Andiamo oltre questo mondo che è diventato un sacrificio

Salva come PDF

10 marzo 1957 – Chung Pa Dong - Seoul

1 Vi esorto dunque, fratelli, per la misericordia di Dio, a presentare i vostri corpi in sacrificio vivente, santo, gradito a Dio; questo è il vostro culto spirituale. 2 Non conformatevi a questo mondo, ma siate trasformati mediante il rinnovamento della vostra mente, affinché conosciate per esperienza quale sia la volontà di Dio, la buona, gradita e perfetta volontà. 3 Per la grazia che mi è stata concessa, dico quindi a ciascuno di voi che non abbia di sé un concetto più alto di quello che deve avere, ma abbia di sé un concetto sobrio, secondo la misura di fede che Dio ha assegnata a ciascuno. 4 Poiché, come in un solo corpo abbiamo molte membra e tutte le membra non hanno una medesima funzione, 5 così noi, che siamo molti, siamo un solo corpo in Cristo, e, individualmente, siamo membra l’uno dell’altro. 6 Avendo pertanto doni differenti secondo la grazia che ci è stata concessa, se abbiamo dono di profezia, profetizziamo conformemente alla fede; 7 se di ministero, attendiamo al ministero; se d’insegnamento, all’insegnare; 8 se di esortazione, all’esortare; chi dà, dia con semplicità; chi presiede, lo faccia con diligenza; chi fa opere di misericordia, le faccia con gioia. 9 L’amore sia senza ipocrisia. Aborrite il male e attenetevi fermamente al bene. 10 Quanto all’amore fraterno, siate pieni di affetto gli uni per gli altri. Quanto all’onore, fate a gara nel rendervelo reciprocamente. 11 Quanto allo zelo, non siate pigri; siate ferventi nello spirito, servite il Signore; 12 siate allegri nella speranza, pazienti nella tribolazione, perseveranti nella preghiera. (Romani 12:1-12)

Preghiera

Per favore, portaci a non dimenticare che oggi è il tempo in cui la volontà della dispensazione, per il quale bene il Padre ha faticato per 6.000 anni, metterà tutta la nostra vita sulla bilancia. Padre, comprendiamo che oggi è il momento in cui le nostre menti e i nostri corpi devono prendere completamente le sembianze del Padre, quindi Ti preghiamo di permetterci di entrare nel Tuo seno e di ereditare il Tuo cuore, con il quale hai amato i molti milioni di persone, per realizzare quell’unica volontà. Inoltre, Ti prego, fa’ che questo sia il momento in cui possiamo comprendere che dobbiamo materializzare un tale cuore del Padre.

Comprendiamo che questa è la terra sulla quale il Padre ha lavorato strenuamente e ha versato sangue. È anche la terra attraverso la quale passa il difficile cammino della croce dell’umanità, il percorso del Golgota a livello mondiale. Perciò, Padre, guidaci a capire da soli in che tipo di situazione ci troviamo oggi.

Poiché riconosciamo il fatto che stiamo seguendo le orme dei trent’anni della vita di Gesù, per favore, guidaci a capire chiaramente in che tipo di ambiente stiamo vivendo e che tipo di desideri dobbiamo tenere nel nostro cuore. In questo momento, quando la parte rimanente del conflitto della crocifissione si trova proprio davanti a noi, capiamo che dobbiamo possedere il cuore di autocoscienza che può permetterci di mettere da parte da soli tutte le nostre angosce e risentimenti. Dio in Cielo, Ti prego, getta su di noi il Tuo sguardo di compassione. Ti prego, guidaci a percepire la nostra mancanza. Ti preghiamo di guidarci a percepire la nostra incompetenza. Speriamo dal profondo del nostro cuore che Tu permetta che questa sia un’opportunità per noi di lamentarci della nostra incompletezza e di versare lacrime di dolore davanti al Padre.

Padre! Ti prego, guarda questo popolo con pietà. Per favore, dissipa la paura di queste persone. Purifica i peccati di queste persone. Rimuovi l’oscurità di queste persone.

Ti prego, permetti alle Tue potenti mani che possono guidare il cammino verso il giardino di luce di emergere rapidamente in mezzo alla folla di milioni di persone. Inoltre, Ti prego di risvegliare tutta l’umanità che è profondamente addormentata. Attraverso di noi, Ti preghiamo di risolvere il risentimento dei milioni di fedeli credenti che hanno aiutato a far progredire la dispensazione nel corso della storia.

Padre, ci siamo prostrati dinanzi a Te in quest’ora, quindi Ti prego di condurci a non affermare alcuna visione incentrata su noi stessi. Ti prego, permettici solo di prostrarci davanti ai piedi del Padre con il cuore di un bambino, aggrappandoci alle mani compassionevoli del Padre e di entrare nel seno dell’amore del Padre. Ti prego, permettici di fare un inchino completo al Padre con un cuore desideroso di tale grazia. Padre, Ti prego, guidaci ad offrire tutto e a mettere tutto in gioco affinché non ci sia alcuna condizione per l’accusa di Satana.

Padre! Sappiamo che questo giorno è un giorno santo, un giorno in cui il Padre concede la benedizione, quindi per favore benedici gli innumerevoli gruppi religiosi che si riuniscono per conto del popolo. Ti preghiamo di concedere la stessa grazia anche ai Tuoi figli e alle Tue figlie che sono responsabili di altari solitari. In questo tempo degli ultimi giorni, per favore permetti a tutti loro di testimoniare la volontà del tutto.

Sperando che Tu regni su tutto, ho pregato nel nome del Signore. Amen.

Il titolo del discorso che farò oggi è “Andiamo oltre questo mondo che è diventato un sacrificio”.

La vita dell’essere umano della creazione originale è vivere la vita con una mente tranquilla. Tuttavia, oggi non troviamo la pace nella mente delle persone. Inoltre, nella mente dell’umanità, che dovrebbe vivere all’interno dell’ideale eterno incentrato sulla libertà, non ci sono la libertà e l’ideale per cui anche il Cielo possa essere felice.

Di conseguenza, tutti gli esseri umani sparsi in tutto il mondo sperano oggi nella realizzazione della completa libertà, dell’ideale e della pace basati su un certo tempo. Questo è il desiderio sincero del cuore di tutte le persone che vivono su questa terra. Allo stesso modo, il mondo della perfetta libertà, dell’ideale e della pace è l’ideale originale a cui il genere umano anela, e non importa cosa, voi dovete realizzarlo centrando le vostre menti e i vostri corpi. Inoltre, dovete realizzarlo anche nella famiglia concentrandovi sul vostro io individuale, e dovete realizzarlo nella società, nella nazione e nel mondo. Non solo, dovete costruire l’unico mondo che possa unire il cielo e la terra e cantare la canzone della pace e della libertà, e godere dell’amore ideale.

Se non potete concretizzare questo tipo di mondo, allora gli esseri umani non possono partecipare alla vera felicità, alla vera liberazione e alla vera gloria. Allora, come ha fatto l’umanità ad affrontare un destino così sfortunato? Questo è il castigo della caduta. In questo modo, l’umanità del mondo intero oggi deve attraversare la strada del confronto e del conflitto. Hanno il destino di attraversare il passaggio dell’angoscia, il Golgota delle lacrime. Dovete sentire, nella vostra vita quotidiana, che anche voi state vivendo una vita così dolorosa.

C’è un grande divario tra il mondo che gli uomini cercano e la realtà che affrontano. Anche se le loro menti procedono verso quel mondo, i loro corpi non possono sfuggire alla realtà; quindi, l’umanità non può evitare il destino di vivere una vita di sofferenza. Anche se qualcuno può istituire un corpo di leggi logiche ed etiche, e anche se qualcuno può affermare di poter concretizzare il mondo ideale che le persone desiderano usando le leggi per indurle a pentirsi e a comprendere, non è altro che un sistema teorico e logico, e non può attualizzare il mondo ideale di felicità dell’umanità nel regno della vita reale. I corsi di molti profeti e saggi provano questo fatto.

Di conseguenza, davanti a noi che viviamo negli ultimi giorni c’è il cammino sul quale dobbiamo imbarcarci e il varco che dobbiamo attraversare. Questa è la strada del sacrificio che può realizzare la pace eterna, la libertà e l’ideale.

Per attraversare tale varco, deve apparire un centro che possa portare la libertà eterna alla mente, che possa rappresentare la speranza eterna del Cielo, e sostituire la pace eterna del Cielo. Se una tale figura centrale non appare, allora la pace eterna, la libertà e l’ideale non potranno mai essere realizzati in cielo e sulla terra.

Allora, come hanno fatto i 6.000 anni di profonda amarezza a progredire in un unico filone? È stato impostando certe condizioni incentrate su Dio, Satana e gli esseri umani. Non è altro che il varco del sacrificio. Quando riflettiamo sui 6.000 anni della storia della dispensazione, durante l’era dell’Antico Testamento, il varco del sacrificio fu percorso attraverso tutte le cose, e nell’era del Nuovo Testamento il varco del sacrificio fu percorso attraverso il corpo sostanziale di Gesù Cristo. Allora, nell’avvicinarsi dell’era del Completo Testamento, qual è lo standard per il nostro oltrepassare il varco del sacrificio? È il popolo fedele, in altre parole, deve essere attraversato attraverso voi stessi. Durante l’era dell’Antico Testamento il varco del sacrificio doveva essere percorso attraverso tutte le cose, e durante l’era del Nuovo Testamento, doveva essere percorso attraverso Gesù Cristo, in altre parole, attraverso il figlio di Dio. Tuttavia, ora il varco del sacrificio deve essere attraversato usando voi come sacrificio, voi che potete assumere il nome di sposa e di sposo. Prima che voi attraversiate il varco del sacrificio, il mondo della vera pace, della libertà e dell’ideale non può essere realizzato sulla terra.

Il cuore originale dell’umanità che si dirige verso la patria originale

Allora qual è la storia dell’umanità che è passata attraverso 6.000 anni? Anche se la sua forma è grande e la sua portata è ampia, i 6.000 anni della storia della dispensazione sono fondamentalmente la storia del laborioso lavoro di Dio per trovare ed elevare una vera persona che possa comandare la perfetta libertà, il perfetto ideale e la perfetta pace. Dovete essere già ben consapevoli di questo attraverso la storia.

In origine, gli esseri umani avrebbero dovuto vivere nel Giardino dell’Eden, godendo della libertà eterna, dell’ideale e della pace incentrati su Dio, ma a causa della caduta di Adamo ed Eva, gli antenati dell’umanità, quel tipo di mondo originale è crollato. Anche se siamo i discendenti di Adamo ed Eva che sono caduti, poiché abbiamo la mente originale che si dirige verso il mondo originale, siamo andati verso il mondo che Dio vuole, e quel nostro desiderio è rimasto come l’ideale che deve essere perseguito e realizzato.

Allora, qual è il centro di ciò che Dio sta cercando di trovare ed erigere attraverso questa faticosa dispensazione? Sono i veri Adamo ed Eva originali che non hanno nulla a che fare con le nature cadute.

Come sapete attraverso il Principio Divino, Adamo ed Eva, i figli di Dio che avrebbero dovuto diventare i veri genitori dell’umanità, non poterono diventare veri genitori a causa della caduta; per colpa di ciò, divennero gli antenati degli uomini caduti senza nemmeno poter stabilire alcuna relazione con la storia originale. Poiché siamo diventati le tribù della caduta a causa di Adamo ed Eva caduti, in questo modo, dobbiamo inaugurare l’unico giorno che può distruggere quel tipo di rapporto di discendenza e frequentare i veri genitori del carattere originale.

Se questo giorno non viene stabilito in cielo e sulla terra, in altre parole, se non appaiono le persone che possono muoversi in sincronia con la figura centrale per unire cielo e terra e portare avanti l’unico scopo, allora sulla terra la vera libertà, pace e ideale non si materializzeranno mai. Se ciò accade, allora l’umanità non potrà mai essere libera dal fatale e universale corso della storia della restaurazione attraverso l’indennizzo.

Se volete ricevere l’amore di Dio, allora dovete capire che siete venuti sulla fondazione dei 6.000 anni della storia della dispensazione come la storia di lotta, e dovete capire che anche voi dovete percorrere lo stesso corso di lotta. Inoltre, supponendo che l’intera storia della dispensazione sia stata un corso di storia il cui scopo era di attraversare il varco del sacrificio, anche voi dovete usare tutte le cose come condizione e attraversare il varco del fare sacrifici nella vostra vita, proprio come nell’epoca del Vecchio Testamento tutte le cose erano offerte come condizione di sacrificio.

Poi, Gesù Cristo deve venire su questa terra e attraversare la strada del sangue che è stato versato dal sacrificio. Dopo di che, voi dovete proporvi come l’essere condizionato e attraversare quello stesso varco.

A causa di questo sfondo, Dio non può venire a cercarci nella gloria. Inoltre, non può venire a cercarci con la pace, la libertà e gli ideali. Invece, non ha altra scelta che venirci a cercare presentandoci il varco del sacrificio. I credenti di Gesù oggi non sono consapevoli di questo fatto.

Poiché il popolo ebraico non ebbe fede quando Gesù venne su questa terra, Gesù dovette vivere una vita al livello più basso di qualsiasi persona comune di quel tempo o anche di una persona malvagia. Gesù sperava che il popolo ebraico avrebbe creduto in lui, invece di offrire tutto come sacrificio e passare dalla parte di Dio, non seppero capire la volontà della dispensazione, e perdendo fede in Gesù deviarono dal sentiero del destino dispensazionale, e tale mancanza ha raggiunto noi.

Il culmine del sacrificio che dobbiamo attraversare con speranza

Per permettere a Dio di venire a cercarci, in che tipo di posizione dobbiamo trovarci? In primo luogo, dobbiamo percuotere le cose materiali che rappresentano tutte le cose. Questa è la ragione per cui Gesù disse che il vangelo si sarebbe diffuso tra la gente povera. Poi, dobbiamo essere in grado di colpire anche i nostri amati figli e figlie e, infine, dobbiamo essere in grado di offrire persino i nostri corpi come sacrificio. Questo è la strada del sacrificio che dobbiamo attraversare. La maggior parte dei fedeli credenti di oggi non si rendono conto che quando avanziamo attraverso questa strada del sacrificio, il Cielo verrà a cercarci e a stringere un rapporto con noi. Quando Dio ti pone su quel sentiero, devi essere in grado di percorrerlo con fiducia.

La storia di 6.000 anni non è una semplice storia, ma una storia universale di restaurazione. È la storia della restaurazione individuale. Per questo motivo, se non riuscite a coltivare un cuore immutabile al centro, che possa assumersi la responsabilità della storia dell’universo e stare fermo come rappresentante del Cielo, allora non potete diventare uno che ha attraversato il culmine della storia e non potete stare nella posizione di aver obbedito alle leggi della dispensazione.

Guardate Abramo del passato. Abramo era nella posizione di abbandonare Ur dei Caldei, la terra che amava, e lasciare l’ambiente di vita in cui si sentiva a suo agio, per seguire le parole di Dio. In altre parole, era nella posizione di soffrire il dolore, incentrato sul corpo fisico. Tuttavia, Abramo non si disperò. Se Abramo si fosse disperato in quel momento, il suo discendente non avrebbe potuto ricevere la benedizione e la grazia di Dio.

Per poter salutare Dio, che ha condotto la storia della restaurazione per 6.000 anni, dovete avere la saggezza di prendere in mano quella condizione di restaurazione e di elevarvi al di sopra di essa. Proprio come c’è stato il varco della dispensazione che Dio ha attraversato nel corso della storia fino ad ora, per noi che viviamo negli ultimi giorni, c’è anche il varco della dispensazione che dobbiamo attraversare. Quindi, nella vostra vita, indennizzando tutte le condizioni di sacrificio dei 6.000 anni, dovete aprire la strada affinché il Cielo scenda liberamente e il Signore venga liberamente. Se dimenticate questo punto, allora non potete diventare figli e figlie di Dio, e non potete relazionarvi con Dio.

Poiché Abramo ha percorso il corso di molte esperienze amare e angoscianti e il corso dell’offerta sacrificale dal momento in cui ha lasciato Ur, fino a quando è entrato nella terra della speranza, la terra benedetta di Canaan, ha potuto attraversare il corso di 400 anni a nome del popolo. Abramo rinunciò a tutte le cose materiali che possedeva. Rinunciò persino alla propria moglie e poté offrire l’unico figlio Isacco, che ebbe quando aveva cento anni. Non solo, poiché si trovava sul fondamento unificato di aver percorso la via della restaurazione attraverso l’indennizzo con una fede abbastanza forte da offrire persino sé stesso, poté diventare l’antenato di fede dell’umanità.

Nella Bibbia, c’è una testimonianza riguardante Giobbe, un’altra persona che passò attraverso il corso del sacrificio. Poiché Giobbe era nel regno delle benedizioni in cui poteva ricevere la benedizione di Dio, Dio lo benedisse con beni materiali e figli. Tuttavia, Satana protestò con Dio sul fatto che Giobbe ricevesse le benedizioni. Così Dio permise a Satana di mettere Giobbe alla prova. Come risultato, Satana colpì tutte le cose materiali con cui Giobbe era stato benedetto. Poi colpì i suoi figli. Poi colpì il corpo fisico di Giobbe. Quando ciò avvenne, tutti gli amici e i vicini di Giobbe lo ridicolizzarono, e persino la sua amata moglie lo rimproverò.

Dovete pensare alla posizione di Giobbe, che perse le sue ricchezze materiali e i figli con i quali poteva condurre una vita felice, e perse la sua posizione venendo tradito dai suoi amici ed essendo criticato da sua moglie. Anche se tutto il suo corpo era ferito e gli prudeva così tanto che doveva grattarlo con dei sassi, non serbò mai rancore verso Dio, ma fu capace di contemplare e superare in silenzio il dolore, e di sperimentare il cuore di un malato dalla parte di Dio. Poiché Giobbe era questo tipo di uomo, poté riconquistare tutte le cose e i figli che aveva perso, e poté ricevere una benedizione maggiore dal Cielo.

Quando Gesù Cristo si mise in cammino per diffondere il vangelo, prima abbandonò tutto il suo ambiente. In altre parole, mise da parte l’ambiente familiare in cui aveva vissuto per trent’anni. Poi, abbandonò sé stesso, che si trovava nella posizione di unigenito figlio di Dio, che sarebbe potuto salire alla posizione di eterno Vero Genitore dell’umanità.

Allo stesso modo, anche quando si trovò sulla via della crocifissione, quando dovette abbandonare il suo corpo, la sua famiglia, la sua tribù, il suo popolo e persino le sue speranze, non si scoraggiò. Sebbene facesse i passi di un perdente, attraversò il cammino del Golgota con speranza, mentre fissava i suoi occhi solo sulla volontà che era stata prima stabilita davanti a Dio, il cammino che conduce al compimento della dispensazione che si era impegnato a percorrere con Dio.

Dio che guida la dispensazione dopo aver stabilito i principi fondamentali

Poiché Abramo mise da parte tutto e andò avanti sperando nella terra di Canaan, i suoi discendenti poterono ricevere la benedizione di Dio. Allo stesso modo, anche Gesù abbandonò i genitori, i parenti, il popolo e la nazione che amava. Di conseguenza, per le generazioni future, dopo che sarà passato un certo tempo, verrà un giorno in cui tutto potrà essere reclamato indietro, e quel giorno non è altro che “il giorno del Secondo Avvento”. Quindi, dovete capire che il Signore che viene di nuovo con questo giorno del Secondo Avvento come punto cardine, restaurerà tutto.

Innumerevoli profeti della storia e Gesù hanno percorso questo tipo di strada, ma noi cosa dobbiamo fare? In primo luogo, dobbiamo diventare l’incarnazione simbolica di Dio che, come il popolo responsabile della storia, può rappresentare la storia. Inoltre, negli ultimi giorni di oggi, quando cerchiamo il Cielo, proprio come Gesù che ha percorso la strada del sacrificio per il bene del popolo, della chiesa e dell’intera terra e del mondo, o proprio come Abramo e Giobbe, dobbiamo farci carico della storia e camminare sulla strada dell’indennizzo. Se non lo fate, non diventerete mai i vincitori che hanno attraversato il varco del sacrificio.

Per voi dunque che vivete negli ultimi giorni, quali opere di indennizzo avranno luogo? In primo luogo, ci saranno opere di indennizzo materiale. Se ricevete effettivamente la grazia dell’anima, ci saranno altrettante opere di indennizzo materiale. Se volete trovare il luogo e il momento in cui potete alzarvi e affrontare la volontà, allora dovete colpire tutte le condizioni materiali che desiderate sulla terra. Se voi che capite la volontà non potete prendere questo tipo di posizione, allora non sarete mai in grado di entrare nella posizione di aver attraversato le ere dell’Antico e del Nuovo Testamento e di salire al livello dell’era del Completo Testamento.

In futuro, verrà un momento in cui la marea si alzerà. Verrà un momento in cui colpirà l’individuo e colpirà il popolo e la nazione. Così, verrà un tempo su questa terra in cui, a livello dell’individuo, del popolo, della nazione e del mondo, prevarrà un periodo di privazione materiale.

In quel momento, ci saranno persone che saranno più gravemente private delle cose materiali. Il dolore che le persone proveranno in quel momento non è una ramificazione delle loro proprie colpe, è un dolore che stanno soffrendo per conto della storia di 6.000 anni. Inoltre, anche quando attraverseranno l’agonia, quel dolore non viene loro imposto come restituzione delle loro azioni passate, ma perché stanno soffrendo il dolore storico di Dio al posto Suo.

Ciononostante, se anche in mezzo a questo estremo grado di dolore e di afflizione comprendono che non sono le cose materiali ma le persone a salvare il mondo, allora queste persone possono attraversare il varco del sacrificio. È perché il sacrificio materiale non porta il completamento della salvezza, ma Gesù Cristo, il figlio di Dio, è colui che porta il completamento della salvezza. Di conseguenza, dovete capire che se voi oggi vi aggrappate solo alle cose materiali e le considerate più preziose della vita, allora non sarete mai in grado di attraversare il varco del sacrificio.

Negli ultimi giorni, verrà un momento in cui le cose materiali saranno colpite, e le persone che serbano rancore verso il Cielo saranno allora giudicate. Anche gli individui che diventano cattivi riceveranno il giudizio del Cielo. Dio sta guidando la Sua dispensazione basandosi su questo tipo di principio fondamentale. Perciò, anche se sperimentate il dolore e le difficoltà materiali, non dovreste provare alcun attaccamento persistente alle cose materiali. Inoltre, proprio come Gesù Cristo, il figlio di Dio, ha trasceso le cose materiali, anche voi dovete trascenderle, altrimenti il vostro cammino sarà bloccato.

Le qualifiche per stare al cospetto di Dio

Sebbene abbiate creduto e vi siate affidati ai dirigenti della chiesa come rappresentanti di Gesù, questo accordo non durerà per sempre. Anche se, nel corso della restaurazione fino al tempo del Secondo Avvento, avete centrato la vostra vita di fede sulla via della crocifissione, nel corso della restaurazione dobbiamo superare il livello mondiale. Non sarà sufficiente continuare a credere e ad affidarsi alle stesse cose che avete fatto fino ad ora.

Allora, in quel momento, cosa dovrete fare? In quel momento, dovete coltivare voi stessi che potete essere riconosciuti attraverso Gesù. Altrimenti, non sarete mai in grado di attraversare il passo del giudizio che vi confronterà negli ultimi giorni. Perciò, Gesù disse: “Negli ultimi giorni, versatevi dell’olio sul capo e andate in una camera segreta a pregare”.

Per voi che state cercando Dio, è facile che le cose materiali diventino i vostri nemici. Poi, è facile che i figli amati e il marito o la moglie amati diventino vostri nemici. Questa è la ragione per cui Gesù disse: “I vostri familiari sono vostri nemici”.

Questo è dove il cuore afflitto e addolorato di Dio è radicato, e questo è dove il cuore addolorato dei nostri fedeli credenti di oggi è radicato. Questo è il momento critico che i credenti degli ultimi giorni devono attraversare all’unisono. Dovete capire questo.

Poi, dovete persino rifiutare voi stessi e passarci sopra. Gesù pregò nel giardino del Getsemani con la crocifissione davanti a sé: “Padre, nulla è impossibile al Padre, perciò Ti prego, fa’ che questo calice passi da me. Tuttavia, non fare come voglio io, ma come vuoi Tu”. Attraverso questo tipo di processo, Gesù colpì sé stesso e passò attraverso la posizione di aver rinnegato sé stesso. Quindi, si possono offrire in una volta sola tutte le speranze, la gioia, la fede, il cuore e tutto ciò che si è posseduto fino ad ora, e poi scavalcare.

In altre parole, nell’era dell’Antico Testamento, i credenti hanno scavalcato il varco del sacrificio usando tutte le cose come condizione, e nell’era del Nuovo Testamento hanno scavalcato il varco del sacrificio in base alla loro fede in Gesù, ma nell’era del Completo Testamento, poiché sono gli individui che devono attraversare il varco del sacrificio, voi stessi dovete essere in grado di rappresentare i 6.000 anni di storia del sacrificio. In altre parole, se volete stare al cospetto del Padre, allora dovete essere in grado di offrire come un unico sacrificio combinato tutte le cose materiali che avete, i vostri amati figli e figlie, la moglie e persino il vostro stesso io. Dovete capire chiaramente che solo dopo essere passati attraverso questo tipo di percorso sarete in grado di scavalcare il varco storico del sacrificio, e solo dopo aver fatto questo potrete finalmente costruire una relazione con Dio.

Anche se altri negano, si oppongono e screditano questo cammino, voi che lo avete intrapreso non dovete mai scoraggiarvi. Per di più, farete un’esperienza in cui sarete privati del desiderio di possedere le vostre cose materiali, del vostro desiderio per i vostri figli e del vostro amore per vostra moglie, e sarete persino privati del vostro attaccamento a voi stessi. In un tale momento, non dovete cercare di scavalcare il mondo aggrappandovi agli affetti persistenti. Solo quando taglierete i legami con tutte le condizioni umanistiche, che comprendono le cose materiali, l’amore per i figli e i desideri che si concentrano su sé stessi, sarete in grado di superare il varco del sacrificio a livello mondiale.

La ragione per cui dovete percorrere questo tipo di cammino è che finora la storia della restaurazione è stata storia di sacrificio, e la storia del sacrificio è stata storia di divisione, e la storia della divisione è la storia del colpire. Di conseguenza, quando arriverete al momento in cui dovrete attraversare l’ultimo varco, allora Gesù in cui avete creduto e che avete seguito vi colpirà, e lo Spirito Santo che vi ha guidato vi colpirà. Inoltre, Dio, in cui avete creduto come vostra speranza, vi colpirà, e anche il mondo vi colpirà. Se non potete rimanere incrollabili fino alla fine anche se il cielo e la terra vi colpiscono così, allora non potrete mai stare dinanzi a Dio.

Dovete capire che solo chi porta la vittoria in questo tipo di situazione può rappresentare gli ideali del re dei re sulla terra e, anche dopo essere andato nel mondo degli spiriti, comandare la gloria del sovrano. Potete vedere che oggi questo popolo si trova in una posizione pietosa e dolorosa. Quando lo guardate dalla prospettiva della dispensazione di Dio, questo è il tempo in cui gli individui vengono colpiti, e questo è il tempo in cui i popoli, le nazioni e il mondo vengono colpiti. Ciononostante, non lamentatevi e non serbate rancore verso il Cielo anche quando venite colpiti. Non lamentatevi per il fatto che la gente viene colpita. Anche quando arriva il momento in cui il mondo viene colpito, non dovete mai amareggiarvi nei confronti del Cielo.

L’unico cuore che dovreste avere è quello di affidarvi solo al Cielo, non importa se dovete perire o morire. Con questo tipo di mentalità, dovete scavalcare la croce individuale, ed essere in grado di scavalcare le croci a livello di popolo, nazione e mondo. Solo dopo aver superato questo varco della croce a livello mondiale, potrete incontrare il Signore del Secondo Avvento che viene nella gloria. Quello è il momento in cui si realizza l’ideale della Seconda Venuta che l’umanità brama.

Solo dopo aver superato il varco della croce a livello del mondo, potete arrivare a possedere l’amore di Dio, la libertà di Dio, la pace di Dio e l’ideale di Dio. La ragione è che se voi date l’amore, la libertà e la pace di Dio a qualcuno che non ha ancora fatto completamente il suo percorso su quel varco, Satana farà delle accuse e quell’amore, quella libertà, quella pace e quell’ideale saranno distrutti. Di conseguenza, Dio non concede il Suo amore, la libertà, la pace e gli ideali a coloro che non hanno potuto scavalcare il varco del sacrificio a livello mondiale.

Il sommo sacerdote a livello mondiale che porta avanti la missione della Tribù di Levi

Di conseguenza, voi che vi siete messi in cammino per il bene della volontà dovete chiedervi se avete superato questo varco universale del sacrificio. Quando esaminate la storia della dispensazione della restaurazione, la decima è iniziata al tempo di Abramo. Il popolo ebraico, che era organizzato in dodici tribù incentrate sulla tribù di Levi, offriva una decima, e anche i cristiani del mondo di oggi fanno questa decima. Eppure, l’uno su dieci è quello che è stato purificato tra tutti loro. Inoltre, se non possiamo stare in questo tipo di posizione purificata nel mondo religioso della Corea, allora non saremo in grado di relazionarci con il Cielo dalla stessa posizione della tribù centrale del popolo ebraico, la tribù di Levi.

Se volete entrare in quel tipo di posizione, allora dovete essere in grado di abbandonare tutto ciò che avete. Inoltre, se volete trovare il mondo e il regno celeste, allora dovete sottoporvi all’avventura di buttare via tutto. Un tale varco è davanti a voi. Perciò, Dio che ci guida ci ha portato delle tribolazioni perché vuole aiutarci ad attraversare quel varco, e ci permette di superare il varco della croce. Tuttavia, anche se quel tipo di varco della croce si presenta davanti a voi come la condizione del giudizio, dovete essere in grado di scavalcare completamente quel varco.

Questo tipo di persona deve crescere in numero e formare un altare. La tribù di Levi ha guidato il popolo ebraico organizzato nelle dodici tribù. Dopo Gesù, è nato, incentrandosi su Gesù, un gruppo cristiano che ha svolto la stessa missione della tribù di Levi, e si è espanso in un altare a livello mondiale; allo stesso modo, oggi ci deve essere una religione del sommo sacerdote a livello mondiale che svolga la stessa missione della tribù di Levi.

Se ci sono persone che vogliono partecipare a quella religione, devono scavalcare il varco del sacrificio nel modo che ho descritto sopra. Proprio come il popolo ebraico poteva attraversare il varco del sacrificio facendo sacrifici davanti al Cielo con tutto il suo cuore e la sua anima, se voi volete diventare il popolo eletto che può stare davanti al Signore negli ultimi giorni, dovete versare tutto il vostro cuore e la vostra anima per fare un sacrificio e scavalcare il varco del sacrificio. Solo dopo aver fatto ciò potrete sostituire la missione del sommo sacerdote, ricevere la grazia di Dio e realizzare la gloria, la libertà, la pace e l’ideale di Dio.

Pertanto, dovete diventare particolarmente attenti e vigili. Quando Dio colpisce le vostre cose materiali, il vostro cuore di lealtà non deve vacillare di fronte a Dio, e dovete essere in grado di separarvi completamente dall’ambiente circostante. Se comprendete questo principio, allora potete colpire le vostre cose materiali prima che Dio vi separi da esse. Dovreste essere in grado di separarvi dall’amore dei figli e del coniuge prima che lo faccia Dio. Inoltre, dovreste essere in grado di colpire voi stessi. Se potete diventare questo tipo di persona, allora potete scavalcare il varco del sacrificio dei 6.000 anni in una volta sola.

Dovete tenere a mente che Dio spera ardentemente che coloro che hanno superato il varco del sacrificio emergano sulla terra in gran numero, e dovreste essere in grado di esaminare in quale posizione vi trovate. Se riuscite effettivamente a superare il varco del sacrificio purificando le cose materiali e offrendole, così come voi stessi, al Cielo, allora non sarete accusati da Satana sulla terra ma potrete entrare nel giardino ideale che il Padre vi concede.

Desidero che, tenendo conto di questo, possiate esercitare il vostro massimo per il compimento della missione che vi è stata affidata. Preghiamo.

Preghiera

Noi che abbiamo ricevuto la chiamata per primi, dato che noi, come lo stesso elemento del corpo determinante per la creazione dell’unico Hyung Sang, siamo stati elevati davanti alla volontà della dispensazione dell’intero universo, Ti prego, permettici di non dimenticare mai che dobbiamo vivere per il compimento dell’intero scopo. Oggi, sebbene Tu ci abbia tagliato fuori dal nostro ambiente perché noi, entrati nella via pubblica della dispensazione, non siamo stati in grado di attraversare il varco del sacrificio, noi di nostra iniziativa ci siamo disperati, ci siamo lamentati e abbiamo serbato rancore.

Amato Padre, quando superiamo il varco delle cose materiali e il varco dell’umanesimo, anche se Tu dovessi colpirci, Ti prego, permettici di sottometterci! Anche se ci togli tutte le cose che abbiamo, finché la vita rimane in noi, dobbiamo essere grati. Anche se colpisci i nostri cari intorno a noi, finché rimane la vita in noi, continueremo a vivere con gratitudine. Anche se colpisci i nostri corpi, finché siamo ancora vivi, saremo in grado di offrire gratitudine. Per favore, guidaci per essere in grado di realizzare questo.

Speriamo di seguire le orme dei profeti del passato e degli antenati del passato, quindi per favore guidaci. Sappiamo che anche Abramo, Giobbe e Gesù hanno percorso la stessa strada. Sappiamo che anche noi oggi dobbiamo passare per questa strada, quindi per favore, Padre, non lasciare che ci voglia molto tempo. Ti prego, permettici di fare i preparativi per scavalcare il varco del risentimento che si sta ineluttabilmente avvicinando a noi. Padre, Ti preghiamo dal profondo del nostro cuore che Tu ci permetta di diventare i fedeli sudditi del Cielo che, anche quando ci rimproveri e ci colpisci, possano superarlo con gratitudine e costruire l’altare della bontà per elevare il Signore della gloria.

Padre, Ti prego di guidare noi, che abbiamo preso in carico l’altare, a non disperare. Ti prego, permettici di diventare i veri figli e figlie che possono abbattere a livello universale il muro che blocca il nostro cammino verso il santo e i luoghi più sacri. Ti preghiamo di santificarci in modo da poterci innalzare con fiducia al di sopra delle crisi, anche di fronte all’essere colpiti nel cammino, e in modo da poterci ergere davanti al Cielo come soldati valorosi. Padre, speriamo e desideriamo dal profondo dei nostri cuori che Tu ci guidi a diventare figli e figlie che possano superare il varco del sacrificio che i nemici ci hanno posto davanti, e condurre la famiglia a superare il varco della famiglia, condurre il popolo a superare il varco del popolo, e, inoltre, condurre il mondo a superare il varco del mondo, e persino condurre il Cielo a superarlo, così che possiamo con fiducia appellarci al Padre per concederci la vera vita, la vera pace, la vera gioia, e la vera gloria per l’eternità.

Ho pregato tutte queste parole nel nome del Signore. Amen.

Salva come PDF

^