Il Mondo Ideale per Dio e l’Umanità

Salva come PDF

Giro di discorsi in sette città degli Stati Uniti

4 febbraio 1972 – Lincoln Center, New York, USA

Signore e signori, vorrei esprimere la mia gratitudine per la vostra presenza questa sera. Per lungo tempo ho desiderato incontrarmi con il popolo americano, e sono veramente felice e grato per aver avuto questa opportunità. L’argomento che, oggi, mi piacerebbe discutere con voi è: “Il mondo ideale, o il mondo unito, per Dio e l’umanità.”

Da dove inizia la ricerca del mondo ideale?

Nei loro cuori, tutte le persone desiderano ardentemente un mondo ideale, un mondo di unità. Tuttavia, a questo punto sembra un sogno impossibile. Questo non può che essere una fonte di tristezza per l’umanità.

Se c’è un Dio, pure Lui, senza dubbio, desidera ardentemente un tale mondo ideale, il mondo di unità. Senza dubbio, sia Dio che l’umanità anelano a questo mondo ideale di unità. Se c’è un Dio, Egli deve realizzare un tale mondo, senza fallire, e se voi siete una persona che crede nella capacità di Dio, penserete che questo compito deve essere realizzato prima di tutto.

Anche se tutti gli esseri umani desiderano un mondo unito, dobbiamo riconoscere che non è semplice ottenerlo. Il mondo democratico e il mondo comunista, dalle proprie posizioni e a modo loro, entrambi stanno pensando di unire il mondo. Quindi, potrebbe il mondo comunista sottomettersi al mondo democratico e diventare uno con esso? O potrebbe il mondo democratico sottomettersi al mondo comunista ed unirsi con esso? Questo è un problema molto difficile.

Prima di iniziare la nostra ricerca di un modo per realizzare l’unità e un mondo ideale a livello globale, dobbiamo prima chiederci se c’è una nazione che è unita. Solo attraverso un tale nazione possiamo realizzare un mondo unito. Prima che ci possa essere un mondo unito, ci deve essere una nazione unita, e prima che ci sia una nazione unita, ci deve essere una tribù unita. Prima che ci sia una tribù unita, abbiamo bisogno di una famiglia unita, e prima di una famiglia unita, ci deve essere un individuo unito. Qui è dove sta il problema.

Gli esseri umani sono l’origine del bene e del male

Dove si realizza prima l’unità? Dal momento che questo mondo è un mondo risultante, possiamo concludere che l’unità deve iniziare con gli esseri causali. Dove sono quegli individui? Non si può negare che noi esseri umani siamo combattuti tra due scopi che ci portano in direzioni contrarie. Le nostre menti desiderano andare verso il bene, mentre i nostri corpi ci portano nella direzione opposta. I due stanno combattendo tra di loro. Ci sono due persone diverse, un uomo e una donna, che si uniscono insieme per formare una famiglia. Poiché ognuno di loro possiede un sé interiore e un sé esteriore, quando i due si incontrano come coppia, in effetti e come se si incontrassero quattro esseri, agendo in modo diverso. Allo stesso modo, sia che si tratta di un clan, di una tribù, di un popolo, di una nazione o del mondo, ogni cosa è divisa. Tuttavia, possiamo essere grati che non sono divisi in centinaia o migliaia di direzioni; sono divisi in due modi. Questo è ciò che è affascinante.

Se ci fosse un Dio, Egli certo non consentirebbe alle persone di continuare in questo modo. Egli non avrebbe altra scelta se non lavorare dietro le quinte della storia, anche senza che loro lo sapessero. E se ci fosse un Satana che aveva spinto gli esseri umani verso il male, quel Satana avrebbe continuato a cercare di tirarli in direzione opposta a quella di Dio.

Tuttavia, anche se Satana si oppone al Dio assoluto, non ha il diritto di ribellarsi e contrastare i principi che Dio ha istituito con autorità assoluta. Dio governa ciò che è buono e Satana governa ciò che è male. La lotta risultante tra Dio e Satana comincia dentro di noi come individui. Dobbiamo capire che questa è la ragione per cui gli esseri umani possono essere l’origine del male e l’origine del bene. In breve, una persona può essere il punto di inizio della bontà e allo stesso tempo il punto di inizio del male.

Signore e signori! Salire simboleggia qualcosa di buono e scendere significa qualcosa di male. Quando venite complimentati per qualche motivo, desiderate vantarvi ad alta voce. Al contrario, quando siete criticati per aver fatto male, vi chiudete in voi stessi. Quando fate qualcosa di buono, lo pubblicizzate e chiedete agli altri di seguire il vostro esempio. Quando fate qualcosa di male, vi nascondete per paura che si sappia. Nessuno va in giro coraggiosamente pubblicizzando di aver fatto qualcosa di male, come rubare. Piuttosto, una tale persona va sulla sua via nascondendosi.

Dovete capire che le persone hanno due parti, una desiderosa di salire e l’altra desiderosa di andare giù. La parte che vuole salire è la coscienza. Non c’è persona, anche di grande potere o fama, che non soffre rimorsi di coscienza quando fa qualcosa di malvagio. Dobbiamo capire chiaramente che la coscienza umana è il guardiano di Dio, mentre il corpo è il guardiano di Satana, e che la coscienza è l’origine del cielo, mentre il corpo è l’origine dell’inferno.

Questo ci porta a realizzare la differenza fondamentale tra l’essenza del bene e l’essenza del male. La bontà cerca di beneficiare il tutto, mentre il male cerca solo il proprio vantaggio. Le persone buone vivono più per il bene della loro famiglia che per sé stessi, più per il bene del loro paese che della loro famiglia, più per il bene della loro nazione che del loro villaggio, e più per il bene del mondo che della loro nazione.

Fino ad oggi, la storia si è svolta come una lotta tra la prospettiva di vivere per il proprio bene e la prospettiva di vivere per il bene degli altri. La richiesta assoluta di Dio è che noi completamente sradichiamo e distruggiamo le basi del male nel nostro corpo. Al contrario, la richiesta malvagia di Satana è che senza pietà distruggiamo la coscienza e tutto ciò associato con essa. La storia continua a svolgersi attraverso questo conflitto.

Il lato di Dio è centrato sulla coscienza, mentre il lato del male è centrato sul corpo e sulle cose materiali. Si oppongono l’un l’altro, e possiamo concludere che questo è il motivo per cui l’umanità è divisa tra materialismo e spiritualità. Se non ci fosse Dio, non avremmo un mondo risultante. Il male si manifesta come la gelosia, la disunione e i conflitti che portano all’autodistruzione. Da questo punto di vista, dove si possono realizzare l’unità e l’ideale? Alla fine, iniziano dal livello più fondamentale, da “me”, individuo. Così Dio ha bisogno di insegnarci il mondo unito, il mondo ideale per il quale Egli anela.

Gli insegnamenti della religione

Signore e signori, vi piacerebbe sapere come si fa? Non si fa in un modo che voi desiderate. In realtà, nessuno vuole in questo modo. Prima di tutto, è necessario castigare chiunque o qualunque cosa si oppone alla coscienza. Dio non può fare questo. Gli esseri umani sono bloccati nella posizione di mezzo, con Dio e Satana che lottano per reclamarli, e se Dio dovesse colpirli, così farebbe anche Satana. Così gli insegnamenti di Dio centrati sulla coscienza vi dicono: “Colpisci, colpisci, colpisci il tuo corpo!” Dobbiamo svolgere questa campagna in tutto il mondo. Devi fare ciò che il tuo corpo odia. È la religione che insegna questo.

Allora quali sono gli insegnamenti della religione? Tutte le religioni insegnano, “Colpisci il corpo! Non mangiare ciò che desideri mangiare! Non fare ciò che il tuo corpo desidera fare!” Tutte le grandi religioni insegnano questo. Il Buddismo attribuisce grande importanza all’ascetismo. Inoltre, il sacrificio è un principio importante nel cristianesimo. Tuttavia, poiché è estremamente difficile per le persone praticare questo, Dio non ha avuto altra scelta se non trovare un modo per lavorare con noi così come siamo.

Dal momento che le nostre menti e corpi esercitano un grado simile di potere su di noi, abbiamo la tendenza ad alternare tra andare di qua e di là, avanti e indietro. La religione ci insegna a negare ciò che il corpo vuole, offrendo devozioni che ci danno forza da Dio. Questo è stato il ruolo della religione fino ad ora. Dio ha iniziato a lavorare con un solo individuo e avanzando attraverso la famiglia, la tribù e il popolo nel Suo desiderio di acquisire una nazione. In questo modo, sono emerse la nazione e il popolo di Israele. In breve, erano il popolo eletto. L’esistenza del termine “popolo eletto” e “nazione eletta”, testimoniano l’esistenza di Dio.

In accordo con il Suo piano, Dio ha promesso di inviare un Suo rappresentante che, in quanto individuo, potrebbe riunire completamente il suo corpo e la sua mente, poi unire la sua famiglia, tribù e nazione, e completamente unire il mondo. Questa era la visione messianica di Israele. Seguendo questo modello, Dio ha anticipato che il popolo si sarebbe unito a questo individuo, famiglia, tribù e diventare la nazione per salvare il mondo, creando un unico mondo e portandolo dal lato di Dio.

Gesù è venuto come l’incarnazione dell’unità

Naturalmente, lo scopo di Dio era, in parte, quello d’avere il popolo di Israele che riceve il Messia e vive felice. Tuttavia, la Sua provvidenza non è solo salvare un popolo; è quello di salvare il mondo. Egli, infatti, stava cercando di salvare il mondo, e per questo Egli ha stabilito il popolo di Israele come il fondamento su cui poteva mandare il Messia. Eppure, in quel momento, anche se il desiderio degli Israeliti e la direzione della provvidenza di Dio avrebbero dovuto essere le stesse, sono andate per vie diverse.

Gesù è venuto come un individuo con l’ideale di un mondo unito. Basandosi su tale ideale doveva formare una famiglia perfetta, poi creare una tribù ideale, un popolo, una nazione e un mondo. Invece fu crocifisso prima che potesse raggiungere questo obiettivo. La nazione di Israele era come un campo di ulivi selvatici con cui il proprietario poteva fare quello che voleva. Quando Gesù venne come il vero l’olivo in questo campo di olivi selvatici, il piano di Dio era quello di innestare, nel Suo ideale, tutti gli olivi selvatici, dagli individui alle famiglie a tutta la nazione. Se questo fosse avvenuto, il popolo di Israele sarebbe diventato l’albero di vero ulivo. Se Israele, sulla base dell’ebraismo, fosse diventato uno con Gesù e lo avesse sostenuto con la sua sovranità nel portare la sua missione nel mondo, la storia di duemila anni di cristianesimo non sarebbe stata necessaria.

Dio mandò Gesù in un mondo pieno di persone le cui menti e corpi non erano uniti, per incarnare l’ideale e unire tutte le persone. Tuttavia, le persone a cui è stato inviato lo inchiodarono alla croce e lo uccisero. Poiché l’ebraismo e la nazione di Israele sono andati contro la volontà di Dio, la nazione e la fondazione stabilita da Dio nel corso di migliaia di anni sono state perse dal lato di Satana. Gli Israeliti divennero un popolo senza nazione, soffrendo sotto la tirannia, invasa da altri popoli per duemila anni, dovendo lottare per la sopravvivenza. Israele è diventato uno stato indipendente nel 1948. Questo indica che siamo entrati in una nuova era globale in cui il popolo di Israele può superare la propria sofferenza e riconquistare la loro buona fortuna. Ciò significa che il tempo per il ritorno del Signore si sta avvicinando.

Pensate che ci fosse una fondazione, un individuo, una famiglia, una tribù e nazione che Dio potesse usare come Suo trampolino di lancio, dopo che il popolo d’Israele non ha realizzato la provvidenza di Dio? Non c’era nessuno. Dal momento che la prima Israele non è stata in grado di compiere la volontà di Dio, il cristianesimo ha ereditato la sua posizione. Il cristianesimo deve accettare la missione di Seconda Israele e realizzare la volontà di Dio. Tuttavia, dovete sapere che il cristianesimo non è stato in grado di impostare la base per unire il mondo fisico e il mondo spirituale. Invece, ha negato il mondo fisico e ha cercato di trovare quella nazione basata solo sul mondo spirituale.

I cristiani di oggi credono che il Signore del Secondo Avvento verrà dal cielo. Tuttavia, sulla base di un evento del genere, non può portare l’unità all’interno degli individui, delle famiglie, delle tribù, dei popoli e del mondo. Dobbiamo sapere con certezza che il luogo dove il Signore, che ritorna, può realizzare il suo scopo non è il cielo; è questa terra, questo mondo fisico. Per fare ciò, Gesù, come l’uomo che ha raggiunto l’ideale di integrità, l’uomo la cui mente e il corpo sono uniti completamente, deve trovare una donna di integrità e con lei formare una famiglia. Solo quando ciò si verifica la nazione unita e il mondo vengono ad esistere. Come si può realizzare tutto questo?

Tra i cristiani di oggi, c’è qualcuno che è pronto a diventare la sposa del Signore e formare una famiglia con Lui? I cristiani non conoscono questo. Essi non sanno nemmeno dove e come verrà. Il Signore del Secondo Avvento non viene su una nuvola nel cielo. Il Signore viene a ristabilire la famiglia di unità, che Dio desidera. Ci vorrà più di una famiglia per restaurare quella famiglia. Ci deve essere una tribù che vive per il bene della famiglia. Ci deve essere un popolo che può vivere per il bene della tribù, e una nazione che può vivere per il bene del popolo. Oggi il cristianesimo ha bisogno di capire con chiarezza che senza passare per questo modello in una nazione, la nazione che eredita la missione di Terza Israele non può essere restaurata.

La dottrina cristiana è l’insegnamento del servizio e del sacrificio

Prendiamo un momento per pensare al modo in cui una persona può gioire della vita eterna. Se noi, come individui vogliamo essere rispettati in questo mondo, non possiamo semplicemente lodare noi stessi. Per guadagnarci il rispetto, abbiamo bisogno di sacrificarci. Se, per esempio, voi avete dieci amici e avete servito quei dieci amici per molto tempo, voi diventate la figura centrale tra di loro. Non solo, ma i loro parenti e amici vorranno unirsi a voi.

Al contrario, diciamo che c’è una persona che dice ai suoi dieci amici, “Dovete vivere per me. Vivete per me.” Quegli amici si separeranno da quella persona. In breve, quella persona sarà lasciata sola e alla fine non avrà alcun posto dove andare. È necessario rendersi conto che questo è il punto che distingue il bene dal male nella società. Consideriamo un patriota di una nazione. Quando pensate agli Stati Uniti, sicuramente rispettate le persone come il presidente Lincoln e il presidente Kennedy. Perché li rispettate? Rispettate questi due presidenti perché hanno dato la loro vita per gli Stati Uniti. Tra i presidenti degli Stati Uniti, ci sono coloro che hanno avuto delle morti miserabili per la nazione. Quanto più essi si sono sacrificati, più sono venerati come patrioti e maggiore è la loro posizione come presidenti.

Più una persona si sacrifica per amore della nazione, anche a rischio della propria vita, più quella persona è rispettata. Coloro che soffrono miseramente con il loro sacrificio sono considerati ancora più grandi. Anche se sono infelici, in quel momento, la loro miseria è solo per un momento, e come la storia va avanti, l’impatto di quella persona nel mondo si espande.

Questo vale per la morte di Gesù. Se ci dovessimo chiedere per chi Gesù si è sacrificato, la risposta è per il bene dell’umanità e per la nazione. Nella posizione di aver amato l’umanità più di ogni altro, di aver amato Dio più di chiunque altro, e di aver amato anche i suoi nemici, morì miseramente dopo aver pregato per loro di essere benedetti. A quel tempo, Gesù è morto senza un nome, perché è stato accusato di essere un traditore del suo popolo. Nessuno poteva sapere che, oggi, avrebbe innalzato un regno nel mondo della cultura cristiana. A questo punto possiamo proporre un principio: è che coloro che si sacrificano per uno scopo più grande, per il bene del tutto, non possono fallire. Sappiamo che non possono fallire. Queste persone sono i santi della storia.

A questo proposito, se c’è un Dio e ha una strategia per combattere il mondo del male, noi possiamo scoprire la Sua strategia a questo punto. La natura del male è quella di seguire l’esatto contrario della strategia di Dio. Sacrifica gli altri per sé stesso. Se lo fa a livello individuale, altri individui si opporranno, e quando lo fa a livello di famiglia o nazione, porta inevitabilmente ad una dittatura che è denunciata dalla storia.

È necessario capire che la strategia del male è quella di promuovere sé stessi sacrificando gli altri, mentre invece la strategia di Dio è di sacrificare sé stessi per salvare gli altri. Ecco perché le persone che affermavano la bontà nel corso della storia non sono stati accolti nel loro tempo e sono stati sacrificati, ma ciò nonostante i nomi di coloro che si sono sacrificati per amore della propria nazione e il mondo sono stati riconosciuti molto tempo dopo il loro tempo. Non possiamo negare che questa è la verità.

Ecco perché la dottrina del cristianesimo è l’insegnamento dedicato al servizio e al sacrificio. Se una denominazione cristiana esistesse solo per sé stessa, andrebbe in rovina. Tuttavia, se ci fosse una denominazione il cui scopo è quello di salvare gli Stati Uniti, che si fa avanti e si sacrifica per raggiungere questo obiettivo, il Cielo coopererebbe con essa. Dopo aver salvato gli Stati Uniti, il cristianesimo sarebbe quindi diventato un movimento per gli Stati Uniti di sacrificarsi per salvare il mondo. Questo sarebbe il Cristianesimo che potrebbe essere considerato adatto per guidare il mondo.

Il motivo per cui Dio ha benedetto gli Stati Uniti

Se ci chiediamo se Dio ama gli Stati Uniti o il mondo, diremmo che Dio ama il mondo più degli Stati Uniti. A causa di questo, Dio ha posto gli Stati Uniti in prima linea, per pagare il prezzo del sacrificio per salvare il mondo.

Cittadini americani! Pensate che gli Stati Uniti hanno una tradizione ideologica? Non si può trovare tra i giovani di oggi. Come sapete, i puritani sono stati tra coloro che hanno aperto la strada negli Stati Uniti. Erano un gruppo che è venuto nel nuovo mondo, la terra d’America, lasciandosi alle spalle la loro nazione, perché limitava la loro libertà di praticare la loro fede e servire Dio come desideravano.

A quel tempo, un piccolo numero di pellegrini ha rischiato la propria vita stringendosi a Dio, mentre lottavano per sopravvivere in una nuova terra con gli abitanti nativi. Sono consapevole del fatto che le loro convinzioni erano basate sul loro rispetto per Dio, e hanno superato molte difficoltà mentre si stringevano a Lui, che è diventato un principio fondante degli Stati Uniti.

So anche che questo è il motivo per cui hanno costruito le loro case solo dopo aver costruito una chiesa e una scuola. Perché si trovavano in una posizione del genere, Dio li ha tirati fuori da un ambiente in cui erano oppressi e li ha protetti in questa terra. Egli ha reso questa nazione una potenza mondiale in meno di 200 anni. Perché Dio ha fatto tutto questo e vi dato tutte queste benedizioni? Non pensate che Dio vi ha benedetto perché solo le persone che vivono negli Stati Uniti possono vivere in tutta comodità. Invece, dovete prendere il punto di vista di Dio che vi ha benedetto per rendere questa terra la nazione rappresentativa per salvare il mondo.

Tuttavia, il popolo americano ha una verità che li chiama a unire le forze e salvare il mondo? No, non è così. Al contrario, il mondo comunista, il nemico degli Stati Uniti, ha una ideologia in grado di conquistare il mondo, e si sta manifestando la sua fiducia che può ingoiare gli Stati Uniti senza problemi.

Il popolo americano deve ricordare che la riduzione di sostegno per l’Asia o in altre parti del mondo non è la volontà di Dio. Io credo che il presidente Kennedy è stato il presidente che ha iniziato questa tendenza. Il segretario generale delle Nazioni Unite, a quel tempo era il signor Hammarskjold. Si tratta di una questione di speculazione sul perché entrambi hanno avuto fini tragiche.

Ho avuto un incontro con l’ex presidente Eisenhower nel 1965, gli ho fatto notare: “lei può pensare che ha fatto bene a chiedere una tregua nella guerra coreana. Tuttavia, in realtà è stato un errore storico.” Gli ho anche detto: “ha fiducia dei comunisti? I comunisti sono un gruppo di persone le cui parole e azioni sono diverse. Le loro azioni e le parole sono contraddittorie. Lei deve saperlo”. Ora, 20 anni dopo l’accordo del cessate il fuoco, possiamo vedere con i nostri occhi come la Corea del Nord ha fatto tutto quanto in suo potere per diventare una nazione militarizzata. Si può negare questo fatto?

Il 21 febbraio, una riunione è prevista tra Mao Zedong e il presidente Nixon. Mao Zedong non ha nulla da perdere; egli può attaccare o fare quello che vuole al presidente Nixon. Il popolo americano ha bisogno di essere a conoscenza di questo fatto. I comunisti possono annunciare per quanto riguarda gli Stati Uniti: “Siamo molto vicini”, e improvvisamente fare un voltafaccia. Il loro è un sistema dittatoriale; può andare avanti o ritirarsi a comando da un momento all’altro. Gli americani, invece, non possono farlo. Diciamo che gli Stati Uniti hanno fatto un accordo e tutto il suo popolo era d’accordo. Se poi fosse stato detto di ritrarre, pensate che tutti gli americani avrebbero ritratto? Dovreste sapere che almeno la metà non avrebbe ritratto. Ora sto pensando a quello che diventerebbero gli Stati Uniti, se una cosa del genere dovesse accadere. Dal punto di vista della provvidenza, io credo che Dio proteggerà gli Stati Uniti fino al suo quarantesimo presidente, o per 210 anni della sua storia.

Signore e signori! So che l’anno 1976 segnerà il duecentesimo anniversario della fondazione degli Stati Uniti. Inoltre, quarantadue generazioni si trovano tra Abramo e Gesù, e due cicli storici di mille anni, di quaranta generazioni, sono stati dispiegati in base alla volontà di Dio. Anche se il numero effettivo di generazioni è quarantadue anni, dal momento che il Dio di tre generazioni, il Dio di Abramo, il Dio di Isacco e Dio di Giacobbe, è considerato il Dio di una generazione, possiamo dire che il numero rappresenta quaranta generazioni.

Dobbiamo superare la nazione per salvare il mondo

È mia opinione che una storia di indennizzo si sta sviluppando nel corso degli Ultimi Giorni centrata sugli Stati Uniti. Se gli Stati Uniti non sono in grado di adempiere alle proprie responsabilità in questo periodo, credo che non rimarranno sotto la protezione di Dio. Gli americani non devono vantarsi degli Stati Uniti di assumersi la responsabilità come potenza leader mondiale ora nella seconda metà del XX secolo. Anche se gli Stati Uniti cessassero di esistere come nazione, avete bisogno di una filosofia di cui essere orgogliosi, perfino tra trecento o quattrocento anni. Se voi americani avete un tale impegno per il bene del mondo, credo che diventerete un popolo che può guidare il mondo.

Sulla base di questo punto di vista, cerchiamo di interpretare la missione che la Chiesa dell’Unificazione, oggi, sta cercando di compiere. La Chiesa dell’Unificazione sta cercando di assistere la sposa del Signore, e di preparare un movimento multinazionale per costruire il regno dei cieli di speranza che Dio richiede su questa terra.

Per fare ciò, questa Chiesa dell’Unificazione deve respingere l’idea di lavorare per sé stessa. La strategia di Dio richiede che l’individuo, la famiglia, la tribù e la nazione si sacrifichino per il mondo. La nostra missione è di elevare tali individui, famiglie, tribù e popoli e spianare la strada per il regno che Dio desidera.

Dobbiamo diventare individui, famiglie, tribù e popoli stabiliti sui principi di unità interna e unità con il Messia. Chi prenderà l’iniziativa di svolgere questo compito? Sarà un non credente o un credente? Sarà una persona di religione o una persona senza religione? Questo compito deve essere effettuato attraverso lo sforzo congiunto dei cristiani e di tutte le persone religiose. Tale movimento deve essere realizzato nel mondo ora.

Quindi, non concentratevi solo sulla vostra propria confessione religiosa. Invece, diventate un tutt’uno con il motto di servire la Volontà di Dio e per la salvezza del mondo. Nell’organizzare un tale movimento, non pensate di prendere una posizione di guida. Invece dovete andare nella posizione più bassa e sostenere il movimento servendo gli altri. Non diventate una figura centrale impiegando ogni mezzo possibile e cercando influenza attraverso il potere del denaro, l’autorità o la conoscenza. È necessario costruire un nuovo movimento in tutto il mondo attraverso il quale gli altri volontariamente si colleghino e vi rispettino come figura centrale. Altrimenti, non vi è alcun modo per salvare questo mondo.

L’uomo in piedi davanti a voi ha dovuto percorrere il sentiero di molte persecuzioni, prima che potesse essere dove si trova oggi. Anche se stavo lavorando per il cristianesimo e proponendo la strada per andare avanti, i cristiani mi si sono opposti. Anche se io proponevo la via per la nazione di andare avanti, la nazione si opponeva.

Sulla base di questo punto di vista, credo che verrà un giorno in cui questo gruppo di gente laboriosa sarà anche criticato dagli Stati Uniti.

La via del bene è il tentativo di salvare il mondo, anche con il sacrificio di coloro che sono al vostro fianco. Questa è la tradizione storica. Pertanto, a meno che non abbiamo ereditato una tradizione su questa terra in questo giorno ed epoca, e costruito un movimento mondiale attraverso il sacrificio, non possiamo indicare la direzione verso l’ideale. D’ora in poi, solo un’organizzazione che insegna alle persone in tutto il mondo il modo per salvare il mondo vivendo per il bene degli altri, e promuove il principio di lavorare per salvare il mondo, anche se significa sacrificare sé stessi, avrà l’autorità autentica.

Pensiamo agli Stati Uniti, che rappresentano il mondo democratico. Se gli Stati Uniti fossero rimasti nel loro corso di dare assistenza per il bene del mondo, sarebbero rimasti una nazione rispettata dal mondo. Se avessero continuato il loro movimento di amare il mondo ancor più che il proprio popolo e nazione, gli Stati Uniti non sarebbero nella posizione in cui si trovano attualmente.

Tuttavia, come una nazione che rappresenta il mondo democratico, se gli Stati Uniti ritengono che storicamente non c’è mai stato un paese che ha prosperato sostenendo altre nazioni, e che deve seguire quella tradizione storica, e si girano dall’altra parte e cominciano a dare la priorità a sé stessi prima che gli altri, essi saranno isolati.

Gli Stati Uniti oggi stanno mettendo il proprio interesse nazionale davanti a quello del mondo, servendo il popolo d’America più che le persone del mondo. La visione di Dio è diversa. Dio sta cercando di salvare il mondo, mobilitando gli Stati Uniti. Dio sta cercando che gli Stati Uniti vadano oltre sé stessi e servano il mondo. Le nazioni democratiche non possono progredire se sono divise tra di loro.

Solo un mondo unito può realizzare l’ideale di Dio

Un movimento, che insegna e pratica il principio di servire il mondo più della propria nazione o del proprio popolo, è un movimento capace di amare Dio sopra ogni cosa e rimarrà fino alla fine. Pertanto, il problema è trovare questo principio e movimento multinazionale che può trascendere la nazione e ci porti verso il luogo dove l’amore del Cielo e l’amore della gente del mondo fluiscono liberamente, superando i confini nazionali.

Se il Signore del Secondo Avvento sta in effetti ritornando, non viene per salvare solo una nazione. Viene per salvare il mondo. Quando quel tempo arriva, saranno gli Ultimi Giorni. Quindi, possiamo concludere che il mondo va incontro alla rovina se non siamo in grado di amare oltre la nostra nazione, onorare le persone del Cielo, e stabilire un movimento attraverso il quale possiamo andare al di là della nazione e amare Dio. Questo è il cammino dell’unità, l’insegnamento che il mondo avrà bisogno in futuro.

Rispettando questo ideale, il colore della propria pelle non è un problema. Su questo argomento, il proprio sottofondo culturale non è un problema. La nostra speranza e scopo comune sarà quello di amare Dio e diventare uno per il mondo che vive per il bene della volontà di Dio. Quando il mondo diventa uno in questo modo, credo che sarà realizzato il mondo ideale voluto da Dio e dall’umanità. Pertanto, la missione della Chiesa dell’Unificazione è di insegnare il percorso che le persone devono seguire, il percorso che le famiglie, le tribù e i popoli devono seguire, e il percorso che le nazioni e il mondo devono seguire.

Concludendo, vi prego ad avere fede che l’ideale rappresentato dal titolo del mio intervento, “Il mondo ideale di Dio e dell’Umanità,” sarà realizzato, e che stiamo iniziando il lavoro per ottenere questo sulla terra. Grazie.

Salva come PDF

^