I Veri Genitori e l’Era del Completo Testamento

Salva come PDF

Roma, 26 novembre 1993

Onorevoli ospiti, Signore e Signori:

Desidero ringraziarvi per aver risposto a questo invito. Il mio tema di oggi è “I Veri Genitori e l’era del Completo Testamento”.

Oggi ci troviamo di fronte ad un bivio di importanza cruciale nella storia: perciò, se vogliamo imboccare la strada di un futuro luminoso, è essenziale che capiamo lo scopo originale di Dio nel creare l’umanità.

L’ideale di Dio, quando creò i primi antenati dell’umanità, Adamo ed Eva, era che raggiungessero la perfezione attraverso il vero amore, in modo da poter poi creare una famiglia buona, di vero amore, vera vita e vera stirpe. Questa famiglia di bontà si sarebbe formata sulla base dell’unità di cuore e di mente fra i suoi membri di fronte a Dio.

Tutti, generalmente, vorrebbero che le persone che amano fossero migliori di loro. Tutti i genitori, ad esempio, desiderano che i loro figli abbiano un aspetto migliore e realizzino più cose di loro. Questa tendenza viene da Dio. Dio vuole che i Suoi figli siano addirittura migliori di Lui. Allo stesso modo Egli desidera dare ai Suoi figli illimitatamente. Non si accontenta di dare solo il 100%. Il suo desiderio è di dare 1000 volte più di ciò che ha. La natura dell’amore di Dio è quella di donare completamente e poi dimenticare ciò che ha dato. A differenza di chi calcola quanto ha dato e poi decide che è abbastanza, per Dio la parola abbastanza non esiste.

Inoltre lo scopo di Dio nel creare il mondo era avere un oggetto di amore. Creando genitori e figli, mariti e mogli e tutte le cose di questo mondo in coppie complementari, Dio intendeva manifestare concretamente il vero amore in tutta la Sua creazione. Allo stesso modo i genitori devono vivere per i loro figli, i mariti per le mogli e le mogli per i mariti. Tutti gli esseri della creazione devono vivere per gli altri.

Se l’ideale del vero amore di Dio si fosse realizzato attraverso la famiglia di Adamo, questa famiglia sarebbe diventata l’inizio del Regno dei Cieli, si sarebbe espansa nel corso della storia formando il clan, la nazione e occupando quindi tutta la terra. Questo sarebbe il mondo di vero amore – il Regno dei Cieli sulla terra. Inoltre si sarebbe verificata un’espansione corrispondente del Regno dei Cieli nel mondo spirituale.

Il falso inizio della storia umana

Se l’ideale originale di Dio si fosse realizzato, non ci sarebbe stato bisogno del Messia o della provvidenza di Dio per salvare l’umanità. La famiglia di Adamo, quantunque fosse una sola famiglia, sarebbe stata il centro del clan, della nazione e del mondo; sarebbe stata il “progetto” per tutte le famiglie del futuro e il modello per la realizzazione del mondo ideale.

A causa della caduta degli antenati originali dell’uomo, tuttavia, dovette iniziare il lavoro di salvezza di Dio. La storia di salvezza dovette essere ripetutamente prolungata attraverso complicati e dolorosi corsi dell’era dell’Antico e del Nuovo Testamento. L’ideale divino della vera famiglia e del Regno dei Cieli, che Dio voleva realizzare attraverso la famiglia di Adamo, fu distrutto perché Adamo ed Eva caddero separandosi da Lui.

A causa della caduta il mondo di oggi è lontano da quel mondo di bontà che era nell’ideale di Dio. Il mondo attuale, infatti, è un mondo “falso” perché è pervaso dall’amore egocentrico. Questo è successo perché Adamo ed Eva divennero falsi genitori sulla base di un amore falso ed egocentrico con satana. Essi moltiplicarono il male anziché il bene, creando una famiglia falsa e tramandando una vita falsa e una stirpe falsa ai loro discendenti. Così si vennero a formare falsi clan, false nazioni ed un mondo falso.

La formula della riconciliazione

Lo scopo fondamentale nella dispensazione di salvezza di Dio, quindi, è che un uomo ed una donna, rappresentando Adamo ed Eva, siano restaurati come veri genitori che hanno come punto centrale il vero amore di Dio, in modo che si possa formare la vera famiglia. Da loro, alla fine, discenderebbero il vero clan, la vera nazione ed il vero mondo. In altre parole si deve creare il seme da cui possa crescere il vero amore, la vera vita e la vera stirpe di Dio.

Miei cari amici, vi siete mai chiesti come possa un mondo così pieno di male e di corruzione, essere venuto da un Dio d’amore e di bontà?

Se leggete attentamente la Bibbia, vedrete che la caduta dell’uomo comportò la perdita di tutta la famiglia di Adamo. Prima, attraverso la caduta di Adamo ed Eva fu persa la posizione dei genitori, poi fu persa la posizione dei figli perché Caino uccise Abele. Il “progetto” di Dio per la famiglia ideale ed un mondo di perfezione andò perduto. Per restaurare la famiglia originale Dio deve dunque lavorare alla rovescia per rivendicare prima le posizioni di Caino e Abele, poi le posizioni di Vera Madre e Vero Padre. Questo modello di riconciliazione di Caino e Abele come fondamento per la restaurazione dei Veri Genitori è stata la formula costante di Dio lungo tutta la storia della restaurazione.

La separazione dell’umanità caduta nella divisione fra Caino e Abele appare ripetutamente nel corso della storia giudeo-cristiana. Dio, quindi, separò innanzitutto l’umanità caduta nei due “fratelli” Caino, che simboleggia Satana, e Abele che simboleggia Dio per risolvere i sentimenti di odio derivati dalla caduta. Dio usò il metodo di permettere che Abele fosse colpito per primo e sacrificato. Di conseguenza, su quella base Abele poté trovarsi nella posizione di abbracciare Caino e recuperare la benedizione che era stata data al fratello maggiore. Ad esempio, la religione che fa progredire maggiormente lo scopo della salvezza riceve sempre le persecuzioni più aspre di satana ma, pur percorrendo la strada della costante opposizione, continua nel suo impegno sacrificale di salvare il mondo di peccato. Allo stesso modo le persone buone si trovano sempre nella posizione di essere colpite prima e sacrificate.

Se guardate nel nostro mondo, quasi dappertutto è facile notare lotte tra il bene ed il male simili allo scontro fra Caino e Abele. Queste lotte partono dal conflitto che esiste tra la mente e il corpo di ciascun individuo. La mente, che rappresenta il lato Abele, lotta per vincere il corpo che rappresenta il lato Caino. Il conflitto all’interno dell’individuo si è esteso alla famiglia, alla nazione e al mondo e, di conseguenza, l’umanità è sempre stata divisa in due campi opposti, uno del bene o di tipo Abele, e l’altro del male o di tipo Caino impegnati in una lotta ad ogni livello. L’intenzione di Dio, tuttavia, è sempre stata che tutti e due i lati fossero restaurati, non che uno trionfasse sull’altro e lo distruggesse.

Alcuni esempi di questa divisione sono il ladrone alla destra della croce di Gesù, che rappresentava Abele, e il ladrone alla sua sinistra, che rappresentava Caino; la Corea del Sud rispetto alla Corea del Nord che rappresenta l’ultimo conflitto fra l’ala destra e l’ala sinistra a livello mondiale e la lotta fra Cristiani e Mussulmani in Medio Oriente. Così il problema fondamentale nell’opera di salvezza di Dio è sempre rimasto quello di unire questi due lati separati sulla base del Suo ideale, per poter costruire una fondazione su cui reclamare la vera madre e il vero padre.

Signore e Signori!

Se una famiglia non è centrata sull’ideale d’amore di Dio ci sarà conflitto fra i suoi membri. Senza l’amore di Dio come centro assoluto, quella famiglia alla fine si disgregherà. Inoltre, anche la nazione formata da tali famiglie declinerà. Poiché l’amore illecito ed egocentrico invase la prima famiglia, l’egoismo e l’avidità hanno continuato a dominare la storia umana dall’individuo alla famiglia, alla società, alla nazione e al mondo. Per questa ragione il lavoro di restaurazione di Dio parte dal livello individuale e anche satana, sapendo questo, concentra i suoi sforzi a livello individuale.

Non è un caso che in questi ultimi giorni l’individualismo egocentrico sia diventato il modo di vita predominante. La gente si sente sempre più alienata da chi la circonda e non prova un gran senso di responsabilità per il benessere del proprio paese, della propria società o addirittura della propria famiglia. Le statistiche sull’aumento dei divorzi indicano che i mariti e le mogli non prendono tanta responsabilità del loro matrimonio; i genitori non si assumono la responsabilità dei figli; individui, privi di ogni senso di dignità umana, non riescono neppure a sentirsi responsabili di sé stessi.

L’America ha visto all’opera questo fenomeno a partire dal movimento giovanile degli anni ‘60. I giovani idealisti respinsero il materialismo che li circondava per cercare l’amore e la pace, ma nel processo abbandonarono anche la loro moralità e la responsabilità. Incapaci di realizzare il vero amore che cercavano, tanti giovani disillusi si sono rifugiati nel suicidio, nella droga e nella libertà sessuale.

Il vero amore contro la libertà sessuale

Di tutte queste cose, ciò che addolora maggiormente Dio è la libertà sessuale. Un mondo d’amore libero è assolutamente contrario alla sua volontà. L’amore viene dallo stimolo di un sentimento puro, ma l’amore libero è totalmente privo di purezza e di vero sentimento. Quanti di noi sono stati toccati dalla crudeltà del divorzio e dell’infedeltà? Dov’è Dio in tutte queste esperienze effimere? E che dire degli incubi dei bambini che subiscono la violenza sessuale dei genitori? Il prezzo della libertà sessuale è solo un bambino rovinato. Dove esistono omosessualità, amore libero, droga, alcolismo, il mondo del vero amore è molto lontano.

In questo mondo Satana dice apertamente alla gente: “Bevete! Fumate! Drogatevi! Fate l’amore!” Quelli che fanno la volontà di Dio, invece, seguono un modo di vita diametralmente opposto. Nel corso della storia chi ha scelto di seguire un cammino spirituale sacrificando sé stesso ha incontrato aspre persecuzioni e opposizioni da parte del resto del mondo. Solo l’amore e la benedizione di Dio hanno permesso alla Chiesa di Unificazione, nonostante l’opposizione mondiale, di prosperare. Il fatto che la nostra chiesa sia emersa dall’oscurità in una Corea devastata dalla guerra per diventare un movimento religioso su scala mondiale in soli 38 anni, testimonia la guida e il sostegno continuo di Dio.

Ci sono persone che continuano ad opporsi alla Chiesa di Unificazione diffondendo strane dicerie o cercando di impedire che i miei insegnamenti vengano ascoltati. Ancora una volta è vero che il metodo di satana è quello di attaccare le cose più preziose per Dio. Tuttavia, chi va contro la volontà di Dio non potrà mai prosperare. È valido il principio per cui le persone dal lato di Dio, che sanno sopportare persecuzioni ingiuste, conquisteranno il diritto di riprendersi la benedizione. La strategia di Dio è sempre quella di venire colpito per primo e poi di riprendere ciò che giustamente Gli appartiene.

Restaurare il vero amore

Signore e Signori! La Bibbia insegna che Eva per prima disobbedì a Dio e stabilì un rapporto con satana. A causa della caduta, non solo Eva, ma anche Adamo e i loro figli Caino e Abele ereditarono la stirpe di satana basata sull’egoismo e l’amore falso. Quali discendenti della coppia originale che fu compromessa da satana, abbiamo ereditato tutti il lignaggio satanico. Ecco perché Gesù disse in Giovanni 8:44 “Voi siete di vostro padre il diavolo”.

L’Antico Testamento descriveva il processo di restaurazione con la formula “Occhio per occhio e dente per dente”. Nei Principi Divini ci riferiamo alla riparazione del male fatto con l’espressione “Pagare indennizzo”. Per riparare le sue azioni sbagliate, Eva caduta avrebbe dovuto prendere su di sé tutta la responsabilità ed invertire le azioni della caduta riparando fisicamente e spiritualmente ogni suo passo.

Dio voleva che Eva aiutasse il figlio minore, Abele, ad unirsi alla Sua volontà. Sappiamo dalla Genesi che l’offerta di Abele fu accettata da Dio, ma questa non era l’unica cosa che Dio si aspettava da lui. Attraverso l’amore di Abele, Caino avrebbe dovuto riconoscere nel fratello la persona scelta da Dio ed avrebbe dovuto unirsi a lui.

Se Caino e Abele si fossero uniti, il secondo dei due problemi della caduta sarebbe stato risolto. Poi Dio avrebbe affrontato il problema di Adamo ed Eva. Eva, che doveva essere la prima madre dell’umanità avrebbe dovuto unire Caino e Abele e lavorare per stabilire una base per i Veri Genitori. Tuttavia non realizzò questa missione durante la sua vita e la storia dovette attendere che un’altra donna riparasse gli sbagli di Eva caduta.

Rebecca: un corso modello

Nella Bibbia la prima eroina di Dio è Rebecca, la sposa di Isacco. Come madre di Giacobbe e di Esaù, Rebecca aveva nella famiglia di Isacco la stessa posizione che Eva aveva nella famiglia di Adamo. A differenza di lei, tuttavia, Rebecca capì la provvidenza di Dio ed aiutò il secondo figlio Giacobbe, che rappresentava la posizione di Abele, a conquistare la benedizione che era destinata al primo figlio Esaù.

Proprio come Caino uccise Abele, Esaù voleva uccidere Giacobbe quando la benedizione andò al fratello minore. Ma con l’aiuto di Rebecca alla fine i due fratelli si riconciliarono abbracciandosi teneramente anziché ricorrere alla violenza.

Questa riconciliazione fu una vittoria importantissima per Dio. La vittoria, però, non era completa perché la riconciliazione rappresentava soltanto una purificazione simbolica della linea di sangue. La purificazione sostanziale della linea di sangue si doveva compiere nel seno materno. Questo è il motivo alla base della storia paradossale di Tamara.

Se capiamo che Tamara, come Rebecca, era nella posizione di Eva caduta, diventa possibile capire perché Gesù nacque dalla sua stirpe, la tribù di Giuda.

Sono sicuro che molti di voi hanno letto la storia della nascita dei suoi gemelli. Tamara concepì con suo suocero Giuda due gemelli, Perez e Zerac. La Bibbia dice che i due figli lottarono addirittura nel suo grembo per la posizione di primogenito. Durante il travaglio la mano di Zerac uscì fuori e la levatrice gli legò al polso un nastro rosso. Poi, però la mano di Zerac scomparve rientrando dentro e Perez, il figlio minore, nacque come figlio maggiore. Così le posizioni di Caino e Abele furono restaurate ancor prima della nascita. Fu da questo punto che gli israeliti divennero la nazione scelta per ricevere il Messia.

Dal punto di vista della moralità convenzionale le storie di Rebecca e Tamara sarebbero per lo meno discutibili. Perché Dio le benedisse è stato un mistero teologico fino ad oggi. Ora, come vedremo, Dio aveva bisogno di reclamare la Sua stirpe da satana in modo che potesse nascere Gesù. La linea di sangue purificata di vero amore era il punto da cui la nazione di Israele iniziò ad espandersi, anche la parola Israele significa vittoria. La sua vittoria fu la purificazione della linea di sangue.

Maria: un corso a rischio della vita

La stirpe di Giuda si sviluppò per generazioni espandendosi al livello di tribù, società e nazione. Da quella stessa stirpe, 2000 anni dopo, in Israele nacque Maria.

Maria aveva la responsabilità di unire le figure Caino e Abele a livello di famiglia, di clan e di nazione pagando il giusto indennizzo e restaurando la primogenitura. Ella rispose alla chiamata di Dio e concepì Gesù, anche se agli occhi della gente aveva ingannato i suoi genitori e Giuseppe a cui era promessa sposa. A quel tempo vigeva l’uso di lapidare a morte qualsiasi donna rimanesse incinta al di fuori del matrimonio. Tuttavia Giuseppe, che si trovava nella posizione di Adamo, protesse coraggiosamente la sua fidanzata e si rifiutò di abbandonarla.

Grazie alla fede di Maria e al lavoro di Rebecca e di Tamara, Satana non poté reclamare la sovranità su Gesù nel seno di sua madre. Gesù nacque nella posizione di un vero figlio nella stirpe completa e diretta di Dio. Egli è il vero figlio di Dio dopo la purificazione della linea di sangue caduta. Ecco perché è il santo dei santi e l’antenato della vera linea di sangue. La sua nascita rappresentava la conclusione dell’Antico Testamento a livello nazionale e l’alba dell’era del Nuovo testamento a livello mondiale.

Maria, nella posizione di restaurare Eva caduta, doveva realizzare l’unità fra Gesù, che era nella posizione di Abele e il suo cugino più grande, Giovanni Battista, che era nella posizione di Caino. Questa unità era essenziale perché il popolo di Israele riconoscesse Gesù come Messia.

Giovanni era il maggiore. Aveva un grande stuolo di seguaci ed era rispettato da tutti. Come Gesù spiegò ai suoi discepoli, il ministero di Giovanni Battista era il compimento della profezia dell’Antico Testamento secondo cui il profeta Elia sarebbe ritornato a “preparare la strada al Signore”.

Ma Giovanni realizzò il suo ruolo nella provvidenza di Dio? Il vangelo di Luca ci dice che Egli venne “nello spirito e nella potenza di Elia”. Giovanni, tuttavia, negò di essere l’Elia e dubitò della messianicità di Gesù persino dopo aver ricevuto una chiara rivelazione sul fiume Giordano al tempo del battesimo di Gesù. Giovanni era una figura religiosa di tutto rispetto, mentre Gesù era visto soltanto come il figlio illegittimo di un falegname. Senza l’aiuto del Battista era impossibile che il popolo ebreo credesse in Gesù e lo seguisse. Da solo Gesù intraprese il difficile corso di proclamare sé stesso.

Giovanni Battista avrebbe dovuto aiutarlo a raggiungere i capi religiosi d’Israele. Se avesse realizzato il suo ruolo, allora il Giudaismo, in posizione di Abele, e la nazione d’Israele, in posizione Caino, si sarebbero potuti unire facendo capo a Gesù.

Questo avrebbe posto la base per le Nozze dell’Agnello. Gesù sarebbe stato in posizione di Vero Padre dell’umanità e la sua sposa in quella di Vera Madre dell’umanità.

In meno di sette anni i suoi insegnamenti si sarebbero espansi rapidamente a livello mondiale conquistando dalla sua parte l’Asia e Roma prima che avesse raggiunto i 40 anni. Alla fine Gesù e la sua sposa avrebbero realizzato il Regno dei Cieli individuale, Il Regno dei Cieli famigliare, del clan e nazionale.

Un sogno irrealizzato

Tuttavia questo glorioso destino non si poté realizzare. Furono proprio le persone religiose che respinsero le parole di Gesù e chiesero la sua crocifissione. Come scrisse San Paolo nella prima lettera ai Corinzi: “Nessuno dei principi di questo mondo ha capito questo, altrimenti non avrebbero crocefisso il Signore di gloria”.

Di fronte alla mancanza di fede di Israele, Gesù decise di dare la propria vita per realizzare la salvezza spirituale dell’umanità. Però sarebbe dovuto tornare di nuovo a portare la salvezza fisica, o terrena, oltre a quella spirituale.

Ecco perché la mente può avvicinarsi a Dio attraverso Gesù ma il corpo continua ad essere tentato dal male. Persino San Paolo era tormentato dalla contraddizione tra i desideri della carne e i desideri dello spirito, anche tanti evangelisti cristiani hanno sofferto a causa di questa contraddizione. All’alba del Completo Testamento la sfida cruciale è realizzare sia la salvezza fisica che la salvezza spirituale.

A causa della morte di Gesù sulla croce, emerse il conflitto fra l’ala destra e l’ala sinistra che è come la separazione fra Caino e Abele divenuta necessaria per la caduta di Adamo. Similmente apparvero l’Islam e il Cristianesimo e cominciarono a lottare. Poiché questa separazione fu causata dalla crocifissione di Gesù, Cristo lavorerà per l’unità al tempo del Secondo Avvento.

L’assoluto bisogno di unità

La preparazione di Dio per il Secondo Avvento richiedeva una base a livello mondiale di riconciliazione vittoriosa fra Caino e Abele. Questa dispensazione fu portata avanti attraverso gli eventi attorno alla seconda guerra mondiale. I paesi alleati, la Gran Bretagna, l’America e la Francia rappresentavano il Cristianesimo ed erano in posizione Abele, mentre le potenze dell’Asse, la Germania, il Giappone e l’Italia erano sotto l’influenza del militarismo nazionalista e si trovavano in posizione Caino. Questa guerra rappresentò l’espansione a livello mondiale del conflitto tra Caino e Abele.

Subito dopo la vittoria degli alleati furono fatti notevoli progressi per creare un mondo di pace centrato sul Cristianesimo. Con la Gran Bretagna in posizione Eva a livello mondiale, e l’America e la Francia rappresentanti rispettivamente Abele e Caino, le nazioni alleate erano nella posizione pronta a ricevere il Signore del Secondo Avvento.

Ma nonostante tutta questa preparazione, la dispensazione di Dio a quel tempo non si realizzò. Il rappresentante di Dio venne a portare la Sua parola ma incontrò una tremenda opposizione e un’incomprensione quasi universale. Fu la situazione parallela a quella di Gesù 2000 anni fa. Proprio come gli Israeliti al tempo di Gesù aspettavano il ritorno di Elia su un carro disceso dal cielo, così i Cristiani attendevano il Secondo Avvento aspettandosi che lo stesso Gesù scendesse dalle nubi del cielo.

Nell’Apocalisse Gesù rivela all’apostolo Giovanni che verrà con un nome nuovo. Questo presagiva che sarebbe ritornato attraverso un altro uomo così come aveva fatto Elia.

In questo periodo cruciale Dio mi diede l’ordine di portare un nuovo messaggio di verità ai cristiani in Corea. I cristiani coreani, tuttavia, non accettarono il fatto che io, un umile giovane, fossi nella posizione di essere stato scelto per portare questo nuovo messaggio. Poiché l’era del Nuovo Testamento è un’estensione dell’era dell’Antico testamento, essi non poterono credere che il Secondo Avvento sarebbe nato come uomo sulla terra, più di quanto il popolo ebreo poté crederlo al tempo di Gesù.

Se io e le chiese cristiane ci fossimo uniti, il Regno dei Cieli sarebbe già stato stabilito sulla terra così come nel cielo. Durante il periodo di 7 anni che va dal 1945 al 1952, quando l’era del Nuovo Testamento terminava, il mondo intero si sarebbe potuto unire in accordo alla provvidenza di Dio.

Uno spinoso cammino

Invece di unirsi a me, tuttavia, quei capi religiosi si ingelosirono perché il numero dei miei seguaci cresceva. Si opposero a me ciecamente, senza ascoltarmi e sparsero addirittura menzogne sul mio conto. Accuse di comportamento immorale e di avidità, l’esatto opposto dei miei insegnamenti, furono usate per distruggere la mia personalità.

Dio aveva espanso il Cristianesimo e aveva fatto sorgere una potente nazione cristiana come l’America allo scopo di preparare la strada per il Signore del Secondo Avvento. Che si rendessero conto o meno, quei sacerdoti cristiani in Corea rappresentavano l’intera cristianità. Poiché l’America e il Cristianesimo mondiale non si unirono a me dopo la seconda guerra mondiale, la loro potenza e autorità morale cominciarono a declinare.

Dopo la seconda guerra mondiale gli Stati Uniti e il Cristianesimo si trovavano sulla fondazione vittoriosa dell’unità fra Caino e Abele. I tempi erano maturi per incontrare il Secondo Avvento. Tuttavia questo incontro non avvenne e il mondo intero si oppose al mio lavoro. Io, dunque, fui cacciato nel deserto, fui costretto a toccare il fondo e da allora mi sono arrampicato per risalire su.

Cominciò così la guerra fredda. Il mondo si separò di nuovo nelle due sfere mondiali di Caino e Abele, proprio come aveva fatto durante la seconda guerra mondiale. Negando Dio, così come il ladrone alla sinistra negò Gesù, il comunismo rappresentava il mondo di tipo Caino. La democrazia cristiana, che affermava l’esistenza di Dio, rappresentava invece il ladrone di destra e il mondo di tipo Abele.

La volontà di Dio era che il Messia del Secondo Avvento unisse i due blocchi nemici. Ecco perché ho mobilitato la mia chiesa per aiutare a sanare i conflitti fra l’ala destra rappresentata dal mondo libero e l’ala sinistra rappresentata dal comunismo. Abbiamo anche lavorato per conto del Cristianesimo e del Giudaismo come pacieri con i nostri fratelli islamici.

Durante il periodo della guerra fredda ho lottato per abbattere le barriere a livello individuale, familiare, tribale, nazionale, mondiale e cosmico alfine di ricostruire la fondazione per ricevere il Messia che era andata perduta. Per questo ci voleva un periodo minimo di 40 anni. Dato che non posso vivere per 4000 e nemmeno per 400 anni, sapevo che avrei dovuto indennizzare tutta la storia in soli 40 anni. Durante questo periodo di 4 decenni ho restaurato i 4000 anni di storia prima di Gesù e i 6000 anni di storia dal tempo della creazione.

Una volta pagato questo indennizzo, la guerra fredda finì attraverso l’unità dei paesi Caino e Abele. Questo fu completato dalla Chiesa di Unificazione ai Giochi Olimpici di Seoul nel 1988 dove 160 nazioni del mondo vennero in Corea.

Per decenni sono stato completamente frainteso. Per 3 anni sono stato prigioniero in un campo di concentramento comunista della Corea del Nord. In tutto sono stato messo ingiustamente in prigione 6 volte perché facevo il lavoro di Dio. Inoltre i media si sono presi gioco di me dipingendomi come un mostro che lavava il cervello ai giovani per i propri interessi. C’è qualcuno che non è d’accordo quando dico che il Rev. Moon è il leader religioso più perseguitato del mondo? Il mio cuore si spezza quando penso a quanto ha sofferto Dio vedendo rifiutati continuamente i Suoi messaggeri. Il mio unico desiderio è stato quello di consolare il Suo cuore, eppure mi accorgo che è sempre Lui a consolare me.

Ho percorso la via dell’indennizzo e della restituzione per restaurare i fallimenti del passato, compresi quelli dell’era dell’Antico e del Nuovo Testamento. La Corea può essere paragonata all’era dell’Antico Testamento mentre l’America, una civiltà prevalentemente cristiana, può essere paragonata all’era del Nuovo Testamento. Per i primi 20 anni ho percorso la via dell’indennizzo dell’era dell’Antico Testamento, facendo capo alla nazione coreana ed alla Chiesa di Unificazione che rappresentavano la posizione della nazione di Israele e del Giudaismo rispettivamente. Sulla base di questo lavoro nel 1960 ho stabilito il Santo Matrimonio dei Veri Genitori a livello nazionale. Poi, nel 1971, mia moglie ed io siamo venuti in America. Nei 20 anni successivi ho percorso la via dell’indennizzo per realizzare l’era del Nuovo Testamento ed iniziare quella del Completo Testamento. Così ho stabilito la famiglia dei Veri Genitori, l’origine del vero amore, della vera vita e della vera linea di sangue basati su Dio.

La ragione per cui l’America è essenziale nella dispensazione provvidenziale sta nei suoi stretti legami con le chiese cristiane, il Giudaismo ed Israele.

Anche se l’America ha respinto e contrastato il mio lavoro, mia moglie ed io continuiamo a pregare perché questa nazione realizzi la sua responsabilità provvidenziale. È nostro sincero desiderio che l’America eviti di ripetere il suo fallimento. Non unirsi alla volontà di Dio creerebbe la necessità di un ulteriore indennizzo e priverebbe l’America della benedizione che Dio desidera concedere a questa grande nazione. Così il mio Movimento dell’Unificazione può dare un grande contributo all’America aiutandola a rafforzare il suo spirito e ad unirsi alla volontà di Dio.

Roma pensava che il mondo esistesse solo per lei; non capiva che Dio l’aveva portata in alto allo scopo di unirsi al Messia e di servire il mondo.

Oggi l’America si trova di fronte ad una situazione simile. La gente deve rendersi conto che Dio ha benedetto questa nazione non per sé stessa ma per il bene del mondo. I Padri Pellegrini non vennero qui per cercare la ricchezza, vennero qui per servire Dio. Se l’America non riuscirà a ricordarsi lo scopo per cui è benedetta, allora la sua benedizione finirà e lei perirà. Io voglio disperatamente impedire questo. Devo salvare l’America.

Per 21 anni ho lottato in questo paese cercando di portare agli americani il messaggio di Dio. I leaders americani, i capi cristiani ed altre figure eminenti nel mondo hanno solo una pallida idea delle forze che forgiano il futuro. Per questo possono offrire poca visione, poca speranza e guida alle persone. In questi tempi caotici l’umanità desidera ardentemente una vera direzione e un vero scopo e tuttavia l’America e le chiese cristiane non hanno una risposta sicura. Dio mi ha concesso la capacità di capire le forze che operano nella Sua storia provvidenziale. Così io so in che direzione deve andare l’umanità e, con l’aiuto di Dio, guiderò il mondo in quella direzione.

Cosa offre la Chiesa di Unificazione

La verità che Dio mi ha rivelato è contenuta nei Principi Divini. Esaminando la storia dell’umanità e i racconti biblici dal punto di vista provvidenziale, i Principi Divini rivelano le risposte alle domande che per migliaia di anni sono rimaste insolute. Chi ha sinceramente studiato il loro contenuto ha scoperto che sono un vero dono di Dio che offre le uniche soluzioni ai problemi di fronte ai quali si trova la società di oggi. Persino nel CIS, un tempo comunista, i leaders sovietici e migliaia di giovani hanno visto rinnovarsi la propria vita attraverso lo studio dei miei insegnamenti. Liberi finalmente dall’oppressione dell’ideologia comunista, sono assetati della verità spirituale che possa guidare le loro nazioni. Le classi russe, dove i nostri membri insegnano il “Godism” (Dio-ismo) e l’ideologia dell’“Headwing”, sono strapiene.

Ci sono innumerevoli testimonianze che la potenza dei Principi Divini dà ai giovani una nuova speranza e nuova vita. L’anno scorso in Corea abbiamo celebrato il matrimonio di 30.000 coppie, tutte persone pronte a dedicare la propria vita l’una all’altro, a Dio e al mondo. Oggi, nella maggior parte delle famiglie, i genitori non sanno guidare in modo appropriato i figli, specie su questioni così intime come l’amore e il matrimonio. Eppure mia moglie ed io abbiamo riunito insieme giovani di 121 nazioni diverse realizzando il loro più prezioso sogno d’amore in modo storico. Questo è stato davvero un grande miracolo del mondo moderno. In futuro, man mano che la gente arriverà a capire il valore e la qualità di queste preziose famiglie, milioni di persone cercheranno questo tipo di matrimonio. Attraverso queste coppie Dio può restaurare la famiglia che satana ha distrutto. Queste famiglie restaurate, che hanno Dio come punto centrale, sono i mattoni di base per costruire una nazione e un mondo ideali.

Il ruolo cruciale delle donne

Miei cari amici, Gesù, parlando della venuta del Messia, raccontò la parabola delle vergini che aspettavano l’arrivo dello sposo. Nel libro dell’Apocalisse il Cristianesimo è ritratto come la sposa e l’America, che rappresenta il Cristianesimo, può essere considerata una nazione sposa.

Quindi l’America deve assumersi la responsabilità di creare una fondazione per l’unità mondiale su cui lo sposo possa finalmente essere accolto. Ciò significa la restaurazione delle posizioni originali dell’uomo e della donna, Adamo ed Eva restaurati, al regno di vera uguaglianza. In questo punto di svolta della storia di restaurazione, una donna, nella posizione di Vera Madre, deve preparare il mondo a ricevere il Vero Padre.

Quando il Cristianesimo fallì la prima volta non incontrando lo sposo, la dispensazione di Dio dovette essere posposta di 40 anni fino al 1992. Durante questo periodo ho lavorato e pregato tutti questi anni per realizzare l’unità della Corea, della Gran Bretagna, dell’America, della Francia, del Giappone, della Germania e dell’Italia. Ecco perché, nell’aprile 1992, mia moglie ed io abbiamo fondato la Federazione delle Donne per la Pace nel Mondo. Con questi eventi i paesi che erano stati Caino e Abele a livello mondiale dal tempo della seconda guerra mondiale si sono uniti insieme per accogliere la Vera Madre e preparare di nuovo la fondazione per incontrare il Vero Padre.

Sulla base di questa fondazione, mia moglie ed io possiamo ora stare, su base internazionale, come i primi Veri Genitori. Ora che il mondo entra nell’era del Completo Testamento vivremo di nuovo con Dio.

In questo punto di svolta storico dobbiamo praticare, a livello mondiale, il principio per cui la mente e il corpo dell’individuo si devono unire con Dio al centro. Per facilitare questo abbiamo fondato due organizzazioni che lavorano per la pace mondiale. La Federazione Interreligiosa per la Pace Mondiale rappresenta la mente del mondo e porta avanti la missione di unire tutte le religioni mondiali sulla base dell’amore di Dio. La Federazione per la Pace nel Mondo, d’altro lato, rappresenta il corpo del mondo e realizza la missione esteriore di creare le società ideali con leaders nel campo della politica, dell’economia, dei media, della cultura e della scienza.

Completare la base della famiglia

Durante gli ultimi 40 anni ho abbattuto tutti gli ostacoli di satana, ho viaggiato in varie parti, non solo del mondo fisico, ma anche di quello spirituale, ho superato molte barriere nazionali e mondiali ed ora ho raggiunto l’attuale stadio della famiglia.

Mediante la legge dell’indennizzo tutti i problemi del mondo saranno risolti, stabilendo l’ideale della famiglia che ha come centro il vero amore di Dio.

Se guardiamo la prospettiva verticale dell’amore, Adamo ed Eva avevano un rapporto diretto con Dio sviluppando in sé stessi i 4 tipi di amore: l’amore dei figli, l’amore di fratello e sorella, l’amore coniugale e l’amore di genitori. Originariamente, quindi, Adamo ed Eva sarebbero dovuti passare attraverso le 4 sfere del cuore centrate sul vero amore di Dio, come figli completi, fratello e sorella completi, coppia devota e genitori perfetti. Avrebbero realizzato così la famiglia completa.

Adamo ed Eva sarebbero dovuti diventare il modello esemplare per tutti i membri della loro famiglia. I loro figli avrebbero guardato ai genitori come al modello ideale esemplare. Sarebbero diventati fratelli e sorelle che si sarebbero amati fra loro così come erano amati dai loro genitori. Sarebbero diventati poi una coppia sposata che rifletteva il rapporto tra il marito e moglie come i loro genitori. Infine, con la nascita dei figli, avrebbero stabilito un’altra famiglia completa, identica a quella dei loro genitori.

Stabilendo delle famiglie ideali, indisgregabili, che realizzano l’unità verticale ed orizzontale fra genitori e figli, fratelli e sorelle e marito e moglie, possiamo finalmente costruire la base eterna per il Regno dei Cieli sulla terra e nel mondo spirituale. Così tutte le famiglie del mondo che hanno origine dagli stessi antenati centrati su Dio, Adamo ed Eva avranno un eguale valore divino.

L’estensione dell’ideale messianico

Signore e Signori. All’alba dell’era del Completo Testamento, è giunto il tempo che le estensioni messianiche, chiamate messia tribali, completino il lavoro di salvezza in tutto il mondo. Dopo che uno ha realizzato la messianicità familiare, deve passare a quella tribale. Nell’era del Completo Testamento, il ruolo della madre sarà cruciale. Ella deve unire i figli e il marito e collegare la sua famiglia ai Veri Genitori. Abbiamo già mandato migliaia di messia tribali come missionari in tutto il mondo e presto l’ideale originale della famiglia si realizzerà a livello mondiale.

Nella famiglia completa i nonni saranno nella posizione di re e regine, rappresentando Dio, i genitori saranno nella posizione di re e regine rappresentando l’umanità, e i figli saranno nella posizione di principi e principesse rappresentando tutti i futuri discendenti. Quando tutte e tre le generazioni saranno unite, il passato il presente e il futuro vivranno insieme in armonia.

Signore e Signori. Ho il grande privilegio di annunciarvi che è stata stabilita la prima vera famiglia. Mia moglie ed io, assieme ai nostri 13 figli e 24 nipoti, siamo assolutamente dedicati a servire Dio e l’umanità. Con tre generazioni in una famiglia abbiamo restaurato a livello famigliare la radice centrale, il tronco centrale e il bocciolo centrale dell’”albero della vita” menzionato nella Bibbia. È nostra sincera speranza che vi innestiate simbolicamente a questa stirpe unendovi a noi nell’impegno di creare una nazione ed un mondo ideali. Questo segna l’inizio dell’era del Completo Testamento.

L’era del Completo Testamento è l’era di vivere insieme a Dio. Una volta capito questo, dobbiamo realizzare l’unità tra la mente e il corpo, genitori e figli, marito e moglie. Poi possiamo stabilire delle famiglie ideali che hanno come punto centrale l’amore di Dio.

Sulla base di questa fondazione dovremo fare di tutto per realizzare il clan ideale, la nazione ideale e il mondo ideale. Da questo punto nascerà il mondo di vera libertà, pace, felicità ed eterna speranza.

Spero che tutti i cristiani, gli uomini e le donne delle altre religioni mondiali e di tutta la gente del mondo capiscano questo messaggio con lo stesso cuore sostenendo la volontà della provvidenza divina, possiamo tutti raggiungere insieme il luogo della benedizione di Dio.

Che Dio benedica voi e le vostre famiglie.

Grazie infinite

Salva come PDF

^