Il Maestro parla sulla Creazione

Salva come PDF

Note non ufficiali

Marzo/aprile 1965 – Stati Uniti

Queste domande e risposte sono state trascritte dalle registrazioni fatte durante gli incontri tenuti dal nostro Maestro con membri e ospiti dei centri durante il suo viaggio negli Stati Uniti nel marzo e nell’aprile 1965.

Domanda: Vi è conflitto fra scienza e religione per quanto riguarda il periodo di tempo della creazione e la narrazione storica?

Risposta: Nessun riferimento storico è più antico di 4.000 anni. Perciò vi è conflitto fra gli storici e gli antropologi.

Domanda: La creazione è vecchia 6.000 anni? Gli scienziati dicono che è molto di più.

Risposta: Non credo necessariamente che Adamo sia vissuto 6.000 anni fa. Il periodo di tempo fra Adamo ed Abramo è considerato preistorico. A quel tempo, secondo la Bibbia, le persone vivevano 800 o 900 anni. Non sappiamo se avessero lo stesso calendario che abbiamo oggi. 900 anni dei loro, possono non essere 900 anni del nostro modo di misurare il tempo. Come dice la Bibbia, un giorno è come mille anni, e mille anni sono come un giorno. Spesso le cose rivelate da Dio non sono letteralmente vere, ma simboliche.

Domanda: Se la preistoria (il tempo prima di Abramo) deve essere preso come una rivelazione, come possiamo allora basare la nostra spiegazione della storia della resurrezione su una interpretazione letterale di quella parte della storia. Diciamo che vi furono dieci generazioni da Noè ad Abramo, e così via?

Risposta: Le dieci generazioni non sono necessariamente dieci letteralmente. Dio può scegliere una persona tra dieci milioni per completare una certa missione. Egli può considerare quella persona come una generazione. Adamo era la prima generazione, Gesù era la seconda, il Signore del Secondo Avvento la terza. Vi sono due precorritori al nostro maestro. Erano entrambi gli anziani nella chiesa cristiana. Entrambi fecero cose grandi ma, né l’uno né l’altro lo seguì. Persone dotate spiritualmente ricevono talvolta che il signor Na era la prima generazione, che il signor Pak era la seconda, e che il nostro Maestro la terza. Non sono imparentati in alcun modo. Dovremmo contare le generazioni da Adamo a Noè e da Noè ad Abramo così come contiamo Adamo, Gesù e il Secondo Avvento.

Domanda: Abbiamo trovato difficoltà in questo, la questione dei numeri è controversa. Se ammettiamo subito che non devono essere presi letteralmente, possiamo facilmente concludere “Perché prendere allora letteralmente i giorni del Diluvio Universale, o della caduta stessa?”.

Risposta: Non tutte le persone che vissero fra il tempo di Adamo e Noè sono prese in considerazione, ma soltanto delle persone scelte. Il conto per gli anni di Noè dovrebbe essere preso letteralmente. La Provvidenza e la Dispensazione di Dio con Noè fu portata avanti attraverso quell’individuo. Per questo gli eventi della sua vita devono essere presi letteralmente. Soltanto l’elemento tempo non deve essere preso letteralmente. L’esistenza di Noè e di Adamo come esseri umani è un dato di fatto. Pregate per questo argomento, e cercate di rispondere da voi stessi; possono esser date alcune spiegazioni di questo nuovo libro, che vi aiuteranno a capire meglio le domande di coloro ai quali insegnate.

Gordon Ross: Ho trovato utile pensare a questi periodi in termini di cicli invece di anni. Ciò che noi confrontiamo nelle tre dispensazioni sono cicli piuttosto che anni attuali. In natura, i cicli di tempo sono imprecisi. Potete avere la fioritura annuale in certi fiori, ma può capitare un anno in febbraio, l’anno successivo in aprile. Il tempo non è esattamente lo stesso, ma il periodo di tempo è lo stesso. Potete dire che la stagione invernale inizia in un certo tempo, ma varia da anno ad anno. Questo è anche vero per il ciclo dell’uomo, per le funzioni del corpo, e così via. Questo forse è un metodo per aiutare le persone a comprendere i nostri insegnamenti.

Domanda: La questione del tempo non è quella che ci preoccupa di più. È la questione di prendere la Bibbia letteralmente, particolarmente per quanto riguarda l’evoluzione. L’uomo è venuto ad esistere improvvisamente, mentre il resto della creazione era il prodotto di una evoluzione? Oppure l’uomo si è evoluto gradualmente?

Risposta: L’erba non impiega molto tempo per crescere. Le api crescono in breve tempo. Impiegavano all’inizio lo stesso tempo che impiegano oggi. Se seminate quest’anno un seme, crescerà e l’anno venturo diventerà un giovane albero.

Domanda: La teoria dell’evoluzione, che può essere giusta oppure no, dice che la vita iniziò con una singola cellula e continuò con organismi pluricellulari. Questo è vero?

Risposta: L’uomo è fatto dell’essenza animale, vegetale e minerale. Supponete di aver preparato tutto il materiale necessario per costruire una casa. Non ci vuole molto tempo, ma una volta che avete il materiale, la costruzione in sé non richiede molto tempo. Allo stesso modo i regni animale, vegetale e minerale erano già stati creati forse da milioni di anni. Tutti i materiali erano lì. Disponendo di queste essenze, non ci volle molto tempo per creare l’uomo.

Domanda: Adamo ed Eva avevano genitori sulla terra in fisico?

Risposta: No! La fonte della creazione è l’energia. Non è necessario avere genitori in fisico per essere creati. Adamo era una creazione speciale.

Domanda: All’inizio avevamo la vita vegetale. Poi vi furono i pesci, le creature abitanti nell’acqua. L’essenza della vita animale viene dall’acqua, non è così? Allora vennero gli animali anfibi. Questo era l’ordine della creazione. Vi era una somiglianza, ma una marcata differenza tra loro. Poi si arrivò ai vertebrati. Quindi ai grossi dinosauri. Ma tutte queste specie sono estinte. Vi sono alcune somiglianze che si osservano nella creazione come la conosciamo oggi. Vivono alcune eccezioni che andarono avanti, come la tartaruga, l’ornitorinco, ecc. Ma allora vennero i primati, le scimmie, poi l’uomo delle caverne, l’uomo di Neanderthal. Ma anche essi sono passati. Non li vediamo in giro. Lei ha detto che i materiali erano lì. Se non hai il materiale devi uscire e fare i mattoni e segare il legname, e ci vorrà molto tempo per costruire la casa. Ma se si hanno i vari ordini della creazione, e nel frattempo questi ordini hanno avuto un dare e avere con i regni vegetale e minerale, e hanno costruito la terra in preparazione all’ambiente per la vita dell’uomo, alla fine ogni cosa è pronta, e Dio dice: “Ora posso fare la specie più alta della creazione – l’uomo”.

Gordon Ross: Il Maestro ha detto prima che la teoria dell’evoluzione è vera. Vi era una ragione e un motivo per ogni cambiamento, ma Darwin vide solo il risultato e non la causa. Egli disse che l’evoluzione esiste all’interno della famiglia. Ogni cosa è costruita sull’essenza di ciò che è passato, piuttosto che per una graduale evoluzione. La tigre non deriva dall’albero. Ma differenti tipi di albero esistono all’interno della famiglia degli alberi, e differenti tipi di gatti all’interno della famiglia dei gatti. Così non si perde nessun legame. L’uomo è una specie che iniziò con Adamo. Da allora, sono esistiti differenti tipi di evoluzione dell’uomo.

Domanda: Adamo ed Eva furono creati da altri esseri umani simili agli animali?

Risposta: Vi siete mai chiesti come viene ad esistere una pianta? Da dove viene il seme? Nel piccolo seme vi è tutta la potenzialità del grosso albero. Allo stesso modo, nell’energia e nella potenza stessa di Dio vi è la potenzialità dell’uomo. Il bambino nasce dal forte amore del padre e della madre. Il forte amore di Dio, la Sua energia, hanno creato il bambino. Eva non fu creata dalla costola di Adamo, ma fu creata dopo Adamo e sul modello di Adamo.

Domanda: Adamo ed Eva nacquero da Dio come noi conosciamo la nascita? Cioè fisiologicamente?

Risposta: Attraverso la potenza di Dio, Adamo ed Eva furono creati come un bambino è creato oggi dagli esseri umani. L’uomo era una creazione speciale.

Domanda: Gli archeologi vengono fuori con delle ossa umane che si pensano risalire a molti milioni di anni fa. Come si collega questo al fatto che Adamo ed Eva furono creati in una sola volta?

Risposta: Nell’insieme, il processo dell’evoluzione era evolutivo. Ci volle molto tempo per avere piante, animali e minerali sulla terra. Devono esserci stati animali molto simili all’uomo. Probabilmente di questi sono le ossa che hanno trovato.

Domanda: Se non vi era nessun legame tra la scimmia e l’uomo, a cosa assomigliavano i primi uomini?

Risposta: Potrebbero per qualche tempo essere stati uomini come Adamo. La storia, sia prima che dopo Gesù, deve essere vista simbolicamente piuttosto che letteralmente. La cosa importante è il significato. Il nostro calendario fu cambiato al tempo dell’Impero Romano. Chi sa quale era prima di quel tempo, particolarmente prima di Abramo. Un nostro amico andò in una caverna per pregare e meditare. Era lì da settimane e settimane, senza calendari e senza registrare alcuna cosa. Egli e le persone che erano con lui dimenticarono completamente i giorni, e non sapevano minimamente quanto tempo erano stati lì. Se non usate il calendario, persino adesso non potete dire quanti giorni sono passati da un certo avvenimento. Senza l’uso del calendario, come potrebbe chiunque dire se il tempo trascorso era di 900 o 90 anni? Il problema non è importante tranne nella sua simbologia. L’età preistorica è una rivelazione e non dovrebbe essere presa letteralmente. Dato che è una rivelazione, le figure che appaiono prima di Abramo dovrebbero essere prese simbolicamente. Non sono letteralmente 2000 anni.

Domanda: Perché non chiediamo al mondo spirituale l’epoca esatta della creazione?

Risposta: Il mondo spirituale non ha la stessa concezione del tempo come l’abbiamo noi. È inutile chiedere a loro quanti anni sono passati. La nostra terra gira intorno al sole in un anno, ma gli altri pianeti possono impiegarci 20 anni dei nostri. Così persino gli spiriti non possono dirci il tempo nei termini che noi misuriamo per misurare il nostro tempo. Il nostro maestro non è interessato a risolvere a fondo questo problema. Potrebbe essere interamente simbolico. Quando diciamo 6000 anni, non intendiamo letteralmente 6000 anni. Diciamo 4, 40, 400, 1600, tutti hanno lo stesso significato. Da Saul a Salomone vi furono 120 anni, ma nei termini della provvidenza di Dio significavano 40 anni, perché tre re hanno completato una sola cosa, la costruzione del tempio.

Domanda: Abbiamo ricevuto molte domande sull’evoluzione. Può dirci in che modo i Principi Divini vedono l’evoluzione, così come la esposta Darwin?

Risposta: L’evoluzione è vera, e tutte le creazioni dei regni animale, vegetale e minerale si sono svolte attraverso il processo evolutivo. Secondo la teoria, vi sono stati improvvisi cambiamenti in un certo tempo per lo sviluppo verso i livelli più alti. Darwin riconobbe quel cambiamento. Disse che vi era una ragione e uno scopo per quei cambiamenti, e che dell’energia o della potenza li causarono. Non poté vedere la causa, ma ne vide il risultato evolutivo. Questo naturalmente, non include la creazione dell’uomo. Un mutamento evolutivo è possibile all’interno di una certa specie, animale o vegetale, ma non vi è sviluppo evolutivo da una famiglia all’altra, per esempio dalla rosa al crisantemo. Ma nella famiglia dei crisantemi è possibile un cambiamento.

Domanda: Allora anche l’uomo è in continua evoluzione? Adamo ed Eva furono una reale creazione in fisico come è detto nella Bibbia, oppure il loro corpo fisico attraversò un’evoluzione e così anche il loro spirito?

Risposta: Adamo ed Eva furono creati esattamente nello stesso modo in cui è creato oggi un bambino. Per il grande amore e l’energia del padre e della madre, il bambino è concepito e cresce, dapprima nel grembo materno, poi al di fuori di esso. Nello stesso modo, Dio, creò Adamo ed Eva. Per mezzo del suo grande amore e della sua energia, fu creata una piccola cosa che crebbe, fino a diventare Adamo. È tutto il processo evolutivo.

Domanda: Allora chi nutrì i piccoli?

Risposta: Dio stesso. Furono creati in un ambiente veramente insolito. A causa del Suo potere e della Sua energia, Dio poté fare questo. Non sappiamo esattamente in che modo. Anche la pianta cresce da un seme ad albero in un ambiente naturale che Dio ha creato.

Domanda: In che modo l’uomo è fatto a immagine di Dio?

Risposta: Il corpo è creato per uniformarsi e obbedire alla mente, e la mente è creata per ubbidire a Dio.

Domanda: Alcune persone sono belle fisicamente ma, all’interno non vi è bellezza. Altre hanno un cuore grandissimo, ma sono brutte esteriormente.

Risposta: Agli occhi di Dio la bellezza esteriore non è bellezza. Solo quella interiore è bellezza.

Domanda: In che maniera l’uomo è creato a immagine di Dio?

Risposta: L’intero essere, fisico e spirito, è creato nell’immagine di Dio. Nel mondo spirituale, la forma e l’immagine di Dio non è visibile. Ma l’intero mondo spirituale appare come una forma umana. Alcuni si trovano nella parte che rappresenta l’occhio, altri nella parte che rappresenta i piedi, ecc. L’intero cosmo è in forma umana. L’intero universo appare nella forma dell’uomo, ancora ciascuno individuo secondo le sue inclinazioni o la missione specifica o la personalità; appartiene ad alcune parti specifiche dell’insieme. Alcuni all’occhio, alcuni al cuore, altri ai piedi, altri ancora ai polmoni, o al cervello, o alle mani. Quelli che sono attivi con le mani, possono trovarsi nella parte dell’universo che rispecchia le mani; quelli a cui piace pensare più degli altri possono appartenere al cervello, e così via. Gli agricoltori e quelli che lavorano nell’industria possono appartenere alle mani o ai piedi. Le caratteristiche individuali formano il macrocosmo totale. Anche la terra appare spiritualmente con la forza dell’uomo. Ciascuna nazione o società possono apparire nella forma di un uomo. Ciascuna famiglia, come ciascun individuo, appare nella forma di uomo. Si può quindi concludere che l’individuo Dio è ancora nella forma dell’uomo, e viceversa. Ciascuna cellula del vostro corpo è a vostra immagine. È differente da ogni altra cellula. Cosa rende l’uomo differente dagli altri animali? Sono le funzioni di pensare e provare sentimenti, pensiero e amore. Noi abbiamo ricevuto queste capacità per la verità e l’amore di Dio. Ciò che fa un individuo differente da un altro è il suo modo di pensare e di sentire. Un uomo cattivo pensa il male e ama il male. Un uomo buono pensa la verità e sente il bene. Cosa è che fa l’essenza della vostra anima dopo la morte? Ciò che voi avete pensato, ciò che avete sentito, ciò che avete amato sulla terra. Il pensiero e l’amore sono al di là dello spazio e del tempo. Possiamo pensare la filosofia di 2000 anni fa. Possiamo amare le persone al di là dell’oceano, come quelle che sono con noi. Poiché questa capacità di pensare e amare trascende lo spazio e il tempo, siamo portati a vivere per l’eternità. Non vogliamo smettere di pensare o di amare. Queste due azioni sono nell’immagine di Dio. Queste due caratteristiche rendono l’uomo differente da ogni altra cosa nella Creazione. Queste due funzioni rendono la vostra apparenza esteriore differente da tutte le altre. La vostra parte interiore è formata da queste due funzioni, e si riflette nelle vostre caratteristiche esteriori.

Domanda: L’energia è materia, e la materia è energia. Dio è energia. Se l’energia creò la materia, in che modo Dio creò il mondo? Come ha creato il mondo fisico? L’energia è una forma di vibrazione. In termini scientifici, siamo un insieme di energia. Qualunque tipo di massa abbiamo, è sempre composta da tre cose: neutroni, protoni e molecole. L’essenza delle molecole soltanto Dio la conosce. L’uomo non è abbastanza avanzato. Ma noi possiamo cambiare una molecola. Einstein ha detto che quando l’uomo raggiunge il punto in cui può percepire la teoria della quarta dimensione, Dio permetterà all’uomo di cambiare massa. Vedremo molte cose.

Risposta: Non vi è alcuna distinzione tra materia ed energia. Dato che Dio è l’energia positiva, ogni qual volta appare energia negativa (in altre parole energia di soggetto-oggetto), allora attraverso l’azione di dare-avere essi diventano uno. Hanno il movimento circolare, così che tutte le cose hanno un interno e un esterno. Il seme dell’albero è il nucleo di energia che attira gli elementi chimici dell’universo. Poiché ha la struttura per ottenere questi elementi, cresce e ingrandisce e diventa un albero. Allo stesso modo, il vero inizio dell’umanità nel corpo della madre è come un seme che riceve tutti gli elementi attraverso il corpo della madre. È un’energia positiva ma che ottiene energia dall’esterno. Ha la potenzialità fin dall’inizio. In quel modo, l’intera creazione venne ad essere.

Domanda: Agli occhi di Dio, un bambino è considerato un’anima vivente mentre è ancora nel grembo materno, o soltanto quando manda il primo respiro dopo la nascita?

Risposta: Dobbiamo passare attraverso due mondi, lo spirito e il fisico. Il bambino deve dare almeno un respiro nel mondo fisico prima di diventare un’anima vivente. È detto nella Bibbia che Dio soffiò in Adamo e Adamo divenne un’anima vivente.

Salva come PDF

^