Incontro con Kim Il Sung

1991-2021 - 30° Anniversario dell'Incontro con il presidente Kim Il Sung


Quest'anno ricorre il 30° anniversario dell'incontro con Kim Il Sung Presidente della repubblica della Corea del Nord nel Palazzo Presidenziale di Majeon, in Heungnam (6 dicembre 1991)

La strada verso la pacifica riunificazione della Corea

Da “La mia vita per la Pace” di Sun Myung Moon.
...Uscendo dal Cremlino, dopo aver incontrato Gorbachev, mi volsi a Bo Hi Pak, che mi aveva accompagnato fin lì, e gli affidai un incarico speciale: «Devo incontrare il presidente Kim Il Sung prima della fine del 1991». Gli spiegai: «Non c’è tempo. L’Unione Sovietica scomparirà nel volgere di un anno o due. Il problema adesso è la nostra nazione. Devo a tutti i costi incontrare il presidente Kim e impedire che scoppi una guerra nella penisola coreana».

Sapevo che, quando fosse crollata l’Unione Sovietica, sarebbero caduti insieme ad essa gran parte degli altri regimi comunisti in giro per il mondo. La Corea del Nord si sarebbe sentita stretta in un angolo, e non era prevedibile quale azione provocatoria avrebbe potuto attuare. L’ossessione della Corea del Nord per le armi nucleari rendeva la situazione ancor più preoccupante. Per scongiurare una guerra con la Corea del Nord ci serviva un canale per dialogare con il suo governo, ma in quella fase non ne avevamo alcuno. In una qualche maniera dovevo incontrare il presidente Kim e farmi promettere che non avrebbe sferrato il primo colpo contro la Corea del Sud. Continua la lettura...


Un nemico si trasforma in amico

Da “Madre della Pace” di Hak Ja Han Moon.
...Nel 1946, l’anno dopo la riconquistata indipendenza della Corea, Padre Moon fu arrestato mentre predicava in Corea del Nord. La polizia lo accusava di essere una spia per conto del Presidente Sudcoreano Syngman Rhee e lo rinchiuse alla prigione Daedong a Pyongyang. Lo torturarono crudelmente e, credendo che fosse morto, lo gettarono nella neve. I suoi seguaci lo trovarono e cominciarono i preparativi per il suo funerale. Ma lui non morì, si aggrappò tenacemente alla vita e grazie alle preghiere e alla medicina naturale, miracolosamente, si rianimò.

Un anno dopo, però, fu nuovamente arrestato e rinchiuso nel campo di sterminio di Hungnam, costretto ai lavori forzati presso la vicina fabbrica di fertilizzanti azotati. Furono due anni e otto mesi di difficoltà indescrivibili. In quell’ambiente la maggior parte dei prigionieri non sopravviveva più di sei mesi, morendo di malnutrizione, distrutti nel fisico per le fatiche sopportate.

Mentre accadeva tutto questo, anche mia madre e mia nonna venivano incarcerate dalla polizia comunista per la loro fede.

Per decenni il Governo Nordcoreano continuò a considerarci nemici di stato. Mio marito e io avevamo sviluppato in tutto il mondo le attività del programma “Vittoria sul Comunismo (VOC)” e fummo informati che Kim Il Sung, il leader supremo della Corea del Nord, voleva assassinarci. Continua la lettura...

Nel sito trovate cinque aree principali: L'Insegnamento, Le Parole, La Vita, Le Opere e I Discepoli, per conoscere ed approfondire l'Eredità Spirituale lasciataci da Sun Myung Moon.

Due aree secondarie: Search e Downloads, per cercare all'interno del sito e per scaricare il materiale nei diversi formati: PDF, Epub e per dispositivi Kindle.

Inoltre tre pagine speciali: Mostra del Centenario; Una pagina a caso e La preghiera del giorno.

Chi desidera contattarci lo può fare attraverso il modulo online o tramite email. È possibile anche iscriversi alla nostra Newsletter.

Buona lettura.

Mauro Sarasso, Salvatore Iacono e altri.

News:

Mercoledì 25 agosto 2021.
Sezione Parole, aggiornata la raccolta dei Discorsi

Una Pagina Speciale
Una Pagina a caso
Preghiera del giorno
Newsletter

Rimani in contatto attraverso la nostra Newsletter! Iscriviti

Contatti

Contattaci compilando il

Modulo online

Oppure inviando una e-mail


info@eredita-sunmyungmoon.net
^