50 Anni sul Corso Provvidenziale per la Realizzazione della Patria di Dio e del Regno di Pace

Salva come PDF

Banchetto commemorativo per il 50° anniversario della FFWPU

30 Aprile 2004 – Marriott Hotel, Seoul – Corea

Onorevoli ospiti, spettabili leader di 191 nazioni, signore e signori, cari membri!

Cinquant’anni fa, in questo giorno importante – il 1° maggio 1954 – mentre percorrevo questo corso sostenendo la volontà di Dio, ho fondato ufficialmente l’organizzazione del movimento per l’unificazione. La strada che ho percorso per mezzo secolo come un pioniere è una strada che nessuno ha veramente capito. Solo Dio è stato la mia forza motrice, mentre percorrevo questo corso solitario di persecuzione e sofferenza, macchiato dal mio sangue, sudore e lacrime.

Il movimento dell’unificazione di cui sono promotore è collegato al desiderio di Dio. Perciò, negli ultimi cinquant’anni, con la pioggia o col sole, non ho mai dimenticato neanche una volta la mia missione in relazione a questo tempo e la mia responsabilità per il futuro.

Oggi, in questa importante occasione, vorrei rivelare lo scopo fondamentale che Dio, che è la forza motivante dietro questo movimento dell’unificazione, aveva al suo inizio, la sua destinazione e il suo scopo.

La Holy Spirit Association for the Unification of World Christianity

Io non ho creato un’altra confessione religiosa o un’altra setta. Ero pienamente consapevole che questo non sarebbe stato il desiderio di Dio. Cinquant’anni fa il movimento per l’unificazione iniziò come la Holy Spirit Association for the Unification of World Christianity (HSA-UWC); in altre parole, iniziò come un’associazione per promuovere l’unificazione. Scegliere questo nome, che preannuncia l’unificazione di tutta la Cristianità e inoltre l’unificazione delle religioni e del mondo spirituale, era di per sé stesso un passo rischioso da intraprendere. Lo sviluppo della tradizione cristiana e la formazione della sua sfera culturale sono stati realizzati attraverso la fede, il sacrificio, la passione e la ricerca di santi, leader e studiosi cristiani esemplari. Nonostante ciò, il Cristianesimo si è frazionato in numerose confessioni, che sono in conflitto fra loro persino oggi. In queste circostanze, unificare il Cristianesimo non è un compito facile. L’unificazione delle religioni e, oltre a questo, l’unificazione del mondo spirituale, sono compiti ancora più grandi.

Come portare l’unificazione

Il concetto di unificazione che io ho proposto non implica solo un’unificazione superficiale o l’unificazione semplicemente nella forma. Comporta l’armonia e l’unificazione complete e fondamentali in accordo all’ideale di Dio.

Questo si realizza, innanzitutto, attraverso le opere spirituali. L’unificazione delle religioni e l’unità nel mondo spirituale non si possono realizzare con la forza, con l’autorità o per mezzo di qualsiasi altra condizione esteriore.

Quando è posta la base che permette a Dio di lavorare sulla terra e le circostanze ricercate dai santi sono soddisfatte, ecco che possono aver luogo le opere spirituali. Il potere per spingere gli spiriti buoni all’azione risiede in Dio e nel mondo spirituale.

Originariamente, l’io spirituale – la persona interiore di un uomo o di una donna – doveva essere un’entità che rispondeva alle influenze spirituali buone. Tuttavia, le persone cadute, che hanno spiriti alterati, sono vissute ignorando l’esistenza del mondo spirituale. Se il loro spirito può essere riparato e purificato, tutte le persone saranno naturalmente capaci di sperimentare queste influenze spirituali buone. Così, dobbiamo tutti avere la consapevolezza dell’esistenza del mondo spirituale e il tempo in cui questo avverrà sta arrivando.

Per tutta la mia vita ho promosso il movimento dell’unificazione, che facilita il lavoro di Dio e del mondo spirituale. Attraverso Dio che lavora spiritualmente sulla terra, l’unità fra la mente e il corpo, l’unità fra le persone, l’unità fra il mondo fisico e il mondo spirituale e l’unità fra Dio e l’uomo si possono realizzare.

In secondo luogo, l’unificazione si realizza attraverso la verità e l’amore. Io ho rivelato che il rapporto fra Dio e l’uomo è quello di un genitore e un figlio legati dal vero amore. Ho anche rivelato al mondo intero i principi fondamentali della vita e dell’universo, la vera natura del peccato originale, della restaurazione e del mondo spirituale e la storia della provvidenza di Dio. Non solo ho fatto questo, ho insegnato il vero amore e l’ho messo in pratica.

Il vero amore è investire sé stessi per il bene degli altri. Questo perché, nel vero amore, io smetto di preoccuparmi se le mie buone qualità vengono riconosciute, ma desidero tirar fuori le qualità più grandi dell’oggetto del mio amore. Investendo e investendo nuovamente, l’oggetto del mio investimento diventerà più grande di me. Vero amore significa investire, dimenticare che ho investito e continuare a investire ancora di più. Questo vuol dire sacrificare tutti i miei interessi e la mia posizione. È qui che si può realizzare l’unificazione autentica. Perciò la mente egocentrica è l’ostacolo più grande al raggiungimento dell’unificazione.

Negli ultimi cinquant’anni ho investito totalmente me stesso. Ho investito tutto ciò che ho come individuo; ho investito tutta la mia famiglia, il mio clan, la mia nazione. Ho investito la Chiesa dell’Unificazione e persino adesso sto investendo instancabilmente me stesso per il bene del mondo e dell’intera l’umanità. Tutto ciò è stato per realizzare l’ideale che Dio, il quale vuole realizzare la completa armonia e unificazione attraverso il vero amore, intendeva al tempo della creazione. Il desiderio di Dio è che viviamo in unità ideale con Lui attraverso l’amore. I valori della libertà e della pace e la nobile visione e la felicità che l’uomo desidera vedere realizzate sono possibili quando si realizzano armonia e unità nel vero amore. Il movimento dell’unificazione è perciò il movimento per universalizzare il vero amore.

La religione come addestramento per l’uomo caduto

Dio, il vero genitore invisibile, ci ha creato, così come ha creato tutto ciò che esiste, per stabilire un oggetto partner per il Suo vero amore. In particolare, noi, che siamo stati creati per essere Suoi figli, siamo gli esseri più preziosi per il vero genitore celeste che è il soggetto dell’amore assoluto. Quindi i nostri primi antenati dovevano essere il corpo e il tempio sacro del Dio invisibile, dovevano essere l’oggetto sostanziale del Suo vero amore.

Originariamente Adamo ed Eva dovevano raggiungere la maturità diventando persone il cui carattere manifestava il vero amore che è basato sul vero amore di Dio; dovevano diventare una vera coppia e moltiplicare dei veri figli per diventare i veri genitori. Se avessero fatto questo, avrebbero raggiunto la perfezione come l’entità fondamentale del vero amore, della vera vita e della vera linea di sangue di Dio. Se Adamo, Eva e i loro figli avessero completato una base delle quattro posizioni di vero amore con Dio al centro, Dio sarebbe stato in grado di avere dei discendenti legati da un rapporto di sangue attraverso il vero amore, e la famiglia umana ideale sarebbe stata stabilita su tutta la terra.

Un attributo del vero amore è che spinge quelli che lo sperimentano ad investire più nel loro oggetto d’amore che in sé stessi. Perciò, l’idea che le persone, che sono state create come oggetto dell’amore di Dio, potrebbero peccare e soffrire all’inferno era inconcepibile per Dio. Tutte queste cose sono il risultato del fatto che i nostri primi antenati sono andati contro la natura del vero amore e sono caduti.

I nostri primi antenati, che furono espulsi dal mondo originale, non poterono generare dei figli di vero amore e con una vera linea di sangue sotto la benedizione del vero amore di Dio. Le persone nascono senza un rapporto col vero amore, la vera vita e la vera linea di sangue di Dio e così sono destinate dal momento della nascita ad avere bisogno di salvezza e di un salvatore.

Salvezza significa recuperare il proprio stato originale, significa cioè restaurazione. Vuol dire ritornare al nostro stato originale prima della caduta e restaurare il rapporto con Dio che abbiamo perduto. L’uomo caduto deve inevitabilmente percorrere la via della restaurazione tramite indennizzo. Perciò in ogni era e in ogni area del mondo, Dio ha fatto sorgere le religioni e ha guidato l’umanità lungo il corso progressivo della restaurazione.

La religione è un centro di addestramento ed un’istituzione educativa per riparare l’uomo alterato e riportarlo al suo stato originale. Gli insegnamenti religiosi non sono per il bene della religione in sé stessa. La religione è il mezzo per realizzare la volontà di Dio che è educarci e ricrearci come Suoi figli. È impossibile per Dio essere contenuto nelle dottrine e nei riti limitati, creati dalla religione. La missione della religione è coltivare il nostro carattere attraverso una vita di fede che abbraccia l’illuminazione e la crescita personale, in modo che possiamo servire Dio nella nostra vita di ogni giorno.

Possiamo diplomarci a scuola solo dopo aver completato un corso di studi prestabilito. Allo stesso modo, tutte le fedi dovrebbero dare più importanza all’educazione e alla formazione degli individui per perfezionare il loro carattere, educandoli così a diventare persone di fede, anziché portare semplicemente le persone su un cammino di fede attraverso la testimonianza e i sermoni.

Originariamente l’uomo non fu creato per avere un rapporto con Dio attraverso la religione e una vita di fede. Nel giardino originale, la religione non esisteva. Nel rapporto originale fra Dio e l’uomo non c’era nessun bisogno delle formalità dei rituali. Doveva essere un rapporto tra un vero genitore e un vero figlio che vivono come una famiglia ideale, inebriati dalla felicità del vero amore.

Io ho cercato di insegnare e offrire guida su questa legge e questo principio celeste attraverso le fedi già esistenti, in particolare attraverso la fondazione cristiana che era stata preparata da Dio. Sfortunatamente, a causa dell’ignoranza, del bigottismo e della divisione settaria, la provvidenza centrale di Dio non ha potuto avanzare e ha incontrato invece persecuzioni. In queste circostanze, io sono stato costretto a stabilire la Holy Spirit Association for the Unification of World Christianity. Senza avere lo scopo di stabilire una religione separata, fin dai primi anni di questo movimento, ho promosso attività ecumeniche e interconfessionali.

Il mondo ha finito per chiamarci Chiesa dell’Unificazione al posto del nostro nome completo. Tanti anni fa, ho detto che aspettavo con ansia il giorno in cui avremmo potuto porre termine alla Chiesa dell’Unificazione. Questo perché la missione della Chiesa dell’Unificazione è stata quella di restaurare e ricreare l’ideale di Dio sulla terra. Il regno ideale di Dio, il mondo originale da Lui concepito al tempo della creazione, si può realizzare soltanto quando gli errori dei nostri antenati, che tradirono Dio, sono completamente sradicati e quando il regno di liberazione e completa libertà, che è al di sopra delle nazioni e delle religioni, è portato a compimento, in modo che il regno originale dell’amore – l’ideale della base delle quattro posizioni – è realizzato. Questo significa trascendere la missione di qualsiasi chiesa o confessione e portate a compimento la famiglia ideale del vero amore. Tuttavia, l’attenzione delle chiese e delle religioni finora si è focalizzata sulla salvezza individuale. Nessuna religione, fino a questo momento, ha mai messo l’accento sulla salvezza della famiglia.

La Federazione delle Famiglie per l’Unificazione e la Pace nel Mondo

Fondamentale per la salvezza della famiglia è ricevere e mantenere la benedizione in matrimonio attraverso la quale le persone ricevono la benedizione del vero amore di Dio. L’ideale dei veri genitori, che i nostri antenati caduti non riuscirono a realizzare, non può essere realizzato dai discendenti caduti da soli. È possibile soltanto attraverso il salvatore mandato da Dio, perché lui è il vero genitore – il vero antenato che può sostituire l’antenato caduto. Gli uomini e le donne caduti, che si sono moltiplicati attraverso la linea di sangue falsa, che non ha nessun rapporto con Dio ed è stata ricevuta dai primi antenati, possono essere paragonati a degli ulivi selvatici. Essi devono essere restaurati essendo innestati nel vero genitore che viene come il vero albero d’ulivo. La cerimonia per questo è la cerimonia della benedizione in matrimonio.

Sulla base dell’educazione all’amore puro e del movimento della vera famiglia che ho promosso in tutto il mondo, ho inaugurato la Federazione delle Famiglie per l’Unificazione e la Pace nel Mondo il 31 luglio 1996 a Washington D.C., la capitale degli Stati Uniti d’America. Hanno partecipato a questo evento circa 4.000 persone, compresi molti capi di stato e leader religiosi internazionali di grande prestigio.

Quel giorno ho annunciato ufficialmente la fine della Holy Spirit Association for the Unification of World Christianity. Con l’inaugurazione della Federazione delle Famiglie, è iniziata l’era provvidenziale in cui le famiglie possono ricevere la salvezza che trascende i confini della religione, della nazionalità e della razza.

Le ere dell’Antico e del Nuovo Testamento non erano ere per la famiglia ideale. Quelle epoche appartenevano all’era provvidenziale per la salvezza dell’individuo, dove il centro dell’attenzione era solo sulla salvezza individuale. L’era della salvezza della famiglia è l’era del Completo Testamento. Quando le famiglie si uniscono in una federazione, entrano nell’era della provvidenza per la salvezza dei clan e, al di là di questo, per la salvezza delle nazioni. La cerimonia della benedizione estirpa la linea di sangue caduta – appartenere alla quale era stato il destino dell’uomo caduto -, riporta a Dio la proprietà della linea di sangue ed opera una trasformazione del cuore. Davvero non c’è grazia più grande di questa!

Il Cielo non viene sotto l’insegna di una particolare religione. Il Cielo è il luogo in cui le persone che hanno riconquistato il rapporto di vero amore con Dio – che trascende la religione – servono Dio e sono inebriate nel Suo vero amore. La persona che riceve la benedizione, crea una famiglia di vero amore e vive al servizio di Dio, può entrare in cielo assieme al suo clan e alla sua nazione.

Nel corso della storia le persone hanno cercato e invocato la loro liberazione e salvezza. Ma che dire di Dio? Dio non ha forse bisogno di liberazione? Esiste inebriato dalla gioia? Era possibile che il cuore di Dio fosse pieno di gioia per la liberazione quando, nel corso della storia, Dio come genitore, ha dovuto guardare i Suoi figli mentre gemevano nel peccato e nella sofferenza? Non è mai stato così. Il cuore di Dio può essere liberato e Dio può godere una completa libertà nella misura in cui la famiglia ideale e il regno ideale sulla terra e in cielo sono realizzati. Solo allora le persone possono essere liberate e messe in libertà attraverso una vita famigliare di vero amore. A sua volta la creazione e, inoltre, il mondo spirituale, possono essere liberati e messi in libertà attraverso di noi.

Il Cielo può essere paragonato ad un palazzo di vero amore dove noi, come figli di Dio, che siamo centrati sul Dio vivente – l’origine del vero amore – possiamo condividere la gioia con Lui e rispondere al Suo cuore. La Federazione delle Famiglie per l’Unificazione e la Pace nel Mondo ha promosso il movimento della benedizione della vera famiglia in tutto il mondo allo scopo di realizzare concretamente il regno dei Cieli, che trascende le religioni, le razze e le nazioni.

Costruire un regno di pace di vero amore

Egregi leader e amati membri! Nel corso della storia l’umanità ha sognato il cielo, un mondo ideale. Ma qual è la realtà che vediamo oggi? Oggi la società è diventata il regno del sesso libero e dell’individualismo in mezzo al disgregamento della famiglia e alla perdita dei valori. In un ambiente simile, basato sull’uomo caduto, è impossibile avere la giusta visione della vita e dei valori, per non parlare della giusta visione del mondo e dell’universo. Perciò non possiamo aspettarci di avere la speranza di creare o di perfezionare l’armonia né all’interno dell’individuo né a livello d’insieme.

Nel secolo scorso tante persone hanno riposto le loro speranze su movimenti utopistici sotto la bandiera del comunismo e dell’eguaglianza. Il movimento comunista ha creato scompiglio e ha scosso il mondo ma, in realtà, l’unica cosa che le persone sotto il dominio comunista hanno sperimentato è stata l’ineguaglianza e lo sfruttamento, la disgrazia e la paura, e quel movimento si è concluso in un fallimento. Dall’altra parte è stato costruito un sistema con i sogni della democrazia e della libertà come suoi valori e ideali più alti. E quale è stato il risultato? Questo ha stimolato nell’uomo il desiderio egocentrico del piacere generando decadenza e corruzione, squilibrio e disordine. Anche il futuro della democrazia è incerto.

Alcuni hanno invocato la costruzione del mondo ideale attraverso l’umanesimo secolare o l’ideologia nord-coreana della Juche, ma queste ideologie hanno abbrutito le persone portandole a comportarsi come animali. Ci sono anche quelli che invocano la globalizzazione, ma ciò è stato promosso da una visione egoistica e non è riuscito a stabilire i valori assoluti e verticali che Dio desidera. Ora queste persone lottano a livello orizzontale nella confusione e nel conflitto di valori relativi. In questo modo l’umanità ha seguito un corso di autodistruzione, ben lontano dal corso di una famiglia globale in cui è possibile un’autentica felicità.

Tutte queste cose sono il risultato diretto del fatto che, nel lungo corso della nostra storia, l’uomo si è estraniato da Dio, il vero genitore. Così il compito più urgente per le persone dell’era presente, che vagano incapaci di trovare il modo di uscire dall’infelicità e dalla sofferenza, è cercare Dio e arrivare a conoscerLo, comprendere il peccato originale e il mondo spirituale. Da solo l’individuo non può realizzare l’ideale della felicità. Questo è possibile solo quando stabilisce il giusto rapporto con la sua famiglia, la sua tribù, la razza, la nazione, il mondo, il cosmo e Dio. È l’ideale del vero amore di Dio che può realizzare la perfezione di tutte queste cose.

Il mondo futuro della nuova era non sarà un mondo sotto una ideologia incentrata sull’uomo. Sarà un mondo sotto il “Godism” (l’ideologia di Dio), l’ideologia del nostro Padre Celeste, sotto cui serviamo Dio come re. Così, l’era dei “veri genitori”, l’era del vero amore, sta spuntando. L’era del nazionalismo è passata. Persino una nazione superpotente non può esistere da sola. Così l’era dell’unilateralismo è passata. È spuntata una nuova era dove i confini nazionali saranno eliminati e vivremo insieme in armonia indipendentemente dalla nazionalità, dalla religione o dalla razza. Il centro di questo imminente ordine mondiale sarà il vero amore; in altre parole investire per il bene degli altri. I paesi che vanno contro questa legge celeste e adottano una politica di protezionismo perderanno a poco a poco la loro influenza e, alla fine, periranno. Il mondo futuro deve essere un mondo in cui la religione è la prima ad abbassare la sua bandiera – prima del mondo politico e secolare – per mettersi alla guida nella pratica del vero amore e della compassione.

Tutte le religioni devono riconciliarsi, cooperare su un livello interreligioso e promuovere la riconciliazione e l’unità delle nazioni e delle razze. Devono avere il cuore del nostro Padre Celeste ed essere un esempio nella pratica del vero amore.

Io ho creato la Federazione delle Famiglie per la Pace e l’Unificazione del Mondo e ho promosso il movimento della vera famiglia in tutto il mondo mentre investivo senza riserve tutte le mie risorse e il potere umano per prevenire la guerra e realizzare un mondo di pace.

Per questo ho inaugurato la Federazione Interreligiosa e Internazionale per la Pace nel Mondo nel febbraio 1999 come un’organizzazione integrata. Attraverso questa organizzazione ho espanso la fondazione dei miei sforzi per la riconciliazione delle fedi – sforzi che abbracciano tanti anni. Numerosi leader di diversi campi, come la politica, l’economia, l’educazione, le arti e le organizzazioni non-governative, hanno preso parte a questo impegno. Ho nominato più di 50.000 Ambasciatori di pace in 191 nazioni del mondo. Sto promuovendo un movimento per la rinascita delle Nazioni Unite, in modo che l’ONU possa diventare un’organizzazione che si dedica veramente alla pace mondiale. Nell’ottobre del 2003 ho fondato l’Interreligious and International Peace Council, l’ONU di Pace, e ho espanso le sue attività come organizzazione centrale per la realizzazione di un mondo di pace. Non solo questo, in accordo alla fortuna celeste, e sulla base di condizioni offerte nel mondo spirituale e nel mondo terreno, nel gennaio del 2001 ho offerto a Dio la Sua sovranità. È stato un evento storico liberare Dio come il re eterno e il re dei re. Attraverso questo, la sovranità del bene di Dio ha espanso sostanzialmente il suo territorio a tutti gli angoli del mondo.

Sono passati cinquant’anni dall’inizio della Chiesa dell’Unificazione come un’organizzazione ufficiale! Il primo stadio del movimento della chiesa è stato un periodo in cui era attiva soprattutto in campo religioso e si occupava della salvezza individuale. Lo stadio successivo è stato un movimento per trovare e stabilire delle vere famiglie, l’unità fondamentale del cielo. Il movimento continuerà a lavorare per la restaurazione dei clan e ad avere un impatto sulle comunità locali, finché tutte le persone sulla terra e in cielo riceveranno la benedizione.

Inoltre, il terzo stadio, il movimento per costruire il mondo ideale di pace, è già seriamente iniziato. Solo l’anno scorso ho dedicato il mio impegno a guidare sedici iniziative, grandi e piccole, per la pace in Medio Oriente. A parte queste iniziative, tutto il mondo sta esaminando attentamente le mie attività, compreso il movimento per portare la pace e l’unificazione tra la Corea del Nord e del Sud, il movimento per rinvigorire le Nazioni Unite, o movimento per un ONU di Pace, e il movimento per nominare 50.000 Ambasciatori di Pace.

Distinti leader di tutti i campi della vita! L’era attuale è un periodo di grande transizione nella storia. Durante questo secolo sperimenteremo cambiamenti straordinari. In particolare, ci sarà un grande risveglio in questi tre campi:

Primo, anche se la corrente moderna è eccessivamente materialista, umanistica ed atea, ci sarà un improvviso aumento di consapevolezza e di interesse nei fenomeni spirituali. Questo ci permetterà di sperimentare opere eccezionali da parte del mondo spirituale, che cambieranno il corso della storia.

Secondo, assieme a questo approfondimento dell’esperienza spirituale, l’umanità giungerà gradualmente a capire il valore divino e il significato sociale della famiglia come scuola fondamentale del vero amore. Questa presa di coscienza sarà in risposta alle dolorose esperienze di disgregazione famigliare e di anormale trasformazione della famiglia che negli ultimi decenni si sono avute in tutto il mondo.

Terzo, sulla base dello sviluppo della nostra spiritualità, la speranza per la pace e gli sforzi corrispondenti per realizzarla aumenteranno notevolmente. I rapporti umani non saranno legati da confini nazionali, razziali o religiosi. Avverrà un cambiamento straordinario, attraverso il quale tutte le persone vivranno per il bene reciproco e sentiranno di essere veramente fratelli, sorelle e vicini che vivono insieme.

Queste sono tutte opere provvidenziali del Dio vivente. Dio sta sviluppando la spiritualità dell’uomo e su questa base sta stabilendo una famiglia di vero amore. Sulla base di questa famiglia, Dio sta lavorando per creare un mondo ideale di pace, genuino e duraturo.

È giunto veramente per noi il tempo di costruire il mondo ideale tanto desiderato dalla natura originale dell’uomo; è giunto per noi il tempo di costruire la patria di Dio e il regno di pace, dove possiamo servire il Dio del vero amore come re dei valori assoluti. Poiché siamo in questo tempo di tremenda fortuna celeste, chiedo sinceramente che tutti voi diventiate coloro che costruiscono il regno di pace in accordo alle vie del Cielo.

Prego che la benedizione di Dio sia su di voi, sulla vostra famiglia e sulla vostra nazione.

Grazie.

Salva come PDF

^