Il tempo della transizione finale

Salva come PDF

5 ottobre 1998 - San Paolo, Brasile

Amato Padre Celeste! Oggi è il 5 ottobre 1998, e in Corea è anche il Chu-seok, un giorno di festa in cui i coreani onorano i loro antenati. Tu hai lavorato incessantemente per stabilire nella storia il regno di liberazione per l’era dell’Antico, del Nuovo e del Completo Testamento, per alleviare il dolore che hai provato per non aver visto questo mondo diventare un luogo d’amore, dove tutte le forme della creazione, tutti gli spiriti nel mondo spirituale, l’infinità di credenti e tutte le cose create con amore che vivono sulla terra sarebbero vissute insieme a Te. Oggi, perciò, davanti al cielo e alla terra, a Cheong Pyeong in Corea, e alle persone riunite qui a San Paolo nel mondo occidentale, per favore poni fine alla storia dolorosa che hai dovuto sopportare.

Noi capiamo che Tu, come il Vero Genitore verticale del cielo, hai creato i Veri Genitori orizzontali in questo mondo attraverso l’ideale del cielo e della terra, che essi rappresentavano la Tua forma esteriore e che sarebbero dovuti diventare la nostra prima generazione di antenati. Avrebbero dovuto realizzare una completa unità attraverso la loro famiglia, unendo perciò le loro menti, che sono verticali, con i loro corpi che sono orizzontali, e portare così a completa maturazione sulla terra il seme dell’amore creato attraverso quell’unità. Realizzando questo, il Tuo lignaggio eterno e quello dei Veri Genitori si sarebbero dovuti collegare e questo avrebbe portato a moltiplicare sulla terra figli la cui mente e il cui corpo sarebbero stati uniti. Tuttavia, il giorno gioioso di un simile inizio della storia non c’è stato e Tu hai dovuto prolungare la provvidenza per cancellare l’eredità del dolore increscioso e umiliante della storia; siamo consapevoli di tutto questo.

Nessuno, fino ad ora, ha mai avuto idea dell’angoscia che provavi nel Tuo cuore, e poiché non hai avuto neanche un figlio o una figlia sulla terra che Ti poteva essere devoto, sei stato un Padre desolato e infelice.

Guardando nel Tuo cuore, so quanti sforzi hai fatto per salvare il Tuo unico figlio, venuto dopo un’infinità di generazioni. Questo Tuo figlio percepiva più chiaramente di chiunque altro, quanto soffrivi nel guardare l’umanità desolata, privata dei suoi antenati, persi attraverso la caduta.

Dal giorno in cui Ti ho conosciuto, ho capito anche che il corso che hai seguito per amore dei Tuoi figli immaturi è stato un corso di prove e di sofferenze. Hai lavorato incessantemente per accogliere il giorno della Benedizione dei Veri Genitori sulla base della fondazione posta attraverso le tribolazioni del cristianesimo nel corso di duemila anni di storia. Hai faticato per spianare la strada e restaurare l’unità di Adamo ed Eva che non erano riusciti ad emergere con il Tuo vero amore, e a tramandare il lignaggio vittorioso della famiglia originale di Adamo, persa nel giardino di Eden.

Vergognandomi di diventare un figlio che non ha realizzato la sua responsabilità, ho cercato incessantemente di evitare questo fallimento, e ho aperto la strada che dovevo percorrere seguendo il Tuo cammino, costruendo ponti, scalando montagne, passando attraverso gli otto stadi verticalmente e orizzontalmente, proclamando alla fine la realizzazione di questi otto stadi e annunciando i Veri Genitori. In seguito a questo, ho dichiarato il Chil Pal Jeol (Giorno del Sabato Cosmico per i Genitori del Cielo e della Terra) e nello stesso tempo, sulla fondazione di Jardim, ho rivelato che il Tuo ideale di creazione e il modello originale che avevi stabilito all’inizio era quello della fede assoluta, dell’amore assoluto e dell’obbedienza assoluta. Inoltre, per far avverare il Tuo desiderio – cioè stabilire la base familiare assoluta, unica, immutabile ed eterna, che riflette le Tue caratteristiche, e la base dove può dimorare l’amore – ciò che occorre realizzare sono dei genitori assoluti, unici, immutabili ed eterni, che sono anche i veri genitori, nonché dei figli, delle coppie e delle famiglie assolute, uniche immutabili ed eterne. Anche se il mondo può non esserne consapevole, questo figlio capisce che il giorno in cui questo si realizzerà sarà il giorno che Tu hai lungamente atteso e sarà il punto di transizione più importante della storia. Tuttavia, anche se l’avvento di questo giorno dovrebbe essere un motivo di gioia e di celebrazione in tutto il mondo, sono costretto a fare questa proclamazione nei limiti di Jardim.

Attraverso questa terza dichiarazione di Jardim Ti sei potuto collegare al primo, al secondo e al terzo creatore e alla fondazione tribale. Su questa base orizzontale e sulla base del Tuo diritto di regalità sulla terra e in cielo, l’autorità del terzo creatore è stata proclamata sulla terra. Passando attraverso questo processo di liberazione in cui nemmeno Dio e Satana possono interferire, i rapporti eterni, immutabili e predestinati fra genitori e figli, mariti e mogli e fratelli e sorelle, che fino a questo tempo erano rimasti irrealizzati, sono stati tutti risolti.

Adesso, attraverso la dichiarazione del Sa Sa Jeol che rappresenta il numero quattro, l’emisfero meridionale può essere collegato all’emisfero settentrionale e il cuore dei Genitori può essere collegato agli oceani. Anche se il grande giudizio al tempo di Noè avvenne sul mare, sulla base del mare che non subì il giudizio e sul principio del dare e avere di tutti gli esseri creati, tutti i messia nazionali e le famiglie benedette sono state chiamate qui a Jardim a simboleggiare la riunione di tutta la creazione sul luogo della liberazione. Io ho rivelato a tutti quelli che sono qui, in forma di messia mondiale, messia nazionali, messia tribali e messia familiari, che devono ritornare seguendo i Genitori.

Grazie Padre Celeste, per averci guidato come i Veri Genitori, a creare la strada che poteva formare un passaggio facile, sgombro da qualsiasi ostacolo, trasferendo le vittorie realizzate da tutti i lati. Grazie per aver concesso alle famiglie benedette un ambiente libero dove possono cercare la strada verso la patria basata sui genitori, i figli, le coppie, i fratelli e le famiglie che manifestano i quattro grandi attributi di assolutezza, unicità, immutabilità ed eternità. Questo si può realizzare praticando la fede assoluta, l’amore assoluto e l’obbedienza assoluta. Ti sono grato per averci permesso di andare avanti come membri benedetti della comunità unificazionista, la cui missione ora è quella di unire il mondo fisico e il mondo spirituale separati, trascendendo la divisione culturale fra oriente e occidente e la disparità economica fra nord e sud e stabilendo un cielo, una terra e un’umanità di pace, con un cuore di figli che servono i Genitori del Tuo regno unificato.

Sappiamo che questo è il compito che hai affidato a noi, Tuoi figli e figlie benedetti, e a tutti quelli che si dirigono verso il luogo benedetto per mettersi alla guida della restaurazione del Tuo regno di pace perduto, anche se questo significa vendere tutti i beni e le proprietà che possediamo. È nostra responsabilità lottare per la nazione con tutta la nostra famiglia come offerta, e poi per il cielo e la terra con la nazione come offerta, e infine tendere verso di Te col cielo e la terra come offerta.

Questo figlio è consapevole del fatto che il punto d’inizio storico per stabilire il Tuo regno sulla terra e la liberazione eterna, che può possedere la sovranità sostanziale dell’amore del regno eterno della liberazione, è avvento il 13 giugno. Quel giorno, la Benedizione contemporanea dei santi e degli assassini come fratelli, ha sollevato la mente addolorata e afflitta dei Veri Genitori e ancora adesso nuove grida di gioia e di liberazione risuonano nel mondo spirituale.

Anche se le persone sulla terra lo ignorano, tutti i nostri antenati nel mondo spirituale, il mondo angelico e un’infinità di credenti sono a conoscenza di questo e lavorano duramente per preparare l’ambiente per i Veri Genitori sulla terra.

L’angelo caduto divenne il nemico numero uno che distrusse la Tua famiglia d’amore dando nascita a tutte le forme di sovranità sulla terra e lasciando dietro di sé la famiglia del dominio dell’arcangelo caduto. Tuttavia, il mondo fisico e il mondo spirituale si sono uniti insieme in un rapporto fraterno per abbracciare l’amore dei genitori e il Tuo amore. Hanno ricevuto l’ordine di avanzare e hanno potuto reclamare il diritto del figlio maggiore.

Ora è giunto il tempo che avvenga la transizione finale sulla base dei cinque santi benedetti il 13 giugno e dei loro discepoli benedetti nel mondo spirituale, collegati a loro attraverso la loro religione. Quelli che servono Te e i Veri Genitori sulla terra e nel mondo spirituale dovranno seguire la via della pietà filiale, della lealtà e delle tradizioni celesti. In altre parole, le famiglie arcangeliche sulla terra devono unirsi insieme e partecipare al regno liberato delle famiglie benedette nella posizione di famiglie adamiche perfette sulla terra. Devono impegnarsi a compiere i loro doveri davanti a Te, come figli devoti nella famiglia, patrioti nella nazione e santi nel mondo, ed ereditare il legame d’amore mentre assolvono i loro doveri di figli e figlie divini sulla terra e nel mondo spirituale. Per far questo devono unirsi a Te nel cielo e ai Veri Genitori sulla terra. In questo modo potranno realizzare il Tuo desiderio, che da tanto tempo hai nel cuore. Perciò Ti prego, libera i seguaci dei santi e gli antenati che sono la progenie dei primi antenati, Adamo ed Eva.

Sulla base dell’affinità nel regno dell’amore, unito al cielo perfetto che Tu intendevi in origine, e servendo i Veri Genitori sulla terra, tutti quelli che finora non li hanno potuti servire possono arrivare alla destinazione fondata sulla famiglia. Questa famiglia è il risultato dell’unione dell’amore verticale e orizzontale, l’ideale originale della creazione. Nasce dal legame tra fratelli e sorelle e tra genitori e figli, formato fra gli antenati nel mondo spirituale e sulla terra.

Questo è il giorno della proclamazione che annuncia che ora il mondo fisico e il mondo spirituale possono essere collegati eternamente sulla base della famiglia cosmica centrata sui Veri Genitori, e che attraverso la liberazione dei due mondi tutte le famiglie possono viaggiare liberamente in tutte le direzioni.

Nel nome dei Veri Genitori ora è giunta l’era in cui possiamo fare delle attività pubbliche dopo aver riunito tutte le persone di questi due mondi e stabilito una base sulla terra. Poi, insieme a tutti gli esseri del creato, possiamo andare avanti con tutte le nostre forze per la vittoria della sovranità eterna del Tuo amore e per stabilire il Tuo regno sulla terra e in cielo, fondato sul vero amore e sul regno del cuore del Tuo vero lignaggio e di quello dei Veri Genitori.

Dichiaro tutto questo nel nome dei Veri Genitori! Amen! Amen! Amen!

Salva come PDF

^