Una famiglia per Dio

So che la cosa che desiderate conoscere di più è la benedizione del Padre del 1960. Ve ne parlerò ora.

Per un preciso significato provvidenziale, la Madre avrebbe dovuto avere meno di 20 anni. Il Padre doveva scegliere una giovane donna vergine come lo era Eva prima della caduta. Egli avrebbe potuto sceglierla a 20, 30 o 40 anni, ma dovette aspettare a lungo per trovare una donna che fosse veramente qualificata per questa missione e che fosse preparata dalla Divina Provvidenza.

Dalla testimonianza della madre della Vera Madre:

“Quando la Vera Madre aveva 17 anni, molte persone aperte spiritualmente erano in agitazione perché dicevano che la sposa di Mr. Moon era arrivata.

La data del fidanzamento, il 1° marzo, era molto vicina, ma la sposa non c’era ancora. Il Padre ed il Cielo erano impazienti, dovevamo fare il banchetto di nozze per compiere la volontà di Dio. In quei giorni io feci un altro sogno: vidi un uccello scendere dal cielo e un altro salire dalla terra, incontrarsi in aria ed unirsi insieme. Gli occhi del primo uccello sembravano quelli del Padre. Mentre partecipavo alla cerimonia del saluto, ebbi un’altra visione che mi rivelò che l’uccello, che veniva dal Cielo, era il Padre e quello proveniente dalla terra era la Madre. Io esclamai: “Padre Celeste, non siamo più orfani. I Veri Genitori sono qui. Siamo ora figli dei Veri Genitori”. Ero molto felice e danzai; e da quel momento sentii che non potevo più considerare la Madre solo come mia figlia.

Dopo questo episodio, ogni giorno avevo una rivelazione. Il giorno della cerimonia del Matrimonio Celeste venne fissato, ma la sposa non era stata ancora scelta, solo io sapevo chi era. Così io mi inchinai alla Vera Madre che si trovava nel pensionato della scuola superiore e mi inchinai nella direzione in cui si trovava il Padre. La Vera Madre sembrava ancora una bambina a 16 anni, ma entrando nel 17 anno diventò una piccola donna.”

Dalla testimonianza di Mrs. Barbara Mikelsell Tinwolde:

“A 40 giorni dalla data fissata per la benedizione, il Padre non sapeva ancora chi sarebbe stata la sua sposa. In una stanza della chiesa si erano radunate molte donne anziane del nostro movimento, che seguivano sempre il Padre. Erano circa 40.

Il Padre entrò nella stanza ed incominciò a girare intorno molto lentamente. Dopo un po’ chiese: “Nessuna di voi ha ricevuto qualche rivelazione? Io no, non ne ho ricevute”. Allora un’anziana signora, Mrs. Han Sun Eh, rispose: “Si, io ne ho ricevute”. Tutti si volsero verso di lei pensando forse che fosse lei la sposa, ma era troppo vecchia! La donna riprese: “Ho ricevuto delle rivelazioni su mia figlia”.

Allora il Padre le chiese: “Chi è tua figlia?” Quando Mrs. Han gliela indicò, il Padre chiese ad Hak Ja Han: “E tu, hai ricevuto qualcosa?” La Vera Madre abbassò gli occhi timidamente e disse: “Sì”.

La testimonianza di Mrs. Han

Dalla testimonianza della madre della Vera Madre:

“Quando la Vera Madre venne alla chiesa, questa era tutta illuminata. Dopo il servizio, il Padre fissò la Madre davanti a tutti. La maggior parte delle persone sarebbe stata intimidita da questo sguardo, ma la Vera Madre conservò la sua dignità. Poi il Padre si rivolse a me dicendo: “Fai venire qui tua figlia”.

In chiesa lei rimase di fronte al Padre per 9 ore, mentre lui le faceva parecchie domande, cercando di conoscerla molto profondamente. Io ero tanto sorpresa nel vedere la Vera Madre rispondere con tanta sicurezza. Alla fine, il Padre le disse: “Da oggi in poi, preparerò un tutore per te”.

Il Padre mi condusse fuori e chiamò Sai Genpuku e per un mese intero, fino al 1° marzo, la Madre visse per servire Sai Genpuku.

Quando furono presentati i cibi al Padre, tutti chiesero: “Chi è quella bambina?” Molte persone di fede pensarono che quella ragazza doveva essere una persona importante.

La preparazione della Madre

Dalla testimonianza di Mrs. Won Pok Choi:

“Il Padre volle che io vivessi con la Madre, prima del fidanzamento, in una casa vicina alla chiesa affinché potessi guidarla e unirla a me con un profondo legame di cuore. Egli voleva che io le parlassi dei Principi Divini e soprattutto della ricerca di una sposa per il Padre e del compito che questa sposa avrebbe dovuto compiere. Ma io non dovetti fare molto perché la Madre era già preparata. Ogni sua osservazione era così profonda che, anche se parlava poco, agiva sempre coerentemente a ciò che credeva.

Il giorno stabilito accompagnai la Madre nel luogo dove avrebbe incontrato il Padre. Indossava il costume tradizionale coreano: un chogori giallo con un nastro rosso che si addiceva alla gonna dello stesso colore... Subito il Padre le chiese di cantare una canzone. La Madre cantò un canto popolare: “Quando viene la primavera, le montagne ed i campi, le valli e le rive dei fiumi sono ornati dalle azalee. Anche la mia mente fiorisce come le azalee. Quando verrai a cogliere i fiori non lasciarmi sola. Cogli anche la mia mente”.

Pensando a questa canzone, oggi scopro che ha un profondo significato. La Madre non era timida in quel momento. Cantò con tanta grazia e tanta serietà. Dopo questo il Padre la condusse nella sua stanza. Le fece molte domande e la Madre rispose dettagliatamente a tutte, una dopo l’altra. Infine, il Padre le chiese di fare un disegno e lei disegnò un paesaggio con una figura.

Il Padre la portava ogni giorno in montagna. Facevano delle lunghissime conversazioni centrate soprattutto sui Principi Divini. La capacità della Madre di comprendere queste cose era così grande che sapeva rispondere ad ogni domanda. Era un’esperienza eccitante.

In quel momento il Padre intendeva educarla fino a portarla allo stadio in cui la Madre sarebbe stata pronta per la benedizione. Il 1° marzo, secondo il calendario lunare, ci fu la cerimonia di fidanzamento. Questa cerimonia si tenne al piano superiore, addobbato con meravigliosi ornamenti e decorazioni e vi parteciparono alcuni dei membri più anziani.

Infine, arrivò il giorno della benedizione, che era stato fissato per il 16 marzo sul calendario lunare, che corrispondeva in quell’anno all’11 aprile. Così il vecchio tempio giapponese, caduto in disuso, divenne il luogo storico più importante, dove il Padre venne benedetto in matrimonio. I paraventi di carta che fungevano da porte vennero rimossi per fare più spazio. Il Padre e la Madre si diressero verso una piattaforma decorata, ai lati della quale presero posto in piedi, tutti i membri vestiti in bianco.

Il Padre camminava come se il suo sentiero fosse cosparso di fiori inchinandosi, insieme alla sposa, ogni 7 passi. Eravamo tutti molto impressionati, ci sentivamo felici e tristi contemporaneamente perché il luogo era così indegno e piccolo per un tal evento. Quel luogo sarà conservato come un museo per tutta l’eternità. Dopo essersi inchinati per l’ultima volta, gli sposi si scambiarono la loro promessa e gli anelli. Poi il Padre e la Madre salirono sul palco. Guardando tutti noi il Padre proclamò la sua benedizione e pregò con commozione profonda”.

Il Sacro Matrimonio fu portato a termine e furono benedetti, in quel periodo, anche i tre maggiori discepoli del Padre: Mr. Young Whi Kim (il 1° presidente), Mr. Eu e Mr. Won Pil Kim.

Questi discepoli sono nella stessa posizione di Pietro, Giacomo e Giovanni. Vennero contemporaneamente però anche tante persecuzioni. I parenti dei membri si riunirono insieme e, sebbene la porta della chiesa fosse chiusa accuratamente, ruppero il cancello e tentarono di entrare in chiesa. Altri membri si precipitarono verso di loro. C’erano così tante difficoltà! Dopo questa benedizione il Padre disse: “Metà della mia missione è compiuta”.

Dalla testimonianza di Mrs. Choi:

“Se non avesse trovato una sposa in quell’anno, quando il Padre aveva già 40 anni, dove avrebbe potuto trovarne una? Incontrare una donna che avesse tutte le qualifiche necessarie per assumere quella posizione era così difficile che la ricerca avrebbe potuto prolungarsi per anni.”

Il Padre parla della Madre

Da appunti incompleti tratti dalla narrazione fattaci dal Padre il 17 aprile 1975:

“Nel periodo in cui scelsi la Madre io avevo 40 anni e lei 18. Nello scegliere una moglie io dovevo indirizzarmi verso una donna al di sotto dei 20 anni, perché Eva cadde proprio nel periodo dell’adolescenza. Io dovevo fare tutto secondo i Principi.

Scelsi la Madre che non aveva avuto una grande istruzione. C’era Mrs. Choi accanto a me che era una donna eccezionalmente intelligente, ma io non potevo scegliere lei o altre donne: solo questa ragazza di 18 anni. La Madre stava frequentando l’ultimo anno nella scuola superiore di Seoul e non conosceva affatto i Principi Divini. Si trovava anche in una posizione molto difficile perché molti erano gelosi di lei.

Per scegliere la Madre non occorreva solo trovare una ragazza diciottenne, c’erano molte altre condizioni che dovevano essere rispettate e solo in lei tutte queste condizioni erano state preparate. Nacque da una donna di profonda fede. Essa aveva assistito un uomo che aveva formato una religione in preparazione del II Avvento. In quel momento era molto naturale per lei obbedirmi. Ero come un Vero Padre per lei, con la saggezza e la maturità di un padre. C’erano molte brillanti giovani donne, ma io scelsi lei. Poiché non conosceva i Principi Divini, io glieli insegnai. Così lei capì il suo ruolo e mi obbedì sempre.

Durante i primi 7 anni, tutte le altre donne cercarono di degradarla di fronte agli altri. Questo avveniva perché, a livello spirituale, tutta quella gente era candidata per essere scelta come mia sposa e si stava svolgendo una vera e propria gara spirituale a chi avesse occupato quella posizione.

Molte di loro avevano ricevuto delle rivelazioni che sarebbero state loro le prescelte.

Dopo che io scelsi la Madre, esse continuarono a ricevere rivelazioni fra le quali una secondo cui la Madre era la Madre dello Stadio di Crescita. Così, durante quel primo periodo di 7 anni, le persecuzioni interiori colpirono la Madre e solo con una totale obbedienza a me fu capace di superarle”.

Dalla testimonianza di Mr. Tokestin Furuta:

“Con la benedizione dei Veri Genitori, la Madre, quella giovane ragazza, divenne la Madre di tutti i membri della Famiglia. Poiché era molto giovane e nuova nella Chiesa di Unificazione, dovette attraversare un corso molto difficile.

Molti anziani che amavano il Maestro, specialmente le donne, si dimostrarono ostili verso questa giovane donna. Alcune erano gelose, persino cattive nei suoi confronti. La Madre dovette sopportare tutta questa umiliazione.

Possiamo immaginare quanto fosse difficile per lei superare questo corso”.

La relazione perfetta di amore tra il Padre e la Madre

Dalla testimonianza di Mr. Sudo:

“L’unità tra il Padre e la Madre era la prima missione del Padre. Il Padre e la Madre dovevano stabilire la condizione di amarsi molto più di tutti gli altri coniugi del mondo. Altrimenti Satana avrebbe potuto accusarli. La loro relazione doveva essere perfetta perché essi dovevano rappresentare tutta l’umanità”.

Mr. Sudo ci raccontò questo episodio:

“Una volta andai a visitare la fabbrica di vasi di marmo col Padre, la Madre e Hyo-jinim, il loro primo figlio. Vidi il paese del Padre, è molto grazioso.

Non facevamo una conversazione seria. A volte, lungo il viaggio, il Padre dormiva e russava. Pensai che fosse maleducazione fare delle domande in quel momento. Vidi la Madre riposare sulle ginocchia del Padre. La mano del Padre era posata sulla testa della Madre. Il Padre e la Madre si tengono sempre per mano.

Durante il viaggio di ritorno ammirammo il meraviglioso tramonto. Appena si fece buio, la Madre cominciò a cantare. Poi il Padre si unì a lei in uno splendido duetto. Era una canzone coreana che io non capii, ma a volte sentivo pronunciare il nome del loro figlio. Forse era davvero improvvisata o forse l’aveva scritta la Madre, comunque era una dolcissima armonia.

Il sole stava tramontando ed i suoi raggi rendevano dorata ogni cosa. Il bambino stava dormendo ed io sentii di essere nel Regno di Dio. C’era una meravigliosa armonia tra il Padre e la Madre, la loro relazione è davvero stupenda. Io non avevo mai visto una scena così bella. Era veramente il Regno dei Cieli”.

Da Mr. Furuta:

“Così, in questi primi 7 anni, il Padre e la Madre hanno lavorato per realizzare i Veri Genitori, cosicché potevano essere veramente uniti come marito e moglie nei sentimenti e nel modo di pensare.

Il secondo punto da considerare era di unire la Madre e Mrs. Choi centrati sul Figlio di Dio per prevenire qualunque attacco satanico che potesse intervenire fra i tre. Durante questo periodo Mrs. Choi aiutò molto la Madre. Mrs. Choi era nella posizione di Madre della Madre e Madre del Maestro. La sua missione era quella di Maria, madre di Gesù. Così il Maestro chiese a Mrs. Choi di consigliare, aiutare e proteggere la Madre.

Mrs. Choi è una donna forte perché superava le difficoltà che sorgevano nei confronti della Madre. In una famiglia, di solito, la madre dello sposo prova gelosia verso la moglie del figlio. In genere è una relazione di conflitti.

Il terzo punto era quello che i figli dovevano essere veramente uniti con i Veri Genitori. Così, dal 1960, il Maestro ha benedetto i suoi discepoli, in matrimonio. Nel 1960, furono benedetti i tre discepoli che erano nella posizione dei tre principali discepoli di Gesù, poi 36 coppie che furono benedette nel 1961 (queste 36 coppie rappresentano i Veri Genitori).

La Benedizione delle 36 coppie nel 1961 e delle 72 coppie nel 1962

Mrs. Won Pok Choi ci raccontò della loro benedizione:

“I genitori delle 36 coppie non erano stati preavvisati, perché a quei tempi, erano quasi tutti negativi. Le 36 mogli erano quelle espulse dalla Ewha University ed i loro genitori erano molto arrabbiati perché non avevano finito i loro studi. Dopo vennero a sapere della benedizione.

Vennero alle porte supplicando di essere ammessi, ma gli fu detto che per entrare dovevano avere degli abiti bianchi. Alcuni di loro riuscirono a procurarseli e così entrarono a vedere la cerimonia. Essi notarono subito che era uno sposalizio diverso dagli altri ed erano tutti coinvolti in quell’atmosfera”.

Da Mr. Furuta:

“Quelle 36 coppie furono benedette per poter fare da base di protezione per la famiglia dei Veri Genitori. Con la benedizione delle 36 coppie fu liberato il mondo spirituale.”

Mr. Sudo:

“Nel 1962, 72 coppie furono benedette per creare la fondazione del livello di razza e nazione. Questo creò la fondazione interna per salvare la Corea. Nel 1963, 120 coppie furono benedette. A queste se ne aggiunsero altre 4.

Il significato del numero 4 era quello di stabilire una condizione di salvezza per le coppie già sposate prima di conoscere i Principi. Le 120 coppie stabilirono le condizioni per salvare la famiglia, la nazione e il mondo.

Da Mr. Furuta:

“Tutte queste coppie furono messe nella posizione di veri figli, dal lato Caino rispetto ai figli fisici dei Veri Genitori. L’unità dei figli significa unità fra Caino ed Abele, specialmente l’unità dei figli nella posizione di Caino verso i Veri Genitori era molto importante. Così fra il 1960 ed il 1967, venne creata la famiglia del Messia”.

I figli del Padre

Da Mrs. Choi:

“Dare nascita ad una famiglia divina è molto importante. La Madre era figlia unica, ma era molto feconda. Dio benedì la famiglia del Padre dandogli figlio dopo figlio. Ye-jin nacque nel 1961.

La Dottoressa Shin Ook Kim assistette alla nascita, che avvenne nella nostra chiesa. Ye-jin cominciò a sorridere e a parlare molto presto. Invece di camminare cercava di correre.

Hyo-jin, nato nel 1962, essendo un maschio, era completamente differente. Era molto lento nell’imparare a tenersi su e a camminare, ma anche lui era un buon osservatore. Qualunque cosa gli piacesse, lui ne era completamente preso. Era anche molto generoso, dava tutto ciò che aveva. Poi In-jin, la seconda figlia, nacque nel 1965. Noi eravamo nel nostro primo giro del mondo e ci trovavamo in Italia quando ricevemmo un telegramma che ci comunicava la sua nascita. Ha un gran senso artistico ed è molto meticolosa nelle sue cose; quando parla sembra che canti. È molto rispettosa verso gli altri ed anche timida ed attiva.

Dopo di lei nacque Heung-jin, un maschio. È un bimbo molto profondo che non ama parlare molto. Pensa molto e parla poco.

Nel 1967 nacque Un-jin. Crescendo si rivelò molto vivace e femminile.

Ci sono tanti episodi che riguardano la loro vita. Come voi sapete, il Padre ha in sé le migliori caratteristiche e tutti i suoi figli gli somigliano. In ogni figlio è espresso un aspetto del suo carattere. Al Padre piace lasciarli liberi di sviluppare le loro individualità. Non viviamo in una società privilegiata o su un’isola deserta, i bambini entrano ed escono dal mondo satanico e tenerli sempre lontani dall’invasione satanica è una delle maggiori preoccupazioni per il Padre.

Adamo ed Eva caddero nonostante fossero puri ed innocenti. Cosicché i Veri Genitori li hanno istruiti nel modo più completo su questo. Noi possiamo vedere che loro stessi sono molto severi su queste cose. A Seoul, eravamo in appartamenti molto affollati, spesse volte dovevamo ricordare ai bambini di non disturbare la lezione ed i “meetings”. Qui ora possono correre, gridare e fare ciò che piace a loro senza limitazioni.

Così fra il 1960 ed il 1967, il Padre dovette restaurare la Madre, i figli di tipo Caino e Abele e la creazione. Per la restaurazione del creato nel 1960, in occasione della Benedizione dei Veri Genitori, fu creato il sale benedetto ed ai membri fu insegnato come santificare tutte le cose. Nel 1965, il Padre benedì 120 terre in 48 paesi.”

Da Mrs. Choi:

“I nostri membri guidavano notte e giorno. Stabilimmo le terre benedette in tutti i 50 Stati Uniti d’America, in 40 giorni e con sale benedetto e terra portata dalla Corea”.

Da Mr. Furuta:

“Ora tutto l’universo ed il mondo possono essere restaurati a Dio.”

I progressi della Chiesa di Unificazione

Da fonti varie:

“Una parte della restaurazione del creato consiste nel sottrarre le cose materiali dal dominio di Satana e riportarle al dominio di Dio.

Per restaurare i fondi per il lavoro di Dio, nel 1964, la Famiglia cominciò a vendere fucili ad aria compressa. Tutti i soldi per le attività della Chiesa venivano da questi fucili.

Molte persone hanno pensato che la Chiesa di Unificazione si stesse preparando per una guerra, ma questi fucili non potrebbero mai uccidere un uomo. La vendita di questi fucili ebbe molto più successo che la vendita di cartoline per la strada”.

Altri eventi del corso dei primi 7 anni ci furono spiegati da Mrs. Choi:

“Nel 1960, la Chiesa di Unificazione si organizzò per avere vari uffici e reparti e come personale mise le 36 coppie. Nel 1960 ci fu la prima gara sulla spiegazione dei Principi, la prima competizione di musica, fu stabilita la prima associazione per il Liceo ed il primo CARP. Alla fine dell’anno fu formato il movimento per l’Unità delle Denominazioni Cristiane. Sempre nel 1960, per la prima volta, organizzammo campagne di testimonianza di 40 giorni, una in estate ed una in inverno. Le campagne invernali comprendevano anche corsi di insegnamento.

Il nostro libro dei Principi Divini fu completato e pubblicato in Corea verso la fine di quell’anno. Il 10 aprile, il Padre organizzò le chiese aumentando il numero da 70 a 133.

Nel 1963 ci fu il nostro secondo grande revival spirituale. Durò molto tempo, circa 4 settimane. Mi ricordo quanto duramente lavorammo per riempire il piccolo auditorio. Le persone che ci erano ostili ci interrompevano spesso, persino lanciandoci pietre. Ma i nostri speakers continuavano a parlare. A Taegu ed in altri posti riuscimmo a tenere delle conferenze sui Principi Divini all’interno di alcune famose università.

Nel 1963, fu istituito anche il gruppo danzante dei Piccoli Angeli. Era straordinario vedere il Padre organizzare questo gruppo. All’inizio, eravamo scettici, ma il Padre naturalmente era perfetto in ogni cosa. Dopo due anni, il gruppo andò negli Stati Uniti dove si esibì nel 1965, 1966, 1967, sempre ottenendo un grande successo.”

Il primo giro del mondo del Padre e la consacrazione delle terre benedette

“Nel 1965, il Padre fece il suo primo giro del mondo. Visitò 40 paesi dove consacrò 120 terre benedette. Questo fu il suo primo viaggio negli Stati Uniti.

Il 25 luglio a Gettysburg, il Padre ebbe un incontro con il Presidente Eisenhower. Conversarono a lungo circa la politica estera della sua amministrazione. Il Presidente ascoltò attentamente quello che il Padre aveva da dire.

Nel 1967 visitammo il Giappone con tre figli del Maestro: Hyo-jin, Ye-jin e Heung-jin. Erano così veloci nell’imparare la lingua, e tutti i membri erano conquistati dalla loro presenza. Il Padre portò con sé molti membri compreso l’allora presidente Eu ed il presidente attuale, Mr. Kim, che tennero conferenze sui Principi nei centri principali di ogni nazione.”

Dalla testimonianza di Mr. Sudo:

“Durante il primo corso di 7 anni dei Veri Genitori e dei figli, il Padre fece molte benedizioni.”

Le tappe della vittoria di Dio sulla terra

Il giorno dei Veri Genitori fu fissato per il 1° marzo 1960. Dopo 6000 anni, l’umanità ebbe i suoi Veri Genitori. L’umanità si era qualificata per essere liberata dal peccato originale.

Quando nacquero i figli dei Veri Genitori, fu fissato anche il Giorno dei Veri Figli: il 1° ottobre 1960.

Il Giorno di Tutte le Cose, il Giorno del Mondo, fu invece proclamato il 1° maggio 1963.

Dalla testimonianza di Mr. Furuta:

“In quel periodo, il Maestro e la Madre ebbero il loro grande successo. La Madre si guadagnò la fiducia e l’amore di tutti i membri della Famiglia. Il 31 dicembre 1977, il Padre disse: “Padre Celeste, ti prego guarda tua figlia che è riuscita ad arrivare al successo e alla vittoria!”. Il Padre aveva le lacrime agli occhi quando pronunciò queste parole. Era così felice di vedere che la Madre aveva saputo superare tutte le difficoltà”.

Adempiendo a tutte queste condizioni, le Tre Grandi Benedizioni furono restaurare entro la fine del 1967. Spezzando tutte queste barriere furono realizzate vittoriosamente le tre fondazioni per stabilire il Regno di Dio: l’unità tra i figli di tipo Caino e quelli di tipo Abele, l’unità tra il Padre e la Madre e Mrs. Choi e le condizioni per restaurare il Giardino di Eden sulla terra. Attraverso queste condizioni, fu restaurata la famiglia del Messia.

Infine, sulla base di questa vittoria, il 1° gennaio 1968, poté essere proclamato il Giorno di Dio. Questo giorno segnò l’inizio della vittoria di Dio sulla terra. Da quel momento la benedizione di Dio poteva spargersi nel mondo perché era stata realizzata la fondazione vittoriosa del Suo Regno a livello mondiale.

È incredibile quanto il Padre ha pregato! Dopo la vittoria del 1° corso di 7 anni, il Padre poté iniziare il suo 2° corso di 7 anni.

Il 22 settembre 1974, il Padre ci parlò del significato de/ Giorno di Dio:

“Alla fine del 1967, noi completammo il primo corso di 7 anni e l’anno successivo, il 1° gennaio del 1968, io stabilii il Giorno di Dio.

Il significato di questo giorno sta nell’unità realizzata tra i genitori, i figli e tutte le cose del mondo. Essi, diventati una cosa sola, rappresentavano l’offerta pura che è ritornata a Dio per rimanere unita a Lui per sempre. così si è realizzato il dominio diretto di Dio sopra tutte queste cose”.

Anche Mrs. Choi ci parlò del Giorno di Dio:

“Il 1968 iniziò con la proclamazione del Giorno di Dio da parte del Padre. Questo non si era mai verificato prima durante tutta la storia umana.

Il Padre ci disse che il Giorno di Dio avrebbe dovuto essere proclamato all’origine, quando Dio creò l’uomo e che tutte le altre feste avrebbero dovuto essere compendiate in questo giorno, ma ciò non avvenne a causa della caduta dell’uomo. Dopo la restaurazione del mondo, ogni giorno sarà la celebrazione della vita, la celebrazione di ogni cosa bella ed importante.”

Progresso totale

Il 22 febbraio 1976, Mrs. Choi continuò il suo messaggio riassumendo in breve tutti gli avvenimenti dal 1968 al 1971:

“Il motto del 1968 era: “Progresso totale”. La caratteristica di questo anno è stata l’intensificarsi delle relazioni internazionali iniziate dai membri dello staff giapponese, che visitavano frequentemente i centri coreani e le chiese locali.

In Corea cominciarono a sorgere dei centri in cui si tenevano corsi sui Principi Divini. Furono tenute delle udienze pubbliche sui Principi e sul Pensiero di Unificazione per sacerdoti, studiosi e ufficiali governativi.

Il 13 gennaio, fu fondata la Federazione Internazionale per la Vittoria sul Comunismo (IFVC).

Il 22 febbraio 1968, furono benedette 436 coppie nella City Hall di Seoul, il luogo più grande disponibile a quel tempo.

Il 25 febbraio, fu pubblicato: “Comunismo, Critica e Controproposta”.

Il 21 marzo, il movimento interdenominazionale diede inizio ad un dibattito. La IFVC tenne, per la prima volta, il 13 maggio, un incontro pubblico di conferenze.

Il 15 giugno, il CARP invitò gli studenti dei colleges della Corea, del Giappone e della Cina a partecipare ad una Rally internazionale del VOC.

Intorno a questo periodo, i capi della cristianità si incontrarono per discutere il messaggio portato avanti dai nuovi movimenti religiosi. Durante questo incontro, Mr. Eu tenne una conferenza. Da quel momento in poi, molti ministri del culto continuarono a venire ad ascoltare i Principi nei meetings che organizzavamo in luoghi pubblici. Il 1° gennaio 1969, il Padre riprese lo stesso motto dell’anno precedente: “Progresso totale”.

Il 1° febbraio, il Padre benedisse 17 coppie che erano state già sposate, prima di entrare in Famiglia.

Il 2 febbraio, i nostri Veri Genitori partirono per il secondo giro del mondo. Visitando il Giappone, gli Stati Uniti e la Germania, il Padre benedisse altre 43 coppie.

In maggio venne acquistato uno stabile per gli uffici della Unification Church a Chungpadong e i membri dello staff si trasferirono nel nuovo edificio.

Il 23 maggio, gli studiosi giapponesi furono invitati all’Ambassador Hotel di Seoul dove ascoltarono delle conferenze sulla Vittoria sul Comunismo.

Iniziammo anche la pubblicazione di “Way of the World” e aprimmo un negozio di stampe nell’area di Sutaek Lee.

Hyung-iin nacque il 15 maggio di quello stesso anno, 1969. Mrs. Choi cercò di rendere favorevoli le circostanze per la sua nascita. Lei, il Padre e la Madre erano in Iran durante il secondo giro del mondo ed avevano ancora molti posti da visitare, quando la Madre si rese conto che si stava avvicinando il momento del parto. Mrs. Choi ebbe notevoli difficoltà per cambiare i loro piani di volo, quando la linea aerea si rese conto che la ragione del rapido ritorno in Corea era dovuta alla gravidanza della Madre. Le linee aeree, infatti, di solito, non accettano come passeggeri, per lunghi viaggi, le donne che sono oltre l’ottavo mese di gravidanza. Comunque, venne calcolato tutto quanto e la Madre ebbe Hyung-jin una settimana dopo il loro arrivo a Seoul.

« Indietro Avanti »
^