La Patria di Dio e il Regno di Pace

Salva come PDF

27 gennaio 2004 – Chamshil Gymnasium, Seoul Corea

Onorevoli capi di stato attualmente in carica ed ex capi di stato, distinti leader mondiali, signore e signori, vorrei esprimere il mio profondo apprezzamento per le tante espressioni di congratulazioni in questa occasione del compleanno mio e di mia moglie. Ma questo non è per noi; vorrei offrire tutto ciò in gloria a Dio, che ci ha protetto fino ad oggi. Quando eravamo giovani siamo stati chiamati da Dio e abbiamo dedicato tutta la nostra vita a realizzare la Sua volontà. Perciò io non posso accettare le vostre congratulazioni senza includere Dio in questa celebrazione.

Come mio discorso, questa sera, vorrei parlare su “La Patria di Dio e il Regno di Pace”.

Signore e signori, che tipo di mondo si sarebbe realizzato se Adamo ed Eva, i primi antenati dell’umanità, non fossero caduti? Adamo sarebbe diventato il capo di quella famiglia, il leader tribale di quella tribù e il re di quella nazione. Quel mondo avrebbe avuto inizio dall’ideale di Adamo e sarebbe diventato il mondo di Adamo dove sarebbero esistiti solo la tradizione, la lingua, la cultura e il modo di vita di Adamo. Quel mondo sarebbe stato la patria di Adamo così come la patria di Dio.

Purtroppo, però, la storia umana ebbe inizio con la caduta dei nostri primi antenati. Il nostro mondo fu ridotto ad essere sotto il dominio di Satana, un mondo che non aveva nulla a che fare con Dio. L’umanità era originariamente destinata a stabilire e a vivere in un regno di pace per l’eternità, con Dio come suo Vero Genitore. Invece la razza umana divenne schiava di Satana, l’origine del male, risiedendo in un mondo tormentato dal peccato e dalla sofferenza. Questo ha portato a Dio una grande angoscia.

Per favore, pensate a questo in relazione alla vostra vita personale. Contrariamente alla volontà del Creatore, la nostra mente e il nostro corpo, sono in costante lotta e conflitto. C’è mai stato qualcuno che ha unito completamente la mente e il corpo? Fra i sei miliardi di persone di questo mondo oggi, c’è mai stato qualcuno che è vissuto in accordo al rapporto originale dove il corpo è completamente sottomesso alla mente? Che dire delle società e delle nazioni del mondo d’oggi? Le barriere del conflitto e dell’egoismo radicate nella mente e nel corpo degli individui esistono persino tra le società e le nazioni come una fortezza inespugnabile. Gli esseri umani avrebbero dovuto vivere come fratelli e sorelle, eppure la lotta interrazziale che vediamo oggi rimane tuttora un problema cruciale che minaccia la pace mondiale. Originariamente le religioni avevano la missione di ridare vita alla spiritualità dell’uomo, realizzando così la volontà di Dio e invece si sono perse nella palude del pregiudizio e del conflitto. Questo è aumentato sempre più fino al punto in cui oggi le vediamo usate come strumenti di spargimento di sangue e di guerra.

Dove ci conduce la nostra mente originale? Ci indica che desideriamo vivere oppressi entro i tanti muri e confini che ci circondano? No. Il mondo che desideriamo è un luogo dove non si vedono né barriere né confini. È un mondo di libertà e di pace. Tutte le persone desiderano questo tipo di patria originale. È la patria che Dio cerca di stabilire da migliaia d’anni. Allo stesso modo è la patria che l’umanità ha desiderato ardentemente in tutto il corso della storia. Naturalmente, quando si parla di “patria” questo può stare ad indicare una particolare nazione, ma la patria originale non può essere paragonata a nessuna nazione del mondo secolare di oggi.

Per stabilire una nazione è necessario che ci siano una sovranità, un popolo e un territorio. Quando guardiamo la storia, possiamo vedere l’ascesa e la caduta di nazioni, innumerevoli passaggi di sovranità e un gran numero di vite sacrificate in questo processo. Tutti questi martiri sono morti nella speranza che un giorno sarebbe apparsa la patria originale. Questo però non vuol dire che gli Stati Uniti o la Corea o qualunque nazione possano diventare la patria che queste persone hanno ansiosamente desiderato. Sarà un luogo dove non c’è né democrazia né comunismo. Una simile patria non avrebbe necessità di nessuna religione. È un mondo che non commette la follia di cercare di misurare il valore di una persona dal colore della sua pelle. È un luogo che non permette nessuna forma di frontiera o di confine nazionale, comprese le barriere che dividono la mente e il corpo in seno ad ogni individuo, portando dolore a tutti loro.

Signore e signori!

Questo pianeta terra su cui viviamo, l’intero globo, è proprio la patria che l’umanità ha ansiosamente desiderato. È la patria che Dio ha desiderato ardentemente per decine di migliaia di anni. L’umanità ora ha la responsabilità di stabilire una nazione globale, che sia conforme allo standard di Dio, ed eliminare il male da questa terra, sottoponendo a giudizio Satana che fino ad ora è stato l’acerrimo nemico dinanzi al cielo. Nel far questo, un regno celeste di pace sulla terra, fondato sulla bontà, sarà realizzato. Non dobbiamo mai dimenticare che questo è stato il desiderio di Dio, il desiderio di Gesù e il desiderio dei nostri antenati che hanno dato un contributo al corso della provvidenza di Dio seguendo la via del martirio.

Ma questo tipo di mondo ideale non si crea automaticamente. Non è qualcosa che chiunque può avere solo desiderandola. È impossibile realizzarlo a meno che noi, la progenie della caduta, non riceviamo una nuova linea di sangue attraverso la Benedizione in Matrimonio e pratichiamo una vita di vero amore. Allora, cos’è una vita di vero amore? In sostanza è “Vivere per gli altri”. È vivere per amore degli altri prima ancora di desiderare che l’altro faccia qualcosa per voi. È una vita di donazione per il bene altrui dimenticando di avere dato. Non è dare nella speranza di ricevere qualcosa in cambio. È una vita dove date e date, rimpiangendo soltanto di non aver dato di più. E persino mentre date, chinate il vostro capo in umiltà. Così Gesù disse: “Non c’è un amore più grande di quello di chi dà la vita per i suoi amici”. Disse anche che “Chiunque si esalta sarà umiliato e chi si umilia sarà esaltato”. Persino il nostro Creatore onnipotente, Dio, non si impegnerebbe nella creazione o nella distruzione a Suo capriccio, incurante dei principi della creazione che Lui stesso ha stabilito.

Perciò questo è il motivo per cui io ho condotto la provvidenza della Benedizione in Matrimonio nel corso degli ultimi decenni. L’umanità, che aveva ereditato la vita falsa, l’amore falso e la linea di sangue falsa a causa della caduta dei primi antenati umani, non ha avuto altra scelta che vivere questo tipo di vita falsa. Così mia moglie ed io abbiamo iniziato questa missione celeste dei Veri Genitori. Per tutta la nostra vita abbiamo seguito un corso solitario per realizzare questo mandato celeste di eliminare Satana, il diavolo, attraverso la provvidenza della Benedizione in Matrimonio e, come Veri Genitori, trasmettere in eredità la vera vita, il vero amore e la vera linea di sangue all’umanità. Sapevamo che Dio non poteva far nulla riguardo alla linea di sangue falsa perché era stata piantata dai genitori falsi. Su questa base vittoriosa di aver realizzato tutte le condizioni d’indennizzo necessarie, mia moglie ed io siamo nella posizione di Veri Genitori. Abbiamo moltiplicato la vera linea di sangue separando l’umanità dalla linea di sangue dell’albero d’olivo falso ed innestandola nell’albero d’olivo vero. Un albero d’olivo falso rimarrà sempre un albero d’olivo falso, persino dopo che sono passate migliaia d’anni; solo innestandolo al vero olivo, la linea di sangue può essere cambiata.

Signore e signori!

L’era luminosa del cielo è su di noi adesso. Per favore, accettate il mio messaggio con speranza. La storia della Benedizione in Matrimonio è iniziata solo con tre coppie negli anni 1960 ed ora ha raggiunto 400 milioni di coppie in tutto il mondo. Inoltre, ci sono più di 120 miliardi di coppie benedette che vivono nel mondo spirituale. Il campo del vero olivo sta ora superando il campo degli olivi falsi. Tutte queste famiglie benedette sono unite in una vita dedicata a vivere per gli altri. La vita dei veri alberi di olivo, attraverso la vera linea di sangue, sta ora diffondendosi rapidamente in tutto il mondo. In questo modo la Patria di Dio e il Regno di Pace, una nazione di gioia e di felicità, una nazione di libertà e di eguaglianza, senza muri o confini nazionali, sarà realizzata su questa terra.

A questo scopo il 3 ottobre 2003 ho fondato le Nazioni Unite di Pace a New York negli Stati Uniti. Compiendo la provvidenza di Dio, queste Nazioni Unite di Pace stanno sviluppando iniziative di una dimensione rivoluzionaria che farà scuotere il cielo e la terra. Educando ognuno dei sei miliardi di persone che vivono su questa terra, e dando loro la Benedizione in matrimonio, noi stiamo costruendo la patria di Dio, la nostra patria, dove l’intero globo diventa la nostra casa, la mia casa. La nostra meta è già stabilita. La bandiera delle Nazioni Unite di Pace sta già sventolando in alto. Il grido di battaglia della vittoria sta erompendo in tutto il mondo. Sono riportate vittorie in America, in Europa, a Gerusalemme, in Palestina, in Giappone e in Corea. Nulla è impossibile con Dio e i tanti martiri, patrioti, santi e saggi del mondo spirituale stanno correndo con noi al nostro fianco.

Dicono: “Benedetti coloro che hanno fede”. In questo giorno significativo, vorrei chiedere a tutti voi di imprimere questo messaggio nel profondo del vostro cuore. Prego che tutti voi vi unirete nella grazia della Benedizione in Matrimonio e creerete una grande rivoluzione della linea di sangue. Spero vivamente che tutti voi diventerete dei valorosi soldati del cielo, che stanno coraggiosamente sulla prima linea della provvidenza di Dio per costruire la patria di Dio su questa terra, in modo che il Regno di Pace possa prosperare per tutta l’eternità.

Grazie infinite.

Salva come PDF

^