Prefazione

Il volume che stringete nelle mani tratta del Principio Divino, l’insegnamento del Reverendo Sun Myung Moon. Nell’ultimo scorcio dell’estate del 2012, a novantatré anni (nel modo di contare l’età, secondo i coreani, si aggiunge un anno rispetto al modo nostro), il Reverendo Moon è asceso al mondo degli spiriti, dopo aver dichiarato che tutto il suo pensiero può essere studiato – e in futuro sarà tramandato come la sua eredità spirituale – in otto testi fondamentali.

Tra questi, appunto, c’è il Principio Divino. Un primo manoscritto sul Principio Divino andò perduto, in Corea del Nord, durante la guerra del 1950-53. Qualche anno più tardi il Reverendo Moon, che dopo la fine del conflitto visse come rifugiato a Pusan, una città portuale all’estremo lembo meridionale della penisola coreana, scrisse e dettò un nuovo manoscritto chiamato Wolli Wonbon (Testo Originale del Principio Divino).

In seguito, il Reverendo Moon chiese a Hyo Won Eu, il primo Presidente della Chiesa d’Unificazione in Corea, di rendere più sistematiche le presentazioni dei suoi insegnamenti, corredandole con riferimenti biblici, storici e scientifici. Il Reverendo Moon diede al Presidente Eu istruzioni particolari, riguardanti il contenuto di questi testi, che alla fine verificò meticolosamente. Questo impegno diede come frutto due libri, chiamati rispettivamente Wolli Hesul (Spiegazione del Principio Divino), pubblicato nel 1957, e Wolli Kangron (Esposizione del Principio Divino), edito nel 1966. Da allora, Wolli Kangron è il testo fondamentale dell’insegnamento del Reverendo Moon.

Dopo una prima traduzione italiana, che vide la luce negli anni ’70 e risulta da tempo praticamente introvabile, nel 1997, col titolo “Esposizione del Principio Divino” uscì la nuova versione italiana di Wolli Kangron, venuta alla luce sull’esempio dell’edizione in lingua inglese, pubblicata poco tempo prima col titolo Exposition of the Divine Principle. Quest’ultima, in effetti, aveva costituito un’opera preziosa tanto per l’attenta e scrupolosa traduzione, quanto per il diligente lavoro d’introduzione all’insegnamento del Principio Divino nell’ambito della cultura occidentale.

Questa seconda edizione della “Esposizione del Principio Divino”, a differenza della precedente, che era stata tradotta per alcune parti direttamente dall’originale coreano, è invece interamente basata sul libro americano, proprio con la motivazione di mutuarne i risultati sul piano della complessa trasfusione dei concetti tra i due emisferi culturali, orientale e occidentale. Nonostante ciò, va detto di converso che, ai fini di una comprensione più profonda e completa del Principio Divino, non si può prescindere dallo studio del testo originale in lingua coreana.

In ogni caso, il lettore dovrà considerare che il Principio Divino impiega una terminologia molto specifica, che richiede particolare attenzione e sensibilità. Vi sono, infatti, numerosi esempi di parole che, nel contesto di questa esposizione, sono rivestite di significati alquanto diversi da quelli cui siamo abituati nell’uso quotidiano. Ad esempio, un caso tipico e ricorrente è dato dal termine indennizzo, che, nell’insegnamento del Principio Divino, sintetizza molteplici, variegati concetti, quali quelli espressi dalle parole grazia, condono, beneficio, remissione, riscatto, risarcimento, restituzione, perdono.

Inoltre, va rilevato che questo volume mantiene intatto, astenendosi da impropri tentativi di aggiornamento, quello sfondo storico e culturale che fu caratteristico dell’ambiente e dell’epoca in cui il libro fu scritto: la Corea del Sud negli anni ’60. A quel tempo, il comunismo costituiva una minaccia mondiale al massimo della sua virulenza, mentre la Cristianità era sicura di poter continuare ad espandere senza ostacoli la propria supremazia culturale. Anche se queste e altre situazioni di quel tempo sono profondamente mutate, ognuno può testimoniare che la provvidenza di Dio ha continuato a procedere esattamente com’è spiegato nel Principio Divino.

“Esposizione del Principio Divino” esprime una verità universale, che eredita e sviluppa gli assiomi fondamentali rivelati da Dio attraverso le Scritture Ebraiche e Cristiane e recepisce la profonda saggezza dell’Oriente. Attraverso questo libro, speriamo sinceramente di contribuire alla migliore comprensione e diffusione del messaggio del Principio Divino nel nostro Paese.

Roma, agosto 2013

« Indietro Avanti »
^