Prefazione

Mai come oggi, ogni argomento della teologia tradizionale cristiana è stato oggetto di accese discussioni. Teologi sia cattolici che protestanti, di grande fama, presentano opinioni divergenti riguardo all’onnipotenza di Dio, all’incarnazione e resurrezione di Gesù Cristo, all’autorità della Bibbia e alla vera missione della chiesa, allo scopo della storia e alla natura della vita dopo la morte.

Come già nel II secolo, anche oggi ci sono molti modi di predicare il messaggio cristiano. Il rev. Sun Myung Moon, che ha fatto la sua apparizione in una situazione così confusa, pur non essendo un teologo in senso tecnico, afferma di chiarire le ambiguità del messaggio cristiano convenzionale e di mettere in rilievo seri errori della teologia tradizionale. Egli, pertanto, in qualità di profeta della Bibbia, sostiene con assoluta certezza, non solo che stiamo vivendo in un’era di aspettativa e di urgenza escatologica, ma anche di poter annunciare un messaggio speciale di Dio per i nostri tempi.

La maggior parte dei cristiani rifiuta il bigottismo e le ristrettezze ideologiche che inquinano la storia della chiesa. Noi sappiamo che il Cristianesimo ha tratto grande beneficio da persone come Origene, Tertulliano, Nestorio, Cirillo d’Alessandria, l’arcivescovo Laud, i Padri Pellegrini, Paul Tillich, Karl Barth e tanti altri; come giustamente ha fatto notare Rufus Jones: “Quanto è debitrice la chiesa a quegli uomini che un tempo ha condannato!”

Guidata da questo spirito, ho scritto questo libro, che ha lo scopo di mettere a confronto l’insegnamento fondamentale dei Principi Divini del rev. Moon con le teologie delle più importanti denominazioni cristiane.

Il lettore constaterà per conto suo quanto spesso la nuova teologia coreana è confermata dai teologi professionisti occidentali e ritengo che riconoscerà che le intuizioni del rev. Moon gli hanno aperto una nuova e inattesa prospettiva sulla fede cristiana.

Young Oon Kim

Hudson Valley

Luglio 1980

« Indietro Avanti »
^