La Battaglia è Cominciata

Salva come PDF

9 gennaio 1972 – San Francisco

Oggi vi ho fatto una sorpresa visitandovi, sono molto contento e mi sento molto privilegiato di vedervi. Abbiamo fatto una visita a New York pochi giorni fa sostandovi per tre notti, poi siamo tornati indietro. I nostri membri là si stanno preparando per una serie di convegni che faremo, per i quali abbiamo stipulato un contratto con il Lincoln Center: The Revival Meeting. Questo revival meeting costituirà la mia prima apparizione in pubblico.

Nato e cresciuto in Corea, ho attraversato molte difficoltà e persecuzioni per la causa di Dio. Ora mi trovo qui negli Stati Uniti e penso sia una occasione importante il tenere un pubblico discorso in questo tempo. Credo di aver posto la fondazione per far ciò. Ora che l’abbiamo, penso che sia il tempo di mobilitare tutti i membri degli Stati Uniti per una sola causa e con un solo fine. In questo tempo noi ci dirigeremo verso un unico scopo. Il tema di stasera è: “La Battaglia è Incominciata”.

La nostra non è una lotta basata sul mondo visibile. Noi stiamo lottando sul livello spirituale per l’invisibile scopo di Dio; poi combatteremo anche sul piano fisico. Quello che accade nel mondo fisico non è provocato soltanto dall’uomo e dalle cose visibili, ma anche il mondo spirituale è mobilitato e causa degli effetti nel mondo fisico. Così dobbiamo essere decisi a guadagnare ed ottenere la vittoria su entrambi i livelli.

Allora il problema è su quale livello dobbiamo convogliare i nostri sforzi – sul livello fisico o sul livello spirituale? Al fine di poter ottenere la vittoria sul piano fisico dobbiamo conoscerne la causa. La causa proveniente dal mondo spirituale è connessa all’individuo. Essa si espande poi alla famiglia, alla tribù, alla nazione e al modo intero. Chi ha conseguito la vittoria sul livello individuale, deve poi allargare la sua attività a livello familiare e quindi a livelli più vasti. Dopo aver conquistato il livello familiare deve diffondere il messaggio o l’attività sul livello tribale, nazionale, mondiale. Come leader egli deve essere vittorioso su tutti questi livelli. Dopo aver superato tutti questi piani egli li collegherà col mondo spirituale; le cose che accadono nel mondo fisico senza rapporto col mondo spirituale non hanno significato.

A questo punto il problema è: che cosa sbarra la via? Qual è l’ostacolo situato sul percorso? È la potenza di Satana, e le persone comuni non lo sanno. La cosa più importante è conoscere come impedire a Satana di sbarrare la via sul livello individuale, tribale, nazionale e mondiale. La potenza satanica opera in mezzo a noi con stretto legame con ciò che stiamo facendo. Le persone comuni non lo sanno, ma intorno a un individuo vi sono degli spiriti che stanno lavorando su di lui o attraverso di lui, compresi i suoi antenati.

Così dobbiamo essere molto prudenti allo scopo di impedire loro di trattenerci. Vi sono implicati alcuni problemi pratici: il problema è come impedire a Satana di venire contro di noi. Il male ebbe inizio quando un essere divenne arrogante e si mise in una posizione preminente. L’opposto dell’arroganza è l’umiltà: essere umile è il primo punto. Noi dobbiamo prendere la posizione opposta a quella che fa piacere a Satana, altrimenti non possiamo riuscire. Invece di essere arroganti dobbiamo porci in una posizione di sacrificio e fare cose a prezzo della nostra vita. Noi dobbiamo condurre una vita nella quale siamo dei servi. Questa è la differenza tra Dio e l’uomo e tra il bene e il male. Come individui potrete essere buoni o cattivi, dalla parte di Dio o dalla parte dell’uomo.

Come individui noi abbiamo uno spirito invisibile e un corpo visibile. La nostra mente appartiene al modo spirituale invisibile e il nostro corpo appartiene al mondo fisico. L’essere, l’io, è tra questi due. Noi dobbiamo costituire il nostro spirito come base sulla quale Dio possa lavorare. Noi chiamiamo questa base: “Coscienza umana”. Il nostro corpo è la base sulla quale lavora Satana. Così le due parti sono in lotta l’una con l’altra: il nostro corpo fisico ci stimola sulla via dei bisogni materiali; la nostra mente spirituale è diretta verso le cose appartenenti al cielo. In noi stessi queste due forze sono in lotta tra loro e noi andiamo a zig-zag: talvolta offrendoci di seguire la via della carne e talvolta la via della nostra mente spirituale. Quando siamo centrati sulle cose del piano fisico, Satana è portato a condurci lungo la via materiale. Quando siamo diretti verso le cose spirituali, il Cielo è dalla nostra parte. Il maestro di religione pensa sempre a come unire queste due parti.

Il nostro corpo e la nostra mente, sono costantemente in opposizione l’uno con l’altra. Io non credo ci sia qualcuno che possa dire con sicurezza che il suo corpo e la sua mente sono completamente uniti. Ebbene, c’è qualcuno di voi che è sicuro di questo? “No!”. Voi dite: no! Quindi è vero che siamo sul campo di battaglia con queste due forze in lotta fra loro. Il problema è se la nostra mente potrà conquistare la vittoria sul corpo materiale o se il nostro corpo fisico vincerà sulla mente spirituale. Abbiamo solamente due modi per conquistare il nostro corpo fisico. Uno è di eliminare le esigenze materiali con forza e con violenza. Le religioni ci aiutano a conquistare la vittoria sulle esigenze materiali e ci insegnano il sacrificio e il servizio anche a costo della vita. Ogni vera religione fa questo, altrimenti non può chiamarsi tale.

Il Cristianesimo è così, il Buddismo pure e lo stesso vale per tutte le altre religioni. Noi digiuniamo e passiamo attraverso difficoltà e privazioni per vincere le esigenze materiali; vogliamo indebolire la parte materiale delle cose e vogliamo condurre la parte fisica allo spirito, ma questa non sempre vuole seguire la via dello spirito. Il Cielo ci insegna un’altra via: dobbiamo moltiplicare gli sforzi sulle cose spirituali, così che la bilancia di forze penderà dalla parte spirituale, per far ciò dobbiamo pregare molto e lavorare molto per la causa di Dio.

Le religioni di maggior importanza ci insegnano ad orientare i nostri sforzi verso le cose spirituali più elevate, eliminando le nostre esigenze fisiche. In tal modo, dopo che abbiamo raggiunto un certo punto, il Cielo può lavorare e noi sentiamo una tremenda forza scaturire nella nostra mente spirituale. Se non vogliamo sottoporre la nostra parte fisica a difficoltà e privazioni, essa potrà seguire la nostra parte spirituale col secondo metodo. Questi due metodi sono importanti: primo eliminare la parte fisica, secondo porre maggior sforzo sulla parte spirituale.

Noi andiamo a zig-zag in questo modo, ma, dobbiamo sforzarci maggiormente nella parte giusta o spirituale in modo tale che finalmente il traguardo sarà raggiunto nella parte del bene. La vita religiosa ci guida, attraverso le lotte, al bene o parte spirituale e non permette di arrivare al di là del limite della parte cattiva o parte satanica. Quando del non seguire la carne o Satana avrete fatto un’abitudine, avrete costruito la vostra vita nel bene e nella parte spirituale, allora vi ritroverete interamente rinnovati; non sarete più l’individuo che si comporta in tanti modi, ma la vostra nuova identità sarà guidata dalla causa celeste. Più in alto voi andrete e più vicini sarete alla meta che cercate, anche se avrete ancora da combattere vi sentirete più forti. Allora sia la vostra mente che il vostro corpo saranno più vicini a Dio. Anche se non staremo a pregare troppo intensamente e senza sforzarci molto, ci troveremo a seguire la via attraverso la quale Dio vuole averci. In questo caso Dio lavora in noi e dimora in noi; noi allora realizziamo insieme a Dio la nostra vita. Quando Dio è contento e felice noi diventiamo felici; quando Dio si sente addolorato, noi proviamo la stessa cosa. Senza aver raggiunto questo punto non possiamo chiamarci figli e figlie di Dio. Attraverso tutto il corso della storia umana gli uomini hanno brancolato nell’oscurità, cercando di dirigerci verso la meta giusta, ma, talvolta hanno vinto la battaglia, talvolta sono stati sconfitti. Percorrendo la via vacillando, alcuni hanno conseguito la meta dalla parte del bene e altri hanno fallito. Voi però siete destinati ad andare sulla via giusta.

Supponiamo di aver raggiunto la metta, questo non basta. Dopo che abbiamo vinto la battaglia sul livello individuale c’è ancora una lunga strada da percorrere. Il male o Satana è ancora lì che lavora a tormentare la nostra famiglia. La battaglia è di portare la nostra famiglia dalla parte di Dio. Se un uomo ha conseguito questa posizione vuole portarvi anche sua moglie: entrambi devono lottare per conquistare la meta anche sul livello familiare. Se una famiglia ha supposto di poter essere vittoriosa deve essere capace di vincere Satana. Quanto tempo pensate possa prendere questa battaglia?

Quando una coppia è benedetta in matrimonio divino, le viene lasciata una battaglia da superare. Ma questa volta i due saranno uniti a lottare contro Satana. Non è un’impresa facile per un uomo fare che sua moglie gli ubbidisca e per una donna che suo marito sia completamente in armonia con lei. Essi possono ritenere di essere uniti, ma amarsi soltanto ed avere interessi comuni non basta. Per essere veramente uniti essi devono continuare la via di sacrificio e servizio. Dopo che essi hanno vinto la battaglia sul livello coniugale ne viene lasciata ancora una: vale a dire la via del bene centrata sui figli. Questo è un argomento molto complesso. Solo dopo che siamo diventati vittoriosi come marito, moglie e figli insieme, possiamo dire che la nostra famiglia ha realizzato il Principio della Creazione, l’Ideale della Creazione. Prima il padre e la madre diventano uno, poi i figli devono diventare uno con i genitori e formare la perfetta Fondazione delle Quattro Posizioni. Dio non ha visto una famiglia sola sulla terra che abbia raggiunto questa posizione. Non c’è un individuo che abbia ottenuto vittoria sopra la forza satanica, e non parliamo della gamma familiare. L’Ideologia di Unificazione non vuole che solo l’individuo raggiunga la meta, ma che la famiglia ottenga ciò, compresi i figli.

Queste sono tutte le battaglie: battaglie del mondo spirituale e del mondo fisico insieme. In questo combattimento voi siete i soldati e dovete essere decisi a vincere. Ci devono essere due voi, il vecchio voi e il nuovo, il nuovo voi di speranza. Ci devono essere la vecchia famiglia e la nuova famiglia di speranza. Anche vostri figli devono diventare nuovi per poter essere i vostri autentici figli e figlie. Se non siete capaci di far questo, non potrete essere pienamente vincitori sui livelli individuale, familiare, tribale, nazionale e mondiale.

Bene, il problema è dove iniziare la battaglia. La battaglia è proprio nel nostro movimento, nella nostra famiglia unificata. Io voglio che voi conosciate i dettagli e particolari di come vincere il combattimento, almeno sul livello individuale e familiare, compresi i vostri figli. Avete fiducia che in questa lotta sarete vincitori? Il nostro Maestro è passato attraverso queste lotte lungo tutta la sua vita. Nella battaglia egli ha avuto l’esperienza di essere attaccato dall’intera moltitudine di Satana nel mondo spirituale. Egli non ha indietreggiato, non è stato soggiogato, ma è stato vincitore. Questo spiega come il nostro Movimento di Unificazione ha avuto origine. Senza la sua vittoria egli non avrebbe potuto iniziare la sua missione sulla terra. Dopo che egli ha iniziato la sua missione sulla terra, Satana è venuto ad attaccarlo qui. Dio è stato in lotta con Satana, sin dalla caduta dell’uomo. Dio lotta contro Satana su entrambi i livelli fisico e spirituale. Satana è terribile a combatterci. Qual è il nostro nemico in questa lotta? I vostri cari, quelli che sono più vicini a voi, sono sempre di più colpiti.

Suppongo avrete sperimentato spesso che quando volete condurre al Movimento degli estranei, allora succede qualcosa che impedisce loro di venire. Avete avuto questo genere di esperienza? Certamente sì. Io penso che voi stessi lo avete sperimentato. In questo caso dovete lottare contro il potere satanico che sta combattendo contro di voi e dopo averlo vinto potete procedere alla fase successiva. Nel far ogni cosa, i nostri membri sono passati attraverso queste battaglie su livelli individuali, familiari, di gruppo, nazionale e mondiale. Io ho attraversato alcune impreviste difficoltà nel venire negli Stati Uniti. Ma ora sono qui davanti a voi. Dopo aver attraversato tutte queste difficoltà, dobbiamo superare il limite nello sforzo della parte del bene. Finché non giungiamo il massimo, o il culmine della battaglia, noi preferiamo difenderci e non attaccare. Ma dopo aver raggiunto l’apice possiamo attaccare la forza di Satana.

Gli Stati Uniti sono la nazione guida nel mondo democratico, e io penso che per noi sia molto importante avere un pubblico convegno negli Stati Uniti. Bene, io non ho troppa voglia di farlo, ma lo farò lo stesso perché voglio essere allineato con la dispensazione celeste. In Corea abbiamo avuto alcuni pubblici convegni, ma in quelle occasioni non ho parlato nemmeno una volta. Quasi tutti i coreani hanno udito del loro Maestro, ma non molti lo hanno visto personalmente. Recentemente vi sono state molte persone note, che volevano vedermi, ma io ho rifiutato. Questo viaggio (giro del mondo) è il terzo. Il primo e il secondo viaggio rappresentavano il periodo fino allo stadio di crescita: questi due appartengono alla caduta. Lo stadio di perfezione dell’essere intatto dall’invasione satanica. Centrata sulla Corea, la situazione mondiale è peggiorata. Il terzo viaggio ha grande significato. Se noi portiamo avanti il nostro programma in questo tempo ci troveremo a dover fronteggiare il Comunismo. Quando io comincio a parlare dimentico il tempo e tutto quanto. La signora Choi chiede quanto dovrò parlare ancora. Bene, concluderò…

Gli Stati Uniti stanno indietreggiando nella lotta contro il Comunismo. L’ideologia democratica che riconosce l’esistenza di Dio non può essere sconfitta dal Comunismo che nega Dio. Lasciate che mi spieghi. La Storia della Provvidenza defluisce così: prendendo paragone un uomo, la dispensazione celeste prima scende qui, al livello del capo. Fino all’attuale periodo la storia è stata guidata o controllata dalle persone che erano nella posizione della testa (gli intellettuali). È avvenuto così prima della I Guerra Mondiale. Quindi, discendendo, essa raggiungere lo stadio o il periodo delle braccia. Questa è l’epoca che va dalla I Guerra Mondiale alla II Guerra Mondiale, sotto controllo militare. Poi raggiungiamo lo stadio dello stomaco o ventre. Questo è il tempo della prosperità economica. In questo periodo le persone pensano di poter risolvere tutto con la potenza economica. Noi siamo ora in questo periodo. Poi scende all’epoca delle gambe. Allora Dio è lontano, in su così (gesto) e la terra è più vicina alle gambe. Il piano fisico è più vicino, mentre Dio è lontano da noi. Poi verrà raggiunta l’età dei piedi. Questo sarà il nuovo periodo del Comunismo. Le classi più basse devono salire al vertice. Ma qui Dio sta mobilitando il mondo spirituale, Dio sta occupando l’altra parte. Se la potenza satanica verrà scacciata da questo lato terrestre o “base d’appoggio”, sarà la sua fine. Non rimarrà per essa che un luogo inesistente.

I comunisti negano Dio, ma esaltando la materia essi negano anche se stessi. Se essi lasciassero il mondo democratico come è, apparterrebbero in tempo tutti alla parte di Dio. Così essi negano Dio anche se devono negare sé stessi. Dal popolo appartenente al lato di Dio, deve venire una guida capace di annientare la potenza satanica, conquistare il Comunismo e finalmente stabilire l’Ordine Celeste in questo mondo. Io penso che nel 1977 e 1978 ci sarà il culmine della lotta tra le due potenze. Noi membri della Chiesa di Unificazione ci prepareremo qui per la battaglia. Allora, cosa faremo? In quale modo saremo preparati?

Primo, noi dobbiamo unificare tutte le denominazioni cristiane. Prima che si raggiunga quel tempo, egli (il Maestro) è venuto qui per la preparazione della battaglia e ciò spiega perché sta aprendo pubblici convegni in questo periodo. Già dall’anno 1960 egli aveva capito che questa battaglia sarebbe venuta e ha cominciato a prepararsi per questa occasione – per la battaglia contro il Comunismo. Ora è il tempo! Il momento è arrivato! A quel tempo il governo coreano non cooperava col nostro movimento ed ora essi sono pieni di rimpianto per questo. Ora essi capiscono che hanno bisogno di noi.

Il maestro crede che gli Stati Uniti passeranno attraverso lo stesso corso. La popolazione del mondo non sa che Dio è qui a guidare il Corso della Provvidenza. Gli Stati Uniti e tutte le altre nazioni del mondo dovranno attraversare il medesimo corso. Noi dobbiamo essere preparati a questo prima che sia troppo tardi. Noi non stiamo combattendo soltanto per la vittoria della Famiglia Unificata: noi vogliamo salvare il mondo intero dalla conquista della potenza satanica e diventare vincitori. Tra cinque o sei anni vi accorgerete che il discorso del Maestro di questa sera era giusto.

Una volta che la battaglia è cominciata noi dobbiamo vincere. Dopo che avremo vinto la battaglia su entrambi i livelli spirituale e fisico, noi potremo incontrare Dio e rallegrarci con Lui. Dobbiamo essere mobilitati e concentrati sul medesimo scopo e saremo vincitori in questa lotta. In questa battaglia ci sarà qualche vittima. Se vi troverete di fronte questo, quale sarà il vostro atteggiamento? Questo è il punto. Voi non potete rinnegare questa causa e abbandonare il movimento.

Il Maestro sa che ora è il tempo in cui noi dobbiamo mobilitare tutte le famiglie unificate a concentrarsi nella causa della lotta contro il Comunismo. È naturale per la famiglia unificata in San Francisco unirsi nella lotta. Io devo ripetere che non stiamo combattendo per lo sviluppo della Famiglia Unificata, ma per salvare gli Stati Uniti, la vostra nazione, dalla potenza satanica. In un certo senso, noi combatteremo questa battaglia a costo della nostra economia e della nostra forza umana e di tutte queste cose, così anche se potremo perderle, noi combatteremo.

Io voglio chiedervi se siete decisi a combattere e ad essere uniti nella lotta (Sì!). Bene, ma non è semplice come dirlo. Ma, una volta che la lotta sarà qui, vorrete concludere la battaglia vincendo nel più breve tempo possibile, oppure prolungarla? Cosa scegliereste? (Il più presto possibile!) Allora, voi dovete spingere e far pressione. Io vi spingo molto, e voi potete pensare: “Oh! È il modo orientale! Sì, è la maniera dell’est, la maniera orientale!” Voi potete dire ciò, ma l’uomo che sta qui non è orientale – egli non è di una sola nazione. Egli sta applicando il metodo celeste.

Se voi siete decisi a restaurare gli Stati Uniti dall’oggi al domani, Dio vi sgriderà e vi dirà di non farlo? Se sarà felicissimo!

Riferendosi all’intera popolazione degli Stati Uniti, uno dei nostri membri di quante persone deve essere responsabile? 700.000? Se noi abbiamo qui 150 membri, un membro deve essere responsabile di 700.000 persone. Siete fiduciosi? (Sì!). Con Dio dalla nostra parte noi possiamo fare qualsiasi cosa. Noi dobbiamo avere fiducia di poter trascinare 700.000 o anche 7 milioni di persone.

Il Maestro stesso non ha neppure una volta pensato di poter essere sconfitto dalla forza del male. Se voi non volete fare questo, io sarò in ogni caso in prima linea. Una volta che ho cominciato io vado avanti e realizzerò il fine anche se dovrò rinunciare a mangiare, o dormire o altro. Io non provo a fare niente senza fiducia. Così non c’è nulla che non possa essere realizzato. Io voglio che voi siate decisi ad essere un conquistatore e un bravo soldato sul campo di battaglia. Siete fiduciosi? (Sì!) Farete questo? (Si!) Andrete? (Sì!) Vincerebbe? (Si!) Allora noi saremo vittoriosi!

Salva come PDF

^