Ai membri della Chiesa dell’Unificazione Italiana

Salva come PDF

21 agosto 1981 – Centro Studi di Varese

Coloro che vedono il Padre oggi per la prima volta alzino la mano. Coloro che non capiscono l’inglese si avvicinino a coloro che lo comprendono affinché possano ascoltare la traduzione in italiano. Se una persona estranea ci guardasse sarebbe molto perplessa nel constatare quanti italiani, uomini e donne, desiderano vedere un uomo che viene dall’Oriente. La gente potrebbe chiedersi: “Che cosa sta succedendo?” e “Perché si comportano così?” Il Padre è in Europa da 93 giorni, ma questo è il primo meeting, durante tutto questo periodo, in cui tutti i membri di una nazione sono stati radunati insieme. Il Padre prenderà in considerazione solo tre domande da voi. Egli sente che tutti voi avete delle domande comuni. La prima riguarda voi stessi: “Che cosa diventerò, che tipo di persona sarò?”. La seconda riguarda la vostra famiglia: “Padre, come sarà la mia famiglia?” La terza: “Come posso riportare l’Italia a Dio e a te?”. Voi avete queste tre domande in comune. Qual è la più importante fra le tre? Qual è la risposta più importante? Possiamo concludere che se conoscessimo tutto su noi stessi avremmo avuto la risposta. Se conoscessimo tutto sulla nostra famiglia, sull’Italia, sul mondo intero e su Dio stesso, avremmo la soluzione completa ad ogni nostra domanda.

Il perché dei problemi di oggi

Per gli italiani, la cosa più importante è ciò che riguarda l’Italia. Il mondo è in tumulto, in lacrime, ma la ragione non è dovuta al fatto che la gente non conosce sufficientemente la situazione italiana e non è neppure dovuta al fatto che la gente non conosce abbastanza la situazione mondiale. Il motivo e la causa di tutta la confusione ed il disorientamento che esiste nel mondo sta nel fatto che non conosciamo Dio. Non è difficile capire che tutti i problemi più gravi che l’Italia ha in questo momento: il problema dei giovani, della droga, della immoralità ecc., derivano dall’ignoranza di Dio; dal fatto che noi non conosciamo Dio. Il mondo intero sa che in Italia c’è la Santa Sede, il punto di riferimento di tutti i 600 milioni di cattolici. Tuttavia la Santa Sede e tutta la Chiesa Cattolica è ora in declino e priva di forza: è caduta in disgrazia e non sa più cosa fare. Perché? Perché non conosce abbastanza Dio. I teologi pensano che oggi Dio è morto, che Dio non agisce e non risponde. Ma se Dio è morto, allora anche le religioni sono destinate a morire. Se è così, tutta la cultura europea fondata su di esse è pure destinata a morire. In effetti la cultura occidentale sta morendo e anche l’Italia è compresa in questa cultura in declino. Perciò le famiglie e gli individui in Italia sono in quest’ombra di morte. Dobbiamo anche dire che, per le persone che stanno morendo, diventa davvero qualcosa di miracoloso conoscere Dio. Le chiese stanno morendo e qualcuna è già completamente spenta. Ormai la società, la scuola, la comunità, la famiglia stanno morendo. Tuttavia, quando in una situazione come questa, un individuo vuole intensamente trovare Dio, qualche miracolo deve accadere affinché questo possa diventare realtà. Perché come abbiamo visto molti hanno provato in modi diversi a trovare Dio, ma tutti prima o poi hanno rinunciato.

L’umanità ha pensato molto seriamente a Dio per molte migliaia di anni ma non è riuscita a trovarLo. Molti idealisti e filosofi hanno cercato di trovare Dio ma anch’essi hanno fallito. C’è anche una ideologia che afferma che Dio non esiste e che l’uomo e la materia sono l’unica realtà. Essa sta guadagnando terreno e forza conquistando il mondo. Questo è il comunismo. In questa situazione molti hanno pensato: “Se non ci rivolgiamo al materialismo, verso che cosa altro dobbiamo rivolgerci?” Tutti stanno disperatamente ricercando la soluzione. Se il solo pensiero umano avesse la capacità di dare una soluzione al problema, la situazione sarebbe diversa. Purtroppo coloro che hanno già tentato non ci sono riusciti. D’altro canto se Dio interviene, ci darà una direzione da mostrare per poter essere in grado di superare questa ideologia materialista e portare tutti su quella strada.

Anche il comunismo però attualmente sta morendo: i comunisti sono vicini alla guerra e non possono avanzare ulteriormente. Perciò, come umanità, che cosa possiamo aspettarci? Alcuni pensano che Dio è morto, altri pensano che Dio non esisteva neppure all’inizio, che non è mai esistito. La gente è sempre più portata a pensare in questo modo. Se riusciamo però a scoprire perché Dio è morto, allora potremo trovare la strada per uscire da questa situazione. Questo è l’unico modo in cui dobbiamo pensare. Se Dio esiste, anche se tutti dicono che è morto, Egli è sempre vivo. Non importa in quanti dicono che Dio è morto, se Egli c’è, c’è. Se Dio esiste non può morire. Non è possibile che Dio muoia e se troviamo il modo per mostrare questa realtà, il mondo avrà una nuova direzione da seguire. Deve esserci un modo per scoprire che Dio non è morto, che Dio c’è ed è vivo. Se ancora alcuni pensano che Dio sia morto, si può trovare una soluzione anche scoprendo il motivo per cui Egli è morto. Ciò vuol dire che l’uomo deve risalire al momento prima che Dio morisse. Allora com’era l’uomo prima che Dio morisse?

Per Gesù, Dio non era morto

Possiamo chiedere ai cristiani: “Anche per Gesù Dio era morto?” Per la gente comune è una cosa, ma anche Gesù pensava che Dio fosse morto? Certamente, per Gesù, Dio non poteva essere morto. Egli sapeva che Dio non era morto. Allora in che modo egli mostrò alle persone la strada per andare verso Dio? Egli disse chiaramente: “Io sono la Via, la Verità e la Vita, e nessuno può andare a Dio senza di me”. Possiamo concludere che poiché Gesù mostrò questa via, se noi la percorriamo troveremo che Dio esiste, che Dio è ancora vivo e che anche per noi esiste la possibilità di arrivare a Lui.

Perché il Messia è stato necessario? La missione del Messia è quella di portare l’uomo nel luogo in cui era prima della caduta. Quello era il luogo in cui Gesù voleva portare tutte le persone. La nostra conclusione diventa sempre più chiara: dobbiamo quindi andare oltre il livello della caduta. Dal di sotto la linea della caduta dobbiamo risalire al di sopra e lì avremo la soluzione. Finora nessuna religione ha raggiunto quel livello, anzi, tutte le religioni sono scese sempre più giù. Mai sono risalite per andare oltre il livello della caduta. È come se il sole fosse da una parte della terra e l’uomo fosse dalla parte opposta, nella parte in ombra. In altre parole la gente vive nelle tenebre e cerca la vita, la luce e Dio. Tuttavia poiché non li ha mai visti, e poiché cercando nelle tenebre non li trova e non li ha mai trovati allora conclude che non esiste qualcosa che si chiami Dio. “Anche se Dio fosse esistito, ora è morto”, questo è ciò che l’umanità sta pensando oggi. Ciò vuol dire che tutto il mondo è dalla parte opposta del sole e tutti vivono nelle tenebre.

Ci fu comunque un uomo, Gesù, che venne e disse che presto il sole sarebbe sorto e che il mondo sarebbe stato illuminato. Gli uomini credettero in Lui e aspettarono che qualcun altro facesse la stessa cosa. La luce di Dio però non appariva ed essi cominciarono a pensare che Dio fosse morto. “Stava per venire a me, ma non è venuto, dev’essere morto”. Questa era l’unica conclusione a cui potevano arrivare. Per noi, che viviamo nell’ombra, come possiamo andare nel luogo in cui c’è il sole, nel luogo in cui c’è Dio? Come possiamo trovare la strada per arrivare là? Cosa dobbiamo fare per trovare la via giusta per arrivare a Dio? Questa ora è la nostra domanda. Per questa domanda però abbiamo una risposta: poiché l’uomo è caduto dalla luce nelle tenebre, l’unica cosa da fare è tornare indietro e rifare il cammino inverso. Risalire dalle tenebre allo stesso modo in cui ci siamo caduti. Per prima cosa quindi, dobbiamo conoscere un po’ più dettagliatamente in che modo la famiglia, la società, la nazione ed il mondo sono caduti nelle tenebre, in modo da poter tornare indietro.

Un’unica direzione

Quando diciamo “mondo” vogliamo indicare il luogo in cui vivono tutti i tipi di persone, persone di cinque diverse razze e colori di pelle. Fra questi cinque diversi colori di pelle, quanti tipi di persone ci sono? Due tipi solamente: gli uomini e le donne. Se poi facciamo una ulteriore suddivisione vediamo che ci sono i vecchi, le persone di mezza età e i giovani. Anche fra le donne si può fare la stessa suddivisione. Perciò diventa molto semplice: ci sono due diversi tipi di uomini, ciascuno dei quali ha tre differenti stadi o classi. In conclusione esistono sei diversi gruppi di persone. Questa è una generalizzazione perfetta perché tutti possono essere inclusi in questi sei gruppi, persino gli uomini del passato e le generazioni del futuro. Non è vero? Se questi sei diversi gruppi di persone decidono di andare da qualche parte è probabile che prenderanno sei direzioni diverse.

Come potete già constatare oggi, i vecchi vanno per la loro strada, gli uomini adulti per un’altra strada e anche voi, che siete la nuova generazione di giovani, avete un modo di vita che è diverso da quello dei vostri nonni. Però, anche se questi sei gruppi di persone vanno in direzioni diverse non vogliono andare da soli, desiderano sempre seguire qualcuno. Le donne anziane vogliono seguire gli uomini anziani, così come le donne di mezza età vogliono seguire gli uomini di mezza età e le ragazze i loro coetanei. Perciò le sei diverse direzioni che gli uomini potrebbero prendere si riducono in effetti a tre. La domanda conclusiva è quindi: come possiamo far convergere queste tre strade in un’unica direzione, in modo che tutti possano percorrerla? I giovani dicono: “Oh! noi non vogliamo seguire i vecchi. Siamo la nuova generazione e vogliamo andare per la nostra strada”. Anche le donne vogliono andare per conto loro e non desiderano andare nelle case per anziani.

Allora, come possiamo far convergere queste tre diverse strade in un’unica direzione che ci possa condurre alla luce di Dio? Questa è la domanda conclusiva ed i nostri problemi personali, familiari e nazionali sono connessi ad essa. La vostra nazione è l’Italia. Come possiamo scoprire una buona strada che possa unire queste tre direzioni in una sola che porti a Dio? Un modo di vivere potrebbe essere quello di non appartenere a nessun gruppo e condurre una vita completamente indipendente alla ricerca di cose nuove proprio come gli hippies che vanno per conto loro, che trovano il loro compagno per pochi giorni e poi lo lasciano per qualcun altro e così via. Non sono solo i giovani che fanno questo, ma anche le persone mature. Ci sono madri di famiglia che hanno due o tre figli, che abbandonano il marito e ne cercano un altro.

Sorprendentemente anche alcune persone anziane che hanno vissuto per tanti anni insieme, si lasciano per unirsi a qualcun altro, perché non sanno proprio dove andare. Questi vecchi che hanno provato di tutto nella vita, con il passare degli anni si sono accorti che al mondo non c’è niente che funzioni. Anch’essi si sono perciò lasciati andare perché non hanno mai visto nessuno trovare una direzione sicura di vita. Anch’essi allora si sono arresi. I vecchi così come gli uomini di mezza età, lasciano la loro famiglia. Anche i giovani si dividono fra loro. Perché succede tutto questo? Come sono arrivati a questo punto? Tutti hanno pensato a ciò molto seriamente, ma alla fine centrati su loro stessi, decidono di abbandonare tutto. Oggi tutti voi sapete con certezza che, se vi centrate molto su voi stessi quando le cose non funzionano, non avete più forza e alla fine lasciate perdere tutto.

Il modo di vita sacrificale

Siamo arrivati al punto che, se qualcuno ci urta un po’ (anche se è poco, per noi è sempre troppo), oppure dice qualcosa contro di noi, non riusciamo ad accettarlo e allora lo lasciamo. Centrandoci su noi stessi e ritenendoci quasi perfetti spesso arriviamo al punto che, se qualcuno ci viene contro, non esitiamo a troncare i nostri rapporti con lui. Questo è il motivo per cui siamo tutti divisi: “A quella persona non piaccio, perciò la lascio”. Tutti si comportano così, perciò andare all’inverso vuole dire pensare in quest’altra maniera: “Va bene, io lascerò tutti quelli che non lavorano per gli altri”. Se questo nuovo modo di pensare diventerà sempre più forte allora troveremo la giusta direzione. In altre parole: Noi dobbiamo cominciare a dire: “Anche se tutti troncano i rapporti con chi non è d’accordo con loro, io non lo farò”. Se abbiamo questa forte convinzione troveremo un’altra strada, diversa da quella in cui gli altri stanno andando.

Quindi, il nostro nuovo modo dl pensare deve essere: “Invece di vivere per me stesso, Io vivrò per gli altri”. Invece di pensare “Tutti vivono per me”, noi dobbiamo dire “Io esisto per tutti gli altri”. Capite? A questo punto voi pensate: “Ma come possiamo vivere in questo modo, saremo sempre noi a perdere!” Non è affatto così. Ne abbiamo una prova evidente proprio qui fra noi. Gli uomini sono nati per gli uomini? No. Gli uomini non sono nati per loro stessi. Perché possiamo dire che l’uomo è nato per la donna e la donna per l’uomo? Sia gli uomini che le donne hanno delle caratteristiche fisiche che non sono per loro stessi ma per l’altro sesso. Essi esistono gli uni per gli altri: L’uomo esiste per la donna e la donna per l’uomo. È una realtà. Se non ci fossero le donne ciò che gli uomini hanno sarebbe inutile, e lo stesso vale per le donne.

Questa è la verità. Perché le donne sono così piccole e gli uomini così grossi? Perché le donne hanno una pelle morbida e gli uomini hanno una pelle ruvida e pelosa? La pelle morbida delle donne non è per loro stesse ma per gli uomini! Ora se vi dicessi “Poiché siete così delicate e sensibili anche vostro marito deve essere come voi” voi protestereste: “No, io voglio un marito con tanti muscoli e con la barba”. Nessuna vuole un marito senza barba, magro e piccolo. L’uomo deve avere delle spalle larghe e la donna dei fianchi larghi. Perché le spalle dell’uomo sono così grandi? Perché alle donne piacciono così. E perché i fianchi delle donne sono così grandi? E forse perché alle donne piacciono così? No! perché agli uomini piacciono così. Tutto ciò è molto evidente: gli uomini non esistono per loro stessi, ma per le donne e viceversa.

Allo stesso modo non siamo nati per noi stessi ma esistiamo per gli altri. Finora l’umanità ha sempre pensato in un modo egocentrico e l’uomo si è messo al centro di ogni cosa, credendosi un essere assoluto. Questo modo di concepire però è ormai senza speranza. Una volta che scoprite che la donna esiste per l’uomo, l’uomo per la donna e l’individuo per il tutto, quando cambiate la vostra concezione di vita, da quel momento in poi, avrete un modo diverso di pensare ed esso si espanderà sempre di più. “Io sono nato per la donna ma non solo, io esisto per la mia famiglia e per l’Italia, per Dio e questa strada diventerà sempre più grande. Io accetto il modo di pensare che non sono nato per me stesso”.

L’uomo di oggi sta diventando sempre più egoista e per questo, il suo modo di pensare è diventato sempre più ristretto, ma, scoprendo questa nuova verità potrà ritornare di nuovo grande. Con questo modo di pensare possiamo andare su questa strada, sempre avanti e molto presto troveremo il sole. Gireremo intorno per andare dove c’è il giorno. Dovete dunque dire: “Io non esisto solo per gli italiani, ma anche per i tedeschi. Anche se essi mi sono nemici io li voglio amare. Io non vivo solo per l’Italia, ma anche per l’Inghilterra. Gli inglesi possono anche essere miei nemici ma io voglio vivere per loro”. Facendo così potrete andare molto velocemente nel luogo dove il sole splende. Mi seguite? Sono le parole di Gesù: “Amate i vostri nemici”. Quando egli disse questo sembrava una cosa sorprendente. Quando morì sulla croce Egli disse: “Io non muoio per me stesso, ma per voi e per il mondo intero”. In quel modo egli trovò la strada della vittoria che non ha limiti e conquistò la vittoria sulla morte.

Agendo allo stesso modo noi incontreremo il Dio vivente e potremo persino far rivivere Dio. Anche se qualcuno dice: “Dio è morto” agendo così potremo farlo rivivere. Noi lo faremo risorgere. Dio sa che il mondo è nelle tenebre e che sta morendo, ma oggi c’è la Chiesa di Unificazione, ci sono i “moonisti” e c’è nostro Padre. Ma chi è allora il Rev. Moon? Chi è il “moonista”? Egli è la persona che stabilisce la tradizione del vivere per gli altri. Essi sono quelle persone che sono determinate a vivere per gli altri, per lo scopo più grande, fino a vivere per amare i loro nemici. Chi è il “moonista” bianco? Il “moonista” bianco è la persona che è capace ed è decisa a sposare una “moonista” nera.

Questo sarà meraviglioso per i suoi discendenti. Sono persone bianche che non sono alla ricerca di una meravigliosa moglie bianca ma sono decisi a sposare una donna nera anche se brutta. Un tipo di persona così, sarà il benvenuto ovunque vada e tutti si inchineranno a lui. Pensate anche voi che sarà così? (Sì!). Se i bianchi pensano: “Sono pronto a morire anche per i neri, non solo per i bianchi” e se sono determinati così fino alla morte, i neri si inchineranno di fronte alla tomba di questi uomini bianchi e i bianchi s’inchineranno di fronte alla tomba dei neri. Per la prima volta avremo trovato il mondo della speranza, il mondo dove Dio è vivo. Quando si creerà questo tipo di ambiente, Dio apparirà al mondo.

I “moonisti” stanno andando avanti proprio per realizzare questo tipo di mondo. Non pensate che tutto questo sia splendido? È fantastico!!!! Che meraviglioso modo di vita è quello di vivere per i miei nonni e per le altre persone anziane! All’inizio potreste anche dire: “Oh, non mi piace, ma lo faccio perché so che è il giusto modo di vivere”, perseverando in questa comportamento di vita un giorno incontrerete Dio ed Egli vi abbraccerà! Quando abbandonate la vostra famiglia per vivere per la vostra Italia, all’inizio soffrite molto, ma poi Dio vi abbraccerà e vi dirà: “Hai fatto bene”. Dopo di ciò vi dirà: “Ora devi vivere per il mondo intero”.

Se tutti gli italiani vivessero per il mondo intero, Dio li abbraccerebbe e l’Italia diventerebbe il punto centrale di tutte le nazioni. Dopo aver vissuto in questo modo potrete affermare: “Io sono tuo figlio” e Dio vi risponderà: “Sì, tu sei veramente mio figlio” e vi abbraccerà. In quel momento sentirete il vostro corpo sciogliersi in Dio. Non avrà più senso chiedervi se Dio esiste o no, perché Egli vi abbraccerà e voi vi scioglierete in Lui. Sarete come degli ubriachi. Anche se non avrete bevuto, sarete ubriacati dall’amore di Dio. Quando Dio vi abbraccia voi siete ubriachi di amore e quando provate ciò come potete ancora chiedervi se Dio esiste o non esiste?

Perché i “moonisti” vengono insultati e scherniti? Perché essi vanno da questo lato buio del mondo fino dall’altra parte penetrando il vecchio mondo. I “moonisti” vivono in questo modo perché vogliono incontrare Dio. Pensate che tutto ciò possa diventare una realtà? (Sì!) E chi pensate che sia il Rev. Moon? Potete vederlo qui davanti a voi. Ha gli occhi piccoli, ha il naso fatto in un certo modo, ha la bocca, ha un po’ di pancia. Il Padre mangia e beve come voi, cammina e non vola quando si muove. Al Padre piace essere proprio come tutti voi. Perché voi sentite così tanto la mancanza del Padre? Perché pregate così tanto affinché egli venga a visitarvi? La Corea è proprio dall’altra parte del mondo, allora come mai Lo aspettate con tanto desiderio e ponete tanta speranza in Lui? Il motivo è che il Padre ha vissuto la sua vita nel modo che vi ha appena spiegato. Per questo voi piangete desiderando di incontrarlo. Questo è tutto ciò che ha il Padre, per il resto è uguale a voi.

Tutto ciò che il Padre possiede è questo principio. La filosofia del Padre è molto semplice, ma ha in sé ogni potere e può dare risposta ad ogni interrogativo. Quando è messa a confronto con qualsiasi altra filosofia o idea contraria è sempre la filosofia del Padre quella che vince. Questo è il Rev. Moon e ovunque egli vada tutti gli occhi del mondo sono puntati su di lui: Dov’è? Cosa fa? Gli occhi dei membri della Chiesa di Unificazione riescono a vedere anche di notte, ma gli altri vedono solo di giorno. Per questo i membri della Chiesa dell’Unificazione amano il Padre: perché Egli ha dato loro questa capacità. Anche se il Padre è molto lontano, se essi vogliono vederlo possono farlo. È vero!!!

Amiamo il nostro modo di vita

Oggi, tutti coloro che sono qui e che hanno pensato che la raccolta fondi era troppo difficile e stavano per abbandonare tutto, devono pentirsi adesso, qui in questo istante. Se avete pensato che la vita nella Chiesa di Unificazione è troppo dura, perché bisogna testimoniare continuamente; se siete stati sul punto di lasciare tutto, adesso dovete pentirvi. Dovete pentirvi e dire: “Mi piace testimoniare, mi piace fare raccolta fondi e mi piace vivere per gli altri, sempre!!”. Dovete amare questo tipo di vita. Volete amare questo modo di vivere da questo momento in poi? Sì o no? (Sì!). Se degli uomini venissero a dire a qualcuna di voi sorelle: “Oh sei una donna magnifica, vorresti vivere con me?”. Accettereste una simile proposta? Lo seguireste? (No!). Se vi offrisse milioni e milioni di lire e vi tentasse lo seguireste? Potrebbe farvi un sacco di complimenti oltre a darvi i soldi: lo seguireste? (No!).

Ora c’è un modo per trovare Dio e per farlo rivivere, e se voi seguite questo modo di vita sarete sicuri di raggiungere la via per arrivare a Lui. Quando il Padre aveva vent’anni il mondo era nelle tenebre ed il Padre stesso era sconosciuto. Quando, a poco a poco, ha cominciato a farsi conoscere era come la luna in una notte molto buia, ma poi è salito sempre più in alto ed ora la gente dice: “Oh, il Rev. Moon è come il sole”. Prima dicevano che era la luna, ma ora dicono che è il sole. Ora la luce del Padre è così luminosa che possiamo già intravedere come sarà il mondo futuro. Già da adesso possiamo immaginare il futuro dell’Italia, dell’Europa e del mondo.

Presto Dio risorgerà e la sua luce illuminerà il mondo e la terra intera sarà riportata alla luce del giorno. Quando il mondo sarà così pieno di luce, anche se vestirete di nero, comincerete a brillare e voi stessi diventerete delle piccole lune. Quando tutti voi vivrete insieme, la gente verrà a vedervi, a parlarvi, a cercarvi. Se vivrete in un piccolo paese, tutte le persone del vostro paese verranno a trovarvi, se vivrete in campagna, i contadini verranno da voi. Il mondo intero, la gente di tutto il mondo verrà a cercarvi. Persino dal mondo spirituale scenderanno a vedervi. Tutti gli spiriti verranno da voi e il mondo spirituale rimarrà vuoto. Dio non avrà più nessuno nel mondo spirituale. Ma questo Gli farà un piacere immenso. Egli vi dirà: “Io vivrò e amerò per sempre i “moonisti” e questa sarà la gloria del Cielo e del mondo che rimarrà in eterno. Questi sono i miei figli e da ora in poi il Regno dei Cieli sarà sulla terra per sempre. Amen”.

Lottiamo per la giustizia!

Qualche volta o forse molte volte avrete pensato: “Oh, devo essere nella direzione sbagliata perché tutto è così difficile” e avrete guardato indietro da dove siete venuti. Il Padre capisce tutto questo. Quando vedete qualcosa che vi piace, i vostri occhi cominciano a seguirla. Quando sentite qualcosa che vi attira, le vostre orecchie vi spingono a seguirla. Ogni cosa che vi tenta cerca di tirarvi lontano da Dio. Sono sicuro che avete spesso pensato:” Questo dovrebbe essere il giusto modo di vivere, ma non c’è tempo sufficiente per dormire, né cibo a sufficienza e non ci sono vacanze. Tutti si prendono 40 giorni di ferie ma noi facciamo 40 giorni di vita da pioniere. Io odio questi 40 giorni di corso, odio i 40 giorni di testimonianza!” Non lo avete mai detto? Mai pensato così? Se voi dite: “Oh non voglio fare tutto questo!” allora i vostri genitori fisici penseranno seriamente che qualcuno vi impone di fare così e che siete in pericolo di vita. Chiederanno aiuto per portarvi via.

Nella storia della Chiesa di Unificazione accadono delle cose veramente nuove, cose mai successe prima. I genitori rapiscono i loro stessi figli. Avete mai sentito parlare di genitori che, avvertiti che i loro figli hanno a che fare con la droga e la prostituzione, cercano di riportarli via rapendoli? No! Solo qui, per la prima volta nella storia, i genitori rapiscono i propri figli. State forse facendo qualcosa di sbagliato? No! State lavorando per gli altri, per la vostra nazione dove tanti giovani stanno morendo e voi volete salvarli. State facendo tutto questo, ma i vostri genitori vengono e tentano di rapirvi. Non è strano? I “moonisti” però non sono morti, i giovani “moonisti” vivono e lottano ovunque per la giustizia. Specialmente gli italiani, quando vedono qualcosa di giusto si alzano e vanno decisi. I tedeschi lo stesso. Anche se in America molti si oppongono al nostro lavoro, gli americani non possono espellere il Rev. Moon. Senza di lui la nazione degli Stati Uniti perirebbe.

Molte persone sono entrate illegalmente in America. Ce ne sono almeno dieci milioni. Il governo americano sta studiando il modo per concedere loro il permesso di soggiorno. Il Rev. Moon è in America da dieci anni, è legalmente residente, cinque dei suoi figli sono nati là acquistando la cittadinanza americana, la loro permanenza è perfettamente legale, eppure l’America vuole espellere Lui e concedere il visto di residenza ai dieci milioni di immigrati illegali. Non è strano questo? Anche il governo americano però non può fare niente contro il Rev. Moon. Perché? Perché il Padre non ha niente di cui vergognarsi, niente da nascondere. Fa ogni cosa alla luce del sole e molto chiaramente. Quando il Padre suda è perché lavora per l’America e quando fa soldi non spende niente, neppure un centesimo per sé stesso, ma solo per il beneficio dell’America. Perciò, non importa ciò che gli americani possono dire del Rev. Moon non c’è proprio nulla che pesa sulla sua coscienza. La sua coscienza è pulita. Il Rev. Moon è molto tranquillo: “Non potete fare nulla contro di me perché io ho fatto ogni cosa solo per voi”. Il Padre sa che, se gli americani non fanno niente ora, saranno i loro figli e le generazioni future che Lo aiuteranno nella sua causa. Si inginocchieranno e si inchineranno di fronte a Lui e alla Sua causa. Questo è meraviglioso!!!

Siamo orgogliosi di essere “moonisti”

Voi dovete essere orgogliosi di essere “moonisti”. Dovete dire: “Se volete colpirmi fatelo, ma non verrò abbattuto, anzi sarò più forte di prima e continuerò ad andare avanti. Se mi perseguitate io andrò avanti e persevererò con più determinazione”. Dovete avere questa assoluta fiducia. I “moonisti” sono questo tipo di persone. In lingua coreana “moonie” vuol dire: consultarsi dopo aver litigato. Anche il disegno negli abiti di seta è chiamato “moonie”. Letteralmente “moonie” significa il disegno, il modello, Possiamo quindi affermare che i “moonisti” saranno il modello del mondo. Il mondo sarebbe vuoto se non ci fosse questo disegno o modello ed i “moonisti” sono proprio questo disegno. “Moonie” nella lingua coreana indica anche una persona di lettere, una persona colta, una persona che segue la logica ed è ragionevole. I “moonisti” sono proprio questo. Essi hanno una filosofia molto chiara. Perciò siamo orgogliosi di essere “moonisti”.

Abbiamo appena iniziato, ma ogni giorno perseveriamo. Abbiamo appena iniziato il secondo corso di 21 anni, perciò dobbiamo andare avanti per altri 21 anni. Andremo avanti per 10 anni e poi ci fermeremo? No! Dobbiamo determinarci a perseverare almeno per altri 21 anni. Nei 21 anni che sono passati il Padre ha stabilito una fondazione spirituale tale da poter affermare che non esiste alcun leader religioso più grande di lui. Questo è ciò che in tutto il mondo ormai si pensa. Se è il più grande leader in campo spirituale, automaticamente lo diventerà anche in campo fisico. Nei prossimi 21 anni questa fondazione fisica sarà estesa quanto quella spirituale. Abbiamo oggi la fondazione spirituale e poi avremo anche quella fisica.

Alcuni membri pensano solo alle cose materiali senza preoccuparsi molto delle cose spirituali, altri non pensano affatto alle cose materiali e si preoccupano solo delle cose spirituali. Ma da qualunque parte inizia un “moonista” andrà sempre avanti con determinazione per 21 anni. Egli crescerà sempre di più e non importa se adesso è qui in questo punto o in quest’altro, man mano che crescerà anche la sua fondazione crescerà fino a diventare grande come quella del Padre. Fra 21 anni la sua fondazione sarà cresciuta tanto da abbracciare i due aspetti quello spirituale e quello fisico. Poiché fra 21 anni il mondo intero sarà incluso in questa fondazione anche l’Italia vi sarà compresa e ci sarete anche voi. Il Padre sta vedendo ciò molto chiaramente. Il Padre non sta sognando, ma sta pensando. Sta visualizzando nella sua mente che questo giorno verrà.

Quando il Padre venne in Europa pensò profondamente alla Germania e alla possibilità di costruire un’industria di macchinari per i quali la Germania è al primo posto nel mondo. Egli sta pensando di portare lo standard tecnologico mondiale allo stesso livello della Germania. Il nostro standard si innalzerà e prenderà il volo come un aeroplano. Vi piace tutto questo? (Sì!). Al Padre no. Beh! Poiché a voi piace e al Padre non piace, è bene se lo realizzate voi. Lo volete realizzare? Perché sì? Perché Dio vi abbraccerà e vi dirà: “Vi amo più del Rev. Moon”. Non vi piacerebbe? Questo è il motivo per cui il Padre vi dà dei calci per spingervi fuori e vi fa fare le cose che voi odiate di più, come quella di andare fuori sotto il sole cocente dell’estate. Siete contenti lo stesso? (Sì!). Bene se accettate tutto questo con gioia allora riceverete molte benedizioni sia spirituali che fisiche.

Quelle persone anziane che da giovani non hanno conosciuto Dio ed il Rev. Moon e solo ora li hanno trovati, sono invidiosi di voi perché non possono fare quello che voi giovani state facendo. Quando dite: Sì! Essi vi invidiano. Anche i vecchi e le persone di mezza età accetteranno questo nostro nuovo modo di vivere ed incoraggeranno gli altri giovani a seguirlo. Tutti gli uomini e le donne appartenenti alle sei categorie lo accetteranno. Se vi mettete davanti agli altri, tutti vi seguiranno. Anche coloro che si oppongono a noi, proprio mentre ci vengono dietro per fermarci, non si accorgono che vengono anche essi nella nostra stessa direzione. Essi sanno che la vostra è la strada giusta ma poiché è difficile vi dicono di non andare. Abbiamo scoperto che questo è il modo giusto di trovare Dio ed è l’unica soluzione per costruire la nazione di Dio. Sappiamo che questa è l’unica strada.

Dobbiamo essere consapevoli che ovunque andiamo troveremo tutti ad aspettarci: gli uomini delle vecchie generazioni o delle giovani generazioni. Gli uomini della storia passata, tutti ci stanno aspettando. Ci accoglieranno con entusiasmo quando andremo. Il nostro modo di vivere è esattamente quello che costringerà persino Dio a dirci: “Vieni nelle mie braccia!”. Dio vuole che lo raggiungiate il più presto possibile superando la linea della caduta. Perciò volete saltare e arrivare là con un balzo o volete impiegarci tanti anni? Volete arrivarci con un salto?

“Saltiamo” la tentazione!

Avete presente l’atleta che fa il salto con l’asta? Corre molto velocemente concentrandosi per saltare al di là dell’asticella. Così anche voi, quando correte per superare la linea, state forse a pensare: “Oh! sono una bella donna perciò debbo andare più piano?”. Potete pensare così? Oppure: “Il mio vestito non è pulito, non è del tutto a posto!”. No! Dovete pensare solo a correre il più velocemente possibile per saltare l’asticella e andare dall’altra parte. I “moonisti” non pensano a niente altro; soltanto a questo salto che devono fare. Quando qualche uomo si avvicina ad una “moonista” tentandola in diversi modi, ella non deve far altro che fare quel salto. Dovete fare il salto e se non riuscite a farlo tanto alto, fatene almeno uno piccolo ma dovete comunque fare quel balzo.

Spesso le sorelle graziose sono corteggiate dagli uomini ma il loro pensiero deve essere centrato sul salto che deve essere fatto. Conoscete i tonni? Adesso è la stagione dei tonni. Per pescare si usano delle esche molto attraenti e appetitose. Se le mangiano vengono pescati. Anche a voi si presentano diverse esche molto attraenti per i vostri occhi e le vostre orecchie e se voi “abboccate” allora venite pescati. Per questo dovete saltare al di là dell’esca della tentazione. Gli uomini, guardando una bella donna, subito la desiderano come moglie. Quando pensate così, dovete subito pensare a saltare oltre la tentazione. Dovete pensare in questo modo, essere certi di questo.

L’Italia è una nazione molto piccola ma ci sono molti “moonisti”. I giovani debbono essere stimolati. Non potete dire con aria flemmatica e poco convinta: “Dobbiamo amare gli altri”. Dovete dare dei calci ai giovani in modo tale da far brillare i loro occhi ed essi ricorderanno ciò che dite perché li avrete stimolati. Chi vi colpirà perché diventiate delle brave persone? Vostra madre, il vostro insegnante, la vostra nazione, il presidente della vostra nazione? Se questi vi danno dei calci non vi piace tanto invece siete felici quando è il Padre a spingervi così. Non è vero? Ora voi sapete che Dio esiste e sapete anche come incontrarLo. Se studiate per dieci, venti, cento anni allo scopo di trovare Dio, e se per centinaia di anni studiate la Bibbia pensate di riuscire a scoprirLo veramente? No! Il Padre sa questo perché egli stesso ci ha provato. Quando il Padre vi parla del modo in cui poter trovare Dio, allora potete essere certi che ci riuscirete.

Dio proteggerà la nostra nazione

Quando siete perseguitati, non per voi stessi ma per l’attività che fate e tornate a casa piangendo perché vi rendete conto che l’Italia è in condizioni pietose e che se continua così perirà, allora Dio vi dirà: “Non preoccupatevi: se il vostro sentimento è questo Io proteggerò l’Italia al posto vostro”. Non volete avere questo tipo di esperienza”. Non volete piangere per l’Italia e trovare Dio che vi viene vicino e vi dice: “Non piangete, la proteggerò Io per voi?”. Non volete sperimentare questo? Il Padre conosce situazioni come queste. Quando il Padre provò questo sentimento. Dio venne a Lui confortandolo proprio in questo modo. Perciò il Padre è sicuro che, quando voi fate ciò, Dio verrà certamente perché vi ama. E non solo Dio, ma il Padre stesso verrà da voi a consolarvi ed a parlarvi allo stesso modo.

Sotto un certo aspetto il Padre è una persona strana, anche se il suo corpo fisico è lontano miglia e miglia, se voi pensate a Lui e siete uniti a Lui, egli viene da voi in ogni momento. Il Padre oltrepassa qualsiasi distanza e voi lo sapete. Egli vi mostra la strada. Se siete davvero disperati nel cercare una direzione, egli viene e vi mostra la strada da percorrere. Ora che voi conoscete qual è la direzione da prendere, avete intenzione di procedere su quella strada o no? Andrete? (Si!) Andrete a costo di morire? (Si!) Allora voi conquisterete tutta l’Italia, tutti gli italiani e Dio vi benedirà.

Al Padre farebbe piacere rimanere qui tanto quanto lo desiderate voi, ma deve andarsene via subito perché deve visitare il movimento in Svizzera e domani deve trovarsi nel Mare del Nord per comperare una barca e ha molte altre cose da fare. Perciò volete ancora che egli resti o volete lasciarlo andare? Cosa volete che faccia? Che rimanga? Vedete questa è la persecuzione dei meetings. Siamo perseguitati anche quando ci incontriamo fra noi. Allora, volete lasciarlo andare? Il Padre deve andare per Dio: se Egli non va, il lavoro di Dio (il nostro lavoro) procederà con più difficoltà. Perciò. volete lasciarlo andare? (Si!). Facciamo tre “Mansei” per il Padre.

Salva come PDF

^