Il Cosmo è il Mio Paese Natale e la Mia Patria

Salva come PDF

Banchetto di apertura del WCSF 2000

10 febbraio 2000

Illustri e onorevoli ospiti, signore e signori,

sono grato, dal più profondo del cuore, a tutti voi che rappresentate la leadership di vari campi e specializzazioni di tutto il mondo, per essere venuti a visitare la Corea per farmi gli auguri e celebrare il mio 80° compleanno. In particolare, vorrei esprimere la mia più profonda riconoscenza a Dio, che è stato con me, proteggendomi per tutta la mia vita. Vorrei offrire a Lui tutta la gloria e l’onore che ho ricevuto.

Nel corso della mia vita, mi sono dedicato totalmente alla salvezza dell’umanità concentrandomi sulla volontà di Dio. Sin da quando sono stato chiamato, all’età di 16 anni, ho ricercato scrupolosamente la Sua volontà, comunicando con Gesù nel Paradiso e con altri santi e saggi. Come risultato, sono giunto a capire che Dio non è seduto su un trono di gloria e d’onore, ma è un Dio di sofferenza, di dolore e di lamento, che si è adoperato faticosamente per salvare i Suoi figli precipitati nell’inferno in seguito alla caduta.

A causa della caduta, l’umanità è diventata spiritualmente ignorante. Non abbiamo capito l’esistenza di Dio, l’origine della vita umana, lo scopo di vivere sul pianeta terra col corpo fisico, l’esistenza del mondo spirituale nel quale andiamo dopo la nostra vita terrena e la preparazione necessaria per la vita dopo la morte. Tuttavia, da quando ho capito la volontà di Dio e il Suo cuore, la mia vita è stata totalmente dedicata, con un unico pensiero e un solo scopo, alla realizzazione della volontà di Dio, trascendendo tempo e spazio, dimenticando qualunque altra cosa.

Quando rifletto sugli 80 anni della mia vita, pieni di incomprensioni e di persecuzioni, è semplicemente straordinario che possa essere con voi oggi. Credo che sia perché in tutta la mia vita non mi sono allontanato un momento dalla volontà di Dio per cercare una vita comoda per me stesso. Ho fatto circa 10.000 discorsi pubblici lungo tutta la mia carriera religiosa. Questi discorsi sono stati pubblicati in 300 volumi, e così, attraverso questi discorsi, la mia vita per voi è un libro aperto.

In questo giorno di così grande significato, vorrei condividere con voi il rapporto più fondamentale che c’è tra Dio e noi, parlando sul tema: “Il Cosmo è il Mio Paese Natale e la Mia Patria”.

Originariamente, il cosmo è un’immensa casa in cui gli esseri umani vivono come padroni. La vita umana assume una struttura sferica nell’ambito dei rapporti fra su e giù, destra e sinistra, davanti e dietro. Questi culminano nelle relazioni fra genitore e figlio, marito e moglie, fratello e sorella. Dio occupa il centro di tutti questi rapporti. Così è nella posizione del numero 7 come centro dei numeri 1, 2, 3, 4, 5 e 6, rappresentando le posizioni di su e giù, destra e sinistra, davanti e dietro. Ecco perché Dio può guidarci ed educarci nella nostra vita di ogni giorno, anche se è invisibile.

Nonostante le lotte e le difficoltà che affrontiamo nel regno di Satana a causa della caduta, riconosciamo che il corso normale della vita umana è diventare un vero sposo dopo essere diventati abbastanza maturi da sposarci e diventare un vero genitore avendo dei figli. Perciò non possiamo negare i rapporti tra fratelli e sorelle, marito e moglie, e genitori e figli. Se lo facciamo, violiamo il principio dell’universo. Così, per grandi o piccoli che siamo, abbiamo bisogno di avere una famiglia con genitori e figli, marito e moglie, e fratelli e sorelle.

Essere insieme come famiglia, con genitori, marito e moglie e figli, è il modello ideale dei rapporti umani. Questa è la ragione per cui una persona dovrebbe ricevere pienamente l’amore dai suoi genitori, dal suo sposo e dai suoi figli. Cosa può rendere perfette tutte queste relazioni umane? Certamente non il denaro, la conoscenza o il potere. Solo il vero amore porta equilibrio in questi rapporti.

Questo vero amore è la forza dell’investimento, la forza del dare senza ricevere. È la donazione totale al punto che alla fine raggiungiamo il punto zero. Quando raggiungiamo il punto zero, possiamo abbracciare qualunque cosa entra dentro. La forza della donazione totale è eterna. Perciò anche la forza di ricevere e restituire è eterna. Così nel rapporto si crea un equilibrio eterno. Quindi, i rapporti reciproci originali basati su una vita altruista, centrata sul vero amore, rendono perfetto il mondo.

Se guardiamo il Cielo e la Terra, possiamo vedere che la creazione esiste attraverso dei rapporti. La fonte dell’energia che muove il mondo dello spazio può definire eternamente un punto centrale tra l’energia del dare e l’energia del restituire. Lì Dio esiste nella posizione di un numero fortunato, il 7, mantenendo l’equilibrio di tutto l’universo. La fortuna celeste si sviluppa nel processo di ricevere e restituire. In questo scorre l’amore, scorre l’aria, scorre l’acqua e scorre la luce. E dopo aver girato tutt’intorno, il flusso ritorna alla sua forma originale.

Signore e signori, chi è una persona buona? Possiamo dare diverse risposte a questa domanda, ma una risposta che bisogna includere è che una persona buona è quella che restituisce più di quanto riceve. Per questa ragione, nessun genitore desidera che i suoi figli siano inferiori a lui. Al contrario i genitori desiderano che i figli siano superiori a loro. Allo stesso modo, il marito desidera che la moglie sia migliore di lui e viceversa. Inoltre, il fratello maggiore desidera che il fratello minore sia migliore di lui e viceversa. Così i genitori desiderano restituire qualcosa di più grande di quello che hanno ricevuto. Entrambi gli sposi desiderano questo. I fratelli lo desiderano. Tutta la creazione lo desidera. In ultima analisi lo desidera l’universo.

Inoltre, solo quelli che credono che il cosmo è il mio paese natale e la mia patria con una grande visione e un grande cuore saranno accolti dal cosmo. Quindi si può arrivare alla conclusione che solo quando uno è accolto prima dall’individuo, poi dalla famiglia, poi dalla nazione, dal mondo e infine dal cosmo, può diventare il figlio o la figlia divina di Dio.

Allora, dove vi piacerebbe vivere? Credo che vi piacerebbe vivere nel vostro paese natale. Il vostro paese natale si riferisce al pianeta terra nel cosmo e la vostra patria si riferisce al luogo dove dimora Dio. Quindi, l’antenato della nostra patria alla fine è Dio. Il luogo dove i genitori, gli sposi, i figli e i fratelli non caduti vivono insieme è il paese natale. Questo è il pianeta originale, la Terra, dove neri, bianchi, e gialli vivono insieme in armonia.

Di chi siamo figli? Abbiamo tutti avuto origine dallo stesso Genitore. Egli è il Padre di tutta l’umanità, ed è con noi dovunque andiamo, qualunque direzione prendiamo, nord, sud, est o ovest. Questo è Dio, il Padre di tutta l’umanità.

Ad esempio, è sbagliato pensare che i proprietari dell’America sono i bianchi o i gialli o i neri. Il proprietario dell’America è Dio. Lo stesso vale per la Corea. L’unico motivo per cui il colore della nostra pelle è diverso è il fatto che il clima e l’ambiente possono aver bisogno di un colore protettivo, a seconda della regione in cui viviamo. Ecco perché i bianchi occupano le regioni dove c’è tanta neve. Al contrario ci sono molti neri nei luoghi che sono battuti fortemente dalla luce del sole, come l’Africa. Ciò nondimeno, tutte le persone hanno la stessa struttura ossea e lo stesso colore di sangue. Quindi, la discriminazione non è ammissibile.

Questa è la ragione per cui la Chiesa dell’Unificazione ha celebrato così spesso matrimoni collettivi internazionali e interrazziali. Ci stiamo impegnando a promuovere la qualità di tutte le razze. Persone di ogni razza e colore si sposano fra loro, seguendo le leggi della natura e il principio. Il matrimonio tra bianchi e neri è come se Polo Nord e Polo Sud si unissero. Crediamo anche che i loro discendenti trarranno beneficio da questo, ereditando e unendo insieme le forze di ciascuna razza.

Dove esiste l’amore non c’è nessun conflitto. Anche se provenite da paesi d’origine diversi e da nazioni diverse, non potete fare a meno di condividere lo stesso vero paese natale e la stessa vera patria centrata sull’amore, perché tutta la creazione desidera andare nel punto centrale della creazione.

Le questioni più importanti del mondo umano sono l’amore, la vita e il lignaggio. La vita è nell’amore e il lignaggio è collegato alla vita. L’amore non si può collegare se non tramite il lignaggio. Quindi l’amore che non è collegato alla vita è falso e non ci può essere nessun collegamento alla vita tranne che in rapporto al lignaggio. Così, la strada che porta all’eternità si può aprire solo attraverso il vero amore, la vera vita e il vero lignaggio. L’ideale di creazione di Dio è lasciarci in eredità il vero amore, la vera vita e il vero lignaggio, facendoci diventare delle persone vere.

Perché ci sposiamo? Per collegare la vera tradizione al passato, al presente e al futuro. Prima della caduta, Adamo ed Eva potevano avere un rapporto con Dio direttamente e liberamente, ma dopo la caduta non potevano farlo. E i loro figli, Caino e Abele, non potevano ricevere la linea di sangue di Dio, solo quella di Satana. Ecco perché Gesù disse in Giovanni 3:3: “Se non rinasci, non puoi vedere il Regno dei Cieli”.

Satana è un dio falso, il dio della dissolutezza, il nemico dell’amore di Dio. Quando Adamo ed Eva non generarono i figli di Dio e diedero invece nascita ai figli di Satana, quale tristezza, deve aver sperimentato il corpo di Eva, centrato sul suo grembo! A causa della caduta dei primi antenati dell’uomo, il mondo dell’amore iniziò ad essere diviso nel mondo di Dio e nel mondo di Satana.

Dovete capire che siete nati con una vita illegittima a causa di un amore illegittimo. Dovete vergognarvi di essere nella posizione di nemico dell’amore, nemico della vita e nemico del lignaggio. Dio sta provando un dolore e una sofferenza tremendi, guardando il mondo di oggi in cui prevalgono la libertà sessuale e l’omosessualità.

La situazione di Dio è che nonostante tutto deve amare i figli di Satana, il Suo nemico, più di quanto ama i Suoi stessi figli. Per quanto sia difficile, Dio deve dare, dare e dare tutto ciò che ha per restaurare i Suoi figli e le Sue figlie perduti. Questo è il contenuto della provvidenza di salvezza di Dio.

Per dare rinascita alle vite cadute, dev’essere proiettata una forza di vita più potente. Dio è in uno stato incredibilmente pietoso, tormentato dalla miseria di ciascun bambino che viene al mondo attraverso il seme falso. Bambini così si sono moltiplicati a miliardi durante il corso della storia.

Gli uomini devono passare attraverso i tre stadi della vita, nel grembo materno, sulla terra e nel mondo spirituale. Questi stadi corrispondono all’età dell’acqua, l’età dell’aria e l’età dell’amore. Il pianeta terra in cui viviamo col corpo fisico è come il grembo della madre. Come il feto cresce ricevendo nutrimento nell’utero, noi cresciamo mangiando il cibo che viene dalla creazione. Ecco perché dobbiamo amare la terra. Poiché Dio creò il cosmo per noi, l’era durante la quale noi viviamo nella carne si chiama era del pianeta terra.

Nel mondo spirituale la luce risplende come il sole, giorno e notte. Fuori dal sistema solare non c’è notte, soltanto giorno. Nel mondo spirituale è la stessa cosa. La luce dell’amore nel mondo spirituale non cambia. L’amore non cambia di giorno o di notte, al polo nord o al polo sud. Il mondo spirituale è il mondo dell’amore. E il mondo spirituale è come un magazzino dove vengono riposti i frutti del duro lavoro che facciamo durante le nostre quattro stagioni sulla terra.

Durante il corso della provvidenza di restaurazione di Dio, Gesù era l’unica persona nata con una vita collegata al lignaggio diretto di Dio. Di conseguenza nessuno degli uomini caduti è mai entrato nel regno del dominio diretto di Dio. Ecco perché Dio ha vissuto una vita desolata, solitaria, completamente solo. Per questo noi siamo tristi, la creazione è triste e il nostro mondo umano è triste. Quindi Dio è andato in cerca di un uomo degno di fiducia che possa purificare il lignaggio caduto dell’umanità e collegarlo alla vera vita. Quest’uomo è il Messia, che può portare la liberazione a tutta l’umanità restaurando il vero amore di Dio.

Iniziando al tempo di Adamo ed Eva, la provvidenza dell’era dell’Antico Testamento fu un percorso storico per guidare il popolo scelto a ricevere Gesù come Messia. La volontà di Dio era che il popolo scelto, gli Israeliti, che Dio aveva preparato per tanto tempo, ricevessero il Messia e riportassero tutta l’umanità a Lui attraverso un innesto. Tuttavia, a causa della mancanza di fede degli Israeliti, Gesù donò la sua vita per noi sulla croce, permettendo alla provvidenza di Dio di arrivare a conclusione al tempo del Secondo Avvento.

Di conseguenza, il Signore del Secondo Avvento deve restaurare la dimora del vero amore nella posizione dei Veri Genitori, e realizzare la provvidenza di Dio per la salvezza dell’umanità per mezzo dei Genitori del Cielo e della Terra. Il punto di partenza del Messia è diventare un figlio e una figlia con una pietà filiale più grande di Adamo ed Eva, che avrebbero stabilito una vera famiglia se non fossero caduti, servendo e seguendo Dio in modo migliore e più glorioso di quanto fecero Adamo ed Eva. Il Messia è il maestro che deve iniziare tutto daccapo nella posizione di padre centrato sul vero amore, e collegare il lignaggio del vero amore attraverso la vera vita.

Di conseguenza, il Messia deve venire come i Veri Genitori di tutta l’umanità. Il Messia che viene deve negare l’amore del mondo satanico caduto e le tradizioni umane cadute. I Veri Genitori devono essere un uomo e una donna con un punteggio perfetto di 100 punti, e lavorare per stabilire una famiglia di 100 punti, una tribù di 100 punti, un popolo di 100 punti, una nazione di 100 punti e il mondo di 100 punti.

Dobbiamo capire che non esiste altro modo per ereditare la linea di sangue originale. Il problema è come possiamo trascendere il regno del dominio satanico in cui stiamo attualmente vivendo, tenuti prigionieri sin dal tempo della caduta. Tutte le persone devono essere restaurate alla posizione di figli e figlie di Dio. In altre parole, dobbiamo passare attraverso otto stadi dall’età del grembo materno, a quella dell’infanzia, di fratello e sorella, di fidanzamento e matrimonio come marito e moglie, di genitori, di nonni e alla fine di re e regina. Perciò dobbiamo capire che siamo nati con lo scopo di diventare i grandi signori del Cielo e della Terra diventando principi e principesse come figli di Dio.

Signore e signori: come tale, l’uomo originariamente doveva incontrare una donna come sua moglie e la donna doveva incontrare un uomo come suo marito. Essi sarebbero dovuti diventare un re e una regina ed ereditare ogni cosa in Cielo come un principe e una principessa. Attraverso un processo di restaurazione in otto stadi, in cui persino le prigioni sotterranee dell’inferno sono restaurate, sarà realizzata l’unità fra il Regno dei Cieli e quelli che sono all’inferno. Tuttavia, questo si può realizzare solo attraverso la benedizione dei Veri Genitori, che vengono come Messia.

Perciò, le “coppie benedette” devono diventare le “coppie più”, che danno un contributo per il bene delle altre persone del mondo. Come tali, per diventare persone completamente nuove, praticate fede assoluta, amore assoluto e obbedienza assoluta. Anch’io personalmente ho praticato questo in tutta la mia vita.

Al tempo della creazione, Dio creò l’universo con fede assoluta. Dio ci ha creato come Suoi partner d’amore. Obbedienza assoluta significa che uno investe tutto, compreso sé stesso, totalmente e completamente, dimentica del tutto l’investimento che ha fatto e poi investe di nuovo. Questo processo continua finché raggiunge il punto zero, senza nessun concetto di ciò che gli appartiene.

Poiché Dio ha elargito tutta la Sua fede, quel che rimane è zero; poiché ha elargito tutto il Suo amore, quel che rimane è zero; poiché ha donato tutta la Sua obbedienza, quel che rimane è zero. Ciò nonostante più investite, più il vero amore cresce. Quindi, dobbiamo prendere a modello Dio.

Anche se siamo respinti, dobbiamo amare di più; anche se abbiamo investito tutto ciò che abbiamo, dobbiamo continuare a investire finché riusciamo a indurre il nostro nemico ad arrendersi spontaneamente; il Padre Celeste ha percorso questa strada e l’hanno percorsa i Genitori del Cielo e della Terra.

Così, colui che investe e dimentica diventa una persona centrale, e colui che vive per amore degli altri diventa una persona centrale. Persino in una famiglia dove vivono insieme dieci persone, compresi la nonna e il nonno, la figura centrale sarà quella che vive di più per il bene degli altri.

Chi investe tutto per gli altri e se ne dimentica, ripetendo continuamente la stessa azione, diventerà la figura centrale, il portabandiera per il bene dell’insieme, e il più grande fra tutti gli uomini di pietà filiale. Lo stesso vale nei confronti del patriottismo nella nazione. Più uno investe e dimentica ciò che ha investito, più uno può diventare un patriota, un santo e un figlio o una figlia sacra di Dio.

Sin dall’inizio della storia umana, Dio è vissuto per noi più di chiunque altro al mondo. Ha continuamente investito Sé stesso e dimenticato ciò che ha investito. E poiché continuerà a fare così per l’eternità, continuerà ad essere il Re dei Re della vita altruista e il nostro supremo Antenato.

La ragione per cui la Chiesa dell’Unificazione che ho fondato e guidato è potuta diventare un gruppo religioso a livello mondiale in così breve tempo è perché io ho vissuto di persona una vita basata su questo principio. Quando ripenso alla mia vita, totalmente dedicata al bene dell’umanità, posso attestare che è stata un cammino contrastato da parte di miliardi di forze sataniche malvagie, sia nel mondo invisibile che in quello visibile, da numerosi leader religiosi e da tanti governi. Tuttavia, poiché ho vissuto per il bene degli altri, sono arrivato ad essere il centro. Poiché ho vissuto per quelli che mi si sono opposti, che non mi hanno capito, e ho investito me stesso nei loro figli, e ho vissuto per il bene dei governi che mi hanno perseguitato, essi alla fine si sono inchinati davanti a me. Da ciò possiamo imparare la strategia di Dio che è opposta a quella di Satana. La strategia di Dio richiede di subire i colpi all’inizio, ma poi alla fine riconquista tutto, mentre la strategia di Satana è colpire per primo ma alla fine perde.

Con questo principio, ho benedetto molte decine di migliaia di giovani coppie dai sei continenti e dai cinque oceani in matrimoni di gruppo, come un mezzo per salvare le cinque razze dell’umanità e stabilire un mondo unito sotto Dio. Quando Occidente e Oriente si uniscono insieme, i conflitti scompariranno. Ad esempio, quando un americano e un tedesco si sposano fra loro e diventano marito e moglie, le due nazioni nemiche si uniscono.

Inoltre ho dato la benedizione persino agli spiriti nel mondo spirituale. Affinché il Regno dei Cieli si realizzi sulla terra, anche gli abitanti del mondo spirituale devono essere liberati, e solo i Veri Genitori sulla terra fanno questo. Come falsi genitori, i primi antenati dell’uomo, Adamo ed Eva, seminarono dei semi falsi. Il Messia deve liberare l’umanità sia sulla terra che nel mondo spirituale, venendo come i Veri Genitori. Da solo Dio non può districare i problemi creati dal legame di sangue illegittimo. Se avesse potuto farlo, l’avrebbe fatto tanto tempo fa. Non avrebbe neppure permesso che avvenisse la caduta, tanto per cominciare. Tuttavia, Come Dio di principio, Egli non può interferire nella parte di responsabilità dell’uomo.

Di conseguenza, il Messia che ritorna, venendo come i Veri Genitori, deve dare rinascita all’umanità, la cui linea di sangue è stata contaminata dal peccato originale. Se viste in questa prospettiva, le cerimonie di benedizione in matrimonio di gruppo non significano semplicemente unire insieme giovani uomini e donne come marito e moglie. In effetti sono una cerimonia santa in cui rinascete come veri figli di Dio ricevendo il seme originale della vita da Dio.

Secondo il principio dell’indennizzo, l’era di liberazione del mondo spirituale e l’era di liberazione della terra possono venire attraverso le ere dell’indennizzo individuale, famigliare, tribale, nazionale, mondiale e universale. Il mondo è diviso in decine di migliaia di popoli. I rapporti fra genitori e figli, marito e moglie e fratelli e sorelle, sono stati divisi. Persino il mondo religioso è stato diviso in quattro maggiori sfere culturali, il Cristianesimo, il Buddismo, l’Islamismo e il Confucianesimo. Tuttavia, ora siamo entrati nell’era della grande unificazione entrando nell’era del regno del Quarto Adamo, passando per l’era dell’Antico, del Nuovo e del Completo Testamento, che è l’era della completezza.

Così, ora siamo entrati nell’era del Regno dei Cieli. E in accordo al processo della provvidenza di Dio, superando le ere del primo, del secondo e del terzo Adamo con al centro l’ideale del Secondo Avvento, siamo entrati nell’era del Quarto Adamo, l’era del dominio diretto di Dio. In altre parole, non stiamo più vivendo nell’era del nazionalismo e nemmeno nell’era della globalità. Queste ere sono già passate. Ora stiamo vivendo nell’era in cui l’universo deve unirsi a Dio. Inoltre, diventando il paese natale delle famiglie benedette, il pianeta terra si unirà al mondo spirituale. Allora verrà il Regno dei Cieli sulla terra e nel mondo spirituale.

Onorevoli e illustri ospiti, signore e signori!

Con l’arrivo del nuovo millennio, a mezzanotte della vigilia dell’anno nuovo, ho proclamato un messaggio con un motto per il nuovo anno: “L’Espansione Cosmica del Vero Amore è la Perfezione del Nuovo Regno Millenario di Dio”. Espansione cosmica del vero amore significa ricreare il cielo e la terra come la casa del vero amore. In altre parole, l’universo è la casa del regno dei Cieli. Ricevendo il nuovo millennio, la casa costruita col vero amore dev’essere la pietra angolare sulla quale il Regno dei Cieli può essere costruito in tutto il mondo. Il mondo è la casa dell’amore in cui le nazioni possono entrare, e il cosmo è la casa dell’amore in cui può entrare il mondo.

E poiché il cosmo è venuto da Dio, per completare la casa in posizione di oggetto, le case del principio devono essere restaurate e unite a livello di famiglia, tribù, popolo, nazione e mondo. In ultima analisi, la famiglia del vero amore è l’essenza del cosmo. Quindi, il marito è la casa del vero amore della moglie, e la moglie è la casa del vero amore del marito. I genitori sono la casa del vero amore dei figli e i figli sono la casa del vero amore dei loro genitori. Inoltre, la nazione del vero amore è il luogo di riposo del cosmo, e la nazione di Dio è il luogo dove la vera libertà, il vero amore e la vera vita possono dimorare per l’eternità.

Io ho promosso continuamente i veri valori della famiglia col tema “La realizzazione del Regno dei Cieli Attraverso Famiglie Ideali”. Questo perché il centro del regno in cui Cielo e Terra si possono riposare è la famiglia in cui un vero uomo e una vera donna dove Dio può abitare sono uniti insieme. Di conseguenza dobbiamo capire che il Giardino di Eden menzionato nella Bibbia è sulla terra. Questo nuovo millennio è un’era in cui completare i 6000 anni di storia della provvidenza per la salvezza dell’umanità e costruire il regno dei cieli originale centrato sull’ideale della creazione. È un’era in cui le promesse dell’Antico e del Nuovo Testamento saranno realizzate. Il dominio diretto del Dio vivente deve cominciare attraverso le posizioni restaurate del figlio maggiore, del genitore e del re, aprendo una nuova era della trascendenza, immanenza, abbondanza e sovranità di Dio.

Come abbiamo detto prima, la terra è il paese natale di tutta l’umanità e il mondo spirituale è la patria eterna dove alla fine tutti gli uomini arriveranno. È giunto finalmente il tempo in cui la famiglia globale ideale si deve realizzare sulla terra, con al centro il Genitore Celeste, e siamo passati da “una nazione sotto Dio” a “un cosmo sotto Dio”. Perciò vi chiedo innanzitutto di capire che il rapporto fondamentale tra Dio e noi è quello tra genitore e figlio. Su questa fondazione, vi chiedo di assumere un ruolo attivo per trasformare il cosmo, cioè il Cielo e la Terra, o il mondo spirituale e il mondo fisico, nel nostro paese natale e nella nostra patria.

Ancora una volta ringrazio tutti voi che avete partecipato a questo evento. Vorrei concludere esprimendo il desiderio che tutte le persone del mondo di tutte le razze e di tutti i colori, vivano come veri fratelli e sorelle e costruiscano un nuovo regno millenario di pace, libertà e giustizia.

Che la benedizione di Dio sia con voi e con la vostra nazione! Grazie infinite.

Salva come PDF

^