Per Realizzare il Mondo di Pace

Salva come PDF

Banchetto della “World Summit Conference”

6 febbraio 2003 – Lotte Hotel, Seoul Corea

Illustri ex capi di stato, leader del mondo religioso, politico ed accademico che vi siete riuniti qui da tutto il mondo, rappresentanti diplomatici ed eminenti leader della Corea.

Vorrei iniziare congratulandomi con voi per i risultati che avete ottenuto per la pace mondiale attraverso la “Summit Conference”, e vorrei anche esprimervi il mio sentito apprezzamento per le vostre numerose espressioni di augurio in questa occasione del mio compleanno e di quello della Presidente Hak Ja Han. Vorrei offrire tutta questa gloria a Dio che ci ha protetto fino ad oggi.

In questa occasione significativa, vorrei condividere con voi le mie convinzioni sulla realizzazione di un mondo di pace. Di fronte alla nostra speranza per un mondo di pace, non c’è mai stato un tempo in cui l’intesa fra le religioni e la riconciliazione fra le persone religiose sono stati più urgenti di quanto lo sono oggi. Gli insegnamenti preziosi delle nostre religioni sono la fonte della saggezza che ha illuminato la storia umana, ma le persone religiose di tutte le fedi tendono ad avere tre punti deboli: uno, non sono realistiche, ma sono orientate verso il mondo dell’aldilà; due, sono di vedute ristrette e settarie; tre, possono essere fanatiche.

I leader religiosi devono essere capaci di abbracciare tutti con una mente aperta. Il vero dovere di tutte le persone religiose è superare le linee di divisione che rovinano la razza umana, in particolare le barriere fra le religioni. Le religioni non esistono per il loro successo personale o per la salvezza dei loro fedeli soltanto; esistono per realizzare la volontà di Dio. Le persone religiose non devono mai avere una mentalità ristretta o cercare la propria gratificazione. Quando uno vive con un cuore d’amore, tutti i muri sono abbattuti. I grandi fondatori di tutte le religioni hanno capito questo e hanno cercato di realizzare questo ideale. Dio è l’origine del vero amore. Poiché la caratteristica propria del vero amore cerca incondizionatamente di vivere per gli altri, il vero amore cerca sempre un partner reciproco.

È in relazione a questo punto che possiamo capire nel modo giusto la motivazione di Dio per la creazione e lo scopo della creazione. Dio ha realizzato il mondo della creazione come Suo partner reciproco per il vero amore. In tutto il creato, gli esseri umani sono stati messi in una posizione particolare, come i Suoi partner d’amore reciproco più intimi, ossia, come Suoi figli. Il primo uomo, Adamo, non era semplicemente un individuo; avrebbe dovuto anche essere l’origine della famiglia, della tribù, del popolo, della nazione, del mondo e del cosmo di vero amore. L’ideale di creazione di Dio era un ideale di armonia e di unificazione in cui ciascun individuo avrebbe vissuto per un partner reciproco in un regno di vero amore. Ma prima che questo ideale di vero amore si realizzasse, l’antenato dell’umanità disobbedì a Dio durante il suo periodo di crescita verso la maturità e cadde attraverso un amore falso.

Con la caduta cominciò il problema fra Dio e l’umanità. Ebbero origine scontri e conflitti fra Dio e Satana, fra l’umanità e Satana e fra le persone. Il fatto che ci sono state tante nazioni diverse e tanti conflitti testimonia questa verità. Possiamo trovare il punto d’inizio di un mondo ideale solo attraverso un movimento che è capace di superare e trascendere l’origine di queste miriadi di conflitti. La via per risolvere i conflitti e le lotte è l’amore altruista e sacrificale, vale a dire, “vivere per gli altri”.

La realizzazione della nazione ideale di Dio inizia da individui che pensano di dover amare i loro nemici. Il modo per conquistare i nemici non è attraverso una forza superiore. È possibile solo attraverso il potere del vero amore che abbraccia persino i propri nemici. Se piantate fagioli di soia, crescono fagioli di soia; se piantate fagioli rossi, crescono fagioli rossi e se piantate semi di fiori rossi, sbocceranno fiori rossi. Allo stesso modo, se seminate i semi di Satana che cerca la vendetta, crescerà un albero di vendetta, e se seminate i semi della bontà che ama i suoi nemici, crescerà un albero che ama i suoi nemici.

Se sorge una nazione formata da persone che hanno il sentimento di amare i loro nemici, questa nazione potrebbe diventare la terra ideale che Dio desidera. Potrebbe diventare il modello ideale che l’umanità può seguire. Negli ultimi trent’anni, senza riposarmi, mi sono totalmente dedicato a risolvere i problemi dell’America come la disgregazione della famiglia, l’immoralità sessuale, la corruzione dei giovani, il crollo della moralità e la decadenza del Cristianesimo. Nonostante tutti i miei sforzi, gli Americani, compresi molti cristiani, mi hanno frainteso, mi hanno perseguitato e mi hanno persino messo in prigione. Gli atteggiamenti negativi e le calunnie infami nei miei confronti sono continuati senza tregua, ma io mi sono rifiutato di lasciarmi prendere da sentimenti negativi di odio e di rancore ed ho continuato a vivere una vita di amore in cui ho costantemente dato a quelli che mi perseguitavano.

Non importa in che situazione possa essere, nella parte più profonda del mio cuore, io considero l’amore e la volontà di Dio come la cosa più importante. Per questo, man mano che il tempo passava, un numero sempre più grande di americani, soprattutto di cristiani, ha capito di nuovo il valore dei miei insegnamenti e della mia vita e posso vedere che stanno cambiando idea nei miei confronti. In un discorso pubblico ho detto loro direttamente: “I cristiani devono rispondere alla loro missione di realizzare la volontà di Dio che è la loro vera radice”. I Cristiani devono cambiare il loro atteggiamento e il loro modo di vita. Il fondatore del Cristianesimo ha insegnato: “Ama il tuo nemico”. Se i cristiani non riescono a realizzare questo principio fondamentale, l’unica strada che a loro rimane sarà la via del declino. Se questo succederà, sarà perché hanno lasciato le leggi sacre negli insegnamenti di Gesù che ci danno la vera libertà.

Se anche i mussulmani e i leader delle altre religioni sono capaci di realizzare un livello di amore più alto in termini di moralità e di vita vissuta per gli altri, i loro nemici potrebbero essere soggiogati attraverso il grandioso potere del vero amore anziché attraverso la forza esteriore. Io ho sempre detto ai leader del mondo occidentale che non devono ignorare o trascurare il miliardo e trecento milioni di mussulmani, i tre miliardi e quattrocento milioni di asiatici, o le persone delle altre religioni di tutto il mondo. Se l’America non riesce a capire il significato dell’esistenza di queste parti della grande famiglia umana, come possiamo pensare che questa nazione costruirà un futuro migliore e realizzerà un mondo di pace per i nostri discendenti?

Per la stessa ragione, come possono il mondo islamico o le persone delle altre religioni disprezzare o trascurare l’importanza della cultura in Occidente? Se ci disprezziamo gli uni gli altri o ci ignoriamo, allora per noi non c’è nessuna speranza. Tutti i leader religiosi devono diventare leader di un movimento mondiale per realizzare un amore più alto che abbraccia le altre religioni e società. Questo è il nobile insegnamento dei fondatori di tutte le religioni. Qual è la direzione che la volontà di Dio e la storia ci stanno chiedendo? L’ideale supremo di Dio è un mondo di pace e di unità attraverso il vero amore, un mondo che trascende la religione, la razza e la nazionalità, in altre parole, la realizzazione di “una famiglia umana”.

La meta di Dio non è la vittoria di una religione o di una ideologia, è la realizzazione di un mondo d’amore in cui tutti gli uomini vivono nella pace, nell’unità e nella gioia. Di fronte alla tendenza a raggiungere l’unificazione attraverso lo sviluppo tecnologico e materiale della società moderna, è responsabilità delle religioni mostrare la strada che porta alla realizzazione dell’armonia interiore e dell’unificazione.

Le religioni devono assumere la guida e fornire l’esempio in questa impresa. La storia sta chiedendo l’armonia e la cooperazione del mondo religioso. Questo non deve essere rimandato. È la santa volontà di Dio. Se questo non si realizzerà, le religioni decadranno. Per tutta la mia vita, ho insegnato sulla base della mia esperienza diretta del cuore di Dio e della volontà che Egli spera di realizzare.

Quello che insegno non è assolutamente una teoria speculativa. Dio è vivo e sta lavorando nella storia. È solo che, attraverso la caduta, gli uomini hanno perso la loro posizione originale e non potendo percepire completamente Dio, sono vissuti nel peccato e nella lotta. Anche se Dio è onnipotente e perfetto, quando non ha un partner reciproco adeguato, non può esprimere pienamente la Sua onnipotenza. Dopo che i nostri progenitori disobbedirono a Dio, Dio perse la base di bontà con la quale poteva stabilire un rapporto. Di conseguenza, la Sua bontà e la Sua potenza assoluta non hanno potuto essere espresse, ma la storia, nonostante ciò, è andata avanti.

Dio sta guidando la provvidenza per restaurare la Sua posizione e la volontà divina restaurando l’umanità al suo stato originale. Per restaurare l’ideale del vero amore, dei veri genitori e della vera famiglia che il primo antenato dell’umanità non poté realizzare, Dio sta portando avanti la provvidenza stabilendo delle persone con missioni come il secondo Adamo e il terzo Adamo. Io sono stato chiamato da Dio quando ero molto giovane e la mia missione di Vero Genitore è collegata a questi tipi di condizioni provvidenziali.

Illustri leader!

Vorrei dirvi di prestare profonda attenzione alla profezia che sto per fare. L’umanità è a un punto di svolta. Questa era è il tempo lungamente atteso in cui la potenza di Dio si manifesterà nella nostra vita, anche se Egli è invisibile e in passato è sembrato quasi che fosse impotente e non esistesse. È giunto il tempo in cui il potere assoluto di Dio, che è il Signore dell’ordine e delle leggi sante, che esiste veramente in tutte le cose e nell’universo, si manifesterà in modi straordinari e sarà sperimentato dalle persone nella loro vita quotidiana.

Questo è un evento miracoloso che è possibile perché è stata stabilita una solida base reciproca di bontà basata sui sacrifici e sull’amore incondizionato di Dio, dei Veri Genitori e delle persone giuste nel corso della storia. Da ora in poi, l’umanità gradualmente arriverà a percepire Dio e a capire il mondo spirituale e le opere delle persone in spirito. Gli individui diventeranno coscienti della loro persona interiore, chiamata il loro io spirituale, e la loro spiritualità si svilupperà.

In questo modo gli uomini sperimenteranno naturalmente le leggi dell’universo e diventeranno persone vere attraverso un chiaro cambiamento del carattere. Attraverso questo, le persone impareranno che l’ordine che esiste nell’universo e i rapporti fra gli uomini sono stati creati non per essere centrati su sé stessi o sul proprio interesse personale, ma piuttosto per vivere per il bene degli altri, in modo altruista. L’ideale della pace di Dio nella creazione originale è un ideale di unificazione. Il mondo stesso è formato attraverso un ideale di partner reciproci. È basato sulla premessa dell’armonia e dell’unificazione. Non si può realizzare nessun ideale di pace trascurando o facendo soffrire il proprio partner reciproco.

Quando i rapporti che si estendono sopra e sotto, davanti e dietro, a destra e a sinistra nel mondo spirituale e nel mondo fisico realizzano tutti l’armonia e l’unificazione e realizzano l’ideale del vero amore che opera vivendo per il bene degli altri, la pace perfetta si realizzerà. Di conseguenza, la felicità e la gioia di Dio saranno raggiunte assieme alla felicità e alla gioia dei Suoi partner reciproci, gli esseri umani. Inoltre, gli scopi individuali di tutti gli esseri creati si devono realizzare in relazione ad uno scopo più grande, cioè ad uno scopo pubblico. L’ordine di tutto l’universo è stabilito in modo tale che attraverso il collegamento di questi scopi duali si stabilisce l’unità ed una grande armonia.

Ma attraverso la caduta gli uomini, che tradirono Dio e caddero nell’ignoranza, sono vissuti disobbedendo all’ordine originale dell’esistenza sotto il dominio dell’avidità egoistica che è la natura caduta. Le persone sono vissute dando valore alle cose private più che alle cose pubbliche, e agli scopi privati più che agli scopi pubblici. Il risultato parla da sé. Non hanno potuto garantire la continua libertà, pace o felicità. Le persone che sono andate avanti lottando e scontrandosi con gli altri mentre perseguivano il piacere centrate su loro stesse, sulle cose fisiche o sulla forza esteriore, ora sono miseramente immerse nell’infelicità.

Adesso è il tempo in cui le persone devono riflettere su sé stesse ed ascoltare la voce che viene dal Cielo. Attraverso il beneficio della provvidenza, ora il Dio vivente si è avvicinato a noi. Da ora in poi, le persone avranno tante esperienze spirituali che prima non potevano avere, cioè comunicheranno con il mondo trascendente. Attraverso queste continue esperienze spirituali, le persone saranno influenzate direttamente e indirettamente. Specialmente le persone che sperimentano l’ispirazione di Dio e degli spiriti buoni avranno i loro sensi spirituali sviluppati centrati su Dio, e sperimenteranno dei cambiamenti essenziali nella loro personalità. Le persone che cambiano la loro personalità in questo modo per adattarsi alla via del cielo, sono le persone vere, in cui Dio ha sperato.

Dobbiamo tutti realizzare il vero amore che ci libera per amare i nostri nemici, diventare persone vere che hanno una giusta comprensione del mondo spirituale, diventare veri genitori e stabilire delle vere famiglie. Questa trasformazione personale è il punto d’inizio del mondo di pace. È il punto di inizio della nazione ideale che Dio desidera. Per la persona che non è capace di stabilire una vita famigliare armoniosa e ideale, diventando una incarnazione del vero amore, non ci può essere nessun mondo ideale o nessuna nazione ideale in cui può vivere felicemente, cantando canzoni di pace e di gioia. La patria ideale che Dio desidera si realizzerà attraverso la via di amare i propri nemici. Si realizzerà dove si stabilisce la tradizione di amare i nemici di sé stessi, della propria famiglia, della propria tribù, della propria nazione e del mondo intero. Tante persone sperano che le Nazioni Unite risolveranno i problemi del mondo e riusciranno a stabilire la pace mondiale. Senza dubbio le Nazioni Unite hanno operato sotto certe limitazioni, ma non riuscendo a riconoscere l’importanza delle religioni e della spiritualità, hanno scelto una strada che non ha potuto fare a meno di compromettere la loro influenza. Il risultato è che nell’analizzare i problemi della realtà attuale e nel cercare di risolverli, l’ONU ha considerato solo un aspetto. Se questo continua, l’ONU non sarà capace di realizzare lo scopo per cui è stata fondata e la sua importanza in futuro diminuirà.

Per realizzare l’ideale di un modo di pace in maniera fondamentale e globale, ancora una volta io propongo che le Nazioni Unite stabiliscano una assemblea costituita da rappresentanti di tutte le religioni. In quel momento i rappresentanti devono adottare l’ideale centrale che i loro fondatori hanno cercato di realizzare e devono farlo con saggezza, dando l’esempio, nella loro personalità, di un amore vero che può servire da modello per tutti. Io spero che tanti leader prendano sul serio questa proposta e continuino a lottare per stabilire una assemblea di leader religiosi e spirituali globali all’interno delle Nazioni Unite.

Per tutta la vita ho lavorato incessantemente allo scopo di realizzare la nazione in Cielo e sulla terra che è la volontà del vero amore di Dio. Durante questo tempo ho insegnato non solo ai leader del mondo religioso, ma anche a quelli del mondo politico, filosofico, accademico, economico, dei media e delle organizzazioni non governative, che dobbiamo “vivere per gli altri”. Io non ho insegnato solo dei concetti, ma ho mostrato la strada e ho dato l’esempio.

Su questa fondazione mondiale, ho stabilito la Interreligious and International Federation for World Peace e ho nominato Ambasciatori per la Pace in tutto il mondo. Questo era per educare dei leader che realizzeranno il mondo di pace e di armonia eliminando i confini che causano lotte e conflitti e servendo da esempi viventi di vero amore altruista. Inoltre, sto costruendo “Ambasciate di Pace” in ogni nazione del mondo come basi per il nostro movimento di pace e il nostro movimento di servizio, e come centri educativi per insegnare e realizzare la visione e la saggezza promossa dalla nostra IIFWP.

Chiedo sinceramente che voi leader ricreiate le vostre famiglie e le vostre nazioni attraverso il vero amore. Io spero che darete il vostro aiuto e sostegno per realizzare la visione della Interreligious and International Federation for World Peace, che sta lavorando tanto duramente per stabilire il mondo di pace, vero ed eterno, che Dio desidera, un mondo senza confini nazionali.

Sperando che questa conferenza sia stata per voi fonte di esperienze produttive ed ispiranti che condurranno ancora più presto alla realizzazione del mondo di pace, concludo il mio discorso.

Grazie.

Salva come PDF

^