il Signore del Secondo Avvento, sono dovuto andare nel mondo spirituale e ritornare con l’approvazione di Dio. Il mio arrivo nel mondo spirituale provocò una battaglia che durò quarantatré giorni. Tutti, dal profondo dell’inferno alla cima del cielo, dicevano: «Il Reverendo Moon è un eretico!» Dovetti occuparmi di questo partendo dal luogo più basso, fino arrivare in cima, dai santi. Dovetti discutere con loro alla presenza di Dio e affrontare una battaglia decisiva per stabilire chi era il Signore della giustizia. Qual era l’argomento a quel tempo? Riguardava il lignaggio profanato di tutte le persone nel mondo spirituale e se sapevano che avrebbero dovuto cambiarlo.

Qual era il secondo punto? Riguardava il trasferimento dei diritti di proprietà di tutte le cose materiali. Io sostenevo che «quelli che avevano avuto dei diritti di proprietà durante la loro vita sulla terra erano dei traditori del Regno dei Cieli!» Per quanto grandi fossero i fondatori delle religioni, dovevano affrontare quel giudizio. Ecco perché, lottando nel mondo spirituale, tenni fermo il mio punto di vista nella battaglia e li sfidai con sicurezza chiedendo: «Chi è l’eretico?»

Siccome questo mise il mondo spirituale in un gran caos, Dio, come Giudice, doveva prendere una decisione. Ma perfino Dio si mise contro di me dicendo: «Il Reverendo Moon è un eretico, come dite tutti voi». Poiché Adamo aveva tradito Dio, secondo le leggi della restaurazione tramite indennizzo, la persona che rappresenta l’Adamo perfetto doveva affrontare la situazione di essere tradito anche da Dio stesso. Solo allora i muri che erano sorti nel cuore di Dio potevano essere abbattuti. In questo mondo tutti erano contro di me e persino Dio si mise dall’altra parte, lasciandomi completamente solo.

Tuttavia, il mondo spirituale non poteva essere lasciato così com’era, nel vortice del caos. Dio dovette prendere la decisione finale e proclamò: «Il transizione del lignaggio, la transizione dei diritti di proprietà e la transizione del regno del cuore di cui parla il Reverendo Moon sono veri». Allora dovetti ritornare qui, in questo mondo, dopo aver ricevuto il sigillo di Dio come campione vittorioso. (264-50, 9.10.1994)

Prima che tutto possa essere risolto nel mondo fisico, bisogna mettere ordine nel mondo spirituale. Dopo aver scoperto le parole di verità, quando affermai: «Ecco come deve essere il mondo spirituale», Satana si oppose e si oppose persino Dio. Poiché l’umanità ha abbandonato Dio, Dio deve abbandonare l’umanità. Per questa ragione, nel mondo spirituale ci fu una battaglia di quaranta giorni. I quattro grandi santi esclamarono: «Il Reverendo Moon è un eretico!»

Tutti i leader religiosi nel mondo spirituale si misero contro di me. Ci fu una riunione ostile e una discussione con argomenti contrari e a favore alla presenza di Dio per capire chi aveva ragione. Per quaranta giorni tutto il mondo spirituale fu in agitazione. Erano tutti in fermento e gridavano: «Il Rev. Moon è un eretico!» Gridavano tutti in coro: «Il mondo spirituale sarà molto disturbato. Non vogliamo questo. Mandatelo via!»

Nonostante ciò io insistetti, perfino con Dio, che questa era l’unica strada, e che se tutti non l’avessero seguita non sarebbe stato possibile mettere un ordine logico in tutto il mondo. Feci notare che Confucio non conosceva il carattere di Dio. Non sapeva che Dio è un Dio personale. Confucio aveva parlato del cielo ma era stato vago. In un confronto di domande fu battuto. A Gesù chiesi: «Perché non hai parlato di certi argomenti riguardo il tuo Secondo Avvento?» Gesù fu colto alla sprovvista.

I cristiani credono che il regno millenario sarà stabilito in cielo, ma sapranno chiaramente che questo è sbagliato quando andranno nel mondo spirituale. Quando facevo delle domande a questi leader religiosi non potevano aprir bocca. Poi mi rivolsi a Dio: «Giudica Tu chi ha ragione». Alla fine, Dio dichiarò: «Ha ragione il Reverendo Moon!» (259-320, 24.4.1994)

Dopo essere entrato nel mondo spirituale, fui trattato con disprezzo per quarantatré giorni, persino dalle sfere più basse. Mi chiedevano chi mi credevo di essere. Mi chiamavano schiavo, un parente dell’anziana signora Pak, un impostore, il capo di tutti gli eretici. Poi incontrai i principali leader religiosi e le persone scelte. Alla fine, parlai con i quattro grandi santi. Erano tutti contro di me. Si opponevano tutti a me dicendo: «Quel buono a nulla, figlio di un traditore, catturatelo e uccidetelo». Perfino Dio li appoggiava. Era una lotta occhio per occhio, dente per dente. Per quaranta giorni tutto il mondo spirituale si scagliò contro di me. Io non potevo ritirarmi e lottai per quarantatré giorni.

Fino alla fine persino Dio fu contro di me. Avrei potuto ritirarmi? Non pensate che sarebbe successo qualcosa di terribile se mi fossi ritirato? Così, alla fine, indussi perfino Dio a cedere. Allora Dio gridò alle persone del mondo spirituale: «Attenzione!», e proclamò: «Sono arrivato ad una decisione riguardo questa battaglia nel mondo spirituale. Il testimone che dice la verità sotto ogni aspetto è Sun Myung Moon». Dio mi disse di voltarmi e di pronunciare la mia difesa. Tutti furono d’accordo che le mie parole erano vere. Dio gridò: «Attenzione!» e testimoniò Lui stesso per me, a tutto il mondo spirituale. Quindi avevo finito con il mondo spirituale, non è vero? Ricevetti il sigillo di Dio, la Sua approvazione e venni sulla terra. (295-293, 24.9.1998)

Per unire questo mondo, prima dovete entrare nel mondo spirituale e creare unità lì. Come porterete l’unificazione? Non sarete i benvenuti. Se andate nel mondo spirituale e dite: «La via del Principio celeste deve essere rivelata in questo modo», Satana e Dio capiranno ma non daranno nessuna risposta.

Era la prima volta che tutti i leader religiosi ascoltavano queste cose. Chiesero il significato del cambiamento del lignaggio, della transizione dei diritti di proprietà e della transizione del regno d’amore. Persino Gesù mi faceva questa domanda ogni giorno. Tutti i santi si opponevano a me. Così, per quarantatré giorni, nel mondo spirituale ci fu un periodo di grande confusione. Dicevano: «Cacciate quel Reverendo Moon, l’eretico numero uno!» Cosa sarebbe successo se mi avessero scacciato in quel modo? La Chiesa dell’Unificazione non sarebbe mai nata. Perciò dovetti spingermi avanti per quarantatré giorni in mezzo a quell’intensa persecuzione.

In questo tipo di situazione io sono un esperto. Sono un esperto nel discernere ciò che è giusto e ciò che è sbagliato. Ecco perché so immediatamente chi è a favore di Satana e chi è a favore di Dio. E là, guardando tutte le cose, vidi che era sbagliato. Per questo motivo decisi di continuare. Alla fine, persino Dio divenne più disperato. Il mondo spirituale era nel caos. Io, da solo, stavo scuotendo l’intero mondo spirituale, suscitando un tumulto. Poiché Dio è il Signore del Giudizio, doveva assumersi la responsabilità. La situazione era che tutto il mondo spirituale mi aveva messo davanti e mi accusava di fronte a Dio.

Di conseguenza, Dio doveva portare la giustizia e il giudizio. Per porre fine a questa battaglia, doveva chiarire cos’era giusto e cos’era sbagliato. C’era una completa divisione di opinioni. Io ero da solo e tutto il mondo spirituale era contro di me. Persino Dio era contro di me. Dicevano: «Che individuo malvagio è questo! Chi dice delle cose del genere?» Poiché Adamo cadde andando contro Dio, Dio doveva essere contro di me.

I genitori qualche volta non devono sculacciare i loro figli? Se un figlio fa qualcosa di sbagliato, il padre o la madre potrebbero sculacciarlo, rimproverarlo e poi perdonarlo. Allo stesso modo, proprio alla fine, Dio mi portò davanti e prese la decisione gridando: «Guarda davanti!» Poi dichiarò: «Finora ci sono state tante argomentazioni a favore e contro le parole del Reverendo Moon, ma le sue argomentazioni sono assolutamente giuste». (273-67, 21.10.1995)

Ci sono diversi atteggiamenti e stranezze nella Chiesa dell’Unificazione. Certi arrivano addirittura a dire di essere il Messia. C’è chi dice: «Il Reverendo Moon è Giovanni Battista e io sono Gesù». Io non sono diventato automaticamente quello che sono. Sono dovuto andare nel mondo spirituale e ritornare con il sigillo d’approvazione di Dio.

Poiché ho unito il mondo spirituale, tutto quel mondo mi sostiene. Ho messo ordine nel mondo spirituale che era nel caos. Finora i buddisti e i confuciani hanno tutti creato i loro domini e i loro circoli, formando numerose fazioni. Io li ho portato tutti a guardare in una sola direzione, non due. Dopo che il mondo spirituale è stato unito in questo modo, sono venuto su questa terra con l’autorità e la convinzione di andare verso un’unica direzione e un unico scopo.

In questo mondo ci sono tante direzioni. Se ci sono cinque miliardi di persone, ci sono cinque miliardi di direzioni. Io le porto tutte insieme verso un’unica direzione e un unico scopo. Anche se il mondo satanico mi viene contro, cercando addirittura di uccidermi, e succedono tanti tipi di cose, a poco a poco si sta unendo insieme in un’unica direzione. Si sta muovendo verso una sola direzione. Ora la gente dice: «Colui che porta la pace nel mondo è il Reverendo Moon». Per questo c’è tanto interesse nei miei confronti.

Una volta messo ordine in tutto il caos del mondo spirituale, dovevo fare in modo che tutte le cose confuse sulla terra andassero verso un’unica direzione. Ecco perché riunisco insieme gli uomini politici, gli studiosi illustri, i giornalisti, gli economisti e altre celebrità del mondo. Pensate che mi rispettino? Mi hanno tutti messo alla prova e mi hanno valutato secondo i loro diversi criteri. Poiché ho portato l’ordine nel caos del mondo spirituale, ora posso vedere l’arena dove possiamo mettere ordine sulla terra. Com’è possibile? Io so cosa succede quando fate un passo oltre quello che sta davanti ai vostri occhi.

Nessuno di voi qui è uno stupido, ne sono sicuro. Intelligenti come siete, quando guardate questa situazione, credete che il mondo sia nelle vostre mani, non è vero? C’è solo un esemplare di Veri Genitori, per l’eternità. Non ce ne sono altri. Per questa ragione, tutto il mondo spirituale deve seguire obbedendo, e ogni cosa sulla terra si deve sottomettere. Non ci sono due esemplari, c’è n’è solo uno. La destinazione finale sono i Veri Genitori. (259-320, 24.4.1994)

Si sono sviluppati tanti tipi di religioni. Poiché gli sfondi culturali delle persone sono diversi, era inevitabile. Ci sono cinque miliardi di persone al di fuori della sfera cristiana. Le persone che non credono in Gesù vanno tutte all’inferno? No. I cristiani dicono diversamente perché non lo sanno. Se andate nel mondo spirituale, Confucio e Gesù sono amici. Buddha e Maometto sono amici. Santi famosi del cristianesimo e monaci importanti del buddismo sono tutti amici. L’unica cosa che si frappone fra loro è una tenda. Appartengono tutti alla tribù di Dio. Questa tenda deve essere aperta. Quando le religioni si uniranno, questa tenda sarà tolta e tutti gioiranno insieme come un’unica famiglia. Nel mondo spirituale stanno aspettando questo giorno.

Io ho affrontato tante battaglie perché la gente ignorava il retroscena delle religioni nella storia. Perciò i capi di tutti gli ordini religiosi, i fondatori delle religioni e tutti i leader storici devono incontrarsi e pentirsi di tutto il risentimento storico. La persona che può portarli a pentirsi è il Vero Genitore. (232-20, 1.7.1992)

Chi è un figlio di pietà filiale? È un figlio che dedica la propria vita a servire i suoi genitori. Allora chi è un suddito leale o un patriota? Diciamo che è un suddito leale o un patriota qualcuno che è radicato nell’amore, sacrifica sé stesso e offre la propria vita per il suo re che rappresenta Dio. Il santo è colui che vive per la gente del mondo. È una persona che decide di offrire la propria vita per amare tutti indipendentemente dalle differenze dei loro ambienti culturali, dalle barriere nazionali o razziali. Il santo cerca di guidare le persone ad amare gli altri non temporaneamente ma per l’eternità. Spingendoci un passo più in là, chi sono i figli o le figlie divini? I figli e le figlie divini sono quelli che offrono la loro vita per amore, non solo per il mondo, ma anche per il mondo spirituale infinito e per Dio.

L’amore è la radice di ogni cosa. (143-151, 17.3.1986)

Se andrete nel mondo spirituale conoscerete la vera natura del fondatore della Chiesa dell’Unificazione. Non ho forse benedetto tutti i leader religiosi? Li ho benedetti. Ecco perché, secondo le lettere di Sang-hun Lee nel mondo spirituale, essi mi esprimono la loro gratitudine. Voi, che avete ricevuto la Benedizione nel corso della vostra vita, siete in una posizione più alta di tutti quei milioni e miliardi di persone che sono stati resuscitati nel mondo spirituale o addirittura dei fondatori delle religioni. Finora avete vissuto la vostra vita troppo alla leggera. Dovete esserne consapevoli. Forse vi sembrerà che io viva senza pensieri, ma dovunque vado e mi metto a sedere, qualunque cosa faccio in qualunque luogo, seguo la legge di Dio, pulisco l’area e prendo il mio posto. Lo faccio seguendo la legge celeste. Voi non state forse vivendo tutti in modo sconsiderato? (304-50, 5.9.1999)

2.2. Costruire il Regno dei Cieli e unire il mondo spirituale e il mondo fisico

Per potersi costituire, una nazione deve avere la sua sovranità, deve avere il suo popolo e deve avere il suo territorio. Da questo punto di vista, quando verrà il tempo di costruire il Regno dei Cieli sulla terra, chi sarà il proprietario? Chi sarà il sovrano? Sicuramente sarà Dio. E chi sarà il popolo del Regno dei Cieli? Sarà tutta l’umanità. E dove sarà il suo territorio? Sarà tutta la terra. (96-14, 1.1.1978)

Cosa avrebbe fatto Dio per Adamo ed Eva se non fossero caduti? Li avrebbe sposati con la Sua Benedizione. Essi allora avrebbero avuto dei figli creando una famiglia che avrebbe dato gioia a Dio, e l’avrebbero espansa per creare una tribù e un popolo. Quando questo si fosse sviluppato ancora di più, su quale filosofia sarebbe stato basato quel mondo? Sarebbe stato un mondo fondato contemporaneamente sul Dioismo e sulla filosofia che fa capo ad Adamo. I principi di quel mondo sarebbero una filosofia centrata su Adamo. La visione dell’universo, del cosmo e della vita sarebbe basata su questo. Tutte le cinque razze dell’umanità formerebbero un mondo variopinto e le persone sarebbero felici di questo. Poiché il colore della pelle dipende dall’ambiente, la gente sarebbe felice di vedere i diversi colori della pelle di tante razze. Allora, come mai le lingue di tante nazioni si sono differenziate? Dio ha le separate a causa della caduta dei nostri primi antenati. (156-202, 25.5.1966)

Dovete vivere la vostra vita sulla terra pensando che dovete assumere la missione di stabilire la nazione di Dio. In altre parole, diventate un suddito leale e un patriota che può portare la liberazione della patria. Oppure potete immaginare che, in quanto inviati segreti del cielo, vi è stato dato l’ordine di venire in questo mondo di male a fare queste cose. Dovete sapere che senza questo, non potrete ottenere la dignità e l’onore dei cittadini della nazione celeste che sarà stabilita in futuro. (50-255, 7.11.1971)

Sappiamo che siamo arrivati a un punto in cui non possiamo, in senso autentico, costruire un mondo di pace o un mondo unito solo attraverso i nostri sforzi umani, usando il nostro potere, la nostra saggezza, la nostra cultura o qualsiasi altra cosa. Da questo punto di vista, qual è il punto centrale per risolvere tutti i problemi del mondo? Dare una spiegazione chiara dell’esistenza di Dio è più importante di qualunque altra cosa. Quando tutti gli esseri umani arriveranno a capire che Dio esiste davvero, conosceranno chiaramente la direzione della Sua volontà. Quando lo capiranno, si realizzerà sicuramente un mondo ideale, di pace e di unità. (56-131, 14.5.1972)

La Benedizione in matrimonio e la vita eterna iniziano dai Veri Genitori. Devono essere i Veri Genitori. I Veri Genitori devono risolvere questo problema gigantesco e portare l’unificazione tra il mondo spirituale e il mondo fisico, nonché l’unità nel mondo terreno. Il mondo intero che si era messo contro di me, cambierà direzione e mi seguirà. Senza andare davanti a Dio e ricevere la Sua approvazione, sarà impossibile portare l’unificazione del mondo spirituale e del mondo fisico. Non importa quanto questo mondo si oppone a me, non può bloccare la strada verso cui sono diretto. Verrà il tempo in cui il mondo angelico e il mondo spirituale si mobiliteranno insieme ai nostri antenati. Usando le tattiche di Satana, daranno degli incubi a quelli che si rifiutano di seguirmi. Gli schiacceranno la testa e gli strizzeranno il collo. (290-172, 18.2.1998)

Ho già stabilito la sfera della liberazione per il mondo spirituale. Ora sto iniziando un movimento per mettere alla pari la terra e il mondo spirituale. Sta arrivando la primavera. La primavera sta arrivando nel mondo spirituale e sulla terra. Ora è primavera nel mondo spirituale, ma l’inverno sta giungendo a termine sulla terra. Qui sulla terra, l’estate è passata da tanto tempo, l’inverno se ne sta andando e sta arrivando la stagione della primavera, che nutrirà l’ideale della felicità eterna del cielo, assorbirà ogni cosa e donerà nuova vitalità alla vita. Così, l’era della pace sta arrivando sulla terra. Ora che cosa ha adottato il fondatore della Chiesa dell’Unificazione? La parola “pace” è inclusa dappertutto, a partire della Federazione delle Famiglie per l’Unità e la Pace nel Mondo. (301-288, 5.5.1999)

Va bene se il mondo spirituale e il mondo fisico salgono su, scendono giù, vanno a sinistra oppure a destra l’uno rispetto all’altro. Non importa quanto si scambino le posizioni di davanti e dietro, o di sinistra e destra, poiché i due mondi hanno un ugual valore, l’era del regno dell’amore – l’amore cosmico che realizza la perfezione del mondo fisico e del mondo spirituale – ora sta cominciando. Chiamiamo questo il Regno dei Cieli sulla terra e nel mondo spirituale. È la sfera di liberazione per tutto. Capite cosa sto dicendo? (301-236, 2.5.1999)

È arrivato il tempo per le persone che sono vissute nel passato e che ora sono nel mondo spirituale, per quelle che vivono attualmente sulla terra e per le generazioni future, di cooperare alla liberazione della nostra patria. Tante persone avranno l’esperienza di vedere i loro antenati che scendono a minacciarli affinché seguano la Chiesa dell’Unificazione. Questo non avviene solo grazie alla mia forza. Dio, il mondo angelico e i nostri antenati, si sono tutti uniti per mettere questo mondo con le spalle al muro. Lì nessuno sarà in grado di affrontare i problemi della famiglia. Quando questa nazione riconoscerà il fatto straordinario che solo io ho ed esercito la piena autorità, come un faro di speranza, come la base per questa nazione e per la patria, diventerà una nazione invincibile in tutto l’universo. (290-172, 18.2.1998)

Finora il mondo spirituale, in posizione di fratello maggiore, ha disturbato il mondo fisico. Ora siamo entrati in un ambiente dove il fratello maggiore può aiutare il mondo terreno. Grazie a questo, il dominio di Abele sulla terra non sarà più maltrattato come è successo finora. Il mondo spirituale non può ingannare la terra e portarla nella sua direzione. Non può farla deviare dalla sua direzione. In rapporto alle quattro direzioni nord, sud, est e ovest, l’est non poteva essere invaso; nonostante ciò, il mondo spirituale poteva andare avanti e indietro ad ovest, a sud e a nord, influenzando le cose sulla terra. A causa di questo, molti sacrifici spirituali hanno continuato ad essere offerti sulla terra. Ora, però, questo sarà risolto. La terra e il mondo spirituale si avvicineranno ad uno stato di unità. (208-85, 17.11.1990)

Non esiste un altro modo al di fuori dei miei insegnamenti per risolvere i diversi problemi fondamentali dell’io che sono emersi nel corso della storia. Non ci sarà mai un altro modo. Potete andare nel mondo spirituale e vedere se dico una bugia. Io insegno queste cose non perché le conosco, ma perché le ho realizzate e le ho conquistate. La vostra coscienza lo sa.

Perciò, il fatto che ho dichiarato i Veri Genitori e l’era del Completo Testamento significa che ho realizzato queste cose. Ho affrontato Satana e l’ho indotto a sottomettersi. Satana non può apparire nel mondo verso il quale sono diretto e che m’immagino. Ciò significa mettere allo stesso livello, su uno stesso piano, l’individuo, la famiglia, la tribù, il popolo, la nazione e perfino l’universo e il cielo nel mondo spirituale. Quando pareggio tutte le cose mettendole sullo stesso piano e le collego, diventa il Regno dei Cieli sulla terra. Le persone e i loro clan che vivono nel Regno dei Cieli sulla terra saranno trasferiti tali e quali nel Regno dei Cieli nel mondo spirituale. Il Regno dei Cieli è la nostra casa natale. (256-24, 12.3.1994)

Il Dott. Sang-hun Lee è stato chiamato nel mondo spirituale perché era arrivato il suo tempo. È andato nel mondo spirituale secondo la volontà provvidenziale, per poter riferire sulla terra tutte le realtà di quel mondo.

Per conoscere tutto il mondo spirituale, bisogna saper ricevere le istruzioni di Dio e innestarsi a Lui. Tutto questo doveva essere organizzato in modo sistematico, ma finora il mondo spirituale non ha potuto raggiungere quello standard. Di conseguenza sono apparse innumerevoli religioni per introdurre la realtà del mondo spirituale. Tuttavia, esse rappresentavano solo una parte del quadro e così le persone ricevevano insegnamenti solo in base ai contenuti di queste religioni. Non potevano afferrare tutta la realtà e la natura di quel mondo. Ora, poiché siamo entrati nell’era del Completo Testamento, con il permesso di Dio, tutti gli aspetti del mondo spirituale possono essere spiegati alle persone sulla terra. Perciò dovete capire la realtà del mondo spirituale. (295-120, 19.8.1998)

Il mondo spirituale è diventato perfetto? È ancora lontano dall’essere perfetto. In quel mondo il sistema gerarchico originariamente era un sistema in cui tutto il mondo spirituale avrebbe ruotato attorno a Dio, ai Veri Genitori e ai Veri Figli, ma questo non si è realizzato. E tanto meno questo è successo sulla terra. Quando questa gerarchia sarà stabilita sulla terra, il mondo spirituale seguirà automaticamente.

In altre parole, il mondo spirituale deve essere un sistema gerarchico basato sui Veri Genitori e il sistema di pensiero dell’Adamo non caduto centrato su Dio. Ma questo non è ancora successo. Finora il centro della gerarchia spirituale era occupato e diviso dal gruppo buddista fondato sul buddismo, dal gruppo confuciano basato sul confucianesimo, dal gruppo mussulmano e da altri. Ecco perché il mondo spirituale, e perfino questi gruppi religiosi, hanno tutti sperato che si stabilisse l’ideologia dei Veri Genitori e di Adamo, che non ha nessun rapporto con la caduta.

Il mondo spirituale deve prendere una direzione unificata. Così, ora che il lavoro dei Veri Genitori sulla terra ha raggiunto il livello mondiale, le barriere tra tutte le religioni sono scomparse. I risultati del movimento per l’integrazione si manifesteranno automaticamente sulla terra in accordo ai cambiamenti del mondo spirituale. Quando la Chiesa dell’Unificazione raggiungerà il livello mondiale, tutti gli spiriti del mondo spirituale non saranno più lì. Questo perché devono realizzare il loro scopo sulla terra e poi ritornare nel mondo spirituale. Perciò scenderanno tutti giù a lavorare.

La speranza dei miliardi di spiriti nel mondo spirituale è che i membri della Chiesa dell’Unificazione diventino l’avanguardia che grida «Avanti! Avanti! Avanti!» Così, se creeremo un mondo unito e l’offriremo al mondo spirituale, entrambi i mondi finiranno sotto il dominio di Dio. Questi due mondi unificati dureranno per l’eternità nel nome dei Veri Genitori. (161-222, 15.2.1987)

Da ora in poi, entreremo in un’era dove le nazioni e i popoli possono unirsi insieme in gruppi. Le nazioni, le tribù e le famiglie sulla terra si riuniranno insieme per creare un mondo unito. In questo modo il mondo si trasformerà rapidamente. Satana andrà da quelli che si oppongono a questo e li tratterà duramente.

Fino ad oggi, Satana ha cercato di portare le persone all’inferno, ma ora le sta portando in cielo. Sta cooperando a questo scopo e cerca di portare in cielo perfino i nostri antenati. Di conseguenza non c’è nessuno che ostruisce la strada verso il cielo. Poiché è diventato un dominio liberato, ora stiamo rapidamente raggiungendo l’era della globalizzazione. (298-221, 8.1.1999)

Credete che abbia la capacità di purificare il mondo spirituale e il mondo fisico e realizzare l’ideale del Regno dei Cieli sulla terra e nel mondo spirituale? Pensate che non riesca a farlo? Lo credete possibile o impossibile? È giunta l’era in cui posso esercitare i poteri che sono trascendenti e immanenti, con una totale autorità e capacità. Tutte le organizzazioni a livello nazionale e mondiale diventeranno semplicemente ordinarie.

Il mondo satanico che possedeva tutti i poteri trascendenti e immanenti è diventato completamente impotente davanti all’autorità di Dio. Il Vero Genitore è colui che rende questo possibile. Tutto comincia dal Vero Genitore. (293-325, 7.6.1998)

Quando tutti nel mondo spirituale saranno mobilitati, succederanno molte cose buone sulla terra. Ci saranno tante occasioni di abbracciarsi l’un l’altro. Ci saranno delle persone che gioiranno e quelle che erano scappate via maledicendo la Chiesa dell’Unificazione batteranno la terra con rimpianto dicendo: «Non è possibile». (302-71, 18.5.1999)

Sezione 3. I Veri Genitori e le opere del vero amore

3.1. I Veri Genitori e la benedizione dei santi e dei criminali

Non ho perdonato i santi e perfino gli assassini? Allora, posso o non posso perdonare i peccati dei miei figli? Stalin e Hitler hanno ucciso milioni di persone. Ho perdonato e benedetto persino questi demoni fra tutti i demoni. Se non l’avessi fatto, non avrei potuto aprire le porte dell’inferno. È stato un bene che l’abbia fatto? I buddisti che vivono sulla terra esclamano: «Santo cielo! Ha preso il nostro Buddha e l’ha sposato! Come ha potuto farlo?» Mentre altri dicono: «Mio Dio! Ha sposato Gesù!» Quando andrete nel mondo spirituale vedrete che questi leader sono tutti in paradiso. Sono nella sfera intermedia del mondo spirituale.

Ho chiesto a questi leader religiosi nel mondo spirituale: «Che cosa volete?» ed essi mi hanno implorato: «Quello che desideri tu. Il nostro desiderio è semplice. Vorremmo che ci benedicessi». Allora ho chiesto: «Cosa succederà se vi benedico?» ed essi hanno risposto: «Le porte dell’inferno si apriranno. Poiché attualmente non c’è nessun modo per raggiungere il cielo, noi avremo la forza e la fiducia di fare del nostro meglio dieci volte di più per trasformare questo mondo, portarlo ad unirsi e guidare perfino i santi».

Se potete avere una determinazione così fiduciosa e cambiare completamente la vostra direzione, quando gli scellerati che si sono opposti a Dio andranno nel mondo spirituale, potranno anche loro essere trasformati in servi leali esemplari che Dio può usare – proprio come quando Dio elevò Paolo, che aveva perseguitato aspramente i cristiani, facendolo diventare uno dei Suoi servi più leali. (299-26, 2.1.1999)

Io ho liberato i santi e gli assassini secondo i principi. I vostri mariti, che si erano opposti alla Chiesa dell’Unificazione e perfino quelli che sono andati all’inferno, possono essere liberati e benedetti da me, se desiderate portarli dai Veri Genitori. Poiché c’è stato questo principio di unire insieme i santi e gli assassini, ora stanno succedendo queste cose. Attraverso questo, si deve creare una sfera unita della Benedizione per il mondo spirituale e il mondo fisico, e tutti devono addirittura passare attraverso la cerimonia dei tre giorni. Perciò, tra quelli che sono nel mondo spirituale, ora sto liberando e perfino benedicendo le persone che non hanno vissuto a lungo sulla terra o che sono morte senza sposarsi, e tutti quelli che hanno più di sedici anni.

Aprendo le porte dell’inferno e dando la Benedizione a tutti quelli che sono andati nel mondo spirituale, l’autorità di Dio sul Suo lignaggio è stata riconosciuta. Grazie a questo, Satana deve ritirarsi completamente. Questa è una rivoluzione. Tra tutte le rivoluzioni non ce n’è mai stata una come questa. Ho creato l’ambiente in cui tutti quelli che sono morti a causa della caduta possono entrare in cielo. Creando tutte le fondazioni che permettono a quelli che sono morti senza sposarsi, sin dal tempo della caduta di Adamo ed Eva, di entrare in cielo e vivere lì, e creando l’ambiente che permette a tutti i nostri antenati di entrare in una sfera del mondo spirituale nel dominio della Benedizione, ho costruito un’autostrada che porta in cielo. Ho restaurato tutte queste fondazioni attraverso l’indennizzo. (300-305, 11.4.1999)

Se non avessi conosciuto il mondo spirituale, non avrei potuto seguire questa strada. Il Padre nel mondo spirituale è mio padre. Ecco perché conosco i segreti del mondo spirituale più di chiunque altro. Durante la guerra di Corea, quando mi veniva fame, mentre cercavo un rifugio mobilitavo gli antenati nel mondo spirituale. Loro facevano in modo che le persone preparassero un pasto quelli che passavano di là, ed è così che tante volte ho potuto mangiare. Ci sono molte storie come queste che potrebbero sembrare delle frottole, e per questo non ne parlo. Perché una persona intelligente come me, che ha studiato scienze, dovrebbe raccontare delle storie così incredibili? Credereste a queste storie che sfidano la logica se vengono da me, non è vero? (299-46, 1.2.1999)

L’umanità caduta non vive nel Regno dei Cieli che Dio ha creato. Il cielo è un luogo dove possono vivere solo le famiglie benedette perfette. È un ambiente celeste, dove Adamo ed Eva avrebbero dovuto vivere dopo aver raggiunto la perfezione. Perciò, con tutta la Sua autorità, Dio può disporre liberamente di questo mondo come desidera, dalla cosa più piccola a quella più grande. Ricevendo la Benedizione, realizziamo l’espansione cosmica della vera Benedizione e sradichiamo il lignaggio di Satana. Distruggiamo quel lignaggio caduto. Ecco perché nel 2000, quando avrò raggiunto l’età di ottanta anni, tutti i clan sulla terra potranno entrare in cielo attraverso la Benedizione.

Come al tempo dell’esodo, sulla terra comincerà una mobilitazione. Proprio come Mosè lasciò l’Egitto quando aveva ottanta anni, da quel momento in poi partirò come il Vero Genitore e il Re delle famiglie sulla terra. (300-305, 11.4.1999)

Non ho ancora annunciato la creazione di un’autostrada globale. Ho rivelato chiaramente dove dobbiamo andare e ho aperto tutte le strade. Sono sceso persino nelle sfere più basse del mondo spirituale e ho aperto le porte dell’inferno. Ho dato la Benedizione addirittura agli assassini.

Per citare il racconto del Dott. Sang-hun Lee riguardo la sua visita all’inferno, mentre piangeva e pregava da solo, un messaggero di Dio andò da lui e gli disse di ritornare in cielo. Siccome si lamentava e gemeva, Dio gli chiese: «Sei triste?» Allora Dio gli disse che tutti dovevano essere salvati; al che la sua domanda fu: «Cosa farai per questo?» e Dio continuò: «I tuoi figli devono prosperare».

Allo stesso modo, poiché tutti gli esseri umani sono figli di Dio devono vivere nella prosperità. Per aprire la strada in modo che tutti possano vivere così, Dio disse al Dott. Lee che doveva assumersi la responsabilità, perché Lui stesso non poteva farlo. Tutto questo è scritto nel libro “La vita nel mondo spirituale e sulla terra”. Perché Dio gli chiese di assumersi la responsabilità? Siccome delle persone erano andate nel mondo spirituale dopo essersi opposte alla Chiesa dell’Unificazione, Dio voleva che il Dott. Lee me lo riferisse, in modo che io potessi liberarle. Ho versato tante lacrime per questo.

Il Dott. Lee domandò meravigliato: «Dio, come mai devi chiedere questo a una persona come me? Come si è arrivati a questo punto?» Per questa ragione, dal 13 al 15 maggio dell’anno scorso, ho messo in subbuglio tutto il mondo spirituale dichiarando che mi sarei assunto la responsabilità. Ci vuole del coraggio a dire: «Mi assumerò la responsabilità e lo farò». Dicendo questo, ho dato la Benedizione a quelle persone. (301-156, 25.4.1999)

Poiché il primo Adamo, il secondo Adamo e perfino il terzo Genitore hanno fallito, indennizzando e liberando tutto questo attraverso il corso nel deserto, l’era della Benedizione del dominio del quarto Adamo può diventare l’era in cui apparirà il Regno dei Cieli sulla terra. Tutto questo deve conformarsi ad una logica. Non può essere fatto a casaccio. Che sia il mondo spirituale o il mondo terreno, quando valutiamo alla luce dello standard che ho chiarito attraverso il Principio, la mano destra e la mano sinistra devono essere perfettamente allineate. Solo allora, quando battete le mani si produce un suono, non è vero? È l’amore ciò che le unisce insieme.

Il mondo fisico e il mondo spirituale, che erano divisi in Caino e Abele, possono finalmente unirsi attraverso il legame di fratellanza, l’amore dei Veri Genitori e il loro collegamento al vero lignaggio. Perciò, quando le persone moriranno, moriranno insieme con la stessa benedizione; e quando vivranno, vivranno insieme con la stessa benedizione. Qui non è più il caso di dire che quelli che cercano di morire vivranno e quelli che cercano di vivere moriranno.

Quando i Veri Genitori sono qui, quelli che cercano di vivere vivranno. Quelli che cercano di vivere con i Veri Genitori vivranno. Senza i Veri Genitori dovevano tutti fare il contrario. Paradossalmente, senza cercare la morte, non potevate trovare la strada dei Veri Genitori o il luogo per servirli. Il mondo spirituale deve essere liberato e la terra deve essere liberata. Dal tempo di Adamo ed Eva non c’è mai stato nessuno che ha potuto togliere il grosso chiodo piantato nel cuore di Dio. Nel corso della storia gli antenati buoni hanno tutti dovuto versare il loro sangue. La loro angoscia non è stata liberata. (301-166, 25.4.1999)

Quando avrò superato gli ottanta anni, inizierà un’era in cui il cielo e la terra si uniranno insieme. All’età di ottanta anni, avrò completamente liberato ogni cosa sulla terra e nel mondo spirituale entro la mia generazione. Il mondo spirituale e la terra insieme, il marito e la moglie insieme e la famiglia insieme entreranno nel Regno dei Cieli. Marito e moglie devono entrare in cielo insieme, non possono entrare da soli. Io ho aperto le porte sia dell’inferno che del cielo. Tutti, quando verrà il loro turno, saliranno.

I vostri antenati formeranno una fila per farvi da scorta e guidarvi. In passato, i demoni scavavano una fossa secondo i loro desideri e vi impedivano di uscire per migliaia e decine di migliaia di anni. Si servivano dei vostri antenati come dei fattorini. Ora io ho completamente abolito tutte queste cose. Sembra irreale, ma sarà così. Aspettate e vedrete. Perché? Io conosco ogni cosa sulla realtà futura del mondo spirituale. Se non lo farò sarò accusato dalle generazioni future. (300-74, 21.2.1999)

3.2. L’equalizzazione del mondo spirituale e del mondo fisico attraverso l’espansione cosmica della vera Benedizione

Cosa viene dopo l’espansione cosmica della vera Benedizione? L’estirpazione del lignaggio di Satana. Significa recidere la radice. Poiché l’umanità è andata all’inferno contraendo un matrimonio falso, i Veri Genitori devono sposare le persone e correggere questa situazione. Per restaurare, tramite indennizzo, l’atto dell’arcangelo nel mondo spirituale che ha amato Eva sulla terra provocando la caduta, la famiglia in posizione di arcangelo nel mondo spirituale viene sulla terra per sostenere la famiglia in posizione di Adamo ed Eva. Così, queste famiglie andranno là dove sono le vostre famiglie iniziando un movimento per espellere Satana. Questo è il punto di vista del Principio. Solo allora le cose potranno essere messe nel giusto ordine.

Ora il compito che ci rimane è aprire le porte dell’amore, permettendo agli sposi di amarsi tra il mondo spirituale e il mondo fisico. Anche se vostro marito è morto, potete vivere con lui sulla terra. Alcune coppie stanno già vivendo in questo modo. Per questo motivo ho perdonato i mariti che erano stati ostili alla Chiesa dell’Unificazione e ho donato loro la Benedizione.

Qualche giorno fa, poco prima di celebrare la Benedizione di 400 milioni di coppie e di partire per l’America, ho fatto fare la cerimonia dei tre giorni alle persone che avevano ricevuto la Benedizione spirituale. Dopo quella cerimonia, ho dato a tutta forza l’ordine di partenza alle famiglie nel mondo spirituale. Allora cosa resta da fare? Ci sono miliardi di persone che aspettano di essere benedette; specialmente quelle anime che sono morte senza essersi mai sposate, che sono nate sulla terra e sono cresciute nel mondo spirituale. Poiché ho aperto la strada, ho benedetto un miliardo e seicento milioni di coppie, ossia quattro volte i 400 milioni di coppie che ho benedetto qualche giorno fa. (301-171, 25.4.1999)

Mentre percorrevo la via della volontà di Dio non ho mai pensato di vantarmi. Ho fatto molte cose a livello mondiale, ma ne restano ancora tante da fare.

Ecco come sono. Rimane ancora il lavoro del mondo spirituale. Se una cosa è stata fatta sulla terra, deve essere rimessa a posto sulla terra.

Io ho aperto la strada della benedizione per quelli che sono vissuti da soli e sono morti senza sposarsi, uomini e donne che sono stati amati dai loro genitori ma non hanno potuto sposarsi, e per i bambini che sono morti appena nati. Questi bambini crescono nel mondo spirituale. Non restano così come sono. Il cuore delle madri, che piangono tristemente per i loro figli, permette ai bambini di crescere. Non è sbagliato che i genitori si rattristino per la morte dei loro figli. Il vostro partner defunto sta veramente crescendo nel mondo spirituale. Se la moglie serba caro nel cuore il ricordo del suo defunto marito ed è addolorata per lui, egli ne trarrà beneficio. (301-187, 26.4.1999)

Tra le persone nate sulla terra non ce n’è mai stata una che è nata da dei veri genitori. Quelli che sono nati senza ricevere il lignaggio dei Veri Genitori – il Vero Padre e la Vera Madre – non possono assolutamente entrare in cielo.

Alla luce dell’ideale di creazione di Dio, il cielo è il luogo dove sono guidate le persone dopo che hanno ricevuto il lignaggio dei Veri Genitori; li servono come il Signore del Regno dei Cieli sulla terra e nel mondo spirituale; vivono con i Veri Genitori nella sfera dei loro parenti e famigliari sulla base del vero amore e, attraverso il matrimonio, lasciano dei discendenti benedetti. Di conseguenza quelli che non hanno delle profonde esperienze d’amore nella sfera della famiglia reale celeste non possono entrare in cielo. (250-49, 11.10.1993)

Io ho realizzato la mia responsabilità. Cos’altro devo fare? Ho benedetto le persone allo stesso modo nel mondo spirituale attraverso il regno unito di quel mondo e ho perfino salvato i miei nemici. Non esiste assolutamente nessuna base sulla quale Satana mi può accusare. Ora non c’è più indennizzo. (272-121, 30.8.1995)

Devo portare il mondo spirituale allo stesso livello. Che tipo di persone sono vissute sulla terra e poi sono andate nel mondo spirituale? Sono quelle che sono vissute con delle relazioni d’amore egocentriche; sono uomini e donne che hanno avuto delle avventure amorose e sono vissuti come volevano. Ci sono molte donne infedeli che hanno commesso adulterio, non è vero? Andranno a finire nel profondo dell’inferno. Al giorno d’oggi molte coppie si sposano stipulando un contratto. Lo sapevate? Non vogliono avere dei figli. Non vogliono avere una famiglia.

Nell’era degli arcangeli è così. Le persone che non hanno figli possono conoscere l’amore di genitore? Sanno amare i bambini? Non potranno mai imparare ad amare stipulando dei contratti. Sono un gruppo di vagabondi e nel mondo spirituale andranno alla deriva. Non hanno una base che permette loro di stabilirsi. Come sarebbero grate queste persone se potessero sposarsi attraverso di me! (301-63, 16.4.1999)

Che cos’è il mondo spirituale? Il mondo spirituale è il mondo dell’arcangelo e la terra è il mondo di Adamo. Il mondo del figlio e il mondo del servo sono diversi. Allora, dovrebbe lavorare di più il mondo spirituale o la terra? Prima avevamo 40.000 famiglie benedette. Ce n’erano circa 40.000, forse 5.000 in più. Ora ci sono più di 400 milioni di coppie. Perciò, una famiglia deve trovare e portare due persone singole, un uomo e una donna, come candidati alla Benedizione. Questo deve essere fatto anche nel mondo spirituale.

Tutti gli spiriti nel mondo spirituale sono discendenti di Adamo. A causa della caduta, tuttavia, il lignaggio dell’arcangelo si è trasmesso nel mondo spirituale. Era una cosa che non doveva assolutamente succedere. Il mondo spirituale non deve essere lasciato così com’è, permettendo che la natura di tipo Caino si sparga dovunque. Devono ricevere la Benedizione. Ricevendo la Benedizione, questi due mondi devono essere portati allo stesso livello.

Ecco perché ho riunito tutti gli spiriti che sono morti senza sposarsi e li ho benedetti. Gli spiriti dei bambini che sono morti appena nati stanno crescendo. Sto dando la benedizione a tutti quelli che avevano più di sedici anni e sono andati nel mondo spirituale senza sposarsi. Ce ne saranno dei miliardi. Ecco perché ora sto facendo la Benedizione per loro. (301-209, 1.5.1999)

Quando la marea si ritira, le cose cattive sono portate via. Quando ritorna, le cose che erano andate vie per ultime tornano per prime. È come la restaurazione tramite indennizzo. Quando il ciclo naturale fa coincidere l’alta marea e la luna piena, noi siamo intrappolati in mezzo a quello che deve essere riconciliato e unificato dalla forza del vero amore. Quando questo fenomeno si diffonde in modo eguale nel corso di una generazione, Satana può essere completamente espulso benedicendo insieme persone di natura opposta.

I genitori falsi saranno scacciati e le persone si uniranno ai Veri Genitori. Poiché questo sta succedendo adesso, l’inferno è abolito e gli antenati nel mondo spirituale ricevono la Benedizione. Perfino adesso, miliardi di spiriti sono benedetti. I nostri antenati sono quelli che guidano il mondo spirituale verso il cielo. Le famiglie dei discendenti sulla terra uniscono spiritualmente le posizioni del padre e del figlio sulla base del vero amore. La base familiare centrata sul vero amore è il punto di partenza per collegare l’oriente e l’occidente. (300-224, 14.3.1999)

La Benedizione significa ereditare la base che collega il lignaggio della vera vita di Dio. Le persone che hanno ereditato il lignaggio di Dio attraverso la Benedizione esistono sia nel mondo spirituale che nel mondo fisico. Di conseguenza, Dio le può dominare liberamente. Ecco perché Dio può spingersi liberamente avanti con le opere della ricreazione e della restaurazione con tutta la Sua autorità, senza nessuna condizione di indennizzo. Perciò, il punto è se siete veramente decisi a mantenere la vostra posizione in relazione a questo. Quando vi unite risolutamente al principio della fede assoluta, dell’amore assoluto e dell’obbedienza assoluta, si può aprire rapidamente una strada dritta che pareggia tutte le cose del mondo. (300-303, 11.4.1999)

Il figlio è quello che rende il padre il proprietario dell’amore; la moglie è quella che rende il marito il proprietario dell’amore, e il fratello minore è quello che rende il fratello maggiore il proprietario dell’amore. D’altra parte, senza un genitore, un marito e un fratello maggiore, il figlio, la moglie e il fratello minore non possono diventare proprietari dell’amore.

Per possedere il vero amore, dovete mettere i membri della vostra famiglia più in alto di voi e vivere per loro. Perciò, l’unità della mente e del corpo nell’individuo, l’unità della coppia nella famiglia, l’unità fra fratelli e l’unità della nazione, si formano per completare la sfera dell’amore che è il modello ideale degli otto stadi nei rapporti. In altre parole, stabilendo la tradizione del vero amore immutabile attraverso il periodo nel grembo materno, il periodo dell’infanzia, dei fratelli, della gioventù, dei coniugi, dei genitori, dei nonni e dei veri re e regina, il modello del vero amore – cioè il rapporto tra vero genitore e vero figlio – sarà realizzato.

Così la famiglia e la nazione ideale sono là dove i genitori e i figli, il marito e la moglie e le nazioni fraterne, desiderano ardentemente diventare i proprietari come i modelli degli otto stadi centrati sul vero amore. L’equiparazione globale eterna comincia da qui. Ha inizio il Regno dei Cieli sulla terra e poi il Regno dei Cieli nel mondo spirituale si stabilisce automaticamente. (300-303, 11.4.1999)

3.3. Il vero amore libera l’inferno sulla terra e nel mondo spirituale

Il mondo spirituale e il mondo fisico, e perfino l’inferno, devono essere portati allo stesso livello. Bisogna aprire la strada che arriva fino alle basi del regno di pace, per poter abbattere le porte dell’inferno e aprire le porte del cielo. Poi Dio potrà andare liberamente dappertutto nel mondo fisico e nel mondo spirituale… La porta del dolore che è l’inferno, a Dio non serve a nulla. Deve essere completamente distrutta. Nessuno lo sa.

Allora, cos’è che ho fatto? Ho abbattuto le porte dell’individuo e tutte le cose che bloccavano il mondo fisico e il mondo spirituale… Devo creare un’autostrada. Devo portare l’equalizzazione. Questo non vale solo per la terra. Tutto il mondo spirituale deve essere portato allo stesso livello. La famiglia, la tribù, il popolo, la nazione, il mondo e il cosmo devono essere portati allo stesso livello. Com’è possibile? È possibile attraverso un uomo e una donna che formano una famiglia. (302-226, 14.6.1999)

Ora che è possibile dare la Benedizione spirituale, posso dare la Benedizione come voglio. Devo dare la Benedizione a tutti senza eccezione. Devo fare in modo che, prima che me ne vada, non sia rimasto nessuno nel mondo spirituale che non è stato benedetto. Prima questo era impossibile, ma ora si può fare.

Le persone che hanno ricevuto la Benedizione devono riempire la terra e il mondo spirituale prima che io vada là, altrimenti, tutte le linee di sangue cadute seminate da Adamo fino ad oggi non saranno sradicate. Qual è il motto di quest’anno? «L’espansione cosmica della vera Benedizione e l’estirpazione del lignaggio di Satana». Tutti quelli che sono nel mondo spirituale devono ricevere la Benedizione. Bisogna completare questo prima che io muoia. Devo purificare il mondo spirituale prima di andare là. Avete mai pensato di sradicare il lignaggio di Satana? Io ho già messo ordine nel mondo spirituale.

Forse non lo sapete, ma io sto facendo tutto questo lavoro. Ho raggiunto il livello che permette perfino al mondo spirituale e a tutti gli antenati di essere benedetti dopo essere stati liberati. Liberando quelli che sono morti da bambini, o che sono andati nel mondo spirituale senza sposarsi, ora queste persone hanno la possibilità di entrare nella sfera della Benedizione. Realizzando questo, la radice di Satana sarà sterminata. Ecco perché venti giorni fa, prima di tornare in America, ho dato l’ordine che persino le persone nel mondo spirituale facciano la cerimonia dei tre giorni, proprio come la facciamo noi sulla terra. È complicato. È la stessa cosa che sulla terra. Poiché qui i giovani sono benedetti, alla stessa maniera io do la Benedizione nel mondo spirituale a uomini e donne non sposati. (301-212, 1.5.1999)

Poiché ho benedetto tutti, compresi i bambini, tutto il mondo spirituale verrà… Cos’è la Benedizione secondo il Principio? È la parte di responsabilità di ogni persona. La nostra responsabilità è ricevere la Benedizione. Se gli esseri umani avessero realizzato la loro parte di responsabilità, sarebbero stati nella posizione di figli perfetti di Dio e avrebbero esercitato il dominio sul mondo angelico. Per questa ragione, il fatto stesso di ricevere la Benedizione cambierà l’identità della vostra registrazione familiare. Ad esempio, quando un coreano ottiene la cittadinanza degli Stati Uniti, sottostà alle leggi dell’America. Questo tipo di mondo non è ancora comparso. Per chiarire questo, sto creando un equilibrio fra il mondo spirituale e il mondo fisico e riportando alla sua giusta posizione il figlio maggiore del primogenito, come individuo e nella tribù. Il diritto del primogenito del figlio maggiore a livello dell’individuo, della tribù, del popolo, della nazione, del mondo e del cosmo – il mondo spirituale deve seguire questa strada. Ora io sto mettendo queste cose nella loro giusta posizione. (301-189, 26.4.1999)

Sulla strada dell’amore le persone non si possono separare. Sono in equilibrio. Poiché l’amore è sempre uguale, non scompare solo perché vostro figlio è morto. È andato nel mondo spirituale e cresce con la stessa qualità di rapporti. Perfino quando i bambini muoiono appena nati, continuano a crescere nel mondo spirituale. La gente non lo sapeva, ma ora la Chiesa dell’Unificazione deve essere consapevole di questo. In futuro se un avete un figlio che va nel mondo spirituale senza aver commesso la caduta, tornerà a vivere con voi in spirito.

Poiché ho autorizzato la cerimonia dei tre giorni per quelli che sono benedetti con persone nel mondo spirituale, d’ora in poi i credenti della Chiesa dell’Unificazione che muoiono possono tornare sulla terra a vivere col loro marito o la loro moglie. Finora le persone in spirito non avevano il permesso di venire sulla terra nel legame della Benedizione. Avevo detto che la Benedizione di Conforto non deve essere data oltre i 49 anni, ma finora non abbiamo tenuto fede a questo. Ho dato la Benedizione di conforto, ma d’ora in poi è per quelli che hanno meno di 50 anni. Ora vi dico di non dare la Benedizione di conforto a quelli che hanno più di 49 anni. Perché lo dico? Perché ho permesso a quelli che sono benedetti con persone nel mondo spirituale di fare la cerimonia dei tre giorni. (301-189, 26.4.1999)

Il Signore del Secondo Avvento realizza in modo sostanziale, anziché condizionale, la restaurazione tramite indennizzo. È perché sono passato attraverso queste battaglie… Proprio come ho lottato nel mondo spirituale per portare la vittoria sulla terra, devo restaurare tramite indennizzo la sfera sostanziale sulla base di quella vittoria spirituale. Questo è il motivo per cui la sfera culturale cristiana mi avrebbe dovuto accettare e oramai essere unita a me. Se il cristianesimo mi avesse accettato non avrei subito tutte quelle persecuzioni. Avrei immediatamente trovato ed elevato un certo numero di persone che erano state preparate da Dio. La sposa è una sola. Non ci sono soluzioni terrene temporanee ai complicati problemi spirituali. Se non passiamo attraverso la via sostanziale della restaurazione, dovremo ripeterla su scala mondiale, per superare il livello nazionale.

La Benedizione consiste in una Benedizione a livello di chiesa, una Benedizione a livello nazionale e una Benedizione a livello mondiale. Devo realizzare questo perché se andassi nel mondo spirituale senza averlo fatto sarei accusato. Se le cose stanno così, possono essere necessari migliaia di anni per risolvere questa situazione. Senza aver realizzato questo non potrete fare delle attività una volta che sarete entrati nel mondo spirituale. Sarete tutti trattenuti in una sala d’aspetto. Perciò, dovete capire com’è importante la vita sulla terra.

La posizione del nonno deve diventare la posizione del nipote, la posizione del padre deve diventare la posizione del figlio e la posizione del figlio deve diventare la posizione del padre. Le posizioni saranno invertite. Perciò, con il ritorno del Signore quale asse, Adamo diventa il primo padre, Gesù diventa il secondo padre e il Signore del Secondo Avvento diventa il terzo padre. Ora il Signore del Secondo Avvento ha indennizzato i fallimenti del primo e del secondo padre, ed è salito allo stadio di perfezione… I figli e le figlie di queste tre categorie di figli vivono non solo in questo mondo ma anche nel mondo spirituale. (236-330, 9.11.1992)

Tutti voi vi rivolgete a me ora che sono sulla terra, ma cosa farete dopo che sarò andato nel mondo spirituale? D’ora in poi, dove andranno le generazioni future della Chiesa dell’Unificazione? Cercheranno di seguire esattamente il corso della mia storia. Le tribù di Israele dovevano seguire la via di Giacobbe, gli Israeliti dovevano seguire la via di Mosè e i cristiani hanno dovuto seguire la via di Gesù. Allo stesso modo, in questo tempo, gli Unificazionisti devono seguire la via di cui io sono stato il pioniere. Devono seguire questa strada. Se non lo faranno, non saranno liberi di attraversare i grandi oceani come gli uccelli migratori e collegare il Polo Nord e il Polo Sud. Dovete essere capaci di volare. (142-168, 9.3.1986)

Questa volta ho unito le coppie usando le fotografie di donne che non avevo mai visto di persona. Nel corso del “matching” mi sono reso conto che non c’erano abbastanza donne coreane. Così ho preso alcune foto da un album di migliaia di candidati uomini e li ho uniti con delle donne giapponesi, dicendo: «Ecco tuo marito!» Anche allora, le donne giapponesi non hanno detto: «Come puoi unirci in matrimonio senza neanche guardare?» Ora vivono con la persona di quella fotografia. Com’è meraviglioso! Ecco perché la Chiesa dell’Unificazione può rimettere a posto questo mondo. È una cosa straordinaria.

Non verranno sempre al mondo delle persone come me. Non c’è mai stata una persona come me in passato e non ci sarà in futuro. C’è solo una volta, e questo tempo è ora, che sto vivendo sulla terra e vivo in questo mondo fisico. Pensate al fatto che siete stati sposati attraverso una persona del genere. Potrete andare orgogliosi di questo nel mondo spirituale, e dire: «Io sono stato benedetto dal Padre». (165-90, 20.5.1987)

Finora, se la vostra adorata moglie andava nel mondo spirituale, rimanevate separati da lei. Quando andate lì, andate ad un livello che corrisponde al vostro standard spirituale. Una volta che arrivate in quel mondo, potete premere un bottone su qualcosa di simile a un video, e tutto quello che avete fatto nella vostra vita apparirà. È tutto registrato. Chiameranno il vostro numero e la persona che vi porta via sarà già lì pronta ad aspettarvi. Allora andrete nel vostro posto. Anche se in una famiglia ci sono dieci persone, saranno tutte separate perché i livelli della loro spiritualità sono tutti diversi. Non si possono incontrare. Ora, però, questa situazione è stata risolta.

Se qualcuno ha ricevuto la Benedizione, e questa persona sulla terra ama qualcuno che è nel mondo spirituale, possiamo benedirli. Ecco come ho benedetto Daemo nim e Dae-hyung nim. Ho benedetto perfino Choong mo nim. Ho benedetto le persone nel mondo spirituale. Quella via sarà aperta. Solo allora sarà possibile liberare l’inferno. Solo allora potremo stabilire un modello globale riorganizzando il cielo, il mondo originale del Giardino di Eden non contaminato dalla caduta, come la strada diretta per entrare in cielo, e si potrà stabilire lo standard a livello mondiale, andando al di là di tutti gli individui e le famiglie sulla terra.

Una volta completata la riorganizzazione del mondo spirituale come una strada per entrare direttamente in cielo, si formerà la sfera unificata del Regno dei Cieli in cielo e sulla terra e arriverà l’era in cui Dio potrà essere liberato. (283-146, 8.4.1997)

I Veri Genitori danno la Benedizione nel mondo fisico, trascendendo le barriere della razza e della religione. Collegandosi a questo, la sfera di liberazione per l’individuo, la famiglia, la tribù, il popolo e la nazione può essere stabilita sulla terra. Questa sfera di liberazione non è creata nel mondo spirituale. Poiché sulla terra esiste la base per collegarsi al mondo dell’amore celeste e dell’amore cosmico, il mondo spirituale e il mondo fisico si possono unire attorno ai Veri Genitori. Questo eliminerà tutti i debiti e porterà a compimento la Benedizione dell’individuo, della famiglia, della tribù, del popolo, della nazione, del mondo e persino la Benedizione del cosmo.

Creando una sfera unita ed armoniosa di famiglie benedette nel mondo spirituale e nel mondo fisico, si può stabilire la base per l’ideale del cielo fondato sull’Adamo puro. Questo fa sì che tutte le famiglie della storia abbiano lo stesso valore. Attraverso la manifestazione del Regno dei Cieli sulla terra e nel mondo spirituale, Dio può scendere a dimorare su questa base. Dio è il Genitore verticale. I Veri Genitori sono i Genitori orizzontali che possono equiparare la terra.

Perciò, nel Chil Pal Jeol, è stato proclamato il Regno del Sabato Cosmico dei Genitori del Cielo e della Terra, ed è iniziata una nuova era. Inoltre, dal giorno del 9.9. Jeol, entriamo in una nuova era. (303-257, 9.9.1999)

Ora, sulla base del 9.9. Jeol, dovete tutti fare un’offerta di indennizzo totale. L’offerta di indennizzo totale riguarda la cerimonia di liberazione del risentimento. Si deve fare una cerimonia di liberazione. Dovete liberare Dio dal Suo risentimento e renderlo libero. E non solo, dovete liberare il cosmo. L’offerta di indennizzo totale potrà liberare anche tutti voi. (298-59, 1.1.1999)

Ora che siamo entrati nell’era della liberazione, non avete idea di quanto l’universo canti le sue lodi, mentre si concentra su questa terra. Non sapete come è contento di questo giorno. Dall’inizio di quest’anno fino ad oggi, c’è stata un’atmosfera di festa.

Ora la fortuna celeste ci seguirà e ci aiuterà in tutto quello che cerchiamo di fare. Eravamo abituati a correre dietro alla fortuna celeste, ma ora la fortuna celeste ci seguirà e ci assisterà. Questo significa che è giunto il tempo per Dio e il mondo spirituale di mobilitare numerosi antenati e innumerevoli spiriti buoni per aiutare le persone sulla terra. Possiamo stabilire un regno di liberazione. È arrivata l’era della trasformazione. (298-228, 8.1.1999)

Ora le vostre famiglie devono diventare delle famiglie ideali, che servono direttamente i Veri Genitori e Dio e diventano rappresentanti dei Veri Genitori. Diventando delle famiglie che rappresentano il primo, il secondo e il terzo Adamo – quello dell’era dell’Antico e del Nuovo Testamento, e il Messia che è venuto dopo nell’era del Completo Testamento – siete venuti a servire Dio e così tutta l’umanità può andare direttamente in cielo. Attraverso questo, entriamo nell’era delle benedizioni per la liberazione del regno del quarto Adamo. (298-224, 8.1.1999)

Riversate il vino benedetto su tutte le nazioni. Non riceverebbero tutti una nuova vita dopo aver bevuto il vino benedetto? La liberazione del mondo caduto sarà accelerata. Datelo perfino a tutta la creazione. Allora ogni cosa ritornerà dal lato di Dio. Ora io farò piovere il vino benedetto su tutta la terra servendomi di un aeroplano. Anche se non raggiungerò tutti, lo spargerò sulle città principali e pregherò per loro. Dovete capire come sono tremende le preghiere dei Veri Genitori. Se io prego per la distruzione di una nazione, essa sarà distrutta. Sarà inevitabile. (298-232, 8.1.1999)

3.4. La registrazione in cielo delle famiglie benedette

3.4.1. I requisiti per la registrazione

Fino ad oggi, nessuno è stato registrato nel regno celeste. Il Regno di Dio non aveva una nazione. Non aveva una famiglia o una nazione. Quando una famiglia andava nel mondo spirituale si separava; se in una famiglia c’erano dieci membri, tutti e dieci si separavano. Da ora in poi, però, non sarà più così. Dovete sapere che in origine, se gli esseri umani non fossero caduti, il cielo sarebbe il luogo dove entrereste con vostra madre, vostro padre e il vostro clan.

Se i vostri nonni, i vostri genitori, la vostra coppia e i vostri figli si uniscono nel vero amore ed ereditano il vero amore di Dio che vive per gli altri, allora perfino Dio mostrerà assoluta obbedienza a loro. In un mondo che cerca di vivere per gli altri – un mondo che si muove in accordo all’amore obbedendo alla tradizione di vivere per gli altri – la base per la pace emergerà sicuramente, anche se incontrasse degli ostacoli. (210-354, 27.12.1990)

Quelli che si registrano facendo capo ai Veri Genitori in futuro diventeranno gli antenati del loro lignaggio. Diventeranno gli antenati nel mondo spirituale e la loro registrazione sarà organizzata essenzialmente attorno alle tribù e ai popoli principali e a tutte le persone della linea collaterale della famiglia. Perciò vi dovete registrare. La registrazione non avviene così semplicemente.

Dovete completare la benedizione di 160 o 180 famiglie. Quelli che non lo faranno saranno esclusi. È passato il tempo in cui potete sostenere di essere una delle 36 coppie, o chiunque voi siate. Poiché è giunta l’era dell’equalizzazione, ora il problema è chi sarà il primo ad entrare realizzando quei numeri. Nella Chiesa dell’Unificazione se avete molte persone nel vostro clan siete avvantaggiati. (286-247, 11.8.1997)

Poiché il lignaggio è stato cambiato, senza cambiare il vostro lignaggio non potete legarvi alla nazione di Dio e registrarvi lì. Dio è il proprietario del lignaggio. Poiché gli esseri umani, che hanno ereditato la linea di sangue caduta, si sono messi a rapinare e hanno annullato la proprietà di Dio, l’ordine può essere ristabilito solo collegandosi al lignaggio di Dio attraverso il Suo amore. Per questo dovete cambiare il vostro lignaggio. La linea di sangue è stata cambiata a causa del rapporto d’amore della caduta. Poiché il lignaggio è stato invertito, senza cambiarlo, non c’è alcun modo di ritornare a Dio. (258-287, 20.3.1994)

Riguardo la Benedizione, dovete passare attraverso una Benedizione a livello di chiesa, una Benedizione a livello nazionale e una Benedizione a livello mondiale. Solo andando nel mondo spirituale attraverso la cerimonia della Benedizione eterna, ci può essere una strada per ritornare nel mondo originale. Potete ricevere la Benedizione della Chiesa dell’Unificazione in una cerimonia comoda e semplice facendo i furbi e senza che io lo sappia, ma anche se dite di essere stati benedetti non basta. Dovete ancora passare attraverso la Benedizione a livello nazionale. Lì tutta la storia sarà rivelata. Poi dovete passare attraverso la Benedizione a livello mondiale. Solo quando i Veri Genitori andranno in cielo, passeranno attraverso le cerimonie dell’ammissione e della registrazione, completeranno l’organizzazione delle dodici tribù e si siederanno sul loro trono – prenderanno la loro posizione e il loro posto – nell’altro mondo, con Dio al centro, tutte le persone potranno, una dopo l’altra, prendere la loro posizione e il loro posto. (185-36, 1.1.1989)

Dovete cambiare il vostro lignaggio, i diritti di proprietà e il vostro regno del cuore. Il regno del cuore significa la tribù. Deve essere cambiato. Ecco perché bisogna restaurare la tribù. Gesù venne a restaurare la nazione, ma non riuscì a registrarsi. Non poté creare un registro familiare. Questo deve essere restaurato tramite indennizzo. Ecco perché la Chiesa dell’Unificazione non permetteva ai membri benedetti di iniziare la loro vita famigliare se non avevano superato i 33 anni. Ora l’età è 30 anni.

Siete arrivati al punto in cui potete vivere insieme all’età di 30 anni, l’età che Gesù aveva prima di lasciare la sua casa. Quando arriverà il giorno della riunificazione della Corea del Nord e del Sud, potremo superare completamente questo cammino di sofferenza. Quindi, la Benedizione della Chiesa dell’Unificazione comprende la Benedizione della chiesa, la Benedizione per l’era della riunificazione della Corea e la Benedizione per l’era dell’unificazione mondiale. Potete avanzare alla posizione della liberazione solo dopo essere passati attraverso queste tre grandi Benedizioni. (252-140, 14.11.1993)

Senza una nazione non vi potete registrare. Vi potete registrare a livello di chiesa ma non a livello nazionale. Con la riunificazione della Corea del Nord e del Sud, possiamo entrare nell’era della registrazione. Poiché quel tempo verrà, vi dico di restaurare al più presto 160 famiglie sulla base dei messia tribali. Quando questo sarà realizzato e quando avverrà la riunificazione della Corea del Nord e del Sud, io sarò registrato come la prima generazione e diventerò il primo antenato. Le persone che saranno registrate dopo questo saranno quelle che, per ordine, avranno benedetto 160 famiglie. L’ordine per diventare antenati dipende dal tempo della vostra registrazione. Se più di 1.600 persone fossero sedute qui e avessero ricevuto la Benedizione, ci sarebbe una differenza di più di 1.600 generazioni. (256-332, 14.3.1994)

In futuro tutto il mondo deve essere registrato ed entrare a far parte delle dodici tribù. Quando questo succederà dovete registrare in modo dettagliato tutta la vostra vita – ogni cosa dal tempo in cui siete entrati nella Chiesa dell’Unificazione fino ad oggi. Dovete registrare tutto, qualunque cosa avete fatto nella chiesa, fosse anche aver preso un fazzoletto. Se non corrisponderà ai dati registrati sul computer nel mondo spirituale non potrete andare in cielo. (212-56, 1.1.1991)

Nella sfera del cuore della famiglia reale sarete accolti calorosamente; là non ci sono muri né sentieri scoscesi. È come un piano aperto. Tutti vi daranno il benvenuto. È collegato al mondo dell’amore eterno. Sarete nella posizione di proprietari di quel luogo. Il vostro clan diventerà così. Sarete registrati ed entrerete nel Regno dei Cieli portando il valore del mondo spirituale dove tutte le vostre tribù restaurate si riuniranno. Non vi volete registrare? Come leader tribali della completa liberazione, come messia e come genitori, tiriamo gli altri in modo che possano registrarsi di nuovo ed entrare nel Regno dei Cieli. (218-358, 22.8.1991)

Capirete se ho ragione o no quando andrete nel mondo spirituale. Le donne devono essere mobilitate secondo le mie istruzioni. Non faccio questo per guidarle in una direzione sbagliata. Lo faccio per registrarle nel regno celeste. Allora, quando registrerò i loro figli, anche i loro mariti saranno registrati. Così facendo queste famiglie possono superare la cima della collina originale e il trentottesimo parallelo. Nel mondo unificato della volontà di Dio, la famiglia sarà benedetta di nuovo e comincerà partendo dal modello originale del cielo che non ha nessun rapporto con la caduta. Attraverso questo, daranno nascita ai cittadini del Regno dei Cieli senza peccato e seguiranno la strada che porta direttamente in cielo. Ho aperto la strada a questa posizione dove non c’è bisogno del Messia. Cerco di guidare le persone verso quel luogo, ma se non agiscono qui in questo mondo, periranno. (230-250, 8.5.1992)

Dovete registrarvi. Dove andiamo per registrarci? Non potete evitare il vostro destino di ritornare alla patria originale. Se non lo farete nella vostra vita fisica, andrete nel mondo spirituale e girerete in tondo per l’eternità. Non ci sarà modo di liberarvi dal dominio della sfera caduta che deve essere superata con le lacrime e i lamenti. Per questo, vi ho spiegato tutto dettagliatamente, nella speranza che prendiate la strada giusta. Per favore, non dimenticate quello che vi ho detto e imprimetelo nel vostro cuore. Prego che possiate ereditare il diritto della regalità che vi permette di varcare le porte vittoriose del cielo e ricevere questa eredità. Prego anche che possiate diventare queste persone in grado di stabilire il loro indirizzo permanente in cielo, la patria originale, ed essere registrate là. Quelli che lo faranno alzino tutte e due le mani e facciano una promessa solenne. (177-351, 22.5.1988)

3.4.2. La sfera unita del mondo spirituale comprende un regno intermedio e una prigione

Le coppie che sono state benedette sulla terra staranno insieme anche quando andranno nel mondo spirituale eterno. Non importa quante coppie o quanti figli ci sono in questo mondo, nel mondo spirituale saranno dispersi e separati. Saranno separati e non sapranno dove sono andati gli altri. Sarà difficile per loro incontrarsi. Senza un rapporto reciproco non si possono incontrare. Nel mondo spirituale sono tutti separati secondo il livello della loro spiritualità. È straordinario. Se i membri di una famiglia possono unirsi sulla base dell’amore, possono stare insieme nel mondo spirituale. È qualcosa di gioioso o di triste? (250-334, 15.10.1993)

Quando andrete nel mondo spirituale nessuno vi dirà di andare all’inferno. Ci andrete da soli. Andate nel luogo che si adatta al vostro livello. Perfino nella Chiesa dell’Unificazione, anche se la meta è andare nella stessa sfera, il luogo in cui andrete dipende dal vostro stato spirituale. Ma allora, in che cosa differiscono le famiglie benedette? I membri di una famiglia benedetta non possono essere separati gli uni dagli altri, anche se ci provano con tutte le loro forze. Quando andrete nel mondo spirituale, se vostra moglie non ha realizzato la sua responsabilità, prenderete responsabilità insieme e le porterete la liberazione. Anche se è solo la moglie che ha sbagliato, saranno accusati tutti e due; se ha sbagliato il marito, saranno accusati entrambi; e se hanno sbagliato i figli, saranno accusati tutti. (242-108, 1.1.1993)

Nella sfera celeste del mondo spirituale, i luoghi dove le persone rimangono sono decisi a seconda del loro livello. Una volta lì, passano attraverso un lungo periodo di educazione. Quel mondo non appartiene al dominio caduto, appartiene al regno del Principio di Dio. Se il cittadino di una nazione commette un peccato, sarà considerato come un peccato commesso dal popolo di quella nazione. Se un cittadino della nazione celeste trasgredisce la legge celeste, sarà processato dalla legge celeste. Tutte le infrazioni contro la nazione saranno passibili di un giudizio che sosterrà lo scopo dell’insieme…

Da ora in poi, il paradiso sarà creato nel mondo spirituale celeste. Dovrete aspettare là. Il regno intermedio del mondo spirituale sarà creato là. L’inferno sarà creato là. Sarà creata anche una prigione. Comprendendo questo, saprete esattamente dove andrete. Siete destinati a saperlo. Lo sapevate o no? Ve lo sto insegnando chiaramente. (295-135, 19.8.1998)

Quelli che hanno ricevuto la Benedizione ma non hanno partecipato alla registrazione sono proprio come la famiglia di Adamo che è caduta. Quando entrerete nel mondo spirituale sarà creata una prigione dal lato celeste. Sarà creata la sfera intermedia del mondo spirituale. Sarà creato un paradiso per le famiglie benedette. Le testimonianze di Sang-hun Lee in questi giorni sono diventate rappresentative del mondo spirituale. Perfino nel mondo spirituale intermedio, quelli che hanno peccato devono andare in giro con un cartellino che indica i peccati che hanno commesso sulla terra. Devono essere puniti secondo il grado di deviazione dall’angolo retto. Non ci sarà nessuna indulgenza. Le deviazioni devono essere corrette persino con la forza. Le parti sporgenti devono essere tagliate e smussate. Se questo non succede, devono essere isolati in luoghi come il Polo Nord o il Polo Sud. Un’era del genere verrà. Vedrete in futuro. Il mondo spirituale è fatto in questo modo. (300-158, 3.3.1999)

Le 36 coppie che sono andate nel mondo spirituale sono in un luogo glorioso. Sang-hun Lee non ha parlato di tutte le realtà del mondo spirituale? Le 36 coppie benedette sono in una posizione gloriosa, ma se hanno commesso degli sbagli andranno in giro portando delle targhette che rivelano questi errori. Questa sarebbe la realizzazione dell’inferno. Il Paradiso esiste. Quando in futuro il mondo satanico sarà sradicato…

Il cielo è il cielo, ma il Paradiso non è il Regno dei Cieli. Gli spiriti saranno rinchiusi nelle sfere intermedie, nella prigione del mondo spirituale. L’inferno non è molto lontano, è a un giorno di viaggio da qui. Sulla terra viviamo in una dimensione temporale fissa, ma in quel mondo [il mondo spirituale], una volta all’anno o quasi, potete avere la vostra filosofia di vita. Questa è la differenza fra loro. (299-315, 21.2.1999)

Tutte le persone che sono all’inferno devono ricevere i benefici della liberazione, avere una famiglia ed essere in grado di vedere di nuovo i loro figli. Quando riuniscono i loro nipoti e varcano le porte del cielo, devono entrare nella stessa posizione della famiglia di Adamo non contaminata dalla caduta. Poiché questa è una sfera lontana dal dominio del mondo satanico e dalle accuse di Satana, la restaurazione si realizzerà rapidamente.

Non vi ho detto che nel mondo spirituale, Sang-hun Lee è nella posizione più alta fra le famiglie benedette? Questa posizione più alta sarà il modello per il mondo spirituale che si creerà da ora in poi. È il modello per il mondo spirituale. Ci sarà il cielo e ci sarà un paradiso per le famiglie. Si creeranno il regno intermedio del mondo spirituale per le famiglie e l’inferno per famiglie. È un’era in cui tutte le ombre che rimangono nella vostra coscienza della vostra vita attuale saranno chiaramente visibili alla luce del giorno. Le scuse non serviranno a nulla. Non ho detto che là c’è una prigione? C’è una prigione. Anche quando le famiglie benedette entreranno nel mondo spirituale o in cielo, ci sarà una classifica e alcune famiglie andranno più vicino a Dio e ai Veri Genitori. (295-300, 24.9.1998)

Sezione 4. La Vera Famiglia e le opere del mondo spirituale

4.1. Heung-jin nim e l’instaurazione del diritto della primogenitura nel mondo spirituale

Attraverso l’ascensione di mio figlio Heung-jin nel mondo spirituale, Abele e gli angeli che erano stati completamente separati come la terra e il mondo spirituale, sono stati legati insieme come dei gemelli. Quando si sono uniti, su quella base i genitori hanno potuto essere mobilitati. Questa è la visione del Principio dell’Unificazione.

Heung-jin è il figlio tipo Abele. Questo figlio è andato nel mondo spirituale sulla base delle condizioni d’indennizzo per il regno del dominio di Dio basato sui risultati acquisiti in accordo al Principio, stabilito attraverso l’amore dei Veri Genitori. È andato nel mondo spirituale dopo che era stato stabilito il dominio diretto di Dio, sulla base della vittoria sul regno di Satana. Per questa ragione, ha raggiunto lo stato del figlio che, per la prima volta dal tempo della caduta, è andato nel mondo spirituale con la qualifica della perfezione. Originariamente, se gli esseri umani non fossero caduti quelli che sarebbero andati nel mondo spirituale avrebbero ottenuto le qualifiche di proprietari o eredi, stabilendo una famiglia fondata sull’amore. In questa famiglia, il regno del dominio diretto e il regno del dominio basato sui risultati conseguiti in accordo al Principio, si sarebbero uniti attorno al regno del cuore dei Veri Genitori.

Il Principio vuole che non si possa raggiungere il regno del dominio diretto senza le qualifiche appropriate. (131-52, 1.4.1984)

Ho celebrato la Cerimonia dell’Unificazione prima che Heung-jin andasse nel mondo spirituale. Ho preparato ogni cosa per questo e ho dato il mio consenso al dottore di togliere la maschera dell’ossigeno. Ecco come l’ho mandato dopo avergli aperto la strada. In questo mondo la gente direbbe che sono matto a fare una cosa del genere mentre mio figlio stava morendo. Io l’ho offerto al cielo. In questa era storica trilaterale, l’ho offerto per il bene dell’umanità, per il popolo coreano e la Chiesa dell’Unificazione, per il bene di questo mondo e del mondo spirituale. Proprio come Gesù è ritornato dopo essere asceso al cielo, avverranno dei fenomeni del genere. Così, dal punto di vista del mondo spirituale, Heung-jin è il Signore che ritorna. È il salvatore del mondo spirituale. Heung-jin è stato mandato dai Veri Genitori come il Messia dell’amore. Poiché Heung-jin aiuta i Genitori sulla terra, l’era della resurrezione e di un mondo unificato si stanno realizzando sulla terra. Ecco perché è arrivato il tempo per la seconda generazione di ricevere la Benedizione. Capite cosa sto dicendo? (225-86, 2.1.1992)

Come si svolge la Cerimonia dell’Unificazione? Non si può fare prendendo qualsiasi cosa a caso. Ho svolto questa cerimonia per Heung-jin tenendo il suo organo sessuale. Solo svolgendo la Cerimonia dell’Unificazione dell’amore per questo figlio che stava andando nel mondo spirituale senza aver realizzato lo scopo dell’amore, lui poteva essere collegato direttamente a Gesù. Neanche la Madre non sapeva niente di questo. Facendo la Cerimonia dell’Unificazione per lui che era sul punto di morire, superavamo tutto ciò che era sotto lo sguardo attento del diavolo.

Non si trattava di piangere. Non si trattava di un figlio che stava morendo o di versare lacrime. Si trattava di sapere cos’è una famiglia amata da Dio. In quella situazione, quando tutti erano addolorati, ho dovuto mettere da parte tutto e, come padre, aprire la strada per mio figlio che stava morendo. (212-93, 2.1.1991)

Poiché ho mandato Heung-jin come un’offerta vivente, lui è diventato un ponte. È il ponte dal mondo spirituale fondato sull’amore, con la sua famiglia dietro di lui. Così, perfino Gesù deve seguire Heung-jin. Non sapete che Gesù deve attraversare il ponte della famiglia? In definitiva Heung-jin è l’unico che è andato nel mondo spirituale come un’offerta vittoriosa dopo essere stato amato dai Veri Genitori su questa terra come figlio dei Veri Genitori. Perciò può governare con tutta l’autorità del cielo. (280-281, 2.1.1997)

Heung-jin ha realizzato l’unità con il mondo spirituale collegandolo alla famiglia dei Veri Genitori grazie al suo passaggio nell’aldilà come adolescente e amato discendente dei Veri Genitori. È diventato il primo figlio e il fratello maggiore nel mondo spirituale.

Di conseguenza, il dominio d’amore dei Veri Genitori si è espanso nel mondo spirituale. Perciò i cristiani nel mondo spirituale che non hanno potuto stabilire un contatto con la terra, e tutte le altre religioni, ora possono farlo con Heung-jin… Gesù deve mettersi al servizio di Heung-jin come fratello maggiore. Così facendo, Gesù può entrare in contatto con la terra. Attraverso questi sviluppi, il sostegno spirituale nel mondo crescerà rapidamente grazie al ritorno degli spiriti sulla terra e, di conseguenza, il mondo satanico inizierà a sfaldarsi. Comincerà a declinare rapidamente.

Le frontiere che si sono formate tra il mondo fisico e il mondo spirituale dopo la caduta saranno eliminate. Attraverso l’ascensione di Heung-jin, la terra è collegata al mondo spirituale sulla base del dominio dell’amore dei Veri Genitori. Perciò i muri tra il mondo fisico e il mondo spirituale sono crollati e siamo entrati in un’era di comunicazione tra i due mondi. (225-86, 2.1.1992)

In questa era, in che modo il dominio dei figli adottivi e quello dei figli di discendenza diretta si scambieranno di posto? Heung-jin ha una responsabilità importante a questo proposito. Deve mettere ordine nel mondo spirituale prima che arrivi quel tempo. Finora Gesù e tutti quelli che sono andati nel mondo spirituale non avevano nessun rapporto di parentela con i Veri Genitori. Non erano collegati alla carne e al sangue dei Veri Genitori e tanto meno potevano stabilire un rapporto con l’amore dei Veri Genitori. Così, tutti quelli che sono andati nell’altro mondo sono come persone singole, uomini e donne non sposati. Gesù stesso è così. Devono scendere sulla terra e formare quel rapporto con l’amore dei Veri Genitori. (225-85, 2.1.1992)

Non ho benedetto Heung-jin in matrimonio? Poiché egli è nella posizione di comandante supremo delle famiglie nel mondo spirituale, deve essere benedetto in matrimonio. Tutti sono collegati sotto di lui. E con al centro Daemo nim e Choong-mo nim nel mondo spirituale… Quando le persone vanno nel mondo spirituale devono ricevere la benedizione da Daemo nim. Molte denominazioni e religioni, come l’islamismo, il cattolicesimo, il protestantesimo, devono creare tra loro un legame stretto… Allora ci sarà una grande migrazione. Si possono collegare solo attraverso i Veri Genitori sulla terra. Per far questo, devono diventare figli di pietà filiale, patrioti e santi. Questa è la tradizione. (292-226, 17.4.1998)

In questo tempo, ho permesso alla famiglia di Gesù e alla famiglia di Heung-jin di vivere sotto lo stesso tetto. Heung-jin e Gesù devono vivere nella stessa casa. Il figlio adottivo di Gesù deve essere affidato a Heung-jin. Dio non può fare questo. Sono i Veri Genitori che lo devono fare. I Veri Genitori devono fare quello che Dio non può fare. Dio non ha forse detto nella Bibbia: «lasciamo che sia Adamo a dare loro un nome»? Capite? (292-327, 27.4.1998)

Ora devo andare a Cheongpyeong a prendermi cura della famiglia di Gesù, fargli stabilire un legame di fratellanza con Heung-jin e benedire tutti gli apostoli del cristianesimo. La Chiesa dell’Unificazione è in posizione Abele e il cristianesimo è in posizione Caino. Come possono unirsi? Dal punto di vista spirituale e fisico, io devo unire tutto. Heung-jin, il vero figlio, è dal lato Abele ed è il figlio maggiore. Il figlio maggiore dal lato Caino è Gesù. Io collego il mondo terreno al mondo spirituale e benedico i membri della Chiesa dell’Unificazione e le chiese cristiane tutti in una volta.

Benedico anche insieme bianchi e neri, in modo che in futuro avranno dei discendenti misti. Allora non ci saranno più conflitti. Chi risolverà i difficili problemi razziali dell’America? Chi porrà fine a questo conflitto? È qualcosa che nessuno in America può fare, e non può farlo nessuna istituzione. Neanche le organizzazioni religiose possono risolvere questo problema. È possibile solo attraverso di me. (292-312, 27.4.1998)

Ho proclamato l’unificazione del mondo fisico e del mondo spirituale al popolo americano, che è nella posizione del figlio maggiore della sfera culturale cristiana. Heung-jin e Gesù si sono uniti… Heung-jin, che è completamente dedicato ai Veri Genitori che rappresentano la Chiesa dell’Unificazione, e Gesù che rappresenta il cristianesimo, sono in un rapporto soggetto-oggetto. Quest’ultimo è Caino. Quelli che si sono opposti alla Chiesa dell’Unificazione ora si sono arresi e sono nella posizione del fratello più giovane, mentre quello che prima era il fratello più giovane ora è nella posizione del fratello maggiore. Quelli che sono nella posizione del fratello minore sono così perché Heung-jin e la Chiesa dell’Unificazione sono uniti…

Il diritto della primogenitura non appartiene solo all’America. L’unità viene sulla base delle persone che servono i Veri Genitori, la Chiesa dell’Unificazione, Heung-jin e i membri della Chiesa dell’Unificazione. Dopo che è stabilita l’unità tra queste persone e la Chiesa dell’Unificazione, essi prendono la posizione del figlio maggiore. Stando nella posizione del primo figlio nel mondo spirituale e nel mondo fisico, uniranno questi due mondi, realizzeranno il Regno dei Cieli sulla terra ed entreranno in una sfera unificata. Amen! (293-79, 24.5.1998)

Per il mondo spirituale, il giorno in cui ha ricevuto Heung-jin è stato il giorno più gioioso della storia. Heung-jin ha aperto le porte del mondo spirituale come messia dell’amore e ha aperto la strada del martire esemplare sulla terra. Ecco perché i membri della Chiesa dell’Unificazione devono amare Heung-jin. (130-201, 15.1.1984)

Di conseguenza Heung-jin può permettere al regno del secondo figlio di ereditare le benedizioni e la fortuna del primo figlio. Satana ha cercato di impedire che questo succedesse depredando l’eredità, ma Heung-jin, che ora è nella posizione del figlio maggiore, ha distribuito tutte le benedizioni che ha ricevuto mentre era sulla terra. Così si sta creando un collegamento. Heung-jin si sforza incessantemente di trasmettere queste benedizioni, mentre il mondo satanico cerca di impedirglielo. (131-52, 1.4.1984)

Poiché Heung-jin è nel mondo spirituale, deve prendere responsabilità per diventare una barriera protettiva, educando e addestrando le persone ad impegnarsi con determinazione ad eliminare la loro vergogna per le cose che non sono riuscite a realizzare sulla terra. I Veri Genitori non sono un semplice guscio vuoto. Vanno avanti con tutta la loro autorità in rapporto al mondo spirituale. Ecco perché posso benedire le persone nel mondo spirituale. Poiché nel mondo spirituale esiste l’autorità regale dei Genitori, posso dare la Benedizione unificata alla terra e al mondo spirituale, in modo che le persone che sono benedette possano andare nel Regno dei Cieli. Il Regno dei Cieli è vuoto. Per poterlo riempire, la Benedizione deve prima essere data sulla terra. Senza la Benedizione sulla terra, non possono esserci Benedizioni nel mondo spirituale. (304-306, 12.11.1999)

Ora ho intenzione di costruire un complesso sperimentale per l’educazione anche nel mondo spirituale. Insegnerà le tradizioni delle diverse fedi e religioni del mondo. Deve anche insegnare le filosofie collaterali del mondo. Deve insegnare il Pensiero dell’Unificazione. È necessario che crei questo tipo di dipartimento educativo… Il mondo spirituale ignora queste cose perché è completamente diviso e separato. Dobbiamo insegnare che Dio è il nostro Genitore, ed educarli a stabilire una famiglia ideale diventando i Suoi amati figli e figlie. (300-314, 15.4.1999)

Ora, con la nascita di Shin-choon, nella mia famiglia ci sono quaranta membri. Ci sono esattamente quaranta persone. Il numero quaranta è stato realizzato. Da qui il nome Shin-choon. Che cosa significa Shin-choon? Nel suo nome, il carattere cinese shin significa “fede” anziché nuovo. In termini di fede, è arrivata la primavera per la Chiesa dell’Unificazione. È così quando guardiamo il numero dell’indennizzo e tutto il resto.

In futuro nella mia famiglia ci saranno tanti figli e tante figlie. Nasceranno molti nipoti. Quanti figli ho? Dodici? Ne avevo tredici, ma Hye-jin è morta otto giorni dopo la sua nascita. In futuro anche Heung-jin deve adottare un figlio. Dovete praticare il controllo delle nascite? Nel mondo satanico le persone lo devono fare, ma le nostre famiglie benedette non devono praticare il controllo delle nascite. Tuttavia, se il vostro corpo è profanato e credete che nel modo in cui siete adesso non dovreste mettere al mondo dei figli, non dovete farlo. (213-189, 20.1.1991)

La famiglia dei Veri Genitori, che rappresenta tutta la sfera storica della vittoria, ha raggiunto questa posizione perché è passata attraverso una storia di purificazione alla radice. Se Hye-jin è stata sacrificata per troncare la linea di sangue della donna caduta nel Giardino di Eden, allora Hee-jin rappresenta l’era dell’Antico Testamento. Hanno madri diverse. Così, Hee-jin appartiene all’Era dell’Antico Testamento e Heung-jin rappresenta l’era del Nuovo Testamento. Non era sposato, proprio come Gesù. Ma dopo che è stato benedetto in matrimonio, la terra è stata collegata al mondo spirituale. Questa Benedizione collega anche la base fisica perfetta del cristianesimo al lavoro di stabilire la perfezione spirituale di quelli che non sono stati benedetti nel cristianesimo. La Benedizione a livello famigliare è stata collegata al mondo spirituale. (304-304, 12.11.1999)

4.2. La provvidenza di Cheongpyeong e la cerimonia della liberazione degli antenati

Perché andate nel centro studi di Cheongpyeong? Dovete eliminare tutto quello che è spiritualmente ingarbugliato in voi. Lì dovete liberare tutti i vostri antenati. Dovete essere esaminati e riconosciuti, e realizzare queste cose. Heung-jin sta lavorando a Cheongpyeong. Heung-jin è il figlio maggiore più elevato del mondo spirituale. Di chi è fratello minore Heung-jin? Il fratello maggiore di Heung-jin è Hyo-jin, ma Heung-jin è in posizione di fratello maggiore rispetto a Hyo-jin ed è il fratello maggiore più elevato del mondo spirituale. Tutti là lo devono servire come un re. (299-309, 21.1.1999)

Ora stiamo entrando nell’era della nazione. Dovete aggiustare la vostra direzione verso questo scopo. Ora sto dando le Benedizioni di liberazione al mondo spirituale. Ci saranno Benedizioni fino a 120 generazioni di antenati. In passato era per quattro generazioni. Quale sarà il grado di vicinanza in termini di parentela per quattro generazioni? Saranno inclusi i parenti fino all’ottavo grado. Quando sarà portato a sette generazioni ne saranno inclusi ancora di più. Saranno centinaia, addirittura migliaia di famiglie ancestrali per una famiglia che ha tanti figli. Ci saranno benedizioni per quattro generazioni e poi per sette generazioni. Quando sono benedette sette generazioni, questo va oltre la parentela della famiglia. Con 120 generazioni raggiungerà il mondo intero. Poiché stiamo facendo questo a Cheongpyeong, tutte le famiglie benedette devono competere tra loro per liberare i loro antenati, e hanno la responsabilità di aprire per loro la porta della Benedizione. (299-307, 21.2.1999)

Avete tutti partecipato alla cerimonia della liberazione degli antenati? Dovete liberare le prime sette generazioni. Solo dopo averne liberato sette potete continuare ad andare avanti per realizzare la liberazione di 120 generazioni. Concentrandovi su questi antenati, ogni cosa può essere messa in ordine e 120 generazioni possono essere benedette insieme. In questo modo tutti possono ricevere la Benedizione. Allora, i muri dell’inferno saranno abbattuti o no? Il Paradiso, dove dimora Gesù, e il regno intermedio del mondo spirituale, si sono formati a causa della caduta. Anche il mondo spirituale è costruito su dei rapporti basati sul sistema di coppia. Se non faccio queste cose, mi troverò in una situazione difficile quando andrò là. Non devo permettere che questo succeda. Quando il mondo spirituale sarà messo in ordine, la situazione sulla terra potrà essere risolta molto rapidamente. (301-205, 26.4.1999)

Vi dico di andare a Cheongpyeong ed essere educati per poter liberare 120 generazioni dei vostri antenati. Quando ho dato istruzione di liberare quattro generazioni, Cheongpyeong era in subbuglio. Poi ho detto loro di continuare fino a sette generazioni e l’hanno realizzato. Ora vi dico che dovete arrivare fino a 120 generazioni, e la gente pensa: «Accidenti!» Come potete dire: «Accidenti!»

Ho chiesto a Heung-jin e a Daemo Nim di essere disposti a fare delle cose disperate per le Benedizioni degli antenati. Ho detto loro di diventare offerte in sacrificio. Perciò, quando libererete 120 generazioni, li chiamerete perché vengano.

Quando alla fine Adamo entrerà nel Regno dei Cieli, pensate che si sentirà bene sentendo le coppie che piangono nel regno intermedio del mondo spirituale e le persone che gemono all’inferno? Non dovrebbero essere lì, vero? Non è secondo i Principi. Ecco perché li sto liberando. Ho proclamato il 4.4 Jeol a Kodiak in Alaska e ho dichiarato il 4.4 Jeol cosmico l’8 gennaio a Punta del Este. (300-96, 1.3.1999)

A parte Daemo nim ci sono anche Choong-mo nim e mio fratello maggiore Dae-hyung nim. Ora, se do l’ordine, la mia famiglia può andare dappertutto e fare le cose che ha fatto Daemo nim. Anche se Heung-jin non è stato educato da Daemo nim, lui la guida. Io ho tanti figli e insieme ai miei nipoti sono più di quaranta. Eppure, nessuno può fare i preparativi per loro, riceverli e servirli. Siete preoccupati di questo o no? Poiché ogni tanto scherzo, prendete sempre le mie parole alla leggera, ma questa è una cosa seria! (298-165, 1.1.1999)

Kim Hyo-nam! Devi creare un centro studi come quello di Cheongpyeong in ogni continente. Devi girare nei sei continenti ogni due mesi e creare delle nuove filiali. Ogni volta che bisogna riunire le persone in un luogo come Cheongpyeong, per i partecipanti è molto dispendioso. Non c’è bisogno di fare questo. Iniziando delle filiali locali nei sei continenti puoi andare là e, in una volta sola, fare le cerimonie per migliaia di persone. Questo ridurrà i costi, mobiliterà il mondo spirituale per le opere dello Spirito Santo e ti permetterà perfino di raggiungere gli africani.

Crea un luogo come Cheongpyeong in tutti e sei i continenti. Devi far sì che ogni nazione stabilisca una filiale locale nei sei continenti per creare delle infrastrutture equilibrate per l’educazione spirituale in tutto il mondo. Se non lo farai, ti manderò via da Cheongpyeong. Hoon-mo nim deve smettere di fare questo lavoro da sola a Cheonpyeong. Affidalo a qualcuno altro e vai in Europa e in altri continenti. Heung-jin, Daemo nim e Choong-mo nim, andranno tutti insieme e dopo aver lavorato lì per tre mesi si può creare una filiale locale. In futuro molte persone comunicheranno con il mondo spirituale. (294-197, 14.6.1998)

Sezione 5. Il desiderio finale della vita

Più siete perseguitati, più ideale e alto sarà il luogo dove andrete. Quando arriverete là, diventerete un cittadino nobile del cielo. Dio vi guarderà e dirà: «Questo è il mio adorato figlio!» I vostri cinque organi di senso saranno rapiti nell’amore di Dio. Tutto l’universo chinerà il capo e vi renderà lode. Un mondo del genere vi aspetta, come per la venuta di un santo. Questa è la nostra ultima speranza. Capite? (294-96, 14.6.1998)

Io non ho risposto agli attacchi. Ho sopportato e sopportato fino alla fine, mantenendo un’attitudine umile mentre andavo avanti. A forza di perseverare, ho visto che questa strada mi ha permesso di raggiungere la posizione più alta – la posizione dove ho potuto ricevere i diritti di eredità di Dio senza rispondere agli attacchi. In questo modo, non sono perito e invece ho preso la posizione vittoriosa di leader su un mondo che era intenzionato a distruggermi. Ho creato un ambiente dove ho potuto essere accolto al di là della nazione e del mondo. Ho realizzato tutti i compiti per portare l’equalizzazione nel mondo fisico e nel mondo spirituale. Amen! (302-207, 13.6.1999)

È finito per me il tempo di sacrificare la mia carne e il mio sangue per servire la Corea. Sulla base della nazione, ora le cose si stanno sistemando. Io vi ho mostrato l’esempio, così dovreste dire: «Prima di morire lavorerò persino più duramente del Padre e lascerò dietro di me qualcosa di valore dopo la mia vita sulla terra». Senza vivere così, non potete seguire le orme dei Genitori del mondo celeste. Poiché avete ricevuto i diritti di eredità, dovete essere in grado di influenzare il vostro ambiente familiare nella vostra nazione, anche se è solamente un’ombra dell’esempio dei Genitori. Se non riuscirete a diventare un tronco, dovete diventare un ramo. Se non riuscirete a diventare un ramo, dovete diventare una foglia. Voi appartenete all’albero. Siete capaci di collegarvi al mondo spirituale intorno a voi. (267-279, 20.1.1995)

Quando la notte dormivo con i pugni stretti, la mia mano si irrigidiva, così una volta Dio mi prese la mano, la distese e mi disse di non fare così. Allora scoprii che le cose si sarebbero risolte. Di cosa si deve preoccupare uno che crede in questo tipo di Dio? Ci sono molti miracoli e opere del genere dietro le quinte della Chiesa dell’Unificazione.

Le testimonianze che il Dott. Sang-hun Lee ha dato sul mondo spirituale non sono nulla. Io conosco tutte quelle cose. Il mondo può non crederle, ma io conosco quelle cose. Io non le credo semplicemente; le so. Le persone dubitano di queste cose, ma poiché dubitano, il mondo spirituale non le aiuta. Quando andranno là, mi saranno grate.

Anche Sang-hun Lee pensava che avrebbe sofferto nel mondo spirituale perché credeva nella Chiesa dell’Unificazione. Eppure, lavora là dalla posizione più alta. Non aveva mai immaginato una realtà così sorprendente. Tuttavia, non può passare tutto il tempo solo a sorridere. Deve ancora occuparsi di situazioni serie. Se non credete a queste cose, puntate un coltello nel vostro fianco e pregate con la determinazione che morirete, se vi assopite. Dovete impegnarvi in una preghiera così disperata. Non si possono fare le cose a cuor leggero. (302-270, 17.6.1999)

Io non sono una persona comune. Una volta che mi viene in mente qualcosa, non la dimentico. È qualcosa di cui mi preoccupo. Voi non sapete nulla… Io non sono ancora diventato rimbambito per la vecchiaia. Anche se sono un uomo di ottanta anni, sono intelligente ed ho ancora tutte le mie facoltà. Dovete pensare a me come ad un vecchio dal quale un computer andrebbe ad inchinarsi con rispetto. Quando mi metto in testa una cosa, non la dimentico mai. La ricorderò anche dopo essere andato nel mondo spirituale. Se avete fatto qualcosa di sbagliato sulla terra, la dovete risolvere. (298-129, 1.1.1999)

Fin dagli anni Sessanta ho scalato le montagne e sono andato a caccia regolarmente. Dal 1963, ho preparato vari progetti marini, per assolvere tutte le mie responsabilità per la nazione, andando al di là del mondo animale. Devo assumere il dominio sia del mare che della terra. Devo offrire dei riti in sacrificio per riprendere quei luoghi occupati.

Non c’è nessun altro a parte i Veri Genitori che può stabilire questo legame di aver amato Caino – un legame che dimostra il proprio amore – attraverso le offerte in sacrificio di Abele. Nessun altro lo può fare. I membri della Chiesa dell’Unificazione non possono farlo. Tutto quello che è stato separato a causa dei genitori falsi deve essere realizzato attraverso i Veri Genitori. Perciò, con la pioggia o con la neve, ho lavorato concentrandomi sul mare… Nel mondo spirituale può venire la liberazione per tutte quelle persone che sono state sacrificate sul mare e per quelli che hanno vissuto nell’inferno sulla terra. È la stessa ragione per cui ho dato la Benedizione per quelli che sono morti in mare. Com’ero serio quando ho stabilito quel termine così importante: «Vero Dio!» Capite cosa sto dicendo? (298-19, 31.12.1998)

Io intendo trasmettere la posizione di re a voi, persone ignare e pure di cuore, che non potete capire le battaglie che ho dovuto intraprendere. Andrò liberamente e comodamente nel mondo spirituale senza alcun bagaglio. Poiché un mondo migliore, il mondo spirituale celeste, è preparato e mi aspetta ansiosamente, cosa devo portare con me dalla terra? (299-239, 17.2.1999)

È quasi tutto fatto. Vi ho insegnato ogni cosa. Ora non ne posso più di essere affaticato, importunato e biasimato in questo mondo complicato. Mi sono stancato di tutto ciò. Così vivrò dieci anni contemplando un albero di pino in un luogo tranquillo e poi, dieci anni contemplando una roccia. Facendo queste cose, devo prepararmi per andare nel mondo spirituale. Devo mettere in ordine tutte le cose complicate del mondo spirituale. (296-286, 10.11.1998)

Poiché dovevo aprire la strada per tutta l’umanità, ho fatto amicizia anche con i criminali condannati. Ho portato le manette insieme ai ladri, ho mangiato insieme a loro e li ho confortati. Qualche tempo fa sono andato a Las Vegas a pregare per quelli che erano chiusi lì in prigione. Il motivo per cui ho comperato il New Yorker Hotel era per ripulire i covi peggiori di Satana a New York e costruire un ambiente nuovo. Sono dovuto andare là personalmente, mescolandomi tra loro e confortandoli. Solo allora ho potuto aprire una strada persino per le persone condannate in diverse situazioni nel mondo satanico. Aprendo la via sulla terra, si possono aprire le barriere nel mondo spirituale e il mondo sarà unificato. Per questo ho dato la Benedizione interrazziale ai bianchi e ai neri. Comprerò delle case per i bianchi e per i neri. In questo modo, faccio delle cose che non sono mai state fatte in questo mondo. (91-160, 6.2.1977)

Sono indignato quando penso al trattamento che ho ricevuto da questa nazione. Molte persone nella Chiesa dell’Unificazione mi considerano un bastone, che è stato usato e gettato via da un vecchio. Pensano di usarmi per scavare una buca nello sterco. Andate nel mondo spirituale a vedere quello che succede. Non sanno che sfortuna li attende là. Le loro lacrime di rammarico non finiranno perché per milioni di anni proveranno dolore davanti ai tribunali dei loro grandi antenati. Poiché sapevo queste cose, sono arrivato fin qua. (263-221, 4.10.1994)

Di notte qualcuno può venire a spruzzare del veleno su quelli che dormono in pace. Questo è macchiare il corso di milioni di anni. Ecco perché metto in gioco la mia vita e vivo come se fossi seduto su un cuscino di aghi. Io non mi sono mai messo a sedere o a dormire con la mente tranquilla. Dormivo raggomitolato su un fianco. Le mie membra non possono voltarsi verso il cielo finché non realizzo la mia missione. Sono vissuto in questo modo. (247-81, 2.4.1993)

Voi portate tutti la cravatta, ma io mi vesto in modo più semplice. Sono pronto a partire in qualsiasi momento. Sono già davanti a tutti. A casa mi tolgo i calzini e cammino a piedi scalzi. Cerco di vivere il più possibile senza vestiti. Queste pratiche possono far risparmiare dei soldi da usare per le persone che muoiono di fame. È diventata un’abitudine e ora mi dà fastidio portare i calzini. Ho calcolato quante settimane ci sono nella mia vita e quanto potrei risparmiare. Quando andrò nel mondo spirituale, se saranno diventate diverse migliaia di dollari, farò un deposito e lo userò per aiutare le persone bisognose dell’Africa. Penso di istituire un fondo prima di andarmene. (279-308, 22.9.1996)

Qual è l’ideale originale di Dio per la creazione? È costruire un regno nel mondo spirituale e sulla terra, nel nome dei Veri Genitori. Il Regno dei Cieli può essere creato solo attraverso i Veri Genitori. Oggi quando chiediamo ai cristiani: «Perché Gesù, l’adorato figlio di Dio, è in paradiso invece che nel Regno dei Cieli?» non sanno rispondere. Il Regno dei Cieli può essere stabilito solo attraverso la perfezione dei Veri Genitori e la fondazione dell’amore. Nessuno può realizzare la missione di unificare il regno nel mondo spirituale, tranne i Veri Genitori. (131-182, 1.5.1984)

Per tutta la mia vita, ho lottato tra la vita e la morte. In questo mondo, le cose che fanno male si possono evitare, ma questo compito non può essere evitato. Non può essere realizzato con la forza fisica o la forza bruta.

Quando non vivete in accordo ai principi e alle leggi, non potete evitare le frecce che piovono da tutte le direzioni. Questa lotta è più difficile che la creazione del cielo e della terra. Non riuscireste neanche a immaginare come ho stabilito le fondazioni spirituali offrendo condizioni di indennizzo, mentre succedevano tutte queste cose. Queste fondazioni rappresentano una vittoria cosmica per raggiungere il punto di transizione. (35-167, 13.10.1970)

Io ho superato la via della morte centinaia di volte per trovare questa strada. Sono colui che ha fatto piangere Dio centinaia di volte. Nel corso della storia nessuno ha mai amato Dio quanto l’ho amato io. Perciò, non importa quanto il mondo cerchi di sbarazzarsi di me, non perirò mai perché Dio mi protegge. Anche voi potete entrare nel dominio della verità che io insegno e Dio vi proteggerà. (279-256, 15.9.1996)

Vivete con lo spirito fresco di un pioniere e non invecchierete. Per mia natura, non morirò sdraiato. Finché non muoio, sarò sempre in movimento.

Mi muoverò anche se dovrò strisciare. La mia vita è stata una sofferenza continua. La più grande umiliazione per me sarebbe di essere molto vecchio e aver bisogno dell’attenzione e della cura delle persone intorno a me. Poiché conosco il mondo spirituale, come sarò libero dopo essermi sbarazzato del corpo! In futuro, se avrete un sistema di pensiero che abbraccia l’oceano – l’acqua – potrete dominare il mondo. L’acqua è la risorsa più importante. Ecco perché, prima di andare nel mondo spirituale, devo iniziare dei progetti in questi vasti campi. Io credo che se avrò insegnato tutto e avrò parlato di tutto, le generazioni future realizzeranno queste cose. (276-296, 10.3.1996)

Per mia natura non posso andare nel mondo spirituale seduto su un trono e dare ordini… Quando andrò là, diventerò il soldato coraggioso che avrà aperto una dimensione più elevata del mondo del cuore di Dio, un mondo che supera l’immaginazione delle persone nel mondo spirituale e che fino ad ora non è stato mai trovato e rivendicato. (276-75, 4.2.1996)

Uno spiritualista pianse a non finire dopo aver pregato per sapere se ero una persona genuina o falsa. Iniziò a piangere amaramente senza sapere perché. Pianse per un giorno, due giorni, poi ogni giorno. Perché? Per conoscermi dovete sperimentare questo tipo di cuore in agonia. Senza questo, non potete capirmi. Se qualcuno dicesse una parola che mi riguarda, scoppierei in lacrime col dolore di duemila anni di storia nel mio petto; ma chi conosce la mia situazione? Se non avessi conosciuto Dio, non sarei stato oltraggiato in questo modo. A causa del mio “crimine” di conoscere Dio troppo bene… Come dev’essere triste per Dio poter riporre la Sua fiducia solo in me. In venti anni ho dovuto restaurare tramite indennizzo la storia ingarbugliata di duemila anni. È una cosa semplice? Se ne può parlare facilmente? (137-183, 1.1.1986)

Quale sarà la mia speranza più grande quando andrò nel mondo spirituale? Invocherò il Padre Celeste dalla dimensione di cuore che ho esperimentato al culmine del mio ardente desiderio e del mio amore. Aspiro a quel livello in cui ricevo l’amore del Padre. (282-311, 7.4.1997)

Dio e l’umanità si sono separati tra le lacrime. Quindi, dopo aver pianto tanto, Dio abbraccia Suo figlio che piange e dice: «Non è questo quello che desideravi?» Io so che solo trasmettendo e ricevendo le parole di benedizione, l’autorità vittoriosa ed eterna dei Veri Genitori può essere tramandata. È una questione seria. Io offro tutta la mia vita per quel giorno. (288-153, 27.11.1997)

Che cosa potrò offrire a Dio quando andrò nel mondo spirituale? Mi preoccupo di questo. Ho lavorato per la nazione e il mondo che Dio desidera ardentemente, e ho vissuto per educare le generazioni future che stabiliranno la società ideale e il mondo ideale che verrà. Le ho amate come Dio.

Sarà naturale per me continuare così anche quando andrò nel mondo spirituale. Sarà il prolungamento esatto della mia vita, né più né meno. Continuerò a fare questo lavoro. Poiché Dio stabilisce il Suo Regno, io sarò vicino a Lui e realizzerò quel compito insieme a Lui. Ecco perché Dio può dire con orgoglio: «La mia nazione è la tua nazione… Con un amore immutabile e assoluto sei rimasto fedele dopo avermi conosciuto. Con il mio amore sei stato costante nell’imperversare delle tempeste, anche se sei stato messo in prigione e disprezzato, anche se hai subito l’opposizione degli individui, delle famiglie, delle società, delle nazioni, del mondo e di tutto il mondo spirituale. Con la stessa attitudine immutabile che ho io, tu hai perseguito quell’amore e quell’ideale. Perciò, la nazione che hai stabilito è la mia nazione. Ciò che hai restaurato per il bene dell’umanità è sicuramente la mia nazione». (205-212, 2.9.1990)

Qual è il mia solo e unico desiderio? Come mi tratterà Dio quando entrerò nel mondo spirituale? Quando sarò alla Sua presenza, Dio sarà seduto sul Suo trono, ma salterà giù in un istante Suo malgrado. Mi abbraccerà e mi bacerà per le mie fatiche e dirà: «Che le benedizioni eterne siano su di te». Il mio desiderio è vedere quel giorno. Non posso morire, anche se lo volessi, senza lasciare dietro di me queste opere sulla terra. Dovete capire che questa è la situazione del Vero Genitore. (264-63, 9.10.1994)

Quando la famiglia è salvata, è la volta di salvare la nazione. Dopo la nazione devono essere salvati il mondo e il cosmo. In seguito, persino Dio deve essere liberato. Perfino Satana e Dio devono essere liberati. Questo non è ancora stato fatto. Io devo raggiungere quel punto. Se dovessi andare nel mondo spirituale senza realizzare questa responsabilità, dovrei vivere nella vergogna per non avere adempiuto alla mia responsabilità, come un criminale. Io rischio la mia vita. Sto liberando tutti quelli che sono nel mondo spirituale, ma dopo che li avrò liberati non dirò: «Io vi ho liberati, allora vivete per me!»

A quelli che sono nel mondo spirituale sto insegnando a vivere per Dio, a passare addirittura sopra di me per vivere per il mondo. Questo è il cuore di un figlio di pietà filiale e di un patriota. L’io non può diventare il centro. (301-187, 26.4.1999)

A causa del fatto che Adamo non realizzò la sua responsabilità, si è creata una strada che porta alla valle dell’inferno. Nessuno sa come è stato miserabile il corso della restaurazione, per poter ribaltare questa situazione e ristabilire una via della vita, digerendo l’umiliazione, la persecuzione e un cuore colmo di amarezza e di dolore. Solo Dio conosce queste cose.

Quando gli spiritualisti pregano chiedendo chi è il Reverendo Moon, il cuore di Dio può solo rispondere tra le lacrime. Ogni volta che sento questo, dico semplicemente: «Padre, non era nulla…» Quante lacrime di gratitudine verserà! Dopo che sono vissuto con questo cuore e ho mostrato al mondo queste cose, Dio è stato liberato dalla Sua prigionia. Dovete tutti esserne consapevoli. Lo scopo della mia vita era ridare vita al cuore del Padre Celeste, in modo che quando entrerò nel mondo spirituale, Egli vorrà accogliermi e ricevermi con grande gioia, come qualcuno che vale migliaia di volte più di Adamo. (302-250, 14.6.1999)

« Indietro Avanti »
^