Il Giorno dei Genitori

Salva come PDF

7 aprile 1985 – World Mission Center

Oggi mi fate sentire molto felice perché avete tutti un aspetto giovane e luminoso. In questo giorno celebriamo il 20° anniversario del Giorno dei Genitori, festa che in realtà quest’anno ricorrerebbe il 20 aprile. Date le circostanze, tuttavia, ci siamo riuniti qui per celebrarla oggi. Esistono tante chiese e organizzazioni nel mondo, ma c’è un solo Movimento dell’Unificazione. La nostra Associazione è ispirata da una profonda e vasta base filosofica ma presenta anche un piano d’azione che, come profondità, sta al pari della sua filosofia. Gli insegnamenti da noi seguiti sono molto profondi, così come le cose che facciamo. C’è un che di misterioso nel nostro movimento, ma solo se uno ne entra a far parte lo può capire veramente fino in fondo. Nella nostra Associazione abbiamo delle ricorrenze e dei giorni di festa particolari che derivano da nuovi aspetti del nostro modo di comprendere Dio e l’universo. Un esempio è appunto il Giorno dei Genitori.

In genere i seguaci di una particolare fede o religione non si preoccupano della salvezza del mondo; la gente di solito s’interessa solo a salvare sé stessa, a come assicurarsi il suo piccolo posto in cielo: questo però, è un modo molto egoistico di intendere la salvezza. Tanti, inoltre, pensano di poter essere salvati solo se seguono la propria fede o denominazione particolari.

Molte strade verso un’unica meta

Ognuna delle diverse religioni – il Cristianesimo, il Giudaismo, il Buddismo, l’Induismo, l’Islamismo ecc. – cerca di offrire al mondo una particolare via di salvezza considerando Dio dal proprio punto di vista. In tutta la storia, il Cristianesimo ha sempre pensato che Dio fosse solamente il Dio dei cristiani, i mussulmani hanno creduto che Egli fosse unicamente il Dio dell’Islam e tutte le altre religioni hanno fatto la stessa cosa. Che dire della nostra Associazione? Noi crediamo che Dio sia il Dio di tutto l’universo, il Dio di tutte le genti, e per questo stiamo cercando di unire tutte le religioni in un’unica comprensione comune del Dio universale, un’unica fede universale.

Un solo Dio è sovrano di tutta l’umanità. È come se gli uomini stessero scalando un’alta montagna: diverse sono le strade che portano alla vetta, anche se, chi sta salendo, può non accorgersene. Quando però tutti saranno arrivati in cima, allora cominceranno a riconoscersi e diranno: “Ma guarda, anche queste persone sono arrivate fin qui! Avevano la stessa meta”. Così, alla fine tutti gli uomini arriveranno alla medesima destinazione. Dunque, mentre ci sforziamo di raggiungere la vetta, dobbiamo cercare di abbracciarci e di unirci. Ognuno è convinto che la sua religione sia quella più vicina a Dio: il Cristianesimo, l’Islamismo, il Giudaismo, ad esempio, credono tutti di trovarsi nella posizione più vicina a Dio, ma senza dubbio verrà il tempo in cui tutti raggiungeranno la vetta, e si incontreranno.

L’umanità è caduta dalla sua posizione originale e da allora è iniziato il suo viaggio di risalita, un viaggio che è continuato fino ad oggi. Ogni uomo è destinato a terminare questo viaggio in un punto culminante e quando tutti gli uomini avranno raggiunto la meta finale, si renderanno conto di avere un destino comune.

A questo punto sorge la domanda: esistono due tipi diversi di salvezza o uno soltanto? Se la gente crede che esista più di un tipo di salvezza, allora nega la natura assoluta e unica del Dio onnipotente. Se Dio esiste veramente, come creatore di tutte le cose, deve avere un unico ideale, un unico scopo di creazione, non due o tre. Senza dubbio Egli ha un solo piano di salvezza, un solo scopo e una sola meta.

Se dunque esiste un solo Dio, una sola volontà e una sola salvezza, pensate che il corso dell’individuo sarà diverso da quello della famiglia e della nazione, che ognuno seguirà un indirizzo differente o che tutti andranno nella stessa direzione? Dovranno tutti seguire un’unica direzione. Quando raggiungeremo la nostra destinazione finale, capiremo che il livello della dispensazione, sia esso basato sull’individuo, sulla famiglia, sulla comunità, sulla nazione o sul mondo, gravita sempre attorno allo stesso asse: il cerchio si allarga sempre più, ma il centro rimane sempre lo stesso.

I tre tipi di forza di Dio

Dio ha molti generi di movimento e distribuisce vari tipi di energia. Oltre al potere dell’amore, c’è quello della vita e del mantenimento dell’esistenza: voi dovete esistere, ma per esistere avete bisogno di energia. Poi c’è anche un certo tipo di energia che serve per perseguire l’ideale. Gli uomini si sforzano sempre di trovare e raggiungere qualcosa di meglio; hanno un innato desiderio di perseguire il bene e si dirigono sempre verso la bontà assoluta.

In Dio ci sono tre tipi di forze: la forza per perseguire l’ideale, la forza per creare e mantenere l’esistenza e la forza dell’amore. Pensate che questa triplice forza esista a caso, senza ordine né disciplina, spostandosi semplicemente da un luogo all’altro, o che persegua uno scopo comune? E fra tutte queste forze, quale pensate che sia quella centrale, fondamentale, il nucleo dell’energia di Dio? La forza dell’amore. Che differenza c’è, dunque, fra il vero amore e un amore non vero?

Innanzitutto, per essere veramente amati, avete bisogno di qualcuno con cui stabilire uno scambio di dare e ricevere. Non potete rimanere da soli. Questo è un punto estremamente importante. Perfino Dio non può trarre gioia dal Suo amore se è completamente solo; Egli non se ne sta seduto sul Suo trono dicendo: “Bene, io sono onnipotente e mi godo l’amore assoluto”. Non importa quanti sforzi faccia per essere felice da solo, Dio non potrà mai trovare felicità in questo modo. Se non cercasse un oggetto con cui condividere il Suo amore, sarebbe anormale, perché la strada normale è quella di desiderare un oggetto. Se Dio non sentisse il bisogno di quest’oggetto, sarebbe pazzo, perché senza un oggetto non ha modo di realizzare il Suo amore. Voi siete nella posizione di oggetto dell’amore di Dio.

Che tipo di amore cercano le persone? Quando v’impegnate realmente a raggiungere il vero amore, anche se forse vivete da soli, tutte le cose verranno in vostro aiuto. Se, come marito e moglie, dovete vivere separati, avete sempre uno scopo e un ideale comune, cioè realizzare l’amore nel vostro rapporto, e così potete sempre sentire che c’è qualcuno che vi ama ed essere pieni di gioia per questo.

Dio più e Dio meno

La felicità che tutti desiderano non può venire fintanto che l’esistenza e l’ideale dell’individuo non incontrano l’ideale eterno: il vero amore. Allora l’individuo prende la posizione di un oggetto che può avere uno scambio costante di dare e ricevere nel vero amore con il soggetto permanente. Quando riconoscete l’Essere assoluto come soggetto che ha uno scopo assoluto per l’esistenza e per il raggiungimento dell’ideale, e vi ponete nella posizione di oggetto nei suoi confronti, allora potrete sperimentare la vera felicità.

Se per realizzare l’amore è necessario un rapporto reciproco, allora perché non esistono due Dei, uno che svolge il ruolo di soggetto e un altro quello di oggetto? Se così fosse, nell’universo ci sarebbero due più e poiché più e più si respingono, non potrebbe esserci né armonia né unità, a meno che uno dei due non fosse il Dio “meno” o Dio oggetto. Ciò di cui Dio ha bisogno, infatti, è proprio un Dio “meno” con cui stabilire un rapporto. Pensate che dovrebbe esserci uno scontro diretto fra il Dio più e il Dio meno per decidere chi dei due deve essere il soggetto e chi l’oggetto? No, questo è già determinato e predisposto naturalmente per creare armonia. Perché si generi armonia, infatti, ci devono essere degli elementi contrastanti che poi vengono portati insieme e uniti. Se tutte le cose e tutte le persone fossero identiche – Dio e gli esseri umani, gli uomini e le donne – non ci sarebbe alcuna armonia e quindi nessuna gioia.

Ecco perché Dio ha creato gli uomini e le donne affinché fossero diversi. Quando due oggetti duri si scontrano, che cosa succede? Si spezzano entrambi. Ma quando qualcosa di duro e qualcosa di morbido si uniscono, l’elemento morbido si avvolge attorno a quello duro. L’uomo è come l’osso e la donna come la carne che lo ricopre. Quando uomo e donna, duro e morbido, si uniscono in questo modo, l’uomo prova una gioia tale che si sente ispirato ad andare in tutto il mondo e a realizzare grandi cose e la donna, che gli è avvolta attorno, riceve un passaggio gratis.

Nell’essenza di Dio c’è una parte soggettiva ed una oggettiva, un aspetto maschile o più e uno femminile o meno, così come un carattere interiore e una forma esteriore. Tutti questi elementi si armonizzano insieme creando un gigantesco carattere più (positivo). Anche nella sfera umana ci deve essere un soggetto e un oggetto, una parte maschile e una femminile, e quando questi due elementi si uniscono creano un grande Dio “meno” per il grande Dio “più”.

Il destino finale dell’umanità è ricevere l’amore di Dio perché Dio è il nostro soggetto assoluto. Per raggiungere quest’amore, le persone devono unirsi come più e meno: ecco perché gli uomini hanno bisogno delle donne e le donne degli uomini; soltanto assieme possiamo creare quell’armonia che ci permette di raggiungere l’amore di Dio. Questo è tutto lo scopo di creazione.

Quando uomini e donne si uniscono in amore, l’impatto è così grande che andrebbero a pezzi se non ci fosse Dio a fare da cuscino. Dio rimane schiacciato in mezzo a loro accendendosi anche Lui di vero amore. E una volta che Dio si è acceso in questo modo, non c’è limite a ciò che può succedere. In realtà, in questa situazione, Dio è avvolto dal vero amore degli uomini e delle donne e in quell’abbraccio ognuno di loro – Dio, l’uomo e la donna – è saldato assieme permanentemente e non vorrà più lasciare gli altri. Dio, allora, sente quanto l’uomo e la donna siano esseri meravigliosi. In questo senso l’uomo può persino educare Dio, perché, partecipando all’unione fra l’uomo e la donna, Dio può sperimentare per la prima volta l’impatto del vero amore. Anche se Lui è onnipotente, Gli potete dire: “Tu non ti puoi realizzare senza di noi”. Allora Dio vi dirà: “Ho imparato una lezione da te. Ho visto che il vero amore è perfino più potente di me, che può fare cose che io, da solo, non potrei mai fare”. Questa scoperta, tuttavia, non recherà nessuna tristezza a Dio, anzi Lo renderà completamente euforico perché avrà trovato finalmente lo stato che ha sempre cercato. Una volta sperimentata la realtà del Suo vero amore, potrà dire: “Ecco, ora sento di aver realizzato il mio ideale, di aver raggiunto la perfezione e lo scopo della creazione. Amen!”

Ricostruire l’uomo

In realtà, purtroppo, il vero amore di Dio non si è mai realizzato in tutta la storia. Perché? Gli uomini e le donne dovevano essere nella posizione di restituire a Dio il vero amore, ma poiché precipitarono nel peccato, dal tempo della caduta di Adamo ed Eva l’umanità non è mai stata completamente restaurata.

Dio non ha mai visto la realizzazione del Suo vero amore attraverso la creazione. Il mondo è divenuto satanico, dominato da un amore falso ed egoistico e pertanto lo scopo di Dio è stato quello di restaurare l’umanità riportandola al punto in cui quello stato originario di gioia poteva essere realizzato. Ci sono così tante cose da purificare, c’è un’incredibile sporcizia nell’umanità e le macchie sono così incallite che un semplice lavaggio non è sufficiente; per questo Dio deve disfare il tessuto e ritesserlo con una nuova trama.

Dio ha bisogno di una fabbrica in cui rifare gli esseri umani e in tutta la storia, le religioni hanno appunto svolto questo ruolo di fabbriche per la riparazione e ricostruzione dell’umanità. Tuttavia, finora, nessuna di esse è stata in grado di operare una ricostruzione completa; una religione, ad esempio, ha rifatto la gamba destra, un’altra la gamba sinistra, una le braccia, una le orecchie, una gli occhi, una il naso e così via. L’intero processo di ricostruzione è stato suddiviso fra le varie religioni.

In tutto questo tempo, ogni religione ha lavorato in maniera indipendente. Così, la religione della gamba sinistra e quella della gamba destra hanno pensato entrambe di avere il piano completo e definitivo. Ora, però, è giunto il tempo finale, il tempo in cui emergerà una religione che abbraccerà tutto e ricreerà l’intero corpo dell’umanità.

Finora nella storia c’è stata una grande divisione fra le varie razze, specialmente fra quella nera e quella bianca ma Dio ha voluto che questa distinzione rimanesse fino al tempo della venuta del Messia, in modo che ogni razza potesse sviluppare al massimo le sue particolari caratteristiche. Il Messia, quindi, dovrà unire tutte queste razze in conflitto fra loro in un rapporto di bellezza e armonia, in modo che possano piangere e ridere assieme, condividendo ogni cosa. Tuttavia, per poter creare una simile atmosfera d’amore che abbracci tutti, c’è bisogno dei Veri Genitori, perché il profondo amore necessario per legare insieme tutte le razze in un’unica famiglia non può nascere senza l’amore dei genitori. Ecco perché il Messia deve venire nella posizione di vero genitore. Senza questa fondamentale struttura dell’amore che viene dal cielo attraverso i Veri Genitori, non c’è alcun modo di creare armonia fra le varie razze.

In un certo senso il Movimento dell’Unificazione si può definire come la fabbrica che lavora per la ricostruzione finale dell’umanità. Così, quando venite qui per la prima volta, subite un trattamento duro come se foste del materiale grezzo diviso in pezzi, perché dovete abbandonare il vostro vecchio io. Poi, per la prima volta nella storia, gli uomini saranno nutriti col latte dell’amore dei Veri Genitori e alla fine emergeranno persone nuove, persone di vero amore. È quasi come se un animale fosse trasformato in un essere umano. Ecco in che cosa consiste il Movimento dell’Unificazione.

La fase finale della salvezza

Il problema dell’amore è il problema fondamentale che il nostro movimento cerca di risolvere perché questo è il punto in cui l’umanità è caduta. Come si legge nella Bibbia, Dio diede ad Adamo ed Eva questo comandamento: “potete mangiare il frutto di tutti gli alberi, ma non il frutto dell’Albero della Conoscenza del Bene e del Male”. Oggi le chiese cristiane non capiscono che questo frutto rappresenta l’amore: Dio aveva chiesto ad Adamo ed Eva di mantenersi puri fino a che li avrebbe benedetti in matrimonio e quando essi violarono il Suo comandamento, ecco che ebbero inizio le generazioni cadute.

Tutti noi siamo nati per essere figli di Dio, per essere i Suoi principi e principesse ma cos’è successo? I primi antenati si unirono a Satana e così, alla fine, tutti gli uomini divennero parte della sua discendenza. Ecco perché Gesù disse: “Razza di vipere! Come potete dire cose buone, voi che siete cattivi?” Questo è il motivo per cui gli uomini devono versare il loro sangue per purificare la loro discendenza, è la ragione per cui la storia del Cristianesimo è stata una storia di sofferenza e di martirio.

Abbiamo bisogno di un’altra fase nel processo di ricreazione dell’uomo, abbiamo bisogno della fase finale di questo processo, quella in cui tutte le parti del corpo dell’umanità che sono state rifatte, potranno essere ricucite assieme. Cosa più importante, la linea di sangue contaminata da Satana deve essere completamente purificata, altrimenti, anche ricucire assieme tutte le parti del corpo non servirà a nulla. Dovete sapere esattamente qual è la responsabilità della nostra Associazione: liberarsi dalla linea di sangue satanico e riportare l’umanità nella linea di sangue di Dio attraverso il vero amore. In questo modo libereremo Dio e l’umanità.

Per questo il Rev. Moon ha dato inizio alla più grande delle rivoluzioni aprendo la strada attraverso la quale tutti gli uomini potranno liberarsi dalla linea di sangue satanico ed essere restaurati nella linea di sangue di Dio.

Secondo il Suo piano originale, Dio, Adamo, Eva, l’Arcangelo, Caino e Abele dovevano essere tutti uniti e insieme ma, a causa della caduta, si separarono e divennero nemici. Ora il conflitto tra Caino e Abele si è esteso a livello mondiale. Il mondo libero rappresenta il campo Abele, mentre quello comunista il campo Caino. Nel mondo libero la nazione centrale è rappresentata dagli Stati Uniti in cui il Cristianesimo occupa la posizione Abele e il governo quella Caino.

Se Caino e Abele non si uniscono, non c’è modo per l’umanità di ritornare all’ideale di Dio. Oggi i Veri Genitori stanno abbattendo tutte le barriere a ogni livello – religioso, nazionale, razziale, culturale – in modo che le persone possano comunicare più facilmente fra loro e unirsi. Satana sa che ci stiamo avvicinando allo stadio finale della restaurazione e perciò sta sferrando i suoi ultimi colpi; sta facendo questo attraverso la distruzione dell’amore. L’amore, infatti, si è estremamente degradato e corrotto. Incrementando la popolarità del sesso libero, che è in completa opposizione alla moralità divina, Satana sta cercando di bloccare la dispensazione di Dio ed è per questo motivo che, nel nostro tempo, assistiamo in tutto il mondo alla distruzione della vera tradizione d’amore. Consapevole di ciò, il Messia sta stabilendo appunto quello che è l’aspetto cruciale della ricreazione: la tradizione del vero amore. Ecco perché il Movimento dell’Unificazione e il Rev. Moon hanno lavorato per questa realizzazione nell’ambito della società moderna.

L’assoluta necessità dei genitori

Nella nostra Associazione il matrimonio ha un significato straordinario. L’uomo rappresenta l’aspetto positivo (più) dell’universo e la donna, l’aspetto negativo (meno) e Dio, portandoli a unirsi in armonia, può realizzare la Sua gioia. I grandi matrimoni che celebriamo nel nostro movimento sono appunto ispirati da questa filosofia e diretti verso questo scopo. Quando un uomo e una donna si uniscono in armonia, si crea una tremenda scintilla universale, una scintilla che però ha bisogno dell’intervento di Dio. Da sola la scintilla umana è orizzontale e produce soltanto una luce semplice, fioca, ma quando l’amore dell’uomo si combina con quello della donna, insieme creano la base affinché l’amore verticale possa discendere e colpire quell’amore orizzontale. Così, quando l’amore verticale è accolto nel rapporto umano, si genera un arcobaleno di luce che si espande in tutto il mondo.

Allora ogni cosa della creazione darà gioiosamente il benvenuto a quella luce stupenda e dirà: “Bella luce, vieni da me!”. Solo quella luce perfetta può riempire ogni cosa e ogni luogo. L’amore è una cosa preziosa, ma nessuno sapeva quanto lo fosse fino a che è venuto il Rev. Moon. Il vero amore non si può comprare neppure con l’intero universo o con Dio. Nessuno, nella storia sapeva che l’universo è stato creato per avere come centro l’amore fra un uomo e una donna ideali e che questo ideale non è mai stato realizzato. Tale segreto è stato rivelato dettagliatamente dal Rev. Moon e i membri del Movimento dell’Unificazione si sono convinti della sua validità. Ecco perché i moonisti sono così forti e coraggiosi.

Dovunque vada, il vero amore ricrea e trasforma. Non importa quale continente tocchi – l’Africa, il Sud America, l’Asia – agisce sempre allo stesso modo. Per questo il Movimento dell’Unificazione sta dando rinascita e rivitalizzazione a tutta l’umanità. Nessuno può entrare nel Regno dei Cieli nel mondo spirituale senza aver sperimentato il vero amore qui sulla terra; ecco perché quel regno finora è rimasto vuoto. Le chiavi per entrarvi furono consegnate a Pietro quando Gesù era ancora sulla terra e questo è il profondo dolore di Cristo, che nessuno ha mai capito: sebbene fosse venuto qui con lo scopo di portare la salvezza, Gesù non ha mai potuto aprire le porte del Regno dei Cieli perché non ha potuto seminare liberamente il vero amore, che ha come centro l’ideale dei Veri Genitori. Infatti, è solo attraverso i Veri Genitori che il vero amore può essere donato all’umanità.

Tutto l’insegnamento della Bibbia gravita attorno a un unico punto chiave: la realizzazione del vero amore. Gesù venne per spiegare questo vero amore: egli doveva mettersi nella posizione di sposo, avere una sposa e, stabilendo insieme a lei a quel tempo il modello dei Veri Genitori, insegnare cos’è il vero amore. Il vero amore non si potrà mai trovare se non compaiono sulla terra i Veri Genitori: questa è una verità fondamentale. Così, anche se 2000 anni fa Gesù venne come Messia, non poté realizzare il livello più alto del vero amore qui sulla terra perché non poté innalzarsi al livello dei Veri Genitori. Realizzazione del vero amore significa che l’ideale dei Veri Genitori è stato stabilito sulla terra.

La Bibbia ci insegna che negli Ultimi Giorni lo sposo e la sposa s’incontreranno, vale a dire che il Giardino di Eden sarà restaurato. Nel Giardino di Eden, infatti, c’erano due alberi: l’Albero della Conoscenza del Bene e del Male e l’Albero della Vita. Il Cristianesimo non ha mai capito chiaramente che cosa simboleggiassero ma in realtà questi due alberi rappresentano l’uomo e la donna ideali, il padre e la madre, i genitori nel Giardino di Eden. Al tempo dell’Esodo, quando Mosè conduceva il suo popolo attraverso il deserto, gli ebrei durante il giorno erano guidati da una colonna di nubi, mentre durante la notte erano guidati da una colonna di fuoco. Queste due colonne, ancora una volta, simboleggiano i Veri Genitori; il padre e la madre che sarebbero venuti per guidare l’umanità verso la terra promessa. Inoltre, quando Mosè salì sul Monte Sinai e ricevette i dieci comandamenti, queste leggi furono inscritte su due tavole di pietra. Perché proprio due? Perché queste tavole simboleggiano il padre e la madre, i Veri Genitori che sono la completa incarnazione della parola di Dio.

La dispensazione al tempo dell’Esodo costituiva un simbolo, un modello parallelo all’era futura dei Veri Genitori, e il corso di Mosè doveva rappresentare un insegnamento simbolico per l’umanità, in modo che le persone potessero prepararsi alla venuta dei Messia. Dio istruì gli israeliti attraverso l’Esodo, affinché fossero pronti per l’avvento del Messia, Gesù, il quale avrebbe dovuto realizzare l’ideale dei Veri Genitori. Tuttavia, come Dio aveva insegnato al tempo di Mosè, affinché lo scopo del Messia potesse essere realizzato, erano necessarie fede e obbedienza assolute da parte del popolo; ma dal momento che al tempo di Gesù gli ebrei non si dimostrarono né fedeli né obbedienti, tutto andò perduto. I Veri Genitori e il loro amore non furono stabiliti sulla terra e fu possibile solo realizzare una salvezza di tipo spirituale. Così, non essendoci stata alcuna salvezza fisica, il ritorno del Messia divenne necessario e dover attendere il Secondo Avvento è stata una grande tragedia per la storia dell’umanità.

Se qualcuno si sentisse orgoglioso di sé stesso, dovrebbe chiedere a Dio cosa ne pensa. Allora Egli dirà: “Non puoi essere orgoglioso di te stesso, perché vieni da una discendenza satanica”. Il crimine peggiore di Satana è di aver sottratto a Dio l’amore, un delitto per cui non ci può essere né misericordia né perdono. In un certo senso il punto centrale di ogni conflitto nella nostra società è la lotta per l’amore: Satana cerca d’impossessarsene e di pervertirlo, mentre Dio cerca di riportarlo al suo stato puro e divino. Il Rev. Moon non è un uomo meschino, una persona che scende a compromessi. Dio ha bisogno di uomini come lui, che s’impegnano con assoluta dedizione al Suo lavoro. Molti forse diranno che il Rev. Moon è un uomo troppo duro, troppo forte, ma lui sta dando al mondo la medicina di cui ha bisogno. Le persone entrano nel Movimento dell’Unificazione con tante macchie spirituali ma, batti e ribatti, alla fine si trasformano in semi puri e candidi.

Dio desidera ansiosamente incontrare un vero uomo

Molte sono le feste celebrate dagli uomini, ma fino ad oggi non c’è mai stato un giorno di valore universale, un giorno che rappresentasse il tema centrale dell’universo. (A questo punto il Padre parla in Inglese e poiché il registratore non è riuscito a cogliere tutte le sue parole ciò che segue è la ricostruzione del redattore in base a quanto era udibile. n.d.r.) Diverse sono le date che le persone possono commemorare: ad esempio anniversari, giorni particolari di felicità, o feste nazionali. Finora, tuttavia, Dio non ha mai avuto il Suo giorno speciale da ricordare. Pensate: Dio non ha giorni felici da commemorare; lungo tutta la storia Egli ha sempre sofferto profondamente domandandosi: “Chi realizzerà il mio ideale? Ho tanto desiderio di incontrare quest’uomo”. E quest’uomo è il Messia.

Dio ha creato l’umanità secondo un ideale originario, ma il risultato è stato un’umanità caduta. Da allora gli uomini non sono mai stati dei veri uomini ma esseri plagiati, contaminati. Ecco perché Dio ha iniziato un lavoro di ricreazione: la storia di restaurazione. Egli vuole incontrare il vero uomo e desidera ardentemente veder sorgere quel giorno. “Il giorno del vero uomo”, “il giorno della vera donna”, “il giorno delle vere coppie”. Vuole vedere persone che sappiano unire l’amore umano a quello divino. Quest’amore, dalla coppia si moltiplicherà poi nella famiglia, nella società, nella nazione, nel mondo e nell’intero universo. Ma dove possiamo trovare questo tipo di uomo e di donna? Dio li ha cercati lungo tutta la storia, ma nessuno ha mai capito la Sua situazione. Ci sono stati tanti filosofi, ma non sono riusciti a capire il vero significato della storia e hanno elaborato un sacco di complicate teorie.

Il Rev. Moon ha un peso importante nella storia di restaurazione di Dio. Non è con la forza umana o con la forza delle armi che il male potrà essere sconfitto, ma solo con la forza del vero amore. Egli è stato l’individuo che ha realizzato lo scopo dell’uomo e della famiglia. Trovando ad uno ad uno i suoi discepoli, ha costruito a poco a poco una fondazione.

Voi dovete sapere quante lacrime, quante sofferenze ci sono dietro i Principi. Fino ad oggi sono andato in prigione sei volte, per un totale di quasi cinque anni, eppure non sono un uomo cattivo. Quando lottavo per scoprire i Principi non avevo nessuno con me, ero completamente solo. Anche dopo aver scoperto tutti i Principi, la mia lotta intensa è continuata. Io so le difficoltà che ci sono state per arrivare fin qui, ma voi non le conoscete. Quante complicazioni ci sono state per creare ordine davanti, dietro, a destra e a sinistra, e tutto affinché le persone potessero capire i Principi. C’è stata così tanta persecuzione e sofferenza per poter realizzare e concretizzare i Principi e il vero amore. È qualcosa che non ha prezzo.

(Riprende la traduzione dal coreano). Dovete arrivare a comprendere quanto è prezioso il dono della verità che avete trovato attraverso gli insegnamenti del Rev. Moon, e dovete anche sapere quanto egli abbia sofferto per raggiungere e scoprire questa verità per il bene di tutti gli uomini. Voi siete i primi a riceverla e perciò dovete capire che non fate parte di una qualunque associazione: voi non state vivendo un tipo di vita normale rispetto alle altre persone. La vostra è una posizione straordinaria, benedetta.

La meta finale di ogni uomo è Dio; inoltre, ogni persona è destinata un giorno a diventare la personificazione del vero amore. Ma com’è possibile sperimentare il vero amore? La donna lo troverà attraverso un vero uomo, suo marito, ma prima dovrà aiutarlo a qualificarsi come tale. Poi marito e moglie, potranno condividere il vero amore e diventare insieme veri genitori. Ma quale livello di veri genitori vorreste raggiungere: quello dell’individuo, della famiglia, della comunità, della nazione, del mondo o del cosmo? Essere veri genitori dell’universo è la cosa migliore. Avete mai amato l’umanità e l’universo con il livello cosmico di vero amore? I livelli più piccoli d’amore sono assorbiti da quelli più grandi: l’amore individuale è integrato da quello familiare, quello familiare da quello della comunità, quello della comunità da quello della nazione; il vero amore per la nazione può fondersi in quello per il mondo e infine il vero amore per il mondo verrà assorbito in quello per l’universo.

Potreste dire a Satana: “Tu non puoi competere con la qualità di vero amore che noi viviamo”. Ma Satana ridendo vi dirà: “Sei davvero orgoglioso del tuo vero amore?” La gente nel mondo caduto celebra il suo compleanno facendo delle feste, ma voi, che vi considerate persone di Dio, in che giorno siete nati? Se dite che il vostro compleanno è il giorno tal dei tali, Satana potrà ribattervi: “Sì, è vero, in quel giorno i tuoi genitori ti hanno dato alla luce, ma i tuoi genitori sono persone cadute. Così, in realtà, tu vieni dalla mia linea di sangue”.

Satana inoltre vi chiederà: “Hai un giorno in cui puoi celebrare il tuo dominio su tutte le cose della creazione, o un giorno in cui ti è stata data l’autorità di amministrare ogni cosa?”. Anche se pensate di appartenere a Dio, Satana potrà sempre dirvi: “Guarda, tutto questo appartiene a me. Io posso reclamare e usare come mia ogni cosa. Tutto è sotto il mio dominio”.

Ma dove sono gli uomini di Dio?

Satana può affrontare direttamente le persone di Dio dicendo: “Che cosa hai realizzato? Mostrami ciò che hai fatto per questa società. Io ricevo grandi manifestazioni di lealtà da parte della gente. Tanti addirittura muoiono per essere leali al mio potere. Ma dove sono le persone che donano la propria vita in nome della loro lealtà a Dio?”

L’America dovrebbe essere una nazione di Dio: questo è il nobile principio da cui ha avuto origine. Ma oggi, negli Stati Uniti, quasi tutto è orientato sugli aspetti materiali che sono dominio di Satana. In pratica tutta la società soffre di degradazione morale: l’uso della droga è sfrenato, l’omosessualità e il libero sesso sono ormai considerati delle cose normali. Ecco perché, una dopo l’altra, le nazioni cristiane sono cadute in mano al comunismo. Dov’è ora la forza del Cristianesimo? Satana si fa beffe di Dio, dicendogli: “Mostrami la Tua nazione. Dov’è il Tuo popolo? So che hai creato questo mondo per realizzare il Tuo Regno qui sulla terra, e che hai detto che lo avresti restaurato e riportato all’ideale originario. Ma dov’è stato restaurato questo mondo?”

Che cos’è il giudizio? È lo scontro finale fra Dio e Satana, il tempo in cui entrambi scopriranno tutte le loro carte. Dio deve preparare le Sue carte e quando Satana mostrerà il suo jolly o il suo asso, anche Dio tirerà fuori le Sue carte: i veri uomini e le vere donne. Allora Satana rimarrà così di stucco che a quel punto comincerà a ritirarsi. Satana può mostrare ogni esempio del potere da lui esercitato sulle famiglie d’oggi, può far vedere come, con la sua forza, ha distrutto una famiglia dopo l’altra. Allora sfiderà Dio dicendogli: “Dove sono le famiglie sotto la Tua sovranità?”. Satana ha diviso nell’assoluto caos e confusione tutto il mondo – le razze, le nazioni, le persone – e, con aria trionfante, dice: “Dio, dov’è il Tuo mondo?”. Non pensate che il Padre Celeste abbia bisogno di una carta vincente per sfidare l’asso di Satana? Non pensate che abbia bisogno di questo tipo di super-carta?

Nulla può competere con le carte di Dio

Non appena vedrà le super carte di Dio, Satana dirà: “Oh, ma queste non sono le carte giuste. Tu stai cercando di giocare a un altro gioco!”. Ma Dio gli risponderà: “Sì, è vero, ci sono due diversi tipi di carte. Le mie sono quelle che salveranno il mondo, mentre le tue sono carte egoistiche, perché tu ti preoccupi solo del tuo benessere, sacrificando gli altri”. Allora, per la prima volta, Satana capirà che non gli è possibile competere con Dio perché le loro carte sono completamente differenti. Satana, tuttavia, dovrà ammettere di essere anche lui una creatura di Dio, quella caduta nel peccato. Dio gli dirà: “Ma tu, dopo tutto, chi sei?”

Perciò quelli che lavorano solo per il proprio vantaggio, gli individui, le famiglie, i gruppi, i partiti e le nazioni che perseguono solo i propri interessi egoistici, diventeranno le carte migliori di Satana. E quando Dio giocherà le sue carte vincenti, altruistiche, quelle di Satana verranno spazzate via e disperse. All’inizio di questa partita fra Dio e Satana, quest’ultimo possedeva tutte le carte migliori – tutte le cose della creazione e l’umanità erano nel suo campo. Così, Satana sarà il primo a mostrare le carte e quando chiederà a Dio di fargli vedere le Sue, Dio gli dirà: “Lasciami un po’ vedere le tue carte. Ma bravo, questa è una carta egoistica, si è preoccupata solo di sé stessa. Ora vedo molto bene che le tue sono carte malvagie e cadute; anzi, non sono delle vere carte, sono delle imitazioni. Le mie, invece, sono carte vere. Non è così?” Perfino Satana, allora, dovrà convenire su questo punto e dirà: “Sì, Dio, hai ragione Tu”.

Qual è la situazione degli Stati Uniti? Appartengono a Dio o a Satana? Rispondetemi chiaramente voi americani. Questa nazione è sotto il dominio di Dio o sotto il dominio di Satana? È sotto la sovranità di Satana. Anzi il mondo intero è sempre stato sotto il dominio di Satana e le persone, appena nascono, sono già sotto il suo giogo: questo è un dato di fatto. Dio ha perso tutto nelle mani di Satana. Per questo nel mondo satanico non esiste il Giorno di Dio, il Giorno dei Veri Genitori e, poiché non ci sono mai stati veri figli sulla terra, non esiste il Giorno dei Figli, in onore dei veri figli di Dio. Non c’è mai stato nulla che Dio potesse reclamare come proprio. Questa è la grande tragedia: Dio ha perso tutto ciò che aveva creato. Dov’è oggi la Sua nazione nel mondo cristiano? Può forse Dio festeggiare il giorno in cui il Suo amato figlio fu ucciso sulla croce?

Un rivestimento di vero amore

La fede cieca non può bastare. Non si può pretendere che le persone abbiano semplicemente fede senza prove né verifiche di ciò in cui credono. Oggi tutti cercano di essere scientifici, eccetto quando si viene a parlare della verità su Dio. Ma come si può abbandonare la scienza quando si parla di Dio? Come potete fare questo, voi uomini e donne del XX secolo? Io ho incontrato molti teologi che mancano di una fondamentale comprensione di Dio. Tante persone mi rispettano semplicemente per la logica dei miei insegnamenti e perfino i filosofi vogliono venire a conoscermi; così, dopo avermi incontrato anche solo una volta, cambiano i loro concetti. Spesso ho rivolto agli studiosi domande a cui non hanno saputo dare una risposta.

Che cos’è il Movimento dell’Unificazione? È una nuova creazione, la nuova carta che Dio può giocare contro Satana. Qualsiasi carta Satana tirerà fuori, questa nuova carta di Dio la potrà spazzar via. E voi, che tipo di carte siete? Avete un numero, oppure siete un asso, un fante o cos’altro? Forse avete un numero speciale, diciamo che siete una carta del Team di Propaganda. Per essere trasferiti in un altro settore del nostro movimento potete ricevere un’altra carta dell’Unificazione, ma non voglio che scambiate mai la vostra carta con una di Satana.

Le nostre carte, dietro, sono diverse, perché sono rivestite di vero amore. Ciò che preoccupa Satana non è tanto il numero della carta, ma il suo rivestimento d’amore, perché questo è ciò che lo sconfiggerà completamente. Qual è la carta del Movimento dell’Unificazione? Per la prima volta noi possiamo celebrare Dio e il Suo giorno, ma il Giorno di Dio da solo non è abbastanza forte, perché Dio ha bisogno dei Veri Genitori qui sulla terra. Dunque, dobbiamo avere anche il Giorno dei Genitori perché rappresenta la vittoria di Dio qui sulla terra. Senza Veri Genitori, infatti, non c’è vero amore. Satana vi chiederà: “Tu hai questo tipo di giorno? Allora, mostrami le tue carte”. Quando farete vedere le vostre carte, all’inizio non sembreranno diverse da quelle di Satana perché i semi sono gli stessi: denari, cuori, ecc. Ma quando le girerete, potrete mostrare che sono rivestite di vero amore. Forse non lo saranno completamente, ma se lo sono anche soltanto in un angolo andrà già bene. Satana non può vincere contro il rivestimento del vero amore e perciò dovrà tirarsi indietro e arrendersi. Nella nostra Associazione, dunque, abbiamo diverse feste particolari: oltre al Giorno di Dio e dei Genitori, celebriamo il Giorno dei Figli, il Giorno di Tutte le Cose, il Giorno della Fondazione e altri ancora.

Fondamentalmente, tuttavia, il Movimento dell’Unificazione è basato su due elementi: Dio e il Suo vero amore. Essi non hanno mai visto la loro realizzazione su questa terra, (intanto che non sono stati instaurati i Veri Genitori). Per questo motivo la festa del Giorno dei Genitori è speciale. Sulla base del vero amore di Dio, è stato istituito il Giorno dei Genitori e poiché sulla vittoria di questo giorno sono nati Veri Figli, è nato anche il Giorno dei Figli. Ora che il dominio di tutte le cose è potuto passare in mano a Dio, è sorto il Giorno di Tutte le Cose.

Su questa base, poi, verranno il Giorno della Famiglia, il Giorno della Vera Nazione, il Giorno del Vero Mondo e infine anche il Giorno del Vero Cosmo.

Non usate male il luogo santo di Dio

Possedete il Vero amore? Mostratemelo. Qual è il suo contenuto? Potete dire che è basato su Dio o qualcosa del genere, ma, in parole povere, cos’è il vero amore? Vi darò io la risposta. Il vero amore non ha fine, non vi annoia mai, ne desiderate sempre di più e volete che continui per sempre; perfino dopo cento anni vorreste essere ancora con il vostro amato: questo è il vero amore.

L’amore divino non cambia mai, neppure nel bagno ma oggi i cristiani non capiscono realmente che cos’è il vero amore. Ogni individuo possiede il suo luogo più santo. L’uomo e la donna lo possiedono nel loro tempio, il corpo fisico. Questo luogo santo sono gli organi sessuali. Ecco perché è così importante non farne un uso sbagliato, altrimenti la punizione sarà incredibilmente severa. Gli uomini devono avere una sacra venerazione per questo luogo. Questa è la ragione per cui Satana sta attaccando così fortemente la moralità sessuale, incoraggiando l’amore illecito: in questo modo egli cerca di distruggere l’umanità. Dio, dunque, deve restaurare quel luogo santo e renderlo veramente tale. Le Sue benedizioni sbocceranno proprio attraverso questo luogo. La chiave per arrivare lì appartiene al vostro sposo o sposa: la sacra relazione che c’è fra marito e moglie è santa e bella e deve essere mantenuta pura e disciplinata.

La mia vita non è stata altro che sofferenza, specialmente da quando ho saputo di questa straordinaria verità e ho cercato di metterla in pratica. Per far questo sono sceso nei posti più bassi e miserevoli della società umana. Talvolta mi sono sentito come prigioniero di Dio, ma poi Lui mi ha dato il Suo conforto. Mentre m’impegnavo con tutte le mie forze a stabilire la tradizione del vero amore, la mia giovinezza se n’è andata e ora ho più di sessant’anni.

Il viaggio finale: ritorno alla terra patria

Chi ha capito veramente il cuore di Gesù, il cui corpo fu portato via da Satana? Nessuno ha mai conosciuto il suo vero scopo come Messia, venuto sulla terra dopo una così lunga preparazione. I suoi seguaci ne ereditarono la tradizione di sacrificio espandendola in tutto il mondo per 2000 anni, e subito dopo la II guerra mondiale, il Cristianesimo assunse un’influenza dominante nel mondo. In quel tempo particolare, tuttavia, tutti i leader delle chiese cristiane coreane e il governo della Corea non prestarono ascolto al Rev. Moon. Per questo motivo, a partire dal 1945 ho dovuto prendere la via del deserto e quest’anno, 1985, sono quarant’anni che vivo così. Sapevo che non sarei potuto ritornare nella mia patria senza aver costruito una base più forte e mentre attraversavo il 38° parallelo per scendere a Sud, giurai che sarei ritornato su una fondazione a livello mondiale. Pertanto, non importa a che razza apparteniate, ricordatevi che dobbiamo tutti concentrarci nella costruzione della nostra patria durante questi ultimi tre anni, dando il meglio di noi stessi. Ora è il momento dello scontro finale.

Questo periodo si può paragonare al tempo in cui le spie ebree andarono a Canaan per analizzare la situazione. Al loro ritorno Giosuè e Caleb furono vittoriosi nella fede e poterono così condurre il popolo in Canaan. Oggi io mi trovo in una terra che mi ha trattato come nemico e sto cercando di restaurare la mia posizione qui. Allo stesso tempo sto facendo una perlustrazione. Quando Gesù fu crocefisso, la meta originaria della salvezza sia fisica che spirituale non fu più possibile, ma attraverso il suo sacrificio, si poté aprire solo una via di salvezza spirituale. L’America, che è la nazione scelta, e il mondo libero, alla fine si rivolgeranno a Danbury come al monte della resurrezione sia fisica che spirituale.

Danbury è lo strumento per una vittoria più grande

Da quando sono entrato nella prigione di Danbury, sono successi tanti avvenimenti di significato storico. Quaranta giorni dopo la mia incarcerazione, la prigione è stata aperta la prima volta al pubblico, ciò vuol dire che i visitatori potevano entrare dentro e mescolarsi ai detenuti per visitare l’interno del carcere. In quel tempo la gente venne a visitarmi in massa. Non erano tanto interessati alla prigione in sé stessa, quanto a dare un’occhiata a questo famoso Rev. Moon. Settanta giorni dopo la fine del mio periodo di detenzione, fra le nazioni del Sud e del Nord Corea è iniziato un dialogo senza precedenti (n.d.r. il 29 settembre 1984 la Corea del Nord ha consegnato più di 700 camion carichi di cibo e altro materiale di soccorso alle vittime dell’inondazione della Corea del Sud. Questo scambio ha segnato la prima interazione non ostile fra le due Coree dal tempo della guerra. A novembre le due nazioni hanno cominciato per la prima volta a discutere sulla possibilità di una cooperazione economica, di un commercio bilaterale e della riunificazione delle famiglie). Più tardi la Cina Rossa ha criticato pubblicamente il Marxismo iniziando ad adottare la politica del libero mercato economico. Inoltre, molte centinaia di ministri hanno partecipato ai seminari organizzati dal nostro movimento e hanno lodato il Rev. Moon col titolo di “profeta dell’America del XX secolo”.

Naturalmente i funzionari del governo statunitense hanno preso una posizione ostile nei miei confronti, ma io non nutro nessun rancore verso di loro. Ho già affermato con chiarezza di perdonare il governo americano. Ho amato questa nazione più che mai, sapendo quanto Dio la ama e ha bisogno di lei. Nello stesso tempo, la grande potenza che mi fa più paura è l’Unione Sovietica. Le autorità russe pensavano, poiché sono entrato in prigione, questa sarebbe stata la fine per me e per il mio movimento, ma al contrario, sto diventando molto più forte e i leader sovietici possono vedere chiaramente che il giorno in cui uscirò di prigione, emergerò come eroe e campione contro il comunismo. Allora chi si sente più minacciato da me? L’Unione Sovietica e il comunismo internazionale. Tutti gli altri si uniscono a me ogni giorno di più. Il piano di Satana era di mandarmi in prigione, ma il piano di Dio era di usare il carcere come strumento per ottenere una vittoria più grande. La prigione è il peggior inferno interiore che esista sulla terra e io sto riportando proprio qui una vittoria interiore. Voi vi trovate nell’inferno esteriore che è il mondo caduto, perciò dovete riportare la vittoria esteriore per stare al mio pari e unirvi a me. Voglio che comprendiate chiaramente la meta, così com’è espressa nel nostro motto di quest’anno: “Creazione e costruzione della patria” – la patria di Dio qui sulla terra. Questo è il mio scopo ed io sto realizzando la vittoria necessaria perfino in quello che è il peggiore inferno sulla terra, la prigione. Voi dovete riportare la stessa vittoria.

Siate disposti a morire per Dio

Mentre ero in prigione, ho mandato anche un emissario speciale nella Cina Rossa per negoziare, dietro le quinte, una questione di importanza cruciale per la futura pace del mondo. Non importa cosa succeda, io non posso provare alcuna ostilità verso l’America o il governo degli Stati Uniti. Non possiamo lasciarci sconfiggere da Satana e dal comunismo e per questo motivo io devo perdonare il governo degli Stati Uniti e lavorare insieme a lui cercando di abbracciarlo.

In Unione Sovietica e in altri paesi satellite ci sono fratelli e sorelle che stanno lottando e perfino morendo, perciò dobbiamo essere seri e non lamentarci. Chi decide di dare la propria vita per Dio e per i Veri Genitori, la ritroverà.

Il popolo di Dio deve essere disposto a morire per amore Suo. Se sarà pronto a farlo Dio troverà il Suo regno qui sulla terra: questa è una verità assoluta. Quando le persone donano la propria vita, trascendendo le differenze di razza e di cultura per amore del Regno di Dio qui sulla terra, troveranno quel Regno. Oggi, al culmine della nostra celebrazione del Giorno dei Genitori, dobbiamo giurare che marceremo avanti verso il campo di battaglia finale per riportare la vittoria conclusiva. Questo non è soltanto un giorno per essere felici e contenti, ma dobbiamo determinarci a raggiungere questa meta finale.

Da un lato dobbiamo afferrare gli Stati Uniti, dall’altro l’Unione Sovietica e il comunismo internazionale. Ricordatevi, Dio sta giocando la Sua ultima, straordinaria “partita a carte” e sta tenendo in mano una carta vincente: il Rev. Moon e voi. Il Rev. Moon è come l’asso di Dio e tutti voi rappresentate il resto delle carte. Insieme creeremo la super carta di Dio e vinceremo per Lui.

Pertanto, non ci rimane altra scelta che unirci e dedicarci totalmente. In un mazzo ci sono 52 carte: noi possediamo tutte le carte di cui abbiamo bisogno per ogni eventualità e per ogni direzione diversa. Potete dire di essere una carta nelle mani di Dio? Voglio che siate le carte migliori, se non un asso, almeno un sette, un otto, un nove, o un dieci. Così dovete essere diversi dalle altre persone. I vostri occhi devono brillare in modo diverso, il vostro punto di focalizzazione deve essere differente: non concentratevi sulle cose terrene, materiali, ma su quelle spirituali. Ogni aspetto del vostro comportamento deve essere diverso, quando siete figli di Dio. Dite a voi stessi: “Io sono diverso perché sono un figlio di Dio e ho i Veri Genitori”. Sapete quanti anni ho? Ne ho forse 25? No, ma mi sembra di averli e questo è dovuto allo scopo che mi sono prefisso. Ho sempre qualcosa da fare. Grido sempre alle mie gambe: “Come potete rilassarvi? Non c’è tempo”. Se il mio corpo cerca di coricarsi per riposare, gli urlo: “Ma cosa stai facendo! Siamo in tempo di emergenza. Come puoi riposarti adesso?”. Sono sempre in lotta con il mio corpo, con i miei occhi, le mie gambe e così via.

Sto restaurando il vero patriottismo

Pensate che a Satana piacciano le persone che cercano di imitarmi? Lui odia questo. Io sono andato volontariamente in prigione, anche se avrei potuto evitarlo. C’erano diversi posti in cui sarei potuto andare invece di ritornare negli Stati Uniti, ma ho scelto di andare in prigione per uno scopo: salvare l’America, scuotere questo paese e indirizzarlo verso il bene. Il patriottismo e l’amore per Dio non sono stati molto forti in America ed io voglio rivitalizzarli. Entrando in prigione, sto restaurando il vero patriottismo in questo paese. Non sono un cittadino di questa nazione, ma l’amo così tanto che gli americani proveranno vergogna e cominceranno anche loro ad amare la loro patria e Dio.

E voi? Siete degli americani veri o falsi? Ci sono più americani di Dio o di Satana in questa nazione oggi? C’è stato così poco patriottismo in questo paese e l’amore per la famiglia, per la comunità, per la società stanno seriamente venendo meno. Guardate le statistiche sull’uso della droga: in pratica il 90% dei giovani è coinvolto in questo problema, perfino gli alunni delle scuole elementari. Migliaia di loro perdono la testa a causa della droga. È questo l’effetto del patriottismo e dell’amore per Dio? Dunque, dobbiamo scuotere questo paese, dobbiamo praticare un’iniezione speciale nel corpo dell’America per dissolvere gli effetti venefici di queste droghe. Noi siamo medici che hanno una medicina spirituale e dobbiamo iniettare in questa nazione l’amore per Dio e per la patria.

Quando sono entrato in prigione, c’era chi pensava: “Rev. Moon, tu non potrai influenzare questi prigionieri”. Ma cos’è successo? Il Rev. Moon è entrato nella società infernale che è la prigione e i suoi compagni di carcere hanno cominciato a trasformarsi. Anche se non posso insegnare apertamente i Principi, gli altri detenuti si sono trasformati attraverso le loro esperienze dirette con me e col mio modo di vita.

C’è una missione speciale che devo realizzare qui a Danbury in questo tempo. La gente ha detto che è impossibile restaurare l’America, ma io porterò un risveglio in questa nazione. Ristabiliremo qui un profondo spirito patriottico e un grande amore per Dio, in modo che questa nazione divenga davvero lo strumento divino, e salveremo il mondo.

Alzatevi tutti in piedi. In questa celebrazione del Giorno dei Genitori, quelli che giurano d’impegnarsi a vincere la propria battaglia esteriore così come io ho vinto la mia battaglia interiore, e a diventare uomini e donne straordinari; quelli che giurano di riportare in questa nazione il patriottismo e l’amore di Dio e così facendo salvare il mondo; tutti quelli che mi promettono queste cose, in questo Giorno dei Genitori, alzino le mani e dichiarino che diventeranno come Giosuè e Caleb. Dite a voce alta: “Io porterò il Regno dei Cieli sulla terra e marcerò verso la grande vittoria! Amen! Amen! Amen!”

Dio vi benedica.

Salva come PDF

^