Capitolo Secondo - La Famiglia è il Modello per il Regno dei Cieli

Sezione 1. La Famiglia è il Modello centrale per tutti gli esseri viventi

Nel mondo dello spazio c’è bisogno di sopra e sotto, destra e sinistra, avanti e dietro. Solo quando questi elementi sono presenti e chiari, la posizione degli oggetti nello spazio è stabile. La stessa cosa vale per voi. Inoltre, la vostra forma varierà in modo dipendente rispetto alla posizione in cui vi trovate: se è sopra o sotto, destra o sinistra, avanti o dietro. Quando si affrontano le questioni che riguardano le relazioni tra sopra e sotto, destra e sinistra, avanti e dietro, oppure quando si affrontano problemi nella famiglia, nella nazione e o nel mondo c’è una sola soluzione. Proprio come ci deve essere un sopra e un sotto, una destra e una sinistra, un avanti e un dietro con l’individuo al suo centro, così ci devono essere genitori e figli, marito e moglie, e fratelli e sorelle.

La stessa cosa si applica per una nazione. Con il leader di una nazione al suo centro, tutte le famiglie dovrebbero abbracciare le civilizzazioni dell’est e dell’ovest, e le civilizzazioni del nord e del sud, e tutte le persone del mondo come fratelli e sorelle, e alla fine stabilire un modello di famiglia. Questo modello è lo stesso per tutti. Voi stessi siete il centro di quel modello. Questo modello rappresenta un principio che richiede che da voi deve venire la vostra famiglia, la quale poi si espande alla nazione, mondo, cielo e terra, e direttamente fino a Dio.

Non limitatevi a desiderare di essere il centro dell’universo: voi potete esserlo. Se pensate al Cielo come ai genitori, allora la Terra rappresenta i figli. Se si considerano l’est e l’ovest, l’est simboleggia l’uomo e l’ovest la donna. Così, dopo il matrimonio, la donna raggiunge il posto dove si trova suo marito, ovunque esso sia. Analogamente all’occidente che riflette la luce del Sole che brilla ad oriente. In questo modo la famiglia è il centro dell’universo.

La stessa cosa vale nel rapporto tra fratelli e sorelle. Quando il fratello maggiore ha la responsabilità di un compito, i fratelli e le sorelle più piccoli coopereranno. Ogni persona dovrebbe poter sperimentare il rapporto genitore-figlio, il rapporto coniugale e la relazione tra fratelli e sorelle. In altre parole, questi tre rapporti devono incontrarsi in un punto. Il punto centrale è uno solo. I centri per il sopra e il sotto, la sinistra e la destra, e il davanti e il dietro non devono essere diversi.

Se i loro centri non combaciano, i rapporti tra sopra e sotto, sinistra e destra, e davanti e dietro saranno tutti sbilanciati. Sopra e sotto, sinistra e destra, davanti e dietro e il punto centrale comune formano insieme il numero sette. Arrivare a formare il numero sette in questo modo significa essere una famiglia unita nel vero amore, con Dio al centro, dove tutte queste relazioni formano una sfera perfetta che concretizza l’armonia e l’unificazione. Spesso diciamo che sette è un numero fortunato; quando sentiamo dire tutto ciò a suo proposito, questa affermazione sembra credibile. Purché il vero amore non si modifichi, questa sfera ruoterà per sempre attorno al suo nucleo centrale senza mutare, realizzando l’ideale di una vera famiglia.

Inoltre, poiché tutto è collegato al nucleo, le posizioni uno, due, tre, quattro, cinque, sei e sette che partono da questo nucleo centrale sono tutte equivalenti. Se il nonno e i suoi figli e figlie vogliono qualcosa, e il nipote non si oppone, allora tutte e tre le generazioni desidereranno quel qualcosa. Nonno e nonna, marito e moglie, figli e figlie: seguono tutti il centro. Dal punto di vista dell’amore, diciamo che il rapporto genitore-figlio è unificante, così come lo sono il rapporto coniugale e il rapporto tra fratelli. Si crea un corpo solo. Attorno a cosa ruotano questi rapporti? Ruotano attorno al vero amore di Dio, che è il centro dell’amore. Sulla base del vero amore, genitori e figli, marito e moglie, e fratelli e sorelle si uniscono completamente. In questo modo il valore di ogni cosa diventa lo stesso. (299-114, 7.2.1999)

Sezione 2. La Famiglia è il Manuale dell’amore per poterci collegare all’amore universale

Che cos’è l’universo? Ogni cosa del creato è ideata come un manuale per aiutare gli adorati figli e figlie di Dio a trovare l’ideale dell’amore. Ecco perché ogni cosa esiste in un rapporto reciproco con un’altra. I minerali esistono sulla base del rapporto reciproco tra un partner soggetto e un partner oggetto e così pure gli atomi. Anche l’esistenza di protoni ed elettroni si basa sul rapporto reciproco tra partner soggetto e oggetto. Senza uno scambio reciproco tra i componenti, niente può continuare ad esistere. Niente può esistere per sempre senza un’azione di dare e avere. L’universo è allora un mondo creato in modo che il suo centro possa essere raggiunto solo attraverso gli esseri umani. (137-59, 18.12.1985)

Che cos’è l’universo? È un’espansione della famiglia. Se considerate una famiglia che ha realizzato completamente l’ideale dell’amore familiare, vedrete che è come composta da una parte superiore, una parte centrale ed una inferiore (genitori, marito e moglie, e figli); ha una parte sinistra e una destra, ed ha un davanti e un dietro. Questo è il principio. Quando parliamo di parte superiore e parte inferiore intendiamo i genitori e i figli, quando parliamo di sinistra e destra intendiamo il marito e la moglie, e quando parliamo di davanti e dietro intendiamo i fratelli e le sorelle.

Che cos’è che fa unire tutte queste persone? Non sono il potere, la conoscenza o i soldi. Allora cos’è che determina la loro unità? È l’amore. Questa è una verità assoluta: altrimenti, non si può formare la sfera. Allora, cosa sono il sopra, il centro e il sotto nella nostra famiglia? Sono un manuale d’amore. Un manuale d’amore attraverso il quale possiamo raggiungere l’amore universale. Mettete in pratica questi concetti nella società. In che modo dovremmo amare? Gesù disse: «Ama il prossimo tuo come te stesso». In che modo dobbiamo seguire questo insegnamento? Non è una cosa che le persone sappiano con certezza.

Quando nella vostra vita incontrate un anziano, trattatelo come se fosse il vostro stesso nonno. Trattate le persone come se fossero le vostre stesse madri, i vostri padri o i vostri figli. Dovreste tutti vivere così nel mondo. Le persone che rappresentano il sopra, il centro, il sotto, il davanti e il dietro, la destra e la sinistra, sono tutte in mostra nella sala di esposizione del mondo. Dovreste sapere che il mondo è una mostra di persone. Se riuscirete ad amare tutti con questo tipo di amore, Dio dimorerà in quell’amore. (128-22, 29.5.1983)

Cos’è il Regno dei Cieli? È il luogo dove amate la gente del mondo come la vostra stessa famiglia; le persone che così fanno sono i cittadini del Regno dei Cieli. Vostro nonno e vostra nonna, vostra madre e vostro padre, i vostri fratelli e sorelle e i vostri figli - che cosa sono queste quattro generazioni? Sono il manuale che vi permette di sperimentare profondamente l’amore, il vero amore dell’universo, in qualità di abitanti del Regno dei Cieli. La famiglia è la base, è una sorta di manuale che vi insegna questo amore. (129-95, 1.10.1983)

Noi non possiamo vivere senza imparare l’amore dell’universo. Dio ha preparato le cose come un manuale o un testo sacro contenenti delle promesse che dicono esplicitamente: «Ama tua nonna e tuo nonno. I tuoi nonni terreni sono inviati come rappresentanti dei nonni e delle nonne del mondo spirituale. Perciò se tu li ami, sarà per me come se tu avessi amato tutti i nonni e le nonne».

Poi Dio dice: «Poiché tua madre e tuo padre rappresentano gli innumerevoli madri e padri del mondo, come un manuale e un modello d’amore, se tu li amerai con tutto te stesso, lo considererò come se tu avessi amato tutte le madri e i padri. Inoltre, se tu, come uomo che rappresenta tutti gli uomini, ami una donna che rappresenta tutte le donne, sarà come se tu avessi amato tutte le donne». Poi Dio dice: «Io considererò l’amore che hai dato ai tuoi figli e figlie come se l’avessi dato a tutti i figli e le figlie». È per questo che la famiglia è il centro di addestramento per ricevere questa educazione.

È un processo di allenamento per amare il mondo secondo le Scritture. Possiamo chiedere agli allievi se ora possono, nella società, amare tutti i nonni e le nonne come i loro propri nonno e nonna; se diranno di sì, questo salverà il mondo. (130-273, 5.2.1984)

Sezione 3. Un Centro di addestramento all’Amore per entrare nel Regno dell’Amore

La volontà di Dio è realizzare il regno dell’amore. Se la volontà di Dio è sviluppare ed espandere il mondo ideale d’amore, la famiglia è il terreno di allenamento dove acquisire crediti, attraverso un percorso che va dal livello delle scuole elementari fino alla laurea e al dottorato. La famiglia si espande nel mondo. Se guardate il mondo attentamente, vedrete che questo è popolato da nonni e nonne, da persone adulte come i vostri zii e le vostre zie, da persone come i vostri fratelli e sorelle maggiori, da giovani e da bambini. Posti abitati da anziani, persone di mezza età, giovani e bambini sono come estensioni della famiglia. (147-281, 1.10.1986)

La famiglia è l’unità più piccola del centro di formazione ed è anche il manuale per entrare nel Regno dei Cieli. La famiglia è composta da tutti i livelli: il livello di nonno, di madre, di coppia e di fratelli. Questi livelli si espandono in gruppi più grandi di nonne e nonni, madri e padri, vostri coetanei, e vostri figli e figlie, e insieme formano l’umanità.

Solo le persone che sanno amare tutti gli esseri umani allo stesso modo in cui amano i loro sposi e i loro genitori, e li servono come loro figli e figlie, possono ereditare il Regno dei Cieli. È straordinario. È qui che si trova il diritto di ereditare tutto il potere e l’autorità del Cielo e della Terra creati da Dio. (143-285, 20.3.1986)

La famiglia è il manuale d’amore che vi permette di ricevere il diritto di essere registrati nel Palazzo della Pace e nel Regno dei Cieli, al momento della vostra morte.

La famiglia è un campo d’addestramento all’amore. L’estensione della famiglia è il mondo. Il mondo è composto da dei mondi più piccoli: c’è un mondo dei nonni, un mondo delle nonne, un mondo di padri e madri, un mondo di mariti e di mogli e un mondo di figli e di figlie. Quando questi si uniscono insieme, formano il mondo intero.

Così, se amerete le persone del mondo intero come amate la vostra famiglia e come amate Dio attraverso la famiglia, creerete una strada dritta, dritta verso il Regno dei Cieli. Non a caso, il primo comandamento è: «Amerai il Signore Dio tuo, con tutto il tuo cuore, con tutta la tua anima e con tutta la tua mente», e il secondo è: «Amerai il prossimo tuo come te stesso». Se amerete Dio e l’umanità, potrete realizzare qualunque cosa. Se non riuscirete a farlo, la vostra preparazione spirituale sarà stata vana. Non importa quanto la disciplina spirituale di una religione possa essere grande; se questa non saprà come amare Dio, l’umanità e l’intero universo, non supererà l’esame.

Nella famiglia dovreste sperimentare l’amore in maniera profonda seguendo il corso ufficiale del centro di addestramento, che è un microcosmo dell’intero universo, e poi espanderlo amando il mondo. Avete ereditato l’amore dalla vostra famiglia, il vostro campo d’addestramento, dove siete cresciuti con vostra madre e vostro padre. Se amerete i vostri genitori più di vostra moglie, e così anche i vostri figli e figlie, l’umanità e Dio, tutto sarà realizzato. Ciò non significa che dovreste abbandonare vostra moglie. Se amerete gli altri in questo modo, anche tutti quelli che ricevono il vostro amore finiranno per amare vostra moglie. Esiste forse una situazione più gloriosa? Se volete amare vostra moglie, seguite questa strada. (143-285, 20.3.1986)

Sezione 4. La Famiglia è il Modello per il Regno dei Cieli

Che genere di fortuna riceve una persona che si trova nella posizione di figlio? Eredita la fortuna dei nonni e dei genitori. Perché abbiamo bisogno dei nonni? Ne abbiamo bisogno perché con la loro vita rappresentano la storia del passato. I genitori rappresentano il presente e i figli simboleggiano il futuro. I figli contengono l’est e l’ovest e anche il nord e il sud. Sono anche il centro dell’insieme. Il centro dei nonni, il centro dei genitori, il centro dei figli e il centro di Dio – tutti questi centri sono fondati sul vero amore.

Così, amare e rispettare i vostri nonni significa ereditare ed imparare su tutto il passato. Voi imparate sul presente da vostro padre e amando i vostri figli imparate sul futuro. Cosa ereditate da vostro nonno e vostra nonna, e da vostra madre e vostro padre? Ereditate il vero amore.

Anche se vostro nonno e vostra nonna sono vecchi, sono uniti dal vero amore, e così anche vostra madre e vostro padre. Dovreste quindi essere come loro ed ereditare il futuro. Se non formiamo una vera famiglia, non possiamo assolutamente ereditare il futuro. Guardare queste tre generazioni è come guardare l’universo. L’amore dell’universo risiede nella vera famiglia che rappresenta il presente e il futuro.

Se osserviamo il mondo degli animali, vediamo che i maschi e le femmine si amano tra loro e ciò rappresenta il manuale da cui impariamo l’amore dell’universo. Senza una nonna e un nonno non ci sentiamo stabili. Solo con loro possiamo andare direttamente nel Regno dei Cieli. I nonni, la madre e il padre, e i figli, andranno tutti nel Regno dei Cieli.

Chi avrà amato i veri nonni, i veri genitori, i veri figli, la vera famiglia, la vera nazione e il vero universo andrà nel Regno dei Cieli. Il modello e il manuale per tutto questo è la famiglia. (162-140, 5.4.1987)

La famiglia è una sorta di modello, educativo che ci insegna come stabilire il Regno dei Cieli. Questo modello viene dal cielo. Se una persona ama tutte le persone del mondo dell’età di suo nonno come ama il proprio nonno, andrà nel Regno dei Cieli. Se ama le persone dell’età dei suoi genitori come i suoi genitori, potrà viaggiare liberamente in tutte le nazioni. Per lui non ci saranno confini anche quando andrà nel mondo spirituale. Se pensa ai giovani di tutte le nazioni come ai propri figli, egli potrà viaggiare liberamente nel Regno dei Cieli, nonostante i dodici cancelli scintillanti e le dodici direzioni.

Perciò la famiglia è un manuale che ci mostra come creare un collegamento con il Regno dei Cieli. Quando lo applicherete alla nazione, diventerete patrioti, quando lo applicherete al mondo sarete santi e quando lo praticherete in cielo e in terra, diventerete figli di Dio, o figlie e figli sacri. Le persone hanno questo desiderio. (137-77, 18.12.1985)

Dovete essere capaci di abbracciare i figli e le figlie di tutte le razze così come farebbero i loro nipoti. Dovete essere nella posizione di diventare i proprietari della famiglia che, come veri genitori, amano le persone di tutto il mondo con il vero amore. Stando nella posizione di rappresentare la famiglia che pratica il vero amore ed è collegata ai genitori originali attraverso l’amore di Dio, potrete finalmente entrare nel Regno dei Cieli.

Sezione 5. La Famiglia riunisce l’Amore di Tre generazioni

La famiglia abbraccia la storia, il presente ed il futuro. Allora, qual è il punto di arrivo al quale Dio ha aspirato per seimila anni? È la famiglia - la famiglia dove l’amore è interconnesso, dove tutti sono uniti nell’amore. Ogni cosa esistente entra a far parte del suo dominio.

Non possiamo tagliare il nostro rapporto con questa fonte assoluta d’amore. La formazione di questa famiglia era la missione originale che Dio aveva dato a Adamo ed Eva al tempo della creazione. Dio non voleva solamente un uomo, Adamo, ed una donna, Eva, ma immaginava una nuova famiglia dove essi sarebbero stati uniti. Questo era il punto di partenza nel creare gli uomini e le donne. Così, per entrare con certezza nel Regno dei Cieli, dovete trovare una famiglia e, nell’ambito di questa famiglia e di questo mondo, andare a vivere in un luogo dove potete sentirvi soddisfatti nell’amore di Dio. Solo allora potrete andare anche aldilà di questo mondo. (30-85, 17.3.1970)

Per sviluppare la dimensione dell’amore nella famiglia dovete amare incondizionatamente. I genitori rappresentano il passato, marito e moglie rappresentano il presente e i figli rappresentano il futuro. L’amore per il proprio coniuge nell’arco della propria vita equivale all’amore di Dio verso il mondo. La famiglia è un luogo dove genitori, marito e moglie e figli uniti insieme offrono il loro amore come un esempio rappresentando il cielo e la terra e dicono ai loro discendenti di seguirli. La patria originale del cuore - il luogo dove si sente l’affetto celeste - sarà ricordata in cielo e sulla terra. (30-78, 17.3.1970)

Cosa ha cercato Dio fino ad ora? Non ha cercato un partner soggetto, al contrario ha cercato un partner oggetto ideale. Ha cercato coloro che somigliano a Dio e possiedono gli aspetti interiori ed esteriori del mondo che Lui ha creato. Qual è il punto di partenza per arrivare a questo risultato? È la famiglia. Non c’è nulla che possa rappresentare l’universo meglio della famiglia. Essere uniti ai genitori permette al passato ed al presente di incontrarsi. Nella famiglia potete amare il passato amando i vostri genitori, amare il presente amando il vostro partner, e amare il futuro amando i vostri figli. Quindi potete sperimentare profondamente l’amore di tre generazioni. Il luogo dove questi tre tipi di amore si concentrano è la famiglia. (30-80, 17.3.1970)

Allora da dove inizia la vita nel Regno dei Cieli? Dalla famiglia. Non si sviluppa da qualche altra parte. Il Regno dei Cieli è semplicemente un’espansione della famiglia in tre dimensioni, non qualcosa che trascende l’ambito familiare. Quindi, quando abbracciate vostro marito o vostra moglie, dovete pensare che lui è un uomo del mondo che si unisce ad una donna del mondo. Il luogo dove potete porre la condizione di aver amato l’umanità non è altro che la famiglia.

Dovete vivere la vostra vita in questo modo. Amare i vostri genitori consente di collegare la storia al presente e preparare la strada che permette a Dio di arrivare a voi. Per questo dovete amare i vostri genitori. Amare i vostri genitori vi permette di instaurare un legame con gli uomini del passato, cioè unire il passato ed il presente. Inoltre, amare i vostri figli corrisponde a collegare il presente al futuro. La filosofia che pratica ed esalta questo amore per decine di migliaia di anni è il pensiero dell’Unificazione. (30-82, 17.3.1970)

Sezione 6. La Famiglia è il Centro di addestramento del Cuore

Non possiamo vivere separati dal cuore. Anche se foste presidenti di una nazione o aveste un’autorità a livello mondiale, non potreste vivere senza avere un posto dove poter esprimere la gioia del vostro cuore, non potreste sentire la soddisfazione più profonda attraverso le persone che sono sotto il vostro comando, i vostri funzionari o quelli che vi seguono. Dovete sperimentarla questa gioia nella vostra famiglia. Dovete poter tornare a casa e provare gioia attraverso vostra moglie e i vostri figli. Dovete essere orgogliosi di questa gioia di fronte agli altri. È una gioia fondamentale, non secondaria. La stessa cosa vale per Dio. Anche se Dio restaurasse il mondo intero, senza una famiglia non proverebbe gioia. Quindi abbiamo bisogno delle nostre famiglie. (25-85, 30.9.1969)

I genitori dovrebbero essere a capo della famiglia e gli insegnanti dovrebbero essere a capo delle istituzioni educative che rappresentano la società. I genitori vi crescono dandovi il latte, sostenendo il vostro sviluppo fisico e aiutandovi anche dal punto di vista emotivo. Allora a che cosa serve la scuola? Vi allena per la vostra vita nella società. Se la famiglia è un luogo di formazione per le emozioni, la scuola è un luogo di preparazione alla vita nella società.

Ma l’addestramento non è limitato alla società. Dove finisce? Nella nazione. La nazione ha un presidente. Perché le persone sentono la mancanza del presidente e vogliono essere vicino a lui? Quando hanno fatto tutte le esperienze, dalla famiglia alla società, passano al livello successivo. Il presidente è il frutto del terzo stadio, dopo gli stadi di formazione e di crescita. Il seme si divide, manda le radici verso il basso e un germoglio verso l’alto; poi, attraverso un’azione circolare, ha inizio la crescita. Dopo questa divisione avviene una sintesi e si producono i fiori e i frutti.

Le scuole formano le persone di cui la nazione ha bisogno educando un’élite qualificata a servire la nazione. Sono luoghi di formazione e di sperimentazione. L’addestramento non è la vita reale, ma uno stadio di preparazione. Non dovete fare la preparazione sbagliata. Che cos’è la famiglia? È un centro di addestramento per il cuore. È il luogo dove allenate il vostro cuore ad amare. Ecco perché dovete vivere amorevolmente come fratelli e sorelle nella scuola e lo stesso dovete fare nella nazione. L’educazione dei genitori è necessaria a scuola, nella società, e nondimeno nella nazione. I genitori devono trasmettere ai loro figli tutto ciò che riguarda il mondo del cuore. Devono creare una fondazione di cuore per i propri figli educandoli a seguire i loro passi, vivendo in determinati modi nella famiglia, nella società e nella nazione. (180-130, 22.8.1988)

Quando guardate una famiglia, non è detto che sia una buona famiglia solo perché ha una bella casa e vive in un buon ambiente. Viceversa, non importa quanto l’ambiente in cui vive una famiglia sia brutto o quanto povera sia la sua casa, se vi offre pace e potete collegare ad essa tutte le cose della vostra vita, allora è una famiglia buona. Tale famiglia ha una base di cuore dove i genitori e i figli vivono gli uni per gli altri. Questa è la patria originale dei nostri ricordi e la fonte della motivazione per tutta la vita. Quindi diventa la base che determina la nostra felicità. (29-16, 15.2.1970)

Sezione 7. La Famiglia è la nostra Patria Originale Eterna

La famiglia è un bel luogo. Perché? È un bel luogo perché lì ci sono mia madre e mio padre. È un bel posto perché lì ci sono mio fratello maggiore e mia sorella maggiore. È un bel posto perché lì ci sono mio fratello minore e mia sorella minore, ed è un bel posto perché lì ci sono i miei parenti. Gli esseri umani, dunque, hanno nostalgia del loro paese natale e della loro terra natia originale. Hanno un sentimento più profondo verso il loro luogo di nascita che verso la loro nazione. Desiderate ardentemente il vostro paese natale pur vivendo già nella Repubblica di Corea.

Qual è il luogo che desiderate ardentemente anche se vi piace la Corea, anche se volete vivere in Corea, e anche mentre vivete in Corea? È il vostro paese natale. Ma il paese natale, che tipo di luogo è? È un luogo dove il vostro cuore è sollevato in quattro direzioni e tre dimensioni. A cosa si riferisce questo cuore? Ad un luogo al quale siete legati dall’amore. Verso l’alto, siete legati a vostra madre e vostro padre; a sinistra e a destra, siete legati dal rapporto fra marito e moglie, verso il basso siete legati strettamente ai vostri figli e ai vostri parenti con un amore tridimensionale. Questo è il paese natio originale.

Le persone non possono fare a meno di provare un forte desiderio per il loro paese natale originale perché pensano che questo punto d’inizio della felicità, basato sull’amore, sia il migliore. Allora, secondo voi, che tipo di luogo è la patria originale di Dio? Dove pensate che sia la terra del paese originale di Dio in questo mondo? Dovremmo riflettere su queste domande. Se Dio è il Dio d’amore, sicuramente deve aver preparato un punto d’inizio per vivere su questa terra, e dov’è questo punto d’inizio? Per saperlo, dobbiamo capire in che modo Dio l’ha preparato. Che tipo di luogo può diventare il punto d’inizio della patria originale dove è possibile creare la famiglia di Dio? Non è altro che il luogo dove vive un figlio che capisce che Dio è il suo vero padre. In altre parole, è il luogo dove si trova il figlio, il figlio unigenito, che può monopolizzare l’amore di Dio. È anche il luogo dove dimora una figlia del genere. È il luogo dove questo figlio e questa figlia si sposano e stabiliscono una famiglia perfetta. (23-151, 18.5.1969)

Allora, chi ci dovrà essere nel paese natale originale? Ci dovranno essere le persone di cui sentite la mancanza. Ci dovranno essere i vostri genitori e i vostri fratelli e sorelle. Anche quelli che desiderate tanto incontrare dovranno essere lì. Se desideraste vivere lì insieme a loro, vi accontentereste di vederli solo per un momento? Sareste soddisfatti di incontrarli e vederli solo per poco tempo? Qualora li incontraste e viveste con loro, non vi dovreste stancare di vivere insieme a loro nemmeno per l’eternità. Dovete trovare questo posto. È il Regno dei Cieli che oggi le religioni stanno cercando di raggiungere. (23-80, 11.5.1969)

La ragione per cui sentiamo un grande desiderio del nostro paese natale originale è perché in quel paese ci sono genitori, fratelli, sorelle e parenti che sono più vicini a noi di chiunque altro. Ci guidano sempre, ci accolgono come facevano in passato ogni volta che li andiamo a trovare, ci comprendono, ci consolano e ci ricevono con gioia quando siamo in difficoltà. Senza questa accoglienza, anche se aveste desiderato ardentemente la vostra città natale e foste ritornati là, il desiderio disperato del vostro cuore sarebbe svanito e sareste tornati indietro con un sentimento di profondo rammarico. Dovete saperlo. Nel paese natale originale ci devono essere delle persone che vi danno il benvenuto. (23-80, 11.5.1969)

Sezione 8. La Famiglia è il Modello finale per realizzare l’Ideologia centrata sul Cosmo

Tutto si divide da una singola entità in molte, e alla fine si fonde in un insieme più grande. In altre parole, un’entità si divide in tante, poi si unisce di nuovo in una cosa sola. Da qui si divide nuovamente e diventa qualcosa di ancora più grande. Le famiglie esistono all’interno di questo oggetto creato più grande. Queste famiglie hanno tutte la stessa forma. La famiglia è il luogo dove si stabilisce il rapporto tra marito e moglie e che unisce marito e moglie. La tribù è un luogo che unisce le famiglie, e l’etnia è un luogo che unisce i clan. I gruppi etnici si uniscono insieme per formare una nazione. Qui le famiglie svolgono il ruolo centrale. (26-189, 25.10.1969)

L’espansione della famiglia forma il mondo orizzontale. Ecco perché nessuna società può farcela senza la famiglia. Se le famiglie non possono essere restaurate, neanche il mondo può esserlo. In seguito attraverso queste famiglie dovremmo realizzare l’ideale centrato sul cosmo. La parola cosmo unisce il cielo e la terra; essi sono come la mente e il corpo di una persona, che devono essere uniti. Proprio come un partner soggetto ha bisogno di un partner oggetto, un uomo ha bisogno di una donna. Dalla loro unione sfocerà una nuova famiglia. La base d’amore di Dio non si realizzerà senza lavorare attraverso la famiglia. (26-189, 25.10.1969)

L’ideologia centrata sul cosmo è una filosofia che unisce la mente e il corpo e si basa sulla formazione di una famiglia come corpo d’amore. Il carattere ju (宙) di cheon ju (cosmo) significa “casa”. Che rapporto ha questo con noi? Vuole dire che abbiamo bisogno di una famiglia. Se non riuscite ad unirvi nella vostra famiglia, non avete nulla a che fare con l’ideologia centrata sul cosmo. La famiglia serve da modello finale per realizzare l’ideologia del cosmo. Coloro che non possono intonare canti di pace e inneggiare alla felicità all’interno della famiglia, diventeranno persone miserabili o qui sulla terra o nel mondo spirituale. (26-189, 25.10.1969)

Da dove si realizza il Regno dei Cieli? Si realizza dalle nostre famiglie. Quindi la nostra ideologia è una centrata sulla famiglia. La parola COSM-ISMO (ideologia centrata sul cosmo) contiene i caratteri Cheon che significa “cielo” e JU che significa “casa”; perciò il significato è ideologia della casa celeste; così il senso di cosmo (CHEON JU) diventa chiaro. I sessantasei libri della Bibbia sono pieni di parole che esprimono il desiderio di una famiglia ideale. Inoltre, cos’è che tutti gli uomini desiderano? È avere una moglie ideale e allo stesso modo il desiderio più grande della donna è incontrare un marito ideale.

Non importa quanto orgogliosa e famosa possa essere una donna che ha conseguito un dottorato, il suo desiderio è incontrare un uomo ideale, un uomo che possa amare e con cui avere i suoi amati figli. Questa è la radice della felicità ed è qui che si trova l’ideale della Chiesa dell’Unificazione. L’inizio è la famiglia e la conclusione è la famiglia. (26-102, 18.10.1969)

Che tipo di ideologia è quella centrata sul cosmo? È l’ideologia centrata sui veri genitori. Se l’umanità non fosse caduta l’ideologia centrata su Adamo guiderebbe il mondo, essa non è altro che la via dei veri genitori, cioè l’ideologia della madre e del padre e non può esisterne una superiore a questa.

Perciò la Chiesa dell’Unificazione deve collegare il cuore all’ideologia celeste di famiglie ideali originali, attraverso la via dei veri genitori. Finché rimangono delle famiglie che hanno interiorizzato questa ideologia, la Chiesa dell’Unificazione non perirà. (26-201, 21 25.10.1969)

« Indietro Avanti »
^