Il Corso di Vita per i Principi e le Principesse di Dio

Salva come PDF

12 marzo 2000 – Olympic Main Stadium – Seul

Illustri ospiti internazionali, compatrioti, signore e signori, – voi che siete riuniti qui per l’Unificazione del Nord e del Sud! Il nuovo millennio che abbiamo appena iniziato è il tempo in cui dobbiamo eliminare i resti delle divisioni e delle lotte lasciate dal secolo passato, e realizzare l’ideale di una famiglia, di un villaggio globale di pace e di unità. Prego che le benedizioni del nuovo millennio possano essere su ognuna delle vostre famiglie rappresentate qui oggi.

Innanzitutto lasciate che vi ringrazi per essere venuti da tutte le parti del mondo a farmi gli auguri per il mio 80° compleanno. Tuttavia, più di ogni altra cosa, vorrei offrire questa gloria a Dio. Egli è stato il mio costante compagno e protettore ed è Lui che ha reso possibile questo giorno.

Se guardo la mia vita passata, non c’è mai stato un momento di calma e di tranquillità. Ho percorso un cammino di sofferenza fianco a fianco col popolo di questa nazione, una nazione la cui storia ha visto tante lotte e tribolazioni, racchiusa, così com’è, qui in mezzo alle grandi potenze del mondo.

Sin da quando sono venuto improvvisamente a contatto con la volontà del Cielo mentre stavo pregando all’età di quindici anni, ho dedicato la mia vita e rivolto tutti i miei pensieri e i miei sforzi per portare a compimento la volontà di Dio. Ho scoperto che la causa fondamentale della sofferenza umana sta nel fatto che gli antenati dell’uomo caddero in uno stato di ignoranza spirituale dovuto alla corruzione e che questo ebbe come conseguenza la rottura del rapporto fra loro e Dio.

Il risultato di questa caduta è che gli uomini sono diventati ignoranti su questioni così fondamentali come i fatti che riguardano Dio, la vita e l’universo. Nel corso della mia vita, ho parlato in pubblico più di 10.000 volte e ho presentato una vera visione del mondo, della vita e della storia basata sui principi del Dioismo.

Questo contenuto è stato tradotto completamente in dodici lingue diverse e pubblicato in una serie di circa 300 volumi. Non è il frutto di una approfondita ricerca letteraria o di uno studio accademico, ma racchiude le risposte fondamentali ed essenziali che ho scoperto mentre viaggiavo liberamente attraverso il mondo sia visibile che invisibile.

Oggi vorrei cogliere con gratitudine questa occasione per parlare di una soluzione fondamentale al problema dell’unificazione della penisola coreana – l’unificazione che è il desiderio che più sta a cuore alla nostra nazione, e l’ultimo problema della guerra fredda che attende di essere risolto. Vorrei intitolare questo discorso: “Il Corso di Vita per i Principi e le Principesse di Dio”.

Illustri ospiti! Di quale nazione siete cittadini? Molti di voi sono cittadini della Corea. Per voi la Corea è la vostra patria, la vostra terra natale, vero? Allora dov’è la patria di Dio? Attualmente Dio non ha una patria. Da dove hanno origine tutte le nazioni del mondo? Hanno origine in Dio o la loro origine è da qualche altra parte? L’origine storica delle nazioni del mondo è un grosso problema.

Tutte le nazioni di questo mondo sono state divise o si sono formate in seguito a dei conflitti. In tanti casi, dove due nazioni sono divise da un confine, quel confine è segnato da un risentimento profondamente doloroso. Conosciamo tutti la realtà storica che le lotte più aspre sono state combattute e la maggior parte del sangue è stata versata sui confini di nazioni adiacenti anziché, ad esempio, sui confini di una terza o una quarta nazione. Questo dimostra che i muri fra due nazioni e i muri fra due gruppi etnici sono il tipo di muro più alto.

Le battaglie non si combattono sempre percorrendo migliaia di chilometri. Sin dai tempi antichi, le guerre sono state combattute lungo i confini di due nazioni attigue. Questo è il motivo per cui anche voi stessi vi renderete conto che entrate in conflitto con i vicini e le persone che vi sono più prossime. Perché? Perché l’umanità è caduta. È un risultato della caduta umana che le lotte tendano a iniziare coi propri vicini.

Cos’è la caduta? È la discordia fra Dio e l’umanità. È l’esplosione di un conflitto fra l’umanità e Satana. Perciò possiamo concludere che il fatto che nella storia di questo piccolo pianeta ci siano state numerose nazioni è la prova che ci sono stati anche numerosi conflitti.

Dove andranno le nazioni che si sono formate in seguito a questo? Tutte le nazioni cercano un mondo di pace, ma sono capaci di arrivarci? Questa domanda indica il compito comune che resta davanti a tutta l’umanità oggi.

Se guardiamo le cose in questo modo, possiamo capire che se continueremo a nutrire inimicizia verso una nazione vicina con la giustificazione che è il nostro nemico storico, non potremo mai realizzare un mondo di pace. Non importa quanto desideriamo il nostro ideale e quanto diciamo che stiamo avanzando verso il nostro ideale, è impossibile raggiungere quello scopo. Per negare i motivi che suscitano questi conflitti e cancellare la nostra storia distorta e che funziona male, abbiamo bisogno di un movimento che indicherà la strada e incarnerà il contenuto sostanziale della direzione opposta.

Illustri ospiti! Voi stessi siete esattamente come un popolo senza nazione. Avevate una nazione in passato? È mai esistito nella storia il tipo di nazione che potevamo chiamare “nostra nazione”? Non abbiamo mai avuto questo tipo di nazione. Forse è perché nessuno ha mai cercato di costruirla? No. La ragione per cui non abbiamo mai avuto questa nazione è che nella storia le persone che l’hanno desiderata non sono mai state nella posizione di costruirla. Non hanno potuto costruire questa nazione perché le ere in cui vivevano non consentivano uno standard pienamente sviluppato e completo con cui quella nazione poteva essere costruita. La patria che abbiamo bisogno di costruire non è una nazione con una certa storia e tradizione che esiste nel mondo d’oggi. Piuttosto è di una dimensione essenzialmente diversa dalle nazioni che esistono nel mondo odierno.

Se vogliamo ereditare questo diverso tipo di nazione, dobbiamo diventare un popolo che possiede la coscienza ideologica che rende questo possibile. Se esiste un creatore assoluto, questa ideologia e questo pensiero avranno bisogno di essere uniti al pensiero e all’ideologia del Creatore. Se l’essere assoluto volesse una nazione, ne vorrebbe una dove i cittadini possono essere completamente uniti con al centro la sovranità nazionale. Abbiamo bisogno di avere questo tipo di carattere nazionale, e abbiamo bisogno di avere questo tipo di modello nazionale.

Per formare una nazione ci dev’essere una sovranità, un popolo e un territorio nazionale. La nazione di Dio è la stessa cosa. I genitori rappresentano la sovranità, i figli e le figlie rappresentano il popolo e la nazione rappresenta il territorio nazionale. Questa è una legge che non si può infrangere; nessuno di questi elementi può essere omesso. Qual è allora, la cosa più preziosa? È vivere per il bene della nazione e del mondo. Finché vivete in questo modo, non potete andare in rovina. Quel luogo dove non può esserci rovina è il punto finale.

Una persona che muore mentre lavora per il bene della nazione diventerà un cittadino di quella nazione anche se muore. Rimarrà finché quella nazione esiste. Perché si formi una nazione, occorrono un territorio nazionale, un popolo e una sovranità.

Cos’è, allora, la sovranità? È un collegamento e un legame con Dio, la radice e l’origine. Le persone che governano la nazione devono creare il loro rapporto con Dio e poi governare. In questo modo i sovrani hanno bisogno di unirsi al popolo. Devono unirsi al popolo e pensare che tutto ciò che possiedono esiste non per il loro bene personale ma per il bene della nazione.

Se sapranno far questo, la nazione prospererà. Da questo punto di vista, quando considerate la questione di realizzare il regno dei cieli sulla terra, chi è il proprietario del cielo? Chi è il sovrano? Senza dubbio, il sovrano è Dio. Allora chi è il popolo? Il popolo sono tutte le persone del mondo. E dove è il territorio nazionale? Il territorio nazionale è il pianeta terra. A chi assomiglia, allora, il Regno dei Cieli? Assomiglia a “me”. Se guardate una qualunque nazione, da che cosa è composta? Dalla sovranità, dal popolo e dal territorio nazionale. La stessa cosa vale per un singolo essere umano.

A chi avete detto che assomiglia il Regno dei Cieli sulla terra? A “me”. Assomiglia a “me”. Individui come me stesso si riuniscono insieme e questo forma la nazione. Proprio come io ho una mente, la nazione deve avere la sovranità. Proprio come io ho un’identità personale, ci deve essere un popolo nazionale. E proprio come gli uomini interagiscono con l’universo creato, così una nazione deve avere il territorio nazionale, nell’ambito di questo principio fondamentale, il popolo controlla il territorio nazionale e la sovranità governa il popolo. Ecco come stanno le cose. Il territorio nazionale, il popolo e la sovranità sono gli elementi essenziali che formano una nazione.

Se guardate gli esseri umani, il principio fondamentale è che la nostra mente controlla il corpo e il corpo controlla la natura. A causa di questo principio, se guardate il mondo intero, la conclusione finale è Ch’eon Ji In (Cielo, terra, umanità – Nota del traduttore: anche nel Neo-Confucianesimo si trova un concetto che dice che questi sono i tre elementi essenziali del cosmo). Cosa avete detto che è il Cielo? È lo stesso che la mente umana, quindi è anche lo stesso della sovranità. L’umanità sono i cittadini della nazione e la terra è il mondo creato. Alla fine, a chi assomiglia la nazione? Tutto assomiglia a me come individuo.

Per quanto grande sia la società, o per quanto grande sia la nazione, devono assomigliare ad un essere umano. Questo perché a Dio piacciono le cose che riflettono la Sua immagine. Allora qual è la cosa che piace di più agli uomini? Le cose che riflettono la loro immagine. Quindi a che cosa deve assomigliare una nazione ideale? Deve assomigliare a un essere umano e deve assomigliare a Ch’eon Jin In (cielo, terra, umanità).

Nella terminologia della Chiesa dell’Unificazione, la patria non si riferisce ad una singola nazione come la Repubblica di Corea, ma ad una nazione globale. In effetti la parola “globale” è una parola usata in questo mondo corrotto e caduto e veramente non mi piace. L’“ismo” o l’insegnamento che cerca questa patria si chiama Ch’eonju jui (“Cosm-ismo”).

Questa patria non è la Repubblica di Corea. Dio non vuole la Repubblica di Corea, né gli Stati Uniti, né le nazioni comuniste. Questa terra natale è la patria che Dio desidera e poiché è così, dobbiamo creare la cultura di questa nuova patria e creare la storia di questa nuova nazione. Dobbiamo definire un nuovo standard in modo da poter stabilire una nuova patria ideale. Quindi dobbiamo cambiare il nostro modo di vita, perché quel mondo è completamente diverso dal mondo che abbiamo ora. Le parole e la lingua sono diversi. Oggi le persone del mondo capiscono il significato di frasi così importanti come “dimensione del dominio del Principio”, “base reciproca”, “base comune” e “provvidenza per la fondazione della restaurazione”? Questo vuol dire che la lingua è diversa.

Se e quando la nazione che la Chiesa dell’Unificazione desidera sarà stabilita, dovremo smontare e demolire l’insegna della Chiesa dell’Unificazione. E quando il mondo che la Chiesa dell’Unificazione desidera sarà realizzato, dovremo smantellare la nazione che la Chiesa dell’Unificazione ha stabilito. Dobbiamo essere in grado di abbandonare il tipo di religione che esiste solo per la cultura e il carattere del popolo della Repubblica di Corea. Solo una religione che esiste per il bene del mondo sarà in grado di continuare nel futuro.

Illustri ospiti, signore e signori! Cosa pensate debba sostenere una persona che cerca di ereditare la volontà di Dio? Non c’è assolutamente nessuna possibilità che questa persona dica alla gente del mondo di seguire la strada che fa loro piacere. Infatti dovrà dire alle persone di questo mondo di andare nella direzione opposta. Una frase che esprime questo fatto è il motto: “Ama i tuoi nemici con un cuore di vero amore”. “Ama i tuoi nemici!” Queste parole possono far cambiare la nostra storia falsa; equivalgono a un’ancora e alla catena di un’ancora per una nave sbattuta da un impetuoso uragano.

Tuttavia, nel corso della storia della provvidenza di restaurazione non c’è stato nessuno che abbia messo effettivamente in pratica queste parole. Se ci fossero state delle persone che avessero saputo amare i loro nemici, dovremmo innalzarle sulla scena mondiale usando qualche forma di organizzazione sistematica. Poiché questa è la conclusione logica, ognuno di noi deve capire che Dio deve effettivamente presentare al mondo questo tipo di movimento e che i movimenti religiosi che sono sorti nella storia sono un riflesso di questo.

Qual è la persona che Dio ha potuto amare di più nella storia? È Gesù. Gesù presentò una nuova direzione per questo mondo dilaniato da conflitti. Si creano dei muri alti tra le nazioni che opprimono e le nazioni oppresse, come fra Roma e Israele, che si consideravano vicendevolmente nemiche. La filosofia di Gesù è che queste mura devono essere demolite. Gesù insegnò: “Voi a Roma volete conquistarmi con la forza, ma io vi conquisterò nel modo opposto – con l’amore”. Ecco perché cercò addirittura la benedizione per i suoi nemici quando era sulla croce.

Dobbiamo riconoscere che quando Gesù disse riferendosi ai soldati romani: “Perdona loro perché non sanno quello che fanno”, stava esprimendo questo tipo di filosofia straordinaria. Poiché Gesù fece questa supplica divenne un modello e un archetipo perché tutte le nazioni del mondo superino il modo in cui si considerano nemiche, e anche un modello per trascendere i confini fra due qualsiasi nazioni.

Gesù sapeva che i nemici individuali non erano gli unici nemici. Sapeva che famiglie nemiche, clan nemici, nemici etnici, nemici nazionali e nemici globali lo circondavano da tutti e quattro i lati. Questo vuol dire che ci sono tanti nemici che aspettano coloro che vogliono seguire la sua strada. Significa anche che se voi seguite la via della famiglia, ci sono famiglie nemiche che vi aspettano, se seguite la strada del clan, ci sono clan nemici che vi aspettano. Potete aspettarvi aspre battaglie, ma dovete amare quei nemici ogni volta che li incontrate. Se avete questo tipo di spirito, un giorno la vittoria potrà essere vostra.

Da quale punto si realizzerà la nazione ideale di Dio? Dove avverrà la restaurazione della patria? Comincia dall’individuo che vive con la filosofia di amare i suoi nemici. Quindi, se è vero che Dio esiste, il Cristianesimo non ha nessuna possibilità di evitare di diventare una religione globale, perché il Cristianesimo offre un movimento per abbattere i confini nazionali con l’amore, per trascendere tutti gli ambienti e le barriere culturali e abbracciare persino i propri nemici. Se piantate dei fagioli, otterrete dei fagioli, perché i fagioli bianchi vengono dai semi di fagioli bianchi, e i fiori rossi sbocciano dai semi di fiori rossi. Allo stesso modo se piantate un seme satanico, un seme che si vendica dei nemici, otterrete un albero del male – un albero che si vendica dei nemici. Ma se piantate i semi della bontà, i semi dell’amore per i vostri nemici, otterrete un albero di bontà, un albero dell’amore per i nemici. Questo è semplicemente un principio naturale.

Da dove ho detto che inizia la patria di Dio? Per quale strada viene? Viene attraverso la strada di amare i propri nemici. Viene attraverso la strada di lasciare la tradizione di amare i nemici dell’individuo, amare le famiglie nemiche, amare i clan nemici, amare i nemici nazionali e globali. Tutti voi avete bisogno di capire che la patria di Dio non può apparire se non tramite questa strada.

Guardate. Poiché gli Stati Uniti si sono opposti a me, poiché il Dipartimento di Stato mi si è opposto, poiché mi si è opposto il Congresso, un giorno riceverò un certificato di riconoscimento che dice che sono stato vittorioso nel Congresso, che sono stato vittorioso nel Dipartimento di Stato e che sono stato vittorioso negli Stati Uniti. Persino nel Dipartimento di Stato che mi si oppone, sto conquistandomi degli amici. Nel Congresso sto conquistandomi tanti amici. È già stato determinato che alla fine la vittoria verrà da me.

E anche se non ho nessun amico così, sono convinto di poter superare qualsiasi tipo di opposizione e incamminarvi verso la vittoria. Più qualcuno si oppone a me, più grande diventerà il mio amore per il mio nemico, così non ho bisogno di preoccuparmi di un’opposizione più grande.

Le leggi della natura stabiliscono che se in un luogo si forma una bassa pressione, da qualche altra parte apparirà un’alta pressione. Se un’area sviluppa una pressione alta, un’altra area sviluppa una pressione bassa. Quando un luogo alto come il Dipartimento di Stato degli Stati Uniti si oppone a me, allora dovrà arrendersi a me se io sviluppo un campo di bassa pressione, proprio come in natura un’area di alta pressione è assorbita da un’area di bassa pressione.

Anche se in passato ho dovuto subire ogni genere di abusi, quando invece di lottare contro le persone le ho amate, alla fine esse sono diventate mie amiche. Sono apparse famiglie che sono diventate amiche, clan che sono diventati amici, nazioni che sono diventate amiche.

Se appare una nazione formata da persone che hanno lo spirito di amare i propri nemici, questa nazione può essere l’ideale che Dio desidera e può essere l’ideale in cui può entrare tutta l’umanità. Dovete capire questo.

Non c’è nulla di attraente nell’aspetto del Rev. Moon. Vero? Voi che siete qui non lo dite, ma le persone del mondo pensano che sono piuttosto brutto. Ma Dio mi ama più di tutti. Anche se il mondo pensa che sia un uomo terribile, Dio mi riconosce e così io posso affrontare questo mondo da una posizione aperta e coraggiosa.

Non c’è nulla che non potete dire se in cuor vostro amate i vostri nemici. Perché? Se Dio dice che un uomo è un tipo di bell’aspetto, allora è un tipo di bell’aspetto. Se dice che è un individuo veramente fantastico, allora è veramente fantastico. Se dice che un uomo è coraggioso e fiero, allora è coraggioso e fiero. Così, se penso in questo modo, posso considerarlo una gloria e affrontare il mondo con fiducia.

Quando mi entusiasmo in questo modo e lavoro con fiducia, sapete cosa succede? Appaiono giovani, uomini e donne, una famiglia di tutte le razze, un popolo intero, appare un popolo di cui Dio può veramente essere felice, e la nascita della patria di Dio diventa possibile.

Poiché Gesù disse che dobbiamo amare i nostri nemici, significa che dobbiamo amare persino la persona peggiore. Anche se l’uomo più bello è unito in matrimonio con la donna più brutta, deve amarla più di quanto ama i suoi nemici. Quando si tratta di amare i nemici in questo mondo, quel tipo di persona è candidata per marciare in testa e portare la bandiera del più grande dei principi. Pensate a quanto è nobile questo tipo di persona. Questo tipo di persona può scavalcare le barriere nazionali e razziali.

Dovete capire che il giorno in cui vivrete con nient’altro che un cuore d’amore, tutti i muri saranno abbattuti, la storia della provvidenza di restaurazione sarà abbreviata e il Cielo si avvicinerà veramente tanto.

La mia filosofia è semplice. Non c’è nulla che non abbia fatto. Sono stato un contadino, sono stato un operaio; ho sperimentato ogni cosa che si possa fare. Sono stato un pescatore e ho pescato i tonni. Vivendo la mia vita in questo modo, pensavo di essere completamente solo, ma quando mi sono voltato in dietro, ho visto che mi seguivano gli inglesi, mi seguivano gli americani, e che mi stanno seguendo persone di tutto il mondo. Anche se dico loro di andarsene, li prendo a calci e cerco di andare da un’altra parte, loro tornano lo stesso e mi seguono. Io vado di qui, vado di là, ma loro mi seguono sempre. Ecco come stanno le cose, perciò per quanto possiate fare ricerche sulla Chiesa dell’Unificazione, c’è sempre qualcosa in più da imparare.

Illustri ospiti, signore e signori! Qual è la strada che dobbiamo seguire ora? Non importa che tipo di clan stabilite, se la sovranità della nazione di Satana continua ad esistere, tutti voi siete individui senza una nazione. Questo paese qui è vostro? Non avete un paese! Non importa che tipo di clan abbiate, se la sovranità non è una sovranità centrata sul Cielo, il clan può essere eliminato in un attimo. Non è vero? Quindi dobbiamo andare alla ricerca della nazione che può essere accolta a braccia aperte dal Cielo. Quando parliamo del regno della prima Israele in questo mondo d’oggi vuol dire che la terra ha bisogno di diventare una terra che tutto il Cielo può accogliere, una terra che può essere accolta dall’individuo, dalla famiglia, dal clan, dalla razza e dalla chiesa. Ma sia che guardiate alla questione riferendovi alla Chiesa dell’Unificazione, o al Cristianesimo o alla Repubblica di Corea, sono mai stati nella posizione da poter essere accolti con favore da tutti? No. La direzione è diversa. La strada che la Repubblica di Corea sta seguendo è esteriore. Non è così? Sta procedendo, non centrata su Dio, ma centrata sulla società mondana. Questo paese non ha un pensiero o una filosofia tradizionale.

Così, se non riusciamo a collegare questa nazione a Dio sulla base di una ideologia nazionale principale per formare un nuovo concetto nazionale dotato di un nuovo contenuto bidimensionale o tridimensionale, e prendiamo questo concetto nazionale e lo presentiamo come il contenuto ideale con al centro le nazioni del mondo oggi, non potremo veder sorgere l’alba della patria.

La liberazione che abbiamo oggi è la prima liberazione. Ora, nella Chiesa dell’Unificazione, abbiamo bisogno di una seconda liberazione. Anche la Repubblica di Corea ha bisogno di una seconda liberazione. Qui il popolo e la nazione possono realizzare pienamente i loro desideri se la Repubblica di Corea passa attraverso la seconda liberazione, ma anche la Chiesa dell’Unificazione ha bisogno di una terza liberazione. Ecco come andranno le cose. La Repubblica di Corea ha ottenuto il suo attuale modello nazionale con la prima liberazione, ma ora è giunto il tempo in cui è necessaria una seconda liberazione. Nord e Sud si devono unire.

Che tipo di paese è quella nazione? Quella nazione dev’essere una nazione il cui popolo è passato attraverso un corso di sofferenza nella sua storia, il cui carattere nazionale è capace di unirsi ai principi della restaurazione tramite indennizzo e che ha ereditato una tradizione storica. Che tipo di nazione dev’essere? Dev’essere una nazione completamente unita. Così, come deve agire la Repubblica di Corea di oggi, se vuole diventare una simile nazione?

Per elevarsi allo standard di quella nazione, ha bisogno di unire il nord e il sud. Proprio come le dinastie divise di Israele a nord e di Giuda a sud, il Sud e il Nord divisi della Corea si devono unire insieme. Come nazioni Caino e Abele, Nord e Sud furono divisi e se non si uniscono, non apparirà un’unica nazione d’Israele vittoriosa.

Così, in questo paese, centrati sulla Repubblica di Corea, come devono unirsi la Corea del Sud e del Nord? Non si possono unire senza una nuova ideologia a livello globale. L’ideologia dell’Unificazione proposta dalla Chiesa dell’Unificazione è stata preparata proprio per questo tempo. Capite?

Ora siamo nella posizione in cui dobbiamo fare due cose. Dobbiamo formare un popolo unito che nessuna nazione del mondo può eguagliare, e poi dobbiamo creare una nazione unita con un’unica fede talmente indomita che nessun’altra religione del mondo può eguagliare. Con al centro questo tipo di ideologia, Nord e Sud devono diventare una nazione unita. Senza far questo, la nazione di Dio, vale a dire la sovranità di una nazione celeste che possiamo proclamare con orgoglio a tutto il mondo, non nascerà. Dovete capire che questo è lo scopo prioritario sulla terra per noi oggi.

Se non possiamo stabilire la patria, non potremo avere una nazione che ha Dio come suo punto centrale e superare le nazioni del mondo di Satana. Senza questa nazione, non possiamo punire le nazioni sataniche del mondo. Non possiamo respingerle. Non possiamo far questo solo con una religione, con la Chiesa dell’Unificazione. Bisogna stabilire una nazione centrata sull’ideologia dell’Unificazionismo e poi andare avanti. Dovete capire che rimane ancora da risolvere questa questione.

Da questa prospettiva, se consideriamo la Chiesa dell’Unificazione come il Giudaismo in Corea oggi, il pensiero della Chiesa dell’Unificazione diventerà il pensiero principale della Corea, proprio come il Giudaismo era il pilastro spirituale della nazione d’Israele. In futuro, verrà un tempo in cui dobbiamo diventare la religione nazionale. Questo è quanto dicono alcune persone. Lo dicono persino i membri dell’Assemblea Nazionale. Se il pensiero della Chiesa dell’Unificazione diventerà la religione di stato, il partito comunista non sarà un problema.

Signore e signori! Le persone che vivono per il Cielo oggi sono i milsa (Nota del traduttore: “milsa” in coreano vuol dire emissario. Questi erano degli inviati speciali mandati dai re dell’antica Corea per indagare sulle condizioni del paese e sistemare qualsiasi ingiustizia o svolgere funzioni di diplomazia segreta). Ognuno può essere diverso, un milsa può essere grande o piccolo, robusto o magro, alto o basso, ma lo stile di vita che mantiene non deve deviare da quello di un emissario perché c’è sempre di mezzo un pericolo di vita o di morte. L’emissario è sempre posto in una situazione dove persino il più piccolo errore può determinare una questione di vita eterna.

Quindi, se lo spirito dell’emissario di lavorare per la patria, la patria che può sostenere e proteggere la vita eterna, se questo spirito non è centinaia di volte più forte dell’ambiente, lui non può vivere come un emissario segreto. Bisogna che sappia ignorare la sua situazione attuale pensando a come saranno felici tutte le persone del mondo quando tutti i risentimenti saranno cancellati. Deve pensare alla gloria della patria e mentre crea una nuova storia, deve pensare che tutti i suoi sforzi saranno scoperti e riconosciuti il giorno in cui vedrà la nascita della patria. Senza avere questo tipo di mente, non può svolgere la missione di un emissario segreto. In altre parole, la sua mente deve contenere una speranza per la nascita di una patria che è mille, diecimila volte più grande delle sue speranze per l’era presente, per poter superare tutti i risentimenti e compiere la sua missione segreta.

Anche se per caso dovesse disgraziatamente morire in un incidente mentre compie la sua responsabilità, Dio può inviare, nello stesso posto, un nuovo emissario che può realizzare quella responsabilità. Anche se lui è già passato, appariranno delle persone che possono diventare suoi amici e suoi alleati. Poiché muore in una situazione in cui può essere un modello, le persone che possono diventare i suoi alleati rimarranno anche se lui personalmente può diventare un sacrificio. Finché rimangono queste persone, Dio può inviare qualcuno al suo posto su quella fondazione. Però, se lui non muore in questa situazione, non importa quanto possa aver realizzato, tutto finisce lì.

Da questo punto di vista, che tipo di posizione tutti voi dovete prendere incontrando questa nuova era? La vostra convinzione sulla nascita della patria deve ardere nel vostro petto più appassionatamente di qualsiasi altra cosa. In altre parole, dovete sentire l’orgoglio di diventare un portabandiera che costruisce la patria che Dio desidera da 6.000 anni. Dovete essere orgogliosi di assumere la responsabilità di questa incredibile missione di pionieri come un membro delle truppe scelte che stanno in prima linea. In passato tante persone hanno sperato in questa missione, ma anche se era così, per loro non era accessibile. Dovete avere un senso molto profondo di responsabilità per aver assunto questa missione che un tempo costituiva solo un privilegio.

Quindi ogni aspetto della vostra vita – mangiare, dormire, andare e venire – deve essere per stabilire la patria. Quanto pensate che Dio abbia desiderato che vi facciate avanti e, con gioia e disinvoltura, dichiariate che realizzerete questa missione come un emissario inviato da Dio stesso? Finora, Dio è stato spietatamente messo da parte, cacciato crudelmente. Egli ha bisogno di stabilire la volontà del Cielo, la volontà che non ha potuto manifestare, una volontà che presenta tutti i suoi contenuti sulla base di una fondazione nazionale completa, la volontà che può stabilire la patria. Dio non ha mai potuto realizzare questa volontà nemmeno una volta.

Ora, però, è possibile stabilire questa patria. Questa patria ha una sovranità, ha un territorio nazionale ed ha un popolo. Inoltre, c’è il lignaggio di un gruppo etnico omogeneo collegato a questa terra, e c’è una storia che nessun altro popolo può possedere. Per questo tipo di patria abbiamo bisogno di realizzare la nostra missione di milsa (emissari). Se potete realizzare questa missione in un tempo più breve, di vostra stessa volontà, allora la fondazione per la nascita della patria sarà molto più vicina grazie a voi. Pagare il prezzo di sangue e lacrime oggi crea la base per incontrare molto più presto la nascita della patria. Pensando a questo fatto, dovete andare nel mondo con la determinazione di vivere e portare avanti la missione segreta di un emissario. Altrimenti non potrete ricevere la benedizione e la fortuna senza precedenti che Dio si sta preparando a darci.

Dobbiamo costruire il cielo su questa terra. Quello che voglio dire è che, sicuramente, è logico che per poter andare a testa alta davanti a nostro Padre, dobbiamo fondare questa nazione sulla terra, unirci facendo capo a questa nazione e in quella nazione celeste vivere e poi morire con lo standard in cui spera il Cielo.

Ma allora, avete una nazione? Quando pensate al fatto che non l’avete, non potete morire neanche se lo volete. Dove andrete se morirete? Se andrete, come eviterete quel senso di vergogna o di imbarazzo, quella sensazione di dolore? La mia vita ha una durata limitata e per riuscire a far tutto in quel periodo, quanto pensate che sia indaffarato? E per di più, le forze dell’ambiente satanico ci sono ostili; non pensate che i nostri nemici cercheranno di sbarrarci la strada? Per aprirci un varco e procedere speditamente, non possiamo evitare il modo di vita instabile di un emissario speciale.

Tutto il mio andirivieni è per costruire quella nazione. Mi assumo la missione di diventare un vero cittadino fondatore per amore della nascita della patria. Ricevo i miei ordini come un emissario del Cielo ed entro nel mondo malvagio di oggi per svolgere il mio lavoro di conseguenza. Dobbiamo vivere con la mente dominata da questi pensieri.

Senza far questo, non potrete stabilire la vostra dignità e autorità di cittadini della nazione che sta per nascere qui.

Volete fare una differenza come individui? Volete influenzare le cose come famiglia? A livello nazionale? Globalmente? Come volete fare la differenza? Vorreste fare una differenza globalmente, vero? Però, se volete salire allo stadio globale, non potrete farlo da soli. Avrete bisogno di una nazione. Ma quello che vi chiedo è: dov’è la vostra nazione?

Giusto. Noi mangiamo, dormiamo per amore di quella nazione, notte e giorno per la causa della nazione. Capite che dovete vivere la vostra vita giurando dinanzi al cielo e alla terra che questo è il motivo per cui siete nati? Quando dormite, dovete immaginare di aver radunato insieme tutti i letti dei milioni di persone del mondo e di stare dormendo lassù in cima. Persino quando guardate una tavola imbandita per la cena, dovete avere questo tipo di pensiero. Dovunque andate, dovete pensare che non siete seduti da soli, ma che tutte le diverse razze del mondo sono riunite insieme, una sopra l’altra, e che voi vi siete arrampicati in cima e siete seduti al vostro posto lì. I figli del cielo devono fare cose di questo genere.

Ognuno di voi deve capire che lo stile di vita dei figli e delle figlie del Cielo esige che siate capaci di essere in posizione di superare l’autorità del mondo satanico, di raggiungere e mantenere la posizione di gloria nel corso della vita. Se Dio vuole amare i Suoi figli e le Sue figlie, questo è il tipo di figlio e di figlia che deve amare, non pensate che sia così? Se ama dei figli che non sanno nemmeno tener testa a Satana non può veramente preservare la dignità della Sua paternità, vero? Voglio che tutti voi manteniate questa convinzione interiore e facciate una nuova determinazione di vivere ogni singolo giorno della vostra vita andando avanti, mano nella mano, con il mondo intero. A mio avviso, è lì che si determina la fondazione per il fronte della battaglia per l’unificazione.

“Anche se vivo in mezzo al mondo satanico sono un agente segreto del Cielo. Sono un ambasciatore del Cielo”. Ecco cosa dovete pensare. La strada del milsa permette di contattare direttamente il re della nazione. Le altre persone non conoscono la sua situazione, ma lui deve spingersi avanti con la convinzione che sta vivendo con la missione e l’autorità di un emissario. Ognuno di voi deve capire chiaramente questo. Persino il re della nazione sta aspettando un rapporto dall’emissario. Allo stesso modo, quando realizziamo questa missione sulla terra, Dio aspetta il nostro rapporto e anche le nostre richieste.

Così se io, nella posizione di un milsa, mando la richiesta che ho urgentemente bisogno di questa o quella cosa, non pensate che sfiderà problemi e difficoltà da ogni parte per mandarmela? Allo stesso modo, se avete questa convinzione e riconoscete di essere i figli e le figlie della gloria speciale di Dio e Gli chiedete: “Questo è ciò di cui ho bisogno, Padre; Ti prego, rendilo possibile”, allora si realizzerà. In questo modo potete scoprire il Dio vivente, e vedere Dio al lavoro.

Dovete essere in grado di far questo per diventare un leader. Se ci sono delle persone ammalate, le potete guarire, se incontrate delle difficoltà, Dio può aiutarvi direttamente. Dovete imparare tante cose attraverso questo tipo di stile di vita in modo da poter avere la fiducia, la convinzione e superare tutto ciò che si frappone sul vostro cammino.

Onorevoli ospiti! Dov’è che dobbiamo andare? Il nostro scopo non è andare a trovare l’individuo. Inoltre il nostro scopo attuale non è andare a trovare la famiglia. La strada che dobbiamo seguire è per trovare la nazione. Capite? Che siate un papà o una mamma o il figlio di qualcuno, non abbiamo altra scelta che far questo. Ma poi, i seguaci della Chiesa dell’Unificazione oggi, le famiglie che sono state benedette, le persone nell’ambito del clan, dicono tutte: “Cosa? La nazione? La chiesa? Non chiedetelo a me!” Se succede questo, allora sono tutti un fallimento; hanno fatto fiasco. Ecco come stanno le cose dal punto di vista del Principio.

Cercate la nazione fino al giorno in cui morirete e dedicate sinceramente tutto il vostro sforzo. Solo allora può arrivare il giorno in cui potrete far festa e cantare un canto trionfale per la nascita della nazione Celeste.

Fra tutti gli insegnamenti di Gesù, è questo che avete bisogno di sapere. La direzione che vi è indicata non è duplice, è una sola. Se dovesse dire: “Andiamo”, dovete andare. Ecco come stanno le cose. Non è forse così? Quindi se egli dice: “Sacrifica il fatto di stare con tuo marito, con la tua famiglia e vai”, dovete andare o no? Non fate questo per il bene della Chiesa dell’Unificazione, ma dovete essere capaci di farlo per il bene della nazione. Allora le cose andranno bene.

Attualmente nella Corea del Nord stanno distruggendo i registri delle famiglie e li stanno rifacendo. Sapete perché? Il mondo di Satana fa le cose per primo. Dovete essere in grado di farvi avanti, mettere da parte vostro marito o vostra moglie, o i genitori, o i figli o qualunque cosa per il bene della nazione. Altrimenti non possiamo stabilire la nazione che incarna la nostra speranza. Quando quella nazione sarà stabilita, troverete nello stesso tempo i vostri genitori. Se non riuscite a stabilire questa nazione, dovrete stare a vedere i vostri genitori spargere il loro sangue, vostra moglie spargere il suo sangue, i vostri figli spargere il loro sangue. C’è qualcosa di peggiore di questo tipo di situazione? Quindi, prima di trovare questa nazione, non possiamo amare le nostre mogli, non possiamo amare i nostri genitori, non possiamo amare i nostri figli. Questa è la strada che devono percorrere i cristiani, la strada che deve percorrere la Chiesa dell’Unificazione.

Voi dovete diventare persone capaci di negare sé stesse e vivere per la nazione e quello scopo. Non importa in che genere di situazione difficile vi troviate, dovete essere persone che sanno lottare e superare questa situazione pensando alla speranza che vostro padre ha in voi. Dovete diventare questo tipo di persona prima di poter essere chiamati vero figlio o vera figlia di Dio.

Allora, che tipo di persona può costruire la nazione di Dio? Qualcuno che può negare sé stesso e apprezzare il Cielo con un cuore che soffre. Qualcuno che nega sé stesso e vive per il bene della società e del popolo, per il bene della nazione e del mondo, è la persona che può costruire la nazione di Dio. Se ci spingiamo un passo più in là, la persona che vive per il bene del Cielo, anche se questo vuol dire che deve negare la nazione e il mondo, è qualcuno che può costruire il Regno dei Cieli. Inoltre, colui che prova dispiacere per la società, per la nazione, per il mondo e persino per il Cielo, anziché dispiacersi per sé stesso, non importa che genere di situazione dolorosa e penosa incontri, è la persona che può costruire la nazione di Dio.

E non solo, voi dovete essere in grado di vincere, non di perdere nella lotta con Satana nel corso che porta a stabilire la nazione di Dio e lo scopo di Dio. Poi, partendo dall’individuo, dovete collegare la famiglia, la società, il popolo, la nazione e il mondo unendoli insieme. In altre parole, dovete essere capaci di combattere contro Satana e vincerlo in qualunque situazione vi troviate. Se andate nella società dovete essere in grado di combattere e vincere Satana in qualsiasi ambiente la società vi presenti. Se andate nella nazione, dovete potervi fare avanti, prendere responsabilità per il problema peggiore di quella nazione, e poi lottare e vincere le forze sataniche che sono coinvolte.

Pensate che Satana, che ha fatto soffrire così tanto Dio per seimila anni, se ne starà semplicemente tranquillo dicendo: “Oh, mamma mia, sono fregato. Penso che mi arrenderò”, poi abbasserà gli occhi e se ne andrà via alla chetichella? Non date forse voi stessi persino troppo valore a un guanto di spugna per buttarlo semplicemente via? Prima di gettarlo via, probabilmente lo rivolterete, lo esaminerete e ne sentirete persino l’odore. Quello che voglio dire è che Satana non si arrenderà e se ne andrà via semplicemente così. Ecco perché continua a ingaggiare una lotta così ostinata. Quindi, dobbiamo adattarci e armonizzarci col centro. Persino il Reverendo Moon della Chiesa dell’Unificazione sarà stroncato di colpo ed espulso il giorno in cui devia dal centro. Se la direzione non è giusta, non potete fare progressi.

La ragione per cui cerchiamo quella nazione è per poter trovare il mondo e la ragione per cui cerchiamo il mondo è per il mondo spirituale. E dopo aver fatto questo, cosa dobbiamo fare? Serviamo il Padre Celeste e ritorniamo sulla terra, prendiamo il nostro posto, la nostra posizione e con tutte le nazioni del mondo che servono Dio, andiamo avanti per dedicare e restituire a Lui la gloria della vittoria. Per non fare sbagli, dovete capire che la missione della Chiesa dell’Unificazione si distingue per il fatto che dobbiamo intraprendere questo tipo di lotta.

Dobbiamo farci avanti a piedi scalzi per costruire la patria. Possiamo salvare questa nazione solo con ciò che resta dopo che ci siamo riempiti a sazietà? Potete spendere le vostre energie, preoccupandovi di cosa indosserete, di cosa mangerete, con che cosa andrete in giro? Dobbiamo spianare la strada e aprire il cammino come pionieri a piedi scalzi e a mani vuote. Questo è il tipo di cosa che facciamo nella Chiesa dell’Unificazione.

Siete delle persone “yeongsa” (persone coraggiose e ardite, eroi) che devono farsi avanti per stabilire la patria, oppure siete persone fallimentari che la distruggono? Quando diciamo yeongsa, vogliamo dire qualcuno che può rappresentare la nazione e compiere cose che le altre persone non sanno fare. Non usiamo la parola eroe per chi fa semplicemente ciò che qualunque persona sa fare. Queste persone sono chiamate soldati. Se, quando i suoi compagni non sanno fare un lavoro e devono ritirarsi, una persona è capace di svolgere quel lavoro, allora diciamo che è un eroe. Il carattere cinese Yeong significa rapido, veloce. Deve correre più velocemente di chiunque altro, ed essere addirittura capace di schivare i proiettili. Non possiamo usare la parola eroe per una persona che fa ciò che chiunque altro può fare.

Chi è il generale in capo che deve essere l’eroe per guidare la costruzione di quella nazione ed esserne il pioniere? Allora, dov’è il luogo dove può essere stabilita quella nazione? Se volete stabilire una nazione, avete bisogno di una sovranità, di cittadini e di un territorio nazionale. Allora, se guardiamo il problema in riferimento al Regno dei Cieli, qual è il luogo che può realizzare il ruolo del territorio nazionale? Può essere soltanto le proprietà della chiesa, giusto?

Poi, chi può diventare il popolo, i cittadini del Regno dei Cieli? Sono la congregazione, i seguaci. Poi chi sono i governanti? Siete voi. Voi siete i rappresentanti del capo tribale, i rappresentanti del capo della contea e i rappresentanti del governatore provinciale. Siete diventati i soggetti, il centro? Quando arriva qualcuno con una bomba dal mondo satanico, dovete essere i primi a saltare in avanti. Capite? Sentite di poterlo fare? E se avete dei soldi, anche se sono solo pochi spiccioli, li usate per sviluppare la chiesa. Li usate per espandere il dominio della nazione e riunire insieme le persone. Il direttore di una chiesa è il rappresentante di chi governa. Rappresenta il capo del villaggio; rappresenta un padre e una madre. Dovete lasciare questo tipo di tradizione e filosofia dietro di voi. Noi personalmente non abbiamo nulla.

Che tipo di nazione stabiliremo qui in Corea? Quando inizieremo a distribuire beni e a comunicare, stabiliremo una nazione comunista o continueremo semplicemente ad andare avanti con la Repubblica di Corea così com’è oggi, oppure cercheremo di realizzare una nazione nuova che non è nessuna delle due? Se consideriamo le cose alla luce di questo problema, ci rendiamo conto che il nostro tempo si sta avvicinando sempre più. Se voi siete gli unificazionisti che devono mantenere le cose stabili e assumere la responsabilità di questo, quanto senso di responsabilità sentite per questa situazione, e fino a che punto siete disposti a sacrificarvi per questo? È questa la domanda che vi faccio. Avete fiducia? Avremo bisogno di andare al nord, attraversare il 38° parallelo e preparare le nostre basi nelle città e nelle contee delle cinque province del Nord.

Dovete pensare a chi sarà responsabile di Jeongju su al Nord, ora, in questo tempo in cui siamo a corto di uomini. Siete diventati persone che investono sinceramente il loro sforzo e sanno prepararsi per 10 o 20 anni ad assumersi la responsabilità, focalizzandosi sull’area di Jeongju, e se questo non si può fare, allora quando morirete lascerete istruzioni ai vostri discendenti dicendo loro di studiare tanto, allenarsi tanto, prepararsi intensamente e diventare le persone che si assumono la responsabilità a Jeongju al posto del Cielo? Questo è quello che ho pensato e ho preparato fino ad oggi.

Se pensiamo a questo, va bene che i giovani tornino nei loro paesi natali, sorridendo e ridacchiando e prendendo con sé le loro mogli e i loro figli? È giusto oppure no? Anche se potete morire, dovete costruire questa nazione per i vostri figli, poi andare. Quello che vi sto dicendo è che, affinché le cose vadano bene, dovete prendere una nuova risoluzione.

Dovete decidere: “Io andrò lassù, alle frontiere della Russia e della Manciuria e affronterò il partito comunista. In mezzo ai colpi di arma da fuoco, giorno e notte, mi assumerò la responsabilità; sarò una sentinella del distaccamento al confine nazionale. Anche se il mio paese non lo sa, non importa se nessuno lo sa, anche se nel processo devo dare la mia vita, il mio cuore e la mia lealtà per quella nazione non cambieranno.” Questo genere di cosa è esattamente ciò di cui abbiamo bisogno. Non importa se il mondo vi ignora. Tutto verrà fuori quando andrete nel mondo spirituale. Questo è il modo in cui è stabilito l’universo.

Quando pensiamo a questo, per mettere a posto le cose, dovete capire che siamo a corto di persone. Capite? Dovete capire che abbiamo bisogno di più persone. Anche se qualcuno è un vecchio, sparuto spaventapasseri, possiamo metterlo in piedi con una tromba, o costruire dei robot e farli girare intorno al Nord suonando le trombe. Questo è ciò che vorrei fare, e questo è quello che vuole fare Dio. Non ha senso dire che non potete insegnare il Principio quando siete nati come uomini con la bocca e tutto il resto, con i sentimenti e con una mente e un corpo di 20 o 30 anni.

Dovete studiare tanto, anche se dormite talmente poco che i bulbi dei vostri occhi vanno in suppurazione e scoppiano. Dovete prepararvi anche se siete talmente affamati da non essere altro che pelle e ossa. Allora, quel sacco di ossa, macilento e scarno, sarà completamente in grado di ricevere l’amore del Cielo. Quello che voglio dire è questo: non credete che Dio possa porre tutte le sue aspettative in un uomo, anche se è mingherlino e fragile?

Anche Gesù venne per stabilire la nazione. Se non c’è una patria, la situazione è miserabile. Le persone religiose sono sempre state in situazioni pietose perché non avevano una patria. Se deve venire il giudizio, l’individuo, la famiglia, il clan, il popolo, la nazione e il mondo si devono conformare ad uno standard immutabile, poi il giudizio sarà fatto in base a quello standard. La patria è la speranza finale. Il popolo, il clan, la famiglia e l’individuo sono tutti inclusi nella patria.

Questi tremila li (la lunghezza della penisola coreana) sono diventati la patria? No, e noi dobbiamo sistemare questa questione. Ognuno di noi ha bisogno di lavorare con assoluta devozione per creare la patria che Dio vuole, che Gesù e lo Spirito Santo vogliono.

Cos’è la bontà? La bontà è sacrificare l’individuo per la famiglia, la famiglia per il clan, il clan per la nascita della patria. Tutti sono sacrificati per la restaurazione della patria e quando la patria è restaurata, tutti diventano patrioti leali e adorati. Se a livello nazionale è offerta una devozione leale ed è stabilito lo standard nazionale, anche voi ricevete il riconoscimento di aver costruito la fondazione per la famiglia e per il clan. Lo standard di questa strada è la devozione assoluta e leale per amore di Dio. Allora tutto il contenuto di quel corso riceve un riconoscimento.

Come dobbiamo fare per mettere a posto le cose? Gesù disse: “Padre sia fatta non la mia, ma la Tua volontà”. Qui la “mia volontà” è la volontà del mondo, e la “Tua volontà” è la volontà di Dio. Voi membri della Chiesa dell’Unificazione che cosa avete fatto? Avete stabilito la strada dei patrioti leali, e vi siete fatti avanti con in mano dei risultati concreti? Dovete realizzare la strada dei figli leali, poi presentarvi con dei risultati effettivi ed essere decisi a combattere a livello individuale, famigliare, di clan, nazionale e mondiale. Gesù venne con la missione di un’offerta. Tutti voi dovete costruire la fondazione etnica mentre andate avanti lottando a livello globale. Dovete essere dotati di un valore pari a quello del Messia. Mentre il leader apre la strada globale come pioniere, quelli che sono guidati – cioè voi – devono preparare la strada del gruppo etnico. Tante persone sono morte sperando nella via della liberazione. Sono morte credendo che un giorno si sarebbe realizzata, anche se non sapevano quando.

Gli unificazionisti hanno preparato la fondazione partendo dall’individuo, passando attraverso il livello etnico fino a raggiungere il livello nazionale. Ora dobbiamo mobilitare tutti gli uomini e tutte le nazioni del mondo. Dobbiamo cercare il giorno in cui la nostra patria sarà stabilita, il giorno di libertà, di pace e di felicità e dobbiamo andare, anche se il cammino è difficile. Questo è il modo in cui vedo le cose, e questo è lo standard di Dio. Gesù morì mentre cercava di realizzare questo standard. Dobbiamo soffrire e avanzare speditamente nel corso che porta a stabilire la patria.

Dobbiamo prendere responsabilità per la Corea. Dobbiamo placare il dolore e l’angoscia che si sono formati per il fatto che la patria di Gesù, la patria dello Spirito Santo, la patria di tutti i santi e i saggi, la patria stessa di Dio non è mai stata costruita. Se non lo facciamo, non possiamo assolutamente tenere la testa alta.

Quel che dobbiamo fare è trovare la nostra patria. Per trovarla, dobbiamo vivere per lei. Se non viviamo per la nostra patria, non potremo costruirla. Allora in che modo dobbiamo vivere, per vivere per la nostra patria? Stabilite che il mondo è la vostra patria, e vivete per il bene del mondo. Questo tipo di persona è capace di creare la patria. Mangiare e dormire, camminare per strada, tutto il vostro modo di vita e tutte le vostre azioni devono essere indirizzate alla creazione della patria.

Questo è il motivo per cui combattiamo, preparati persino a ricevere un attacco da parte dei comunisti in piena luce del giorno. Quando i coreani non possono fare questo lavoro, noi siamo quelli che devono farlo. Poiché il popolo non può andare, dobbiamo andare noi. E per essere capaci di farlo, dobbiamo amare la nostra patria più di chiunque altro. Quello che sto dicendo è che, se dovete mangiare, mangiate per il bene della patria. Quando vi sposate e vi unite a vostro marito, fatelo per la patria. È per amore della nostra patria.

Ora c’è un gruppo che può alzarsi quando io lo dico, un gruppo che si può mobilitare quando io indico la direzione, ma io non sono il tipo di persona che si accontenta di questo. Continuerò a sviluppare e costruire una fondazione che garantirà la nascita della patria, anche se per farlo devo sacrificare la fondazione della Chiesa dell’Unificazione. Ci dev’essere un ordine religioso, un popolo e una nazione che può ricevere la famiglia che è stata stabilita come lo scopo centrale della provvidenza di seimila anni. La fondazione per ricevere Dio era preparata e il desiderio di Dio era che tutti fossero subito collegati, ma la fondazione fu infranta e distrutta, così rimane il compito di collegare di nuovo insieme le cose. Per ricollegare di nuovo tutto, dobbiamo stare in prima linea e correre.

Quando si fa buio ed è ora di andare a letto, dovete addormentarvi insieme a quella nazione di speranza. Quello che voglio dire è che, naturalmente, quella nazione per il momento non esiste, ma come un membro dei suoi cittadini, andate a letto per il bene di quella nazione, e quando vi svegliate, svegliatevi come uno degli operai che stanno lavorando per creare questa nazione. E tutti i vostri sensi, come la vista, l’udito e il tatto – non usateli se non potete farlo pensando a quella nazione. Finché non arriverà quel giorno, non morite neppure. Finché non arriva quel giorno, il tempo stringe. Per realizzare questo compito dobbiamo superare ogni genere di sofferenza e avversità.

Se avete qualcosa da fare, dovete riuscire a farla, anche se questo significa stare alzati fino a tarda notte. Cioè, quando l’unico modo per stabilire la patria è aggiungere il peso di un agnello sacrificale sulla base dei limiti di tempo provvidenziale, e voi avete la responsabilità di usare questo tempo per aggiungere, fosse anche solo una goccia in più, l’agnello sacrificale di lacrime e sangue, pensate che sia giusto che dormiate comodamente e vi svegliate sbadigliando e stiracchiandovi? In effetti, appena vi svegliate, dovete inchinarvi e pregare: “Padre, non posso fare a meno di provare dolore per questa strada desolata e miserabile che sto percorrendo, la strada verso la fondazione per la nostra nazione vittoriosa, la strada verso il luogo di riposo e di sicurezza che hai sempre cercato, la strada verso la nazione attraverso la quale tu puoi formare il mondo che hai sempre voluto realizzare. Padre, se io provo questo tipo di dolore, allora cosa dovete provare Tu e il Cielo?”

Non potete starvene a letto pensando che siete stanchi e anche se morite, dovete morire per amore di quella nazione. Per questo, quando io divento vecchio e comincio a sentirmi stanco, l’unica cosa che voglio poter lasciare dietro di me è questo ultimo testamento e volontà: “Ho fatto tutto ciò che ho potuto per amore del Cielo. Ho fatto tutto ciò che ho potuto per amore di quella nazione”.

Gesù disse: “Non preoccupatevi di come vi vestirete o di cosa mangerete, perché i Gentili cercano queste cose. Cercate prima il Regno di Dio e la Sua giustizia”. Come questo dimostra, la corrente centrale di pensiero nella Bibbia è quel Regno (nazione). Questa filosofia dice di cercare quella nazione. Non dice di cercare la vostra felicità personale. Se siete nati come cittadini di quella nazione e avete un marito, allora quel marito rappresenta quella nazione, così dovete amare quella nazione prima di poter amare vostro marito. E anche la moglie rappresenta la nazione; dovete amare quella nazione prima di poter amare vostra moglie. Dovete essere in grado di chiedere a lui o a lei di morire in posizione di poter dire: “Ho fatto tutto ciò che ho potuto; non c’è nulla di più che avrei potuto fare”. Non è bene se morite avendo detto: “Avrei dovuto provare questa o quella cosa”. Per questa ragione, noi siamo indaffarati, anche se possiamo aver già realizzato una certa quantità di lavoro. Se percorrete la strada fino a un certo punto, dovete andare ancora più avanti. Quando tutti gli altri dormono, dobbiamo fare un passo in più. “Ehi, mondo di Satana! Prenditela comoda! Voi ragazzi, riposate tutto il giorno se vi piace! Noi partiremo alla ricerca di quella nazione.” Ecco cosa dovete dire.

Cari compatrioti, tutti voi cercate l’unificazione del Nord e del Sud! Voglio dire specialmente che la missione di voi donne è di restaurare i giovani, e la missione degli studenti è di essere dei veri figli attraverso la vera educazione. Questo è ciò che dovete fare.

Oltre a questo, le madri e i figli devono unirsi per stabilire lo standard in modo che i mariti possano essere elevati ed educati per essere i veri figli del Cielo. Poi seguendo i Veri Genitori e servendo Dio, restaurate l’ideale del Regno dei Cieli sulla terra.

Per concludere, lasciatemi dire che spero ardentemente che queste parole di oggi vi aiuteranno a costruire un movimento nazionale per rendere sempre più vicino il giorno in cui il Nord e il Sud si incontreranno nel vero amore.

Possa la benedizione di Dio essere con voi e con le vostre famiglie.

Grazie.

Salva come PDF

^