Il Tuo doloroso principio dell’indennizzo

Salva come PDF

3 ottobre 1965 - Giappone

Padre Celeste, stiamo studiando il Tuo doloroso principio dell’indennizzo. Anche se nei momenti di difficoltà possiamo cercare il Tuo conforto, tuttavia, se non ci eleviamo al di sopra di un dato standard di indennizzo, non possiamo stabilire lo standard necessario per soddisfarTi. Quando vediamo che non siamo capaci di sottomettere Satana sostanzialmente per raggiungere l’estremo limite della vittoria, proviamo vergogna di fronte alla nostra responsabilità di pagare per i peccati degli antenati. Sappiamo che innumerevoli antenati hanno percorso questo stesso cammino, mirando a raggiungere la meta che Tu desideravi, e hanno sempre finito con l’essere, inconsapevolmente, come dei sacrifici per Satana. Preghiamo con la più profonda sincerità perché in questo tempo Tu ci possa mettere in una posizione in cui non ripeteremo i loro fallimenti.

Oh, Padre, abbi pietà di questi fratelli e sorelle giapponesi. Sono persone che, ponendo al centro la loro nazione, un tempo hanno cercato di realizzare uno scopo, creare una sfera più grande di prosperità comune nell’Asia orientale. Io sono consapevole di come, stando nella posizione di Satana invece che in quella di Dio, hanno macchiato la loro storia.

Questi fratelli e sorelle sono tutti così grati perché Tu hai aperto una strada di fronte a questo nuovo Giappone e ci hai concesso una missione celeste che ci permetterà di portare il nostro contributo al futuro del mondo. Io spero sinceramente che il loro cuore possa crescere ogni giorno per smuovere il loro ambiente, fino a quando raggiungeranno il livello in cui loro stessi, sostanzialmente, diventeranno il punto di partenza che può smuovere tutte le cose dell’eternità e determinare il Tuo standard di esistenza.

La grandiosa missione universale di Gesù è passata attraverso il corso della storia per giungere fino all’era presente dove ora siamo noi, alla guida della seconda e della terza Israele, e dobbiamo prenderla sulle nostre spalle. Ma noi siamo così deboli! Le nostre mani, tutto il nostro corpo trema a questo pensiero. Quando riflettiamo sul nostro passato peccaminoso, ci rendiamo dolorosamente conto che non ci è possibile stare al Tuo cospetto. Tuttavia, oggi abbiamo l’enorme missione di prendere noi stessi, così contaminati, e di venire a Te per essere avvolti dal calore del Tuo amore ed ottenere la vittoria nel mondo del cuore. Quanto deve essere difficile e ripido il nostro cammino! Possiamo anche vedere come le persone di età avanzata devono far tesoro della vita di ogni giorno e sforzarsi di raggiungere quel valore che li porta più vicino a Te. Per i giovani questa, in realtà, deve essere una battaglia per salvare il mondo.

Padre, noi preghiamo affinché non ci possiamo mai dimenticare che la nostra grande missione racchiude in sé stessa le altre missioni intorno a noi. Dobbiamo renderci inseparabili da Te e desiderare il Tuo scopo. E dobbiamo coraggiosamente entrare nel regno del Tuo scopo, in modo da poter essere i vincitori qualificati per metterci al Tuo servizio. Preghiamo sinceramente che Tu ci possa proteggere ed estendere continuamente la Tua manifestazione di vittoria così da poter essere accolti dal Cielo e dalla Terra come prìncipi e principesse, e rimanere nella posizione di punti centrali.

Supplichiamo veramente che la Tua grazia possa essere con noi, che possiamo diventare persone che Ti ringraziano per averci affidato la missione di Gesù, che lungo una vita di gratitudine noi si possa servirTi, e che Tu possa elevarci come lo standard che sia perfettamente aderente al valore di questa vita di servizio. Ti rendiamo grazie, Padre, per averci guidato oggi in tutti i modi ed offriamo questa preghiera nel Tuo nome. Amen.

Salva come PDF

^